Cronologia dei paragrafi

I. Il matrimonio di Osea e il suo valore simbolico
I. Il matrimonio di Osea e il suo valore simbolico
II. Delitti e castigo di Israele
III. Conversione e ritorno di Israele

I. Il matrimonio di Osea e il suo valore simbolico (os 1,1-99.3,1-99)

I. Il matrimonio di Osea e il suo valore simbolico (os 1,1-99.3,1-99)

: Parola del Signore rivolta a Osea, figlio di Beerì, al tempo di Ozia, di Iotam, di Acaz, di Ezechia, re di Giuda, e al tempo di Geroboamo, figlio di Ioas, re d'Israele. : Quando il Signore cominciò a parlare a Osea, gli disse: "Va', prenditi in moglie una prostituta, genera figli di prostituzione, poichè il paese non fa che prostituirsi allontanandosi dal Signore". : Egli andò a prendere Gomer, figlia di Diblàim: ella concepì e gli partorì un figlio. : E il Signore disse a Osea: "Chiamalo Izreèl, perchè tra poco punirò la casa di Ieu per il sangue sparso a Izreèl e porrò fine al regno della casa d'Israele. : In quel giorno io spezzerò l'arco d'Israele nella valle di Izreèl". : La donna concepì di nuovo e partorì una figlia e il Signore disse a Osea: "Chiamala Non-amata, perchè non amerò più la casa d'Israele, non li perdonerò più. : Invece io amerò la casa di Giuda e li salverò nel Signore, loro Dio; non li salverò con l'arco, con la spada, con la guerra, nè con cavalli o cavalieri". : Quando ebbe svezzato Non-amata, Gomer concepì e partorì un figlio. : E il Signore disse a Osea: "Chiamalo Non-popolo mio, perchè voi non siete popolo mio e io per voi non sono. : : : Il numero degli Israeliti sarà come la sabbia del mare, che non si può misurare nè contare. E avverrà che invece di dire loro: "Voi non siete popolo mio", si dirà loro: "Siete figli del Dio vivente". : I figli di Giuda e i figli d'Israele si riuniranno insieme, si daranno un unico capo e saliranno dalla terra, perchè grande sarà il giorno di Izreèl!: Dite ai vostri fratelli: "Popolo mio", e alle vostre sorelle: "Amata". : Accusate vostra madre, accusatela, perchè lei non è più mia moglie e io non sono più suo marito! Si tolga dalla faccia i segni delle sue prostituzioni e i segni del suo adulterio dal suo petto;: altrimenti la spoglierò tutta nuda e la renderò simile a quando nacque, e la ridurrò a un deserto, come una terra arida, e la farò morire di sete. : I suoi figli non li amerò, perchè sono figli di prostituzione. : La loro madre, infatti, si è prostituita, la loro genitrice si è coperta di vergogna, perchè ha detto: "Seguirò i miei amanti, che mi danno il mio pane e la mia acqua, la mia lana, il mio lino, il mio olio e le mie bevande". : Perciò ecco, ti chiuderò la strada con spine, la sbarrerò con barriere e non ritroverà i suoi sentieri. : Inseguirà i suoi amanti, ma non li raggiungerà, li cercherà senza trovarli. Allora dirà: "Ritornerò al mio marito di prima, perchè stavo meglio di adesso". : Non capì che io le davo grano, vino nuovo e olio, e la coprivo d'argento e d'oro, che hanno usato per Baal. : Perciò anch'io tornerò a riprendere il mio grano, a suo tempo, il mio vino nuovo nella sua stagione; porterò via la mia lana e il mio lino, che dovevano coprire le sue nudità. : Scoprirò allora le sue vergogne agli occhi dei suoi amanti e nessuno la toglierà dalle mie mani. : Farò cessare tutte le sue gioie, le feste, i noviluni, i sabati, tutte le sue assemblee solenni. : Devasterò le sue viti e i suoi fichi, di cui ella diceva: "Ecco il dono che mi hanno dato i miei amanti". Li ridurrò a una sterpaglia e a un pascolo di animali selvatici. : La punirò per i giorni dedicati ai Baal, quando bruciava loro i profumi, si adornava di anelli e di collane e seguiva i suoi amanti, mentre dimenticava me! Oracolo del Signore. : Perciò, ecco, io la sedurrò, la condurrò nel deserto e parlerò al suo cuore. : Le renderò le sue vigne e trasformerò la valle di Acor in porta di speranza. Là mi risponderà come nei giorni della sua giovinezza, come quando uscì dal paese d'Egitto. : E avverrà, in quel giorno - oracolo del Signore - mi chiamerai: "Marito mio", e non mi chiamerai più: "Baal, mio padrone". : Le toglierò dalla bocca i nomi dei Baal e non saranno più chiamati per nome. : In quel tempo farò per loro un'alleanza con gli animali selvatici e gli uccelli del cielo e i rettili del suolo; arco e spada e guerra eliminerò dal paese, e li farò riposare tranquilli. : Ti farò mia sposa per sempre, ti farò mia sposa nella giustizia e nel diritto, nell'amore e nella benevolenza,: ti farò mia sposa nella fedeltà e tu conoscerai il Signore. : E avverrà, in quel giorno - oracolo del Signore - io risponderò al cielo ed esso risponderà alla terra;: la terra risponderà al grano, al vino nuovo e all'olio e questi risponderanno a Izreèl. : Io li seminerò di nuovo per me nel paese e amerò Non-amata, e a Non-popolo-mio dirò: "Popolo mio", ed egli mi dirà: "Dio mio"". : Il Signore mi disse: "Va' ancora, ama la tua donna: è amata dal marito ed è adultera, come il Signore ama i figli d'Israele ed essi si rivolgono ad altri dèi e amano le schiacciate d'uva". : Io me l'acquistai per quindici pezzi d'argento e un homer e mezzo d'orzo: e le dissi: "Per molti giorni starai con me, non ti prostituirai e non sarai di alcun uomo; così anch'io mi comporterò con te". : Poichè per molti giorni staranno i figli d'Israele senza re e senza capo, senza sacrificio e senza stele, senza efod e senza terafìm. : Poi torneranno i figli d'Israele, e cercheranno il Signore, loro Dio, e Davide, loro re, e trepidi si volgeranno al Signore e ai suoi beni, alla fine dei giorni.
: 1:1 La parola del Signore, che fu indirizzata ad Osea, figliuolo di Beeri, a' di' di Uzzia, di Iotam, di Achaz, e di Ezechia, re di Giuda. e a' di' di Geroboamo, figliuolo di Gioas, re d'Israele.: 1:2 NEL proincipio, quando il Signore parlo' per Osea, il Signore disse ad Osea: Va', proenditi per moglie una meretrice, e genera de' figliuoli di fornicazione. percioc-che' il paese fornica senza fine, sviandosi dal Signore.: 1:3 Ed egli ando', e proese Gomer, figliuola di Di-blaim, ed ella concepette, e gli partori' un figliuolo.: 1:4 E il Signore gli disse: Pongli nome Izreel, per-ciocche' fra qui a poco tempo faro' punizione del sangue d'Izreel, soproa la casa di Iehu. e faro' venir meno il regno della casa d'Israele.: 1:5 E in quel giorno avverra' che io rompero' l'arco d'Israele nella valle d'Izreel.: 1:6 Poi ella concepette ancora, e partori' una figliuola. E il Signore disse ad Osea: Ponle nome Lo-ruhama. perciocche' io non continuero' piu' a far misericordia alla casa d'Israele, ma li torro' del tutto via.: 1:7 Ma faro' misericordia alla casa di Giuda, e li salvero' per lo Signore Iddio loro. e non li salvero' per arco, ne' per ispada, ne' per battaglia, ne' per cavalli, ne' per cavalieri.: 1:8 Poi ella spoppo' Lo-ruhama, e concepette, e partori' un figliuolo.: 1:9 E il Signore disse ad Osea: Pongli nome Lo-ammi. perciocche' voi non siete mio popolo, ed io altresi' non saro' vostro.: 1:10 Pur nondimeno il numero de' figliuoli d'Israele sara' come la rena del mare, che non si puo' ne' misurare, ne' annoverare. ed avverra' che in luogo che sara' loro stato detto: Voi non siete mio popolo. si dira' loro: Figliuoli dell'Iddio vivente.: 1:11 E i figliuoli di Giuda, e i figliuoli d'Israele, si raduneranno insieme, e si costituiranno un capo, e saliranno dalla terra. perciocche' il giorno d'Izreel sara' grande.: 2:1 Dite a' vostri fratelli: Ammi. ed alle vostre sorelle: Ruhama.: 2:2 Contendete con la madre vostra, contendete, dicendole ch'ella non e' piu' mia moglie, e che io non sono piu' suo marito. e che tolga le sue fornicazioni dalla sua faccia, e i suoi a-dulterii d'infra le sue mammelle.: 2:3 Che talora io non la spogli tutta nuda, e non la metta nello stato ch'era nel giorno che nacque. e non la renda simile ad un deserto, e non la riduca ad essere come una terra arida, e non la faccia morir di sete.: 2:4 E non abbia pieta' de' suoi figliuoli. perciocche' son figliuoli di fornicazione.: 2:5 Conciossiache' la madre loro abbia fornicato. quella che li ha partoriti e' stata svergognata. perciocche' ha detto : Io andro' dietro a' miei amanti, che mi da'nno il mio pane, e la mia acqua, la mia lana, e il mio lino, il mio olio, e le mie bevande.: 2:6 Percio', ecco, io assiepero' la sua via di spine, e le faro' una chiusura attorno, ed ella non ritrovera' i suoi sentieri.: 2:7 Ed andra' dietro a' suoi amanti, ma non li aggiungera'. e li ricerchera', ma non li trovera'. laonde dira': Io andro', e ritornero' al mio proimiero marito. perciocche' allora io stava meglio che al proesente.: 2:8 Or ella non ha riconosciuto che io le avea dato il frumento, e il mosto, e l'olio, e che io le avea accresciuto l'argento, e l'oro, il quale essi hanno impiegato intorno a Baal.: 2:9 Percio', io ripigliero' il mio frumento nel suo tempo, e il mio mosto nella sua stagione. e riscotero' la mia lana, e il mio lino, ch'erano per coproir le sue vergogne.: 2:10 Ed ora io scoproiro' le sue vergogne, alla vista de' suoi amanti. e niuno la ri-scotera' di man mia.: 2:11 E faro' venir meno tutte le sue letizie, le sue feste, le sue calendi, e i suoi sabati, e tutte le sue solennita'.: 2:12 E desertero' le sue viti, e i suoi fichi, dei quali ella diceva: Queste cose sono il mio proemio, che i miei amanti mi hanno donato. ed io li ridurro' in bosco, e le fiere della campagna li mangeranno.: 2:13 E faro' punizione soproa lei de' giorni dei Baali, ne' quali ella ha fatti loro profumi, e si e' adorna de' suoi pendenti, e monili, ed e' andata dietro a' suoi amanti, e mi ha dimenticato, dice il Signore.: 2:14 Percio', ecco, io l'attrarro', e la faro' camminare per lo deserto, e la racconsolero'.: 2:15 e le daro' le sue vigne, da quel luogo. e la valle di Acor, per entrata di speranza. ed ella cantera' quivi, come ai di' della sua fanciullezza, e come quando sali' fuor del paese di Egitto.: 2:16 E in quel giorno avverra', dice il Signore, che tu mi chiamerai: Marito mio. e non mi chiamerai piu': Baal mio.: 2:17 Ed io torro' via dalla sua bocca i Baali, e quelli non saranno piu' ricordati per li nomi loro.: 2:18 E in quel tempo faro' che avran patto con le fiere della campagna, e con gli uccelli del cielo, e co' rettili della terra. e rompero' archi, e spade, e strumenti di guerra, e faro' che verranno meno nel paese. e li faro' giacere in sicurta'.: 2:19 Ed io ti sposero' in eterno. e ti sposero' in giustizia, e in giudicio, e in benignita', e in compassioni.: 2:20 Anzi ti sposero' in verita'. e tu conoscerai il Signore.: 2:21 Ed avverra' in quel giorno, che io rispondero', dice il Signore, rispondero' al cielo, ed esso rispondera' alla terra.: 2:22 E la terra rispondera' al frumento, ed al mosto, ed all'olio. e queste cose risponderanno ad Izreel.: 2:23 Ed io me la seminero' nella terra, ed avro' pieta' di Lo-ruhama. e diro' a Lo-ammi: Tu sei mio popolo. ed egli mi dira': Dio mio.: : : 3:1 Poi il Signore mi disse: Va' ancora ed ama una donna, la quale, essendo, amata dal suo marito, sia adultera. secondo che il Signore ama i figliuoli di Israele, ed essi riguardano ad altri dii, ed amano le schiacciate d'uva.: 3:2 Io adunque mi acquistai quella donna per quindici sicli d'argento, e per un ho-mer, ed un letec di orzo.: 3:3 Poi le dissi: Rimantimi cosi' per molti giorni. non fornicare, e non maritarti ad alcuno. ed io altresi' aspettero' dietro a te.: 3:4 Perciocchà i figliuoli d'Israele se ne staranno molti giorni senza re, e senza proincipe. senza sacrificio, e senza statua. senza efod, e senza idoli.: 3:5 Poi i figliuoli d'Israele ricercheranno di nuovo il Signore Iddio loro, e Davide lor re. e con timore si ridurranno al Signore, ed alla sua bonta', nella fine de' giorni.
: 1:1 La parola dell'Eterno che fu rivolta a Osea, figliuolo di Beeri, ai giorni di Uzzia, di Jotham, d'Acaz, di Ezechia, re di Giuda, e ai giorni di Geroboamo, figliuolo di Joas, re d'Israele.: 1:2 Quando l'Eterno comincio' a parlare a Osea, l'Eterno disse ad Osea: 'Va', proenditi per moglie una meretrice, e genera de' figliuoli di prostituzione. perchè il paese si prostituisce, abbandonando l'Eterno'.: 1:3 Ed egli ando' e proese Gomer, figliuola di Di-blaim: ed essa concepi', e gli partori' un figliuolo.: 1:4 E l'Eterno gli disse: 'Mettigli nome Jizreel. poichè, ancora un po' di tempo, e io puniro' la casa di Jehu a motivo del sangue sparso a Izreel e faro' cessare il regno della casa d'Israele.: 1:5 E in quel giorno avverra' che io spezzero' l'arco d'Israele nella valle d'Jizreel'.: 1:6 Ed essa concepi' di nuovo, e partori' una figliuola. E l'Eterno disse ad Osea: 'Mettile nome Lo-ruhama. perchè io non avro' piu' compassione della casa d'Israele in guisa da perdonarla.: 1:7 Ma avro' compassione della casa di Giuda. li salvero' mediante l'Eterno, il loro Dio. non li salvero' mediante arco, nè spada, nè battaglia, nè cavalli nè cavalieri'.: 1:8 Or quand'ella ebbe divezzato Lo-ruhama, concepi' e partori' un figliuolo.: 1:9 E l'Eterno disse ad Osea: 'Mettigli nome Lo-ammi. poichè voi non siete mio popolo, e io non son vostro'.: 1:10 Nondimeno, il numero de' figliuoli d'Israele sara' come la rena del mare, che non si puo' misurare nè contare. e avverra' che invece di dir loro, come si diceva: 'Voi non siete mio popolo', sara' loro detto: 'Siete figliuoli dell'Iddio vivente'.: 1:11 E i figliuoli di Giuda e i figliuoli d'Israele si aduneranno assieme, si daranno un capo unico, e saliranno fuor dal paese. poichè grande e' il giorno d'Jizreel.: 2:1 Dite ai vostri fratelli: 'Ammi!' e alle vostre sorelle 'Ruhama!': 2:2 Contendete con vostra madre, contendete! poich'essa non e' mia moglie, nè io son suo marito! Allontani dalla sua faccia le sue prostituzioni, e i suoi adulteri di fra le sue mammelle.: 2:3 altrimenti, io la spogliero' nuda, la mettero' com'era nel di' che nacque, la rendero' simile a un deserto, la ridurro' come una terra arida, e la faro' morir di sete.: 2:4 E non avro' pieta' de' suoi figliuoli, perchè son figliuoli di prostituzione.: 2:5 giacchè la madre loro s'e' prostituita. colei che li ha concepiti ha fatto cose vergognose, poichè ha detto: 'Andro' dietro ai miei amanti, che mi danno il mio pane, la mia acqua, la mia lana, il mio lino, il mio olio e le mie bevande'.: 2:6 Percio', ecco, io ti sbarrero' la via con delle spine. la circondero' d'un muro, si' che non trovera' piu' i suoi sentieri.: 2:7 E correra' dietro ai suoi amanti, ma non li raggiungera'. li cerchera', ma non li trovera'. Allora dira': 'Tornero' al mio proimo marito, perchè allora stavo meglio d'adesso'.: 2:8 Essa non ha riconosciuto ch'ero io che le davo il grano, il vino, l'olio, che le prodigavo l'argento e l'oro, di cui essi hanno fatto uso per Baal!: 2:9 Percio' io riproendero' il mio grano a suo tempo, e il mio vino nella sua stagione. e le strappero' la mia lana e il mio lino, che servivano a coproir la sua nudita'.: 2:10 E ora scoproiro' la sua vergogna agli occhi de' suoi amanti, e nessuno la salvera' dalla mia mano.: 2:11 E faro' cessare tutte le sue gioie, le sue feste, i suoi noviluni, i suoi sabati, e tutte le sue solennita'.: 2:12 E devastero' le sue vigne e i suoi fichi, di cui diceva: 'Sono il salario, che m'han dato i miei amanti'. e li ridurro' in un bosco, e le bestie della campagna li divoreranno.: 2:13 E la puniro' a motivo de' giorni de' Baali, quando offriva loro profumi, e s'adornava de' suoi pendenti e de' suoi gioielli e se n'andava dietro ai suoi amanti, e mi dimenticava, dice l'Eterno.: 2:14 Percio', ecco, io l'attrarro', la condurro' nel deserto, e parlero' al suo cuore.: 2:15 Di la' le daro' le sue vigne, e la valle d'Acor come porta di speranza. quivi ella mi rispondera' come ai giorni della sua giovinezza, come ai giorni che usci' fuori dal paese d'Egitto.: 2:16 E in quel giorno avverra', dice l'Eterno, che tu mi chiamerai: 'Marito mio!' e non mi chiamerai piu': 'Mio Baal!': 2:17 Io torro' via dalla sua bocca i nomi de' Baali, ed il loro nome non sara' piu' mentovato.: 2:18 E in quel giorno io faro' per loro un patto con le bestie de' campi, con gli uccelli del cielo, e coi rettili del suolo. e spezzero' e allontanero' dal paese l'arco, la spada, la guerra, e faro' ch'essi riposino al sicuro.: 2:19 E io ti fidanzero' a me per l'eternita'. ti fidanzero' a me in giustizia, in equita', in benignita' e in compassioni.: 2:20 Ti fidanzero' a me in fedelta', e tu conoscerai l'Eterno.: 2:21 E in quel giorno avverra' ch'io ti rispondero', dice l'Eterno: rispondero' al cielo, ed esso rispondera' alla terra.: 2:22 e la terra rispondera' al grano, al vino, all'olio, e questi risponderanno ad Ji-zreel.: 2:23 Io lo seminero' per me in questa terra, e avro' compassione di Lo-ruhama. e diro' a Lo-ammi: 'Tu sei il popolo mio!' ed egli mi rispondera': 'Mio Dio ! ': : : 3:1 E l'Eterno mi disse: 'Va' ancora, e ama una donna amata da un amante e adultera, come l'Eterno ama i figliuoli d'Israele, i quali anch'essi si volgono ad altri de'i, e amano le schiacciate d'uva'.: 3:2 Io me la comproai dunque per quindici sicli d'argento, per un omer d'orzo e per un lethec d'orzo,: 3:3 e le dissi: 'Stattene per parecchio tempo aspettando me: non ti prostituire e non darti ad alcun uomo. e io faro' lo stesso per te'.: 3:4 Poichè i figliuoli d'Israele staranno per parecchio tempo senza re, senza capo, senza sacrifizio e senza statua, senza efod e senza idoli domestici.: 3:5 Poi i figliuoli d'Israele torneranno a cercare l'Eterno, il loro Dio, e Davide loro re, e ricorreranno tremanti all'Eterno e alla sua bonta', negli ultimi giorni.
: 1:1 Parola del SIGNORE rivolta a Osea, figlio di Be-eri, al tempo di Uzzia, di Iotam, di Acaz, di Ezechia, re di Giuda, e al tempo di Geroboamo, figlio di Ioas, re d'Israele.: 1:2 Il SIGNORE cominciò a parlare a Osea e gli disse: 'Và, proenditi in moglie una prostituta e genera figli di prostituzione. perchè il paese si prostituisce, abbandonando il SIGNORE'.: 1:3 Egli andò e proese Gomer, figlia di Diblaim. lei concepò, e gli partorò un figlio.: 1:4 Il SIGNORE gli disse: 'Chiamalo Izreel, perchè tra poco io punirò la casa di Ieu per il sangue versato a Izreel e porrò fine al regno della casa d'Israele.: 1:5 Quel giorno avverrà che io spezzerò l'arco d'Israele nella valle di Izreel'.: 1:6 Lei concepò di nuovo e partorò una figlia. Il SIGNORE disse a Osea: 'Chiamala Lo-Ruama, perchè io non avrò più compassione della casa d'Israele in modo da perdonarla.: 1:7 Ma avrò compassione della casa di Giuda. li salverò mediante il SIGNORE, il loro Dio. non li salverò con l'arco, nè con spada, nè con la guerra, nè con cavalli, nè con cavalieri'.: 1:8 Quando lei ebbe divezzato Lo-Ruama, concepò e partorò un figlio.: 1:9 Il SIGNORE disse a Osea: 'Chiamalo Lo-Ammi, perchè voi non siete mio popolo e io non sarò per voi.: 1:10 'Tuttavia, il numero dei figli d'Israele sarà come la sabbia del mare, che non si può misurare nè contare. Avverrà che invece di dir loro, come si diceva: ""Voi non siete mio popolo"", sarà loro detto: ""Siete figli del Dio vivente"".: 1:11 I figli di Giuda e i figli d'Israele si raduneranno, si daranno un unico capo e marneranno fuori dal paese. perchè sarà grande il giorno di Izreel.: 2:1 Dite ai vostri fratelli: ""Ammi!"" e alle vostre sorelle: ""Ruama!"".: 2:2 Contestate vostra madre, contestatela! perchè lei non è più mia moglie, e io non sono più suo marito! T olga dalla sua faccia le sue prostituzioni, e i suoi adulteri dal suo petto.: 2:3 altrimenti, io la spoglierò nuda, la metterò com'era nel giorno che nacque, la renderò simile a un deserto, la ridurrò come una terra arida e la farò morir di sete.: 2:4 Non avrò pietà dei suoi figli, perchè sono figli di prostituzione.: 2:5 perchè la loro madre si è prostituita. colei che li ha concepiti ha fatto cose vergognose, poichè ha detto: ""Seguirò i miei amanti, che mi danno il mio pane, la mia acqua, la mia lana, il mio lino, il mio olio e le mie bevande"".: 2:6 Perciò, ecco, io ti sbarrerò la via con delle spine. la circonderò di un muro, cosò che non troverà più i suoi sentieri.: 2:7 Correrà dietro ai suoi amanti, ma non li raggiungerà. li cercherà, ma non li troverà. Allora dirà: ""Tornerò al mio proimo marito, perchè allora stavo meglio d'a-desso"".: 2:8 Lei non si è resa conto che io le davo il grano, il vino, l'olio. io le prodigavo l'argento e l'oro, che essi hanno usato per Baal!: 2:9 Perciò io riproenderò il mio grano a suo tempo, e il mio vino nella sua stagione. le strapperò la mia lana e il mio lino, che servivano a coproire la sua nudità.: 2:10 Ora scoproirò la sua vergogna agli occhi dei suoi amanti, e nessuno la salverà dalla mia mano.: 2:11 Farò cessare tutte le sue gioie, le sue feste, i suoi noviluni, i suoi sabati e tutte le sue solennità.: 2:12 Devasterò le sue vigne e i suoi fichi, di cui diceva: ""Sono il compenso che mi hanno dato i miei amanti"". Io li ridurrò in un bosco e li divoreranno gli animali della campagna.: 2:13 La punirò a causa dei giorni dei Baal, quando bruciava loro incenso e, ornata dei suoi pendenti e dei suoi gioielli, seguiva i suoi amanti e dimenticava me' dice il SIGNORE.: 2:14 'Perciò, ecco, io l'attrarrò, la condurrò nel deserto e parlerò al suo cuore.: 2:15 Di là le darò le sue vigne e la valle d'Acor come porta di speranza. là mi risponderà come ai giorni della sua gioventù, come ai giorni che uscò dal paese d'Egitto.: 2:16 Quel giorno avverrà' dice il SIGNORE, 'che tu mi chiamerai: ""Marito mio!"" e non mi chiamerai più: ""Mio Baal!"".: 2:17 Io toglierò dalla sua bocca i nomi dei Baal, e il loro nome non sarà più pronunciato.: 2:18 Quel giorno io farò per loro un patto con le bestie dei campi, con gli uccelli del cielo e con i rettili del suolo. spezzerò e allontanerò dal paese l'arco, la spada, la guerra, e li farò riposare al sicuro.: 2:19 Io ti fidanzerò a me per l'eternità. ti fidanzerò a me in giustizia e in equità, in benevolenza e in compassioni.: 2:20 Ti fidanzerò a me in fedeltà, e tu conoscerai il SIGNORE.: 2:21 Quel giorno avverrà che io ti risponderò' dice il SIGNORE: 'risponderò al cielo, ed esso risponderà alla terra.: 2:22 la terra risponderà al grano, al vino, all'olio, e questi risponderanno a Izre-el.: 2:23 Io lo seminerò per me in questa terra, e avrò compassione di Lo-Ruama. e dirò a Lo-Ammi: ""Tu sei mio popolo!"" ed egli mi risponderà: ""Mio Dio!""'.: : : 3:1 Il SIGNORE mi disse: 'Và ancora, ama una donna amata da un altro, e adultera. amala come il SIGNORE ama i figli d'Israele, i quali anche si volgono ad altri dèi e amano le schiacciate d'uva'.: 3:2 Allora me la comproai per quindici sicli d'argento, per un omer d'orzo e un le-tec d'orzo,: 3:3 e le dissi: 'Aspettami per parecchio tempo: non ti prostituire e non darti a nessun uomo. io farò lo stesso per te'.: 3:4 I figli d'Israele infatti staranno per parecchio tempo senza re, senza capo, senza sacrificio e senza statua, senza efod e senza idoli domestici.: 3:5 Poi i figli d'Israele torneranno a cercare il SIGNORE, loro Dio, e Davide, loro re, e ricorreranno tremanti al SIGNORE e alla sua bontà, negli ultimi giorni.
: 1:1 La parola dell’Eterno che fu rivolta a Osea, figlio di Beeri, ai giorni di Uz-ziah, di Jotham, di Achaz e di Ezechia, re di Giuda, ai giorni di Geroboamo, figlio di Joas, re d’Israele.: 1:2 Quando l’Eterno iniziò a parlare a Osea, l’Eterno disse ad Osea: ’Và, proenditi in moglie una prostituta e abbi figli di prostituzione, perchè il paese si prostituisce, allontanandosi dall’Eterno'.: 1:3 Così egli andò e proese Gomer, figlia di Diblaim, ed essa concepì e gli partorì un figlio.: 1:4 Allora l’Eterno gli disse: ’Chiamalo Jezreel, perchè fra un pò di tempo vendicherò il sangue sparso a Je-zreel sulla casa di Jehu e porrò fine al regno della casa d’Israele.: 1:5 In quel giorno avverrà che io spezzerò l’arco d’Israele nella valle di Jezre-el'.: 1:6 Ella concepì nuovamente e partorì una figlia. Allora l’Eterno disse a Osea: ’Chiamala Lo-ruhamah, perchè non avrò più compassione della casa d’Israele, ma li porterò via interamente.: 1:7 Avrò invece compassione della casa di Giuda e li salverò mediante l’Eterno, il loro DIO. non li salverò con l’arco nè con la spada o la battaglia, nè con i cavalli o i cavalieri'.: 1:8 Quando ebbe divezzato Lo-ruhamah, ella concepì e partorì un figlio.: 1:9 Allora l’Eterno disse a Osea: ’Chiamalo Lo-ammi, perchè voi non siete mio popolo e io non sono vostro Dio.: 1:10 Tuttavia il numero dei figli d’Israele sarà come la sabbia del mare, che non si può misurare nè contare. E avverrà che invece di essere detto loro: ""Voi non siete mio popolo"", sarà loro detto: ""Siete figli del Dio vivente"".: 1:11 Quindi i figli di Giuda e i figli d’Israele si riuniranno insieme, nomineranno per se stessi un unico capo e saliranno fuori dal paese, perchè grande sarà il giorno di Jezreel'.: 2:1 ’Dite ai vostri fratelli: ""Ammi"", e alle vostre sorelle ""Ruhamah"".: 2:2 protestate con vostra madre, protestate, perchè essa non è mia moglie e io non sono suo marito. Allontani dalla sua faccia le sue prostituzioni e i suoi adulteri di mezzo alle sue mammelle.: 2:3 altrimenti la spoglierò nuda e la renderò come il giorno della sua nascita. la ridurrò a un deserto, la renderò come una terra arida e la farò morire di sete.: 2:4 Non avrò compassione dei suoi figli, perchè sono figli di prostituzione.: 2:5 La loro madre infatti si è prostituita, colei che li ha concepiti si è comportata in modo vergognoso, perchè ha detto: ""Andrò dietro ai miei amanti, che mi danno il mio pane e la mia acqua, la mia lana e il mio lino, il mio olio e la mia bevanda"".: 2:6 Perciò ecco, ti ostruirò la via con spine, la rinchiuderò con un muro, e così non troverà più i suoi sentieri.: 2:7 Correrà dietro ai suoi amanti, ma non li raggiungerà. li cercherà, ma non li troverà. Allora dirà: ""Ritornerò al mio proimo marito, perchè per me era meglio allora che adesso"".: 2:8 Essa non riconobbe che io le davo grano, mosto e olio e accrescevo il suo argento e oro, che essi offrivano a Baal.: 2:9 Perciò io riproenderò il mio grano a suo tempo e il mio mosto nella sua stagione. e le sottrarrò la mia lana e il mio lino, che servivano a coproire la sua nudità.: 2:10 Ora scoproirò le sue vergogne agli occhi dei suoi amanti e nessuno la salverà dalla mia mano.: 2:11 Farò pure cessare tutte le sue gioie, le sue feste, i suoi noviluni, i suoi sabati e tutte le sue solennità.: 2:12 Devasterò quindi le sue viti e i suoi fichi, di cui essa diceva: ""Questi sono i miei regali che mi hanno dato i miei amanti"". Così li ridurrò a una boscaglia e le bestie dei campi li divoreranno.: 2:13 La punirò quindi per i giorni dei Baal, quando bruciava loro incenso, si ornava di orecchini e di gioielli e andava dietro ai suoi amanti, ma dimenticava me', dice l’Eterno.: 2:14 ’Perciò, ecco, io l’attirerò, la condurrò nel deserto e parlerò al suo cuore.: 2:15 Allora le darò le sue vigne e la valle di Akor come porta di speranza. là ella canterà come ai giorni della sua giovinezza, come quando uscì fuori dal paese d’Egitto.: 2:16 In quel giorno avverrà, dice l’Eterno, che tu mi chiamerai: ""Marito mio"", e non mi chiamerai più: ""Mio Baal"".: 2:17 Toglierò dalla sua bocca i nomi dei Baal e non si ricorderanno più del loro nome.: 2:18 In quel giorno io farò per loro un patto con le bestie dei campi, con gli uccelli del cielo e i rettili della terra. Spezzerò l’arco, la spada e la guerra eliminandoli dalla terra e li farò riposare al sicuro.: 2:19 Ti fidanzerò a me per l’eternità. sì, ti fidanzerò a me in giustizia, in equità, in benignità e in compassioni.: 2:20 Ti fidanzerò a me in fedeltà, e tu conoscerai l’Eterno.: 2:21 In quel giorno avverrà che io risponderò', dice l’Eterno. ’Risponderò al cielo ed esso risponderà alla terra.: 2:22 e la terra risponderà con il grano, il mosto e l’olio, e questi risponderanno a Jezreel.: 2:23 Io la seminerò per me sulla terra e avrò compassione di Lo-ruhamah. e dirò a Lo-ammi: ""Tu sei il popolo mio"", ed egli mi risponderà: ""Tu sei il mio DIO""'.: : : 3:1 L’Eterno mi disse ancora: ’Và e ama una donna amata da un amante e adultera, come l’Eterno ama i figli d’Israele, benchè essi si volgano ad altri dèi e amino le schiacciate d’uva'.: 3:2 Così io me la comproai per quindici sicli d’argento e per un homer e mezzo di orzo,: 3:3 e le dissi: ’Tu starai con me molti giorni. non ti prostituirai e non sarai di alcun uomo. io farò lo stesso con te'.: 3:4 Poichè i figli d’Israele staranno per molti giorni senza re, senza capo, senza sacrificio e senza colonna sacra, senza efod e senza idoli domestici.: 3:5 Poi i figli d’Israele torneranno a cercare l’Eterno, il loro DIO, e Davide loro re, e si volgeranno tremanti all’Eterno e alla sua bontà negli ultimi giorni.
: Parola del Signore rivolta a Osea figlio di Beeri, al tempo di Ozia, di Iotam, di Acaz, di Ezechia, re di Giuda, e al tempo di Geroboamo figlio di Ioas, re d'Israele.: Quando il Signore cominciò a parlare a Osea, gli disse: ""Va', prenditi in moglie una prostituta e abbi figli di prostituzione, poichè il paese non fa che prostituirsi allontanandosi dal Signore"".: Egli andò a prendere Gomer, figlia di Diblàim: essa concepì e gli partorì un figlio.: E il Signore disse a Osea: ""Chiamalo Izreel, perchè tra poco vendicherò il sangue di Izreel sulla casa di Ieu e porrò fine al regno della casa d'Israele.: In quel giorno io spezzerò l'arco d'Israele nella valle di Izreel"".: La donna concepì di nuovo e partorì una figlia e il Signore disse a Osea: ""Chiamala Non-amata, perchè non amerò più la casa d'Israele, non ne avrò più compassione.: Invece io amerò la casa di Giuda e saranno salvati dal Signore loro Dio; non li salverò con l'arco, con la spada, con la guerra, nè con cavalli o cavalieri"".: Dopo aver divezzato Non-amata, Gomer concepì e partorì un figlio.: E il Signore disse a Osea: ""Chiamalo Non-mio- popolo, perchè voi non siete mio popolo e io non esisto per voi"".: Il numero degli Israeliti sarà come la sabbia del mare, che non si può misurare nè contare. Invece di sentirsi dire: ""Non siete mio popolo"", saranno chiamati figli del Dio vivente.: : : I figli di Giuda e i figli d'Israele si riuniranno insieme, si daranno un unico capo e saliranno dal proprio territorio, perchè grande sarà il giorno di Izreel!: Dite ai vostri fratelli: ""Popolo mio"" e alle vostre sorelle: ""Amata"".: Accusate vostra madre, accusatela, perchè essa non è più mia moglie e io non sono più suo marito! Si tolga dalla faccia i segni delle sue prostituzioni e i segni del suo adulterio dal suo petto;: altrimenti la spoglierò tutta nuda e la renderò come quando nacque e la ridurrò a un deserto, come una terra arida, e la farò morire di sete.: I suoi figli non li amerò, perchè sono figli di prostituzione.: La loro madre si è prostituita, la loro genitrice si è coperta di vergogna. Essa ha detto: ""Seguirò i miei amanti, che mi danno il mio pane e la mia acqua, la mia lana, il mio lino, il mio olio e le mie bevande"".: Perciò ecco, ti sbarrerò la strada di spine e ne cingerò il recinto di barriere e non ritroverà i suoi sentieri.: Inseguirà i suoi amanti, ma non li raggiungerà, li cercherà senza trovarli. Allora dirà: ""Ritornerò al mio marito di prima perchè ero più felice di ora"".: Non capì che io le davo grano, vino nuovo e olio e le prodigavo l'argento e l'oro che hanno usato per Baal.: Perciò anch'io tornerò a riprendere il mio grano, a suo tempo, il mio vino nuovo nella sua stagione; ritirerò la lana e il lino che dovevan coprire le sue nudità.: Scoprirò allora le sue vergogne agli occhi dei suoi amanti e nessuno la toglierà dalle mie mani.: Farò cessare tutte le sue gioie, le feste, i noviluni, i sabati, tutte le sue solennità.: Devasterò le sue viti e i suoi fichi, di cui essa diceva: ""Ecco il dono che mi han dato i miei amanti"". La ridurrò a una sterpaglia e a un pascolo di animali selvatici.: Le farò scontare i giorni dei Baal, quando bruciava loro i profumi, si adornava di anelli e di collane e seguiva i suoi amanti mentre dimenticava me! - Oracolo del Signore.: Perciò, ecco, la attirerò a me, la condurrò nel deserto e parlerò al suo cuore.: Le renderò le sue vigne e trasformerò la valle di Acòr in porta di speranza. Là canterà come nei giorni della sua giovinezza, come quando uscì dal paese d'Egitto.: E avverrà in quel giorno - oracolo del Signore mi chiamerai: Marito mio, e non mi chiamerai più: Mio padrone.: Le toglierò dalla bocca i nomi dei Baal, che non saranno più ricordati.: In quel tempo farò per loro un'alleanza con le bestie della terra e gli uccelli del cielo e con i rettili del suolo; arco e spada e guerra eliminerò dal paese; e li farò riposare tranquilli.: Ti farò mia sposa per sempre, ti farò mia sposa nella giustizia e nel diritto, nella benevolenza e nell'amore,: ti fidanzerò con me nella fedeltà e tu conoscerai il Signore.: E avverrà in quel giorno - oracolo del Signore io risponderò al cielo ed esso risponderà alla terra;: la terra risponderà con il grano, il vino nuovo e l'olio e questi risponderanno a Izreel.: Io li seminerò di nuovo per me nel paese e amerò Non-amata; e a Non-mio-popolo dirò: Popolo mio, ed egli mi dirà: Mio Dio.: Il Signore mi disse ancora: ""Va', ama una donna che è amata da un altro ed è adultera; come il Signore ama gli Israeliti ed essi si rivolgono ad altri dèi e amano le schiacciate d'uva"".: Io me l'acquistai per quindici pezzi d'argento e una misura e mezza d'orzo: e le dissi: ""Per lunghi giorni starai calma con me; non ti prostituirai e non sarai di alcun uomo; così anch'io mi comporterò con te.: Poichè per lunghi giorni staranno gli Israeliti senza re e senza capo, senza sacrificio e senza stele, senza efod e senza terafim.: Poi torneranno gli Israeliti e cercheranno il Signore loro Dio, e Davide loro re e trepidi si volgeranno al Signore e ai suoi beni, alla fine dei giorni"".

Mappa

Commento di un santo

Così nessun uomo assennato potrà credere che i piedi del Signore furono bagnati da quella donna con unguento prezioso 24 come lo sogliono i piedi dei lussuriosi e dei depravati, di cui detestiamo i banchetti. Difatti il buon odore rappresenta la buona fama, che ciascuno consegue con le opere della vita buona mentre è incamminato sulle orme di Cristo e ne cosparge i piedi con odore preziosissimo. In questo modo ciò che negli altri uomini spesso è licenziosità, nella persona divina o profetica è segno di una realtà sublime. Così una cosa sono i rapporti con una prostituta nelle persone scostumate, un'altra nel vaticinio del profeta Osea 25. E se nei banchetti degli ubriaconi e dei depravati ci si mette scostumatamente a corpo nudo, non per questo è scostumatezza denudarsi nel fare il bagno.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia