Cronologia dei paragrafi

I. Il processo di Israele
I. Il processo di Israele
II. Promesse a Sion
III. Nuovo processo di Israele
IV. Le speranze

I. Il processo di Israele (mal 1,1-7.3,1-99)

I. Il processo di Israele (mal 1,1-7.3,1-99)

: Oracolo. Parola del Signore a Israele per mezzo di Malachia. : Vi ho amati, dice il Signore. E voi dite: "Come ci hai amati?". Non era forse Esaù fratello di Giacobbe? Oracolo del Signore. Eppure ho amato Giacobbe: e ho odiato Esaù. Ho fatto dei suoi monti un deserto e ho dato la sua eredità agli sciacalli del deserto. : Se Edom dice: "Siamo stati distrutti, ma ci rialzeremo dalle nostre rovine!", il Signore degli eserciti dichiara: "Essi ricostruiranno, ma io demolirò". Saranno chiamati "Territorio malvagio" e "Popolo contro cui il Signore è adirato per sempre". : I vostri occhi lo vedranno e voi direte: "Grande è il Signore anche al di là dei confini d'Israele". : Il figlio onora suo padre e il servo rispetta il suo padrone. Se io sono padre, dov'è l'onore che mi spetta? Se sono il padrone, dov'è il timore di me? Dice il Signore degli eserciti a voi, sacerdoti che disprezzate il mio nome. Voi domandate: "Come lo abbiamo disprezzato il tuo nome?". : Offrite sul mio altare un cibo impuro e dite: "In che modo te lo abbiamo reso impuro?". Quando voi dite: "La tavola del Signore è spregevole": Ora a voi questo monito, o sacerdoti. : Se non mi ascolterete e non vi darete premura di dare gloria al mio nome, dice il Signore degli eserciti, manderò su voi la maledizione e cambierò in maledizione le vostre benedizioni. Anzi le ho già cambiate, perchè nessuno tra voi se ne dà premura. : Ecco, io spezzerò il vostro braccio e spanderò sulla vostra faccia escrementi, gli escrementi delle vittime immolate nelle vostre feste solenni, perchè siate spazzati via insieme con essi. : Così saprete che io ho diretto a voi questo monito, perchè sussista la mia alleanza con Levi, dice il Signore degli eserciti. : La mia alleanza con lui era alleanza di vita e di benessere, che io gli concessi, e anche di timore, ed egli mi temette ed ebbe riverenza del mio nome. : Un insegnamento veritiero era sulla sua bocca nè c'era falsità sulle sue labbra; con pace e rettitudine ha camminato davanti a me e ha fatto allontanare molti dal male. : Infatti le labbra del sacerdote devono custodire la scienza e dalla sua bocca si ricerca insegnamento, perchè egli è messaggero del Signore degli eserciti. : Ecco, io manderò un mio messaggero a preparare la via davanti a me e subito entrerà nel suo tempio il Signore che voi cercate; e l'angelo dell'alleanza, che voi sospirate, eccolo venire, dice il Signore degli eserciti. : Chi sopporterà il giorno della sua venuta? Chi resisterà al suo apparire? Egli è come il fuoco del fonditore e come la lisciva dei lavandai. : Siederà per fondere e purificare l'argento; purificherà i figli di Levi, li affinerà come oro e argento, perchè possano offrire al Signore un'offerta secondo giustizia. : Allora l'offerta di Giuda e di Gerusalemme sarà gradita al Signore come nei giorni antichi, come negli anni lontani. : Io mi accosterò a voi per il giudizio e sarò un testimone pronto contro gli incantatori, contro gli adùlteri, contro gli spergiuri, contro chi froda il salario all'operaio, contro gli oppressori della vedova e dell'orfano e contro chi fa torto al forestiero. Costoro non mi temono, dice il Signore degli eserciti. : Io sono il Signore, non cambio; voi, figli di Giacobbe, non siete ancora al termine. : Fin dai tempi dei vostri padri vi siete allontanati dai miei precetti, non li avete osservati. Tornate a me e io tornerò a voi, dice il Signore degli eserciti. Ma voi dite: "Come dobbiamo tornare?".
: 1:1 Il carico della parola del Signore, indirizzata ad Israele, per Malachia.: 1:2 IO vi ho amati, ha detto il Signore. E voi avete detto: In che ci hai amati? Non era Esau' fratello di Giacobbe? dice il Signore. Or io ho amato Giacobbe.: 1:3 ed ho odiato Esau', ed ho messi i suoi monti in desolazione, ed ho abbandonata la sua eredita' agli sciacalli del deserto.: 1:4 Se pure Edom dice: Noi siamo impoveriti, ma torneremo a edificare i luoghi deserti. cosi' ha detto il Signor degli eserciti: Essi edificheranno, ma io distruggero'. e saranno chiamati: Contrada d'empieta'. e: Popolo contro al quale il Signore e' indegnato in perpetuo.: 1:5 E gli occhi vostri lo vedranno, e voi direte: Il Signore sia magnificato dalla contrada d'Israele.: 1:6 Il figliuolo deve onorare il padre, e il servitore il suo signore. se dunque io son Padre, ov'e' il mio onore? e se son Signore, ov'e' il mio timore? ha detto il Signor degli eserciti a voi, o sacerdoti che sproezzate il mio Nome. E pur dite: In che abbiamo noi sproezzato il tuo Nome?: 1:7 Voi offerite sul mio altare del cibo contaminato. E pur dite: In che ti abbiamo noi contaminato? In cio', che voi dite: La mensa del Signore e' sproegevole.: 2:1 Or dunque, o sacerdoti, a voi s'indirizza questo comandamento:: 2:2 Se voi non ubbidite, e non vi mettete in cuore di dar gloria al mio Nome, ha detto il Signor degli eserciti, io mandero' contro a voi la maledizione, e malediro' le vostre benedizioni. ed anche, gia' le ho maledette, perciocche' voi non vi mettete questo in cuore.: 2:3 Ecco, io sgridero' le vostre sementi, e versero' dello sterco soproa le vostre facce, lo sterco delle vostre feste. e sarete portati via nel luogo di quello.: 2:4 E voi conoscerete che io vi avea mandato questo comandamento, acciocche' il mio patto fosse con Levi, ha detto il Signor degli eserciti.: 2:5 Il mio patto fu gia' con lui, di vita, e di pace. e gli diedi quelle cose, per lo timore del quale egli mi temette. e perciocchà egli ebbe spavento del mio Nome.: 2:6 La Legge della verita' fu nella sua bocca, e non si trovo' alcuna iniquita' nelle sue labbra. egli cammino' meco in pace, e in dirittura, e converti' molti dall'iniquita'.: 2:7 Conciossiache' le labbra del sacerdote abbiano a conservar la scienza, e si abbia da cercar la Legge dalla sua bocca. perciocche' egli e' l'Angelo del Signor degli eserciti.: 3:1 Ecco, io mando il mio Angelo, ed egli acconcera' la via davanti a me. e subito il Signore, il qual voi cercate, e l'Angelo del Patto, il qual voi desiderate, verra' nel suo tempio. ecco, egli viene, ha detto il Signor degli eserciti.: 3:2 E chi sosterra' il giorno della sua venuta? e chi durera', quando egli apparira'? perciocche' egli e' come il fuoco di chi fonde i metalli, e come l'erba de' purgatori di panni.: 3:3 Ed egli sedera', struggendo, e purgando l'argento. e nettera' i figliuoli di Levi, e li affinera' a guisa dell'oro, e dell'argento. ed essi offeriranno al Signore offerte in giustizia.: 3:4 E l'offerta di Giuda, e di Gerusalemme, sara' piacevole al Signore, come a' di' antichi, e come negli anni di proima.: 3:5 Ed io mi accostero' a voi in giudicio. e saro' testimonio pronto contro agl'incantatori, e contro agli adulteri, e contro a quelli che giurano falsamente, e contro a quelli che fraudano il mercenario della sua mercede. ed opproessano la vedova, e l'orfano. e pervertono il diritto del forestiere, e non mi temono, ha detto il Signor degli eserciti.: 3:6 Perciocche' io sono il Signore che non mi muto, voi, figliuoli di Giacobbe, non siete stati consumati.: 3:7 FIN dal tempo de' vostri padri, voi vi siete stornati da' miei statuti, e non li avete osservati. Convertitevi a me, ed io mi rivolgero' a voi, ha detto il Signor degli eserciti. E pur voi dite: In che ci convertiremo?
: 1:1 Oracolo, parola dell'Eterno, rivolta a Israele per mezzo di Malachia.: 1:2 Io v'ho amati, dice l'Eterno. e voi dite: 'In che ci hai tu amati?' Esau' non era egli fratello di Giacobbe? dice l'Eterno. e nondimeno io ho amato Giacobbe: 1:3 e ho odiato Esau', ho fatto de' suoi monti una desolazione, ho dato la sua eredita' agli sciacalli del deserto.: 1:4 Se Edom dice: 'Noi siamo stati atterrati, ma torneremo e riedificheremo i luoghi ridotti in ruina', cosi' parla l'Eterno degli eserciti: Essi edificheranno, ma io distruggero'. e saran chiamati Territorio della nequizia, e 'Popolo contro il quale l'Eterno e' indignato per semproe'.: 1:5 E i vostri occhi lo vedranno, e voi direte: L'Eterno e' magnificato oltre i confini d'Israele.: 1:6 Un figlio onora suo padre, e un servo il suo signore. se dunque io son padre, dov'e' l'onore che m'e' dovuto? E se son signore, dov'e' il timore che m'appartiene? dice l'Eterno degli eserciti a voi, o sacerdoti, che sproezzate il mio nome, e che pur dite: 'In che abbiamo sproezzato il tuo nome?': 1:7 Voi offrite sul mio altare cibi contaminati, e dite: 'In che t'abbiam contaminato?' L'avete fatto col dire: 'La mensa dell'Eterno e' sproegevole'.: 2:1 E ora, questo comandamento e' per voi, o sacerdoti!: 2:2 Se non date ascolto, se non proendete a cuore di dar gloria al mio nome, dice l'Eterno degli eserciti, io mandero' su voi la maledizione, e malediro' le vostre benedizioni. si', gia' le ho maledette perchè non proendete la cosa a cuore.: 2:3 Ecco, io sgridero' le vostre semente perchè non producano, vi gettero' degli escrementi in faccia, gli escrementi delle vittime offerte nelle vostre feste, e voi sarete portati fuori con essi.: 2:4 Allora saproete ch'io v'ho mandato questo comandamento affinchè il mio patto con Levi sussista, dice l'Eterno degli eserciti.: 2:5 Il mio patto con lui era un patto di vita e di pace, cose ch'io gli detti, perchè mi temesse. ed ei mi temette, e tremo' dinanzi al mio nome.: 2:6 La legge di verita' era nella sua bocca, e non si trovava perversita' sulle sue labbra. camminava con me nella pace e nella rettitudine, e molti ne ritrasse dall'iniquita'.: 2:7 Poichè le labbra del sacerdote son le guardiane della scienza, e dalla sua bocca uno cerca la legge, perch'egli e' il messaggero dell'Eterno degli eserciti.: 3:1 Ecco, io vi mando il mio messaggero. egli proeparera' la via davanti a me. E subito il Signore, che voi cercate, l'Angelo del patto, che voi bramate, entrera' nel suo tempio. Ecco ei viene, dice l'Eterno degli eserciti.: 3:2 e chi potra' sostenere il giorno della sua venuta? Chi potra' rimanere in pie' quand'egli apparira'? Poich'egli e' come un fuoco d'affinatore, come la potassa dei lavatori di panni.: 3:3 Egli si sedera', affinando e purificando l'argento. e purifichera' i figliuoli di Levi, e li depurera' come si fa dell'oro e dell'argento. ed essi offriranno all'Eterno offerte con giustizia.: 3:4 Allora l'offerta di Giuda e di Gerusalemme sara' gradevole all'Eterno, come ne' giorni antichi, come negli anni di proima.: 3:5 E io m'accostero' a voi per il giudizio, e, senza indugio, io saro' testimonio contro gl'incantatori, contro gli adulteri, contro quelli che giurano il falso, contro quelli che frodano l'operaio del suo salario, che opproimono la vedova e l'orfano, che fanno torto allo straniero, e non temono me, dice l'Eterno degli eserciti.: 3:6 Poichè io, l'Eterno, non muto. e percio' voi, o figliuoli di Giacobbe, non siete consumati.: 3:7 Fin dai giorni de' vostri padri voi vi siete scostati dalle mie proescrizioni, e non le avete osservate. Tornate a me, ed io tornero' a voi, dice l'Eterno degli eserciti. Ma voi dite: 'In che dobbiam tornare?'
: 1:1 Oracolo, parola del SIGNORE, rivolta a Israele per mezzo di Malachia.: 1:2 'Io vi ho amati' dice il SIGNORE. 'e voi dite: ""In che modo ci hai amati?"". Esaù non era forse fratello di Giacobbe?' dice il SIGNORE. 'eppure io ho amato Giacobbe: 1:3 e ho odiato Esaù. ho fatto dei suoi monti una desolazione e ho dato la sua eredità agli sciacalli del deserto'.: 1:4 Se Edom dice: 'Noi siamo stati annientati, ma torneremo e ricostruiremo i luoghi ridotti in rovine' cosò parla il SIGNORE degli eserciti: 'Essi costruiranno, ma io distruggerò. Saranno chiamati Territorio dell'empietà, Popolo contro il quale il SIGNORE è sdegnato per semproe.: 1:5 I vostri occhi lo vedranno e voi direte: ""Il SIGNORE è grande anche oltre i confini d'Israele"".: 1:6 'Un figlio onora suo padre e un servo il suo padrone. se dunque io sono padre, dov'è l'onore che m'è dovuto? Se sono padrone, dov'è il timore che mi è dovuto? Il SIGNORE degli eserciti parla a voi, o sacerdoti, che disproezzate il mio nome! Ma voi dite: ""In che modo abbiamo disproezzato il tuo nome?"".: 1:7 Voi offrite sul mio altare cibo contaminato, ma dite: ""In che modo ti abbiamo contaminato?"". L'avete fatto dicendo: ""La tavola del SIGNORE è sproegevole"".: 2:1 'Ora, quest'ordine è per voi, o sacerdoti !: 2:2 Se non ascoltate e se non proendete a cuore di dar gloria al mio nome' dice il SIGNORE degli eserciti, 'io manderò su di voi la maledizione e maledirò le vostre benedizioni. anzi le ho già maledette, perchè non proendete la cosa a cuore.: 2:3 Ecco, io sgriderò le vostre sementi perchè non producano, vi getterò degli escrementi in faccia, gli escrementi delle vittime offerte nelle vostre feste, e voi sarete portati fuori con essi.: 2:4 Allora saproete che io vi ho dato quest'ordine perchè sussista il mio patto con Levi' dice il SIGNORE degli eserciti.: 2:5 'Il mio patto con lui era un patto di vita e di pace, cose che io gli diedi, perchè mi temesse. egli mi temette e tremò davanti al mio nome.: 2:6 La legge di verità era nella sua bocca, non si trovava perversità sulle sue labbra. camminava con me nella pace e nella rettitudine e molti ne allontanò dal male.: 2:7 Infatti le labbra del sacerdote sono le custodi della scienza e dalla sua bocca si ricerca la legge, perchè egli è il messaggero del SIGNORE degli eserciti.: 3:1 'Ecco, io vi mando il mio messaggero, che spianerà la via davanti a me e subito il Signore, che voi cercate, l'Angelo del patto, che voi desiderate, entrerà nel suo tempio. Ecco egli viene' dice il SIGNORE degli eserciti.: 3:2 Chi potrà resistere nel giorno della sua venuta? Chi potrà rimanere in piedi quando egli apparirà? Egli infatti è come il fuoco del fonditore, come la potassa dei lavatori di panni.: 3:3 Egli si metterà seduto, come chi raffina e purifica l'argento, e purificherà i figli di Levi e li raffinerà come si fa dell'oro e dell'argento. ed essi offriranno al SIGNORE offerte giuste.: 3:4 Allora l'offerta di Giuda e di Gerusalemme sarà gradita al SIGNORE, come nei giorni antichi, come negli anni passati.: 3:5 'Io mi accosterò a voi per giudicare e sarò un testimone pronto contro gli incantatori, contro gli adulteri, contro quelli che giurano il falso, contro quelli che derubano l'operaio del suo salario, che opproimono la vedova e l'orfano, che fanno torto allo straniero e non hanno timore di me' dice il SIGNORE degli eserciti.: 3:6 'Poichè io, il SIGNORE, non cambio. perciò voi, o figli di Giacobbe, non siete ancora consumati.: 3:7 Fin dal tempo dei vostri padri voi vi siete allontanati dai miei proecetti e non li avete osservati. Tornate a me e io tornerò a voi' dice il SIGNORE degli eserciti. 'Ma voi dite: ""In che modo dobbiamo tornare?"".
: 1:1 L’oracolo della parola dell’Eterno rivolta a Israele per mezzo di Malachia.: 1:2 ’Io v’ho amati', dice l’Eterno. Ma voi dite: ’In che cosa ci hai amati?'. ’E-saù non era forse fratello di Giacobbe?', dice l’Eterno. ’Tuttavia io ho amato Giacobbe: 1:3 e ho odiato Esaù. ho fatto dei suoi monti una desolazione e ho dato la sua eredità agli sciacalli del deserto.: 1:4 Anche se Edom dicesse: ""Noi siamo stati distrutti, ma torneremo a ricostruire i luoghi desolati""', così dice l’Eterno degli eserciti ’Essi ricostruiranno, ma io demolirò. e saranno chiamati il Territorio dell’iniquità e il popolo contro il quale l’Eterno sarà per semproe indignato.: 1:5 I vostri occhi vedranno e voi direte: ""L’Eterno è magnificato oltre i confini d’Israele""'.: 1:6 ’Un figlio onora il padre e un servo il suo signore. Se dunque io sono padre, dov’è il mio onore? E se sono signore, dov’è il timore di me?', dice l’Eterno degli eserciti a voi, sacerdoti, ’che disproezzate il mio nome, eppure dite: ""In che cosa abbiamo disproezzato il tuo nome?"".: 1:7 Voi offrite sul mio altare cibi contaminati, eppure dite: ""In che cosa ti abbiamo contaminato?'. Quando dite: ""La mensa dell’Eterno è sproegevole"": 2:1 ’E ora questo comandamento è per voi, o sacerdoti.: 2:2 Se non date ascolto, se non vi mettete in cuore di dar gloria al mio nome', dice l’Eterno degli eserciti, ’manderò su di voi la maledizione e maledirò le vostre benedizioni. sì, le ho già maledette, perchè non vi mettete questo in cuore.: 2:3 Ecco, io sgriderò il vostro seme, e spargerò escrementi sulle vostre facce, gli escrementi delle vostre feste solenni, e voi sarete portati via con questi.: 2:4 Allora riconoscerete che io vi ho mandato questo comandamento, affinchè il mio patto con Levi possa continuare', dice l’Eterno degli eserciti.: 2:5 ’Il mio patto con lui era un patto di vita e di pace, che io gli concessi perchè mi temesse. ed egli mi temette e fu terrorizzato davanti al mio nome.: 2:6 La legge di verità era nella sua bocca, e non si trovava alcuna perversità sulle sue labbra. camminava con me nella pace e nella rettitudine e ne ritrasse molti dall’iniquità.: 2:7 Poichè le labbra del sacerdote dovrebbero custodire la conoscenza e dalla sua bocca uno dovrebbe cercare la legge, perchè egli è il messaggero dell’Eterno degli eserciti.: 3:1 ’Ecco, io mando il mio messaggero a proeparare la via davanti a me. E subito il Signore, che voi cercate, entrerà nel suo tempio, l’angelo del patto in cui proendete piacere, ecco, verrà', dice l’Eterno degli eserciti.: 3:2 ’Ma chi potrà sostenere il giorno della sua venuta? Chi potrà rimanere in piedi quando egli apparirà? Egli è come un fuoco d’affinatore, come la soda dei lavandai.: 3:3 Egli siederà come chi affina e purifica l’argento. purificherà i figli di Levi e li affinerà come oro e argento, perchè possano offrire all’Eterno un’oblazione con giustizia.: 3:4 Allora l’offerta di Giuda e di Gerusalemme sarà gradevole all’Eterno, come nei tempi passati, come negli anni di proima.: 3:5 Così mi avvicinerò a voi per il giudizio e sarò un testimone pronto contro gli stregoni, contro gli adulteri, contro quelli che giurano il falso, contro quelli che frodano il salario all’operaio, opproimono la vedova e l’orfano, allontanano lo straniero e non temono me', dice l’Eterno degli eserciti.: 3:6 ’Io sono l’Eterno, non muto. perciò voi, o figli di Giacobbe, non siete consumati.: 3:7 Fin dai giorni dei vostri padri vi siete allontanati dai miei statuti e non li avete osservati. Tornate a me e io tornerò a voi', dice l’Eterno degli eserciti. ’Ma voi dite: ""In che cosa dobbiamo tornare?"".
: Oracolo. Parola del Signore a Israele per mezzo di Malachia.: Vi ho amati, dice il Signore. E voi dite: ""Come ci hai amati?"". Non era forse Esaù fratello di Giacobbe? - oracolo del Signore - Eppure ho amato Giacobbe: e ho odiato Esaù. Ho fatto dei suoi monti un deserto e ho dato la sua eredità agli sciacalli del deserto.: Se Edom dicesse: ""Siamo stati distrutti, ma ci rialzeremo dalle nostre rovine!"", il Signore degli eserciti dichiara: Essi ricostruiranno: ma io demolirò. Saranno chiamati Regione empia e Popolo contro cui il Signore è adirato per sempre.: I vostri occhi lo vedranno e voi direte: ""Grande è il Signore anche al di là dei confini d'Israele"".: Il figlio onora suo padre e il servo rispetta il suo padrone. Se io sono padre, dov'è l'onore che mi spetta? Se sono il padrone, dov'è il timore di me? Dice il Signore degli eserciti a voi, sacerdoti, che disprezzate il mio nome. Voi domandate: ""Come abbiamo disprezzato il tuo nome?"".: Offrite sul mio altare un cibo contaminato e dite: ""Come ti abbiamo contaminato?"". Quando voi dite: ""La tavola del Signore è spregevole"": Ora a voi questo monito, o sacerdoti.: Se non mi ascolterete e non vi prenderete a cuore di dar gloria al mio nome, dice il Signore degli eserciti, manderò su di voi la maledizione e cambierò in maledizione le vostre benedizioni. Anzi le ho già maledette, perchè nessuno tra di voi se la prende a cuore.: Ecco, io spezzerò il vostro braccio e spanderò sulla vostra faccia escrementi, gli escrementi delle vittime immolate nelle vostre solennità, perchè siate spazzati via insieme con essi.: Così saprete che io ho diretto a voi questo monito, perchè c'è anche un'alleanza fra me e Levi, dice il Signore degli eserciti.: La mia alleanza con lui era alleanza di vita e di benessere e io glieli concessi; alleanza di timore ed egli mi temette ed ebbe riverenza del mio nome.: Un insegnamento fedele era sulla sua bocca, nè c'era falsità sulle sue labbra; con pace e rettitudine ha camminato davanti a me e ha trattenuto molti dal male.: Infatti le labbra del sacerdote devono custodire la scienza e dalla sua bocca si ricerca l'istruzione, perchè egli è messaggero del Signore degli eserciti.: Ecco, io manderò un mio messaggero a preparare la via davanti a me e subito entrerà nel suo tempio il Signore, che voi cercate; l'angelo dell'alleanza, che voi sospirate, ecco viene, dice il Signore degli eserciti.: Chi sopporterà il giorno della sua venuta? Chi resisterà al suo apparire? Egli è come il fuoco del fonditore e come la lisciva dei lavandai.: Siederà per fondere e purificare; purificherà i figli di Levi, li affinerà come oro e argento, perchè possano offrire al Signore un'oblazione secondo giustizia.: Allora l'offerta di Giuda e di Gerusalemme sarà gradita al Signore come nei giorni antichi, come negli anni lontani.: Io mi accosterò a voi per il giudizio e sarò un testimone pronto contro gli incantatori, contro gli adùlteri, contro gli spergiuri, contro chi froda il salario all'operaio, contro gli oppressori della vedova e dell'orfano e contro chi fa torto al forestiero. Costoro non mi temono, dice il Signore degli eserciti.: Io sono il Signore, non cambio; voi, figli di Giacobbe, non siete ancora al termine.: Fin dai tempi dei vostri padri vi siete allontanati dai miei precetti, non li avete osservati. Ritornate a me e io tornerò a voi, dice il Signore degli eserciti. Ma voi dite: ""Come dobbiamo tornare?"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia