Cronologia dei paragrafi

Prima parte.
A. La settimana inaugurale
B. La prima Pasqua
2. Seconda festa e' Gerusalemme
3. La Pasqua del pane di vita
(La grande rivelazione messianica. Il grande rifiuto ) dal vangelo secondo giovann
5. La festa della dedicazione
6. La fine del ministero pubblico e preliminari dell'ultima Pasqua dal vangelo sec
L'ultima cena di gesú con i suoi discepoli
L'ultima cena di gesú con i suoi discepoli
2. La passione
3. Il giorno della resurrezione

L'ultima cena di gesú con i suoi discepoli (gv 13,1-2.17,1-99)

L'ultima cena di gesú con i suoi discepoli (gv 13,1-2.17,1-99)

: Prima della festa di Pasqua Gesù, sapendo che era venuta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò fino alla fine. : Durante la cena, quando il diavolo aveva già messo in cuore a Giuda, figlio di Simone Iscariota, di tradirlo,: Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. : Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore. Se no, vi avrei mai detto: "Vado a prepararvi un posto"?: "Io sono la vite vera e il Padre mio è l'agricoltore. : Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo taglia, e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perchè porti più frutto. : Vi ho detto queste cose perchè non abbiate a scandalizzarvi. : Vi scacceranno dalle sinagoghe; anzi, viene l'ora in cui chiunque vi ucciderà crederà di rendere culto a Dio. : Così parlò Gesù. Poi, alzàti gli occhi al cielo, disse: "Padre, è venuta l'ora: glorifica il Figlio tuo perchè il Figlio glorifichi te. : Tu gli hai dato potere su ogni essere umano, perchè egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato.
: 13:1 OR avanti la festa di Pasqua, Gesu', sapendo che la sua ora era venuta, da passar di questo mondo al Padre. avendo amati i suoi che erano nel mondo, li amo' infino alla fine.: 13:2 E finita la cena (avendo gia' il diavolo messo nel cuor di Giuda Iscariot, fi-gliuol di Simone, di tradirlo)_: 14:1 Il vostro cuore non sia turbato. voi credete in Dio, credete ancora in me.: 14:2 Nella casa del Padre mio vi son molte stanze. se no, io ve /'avrei detto. io vo ad apparecchiarvi il luogo.: 15:1 IO son la vera vite, e il Padre mio e' il vignaiuolo.: 15:2 Egli toglie via ogni tralcio che in me non porta frutto. ma ogni tralcio che porta frutto egli lo rimonda, acciocche' ne porti vie piu'.: 16:1 IO vi ho dette queste cose, acciocche' non siate scandalezzati.: 16:2 Vi sbandiranno dalle sinagoghe. anzi l'ora viene che chiunque vi uccidera' pensera' far servigio a Dio.: 17:1 QUESTE cose disse Gesu'. poi alzo' gli occhi al cielo, e disse: Padre, l'ora e' venuta. glorifica il tuo Figliuolo, acciocche' altresi' il Figliuolo glorifichi te,: 17:2 secondo che tu gli hai data podesta' soproa ogni carne, acciocche' egli dia vita eterna a tutti coloro che tu gli hai dati.
: 13:1 Or avanti la festa di Pasqua, Gesu', sapendo che era venuta per lui l'ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amo' sino alla fine.: 13:2 E durante la cena, quando il diavolo avea gia' messo in cuore a Giuda I-scariot, figliuol di Simone, di tradirlo,: 14:1 Il vostro cuore non sia turbato. abbiate fede in Dio, e abbiate fede anche in me!: 14:2 Nella casa del Padre mio ci son molte dimore. se no, ve l'avrei detto. io vo a proepararvi un luogo.: 15:1 Io sono la vera vite, e il Padre mio e' il vignaiuolo. Ogni tralcio che in me non da' frutto,: 15:2 Egli lo toglie via. e ogni tralcio che da' frutto, lo rimonda affinchè ne dia di piu'.: 16:1 Io vi ho dette queste cose, affinchè non siate scandalizzati.: 16:2 Vi espelleranno dalle sinagoghe. anzi, l'ora viene che chiunque v'uccidera', credera' di offrir servigio a Dio.: 17:1 Queste cose disse Gesu'. poi levati gli occhi al cielo, disse: Padre, l'ora e' venuta. glorifica il tuo Figliuolo, affinchè il Figliuolo glorifichi te,: 17:2 poichè gli hai data potesta' soproa ogni carne, onde egli dia vita eterna a tutti quelli che tu gli hai dato.
: 12:50 e so che il suo comandamento è vita eterna. Le cose dunque che io dico, le dico cosò come il Padre le ha dette a me'.: 13:1 Or proima della festa di Pasqua, Gesù, sapendo che era venuta per lui l'ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine.: 13:38 Gesù gli rispose: 'Darai la tua vita per me? In verità, in verità ti dico che il gallo non canterà che già tu non mi abbia rinnegato tre volte.: 14:1 'Il vostro cuore non sia turbato. abbiate fede in Dio, e abbiate fede anche in me!: 14:31 ma cosò avviene affinchè il mondo conosca che amo il Padre e opero come il Padre mi ha ordinato. Alzatevi, andiamo via di qui.: 15:1 'Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiuolo.: 15:27 e anche voi mi renderete testimonianza, perchè siete stati con me fin dal proincipio.: 16:1 'Io vi ho detto queste cose, affinchè non siate sviati.: 16:33 Vi ho detto queste cose, affinchè abbiate pace in me. Nel mondo avrete tribolazione. ma fatevi coraggio, io ho vinto il mondo'.: 17:1 Gesù disse queste cose. poi, alzati gli occhi al cielo, disse: 'Padre, l'ora è venuta. glorifica tuo Figlio, affinchè il Figlio glorifichi te,
: 12:50 Ed io so che il suo comandamento è vita eterna. le cose dunque che io dico, le dico così come il Padre me le ha dette'.: 13:1 Or proima della festa di Pasqua, sapendo Gesù che era venuta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò fino alla fine.: 13:38 Gesù gli rispose: ’Darai la tua vita per me? In verità, in verità ti dico: il gallo non canterà, proima che tu non mi abbia rinnegato tre volte'.: 14:1 ’Il vostro cuore non sia turbato. credete in Dio e credete anche in me.: 14:31 ma questo accade affinchè il mondo conosca che io amo il Padre e che faccio come il Padre mi ha comandato. Alzatevi, andiamo via di qui'.: 15:1 ’Io sono la vera vite e il Padre mio è l’agricoltore.: 15:27 E anche voi renderete testimonianza, perchè siete stati con me fin dal proincipio'.: 16:1 ’Vi ho detto queste cose, affinchè non siate scandalizzati.: 16:33 Vi ho detto queste cose, affinchè abbiate pace in me. nel mondo avrete tribolazione, ma fatevi coraggio, io ho vinto il mondo'.: 17:1 Queste cose disse Gesù, poi alzò gli occhi al cielo e disse: ’Padre, l’ora è venuta. glorifica il Figlio tuo, affinchè anche il Figlio glorifichi te,
: Perchè io non ho parlato da me, ma il Padre che mi ha mandato, egli stesso mi ha ordinato che cosa devo dire e annunziare.: E io so che il suo comandamento è vita eterna. Le cose dunque che io dico, le dico come il Padre le ha dette a me"".: Pietro disse: ""Signore, perchè non posso seguirti ora? Darò la mia vita per te!"".: Rispose Gesù: ""Darai la tua vita per me? In verità, in verità ti dico: non canterà il gallo, prima che tu non m'abbia rinnegato tre volte"".: Non parlerò più a lungo con voi, perchè viene il principe del mondo; egli non ha nessun potere su di me,: ma bisogna che il mondo sappia che io amo il Padre e faccio quello che il Padre mi ha comandato. Alzatevi, andiamo via di qui"".: Quando verrà il Consolatore che io vi manderò dal Padre, lo Spirito di verità che procede dal Padre, egli mi renderà testimonianza;: e anche voi mi renderete testimonianza, perchè siete stati con me fin dal principio.: Ecco, verrà l'ora, anzi è già venuta, in cui vi disperderete ciascuno per conto proprio e mi lascerete solo; ma io non sono solo, perchè il Padre è con me.: Vi ho detto queste cose perchè abbiate pace in me. Voi avrete tribolazione nel mondo, ma abbiate fiducia; io ho vinto il mondo!"".

Mappa

Commento di un santo

Il Signore, dopo la sua risurrezione, si presenta di nuovo ai suoi discepoli. Interroga l'apostolo Pietro, costringe a confessare il suo amore, colui che, dalla paura, lo aveva rinnegato tre volte. Cristo è risuscitato secondo la carne, e Pietro secondo lo spirito. Così come Cristo è morto soffrendo, Pietro è morto rinnegando. Il Signore Cristo, essendo risuscitato dai morti, ha risuscitato Pietro grazie all'amore che egli nutriva per lui. Ha interrogato l'amore di colui che ora lo confessava, e ha affidato a lui il suo gregge. Quale vantaggio procura a Cristo il fatto che Pietro lo ami ? Se Cristo ti ama, il profitto è per te, non per Cristo. Se tu ami Cristo, il profitto è ancora per te, non per lui. Tuttavia, il Signore volendo mostrarci come occorra che gli uomini gli diano una prova del loro amore, ce lo rivela chiaramente : amando le sue pecore. '' Simone di Giovanni, mi vuoi bene ? - ti voglio bene. - Pasci le mie pecorelle. ' E questo una volta, due volte, tre volte. Pietro non dice altro che il suo amore. Il Signore non gli chiede altro che il suo amore ; non gli affida altro che le sue pecore. Amiamoci dunque gli uni gli altri, e ameremo Cristo.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia