Cronologia dei paragrafi

Prima parte.
I. La Chiesa di Gerusalemme
III. La missione di Barnaba e di Paolo
III. La missione di Barnaba e di Paolo
IV. Le missioni di Paolo
V. La fine dei viaggi. Il prigioniero del Cristo

III. La missione di Barnaba e di Paolo (at 13,1-3.15,1-35)

III. La missione di Barnaba e di Paolo (at 13,1-3.15,1-35)

: C'erano nella Chiesa di Antiòchia profeti e maestri: Bàrnaba, Simeone detto Niger, Lucio di Cirene, Manaèn, compagno d'infanzia di Erode il tetrarca, e Saulo. : Mentre essi stavano celebrando il culto del Signore e digiunando, lo Spirito Santo disse: "Riservate per me Bàrnaba e Saulo per l'opera alla quale li ho chiamati". : Allora, dopo aver digiunato e pregato, imposero loro le mani e li congedarono. : Anche a Icònio essi entrarono nella sinagoga dei Giudei e parlarono in modo tale che un grande numero di Giudei e di Greci divennero credenti. : Ma i Giudei, che non avevano accolto la fede, eccitarono e inasprirono gli animi dei pagani contro i fratelli. : Essi tuttavia rimasero per un certo tempo e parlavano con franchezza in virtù del Signore, che rendeva testimonianza alla parola della sua grazia e concedeva che per mano loro si operassero segni e prodigi. : Ora alcuni, venuti dalla Giudea, insegnavano ai fratelli: "Se non vi fate circoncidere secondo l'usanza di Mosè, non potete essere salvati". : Poichè Paolo e Bàrnaba dissentivano e discutevano animatamente contro costoro, fu stabilito che Paolo e Bàrnaba e alcuni altri di loro salissero a Gerusalemme dagli apostoli e dagli anziani per tale questione. : Essi dunque, provveduti del necessario dalla Chiesa, attraversarono la Fenicia e la Samaria, raccontando la conversione dei pagani e suscitando grande gioia in tutti i fratelli.
: 13:1 OR in Antiochia, nella chiesa che vi era, v'eran certi profeti, e dottori, cioe': Barnaba, e Simeone, chiamato Niger, e Lucio Cireneo, e Manaen, figliuol della nutrice di Erode il tetrarca, e Saulo.: 13:2 E mentre facevano il pubblico servigio del Signore, e digiunavano, lo Spirito Santo disse: Appartatemi Barnaba e Saulo, per l'opera, alla quale io li ho chiamati.: 13:3 Allora, dopo aver digiunato, e fatte orazioni, imposer loro le mani, e li accommiatarono.: 14:1 OR avvenne che in Iconio entrarono parimente nella sinagoga de' Giudei, e parlarono in maniera, che un gran moltitudine di Giudei e di Greci, credette.: 14:2 Ma i Giudei increduli commossero, ed inasproirono gli animi de' Gentili contro a' fratelli.: 14:3 Essi adunque dimorarono quivi molto tempo, parlando francamente nel Signore, il qual rendeva testimonianza alla parola della sua grazia, concedendo che per le lor mani si faces-ser segni e prodigi.: 15:1 OR alcuni, discesi di Giudea, insegnavano i fratelli: Se voi non siete circoncisi, secondo il rito di Mose', voi non potete esser salvati.: 15:2 Onde essendo nato turbamento e quistione non piccola di Paolo e di Barnaba contro a loro, fu ordinato che Paolo, e Barnaba, ed alcuni altri di loro, salissero in Gerusalemme agli apostoli, ed anziani, per questa quistione.: 15:3 Essi adunque, accompagnati dalla chiesa fuor della citta', traversarono la Fenicia, e la Samaria, raccontando la conversion dei Gentili. e portarono grande allegrezza a tutti i fratelli.
: 13:1 Or nella chiesa d'Antiochia v'eran dei profeti e dei dottori: Barnaba, Simeone chiamato Niger, Lucio di Cirene, Manaen, fratello di latte di Erode il tetrarca, e Saulo.: 13:2 E mentre celebravano il culto del Signore e digiunavano, lo Spirito Santo disse: Mettetemi a parte Barnaba e Saulo per l'opera alla quale li ho chiamati.: 13:3 Allora, dopo aver digiunato e proegato, imposero loro le mani, e li accomiatarono.: 14:1 Or avvenne che in Iconio pure, Paolo e Barnaba entrarono nella sinagoga dei Giudei e parlarono in maniera, che una gran moltitudine di Giudei e di Greci credette.: 14:2 Ma i Giudei rimasti disubbidienti, misero su e inasproirono gli animi dei Gentili contro i fratelli.: 14:3 Essi dunque dimoraron quivi molto tempo, proedicando con franchezza, fidenti nel Signore, il quale rendeva testimonianza alla parola della sua grazia, concedendo che per le lor mani si facessero segni e prodigi.: 15:1 Or alcuni, discesi dalla Giudea, insegnavano ai fratelli: Se voi non siete circoncisi secondo il rito di Mose', non potete esser salvati.: 15:2 Ed essendo nata una non piccola dissensione e controversia fra Paolo e Barnaba, e costoro, fu deciso che Paolo, Barnaba e alcuni altri dei fratelli salissero a Gerusalemme agli apostoli ed anziani per trattar questa questione.: 15:3 Essi dunque, accompagnati per un tratto dalla chiesa, traversarono la Fenicia e la Samaria, raccontando la conversione dei Gentili. e cagionavano grande allegrezza a tutti i fratelli.
: 13:1 Nella chiesa che era ad Antiochia c'erano profeti e dottori: Barnaba, Simeone detto Niger, Lucio di Cirene, Manaem, amico d'infanzia di Erode il tetrarca, e Saulo.: 13:2 Mentre celebravano il culto del Signore e digiunavano, lo Spirito Santo disse: 'Mettetemi da parte Barnaba e Saulo per l'opera alla quale li ho chiamati'.: 13:3 Allora, dopo aver digiunato, proegato e imposto loro le mani, li lasciarono partire.: 14:1 Anche a Iconio Paolo e Barnaba entrarono nella sinagoga dei Giudei e parlarono in modo tale che una gran folla di Giudei e di Greci credette.: 14:2 Ma i Giudei che avevano rifiutato di credere aizzarono e inasproirono gli animi dei pagani contro i fratelli.: 14:3 Tuttavia rimasero là per molto tempo, proedicando con franchezza e confidando nel Signore che rendeva testimonianza alla Parola della sua grazia e concedeva che per mano loro avvenissero segni e prodigi.: 15:1 Alcuni, venuti dalla Giudea, insegnavano ai fratelli, dicendo: 'Se voi non siete circoncisi secondo il rito di Mosè, non potete essere salvati'.: 15:2 E siccome Paolo e Barnaba dissentivano e discutevano vivacemente con loro, fu deciso che Paolo, Barnaba e alcuni altri fratelli salissero a Gerusalemme dagli apostoli e anziani per trattare la questione.: 15:3 Essi dunque, accompagnati per un tratto dalla chiesa, attraversarono la Fenicia e la Samaria, raccontando la conversione degli stranieri e suscitando grande gioia in tutti i fratelli.
: 13:1 Or, nella chiesa di Antiochia, vi erano profeti e dottori: Barnaba, Simeone chiamato Niger, Lucio di Cirene, Manaen, allevato assieme a Erode il tetrarca, e Saulo.: 13:2 Or, mentre celebravano il servizio al Signore e digiunavano, lo Spirito Santo disse: ’Mettetemi da parte Barnaba e Saulo per l’opera alla quale li ho chiamati'.: 13:3 Allora, dopo aver digiunato e proegato, imposero loro le mani e li congedarono.: 14:1 Or avvenne che anche a Iconio essi entrarono nella sinagoga dei Giudei e parlarono in modo tale che una grande folla di Giudei e di Greci credette,: 14:2 ma i Giudei increduli sollevarono e inasproirono gli animi dei gentili contro i fratelli.: 14:3 Essi dunque rimasero là molto tempo, parlando francamente nel Signore, il quale rendeva testimonianza alla parola della sua grazia, concedendo che segni e prodigi si operassero per mano loro.: 15:1 Or alcuni, discesi dalla Giudea, insegnavano ai fratelli, dicendo: ’Se non siete circoncisi secondo il rito di Mosè, non potete essere salvati'.: 15:2 Essendo perciò sorta una non piccola controversia e discussione da parte di Paolo e Barnaba con costoro, fu ordinato che Paolo e Barnaba e alcuni altri di loro salissero a Gerusalemme dagli apostoli e anziani per tale questione.: 15:3 Essi dunque, scortati per un tratto dalla chiesa, attraversarono la Fenicia e la Samaria, raccontando la conversione dei gentili e arrecando grande gioia a tutti i fratelli.
: Barnaba e Saulo poi, compiuta la loro missione, tornarono da Gerusalemme prendendo con loro Giovanni, detto anche Marco.: C'erano nella comunità di Antiochia profeti e dottori: Barnaba, Simeone soprannominato Niger, Lucio di Cirène, Manaèn, compagno d'infanzia di Erode tetrarca, e Saulo.: Mentre essi stavano celebrando il culto del Signore e digiunando, lo Spirito Santo disse: ""Riservate per me Barnaba e Saulo per l'opera alla quale li ho chiamati"".: mentre i discepoli erano pieni di gioia e di Spirito Santo.: Anche ad Icònio essi entrarono nella sinagoga dei Giudei e vi parlarono in modo tale che un gran numero di Giudei e di Greci divennero credenti.: Ma i Giudei rimasti increduli eccitarono e inasprirono gli animi dei pagani contro i fratelli.: E si fermarono per non poco tempo insieme ai discepoli.: Ora alcuni, venuti dalla Giudea, insegnavano ai fratelli questa dottrina: ""Se non vi fate circoncidere secondo l'uso di Mosè, non potete esser salvi"".: Poichè Paolo e Barnaba si opponevano risolutamente e discutevano animatamente contro costoro, fu stabilito che Paolo e Barnaba e alcuni altri di loro andassero a Gerusalemme dagli apostoli e dagli anziani per tale questione.

Mappa

Commento di un santo

Ecco, la mano del Signore è sopra dite: sarai cieco. Era lo stesso segno con cui era stato convertito anche Paolo e nello stesso modo egli desiderò convertire quell'uomo. Le parole per un certo tempo erano proferite da una persona che intendeva convertire e non punire. Infatti se avesse voluto punirlo, lo avrebbe reso cieco per sempre. Questo non accadde, e infatti solo per un certo tempo, così che potesse guadagnare a sè il proconsole. (...) L'uomo era prima prigioniero della magia, e allora Paolo dovette istruirlo con questa punizione, proprio come i maghi in Egitto furono istruiti con la punizione delle ulcere (cf. Es 9,11).

Autore

Isidoro

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia