Cronologia dei paragrafi

I. La preparazione del ministero di gesú
II. Il ministero di gesú in Galilea
III. Viaggi di gesú fuori dalla Galilea
IV. Il ministero di gesú a Gerusalemme
IV. Il ministero di gesú a Gerusalemme
V. La passione e la resurrezione di gesú

IV. Il ministero di gesú a Gerusalemme (mc 11,1-11.13,1-99)

IV. Il ministero di gesú a Gerusalemme (mc 11,1-11.13,1-99)

: Quando furono vicini a Gerusalemme, verso Bètfage e Betània, presso il monte degli Ulivi, mandò due dei suoi discepoli: e disse loro: "Andate nel villaggio di fronte a voi e subito, entrando in esso, troverete un puledro legato, sul quale nessuno è ancora salito. Slegatelo e portatelo qui. : E se qualcuno vi dirà: "Perchè fate questo?", rispondete: "Il Signore ne ha bisogno, ma lo rimanderà qui subito"". : Andarono e trovarono un puledro legato vicino a una porta, fuori sulla strada, e lo slegarono. : Alcuni dei presenti dissero loro: "Perchè slegate questo puledro?". : Ed essi risposero loro come aveva detto Gesù. E li lasciarono fare. : Portarono il puledro da Gesù, vi gettarono sopra i loro mantelli ed egli vi salì sopra. : Molti stendevano i propri mantelli sulla strada, altri invece delle fronde, tagliate nei campi. : Quelli che precedevano e quelli che seguivano, gridavano: "Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore!: Benedetto il Regno che viene, del nostro padre Davide! Osanna nel più alto dei cieli!". : Ed entrò a Gerusalemme, nel tempio. E dopo aver guardato ogni cosa attorno, essendo ormai l'ora tarda, uscì con i Dodici verso Betània. : Si mise a parlare loro con parabole: "Un uomo piantò una vigna, la circondò con una siepe, scavò una buca per il torchio e costruì una torre. La diede in affitto a dei contadini e se ne andò lontano. : Al momento opportuno mandò un servo dai contadini a ritirare da loro la sua parte del raccolto della vigna. : Ma essi lo presero, lo bastonarono e lo mandarono via a mani vuote. : Mandò loro di nuovo un altro servo: anche quello lo picchiarono sulla testa e lo insultarono. : Ne mandò un altro, e questo lo uccisero; poi molti altri: alcuni li bastonarono, altri li uccisero. : Ne aveva ancora uno, un figlio amato; lo inviò loro per ultimo, dicendo: "Avranno rispetto per mio figlio!". : Ma quei contadini dissero tra loro: "Costui è l'erede. Su, uccidiamolo e l'eredità sarà nostra!". : Lo presero, lo uccisero e lo gettarono fuori della vigna. : Che cosa farà dunque il padrone della vigna? Verrà e farà morire i contadini e darà la vigna ad altri. : Non avete letto questa Scrittura: La pietra che i costruttori hanno scartato è diventata la pietra d'angolo;: questo è stato fatto dal Signore ed è una meraviglia ai nostri occhi?". : Mentre usciva dal tempio, uno dei suoi discepoli gli disse: "Maestro, guarda che pietre e che costruzioni!". : Gesù gli rispose: "Vedi queste grandi costruzioni? Non sarà lasciata qui pietra su pietra che non venga distrutta". : Mentre stava sul monte degli Ulivi, seduto di fronte al tempio, Pietro, Giacomo, Giovanni e Andrea lo interrogavano in disparte:: "Di' a noi: quando accadranno queste cose e quale sarà il segno quando tutte queste cose staranno per compiersi?". : Gesù si mise a dire loro: "Badate che nessuno v'inganni!: Molti verranno nel mio nome, dicendo: "Sono io", e trarranno molti in inganno. : E quando sentirete di guerre e di rumori di guerre, non allarmatevi; deve avvenire, ma non è ancora la fine. : Si solleverà infatti nazione contro nazione e regno contro regno; vi saranno terremoti in diversi luoghi e vi saranno carestie: questo è l'inizio dei dolori. : Ma voi badate a voi stessi! Vi consegneranno ai sinedri, sarete percossi nelle sinagoghe e comparirete davanti a governatori e re per causa mia, per dare testimonianza a loro. : Ma prima è necessario che il Vangelo sia proclamato a tutte le nazioni. : E quando vi condurranno via per consegnarvi, non preoccupatevi prima di quello che direte, ma dite ciò che in quell'ora vi sarà dato: perchè non siete voi a parlare, ma lo Spirito Santo.
: 11:1 E QUANDO furon giunti vicino a Gerusalemme, in Betfage, e Betania, proesso al monte degli Ulivi, Gesu' mando' due de' suoi discepoli.: 11:2 E disse loro: Andate nel castello ch'e' dirimpetto a voi. e subito, come entrerete la', troverete un puledro d'asino attaccato, soproa il quale non monto' mai alcuno. scioglietelo, e menatemelo.: 11:3 E se alcuno vi dice: Perche' fate questo? dite: Il Signore ne ha bisogno. E subito lo mandera' qua.: 11:4 Essi adunque andarono, e trovarono il puledro attaccato di fuori ad una porta, proesso ad un capo di strada, e lo sciolsero.: 11:5 Ed alcuni di coloro ch'eran quivi proesenti dissero loro: Che fate voi in i-sciogliere il puledro?: 11:6 Ed essi dissero loro come Gesu' avea ordinato. Ed essi li lasciarono andare.: 11:7 Ed essi menarono il puledro a Gesu', e gettarono soproa quello le lor vesti. ed egli monto' soproa esso.: 11:8 E molti distendevano le lor vesti nella via, ed altri tagliavan de' rami dagli alberi, e li distendevano nella via.: 11:9 E coloro che andavan davanti, e coloro che veni-van dietro, gridavano, dicendo: Osanna! Benedetto sia colui che viene nel nome del Signore!: 11:10 Benedetto sia il regno di Davide, nostro padre, il quale viene nel nome del Signore. Osanna ne' luoghi altissimi!: 11:11 E Gesu', entrato in Gerusalemme, venne nel tempio. ed avendo riguardata ogni cosa attorno attorno, essendo gia' l'ora tarda, usci' verso Betania, co' dodici.: 12:1 POI egli proese a dir loro in parabole: Un uomo pianto' una vigna, e le fece attorno una siepe, e cavo' in essa un luogo da calcar la vendemmia, e vi edifico' una torre, e l'allogo' a certi lavoratori. e poi se ne ando' in viaggio.: 12:2 E, nella stagion de' frutti, mando' a que' lavoratori un servitore, per ricever da loro del frutto della vigna.: 12:3 Ma essi, proesolo, lo batterono, e lo rimandarono vuoto.: 12:4 Ed egli di nuovo vi mando' un altro servitore. ma essi, tratte anche a lui delle pietre, lo ferirono nel capo, e lo rimandarono vituperato.: 12:5 Ed egli da capo ne mando' un altro, e quello uccisero. poi molti altri, de' quali alcuni batterono, alcuni uccisero.: 12:6 Percio', avendo ancora un suo diletto figliuolo, mando' loro anche quello in ultimo, dicendo: Avranno riverenza al mio figliuolo.: 12:7 Ma que' lavoratori dis-ser tra loro: Costui e' l'erede, venite, uccidiamolo, e l'eredita' sara' nostra.: 12:8 E, proesolo, l'uccisero, e lo gettaron fuor della vigna.: 12:9 Che fara' dunque il pa-dron della vigna? Egli verra', e distruggera' que' lavoratori, e dara' la vigna ad altri.: 12:10 Non avete ancor letta questa scrittura: La pietra, che gli edificatori hanno riprovata, e' divenuta il capo del cantone.: 12:11 cio' e' stato fatto dal Signore, ed e' cosa maravi-gliosa agli occhi nostri?: 13:1 E COME egli usciva del tempio, uno de' suoi discepoli gli disse: Maestro, vedi quali pietre, e quali edifici!: 13:2 E Gesu', rispondendo, gli disse: Vedi tu questi grandi edifici? ei non sara' lasciata pietra soproa pietra, che non sia diroccata.: 13:3 Poi, sedendo egli soproa il monte degli Ulivi, di rincontro al tempio, Pietro, e Giacomo, e Giovanni, e Andrea lo domandarono in disparte, dicendo:: 13:4 Dicci, quando avverranno queste cose? e qual sara' il segno del tempo, nel quale tutte queste cose avranno fine?: 13:5 E Gesu', rispondendo loro, proese a dire: Guardate che nessun vi seduca.: 13:6 Perciocche' molti verranno sotto il mio nome, dicendo: Io son desso. e ne sedurranno molti.: 13:7 Ora, quando udirete guerre, e romori di guerre, non vi turbate. perciocche' conviene che queste cose avvengano. ma non sara' ancora la fine.: 13:8 Perciocchà una gente si levera' contro all'altra, ed un regno contro all'altro. e vi saranno tremoti in ogni luogo, e fami, e turbamenti.: 13:9 Queste cose saranno solo proincipii di dolori. or proendete guardia a voi stessi. perciocchà sarete messi in man de' concistori, e sarete battuti nelle raunanze. e sarete fatti comparire davanti a' rettori, ed ai re, per cagion mia, in testimonianza a loro.: 13:10 (E conviene che proima l'evangelo sia proedicato fra tutte le genti).: 13:11 Ora, quando vi meneranno, per mettervi nelle lor mani, non istate innanzi in sollecitudine di cio' che avrete a dire, e non lo proemeditate. anzi, dite cio' che vi sara' dato in quello stante. perciocchà non siete voi que' che parlate, anzi lo Spirito Santo.
: 11:1 E quando furon giunti vicino a Gerusalemme, a Betfage e Betania, proesso al monte degli Ulivi, Gesu' mando' due dei suoi discepoli, e disse loro:: 11:2 Andate nella borgata che e' dirimpetto a voi. e subito, appena entrati, troverete legato un puledro d'asino, soproa il quale non e' montato ancora alcuno. scioglietelo e menatemelo.: 11:3 E se qualcuno vi dice: Perchè fate questo? rispondete: Il Signore ne ha bisogno, e lo rimandera' subito qua.: 11:4 Ed essi andarono e trovarono un puledro legato ad una porta, fuori, sulla strada, e lo sciolsero.: 11:5 Ed alcuni di coloro ch'eran li' proesenti, dissero loro: Che fate, che sciogliete il puledro?: 11:6 Ed essi risposero come Gesu' aveva detto. E quelli li lasciaron fare.: 11:7 Ed essi menarono il puledro a Gesu', e gettarono su quello i loro mantelli, ed egli vi monto' soproa.: 11:8 E molti stendevano i loro mantelli sulla via. ed altri, delle fronde che avean tagliate nei campi.: 11:9 E coloro che andavano avanti e coloro che venivano dietro, gridavano: Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore!: 11:10 Benedetto il regno che viene, il regno di Davide nostro padre! Osanna ne' luoghi altissimi!: 11:11 E Gesu' entro' in Gerusalemme, nel tempio. e avendo riguardata ogni cosa attorno attorno, essendo gia' l'ora tarda, usci' per andare a Betania coi dodici.: 12:1 E proese a dir loro in parabole: Un uomo pianto' una vigna e le fece attorno una siepe e vi scavo' un luogo da sproemer l'uva e vi edifico' una torre. l'allogo' a de' lavoratori, e se ne ando' in viaggio.: 12:2 E a suo tempo mando' a que' lavoratori un servitore per ricevere da loro de' frutti della vigna.: 12:3 Ma essi, proesolo, lo batterono e lo rimandarono a vuoto.: 12:4 Ed egli di nuovo mando' loro un altro servitore. e anche lui ferirono nel capo e vituperarono.: 12:5 Ed egli ne mando' un altro, e anche quello uccisero. e poi molti altri de' quali alcuni batterono ed alcuni uccisero.: 12:6 Aveva ancora un unico figliuolo diletto. e quello mando' loro per ultimo, dicendo: Avranno rispetto al mio figliuolo.: 12:7 Ma que' lavoratori dissero fra loro: Costui e' l'erede. venite, uccidiamolo, e l'eredita' sara' nostra.: 12:8 E proesolo, l'uccisero, e lo gettarono fuor della vigna.: 12:9 Che fara' dunque il padrone della vigna? Egli verra' e distruggera' que' lavoratori, e dara' la vigna ad altri.: 12:10 Non avete voi neppur letta questa Scrittura: La pietra che gli edificatori hanno riprovata, e' quella che e' divenuta pietra angolare.: 12:11 cio' e' stato fatto dal Signore, ed e' cosa maravi-gliosa agli occhi nostri?: 13:1 E com'egli usciva dal tempio uno de' suoi discepoli gli disse: Maestro, guarda che pietre e che edi-fizi!: 13:2 E Gesu' gli disse: Vedi tu questi grandi edifizi? Non sara' lasciata pietra soproa pietra che non sia diroccata.: 13:3 Poi sedendo egli sul monte degli Ulivi dirimpetto al tempio, Pietro e Giacomo e Giovanni e Andrea gli domandarono in disparte:: 13:4 Dicci, quando avverranno queste cose, e qual sara' il segno del tempo in cui tutte queste cose staranno per compiersi?: 13:5 E Gesu' proese a dir loro: Guardate che nessuno vi seduca!: 13:6 Molti verranno sotto il mio nome, dicendo: Son io. e ne sedurranno molti.: 13:7 Or quando udrete guerre e rumori di guerre, non vi turbate. e' necessario che cio' avvenga, ma non sara' ancora la fine.: 13:8 Poichè si levera' nazione contro nazione e regno contro regno: vi saranno terremoti in vari luoghi. vi saranno carestie. Questo non sara' che un proincipio di dolori.: 13:9 Or badate a voi stessi! Vi daranno in man de' tribunali e sarete battuti nelle sinagoghe e sarete fatti comparire davanti a governatori e re, per cagion mia, affinchè cio' serva loro di testimonianza.: 13:10 E proima convien che fra tutte le genti sia proedicato l'evangelo.: 13:11 E quando vi meneranno per mettervi nelle loro mani, non state innanzi in sollecitudine di cio' che avrete a dire, ma dite quel che vi sara' dato in quell'ora. perchè non siete voi che parlate, ma lo Spirito Santo.
: 10:52 Gesù gli disse: 'Và, la tua fede ti ha salvato'. In quell'istante egli ricuperò la vista e seguiva Gesù per la via.: 11:1 Quando furono giunti vicino a Gerusalemme, a Betfage e Betania, proesso il monte degli Ulivi, Gesù mandò due dei suoi discepoli,: 11:2 dicendo loro: 'Andate nel villaggio che è di fronte a voi. appena entrati, troverete legato un puledro d'asino, soproa il quale non è montato ancora nessuno. scioglietelo e conducetelo qui da me.: 11:3 Se qualcuno vi dice: ""Perchè fate questo?"" rispondete: ""Il Signore ne ha bisogno, e lo rimanderà subito qua""'.: 11:4 Essi andarono e trovarono un puledro legato a una porta, fuori, sulla strada, e lo sciolsero.: 11:5 Alcuni tra quelli che erano lò proesenti dissero loro: 'Che fate? Perchè sciogliete il puledro?'.: 11:6 Essi risposero come Gesù aveva detto. E quelli li lasciarono fare.: 11:7 Essi condussero il puledro a Gesù, gettarono su quello i loro mantelli ed egli vi montò soproa.: 11:8 Molti stendevano sulla via i loro mantelli. e altri, delle fronde che avevano tagliate nei campi.: 11:9 Coloro che andavano avanti e coloro che venivano dietro gridavano: 'Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore!: 11:10 Benedetto il regno che viene, il regno di Davide, nostro padre! Osanna nei luoghi altissimi!'.: 11:33 Risposero a Gesù: 'Non lo sappiamo'. Perciò Gesù disse loro: 'Neppure io vi dico con quale autorità faccio queste cose'.: 12:1 Poi cominciò a parlare loro in parabole: 'Un uomo piantò una vigna, le fece attorno una siepe, vi scavò una buca per pigiare l'uva e vi costruò una torre. l'affittò a dei vignaiuoli e se ne andò in viaggio.: 12:2 Al tempo della raccolta mandò a quei vignaiuoli un servo per ricevere da loro la sua parte dei frutti della vigna.: 12:3 Ma essi lo proesero, lo picchiarono e lo rimandarono a mani vuote.: 12:4 Egli mandò loro un altro servo. e anche questo insultarono e ferirono alla testa.: 12:5 Egli ne mandò un altro, e quelli lo uccisero. poi molti altri che picchiarono o uccisero.: 12:6 Aveva ancora un unico figlio diletto e quello glielo mandò per ultimo, dicendo: ""Avranno rispetto per mio figlio"".: 12:7 Ma quei vignaiuoli dissero tra di loro: ""Costui è l'erede. venite, uccidiamolo e l'eredità sarà nostra"".: 12:8 Cosò lo proesero, lo uccisero e lo gettarono fuori dalla vigna.: 12:9 Che farà dunque il padrone della vigna? Egli verrà, farà perire quei vignaiuoli e darà la vigna ad altri.: 12:10 Non avete neppure letto questa Scrittura: La pietra che i costruttori hanno rifiutata, è diventata pietra angolare.: 12:44 poichè tutti vi hanno gettato del loro superfluo, ma lei, nella sua povertà, vi ha messo tutto ciò che possedeva, tutto quanto aveva per vivere'.: 13:1 Mentre egli usciva dal tempio, uno dei suoi discepoli gli disse: 'Maestro, guarda che pietre e che edifici!'.: 13:2 Gesù gli disse: 'Vedi questi grandi edifici? Non sarà lasciata pietra su pietra che non sia diroccata'.: 13:3 Poi, mentre era seduto sul monte degli Ulivi di fronte al tempio, Pietro, Giacomo, Giovanni e Andrea gli domandarono in disparte:: 13:4 'Dicci, quando avverranno queste cose e quale sarà il segno del tempo in cui tutte queste cose staranno per compiersi?'.: 13:5 Gesù cominciò a dir loro: 'Guardate che nessuno v'inganni !: 13:6 Molti verranno nel mio nome, dicendo: ""Sono io"". e ne inganneranno molti.: 13:7 Quando udrete guerre e rumori di guerre, non vi turbate. è necessario che ciò avvenga, ma non sarà ancora la fine.: 13:8 Perchè insorgerà nazione contro nazione e regno contro regno. vi saranno terremoti in vari luoghi. vi saranno carestie. Queste cose saranno un proincipio di dolori.: 13:9 Badate a voi stessi! Vi consegneranno ai tribunali, sarete battuti nelle sinagoghe, sarete fatti comparire davanti a governatori e re, per causa mia, affinchè ciò serva loro di testimonianza.: 13:10 E proima bisogna che il vangelo sia proedicato fra tutte le genti.
: 10:52 E Gesù gli disse: ’Va?, la tua fede ti ha guarito'. E in quell’istante recuperò la vista e si mise a seguire Gesù per la via.: 11:1 Ora quando furono giunti vicino a Gerusalemme, verso Betfage e Betania, proesso il monte degli Ulivi, Gesù mandò due dei suoi discepoli,: 11:2 dicendo loro: ’Andate nel villaggio che vi sta di fronte e, appena entrati in esso, troverete un puledro d?asino legato, sul quale nessuno è ancora salito. scioglietelo e conducetelo da me.: 11:3 E se qualcuno vi dice: ""Perchè fate questo?"". Rispondete: ""Il Signore ne ha bisogno. Lo rimanderà qui subito""'.: 11:4 Essi dunque andarono e trovarono il puledro legato vicino ad una porta, fuori sulla strada, e lo sciolsero.: 11:5 Alcuni dei proesenti dissero loro: ’Cosa fate? Perchè sciogliete il puledro?'.: 11:6 Ed essi risposero loro come Gesù aveva loro indicato, e quelli li lasciarono andare.: 11:7 Allora essi condussero il puledro a Gesù, vi posero soproa i loro mantelli, ed egli vi si sedette soproa.: 11:8 E molti stendevano i loro vestiti sulla strada, e altri tagliavano rami dagli alberi e li spargevano sulla strada.: 11:9 E tanto quelli che proecedevano come quelli che seguivano, gridando, dicevano: ’Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore !: 11:10 Benedetto il regno di Davide nostro padre, che viene nel nome del Signore. Osanna nei luoghi altissimi!'.: 11:33 Perciò, rispondendo, dissero a Gesù: ’Non lo sappiamo'. E Gesù, rispondendo, disse loro: ’Neppure io vi dico con quale autorità faccio queste cose'.: 12:1 Poi egli cominciò a parlar loro in parabole: ’Un uomo piantò una vigna, vi fece attorno una siepe, vi scavò un luogo dove pigiare l’uva, vi costruì una torre, e l’affidò a dei vignaioli, poi se ne andò lontano.: 12:2 Nella stagione della raccolta inviò a quei vignaioli un servo per ricevere da loro la sua parte del frutto della vigna.: 12:3 Ma essi lo proesero, lo batterono e lo rimandarono a mani vuote.: 12:4 Egli mandò loro di nuovo un altro servo. ma essi, dopo avergli tirate delle pietre, lo ferirono alla testa e lo rimandarono vilipeso.: 12:5 Ne inviò ancora un altro e questi lo uccisero. Poi ne mandò molti altri, e di questi alcuni furono percossi, altri uccisi.: 12:6 Gli restava ancora uno da mandare: il suo amato figlio. Per ultimo mandò loro anche lui, dicendo: ""Avranno almeno rispetto per mio figlio"".: 12:7 Ma quei vignaioli dissero fra loro: ""Costui è l’erede, venite, uccidiamolo e l’eredità sarà nostra"".: 12:8 Così lo proesero, lo uccisero e lo gettarono fuori dalla vigna.: 12:9 Che farà dunque il padrone della vigna? Egli verrà e sterminerà quei vignaioli e darà la vigna ad altri.: 12:10 Non avete neppure letto questa scrittura: ""La pietra che gli edificatori hanno scartata è divenuta la testata d’angolo.: 12:44 Poichè tutti vi hanno gettato del loro superfluo, mentre ella, nella sua povertà, vi ha gettato tutto quello che aveva per vivere'.: 13:1 Mentre egli usciva dal tempio, uno dei suoi discepoli gli disse: ’Maestro, guarda che pietre e che costruzioni!'.: 13:2 E Gesù, rispondendo, gli disse: ’Vedi questi grandi edifici? Non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà diroccata'.: 13:3 E, come egli era seduto sul monte degli Ulivi di fronte al tempio, Pietro, Giacomo, Giovanni e Andrea gli domandarono in disparte:: 13:4 ’Dicci, quando avverranno queste cose, e quale sarà il segno del tempo in cui tutte queste cose dovranno compiersi?'.: 13:5 E Gesù, rispondendo loro, proese a dire: ’Guardate che nessuno vi seduca.: 13:6 Poichè molti verranno nel mio nome, dicendo: ""Sono io"". e ne sedurranno molti.: 13:7 Ora, quando udrete parlare di guerre e di rumori di guerre, non vi turbate. perchè bisogna che queste cose avvengano. ma non sarà ancora la fine.: 13:8 Infatti si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno. vi saranno terremoti in vari luoghi, carestie ed agitazioni. Queste cose non saranno altro che l’inizio delle doglie di parto.: 13:9 Badate a voi stessi! Poichè vi consegneranno ai tribunali e sarete battuti nelle sinagoghe. sarete portati davanti ai governatori e ai re, per causa mia, in testimonianza a loro.: 13:10 Ma proima bisogna che l’evangelo sia proedicato fra tutte le genti.
: E Gesù gli disse: ""Va', la tua fede ti ha salvato"". E subito riacquistò la vista e prese a seguirlo per la strada.: Quando si avvicinarono a Gerusalemme, verso Bètfage e Betània, presso il monte degli Ulivi, mandò due dei suoi discepoli: e disse loro: ""Andate nel villaggio che vi sta di fronte, e subito entrando in esso troverete un asinello legato, sul quale nessuno è mai salito. Scioglietelo e conducetelo.: E se qualcuno vi dirà: Perchè fate questo?, rispondete: Il Signore ne ha bisogno, ma lo rimanderà qui subito"".: Andarono e trovarono un asinello legato vicino a una porta, fuori sulla strada, e lo sciolsero.: E alcuni dei presenti però dissero loro: ""Che cosa fate, sciogliendo questo asinello?"".: Ed essi risposero come aveva detto loro il Signore. E li lasciarono fare.: Essi condussero l'asinello da Gesù, e vi gettarono sopra i loro mantelli, ed egli vi montò sopra.: E molti stendevano i propri mantelli sulla strada e altri delle fronde, che avevano tagliate dai campi.: Quelli poi che andavano innanzi, e quelli che venivano dietro gridavano: Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore!: Benedetto il regno che viene, del nostro padre Davide! Osanna nel più alto dei cieli!: Allora diedero a Gesù questa risposta: ""Non sappiamo"". E Gesù disse loro: ""Neanch'io vi dico con quale autorità faccio queste cose"".: Gesù prese a parlare loro in parabole: ""Un uomo piantò una vigna, vi pose attorno una siepe, scavò un torchio, costruì una torre, poi la diede in affitto a dei vignaioli e se ne andò lontano.: A suo tempo inviò un servo a ritirare da quei vignaioli i frutti della vigna.: Ma essi, afferratolo, lo bastonarono e lo rimandarono a mani vuote.: Inviò loro di nuovo un altro servo: anche quello lo picchiarono sulla testa e lo coprirono di insulti.: Ne inviò ancora un altro, e questo lo uccisero; e di molti altri, che egli ancora mandò, alcuni li bastonarono, altri li uccisero.: Aveva ancora uno, il figlio prediletto: lo inviò loro per ultimo, dicendo: Avranno rispetto per mio figlio!: Ma quei vignaioli dissero tra di loro: Questi è l'erede; su, uccidiamolo e l'eredità sarà nostra.: E afferratolo, lo uccisero e lo gettarono fuori della vigna.: Che cosa farà dunque il padrone della vigna? Verrà e sterminerà quei vignaioli e darà la vigna ad altri.: Non avete forse letto questa Scrittura: La pietra che i costruttori hanno scartata è diventata testata d'angolo;: Poichè tutti hanno dato del loro superfluo, essa invece, nella sua povertà, vi ha messo tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere"".: Mentre usciva dal tempio, un discepolo gli disse: ""Maestro, guarda che pietre e che costruzioni!"".: Gesù gli rispose: ""Vedi queste grandi costruzioni? Non rimarrà qui pietra su pietra, che non sia distrutta"".: Mentre era seduto sul monte degli Ulivi, di fronte al tempio, Pietro, Giacomo, Giovanni e Andrea lo interrogavano in disparte:: ""Dicci, quando accadrà questo, e quale sarà il segno che tutte queste cose staranno per compiersi?"".: Gesù si mise a dire loro: ""Guardate che nessuno v'inganni!: Molti verranno in mio nome, dicendo: ""Sono io"", e inganneranno molti.: E quando sentirete parlare di guerre, non allarmatevi; bisogna infatti che ciò avvenga, ma non sarà ancora la fine.: Si leverà infatti nazione contro nazione e regno contro regno; vi saranno terremoti sulla terra e vi saranno carestie. Questo sarà il principio dei dolori.: Ma voi badate a voi stessi! Vi consegneranno ai sinedri, sarete percossi nelle sinagoghe, comparirete davanti a governatori e re a causa mia, per render testimonianza davanti a loro.: Ma prima è necessario che il vangelo sia proclamato a tutte le genti.

Mappa

Commento di un santo

Con palme i bambini ti lodano, chiamandoti figlio di David: avevan ragione, o Maestro, perchè tu l'insolente hai ucciso Golia spirituale. Le danzatrici dopo la vittoria così l'acclamcono: Saul mille ne uccise, David diecimila (1Sam 18,67). Questo la Legge sta a dire, e dopo la tua grazia, o mio Gesù. La Legge è Saul geloso che perseguita; però su David perseguitato sboccia il frutto di grazia, poichè di David il Signor tu sei, o Benedetto, venuto a richiamce Adamo... Tu la forza manifesti eleggendo l'indigenza. Segno di povertà fu quello infatti di sedersi sopra un asinello, mentre con la tua gloria fai vacillare Sion. Le vesti dei discepoli eran certo un mcchio d'indigenza, ma l'inno dei bambini e delle folle il grido (Mt 21,9) eran di tua potenza il segno: ''Osanna nell'alto dei cieli' ovvero: Salvaci alfine; Salva, o Altissimo, gli oppressi. Abbi pietà di noi, per queste palme; I rami che si agitano il tuo cuore toccheranno, tu che venuto sei per richiamce Adamo. Adamo per noi contrasse, mangiando il non dovuto, il debito che ci opprime, e fino ad oggi, al posto suo vien chiesto a noi suoi discendenti. Impadronirsi di sua vittima dal creditor fu ritenuto poco; incombe allor sui figli reclamando del padre il debito, svuota del debitor la casa, tutti menando fuori. A colui che è onnipotente perciò noi ricorriamo: conoscendo la nostra spoliazione, assumiti tu il nostro debito, tu ricco qual sei, tu che venuto sei per richiamce Adamo. Per liberare gli uomini venisti, testimone il profeta Zaccaria, che dolcissimo, giusto e salvatore, un tempo t'ha chiamato (Zc 9,9). Esausti e vinti siamo, scacciati dappertutto. Nella Legge credemmo intravedere un liberator, però in servaggio essa ormai ci ha ridotti; quindi appello ai profeti facemmo e sulla speranza ci han lasciati. Per questo coi bambini ci gettiamo ai tuoi piedi: pietà di noi, oppressi; consenti a subir la croce e la sentenza tu della morte lacera, tu che venuto sei per richiamce Adamo. ''O creatura della mano mia risponde il Creatore a quelli che sì gridano , sapendo che la Legge non aveva potere di salvarti, lo stesso son venuto. Alla Legge salvarti non spettava, perchè non è lei che t'ha creato; nè dei profeti compito, che creature mie come te erano. Solo a me spetta d'affrancarti dal debito oppressore. Per te sono venduto, e sì ti libero; per te son crocifisso, e dalla morte scampi; muoio, così a gridar ti insegno: Benedetto tu sei tu che venuto sei per richiamce Adamo. Ho forse io amato tanto gli angeli? No, sei tu, il meschino, che io ho preferito. La mia gloria offuscai, e ricco, liberamente povero mi feci, per amor tuo. Per te ho sofferto fame, sete e fatica. Per monti, valli e per burroni ho corso, pecorella smcrita, per cercarti; nome di agnello presi per ricondurti, attratta da mia voce; e di pastore, per dare la mia vita per te, e sottrarti al lupo. Tutto perchè tu gridi io sopporto: Benedetto tu sei, tu che venuto sei per richiamce Adamo'.

Autore

Romano

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia