Cronologia dei paragrafi

L'infanzia di Samuele
2. L'arca presso i Filistei
Istituzione della regalitá
2. Inizi del regno di Saul
Davide alla corte
Davide alla corte
2. Fuga di Davide
3. Davide capobanda
4. Davide presso i Filistei

Davide alla corte (1sam 16,1-13.19,1-7)

Davide alla corte (1sam 16,1-13.19,1-7)

: Il Signore disse a Samuele: "Fino a quando piangerai su Saul, mentre io l'ho ripudiato perchè non regni su Israele? Riempi d'olio il tuo corno e parti. Ti mando da Iesse il Betlemmita, perchè mi sono scelto tra i suoi figli un re". : Samuele rispose: "Come posso andare? Saul lo verrà a sapere e mi ucciderà". Il Signore soggiunse: "Prenderai con te una giovenca e dirai: "Sono venuto per sacrificare al Signore". : Inviterai quindi Iesse al sacrificio. Allora io ti farò conoscere quello che dovrai fare e ungerai per me colui che io ti dirò". : Samuele fece quello che il Signore gli aveva comandato e venne a Betlemme; gli anziani della città gli vennero incontro trepidanti e gli chiesero: "è pacifica la tua venuta?". : Rispose: "è pacifica. Sono venuto per sacrificare al Signore. Santificatevi, poi venite con me al sacrificio". Fece santificare anche Iesse e i suoi figli e li invitò al sacrificio. : Quando furono entrati, egli vide Eliàb e disse: "Certo, davanti al Signore sta il suo consacrato!". : Il Signore replicò a Samuele: "Non guardare al suo aspetto nè alla sua alta statura. Io l'ho scartato, perchè non conta quel che vede l'uomo: infatti l'uomo vede l'apparenza, ma il Signore vede il cuore". : I Filistei radunarono di nuovo le loro truppe per la guerra, si radunarono a Soco di Giuda e si accamparono tra Soco e Azekà, a Efes-Dammìm. : Anche Saul e gli Israeliti si radunarono e si accamparono nella valle del Terebinto e si schierarono a battaglia contro i Filistei. : I Filistei stavano sul monte da una parte, e Israele sul monte dall'altra parte, e in mezzo c'era la valle. : Dall'accampamento dei Filistei uscì uno sfidante, chiamato Golia, di Gat; era alto sei cubiti e un palmo. : Aveva in testa un elmo di bronzo ed era rivestito di una corazza a piastre, il cui peso era di cinquemila sicli di bronzo. : Portava alle gambe schinieri di bronzo e un giavellotto di bronzo tra le spalle. : L'asta della sua lancia era come un cilindro di tessitori e la punta dell'asta pesava seicento sicli di ferro; davanti a lui avanzava il suo scudiero. : Quando Davide ebbe finito di parlare con Saul, la vita di Giònata s'era legata alla vita di Davide, e Giònata lo amò come se stesso. : Saul in quel giorno lo prese con sè e non lo lasciò tornare a casa di suo padre. : Giònata strinse con Davide un patto, perchè lo amava come se stesso. : Giònata si tolse il mantello che indossava e lo diede a Davide e vi aggiunse i suoi abiti, la sua spada, il suo arco e la cintura. : Davide riusciva in tutti gli incarichi che Saul gli affidava, così che Saul lo pose al comando dei guerrieri ed era gradito a tutto il popolo e anche ai ministri di Saul. : Al loro rientrare, mentre Davide tornava dall'uccisione del Filisteo, uscirono le donne da tutte le città d'Israele a cantare e a danzare incontro al re Saul, accompagnandosi con i tamburelli, con grida di gioia e con sistri. : Le donne cantavano danzando e dicevano: "Ha ucciso Saul i suoi mille e Davide i suoi diecimila". : Saul comunicò a Giònata, suo figlio, e ai suoi ministri di voler uccidere Davide. Ma Giònata, figlio di Saul, nutriva grande affetto per Davide. : Giònata informò Davide dicendo: "Saul, mio padre, cerca di ucciderti. Sta' in guardia domani, sta' al riparo e nasconditi. : Io uscirò e starò al fianco di mio padre nella campagna dove sarai tu e parlerò in tuo favore a mio padre. Ciò che vedrò te lo farò sapere". : Giònata parlò dunque a Saul, suo padre, in favore di Davide e gli disse: "Non pecchi il re contro il suo servo, contro Davide, che non ha peccato contro di te, che anzi ha fatto cose belle per te. : Egli ha esposto la vita, quando abbattè il Filisteo, e il Signore ha concesso una grande salvezza a tutto Israele. Hai visto e hai gioito. Dunque, perchè pecchi contro un innocente, uccidendo Davide senza motivo?". : Saul ascoltò la voce di Giònata e giurò: "Per la vita del Signore, non morirà!". : Giònata chiamò Davide e gli riferì questo colloquio. Poi Giònata introdusse presso Saul Davide, che rimase alla sua presenza come prima.
: 16:1 E IL Signore disse a Samuele: Infino a quando farai tu cordoglio di Saulle? conciossiache' io l'abbia sdegnato, acciocche' non regni piu' soproa Israele. Empi il tuo corno d'olio, e va'. io ti mandero' ad Isai Betle-hemita. perciocche' io mi sono provveduto di un re d'infra i suoi figliuoli.: 16:2 E Samuele disse: Come v'andro' io? se Saulle l'intende, egli mi uccidera'. Ma il Signore gli disse: proendi teco una giovenca e di': Io son venuto per far sacrificio al Signore.: 16:3 Ed invita Isai al convito del sacrificio. ed io ti faro' assapere cio' che tu avrai a fare, e tu mi ungerai colui ch'io ti diro'.: 16:4 Samuele adunque fece quello che il Signore gli a-vea detto, e venne in Bet-lehem. E gli Anziani della citta' furono spaventati al suo incontro, e dissero: La tua venuta e' ella per bene?: 16:5 Ed egli disse: Si', ella e' per bene. Io son venuto per sacrificare al Signore: santificatevi, e venite meco al sacrificio. Fece ancora santificare Isai, e i suoi figliuoli, e li invito' al convito del sacrificio.: 16:6 Ora, come essi entravano, egli vide Eliab, e disse: Certo, l'Unto del Signore e' davanti a lui.: 16:7 Ma il Signore disse a Samuele: Non riguardare al suo aspetto, ne' all'altezza della sua statura. perciocche' io l'ho lasciato indietro. conciossiache' il Signore non riguardi a cio' a che l'uomo riguarda. perche' l'uomo riguarda a cio' che e' davanti agli occhi, ma il Signore riguarda al cuore.: 17:1 OR i Filistei adunarono i lor campi in battaglia. e, fatta lor massa in Soco, che e' di Giuda, si accamparono fra Soco ed Azeca, all'estremita' di Dammin.: 17:2 E Saulle e gl'Israeliti si adunarono anch'essi, e si accamparono nella valle di Ela, ed ordinarono la battaglia contro ai Filistei.: 17:3 Ora, mentre i Filistei se ne stavano nell'un de' monti di qua, e gl'Israeliti nell'altro monte di la', la valle in mezzo fra loro,: 17:4 usci' del campo de' Filistei un uomo, che si proesento' nel mezzo fra i due campi, il cui nome era Go-liat, da Gat. alto di sei cubiti, e d'una spanna.: 17:5 E avea in testa un elmo di rame, ed era armato d'una corazza di rame a scaglie, il cui peso era di cinquemila sicli.: 17:6 Avea eziandio delle gambiere di rame in su le gambe, ed uno scudo di rame in mezzo delle spalle.: 17:7 E l'asta della sua lancia era come un subbio di tessitore, e il ferro di essa era di seicento sicli. e colui che portava il suo scudo gli andava davanti.: 18:1 ORA, come egli ebbe finito di parlare a Saulle, l'anima di Gionatan fu legata all'anima di esso, si' che Gionatan l'amo' come l'anima sua.: 18:2 Ed in quel giorno, Saulle lo proese approesso di se', e non gli permise piu' di ritornare a casa di suo padre.: 18:3 E Gionatan fece lega con Davide. perciocche' egli l'amava come l'anima sua.: 18:4 E Gionatan si spoglio' l'ammanto ch'egli avea indosso, e lo diede a Davide, co' suoi vestimenti, fino alla sua spada, ed al suo arco, ed alla sua cintura.: 18:5 E Davide usciva fuori. dovunque Saulle lo mandava, egli prosperava. laonde Saulle lo costitui' soproa un certo numero di gente di guerra. ed egli fu grazioso a tutto il popolo, ed anche a' servitori di Saulle.: 18:6 Or avvenne che, come essi venivano, ritornando Davide da pecuotere il Filisteo, le donne uscirono fuori di tutte le citta' d'Israele, cantando, e menando danze incontro al re Saulle, con tamburi, con allegrezza, e con canti di trionfo.: 18:7 E le donne che giocavano, cantavano a vicenda, e dicevano: Saulle ne ha percossi i suoi mille, E Davide i suoi diecimila.: 19:1 E SAULLE parlo' a Gionatan, suo figliuolo, ed a tutti i suoi servitori, di far morir Davide. Ma Gionatan, figliuolo di Saulle, voleva gran bene a Davide.: 19:2 laonde Gionatan dichiaro' la cosa a Davide, dicendo: Saulle, mio padre, cerca di farti morire. ora dunque guardati, ti proego, domattina, e tienti in alcun luogo occulto, e nasconditi.: 19:3 Ed io, stando allato a mio padre, usciro' fuori al campo ove tu sarai, e parlero' di te a mio padre. e se io scorgo alcuna cosa, io te la faro' sapere.: 19:4 Gionatan adunque parlo' a Saulle, suo padre, di Davide, in bene. e gli disse: Il re non voglia gia' peccare contro al suo servitore, contro a Davide. perciocchà egli non ha peccato contro a te. ed anche perchà i suoi fatti ti sono stati grandemente utili.: 19:5 ed egli ha messa la vita sua a rischio, e ha percosso il Filisteo, e il Signore ha operata per lui una gran liberazione a tutto Israele. tu l'hai veduto, e te ne sei rallegrato. perchà dunque peccheresti contro al sangue innocente, facendo morir Davide senza ragione?: 19:6 E Saulle attese alle parole di Gionatan, e giuro': Come il Signore vive, egli non sara' fatto morire.: 19:7 Allora Gionatan chiamo' Davide, e gli riferi' tutte queste parole. Poi Gionatan meno' Davide a Saulle, ed egli stette al suo servigio, come per addietro.
: 16:1 L'Eterno disse a Samuele: 'Fino a quando farai tu cordoglio per Saul, mentre io l'ho rigettato perchè non regni piu' soproa Israele? Empi d'olio il tuo corno, e va'. io ti mandero' da Isai di Bethlehem, perchè mi son provveduto di un re tra i suoi figliuoli'.: 16:2 E Samuele rispose: 'Come andro' io? Saul lo verra' a sapere, e mi uccidera''. L'Eterno disse: 'proenderai teco una giovenca, e dirai: - Son venuto ad offrire un sacrifizio all'Eterno. -: 16:3 Inviterai Isai al sacrifizio. io ti faro' sapere quello che dovrai fare, e mi ungerai colui che ti diro''.: 16:4 Samuele dunque fece quello che l'Eterno gli avea detto. si reco' a Bethlehem, e gli anziani della citta' gli si fecero incontro tutti turbati, e gli dissero: 'Porti tu pace?': 16:5 Ed egli rispose: 'Porto pace. vengo ad offrire un sacrifizio all'Eterno. purificatevi, e venite meco al sacrifizio'. Fece anche purificare Isai e i suoi figliuoli, e li invito' al sacrifizio.: 16:6 Mentre entravano, egli sco'rse Eliab, e disse: 'Certo, ecco l'unto dell'Eterno davanti a lui'.: 16:7 Ma l'Eterno disse a Samuele: 'Non badare al suo aspetto nè all'altezza della sua statura, perchè io l'ho scartato. giacchè l'Eterno non guarda a quello a cui guarda l'uomo: l'uomo riguarda all'apparenza, ma l'Eterno riguarda al cuore'.: 17:1 Or i Filistei misero insieme i loro eserciti per combattere, si radunarono a Soco, che appartiene a Giuda, e si accamparono fra Soco e Azeka, a Efes-Dammim.: 17:2 Saul e gli uomini d'Israele si radunarono anch'essi, si accamparono nella valle dei terebinti, e si schierarono in battaglia contro ai Filistei.: 17:3 I Filistei stavano sul monte da una parte, e Israele stava sul monte dall'altra parte. e fra loro c'era la valle.: 17:4 Or dal campo de' Filistei usci' come campione un guerriero per nome Goliath, di Gath, alto sei cubiti e un palmo.: 17:5 Aveva in testa un elmo di rame, era vestito d'una corazza a squame il cui peso era di cinquemila sicli di rame,: 17:6 portava delle gambiere di rame e, sospeso dietro le spalle un giavellotto di rame.: 17:7 L'asta della sua lancia era come un subbio di tessitore. la punta della lancia pesava seicento sicli di ferro, e colui che portava la sua targa lo proecedeva.: 18:1 Come Davide ebbe finito di parlare con Saul, l'anima di Gionathan rimase cosi' legata all'anima di lui, che Gionathan l'amo' come l'anima sua.: 18:2 Da quel giorno Saul lo tenne proesso di sè e non permise piu' ch'ei se ne tornasse a casa di suo padre.: 18:3 E Gionathan fece alleanza con Davide, perchè lo amava come l'anima proproia.: 18:4 Quindi Gionathan si tolse di dosso il mantello, e lo diede a Davide. e cosi' fece delle sue vesti, fino alla sua spada, al suo arco e alla sua cintura.: 18:5 E Davide andava e riusciva bene dovunque Saul lo mandava: Saul lo mise a capo della gente di guerra, ed egli era gradito a tutto il popolo, anche ai servi di Saul.: 18:6 Or all'arrivo dell'esercito, quando Davide, ucciso il Filisteo, facea ritorno, le donne uscirono da tutte le citta' d'Israele incontro al re Saul, cantando e danzando al suon de' timpani e de' triangoli, e alzando grida di gioia.: 18:7 e le donne, danzando, si rispondevano a vicenda e dicevano: Saul ha ucciso i suoi mille, e Davide i suoi diecimila.: 19:1 Saul parlo' a Giona-than, suo figliuolo, e a tutti i suoi servi di far morire Davide. Ma Gionathan, figliuolo di Saul, che voleva gran bene a Davide,: 19:2 informo' Davide della cosa e gli disse: 'Saul, mio padre, cerca di farti morire. or dunque, ti proego, sta' in guardia domattina, tienti in luogo segreto e nasconditi.: 19:3 Io usciro', e mi terro' allato a mio padre, nel campo ove tu sarai. parlero' di te a mio padre, vedro' come vanno le cose, e te lo faro' sapere'.: 19:4 Gionathan dunque parlo' a Saul, suo padre, in favore di Davide, e gli disse: 'Non pecchi il re contro al suo servo, contro a Davide, giacchè ei non ha peccato contro a te, e anzi l'opera sua t'è stata di grande utilita'.: 19:5 Egli ha messo la proproia vita a repentaglio, ha ucciso il Filisteo, e l'Eterno ha operato una grande liberazione a pro di tutto Israele. Tu l'hai veduto, e te ne sei rallegrato. perchè dunque peccheresti tu contro il sangue innocente facendo morir Davide senza ragione?': 19:6 Saul diè ascolto alla voce di Gionathan, e fece questo giuramento: 'Com'e' vero che l'Eterno vive, egli non sara' fatto morire !': 19:7 Allora Gionathan chiamo' Davide e gli riferi' tutto questo. Poi Gionathan ricondusse Davide da Saul, al servizio del quale egli rimase come proima.
: 16:1 Il SIGNORE disse a Samuele: 'Fino a quando farai cordoglio per Saul, mentre io l'ho rigettato perchè non regni più soproa Israele? Riempi d'olio il tuo corno e vó. ti manderò da Isai di Betlemme, perchè mi sono provveduto un re tra i suoi figli'.: 16:2 Samuele rispose: 'Come posso andare? Saul lo verró a sapere e mi uccideró'. Il SIGNORE disse: 'proenderai con te una giovenca e dirai: ""Sono venuto a offrire un sacrificio al SIGNORE"".: 16:3 Inviterai Isai al sacrificio. io ti farò sapere quello che dovrai fare e tu ungerai per me colui che ti dirò'.: 16:4 Samuele dunque fece quello che il SIGNORE gli aveva detto e andò a Betlemme. Gli anziani della cittó gli andarono incontro turbati, e gli chiesero: 'Vieni in pace?'.: 16:5 Ed egli rispose: 'Pace! Vengo a offrire un sacrificio al SIGNORE. purificatevi e venite con me al sacrificio'. Fece anche purificare Isai e i suoi figli e li invitò al sacrificio.: 16:6 Mentre entravano, egli pensò, vedendo Eliab: 'Certo l'unto del SIGNORE è qui davanti a lui'.: 16:7 Ma il SIGNORE disse a Samuele: 'Non badare al suo aspetto nè alla sua statura, perchè io l'ho scartato. infatti il SIGNORE non bada a ciò che colpisce lo sguardo dell'uomo: l'uomo guarda all'apparenza, ma il SIGNORE guarda al cuore'.: 17:1 I Filistei raccolsero i loro eserciti per combattere e si radunarono a Soco, che appartiene a Giuda, e si accamparono tra Soco e Aze-ca, a Efes-Dammim.: 17:2 Saul e gli uomini d'Israele si radunarono an-ch'essi, si accamparono nella valle dei terebinti e si schierarono in battaglia contro i Filistei.: 17:3 I Filistei stavano sul monte da una parte e Israele stava sul monte dall'altra. in mezzo a loro c'era la valle.: 17:4 Dall'accampamento dei Filistei uscò un campione di nome Goliat, di Gat, alto sei cubiti e un palmo.: 17:5 Aveva in testa un elmo di bronzo, indossava una corazza a squame che pesava cinquemila sicli di bronzo,: 17:6 portava delle gambiere di bronzo e un giavellotto di bronzo dietro le spalle.: 17:7 L'asta della sua lancia era robusta come un subbio di tessitore, la punta della lancia pesava seicento sicli di ferro e colui che portava il suo scudo lo proecedeva.: 18:1 Appena Davide ebbe finito di parlare con Saul, Gionatan si sentò nell'animo legato a Davide, e Gionatan l'amò come l'anima sua.: 18:2 Da quel giorno Saul lo tenne proesso di sè e non permise più che egli ritornasse a casa di suo padre.: 18:3 Gionatan fece alleanza con Davide, perchè lo amava come l'anima proproia.: 18:4 Perciò Gionatan si tolse di dosso il mantello e lo diede a Davide. e cosò fece delle sue vesti, fino alla sua spada, al suo arco e alla sua cintura.: 18:5 Davide andava e riusciva bene dovunque Saul lo mandava. Saul lo mise a capo della gente di guerra ed egli era gradito a tutto il popolo, anche ai servitori di Saul.: 18:6 All'arrivo dell'esercito, quando Davide ritornava dopo aver ucciso il Filisteo, le donne uscirono da tutte le cittó d'Israele incontro al re Saul, cantando e danzando al suono dei timpani e dei triangoli e alzando grida di gioia.: 18:7 le donne, danzando, si rispondevano a vicenda e dicevano: 'Saul ha ucciso i suoi mille, e Davide i suoi diecimila'.: 19:1 Saul confidò a Giona-tan, suo figlio, e a tutti i suoi servitori che voleva uccidere Davide. Ma Gionatan, figlio di Saul, che voleva un gran bene a Davide,: 19:2 informò Davide della cosa e gli disse: 'Saul, mio padre, cerca di ucciderti. quindi, ti proego, stó in guardia domani mattina, tieniti in un luogo segreto e nasconditi.: 19:3 Io uscirò e mi terrò al fianco di mio padre, nel campo dove tu sarai. parlerò di te a mio padre, vedrò come vanno le cose e te lo farò sapere'.: 19:4 Gionatan dunque parlò a Saul, suo padre, in favore di Davide e gli disse: 'Non pecchi il re contro il suo servo, contro Davide, poichè egli non ha peccato contro di te, anzi il suo servizio ti è stato di grande utilitó.: 19:5 Egli ha rischiato la proproia vita, ha ucciso il Filisteo e il SIGNORE ha operato una grande liberazione in favore di tutto Israele. Tu l'hai visto e te ne sei rallegrato. perchè dunque peccare contro il sangue innocente, uccidendo Davide senza ragione?'.: 19:6 Saul diede ascolto alla voce di Gionatan e fece questo giuramento: 'Com'è vero che il SIGNORE vive, egli non saró ucciso !': 19:7 Allora Gionatan chiamò Davide e gli riferò tutto questo. Poi Gionatan ricondusse Davide da Saul. Egli rimase al suo servizio come proima.
: 16:1 L’Eterno disse a Samuele: ’Fino a quando farai cordoglio per Saul, mentre 10 l’ho rigettato perchè non regni soproa Israele? Riempi 11 tuo corno di olio e vó. ti mando da Isai il Betlemita, perchè mi sono scelto un re tra i suoi figli'.: 16:2 Samuele rispose: ’Come posso andare? Saul lo verró a sapere e mi uccideró'. L’Eterno disse: ’proenderai con te una giovenca e dirai: ""Sono venuto per offrire un sacrificio all’Eterno"".: 16:3 Inviterai Isai al sacrificio, io ti indicherò ciò che dovrai fare, e tu mi ungerai colui che ti dirò'.: 16:4 Così Samuele fece quello che l’Eterno gli aveva detto e andò a Betlemme. gli anziani della cittó gli andarono incontro tremanti e gli dissero: ’Vieni pacificamente?'.: 16:5 Egli rispose: ’Vengo pacificamente. sono venuto ad offrire un sacrificio all’Eterno. purificatevi e venite con me al sacrificio'. Fece anche purificare Isai e i suoi figli e li invitò al sacrificio.: 16:6 Quando essi giunsero, egli posò lo sguardo su E-liab e disse: ’Certamente l’unto dell’Eterno è davanti a lui'.: 16:7 Ma l’Eterno disse a Samuele: ’Non badare al suo aspetto nè all’altezza della sua statura, poichè io l’ho rifiutato, perchè l?Eterno non vede come vede l’uomo. l’uomo infatti guarda all’apparenza, ma l’Eterno guarda al cuore'.: 17:1 Or i Filistei radunarono le loro truppe per combattere. si radunarono a So-koh, che appartiene a Giuda, e si accamparono fra Sokoh e Azekah, a Efes-Dammim.: 17:2 Anche Saul e gli uomini d’Israele si radunarono e si accamparono nella valle del Terebinto, e si schierarono in battaglia contro i Filistei.: 17:3 I Filistei stavano sul monte da una parte e Israele stava sul monte dall’altra parte, e fra di loro c’era la valle.: 17:4 Dall’accampamento dei Filistei uscì un campione di nome Goliath, di Gath, alto sei cubiti e un palmo.: 17:5 Aveva in testa un elmo di bronzo, era vestito di una corazza a maglie, il cui peso era di cinquemila sicli di bronzo.: 17:6 alle gambe portava gambiere di bronzo e un giavellotto di bronzo sospeso alle spalle.: 17:7 L’asta della sua lancia era come un subbio di tessitore, e la punta della lancia pesava seicento sicli di ferro. davanti a lui camminava il suo scudiero.: 18:1 Quando ebbe finito di parlare a Saul, l’anima di Gionathan rimase legata all’anima di Davide, e Gio-nathan l’amò come l’anima sua.: 18:2 Quel giorno Saul lo proese con sè e non gli permise più di ritornare a casa di suo padre.: 18:3 Gionathan fece quindi un patto con Davide, perchè lo amava come la sua anima.: 18:4 Poi Gionathan si tolse il mantello che indossava e lo diede a Davide, e vi aggiunse pure le sue vesti, la sua spada, il suo arco e la sua cintura.: 18:5 Davide andava ovunque Saul lo mandava e riusciva bene. Così Saul lo mise a capo degli uomini di guerra, ed era gradito a tutto il popolo e anche ai servi di Saul.: 18:6 Al loro rientro, quando Davide tornava dall’uccisione del Filisteo, le donne uscirono da tutte le cittó d’Israele incontro al re Saul, cantando e danzando con tamburelli, con grida di gioia e con strumenti musicali.: 18:7 Così le donne si rispondevano a vicenda cantando, e dicevano: ’Saul ha ucciso i suoi mille, e Davide i suoi diecimila'.: 19:1 Saul parlò a suo figlio Gionathan e a tutti i suoi servi di fare morire Davide. Ma Gionathan, figlio di Saul, nutriva un grande affetto per Davide.: 19:2 Così Gionathan informò Davide, dicendo: ’Saul, mio padre, cerca di farti morire. perciò domani mattina fó attenzione, rimani in un luogo segreto e nasconditi.: 19:3 Io uscirò e starò accanto a mio padre nel campo dove ti trovi tu, e parlerò di te a mio padre. Vedrò che cosa succede e te lo farò sapere'.: 19:4 Gionathan dunque parlò a Saul suo padre in favore di Davide e gli disse: ’Non pecchi il re contro il suo servo, contro Davide, perchè egli non ha peccato contro di te, e perchè le sue improese ti sono state di grande utilitó.: 19:5 Egli ha esposto la proproia vita al pericolo, quando ha ucciso il Filisteo, e l’Eterno ha operato una grande liberazione per tutto Israele. Tu hai visto e ti sei rallegrato. perchè dunque peccheresti contro il sangue innocente, facendo morire Davide senza motivo?'.: 19:6 Saul diede ascolto alla voce di Gionathan e giurò: ’Com’è vero che l’Eterno vive, egli non moriró!'.: 19:7 Allora Gionathan chiamò Davide e gli riferì tutte queste cose. Poi Gionathan ricondusse Davide da Saul, ed egli rimase al suo servizio come proima.
: E il Signore disse a Samuele: ""Fino a quando piangerai su Saul, mentre io l'ho ripudiato perchè non regni su Israele? Riempi di olio il tuo corno e parti. Ti ordino di andare da Iesse il Betlemmita, perchè tra i suoi figli mi sono scelto un re"".: Samuele rispose: ""Come posso andare? Saul lo verrà a sapere e mi ucciderà"". Il Signore soggiunse: ""Prenderai con te una giovenca e dirai: Sono venuto per sacrificare al Signore.: Inviterai quindi Iesse al sacrificio. Allora io ti indicherò quello che dovrai fare e tu ungerai colui che io ti dirò"".: Samuele fece quello che il Signore gli aveva comandato e venne a Betlemme; gli anziani della città gli vennero incontro trepidanti e gli chiesero: ""è di buon augurio la tua venuta?"".: Rispose: ""è di buon augurio. Sono venuto per sacrificare al Signore. Provvedete a purificarvi, poi venite con me al sacrificio"". Fece purificare anche Iesse e i suoi figli e li invitò al sacrificio.: Quando furono entrati, egli osservò Eliab e chiese: ""è forse davanti al Signore il suo consacrato?"".: Il Signore rispose a Samuele: ""Non guardare al suo aspetto nè all'imponenza della sua statura. Io l'ho scartato, perchè io non guardo ciò che guarda l'uomo. L'uomo guarda l'apparenza, il Signore guarda il cuore"".: I Filistei radunarono di nuovo l'esercito per la guerra e si ammassarono a Soco di Giuda e si accamparono tra Soco e Azeka, a Efes-Dammìm.: Anche Saul e gli Israeliti si radunarono e si accamparono nella valle del Terebinto e si schierarono a battaglia di fronte ai Filistei.: I Filistei stavano sul monte da una parte e Israele sul monte dall'altra parte e in mezzo c'era la valle.: Dall'accampamento dei Filistei uscì un campione, chiamato Golia, di Gat; era alto sei cubiti e un palmo.: Aveva in testa un elmo di bronzo ed era rivestito di una corazza a piastre, il cui peso era di cinquemila sicli di bronzo.: Portava alle gambe schinieri di bronzo e un giavellotto di bronzo tra le spalle.: L'asta della sua lancia era come un subbio di tessitori e la lama dell'asta pesava seicento sicli di ferro; davanti a lui avanzava il suo scudiero.: Quando Davide ebbe finito di parlare con Saul, l'anima di Giònata s'era già talmente legata all'anima di Davide, che Giònata lo amò come se stesso.: Saul in quel giorno lo prese con sè e non lo lasciò tornare a casa di suo padre.: Giònata strinse con Davide un patto, perchè lo amava come se stesso.: Giònata si tolse il mantello che indossava e lo diede a Davide e vi aggiunse i suoi abiti, la sua spada, il suo arco e la cintura.: Davide riusciva in tutti gli incarichi che Saul gli affidava, così che Saul lo pose al comando dei guerrieri ed era gradito a tutto il popolo e anche ai ministri di Saul.: Al loro rientrare, mentre Davide tornava dall'uccisione del Filisteo, uscirono le donne da tutte le città d'Israele a cantare e a danzare incontro al re Saul, accompagnandosi con i timpani, con grida di gioia e con sistri.: Le donne danzavano e cantavano alternandosi: ""Saul ha ucciso i suoi mille, Davide i suoi diecimila"".: Saul comunicò a Giònata suo figlio e ai suoi ministri di aver deciso di uccidere Davide. Ma Giònata figlio di Saul nutriva grande affetto per Davide.: Giònata informò Davide dicendo: ""Saul mio padre cerca di ucciderti. Stó in guardia da domani all'alba, stó fermo in un luogo nascosto e non farti vedere.: Io uscirò e starò al fianco di mio padre nella campagna dove sarai tu e parlerò in tuo favore a mio padre. Vedrò ciò che succede e te lo farò sapere"".: Giònata parlò difatti a Saul suo padre in favore di Davide e gli disse: ""Non si renda colpevole il re contro il suo servo Davide, che non ha peccato contro di te, che anzi ti ha reso un servizio molto grande.: Egli ha esposto la vita, quando sconfisse il Filisteo, e il Signore ha concesso una grande vittoria a tutto Israele. Hai visto e hai gioito. Dunque, perchè pecchi contro un innocente, uccidendo Davide senza motivo?"".: Saul ascoltò la voce di Giònata e giurò: ""Per la vita del Signore, non morirà!"".: Giònata chiamò Davide e gli riferì questo colloquio. Poi Giònata introdusse presso Saul Davide, che rimase al suo seguito come prima.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-2°martedi dell'anno Pari dove si leggono i seguenti passi
[(mc 2,21-28)}; (1sam 16,1-13)}; (sal 89,2-22.89,27-28)}; (mat 19,23-3)};

quaresima

-4°domenica dell'anno A dove si leggono i seguenti passi
[(1sam 16,1-4.16,6-7.16,1-13)}; (sal 23,1-6)}; (Ef 9,8-16)}; (gv 9,1-41)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia