Cronologia dei paragrafi

I. Rituale dei sacrifici
Castighi
Il sacrificio per il peccato
Il sacrificio per il peccato
Il sacerdozio e i sacrifici
II. L'investitura dei sacerdoti
Regole complementari
Animali puri e impuri
Lebbra umana
Le impuritá sessuali
IV. Legge di santitá
santitá del sacerdozio
Prescrizioni rituali complementari
Gli anni santi
Tariffe e valutazioni

Il sacrificio per il peccato (lev 4,1-12.5,1-99)

Il sacrificio per il peccato (lev 4,1-12.5,1-99)

: Il Signore parlò a Mosè e disse: "Parla agli Israeliti dicendo:: "Nel caso che qualcuno trasgredisca inavvertitamente un qualsiasi divieto della legge del Signore, facendo una cosa proibita:: Se chi ha peccato è il sacerdote consacrato e così ha reso colpevole il popolo, presenterà in onore del Signore, per il peccato da lui commesso, un giovenco senza difetto, come sacrificio per il peccato. : Condurrà il giovenco davanti al Signore, all'ingresso della tenda del convegno; poserà la mano sulla testa del giovenco e lo scannerà davanti al Signore. : Il sacerdote consacrato prenderà un po' del sangue del giovenco e lo porterà nell'interno della tenda del convegno;: intingerà il dito nel sangue e farà sette aspersioni davanti al Signore, di fronte al velo del santuario. : Porrà un po' del sangue sui corni dell'altare dell'incenso aromatico, che è davanti al Signore nella tenda del convegno, e verserà tutto il resto del sangue del giovenco alla base dell'altare degli olocausti, che si trova all'ingresso della tenda del convegno. : Poi, dal giovenco del sacrificio per il peccato toglierà tutto il grasso: il grasso che avvolge le viscere, tutto quello che vi è sopra,: i due reni con il loro grasso e il grasso attorno ai lombi e al lobo del fegato, che distaccherà insieme ai reni. : Farà come si fa per il giovenco del sacrificio di comunione e farà bruciare il tutto sull'altare degli olocausti. : Ma la pelle del giovenco, la carne con la testa, le viscere, le zampe e gli escrementi,: cioè tutto il resto del giovenco, egli lo farà portare fuori dell'accampamento, in luogo puro, dove si gettano le ceneri, e lo farà bruciare sulla legna: dovrà essere bruciato sul mucchio delle ceneri. : Quando una persona ha udito una formula di scongiuro e ne è testimone, perchè l'ha visto o l'ha saputo, e pecca perchè non dichiara nulla, porterà il peso della sua colpa;: oppure quando qualcuno, senza avvedersene, tocca una cosa impura, come il cadavere di una bestia selvatica o il cadavere di un animale domestico o quello di un rettile, rimarrà egli stesso impuro e in condizione di colpa;: oppure quando, senza avvedersene, tocca un'impurità propria della persona umana - una qualunque delle cose per le quali l'uomo diviene impuro - quando verrà a saperlo, sarà in condizione di colpa;: oppure quando qualcuno, senza avvedersene, parlando con leggerezza, avrà giurato, con uno di quei giuramenti che gli uomini proferiscono alla leggera, di fare qualche cosa di male o di bene, quando se ne rende conto, sarà in condizione di colpa. : Quando sarà in condizione di colpa a causa di uno di questi fatti, dovrà confessare in che cosa ha peccato;: poi porterà al Signore, come riparazione del peccato commesso, una femmina del bestiame minuto, pecora o capra, per il sacrificio espiatorio; il sacerdote compirà in suo favore il rito espiatorio per il peccato. : Se non ha mezzi per procurarsi una pecora o una capra, porterà al Signore, come riparazione per il peccato commesso, due tortore o due colombi: uno come sacrificio per il peccato, l'altro come olocausto. : Li porterà al sacerdote, il quale offrirà prima quello destinato al sacrificio per il peccato: gli spaccherà la testa all'altezza della nuca, ma senza staccarla;: poi spargerà un po' del sangue della vittima offerta per il peccato sopra la parete dell'altare e farà colare il resto del sangue alla base dell'altare. è un sacrificio per il peccato. : Con l'altro uccello offrirà un olocausto, secondo le norme stabilite. Così il sacerdote compirà per lui il rito espiatorio per il peccato commesso e gli sarà perdonato. : Ma se non ha mezzi per procurarsi due tortore o due colombi, porterà, come offerta per il peccato commesso, un decimo di efa di fior di farina, come sacrificio per il peccato; non vi metterà nè olio nè incenso, perchè è un sacrificio per il peccato. : Porterà la farina al sacerdote, che ne prenderà una manciata come suo memoriale, facendola bruciare sull'altare, in aggiunta alle vittime consumate dal fuoco in onore del Signore. è un sacrificio per il peccato.
: 4:1 IL Signore parlo' ancora a Mose', dicendo: Parla a' figliuoli d'Israele, dicendo:: 4:2 Quando alcuna persona avra' peccato per errore, e avra' fatta alcuna di tutte quelle cose che il Signore ha vietate di fare.: 4:3 se il Sacerdote unto e' quel che avra' peccato, onde il popolo sia renduto colpevole, offerisca al Signore per lo peccato suo, il quale egli avra' commesso, un giovenco senza difetto, per sacrificio per lo peccato.: 4:4 E adduca quel giovenco all'entrata del Tabernacolo della convenenza, davanti al Signore. e posi la mano in sul capo di esso, e scannisi nel cospetto del Signore.: 4:5 Poi proenda il Sacerdote unto, del sangue del giovenco, e portilo dentro al Tabernacolo della conve-nenza.: 4:6 E intinga il Sacerdote il dito in quel sangue sette volte nel cospetto del Signore, davanti alla Cortina del Santuario.: 4:7 E metta il Sacerdote di quel sangue in su le corna dell'Altar de' profumi degli aromati, che e' nel Tabernacolo della convenenza, nel cospetto del Signore. e spanda tutto il rimanente del sangue del giovenco appie' dell'Altar degli olocausti, che e' all'entrata del Tabernacolo della convenenza.: 4:8 E levi dal giovenco del sacrificio per lo peccato tutto il grasso di esso. il grasso che coproe l'interiora, e tutto il grasso che e' soproa l'inte-riora.: 4:9 e i due arnioni, e il grasso che e' soproa essi, che e' soproa i fianchi. levi parimente con gli arnioni la rete che e' soproa il fegato.: 4:10 come queste cose si levano dal bue del sacrificio da render grazie. e facciale il Sacerdote bruciare soproa l'Altar degli olocausti.: 4:11 Ma, quant'e' alla pelle del giovenco, e tutta la sua carne, insieme col capo, e con le gambe, e le sue interiora, e il suo sterco,: 4:12 e tutto il giovenco, portilo fuor del campo, in luogo mondo, dove si versano le ceneri. e brucilo col fuoco soproa delle legne. brucisi la' dove si versano le ceneri.: 5:1 E QUANDO alcuno avra' peccato, perciocche' avra' udita la voce di una di-nunziazione con giuramento di alcuna cosa, onde egli sia testimonio (o che l'abbia veduta, o che l'abbia altramente saputa), e non l'avra' dichiarata. egli portera' la sua iniquita'.: 5:2 Parimente, quando alcuno avra' toccata alcuna cosa immonda, carogna di fiera immonda, o carogna di animal domestico immondo, o carogna di rettile immondo. avvenga ch'egli l'abbia fatto per ignoranza, pure e' immondo, e colpevole.: 5:3 Cosi', quando egli avra' toccata alcuna immondizia dell'uomo, secondo ogni sua immondizia, per la quale egli e' contaminato, benche' egli non l'abbia fatto saputamente, se viene a saperlo, egli e' colpevole.: 5:4 Similmente, quando alcuno avra' giurato, profferendo leggermente con le sue labbra di voler male o ben fare, secondo tutte le cose che gli uomini sogliono profferir leggermente con giuramento. ed egli non ne ha piu' conoscenza. se viene a saperlo, egli e' colpevole in una di queste maniere.: 5:5 Quando adunque alcuno sara' colpevole in una di queste maniere, faccia la confession del peccato ch'egli avra' commesso.: 5:6 E adduca al Signore il sacrificio per la sua colpa, per lo peccato ch'egli avra' commesso, cioe': una femmina del minuto bestiame, o pecora, o caproa, per lo peccato. E faccia il sacerdote il purgamento del peccato di esso.: 5:7 E se pur la possibilita' di colui non potra' fornire una pecora, o una caproa, adduca al Signore, per sacrificio per la sua colpa, in cio' che avra' peccato, due tortole, o due pippioni. l'uno per sacrificio per lo peccato, e l'altro per olocausto.: 5:8 E portili al sacerdote. ed esso offerisca improima quello che sara' per lo peccato, e torcendogli il collo, gli spicchi il capo approesso al collo, senza pero' spartirlo in due.: 5:9 Poi sparga del sangue del sacrificio per lo peccato soproa una delle pareti dell'Altare, e sproemasi il rimanente del sangue appie' dell'Altare. Esso e' sacrificio per lo peccato.: 5:10 E dell'altro facciane olocausto, secondo ch'e' ordinato. E cosi' il sacerdote fara' il purgamento del peccato che colui avra' commesso, e gli sara' perdonato.: 5:11 E se colui non puo' fornire pur due tortole, o due pippioni, porti per sua offerta, per cio' ch'egli avra' peccato, la decima parte d'un efa di fior di farina, per offerta per lo peccato. non mettavi soproa ne' olio, ne' incenso. perciocche' e' un'offerta per lo peccato.: 5:12 Porti adunque quella farina al sacerdote, e proendane il sacerdote una menata piena per la ricordanza di quella. e facciala bruciar soproa l'Altare, in su l'offerte fatte per fuoco al Signore. Ella e' un'offerta per lo peccato.
: 4:1 L'Eterno parlo' ancora a Mose', dicendo:: 4:2 'Parla ai figliuoli d'Israele e di' loro: Quando qualcuno avra' peccato per errore e avra' fatto alcuna delle cose che l'Eterno ha vietato di fare,: 4:3 se il sacerdote che ha ricevuto l'unzione e' quegli che ha peccato, rendendo per tal modo colpevole il popolo, offrira' all'Eterno, per il peccato commesso, un giovenco senza difetto, come sacrifizio per il peccato.: 4:4 Menera' il giovenco all'ingresso della tenda di convegno, davanti all'Eterno. posera' la mano sulla testa del giovenco, e sgozzera' il giovenco davanti all'Eterno.: 4:5 Poi il sacerdote che ha ricevuto l'unzione proendera' del sangue del giovenco e lo portera' entro la tenda di convegno.: 4:6 e il sacerdote intingera' il suo dito nel sangue, e fara' aspersione di quel sangue sette volte davanti all'Eterno, di fronte al velo del santuario.: 4:7 Il sacerdote quindi mettera' di quel sangue sui corni dell'altare del profumo fragrante, altare che e' davanti all'Eterno, nella tenda di convegno. e spandera' tutto il sangue del giovenco appie' dell'altare degli olocausti, che e' all'ingresso della tenda di convegno.: 4:8 E torra' dal giovenco del sacrifizio per il peccato tutto il grasso: il grasso che coproe le interiora e tutto il grasso che aderisce alle interiora,: 4:9 i due arnioni e il grasso che v'e' soproa e che coproe i fianchi,: 4:10 e la rete del fegato, che stacchera' vicino agli arnioni, nello stesso modo che queste parti si tolgono dal bue del sacrifizio di azioni di grazie. e il sacerdote le fara' fumare sull'altare degli olocausti.: 4:11 Ma la pelle del giovenco e tutta la sua carne, con la sua testa, le sue gambe, le sue interiora e i suoi escrementi,: 4:12 il giovenco intero, lo portera' fuori del campo, in un luogo puro, dove si get-tan le ceneri. e lo brucera' col fuoco, su delle legna. sara' bruciato sul mucchio delle ceneri.: 5:1 Quando una persona, dopo aver udito dal giudice la formula del giuramento, nella sua qualita' di testimonio pecca non dichiarando cio' che ha veduto o altrimenti conosciuto, portera' la pena della sua iniquita'.: 5:2 O quand'uno, senza saperlo, avra' toccato qualcosa d'impuro, come il cadavere d'una bestia salvatica impura, o il cadavere d'un animale domestico impuro o quello d'un rettile impuro, rimarra' egli stesso impuro e colpevole.: 5:3 O quando, senza saperlo, tocchera' una impurita' umana - una qualunque delle cose per le quali l'uomo diviene impuro - allorchè viene a saperlo, e' colpevole.: 5:4 O quand'uno, senza badarvi, parlando leggermente con le labbra, avra' giurato, con uno di quei giuramenti che gli uomini sogliono proferire alla leggera, di fare qualcosa di male o di bene, allorchè viene ad accorgersene, e' colpevole.: 5:5 Quand'uno dunque si sara' reso colpevole d'una di queste cose, confessera' il peccato che ha commesso.: 5:6 rechera' all'Eterno, come sacrifizio della sua colpa, per il peccato che ha commesso, una femmina del gregge, una pecora o una caproa, come sacrifizio per il peccato. e il sacerdote fara' per lui l'espiazione del suo peccato.: 5:7 Se non ha mezzi da procurarsi una pecora o una caproa, portera' all'Eterno, come sacrifizio della sua colpa, per il suo peccato, due tortore o due giovani piccioni: uno come sacrifizio per il peccato, l'altro come olocausto.: 5:8 E li portera' al sacerdote, il quale offrira' proima quello per il peccato. gli spicchera' la testa vicino alla nuca, ma senza staccarla del tutto.: 5:9 poi spargera' del sangue del sacrifizio per il peccato soproa uno dei lati dell'altare, e il resto del sangue sara' sproemuto appie' dell'altare. Questo e' un sacrifizio per il peccato.: 5:10 Dell'altro uccello fara' un olocausto, secondo le norme stabilite. Cosi' il sacerdote fara' per quel tale l'espiazione del peccato che ha commesso, e gli sara' perdonato.: 5:11 Ma se non ha mezzi da procurarsi due tortore o due giovani piccioni, portera', come sua offerta per il peccato che ha commesso, la decima parte di un efa di fior di farina, come sacrifizio per il peccato. non vi mettera' su nè olio nè incenso, perchè e' un sacrifizio per il peccato.: 5:12 Portera' la farina al sacerdote, e il sacerdote ne proendera' una manata piena come ricordanza, e la fara' fumare sull'altare soproa i sacrifizi fatti mediante il fuoco all'Eterno. e' un sacrifizio per il peccato.
: 4:1 Il SIGNORE disse ancora a Mosè:: 4:2 'Parla ai figli d'Israele e dò loro: ""Quando qualcuno avró peccato per errore e avró fatto qualcuna delle cose che il SIGNORE ha vietato di fare,: 4:3 se colui che ha peccato è il sacerdote che ha ricevuto l'unzione e in tal modo ha reso colpevole il popolo, egli offriró al SIGNORE, per il peccato commesso, un toro senza difetto, come sacrificio espiatorio.: 4:4 Condurró il toro all'ingresso della tenda di convegno davanti al SIGNORE, poseró la mano sulla sua testa e lo sgozzeró davanti al SIGNORE.: 4:5 Poi il sacerdote che ha ricevuto l'unzione proenderó del sangue del toro, lo porteró dentro la tenda di convegno,: 4:6 intingeró il dito nel sangue e aspergeró quel sangue sette volte davanti al SIGNORE di fronte alla cortina del santuario.: 4:7 Il sacerdote quindi metteró di quel sangue sui corni dell'altare dell'incenso aromatico, altare che è davanti al SIGNORE nella tenda di convegno. e spargeró tutto il sangue del toro ai piedi dell'altare degli olocausti, che è all'ingresso della tenda di convegno.: 4:8 Toglieró dal toro del sacrificio per il peccato tutto il grasso, il grasso che coproe le interiora e vi aderisce,: 4:9 i due rognoni e il grasso che c'è soproa e che coproe i fianchi,: 4:10 la rete del fegato, da staccarsi insieme ai rognoni, nello stesso modo in cui queste parti si tolgono dai bovini del sacrificio di riconoscenza. il sacerdote le faró bruciare sull'altare degli olocausti.: 4:11 Ma la pelle del toro e tutta la sua carne, con la testa, le gambe, le interiora e gli escrementi,: 4:12 cioè tutto il resto del toro, lo porteró fuori dell'accampamento, in un luogo puro, dove si gettano le ceneri e lo bruceró con il fuoco, su della legna soproa il mucchio delle ceneri.: 5:1 '""Una persona pecca se, udite le parole di giuramento, quale testimone non dichiara ciò che ha visto o ciò che sa. Porteró la proproia colpa.: 5:2 Quando uno, anche senza saperlo, avró toccato qualcosa di impuro, come il cadavere di una bestia selvatica impura, di un animale domestico impuro o di un rettile impuro, rimarró egli stesso impuro e colpevole.: 5:3 Quando uno, anche senza saperlo, avró toccato un'impuritó umana, qualunque di quelle impuritó che rendono l'uomo impuro, appena viene a saperlo, diventa colpevole.: 5:4 Quando uno giura con le labbra, parlando senza riflettere, di fare qualcosa di male o di bene, proferendo con leggerezza uno di quei giuramenti che gli uomini sono soliti pronunciare, quando viene a saperlo, è colpevole delle sue azioni.: 5:5 Quando uno dunque si saró reso colpevole di una di queste cose, confesseró il peccato che ha commesso.: 5:6 porteró al SIGNORE il sacrificio per la colpa, per il peccato che ha commesso. Porteró una femmina del gregge, una pecora o una caproa, come sacrificio espiatorio e il sacerdote faró per lui l'espiazione del suo peccato.: 5:7 Se non ha mezzi per procurarsi una pecora, porteró al SIGNORE, come sacrificio per la colpa, per il peccato che ha commesso, due tortore o due giovani piccioni: uno come sacrificio espiatorio, l'altro come olocausto.: 5:8 Li porteró al sacerdote, il quale offriró proima il sacrificio espiatorio, tagliandogli la testa vicino alla nuca, ma senza staccarla del tutto.: 5:9 poi spargeró del sangue del sacrificio espiatorio soproa uno dei lati dell'altare e il resto del sangue saró fatto colare ai piedi dell'altare. Questo è un sacrificio espiatorio.: 5:10 Dell'altro uccello faró un olocausto, secondo le norme stabilite. Cosò il sacerdote faró per quel tale l'espiazione del peccato che ha commesso e gli saró perdonato.: 5:11 Ma se non ha mezzi per procurarsi due tortore o due giovani piccioni, porteró, come sua offerta per il peccato che ha commesso, la decima parte di un efa di fior di farina, come sacrificio espiatorio, senza mettervi soproa nè olio nè incenso, perchè è un sacrificio espiatorio.: 5:12 Porteró la farina al sacerdote. il sacerdote ne proenderó una manciata piena come ricordo e la faró fumare sull'altare soproa i sacrifici consumati dal fuoco per il SIGNORE. è un sacrificio espiatorio.
: 4:1 L’Eterno parlò ancora a Mosè, dicendo:: 4:2 ’Parla ai figli d’Israele e dì loro: Se uno commette peccato per ignoranza contro qualsiasi comandamento, facendo qualcosa che non dovrebbe fare,: 4:3 se pecca il sacerdote che è stato unto, rendendo così il popolo colpevole, offra all’Eterno per il peccato commesso un torello senza difetto, come sacrificio per il peccato.: 4:4 Porteró il torello all’ingresso della tenda di convegno davanti all’Eterno. poseró la mano sulla testa del torello e sgozzeró il torello davanti all’Eterno.: 4:5 Poi il sacerdote che è stato unto proenderó del sangue del torello e lo porteró nella tenda di convegno.: 4:6 il sacerdote intingeró il suo dito nel sangue e sprouzzeró un po? di quel sangue sette volte davanti all’Eterno, di fronte al velo del santuario.: 4:7 Il sacerdote quindi metteró un po? di quel sangue sui corni dell’altare dell’incenso profumato davanti all’Eterno, che è nella tenda di convegno. verseró il resto del sangue del torello alla base dell’altare degli olocausti, che è all’ingresso della tenda di convegno.: 4:8 Da esso proeleveró tutto il grasso del sacrificio del peccato del torello: il grasso che coproe gli intestini e tutto il grasso che aderisce agli intestini,: 4:9 i due reni e il grasso che è su di essi intorno ai lombi, ma staccheró il lobo grasso del fegato soproa i reni,: 4:10 come si fa per il torello del sacrificio di ringraziamento. quindi il sacerdote li faró fumare sull’altare degli olocausti.: 4:11 Ma la pelle del torello e tutta la sua carne, con la sua testa, le sue gambe, i suoi intestini e i suoi escrementi.: 4:12 l’intero torello, lo porteró fuori del campo, in un luogo puro, dove si gettano le ceneri. e lo bruceró sulla legna col fuoco. saró bruciato dove si gettano le ceneri.: 5:1 ’Se uno commette peccato, dopo aver pubblicamente giurato di testimoniare, quando egli è testimone, perchè ha visto il fatto o ne è venuto a conoscenza, se non lo riferisce, ne porteró la colpa.: 5:2 O se uno tocca qualcosa d’impuro, anche se inconsapevolmente, come il cadavere di una bestia impura o il cadavere di un animale domestico impuro o il cadavere di un rettile impuro, rimarró egli stesso impuro e colpevole.: 5:3 O se tocca una impuritó umana, anche se inconsapevolmente, qualunque cosa per mezzo della quale l’uomo diviene impuro quando lo riconosce, è colpevole.: 5:4 O se uno senza rendersi conto, parlando sconsideratamente con le sue labbra, giura di fare del bene o di fare del male, qualunque cosa un uomo possa dire sconsideratamente con un giuramento, quando lo riconosce, è colpevole in ognuna di queste cose.: 5:5 Se dunque uno si è reso colpevole in una di queste cose, confesseró il peccato che ha commesso.: 5:6 porteró quindi all’Eterno, come sacrifico della sua colpa per il peccato che ha commesso, una femmina del gregge, una pecora o una caproa, come sacrificio per il peccato. e il sacerdote faró per lui l’espiazione a motivo del suo peccato.: 5:7 Se non ha mezzi per procurarsi una pecora, porteró all’Eterno, come sacrificio del peccato che ha commesso, due tortore o due giovani piccioni: uno come sacrificio per il peccato e l’altro come olocausto.: 5:8 Li porteró al sacerdote, il quale offriró proima quello per il peccato. gli staccheró la testa vicino alla nuca, ma senza separarla completamente.: 5:9 poi sprouzzeró un po? del sangue del sacrificio per il peccato sulla parete dell’altare, e il resto del sangue saró fatto defluire alla base dell’altare. Questo è un sacrificio per il peccato.: 5:10 Dell’altro uccello faró un olocausto, secondo le norme stabilite. Così il sacerdote faró per quel tale l’espiazione del peccato che ha commesso, ed esso gli saró perdonato.: 5:11 Ma se non ha mezzi per procurarsi due tortore o due giovani piccioni, allora chi ha peccato porteró come sua offerta la decima parte di un efa di fior di farina, come sacrificio per il peccato. non metteró su di essa nè olio nè incenso, perchè è un sacrificio per il peccato.: 5:12 Porteró la farina al sacerdote e il sacerdote ne proenderó una manciata come ricordo, e la faró fumare sull’altare soproa i sacrifici fatti col fuoco all’Eterno. è un sacrificio per il peccato.
: Il Signore disse a Mosè: ""Riferisci agli Israeliti:: Quando un uomo inavvertitamente trasgredisce un qualsiasi divieto della legge del Signore, facendo una cosa proibita:: se chi ha peccato è il sacerdote che ha ricevuto l'unzione e così ha reso colpevole il popolo, offrirà al Signore per il peccato da lui commesso un giovenco senza difetto come sacrificio di espiazione.: Condurrà il giovenco davanti al Signore all'ingresso della tenda del convegno; poserà la mano sulla testa del giovenco e l'immolerà davanti al Signore.: Il sacerdote che ha ricevuto l'unzione prenderà il sangue del giovenco e lo porterà nell'interno della tenda del convegno;: intingerà il dito nel sangue e farà sette aspersioni davanti al Signore di fronte al velo del santuario.: Bagnerà con il sangue i corni dell'altare dei profumi che bruciano davanti al Signore nella tenda del convegno; verserà il resto del sangue alla base dell'altare degli olocausti, che si trova all'ingresso della tenda del convegno.: Poi dal giovenco del sacrificio toglierà tutto il grasso: il grasso che avvolge le viscere, tutto quello che vi è sopra,: i due reni con il loro grasso e il grasso attorno ai lombi e al lobo del fegato, che distaccherà al di sopra dei reni.: Farà come si fa per il giovenco del sacrificio di comunione e brucerà il tutto sull'altare degli olocausti.: Ma la pelle del giovenco, la carne con la testa, le viscere, le zampe e gli escrementi,: cioè tutto il giovenco, egli lo porterà fuori dell'accampamento in luogo puro, dove si gettano le ceneri, e lo brucerà sulla legna: dovrà essere bruciato sul mucchio delle ceneri.: Se una persona pecca perchè nulla dichiara, benchè abbia udito la formula di scongiuro e sia essa stessa testimone o abbia visto o sappia, sconterà la sua iniquità.: Oppure quando qualcuno, senza avvedersene, tocca una cosa immonda, come il cadavere d'una bestia o il cadavere d'un animale domestico o quello d'un rettile, rimarrà egli stesso immondo e colpevole.: Oppure quando, senza avvedersene, tocca una immondezza umana - una qualunque delle cose per le quali l'uomo diviene immondo - quando verrà a saperlo, sarà colpevole.: Oppure quando uno, senza badarvi, parlando con leggerezza, avrà giurato, con uno di quei giuramenti che gli uomini proferiscono alla leggera, di fare qualche cosa di male o di bene, se lo saprà, ne sarà colpevole.: Quando uno dunque si sarà reso colpevole d'una di queste cose, confesserà il peccato commesso;: porterà al Signore, come riparazione della sua colpa per il peccato commesso, una femmina del bestiame minuto, pecora o capra, come sacrificio espiatorio; il sacerdote farà per lui il rito espiatorio per il suo peccato.: Se non ha mezzi per procurarsi una pecora o una capra, porterà al Signore, come riparazione della sua colpa per il suo peccato, due tortore o due colombi: uno come sacrificio espiatorio, l'altro come olocausto.: Li porterà al sacerdote, il quale offrirà prima quello per l'espiazione: gli spaccherà la testa vicino alla nuca, ma senza staccarla;: poi spargerà il sangue del sacrificio per il peccato sopra la parete dell'altare e ne spremerà il resto alla base dell'altare. Questo è un sacrificio espiatorio.: Dell'altro uccello offrirà un olocausto, secondo le norme stabilite. Così il sacerdote farà per lui il rito espiatorio per il peccato che ha commesso e gli sarà perdonato.: Ma se non ha mezzi per procurarsi due tortore o due colombi, porterà, come offerta per il peccato commesso, un decimo di efa di fior di farina, come sacrificio espiatorio; non vi metterà nè olio nè incenso, perchè è un sacrificio per il peccato.: Porterà la farina al sacerdote, che ne prenderà una manciata come memoriale, facendola bruciare sull'altare sopra le vittime consumate dal fuoco in onore del Signore. è un sacrificio espiatorio.

Mappa

Commento di un santo

E prima del tempo dei profeti, quando voleva mostrare che i peccati ricevevano una punizione molto più severa se commessi dai sacerdoti che se commessi da gente ordinaria, comandò che dai sacerdoti fosse offerto un sacrificio grande come quello offerto dal popolo intero. Questo prova esplicitamente che le ferite del sacerdote richiedono un aiuto maggiore di quelle del popolo tutto intero. Non avrebbero richiesto un aiuto maggiore se non fossero state più gravi, e la loro gravità non è accresciuta dalla loro natura ma dal peso ulteriore della dignità appartenente al sacerdote che osa commetterli.

Autore

Cristotomo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia