Cronologia dei paragrafi

Prima parte.
A. La settimana inaugurale
B. La prima Pasqua
B. La prima Pasqua
2. Seconda festa e' Gerusalemme
3. La Pasqua del pane di vita
(La grande rivelazione messianica. Il grande rifiuto ) dal vangelo secondo giovann
5. La festa della dedicazione
6. La fine del ministero pubblico e preliminari dell'ultima Pasqua dal vangelo sec
L'ultima cena di gesú con i suoi discepoli
2. La passione
3. Il giorno della resurrezione

B. La prima Pasqua (gv 2,13-22.4,1-99)

B. La prima Pasqua (gv 2,13-22.4,1-99)

: Si avvicinava intanto la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. : Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe e, là seduti, i cambiamonete. : Allora fece una frusta di cordicelle e scacciò tutti fuori dal tempio, con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò i banchi,: e ai venditori di colombe disse: "Portate via di qui queste cose e non fate della casa del Padre mio un mercato!". : I suoi discepoli si ricordarono che sta scritto: Lo zelo per la tua casa mi divorerà. : Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: "Quale segno ci mostri per fare queste cose?". : Rispose loro Gesù: "Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere". : Gli dissero allora i Giudei: "Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?". : Ma egli parlava del tempio del suo corpo. : Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù. : Nessuno è mai salito al cielo, se non colui che è disceso dal cielo, il Figlio dell'uomo. : E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell'uomo,: perchè chiunque crede in lui abbia la vita eterna. : Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perchè chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. : Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perchè il mondo sia salvato per mezzo di lui. : Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perchè non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio. : E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre che la luce, perchè le loro opere erano malvagie. : Chiunque infatti fa il male, odia la luce, e non viene alla luce perchè le sue opere non vengano riprovate. : Invece chi fa la verità viene verso la luce, perchè appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio". : Dopo queste cose, Gesù andò con i suoi discepoli nella regione della Giudea, e là si tratteneva con loro e battezzava. : Gesù le risponde: "Chiunque beve di quest'acqua avrà di nuovo sete;: ma chi berrà dell'acqua che io gli darò, non avrà più sete in eterno. Anzi, l'acqua che io gli darò diventerà in lui una sorgente d'acqua che zampilla per la vita eterna". : "Signore - gli dice la donna -, dammi quest'acqua, perchè io non abbia più sete e non continui a venire qui ad attingere acqua". : Le dice: "Va' a chiamare tuo marito e ritorna qui". : Gli risponde la donna: "Io non ho marito". Le dice Gesù: "Hai detto bene: "Io non ho marito". : Infatti hai avuto cinque mariti e quello che hai ora non è tuo marito; in questo hai detto il vero". : Gli replica la donna: "Signore, vedo che tu sei un profeta!: I nostri padri hanno adorato su questo monte; voi invece dite che è a Gerusalemme il luogo in cui bisogna adorare". : Gesù le dice: "Credimi, donna, viene l'ora in cui nè su questo monte nè a Gerusalemme adorerete il Padre. : Voi adorate ciò che non conoscete, noi adoriamo ciò che conosciamo, perchè la salvezza viene dai Giudei.
: 2:13 OR la pasqua de' Giudei era vicina. e Gesu' sali' in Gerusalemme.: 2:14 E trovo' nel tempio coloro che vendevano buoi, e pecore, e colombi. e i cambiatori che sedevano.: 2:15 Ed egli, fatta una sferza di cordicelle, li caccio' tutti fuor del tempio, insieme co' buoi, e le pecore. e sparse la moneta de' cambiatori, e riverso' le tavole.: 2:16 Ed a coloro che vendevano i colombi disse: Togliete di qui queste cose. non fate della casa del Padre mio una casa di mercato.: 2:17 E i suoi discepoli si ricordarono ch'egli e' scritto : Lo zelo della tua casa mi ha roso.: 2:18 Percio' i Giudei gli fe-cer motto, e dissero: Che segno ci mostri, che tu fai coteste cose?: 2:19 Gesu' rispose, e disse loro: Disfate questo tempio, e in tre giorni io lo ridirizzero'.: 2:20 Laonde i Giudei dissero: Questo tempio e' stato edificato in quarantasei anni, e tu lo ridirizzeresti in tre giorni?: 2:21 Ma egli diceva del tempio del suo corpo.: 2:22 Quando egli adunque fu risuscitato da' morti, i suoi discepoli si ricordarono ch'egli avea lor detto questo. e credettero alla scrittura, ed alle parole che Gesu' avea dette.: 3:13 Or niuno e' salito in cielo, se non colui ch'e' disceso dal cielo, cioe' il Fi-gliuol dell'uomo, ch'e' nel cielo.: 3:14 E come Mose' alzo' il serpente nel deserto, cosi' conviene che il Figliuol dell'uomo sia innalzato.: 3:15 acciocche' chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.: 3:16 Perciocche' Iddio ha tanto amato il mondo, ch'egli ha dato il suo unigenito Figliuolo, acciocche' chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.: 3:17 Poiche' Iddio non ha mandato il suo Figliuolo nel mondo, acciocche' condanni il mondo, anzi, acciocche' il mondo sia salvato per mezzo di lui.: 3:18 Chi crede in lui non sara' condannato, ma chi non crede gia' e' condannato, perciocche' non ha creduto nel nome dell'unigenito Fi-gliuol di Dio.: 3:19 Or questa e' la condannazione: che la luce e' venuta nel mondo, e gli uomini hanno amate le tenebre piu' che la luce, perciocche' le loro opere erano malvage.: 3:20 Poiche' chiunque fa cose malvage odia la luce, e non viene alla luce, accioc-che' le sue opere non sieno palesate.: 3:21 Ma colui che fa opere di verita' viene alla luce, ac-ciocche' le opere sue sieno manifestate, perciocche' son fatte in Dio.: 3:22 DOPO queste cose, Gesu', co' suoi discepoli, venne nel paese della Giudea, e dimoro' quivi con loro, e battezzava.: 4:13 Gesu' rispose, e le disse: Chiunque beve di quest'acqua, avra' ancor sete.: 4:14 ma, chi berra' dell'acqua ch'io gli daro', non avra' giammai in eterno sete. anzi, l'acqua ch'io gli daro' diverra' in lui una fonte d'acqua saliente in vita eterna.: 4:15 La donna gli disse: Signore, dammi cotest'acqua, acciocche' io non abbia piu' sete, e non venga piu' qua ad attingerne.: 4:16 Gesu' le disse: Va', chiama il tuo marito, e vieni qua.: 4:17 La donna rispose, e gli disse: Io non ho marito. Gesu' le disse: Bene hai detto: Non ho marito.: 4:18 Perciocche' tu hai avuti cinque mariti, e quello che tu hai ora non e' tuo marito. questo hai tu detto con verita'.: 4:19 La donna gli disse: Signore, io veggo che tu sei profeta.: 4:20 I nostri padri hanno adorato in questo monte. e voi dite che in Gerusalemme e' il luogo ove conviene adorare.: 4:21 Gesu' le disse: Donna, credimi che l'ora viene, che voi non adorerete il Padre ne' in questo monte, ne' in Gerusalemme.: 4:22 Voi adorate cio' che non conoscete. noi adoriamo cio' che noi conosciamo. poiche' la salute e' dalla parte de' Giudei.
: 2:13 Or la Pasqua de' Giudei era vicina, e Gesu' sali' a Gerusalemme.: 2:14 E trovo' nel tempio quelli che vendevano buoi e pecore e colombi, e i cambiamonete seduti.: 2:15 E fatta una sferza di cordicelle, scaccio' tutti fuori del tempio, pecore e buoi. e sparpaglio' il danaro dei cambiamonete, e rovescio' le tavole.: 2:16 e a quelli che vendea-no i colombi, disse: Portate via di qui queste cose. non fate della casa del Padre mio una casa di mercato.: 2:17 E i suoi discepoli si ricordarono che sta scritto: Lo zelo della tua casa mi consuma.: 2:18 I Giudei allora proesero a dirgli: Qual segno ci mostri tu che fai queste cose?: 2:19 Gesu' rispose loro: Disfate questo tempio, e in tre giorni lo faro' risorgere.: 2:20 Allora i Giudei dissero: Quarantasei anni e' durata la fabbrica di questo tempio e tu lo faresti risorgere in tre giorni?: 2:21 Ma egli parlava del tempio del suo corpo.: 2:22 Quando dunque fu risorto da' morti, i suoi discepoli si ricordarono ch'egli avea detto questo. e credettero alla Scrittura e alla parola che Gesu' avea detta.: 3:13 E nessuno e' salito in cielo, se non colui che e' disceso dal cielo: il Figliuol dell'uomo che e' nel cielo.: 3:14 E come Mose' innalzo' il serpente nel deserto, cosi' bisogna che il Figliuol dell'uomo sia innalzato,: 3:15 affinchè chiunque crede in lui abbia vita eterna.: 3:16 Poichè Iddio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figliuolo, affinchè chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.: 3:17 Infatti Iddio non ha mandato il suo Figliuolo nel mondo per giudicare il mondo, ma perchè il mondo sia salvato per mezzo di lui.: 3:18 Chi crede in lui non e' giudicato. chi non crede e' gia' giudicato, perchè non ha creduto nel nome dell'unigenito Figliuol di Dio.: 3:19 E il giudizio e' questo: che la luce e' venuta nel mondo, e gli uomini hanno amato le tenebre piu' che la luce, perchè le loro opere erano malvage.: 3:20 Poichè chiunque fa cose malvage odia la luce e non viene alla luce, perchè le sue opere non siano riprovate.: 3:21 ma chi mette in proatica la verita' viene alla luce, affinchè le opere sue siano manifestate, perchè son fatte in Dio.: 3:22 Dopo queste cose, Gesu' venne co' suoi discepoli nelle campagne della Giudea. quivi si trattenne con loro, e battezzava.: 4:13 Gesu' rispose e le disse: Chiunque beve di quest'acqua avra' sete di nuovo.: 4:14 ma chi beve dell'acqua che io gli daro', non avra' mai piu' sete. anzi, l'acqua che io gli daro', diventera' in lui una fonte d'acqua che scaturisce in vita eterna.: 4:15 La donna gli disse: Signore, dammi di co-test'acqua, affinchè io non abbia piu' sete, e non venga piu' sin qua ad attingerne.: 4:16 Gesu' le disse: Va' a chiamar tuo marito e vieni qua.: 4:17 La donna gli rispose: Non ho marito. E Gesu': Hai detto bene: Non ho marito.: 4:18 perchè hai avuto cinque mariti. e quello che hai ora, non e' tuo marito. in questo hai detto il vero.: 4:19 La donna gli disse: Signore, io vedo che tu sei un profeta.: 4:20 I nostri padri hanno adorato su questo monte, e voi dite che a Gerusalemme e' il luogo dove bisogna adorare.: 4:21 Gesu' le disse: Donna, credimi. l'ora viene che nè su questo monte nè a Gerusalemme adorerete il Padre.: 4:22 Voi adorate quel che non conoscete. noi adoriamo quel che conosciamo, perchè la salvazione vien da' Giudei.
: 2:12 Dopo questo, scese a Capernaum egli con sua madre, con i suoi fratelli e i suoi discepoli, e rimasero là alcuni giorni.: 2:13 La Pasqua dei Giudei era vicina e Gesù salò a Gerusalemme.: 2:14 Trovò nel tempio quelli che vendevano buoi, pecore, colombi, e i cambiavalute seduti.: 2:15 Fatta una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori dal tempio, pecore e buoi. sparpagliò il denaro dei cambiavalute, rovesciò le tavole,: 2:16 e a quelli che vendevano i colombi disse: 'Portate via di qui queste cose. smettete di fare della casa del Padre mio una casa di mercato'.: 2:17 E i suoi discepoli si ricordarono che sta scritto: Lo zelo per la tua casa mi consuma.: 2:18 I Giudei allora proesero a dirgli: 'Quale segno miracoloso ci mostri per fare queste cose?'.: 2:19 Gesù rispose loro: 'Distruggete questo tempio, e in tre giorni lo farò risorgere!'.: 2:20 Allora i Giudei dissero: 'Quarantasei anni è durata la costruzione di questo tempio e tu lo faresti risorgere in tre giorni?'.: 2:21 Ma egli parlava del tempio del suo corpo.: 3:12 Se vi ho parlato delle cose terrene e non credete, come crederete se vi parlerò delle cose celesti?: 3:13 Nessuno è salito in cielo, se non colui che è disceso dal cielo: il Figlio dell'uomo che è nel cielo.: 3:14 'E, come Mosè innalzò il serpente nel deserto, cosò bisogna che il Figlio dell'uomo sia innalzato,: 3:15 affinchè chiunque crede in lui abbia vita eterna.: 3:16 Perchè Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinchè chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.: 3:17 Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perchè il mondo sia salvato per mezzo di lui.: 3:18 Chi crede in lui non è giudicato. chi non crede è già giudicato, perchè non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio.: 3:19 Il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo e gli uomini hanno proeferito le tenebre alla luce, perchè le loro opere erano malvage.: 3:20 Perchè chiunque fa cose malvage odia la luce e non viene alla luce, affinchè le sue opere non siano scoperte.: 3:21 ma chi mette in proatica la verità viene alla luce, affinchè le sue opere siano manifestate, perchè sono fatte in Dio'.: 4:12 Sei tu più grande di Giacobbe, nostro padre, che ci diede questo pozzo e ne bevve egli stesso con i suoi figli e il suo bestiame?'.: 4:13 Gesù le rispose: 'Chiunque beve di quest'acqua avrà sete di nuovo.: 4:14 ma chi beve dell'acqua che io gli darò, non avrà mai più sete. anzi, l'acqua che io gli darò diventerà in lui una fonte d'acqua che scaturisce in vita eterna'.: 4:15 La donna gli disse: 'Signore, dammi di quest'acqua, affinchè io non abbia più sete e non venga più fin qui ad attingere'.: 4:16 Gesù le disse: 'Và a chiamar tuo marito e vieni qua'.: 4:17 La donna gli rispose: 'Non ho marito'. E Gesù: 'Hai detto bene: ""Non ho marito"".: 4:18 perchè hai avuto cinque mariti. e quello che hai ora, non è tuo marito. in questo hai detto la verità'.: 4:19 La donna gli disse: 'Signore, vedo che tu sei un profeta.: 4:20 I nostri padri hanno adorato su questo monte, ma voi dite che a Gerusalemme è il luogo dove bisogna adorare'.: 4:21 Gesù le disse: 'Donna, credimi. l'ora viene che nè su questo monte nè a Gerusalemme adorerete il Padre.
: 2:12 Dopo questo, egli discese a Capernaum con sua madre, i suoi fratelli e i suoi discepoli. ed essi rimasero lì pochi giorni.: 2:13 Or la Pasqua dei Giudei era vicina, e Gesù salì a Gerusalemme.: 2:14 E trovò nel tempio venditori di buoi, di pecore, di colombi, e i cambiamonete seduti.: 2:15 fatta quindi una frusta di cordicelle, li scacciò tutti fuori del tempio insieme con i buoi e le pecore, e sparpagliò il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò le tavole,: 2:16 e ai venditori di colombi disse: ’Portate via da qui queste cose. non fate della casa del Padre mio una casa di mercato'.: 2:17 Così i suoi discepoli si ricordarono che stava scritto: ’Lo zelo della tua casa mi ha divorato'.: 2:18 Allora i Giudei risposero e gli dissero: ’Quale segno ci mostri per fare queste cose?'.: 2:19 Gesù rispose e disse loro: ’Distruggete questo tempio e in tre giorni io lo ricostruirò'.: 2:20 Allora i Giudei dissero: ’Ci son voluti quarantasei anni per edificare questo tempio, e tu lo ricostruiresti in tre giorni?'.: 2:21 Ma egli parlava del tempio del suo corpo.: 3:12 Se vi ho parlato di cose terrene e non credete, come crederete se vi parlo di cose celesti?: 3:13 Or nessuno è salito in cielo, se non colui che è disceso dal cielo, cioè il Figlio dell’uomo che è nel cielo.: 3:14 E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che il Figlio dell’uomo sia innalzato,: 3:15 affinchè chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.: 3:16 Poichè Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinchè chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.: 3:17 Dio infatti non ha mandato il proproio Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma affinchè il mondo sia salvato per mezzo di lui.: 3:18 Chi crede in lui non è condannato, ma chi non crede è già condannato, perchè non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio.: 3:19 Ora il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo e gli uomini hanno amato le tenebre più che la luce, perchè le loro opere erano malvagie.: 3:20 Infatti chiunque fa cose malvagie odia la luce e non viene alla luce, affinchè le sue opere non siano riprovate.: 3:21 ma chi proatica la verità viene alla luce, affinchè le sue opere siano manifestate, perchè sono fatte in Dio'.: 4:12 Sei tu forse più grande di Giacobbe, nostro padre, che ci diede questo pozzo e ne bevve egli stesso, i suoi figli e il suo bestiame?'.: 4:13 Gesù rispose e le disse: ’Chiunque beve di quest’acqua, avrà ancora sete,: 4:14 ma chi beve dell’acqua che io gli darò non avrà mai più sete in eterno. ma l’acqua che io gli darò diventerà in lui una fonte d’acqua che zampilla in vita eterna'.: 4:15 La donna gli disse: ’Signore, dammi quest’acqua, affinchè io non abbia più sete e non venga più qui ad attingere'.: 4:16 Gesù le disse: ’Và a chiamare tuo marito e torna qui'.: 4:17 La donna rispose e gli disse: ’Io non ho marito'. Gesù le disse: ’Hai detto bene: ""Non ho marito"",: 4:18 perchè tu hai avuto cinque mariti e quello che hai ora non è tuo marito. in questo hai detto la verità'.: 4:19 La donna gli disse: ’Signore, vedo che tu sei un profeta.: 4:20 I nostri padri hanno adorato su questo monte, e voi dite che è a Gerusalemme il luogo dove si deve adorare'.: 4:21 Gesù le disse: ’Donna, credimi: l’ora viene che nè su questo monte, nè a Gerusalemme adorerete il Padre.
: Così Gesù diede inizio ai suoi miracoli in Cana di Galilea, manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.: Dopo questo fatto, discese a Cafarnao insieme con sua madre, i fratelli e i suoi discepoli e si fermarono là solo pochi giorni.: Si avvicinava intanto la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme.: Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe, e i cambiavalute seduti al banco.: Fatta allora una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori del tempio con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiavalute e ne rovesciò i banchi,: e ai venditori di colombe disse: ""Portate via queste cose e non fate della casa del Padre mio un luogo di mercato"".: I discepoli si ricordarono che sta scritto: Lo zelo per la tua casa mi divora.: Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: ""Quale segno ci mostri per fare queste cose?"".: Rispose loro Gesù: ""Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere"".: Gli dissero allora i Giudei: ""Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?"".: In verità, in verità ti dico, noi parliamo di quel che sappiamo e testimoniamo quel che abbiamo veduto; ma voi non accogliete la nostra testimonianza.: Se vi ho parlato di cose della terra e non credete, come crederete se vi parlerò di cose del cielo?: Eppure nessuno è mai salito al cielo, fuorchè il Figlio dell'uomo che è disceso dal cielo.: E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell'uomo,: perchè chiunque crede in lui abbia la vita eterna"".: Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perchè chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna.: Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perchè il mondo si salvi per mezzo di lui.: Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perchè non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio.: E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perchè le loro opere erano malvagie.: Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perchè non siano svelate le sue opere.: Gli disse la donna: ""Signore, tu non hai un mezzo per attingere e il pozzo è profondo; da dove hai dunque quest'acqua viva?: Sei tu forse più grande del nostro padre Giacobbe, che ci diede questo pozzo e ne bevve lui con i suoi figli e il suo gregge?"".: Rispose Gesù: ""Chiunque beve di quest'acqua avrà di nuovo sete;: ma chi beve dell'acqua che io gli darò, non avrà mai più sete, anzi, l'acqua che io gli darò diventerà in lui sorgente di acqua che zampilla per la vita eterna"".: ""Signore, gli disse la donna, dammi di quest'acqua, perchè non abbia più sete e non continui a venire qui ad attingere acqua"".: Le disse: ""Va' a chiamare tuo marito e poi ritorna qui"".: Rispose la donna: ""Non ho marito"". Le disse Gesù: ""Hai detto bene ""non ho marito"";: infatti hai avuto cinque mariti e quello che hai ora non è tuo marito; in questo hai detto il vero"".: Gli replicò la donna: ""Signore, vedo che tu sei un profeta.: I nostri padri hanno adorato Dio sopra questo monte e voi dite che è Gerusalemme il luogo in cui bisogna adorare"".

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

E nelle seguenti solennità
Dedicazione Basilica Lateranense dove si leggono i seguenti passi: (Ez 47,1-2.47,8-9.47,12-12); (sal 45,2-3.45,5-6.45,8-9); (1co 3,9-11.3,16-17); (gv 2,13-22);

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia