Cronologia dei paragrafi

Al tempo di Giosia
2. Oracoli pronunziati sopratutto al tempo di Ioiakim Dal libro del profeta Geremi
3. Oracoli pronunziati dopo Ioiakim
II. Introduzione agli oracoli contro le nazioni
Introduzione: Geremia e' il vero profeta
2. Libretto per gli esiliati
3. Il libro della consolazione
4. Aggiunte al libro della consolazione
5. Cose diverse
IV. Le sofferenze di Geremia
V. Oracoli contro le nazioni
VI. Appendici

Al tempo di Giosia (ger 1,4-99.6,1-99)

Al tempo di Giosia (ger 1,4-99.6,1-99)

: Mi fu rivolta questa parola del Signore:: "Prima di formarti nel grembo materno, ti ho conosciuto, prima che tu uscissi alla luce, ti ho consacrato; ti ho stabilito profeta delle nazioni". : Risposi: "Ahimè, Signore Dio! Ecco, io non so parlare, perchè sono giovane". : Ma il Signore mi disse: "Non dire: "Sono giovane". Tu andrai da tutti coloro a cui ti manderò e dirai tutto quello che io ti ordinerò. : Non aver paura di fronte a loro, perchè io sono con te per proteggerti". Oracolo del Signore. : Il Signore stese la mano e mi toccò la bocca, e il Signore mi disse: "Ecco, io metto le mie parole sulla tua bocca. : Vedi, oggi ti do autorità sopra le nazioni e sopra i regni per sradicare e demolire, per distruggere e abbattere, per edificare e piantare". : Mi fu rivolta questa parola del Signore: "Che cosa vedi, Geremia?". Risposi: "Vedo un ramo di mandorlo". : Il Signore soggiunse: "Hai visto bene, poichè io vigilo sulla mia parola per realizzarla". : Mi fu rivolta di nuovo questa parola del Signore: "Che cosa vedi?". Risposi: "Vedo una pentola bollente, la cui bocca è inclinata da settentrione". : Il Signore mi disse: "Dal settentrione dilagherà la sventura su tutti gli abitanti della terra. : Poichè, ecco, io sto per chiamare tutti i regni del settentrione. Oracolo del Signore. Essi verranno e ognuno porrà il proprio trono alle porte di Gerusalemme, contro le sue mura, tutt'intorno, e contro tutte le città di Giuda. : Allora pronuncerò i miei giudizi contro di loro, per tutta la loro malvagità, poichè hanno abbandonato me e hanno sacrificato ad altri dèi e adorato idoli fatti con le proprie mani. : Tu, dunque, stringi la veste ai fianchi, àlzati e di' loro tutto ciò che ti ordinerò; non spaventarti di fronte a loro, altrimenti sarò io a farti paura davanti a loro. : Ed ecco, oggi io faccio di te come una città fortificata, una colonna di ferro e un muro di bronzo contro tutto il paese, contro i re di Giuda e i suoi capi, contro i suoi sacerdoti e il popolo del paese. : Ti faranno guerra, ma non ti vinceranno, perchè io sono con te per salvarti". Oracolo del Signore. : Udite la parola del Signore, casa di Giacobbe, voi, famiglie tutte d'Israele!: Così dice il Signore: Quale ingiustizia trovarono in me i vostri padri per allontanarsi da me e correre dietro al nulla, diventando loro stessi nullità?: E non si domandarono: "Dov'è il Signore che ci fece uscire dall'Egitto, e ci guidò nel deserto, terra di steppe e di frane, terra arida e tenebrosa, terra che nessuno attraversa e dove nessuno dimora?". : Io vi ho condotti in una terra che è un giardino, perchè ne mangiaste i frutti e i prodotti, ma voi, appena entrati, avete contaminato la mia terra e avete reso una vergogna la mia eredità. : Neppure i sacerdoti si domandarono: "Dov'è il Signore?". Gli esperti nella legge non mi hanno conosciuto, i pastori si sono ribellati contro di me, i profeti hanno profetato in nome di Baal e hanno seguito idoli che non aiutano. : Per questo intenterò ancora un processo contro di voi - oracolo del Signore - e farò causa ai figli dei vostri figli. : Recatevi nelle isole dei Chittìm e osservate, mandate gente a Kedar e considerate bene, vedete se è mai accaduta una cosa simile. : Un popolo ha cambiato i suoi dèi? Eppure quelli non sono dèi! Ma il mio popolo ha cambiato me, sua gloria, con un idolo inutile. : O cieli, siatene esterrefatti, inorriditi e spaventati. Oracolo del Signore. : Due sono le colpe che ha commesso il mio popolo: ha abbandonato me, sorgente di acqua viva, e si è scavato cisterne, cisterne piene di crepe, che non trattengono l'acqua. : Israele è forse uno schiavo, o è nato servo in casa? Perchè è diventato una preda?: Contro di lui ruggiscono leoni con ruggiti minacciosi. Hanno ridotto la sua terra a deserto, le sue città sono state bruciate e nessuno vi abita. : Persino le genti di Menfi e di Tafni ti hanno umiliata radendoti il capo. : Non ti accade forse tutto questo perchè hai abbandonato il Signore, tuo Dio, al tempo in cui era tua guida nel cammino?: E ora, perchè corri verso l'Egitto a bere l'acqua del Nilo? Perchè corri verso l'Assiria a bere l'acqua dell'Eufrate?: La tua stessa malvagità ti castiga e le tue ribellioni ti puniscono. Renditi conto e prova quanto è triste e amaro abbandonare il Signore, tuo Dio, e non avere più timore di me. Oracolo del Signore degli eserciti. : Già da tempo hai infranto il giogo, hai spezzato i legami e hai detto: "Non voglio essere serva!". Su ogni colle elevato e sotto ogni albero verde ti sei prostituita. : Io ti avevo piantato come vigna pregiata, tutta di vitigni genuini; come mai ti sei mutata in tralci degeneri di vigna bastarda?: Anche se tu ti lavassi con soda e molta potassa, resterebbe davanti a me la macchia della tua iniquità. Oracolo del Signore. : Come osi dire: "Non mi sono contaminata, non ho seguito i Baal"? Guarda nella valle le tracce dei tuoi passi, riconosci quello che hai fatto, giovane cammella leggera e vagabonda!: Asina selvatica, abituata al deserto: quando ansima nell'ardore del suo desiderio, chi può frenare la sua brama? Quanti la cercano non fanno fatica: la troveranno sempre disponibile. : Fèrmati prima che il tuo piede resti scalzo e la tua gola inaridisca! Ma tu rispondi: "No, è inutile, perchè io amo gli stranieri, voglio andare con loro". : Come viene svergognato un ladro sorpreso in flagrante, così restano svergognati quelli della casa d'Israele, con i loro re, i loro capi, i loro sacerdoti e i loro profeti. : Dicono a un pezzo di legno: "Sei tu mio padre", e a una pietra: "Tu mi hai generato". A me rivolgono le spalle, non la faccia; ma al tempo della sventura invocano: "àlzati, salvaci!". : Dove sono gli dèi che ti sei costruito? Si alzino, se sono capaci di salvarti nel tempo della sventura; poichè numerosi come le tue città sono i tuoi dèi, o Giuda!: Perchè contendete con me? Tutti vi siete ribellati contro di me. Oracolo del Signore. : Invano ho colpito i vostri figli: non hanno imparato la lezione. La vostra spada ha divorato i vostri profeti come un leone distruttore. : Voi di questa generazione, fate attenzione alla parola del Signore! Sono forse divenuto un deserto per Israele o una terra dov'è sempre notte? Perchè il mio popolo dice: "Siamo liberi, non verremo più da te"?: Dimentica forse una vergine i suoi ornamenti, una sposa la sua cintura? Eppure il mio popolo mi ha dimenticato da giorni innumerevoli. : Come sai scegliere bene la tua via in cerca di amore! Anche alle donne peggiori hai insegnato le tue strade. : Sull'orlo delle tue vesti si trova persino il sangue di poveri innocenti, da te non sorpresi a scassinare! Eppure per tutto questo: tu protesti: "Io sono innocente, perciò la sua ira si è allontanata da me". Ecco, io ti chiamo in giudizio, perchè hai detto: "Non ho peccato!". : Con quale leggerezza cambi strada? Anche dall'Egitto sarai delusa, come fosti delusa dall'Assiria. : Anche di là tornerai con le mani sul capo, perchè il Signore ha respinto coloro nei quali confidi; da loro non avrai alcun vantaggio. : E ora gridi verso di me: "Padre mio, amico della mia giovinezza tu sei!: Manterrà egli il rancore per sempre? Conserverà in eterno la sua ira?". Così parli, ma intanto commetti tutto il male che puoi". : Il Signore mi disse al tempo del re Giosia: "Hai visto ciò che ha fatto Israele, la ribelle? Si è recata su ogni luogo elevato e sotto ogni albero verde per prostituirsi. : E io pensavo: "Dopo che avrà fatto tutto questo tornerà a me"; ma ella non è ritornata. La sua perfida sorella Giuda ha visto ciò,: ha visto che ho ripudiato la ribelle Israele proprio per tutti i suoi adultèri, consegnandole il documento del divorzio, ma la sua perfida sorella Giuda non ha avuto alcun timore. Anzi, anche lei è andata a prostituirsi,: e con il clamore delle sue prostituzioni ha contaminato la terra; ha commesso adulterio davanti alla pietra e al legno. : E nonostante questo, la sua perfida sorella Giuda non è ritornata a me con tutto il cuore, ma soltanto con menzogna". Oracolo del Signore. : Allora il Signore mi disse: "Israele ribelle si è dimostrata più giusta della perfida Giuda. : Va' e grida queste cose verso il settentrione: Ritorna, Israele ribelle, dice il Signore. Non ti mostrerò la faccia sdegnata, perchè io sono pietoso. Oracolo del Signore. Non conserverò l'ira per sempre. : Su, riconosci la tua colpa, perchè sei stata infedele al Signore, tuo Dio; hai concesso il tuo amore agli stranieri sotto ogni albero verde, e non hai ascoltato la mia voce. Oracolo del Signore. : Ritornate, figli traviati - oracolo del Signore - perchè io sono il vostro padrone. Vi prenderò uno da ogni città e due da ciascuna famiglia e vi condurrò a Sion. : Vi darò pastori secondo il mio cuore, che vi guideranno con scienza e intelligenza. : Quando poi vi sarete moltiplicati e sarete stati fecondi nel paese, in quei giorni - oracolo del Signore - non si parlerà più dell'arca dell'alleanza del Signore: non verrà più in mente a nessuno e nessuno se ne ricorderà, non sarà rimpianta nè rifatta. : In quel tempo chiameranno Gerusalemme "Trono del Signore", e a Gerusalemme tutte le genti si raduneranno nel nome del Signore e non seguiranno più caparbiamente il loro cuore malvagio. : In quei giorni la casa di Giuda andrà verso la casa d'Israele e verranno insieme dalla regione settentrionale nella terra che io avevo dato in eredità ai loro padri. : Io pensavo: "Come vorrei considerarti tra i miei figli e darti una terra invidiabile, un'eredità che sia l'ornamento più prezioso delle genti!". Io pensavo: "Voi mi chiamerete: Padre mio, e non tralascerete di seguirmi". : Ma come una moglie è infedele a suo marito, così voi, casa di Israele, siete stati infedeli a me". Oracolo del Signore. : Sui colli si ode una voce, pianto e gemiti degli Israeliti, perchè hanno reso tortuose le loro vie, hanno dimenticato il Signore, loro Dio. : "Ritornate, figli traviati, io risanerò le vostre ribellioni". "Ecco, noi veniamo a te, perchè tu sei il Signore, nostro Dio. : In realtà, menzogna sono le colline, e le grida sui monti; davvero nel Signore, nostro Dio, è la salvezza d'Israele. : L'infamia ha divorato fin dalla nostra giovinezza il frutto delle fatiche dei nostri padri, le loro greggi e i loro armenti, i loro figli e le loro figlie. : Corichiamoci nella nostra vergogna, la nostra confusione ci ricopra, perchè abbiamo peccato contro il Signore, nostro Dio, noi e i nostri padri, dalla nostra giovinezza fino ad oggi; non abbiamo ascoltato la voce del Signore, nostro Dio". : Circoncidetevi per il Signore, circoncidete il vostro cuore, uomini di Giuda e abitanti di Gerusalemme, perchè la mia ira non divampi come fuoco e non bruci senza che alcuno la possa spegnere, a causa delle vostre azioni perverse. : Annunciatelo in Giuda, fatelo udire in Gerusalemme; suonate il corno nel paese, gridate a piena voce e dite: "Radunatevi ed entriamo nelle città fortificate". : Alzate un segnale verso Sion; cercate rifugio, non indugiate, perchè io faccio venire dal settentrione una sventura e una grande rovina. : Il leone è balzato dalla sua boscaglia, il distruttore di nazioni si è messo in marcia, è uscito dalla sua dimora, per ridurre la tua terra a una desolazione: le tue città saranno distrutte, non vi rimarranno abitanti. : Per questo vestitevi di sacco, lamentatevi e alzate grida, perchè non si è allontanata da noi l'ira ardente del Signore. : E in quel giorno - oracolo del Signore - verrà meno il coraggio del re e il coraggio dei capi; i sacerdoti saranno costernati e i profeti saranno sbigottiti". : Allora io dissi: "Ah, Signore Dio, hai dunque del tutto ingannato questo popolo e Gerusalemme, quando dicevi: "Voi avrete pace", mentre una spada giunge fino alla gola". : In quel tempo si dirà a questo popolo e a Gerusalemme: "Il vento ardente delle dune soffia dal deserto verso la figlia del mio popolo, ma non per vagliare, nè per mondare il grano. : Un vento minaccioso si alza per mio ordine. Ora, anch'io voglio pronunciare contro di loro la condanna". : Ecco, egli sale come nubi e come un turbine sono i suoi carri, i suoi cavalli sono più veloci delle aquile. Guai a noi! Siamo perduti!: Purifica il tuo cuore dalla malvagità, Gerusalemme, perchè possa uscirne salva. Fino a quando abiteranno in te i tuoi pensieri d'iniquità?: Ecco, una voce reca la notizia da Dan, annuncia la sventura dalle montagne di èfraim. : Annunciatelo alle nazioni, fatelo sapere a Gerusalemme: "I nemici vengono da una terra lontana, mandano urla contro le città di Giuda. : Come guardiani di un campo l'hanno circondata, perchè si è ribellata contro di me". Oracolo del Signore. : La tua condotta e le tue azioni ti hanno causato tutto ciò. Com'è amara la tua malvagità! Ora ti penetra fino al cuore. : Le mie viscere, le mie viscere! Sono straziato. Mi scoppia il cuore in petto, mi batte forte; non riesco più a tacere, perchè ho udito il suono del corno, il grido di guerra. : Si annuncia un disastro dopo l'altro: tutta la terra è devastata. A un tratto sono distrutte le mie tende, in un attimo i miei padiglioni. : Fino a quando dovrò vedere segnali e udire il suono del corno?: "Stolto è il mio popolo: non mi conosce, sono figli insipienti, senza intelligenza; sono esperti nel fare il male, ma non sanno compiere il bene". : Guardai la terra, ed ecco vuoto e deserto, i cieli, e non v'era luce. : Guardai i monti, ed ecco tremavano e tutti i colli ondeggiavano. : Guardai, ed ecco non c'era nessuno e tutti gli uccelli dell'aria erano volati via. : Guardai, ed ecco il giardino era un deserto e tutte le sue città erano state distrutte dal Signore e dalla sua ira ardente. : Poichè così dice il Signore: "Tutta la terra sarà devastata, ma non la distruggerò completamente. : Pertanto la terra sarà in lutto e il cielo si oscurerà: l'ho detto e non mi pento, l'ho pensato e non ritratterò". : Per lo strepito di cavalieri e di arcieri tutti gli abitanti del paese sono in fuga, entrano nelle grotte, si nascondono nella folta boscaglia e salgono sulle rupi. Ogni città è abbandonata, nessuno più vi abita. : E tu, devastata, che cosa farai? Anche se ti vestissi di scarlatto, ti adornassi di fregi d'oro e ti facessi gli occhi grandi con il bistro, invano ti faresti bella. I tuoi amanti ti disprezzano; essi vogliono la tua vita. : Sento un grido come di donna nei dolori, un urlo come di donna al primo parto; è il grido della figlia di Sion, che spasima e tende le mani: "Guai a me! La mia vita soccombe di fronte agli assassini". : Io pensavo: "Sono certamente gente di bassa condizione, quelli che agiscono da stolti, non conoscono la via del Signore, la legge del loro Dio. : Mi rivolgerò e parlerò ai grandi, che certo conoscono la via del Signore, e il diritto del loro Dio". Purtroppo anche questi hanno rotto il giogo, hanno spezzato i legami!: Per questo li azzanna il leone della foresta, il lupo delle steppe ne fa scempio, il leopardo sta in agguato vicino alle loro città: quanti escono saranno sbranati, perchè si sono moltiplicati i loro peccati, sono aumentate le loro ribellioni. : "Perchè ti dovrei perdonare? I tuoi figli mi hanno abbandonato, hanno giurato per coloro che non sono dèi. Io li ho saziati, ed essi hanno commesso adulterio, si affollano nelle case di prostituzione. : Sono come stalloni ben pasciuti e focosi; ciascuno nitrisce dietro la moglie del suo prossimo. : Non dovrei forse punirli? Oracolo del Signore. Di una nazione come questa non dovrei vendicarmi?: Salite sulle sue terrazze e distruggetele, senza compiere uno sterminio; strappate i tralci, perchè non sono del Signore. : Poichè si sono ribellate contro di me la casa d'Israele e la casa di Giuda". Oracolo del Signore. : Hanno rinnegato il Signore, hanno proclamato: "Non esiste! Non verrà sopra di noi la sventura, non vedremo nè spada nè fame. : I profeti sono diventati vento, la sua parola non è in loro". : Perciò dice il Signore, Dio degli eserciti: "Poichè avete fatto questo discorso, farò delle mie parole come un fuoco sulla tua bocca e questo popolo sarà la legna che esso divorerà. : Ecco, manderò da lontano una nazione contro di te, casa d'Israele. Oracolo del Signore. è una nazione valorosa, è una nazione antica! Una nazione di cui non conosci la lingua e non comprendi che cosa dice. : La sua faretra è come un sepolcro aperto. Sono tutti prodi. : Divorerà le tue messi e il tuo pane, divorerà i tuoi figli e le tue figlie, divorerà le greggi e gli armenti, divorerà le tue vigne e i tuoi fichi, distruggerà le città fortificate, nelle quali riponevi la tua fiducia. : Ma anche in quei giorni - oracolo del Signore - non farò di voi uno sterminio". : Allora, se diranno: "Perchè il Signore Dio ci fa tutto questo?", tu risponderai loro: "Come avete abbandonato il Signore per servire nella vostra terra divinità straniere, così sarete servi degli stranieri in una terra non vostra". : Annunciatelo nella casa di Giacobbe, fatelo udire in Giuda e dite:: "Ascolta, popolo stolto e privo di senno, che ha occhi ma non vede, ha orecchi ma non ode. : Non mi temerete? Oracolo del Signore. Non tremerete dinanzi a me, che ho posto la sabbia per confine al mare, limite perenne che non varcherà? Le sue onde si agitano ma non prevalgono, rumoreggiano ma non l'oltrepassano". : Questo popolo ha un cuore indocile e ribelle; si voltano indietro e se ne vanno,: e non dicono in cuor loro: "Temiamo il Signore, nostro Dio, che dona la pioggia autunnale e quella primaverile a suo tempo, che custodisce per noi le settimane fissate per la messe". : Le vostre iniquità hanno sconvolto quest'ordine e i vostri peccati tengono lontano da voi il benessere;: poichè tra il mio popolo si trovano malvagi, che spiano come cacciatori in agguato, pongono trappole per prendere uomini. : Come una gabbia piena di uccelli, così le loro case sono piene di inganni; perciò diventano grandi e ricchi. : Sono grassi e pingui, oltrepassano i limiti del male; non difendono la causa, non si curano della causa dell'orfano, non difendono i diritti dei poveri. : Non dovrei forse punirli? Oracolo del Signore. Di una nazione come questa non dovrei vendicarmi?: Cose spaventose e orribili avvengono nella terra:: i profeti profetizzano menzogna e i sacerdoti governano al loro cenno, e il mio popolo ne è contento. Che cosa farete quando verrà la fine?: "Proclamate contro di essa la guerra santa; su, assaliamola in pieno giorno! Sventurati noi! Già il giorno declina, già si allungano le ombre della sera. : Su, allora, assaliamola di notte, distruggiamo i suoi palazzi!". : Perchè così dice il Signore degli eserciti: "Tagliate i suoi alberi, costruite un terrapieno davanti a Gerusalemme: è una città sotto giudizio, in essa tutto è oppressione. : Come fluisce l'acqua da una sorgente, così da essa scorre l'iniquità. Violenza e oppressione vi risuonano, dinanzi a me stanno sempre dolori e piaghe. : Lasciati correggere, o Gerusalemme, perchè io non mi allontani da te e non ti riduca a un deserto, a una terra disabitata". : Così dice il Signore degli eserciti: "Racimolate, racimolate come una vigna il resto d'Israele; stendi ancora la mano verso i tralci come un vendemmiatore". : A chi parlerò, chi scongiurerò perchè mi ascolti? Il loro orecchio non è circonciso, non sono capaci di prestare attenzione. La parola del Signore è per loro oggetto di scherno, non ne vogliono sapere. : Perciò sono pieno dell'ira del Signore, non posso più contenerla. "Riversala sui bambini nella strada e anche sul gruppo dei giovani, perchè saranno presi insieme uomini e donne, l'anziano e il decrepito. : Le loro case passeranno a stranieri, insieme con i loro campi e le loro donne, perchè io stenderò la mano sugli abitanti della terra". Oracolo del Signore. : Perchè dal piccolo al grande tutti commettono frode; dal profeta al sacerdote tutti praticano la menzogna. : Curano alla leggera la ferita del mio popolo, dicendo: "Pace, pace!", ma pace non c'è. : Dovrebbero vergognarsi dei loro atti abominevoli, ma non si vergognano affatto, non sanno neppure arrossire. "Per questo cadranno vittime come gli altri, nell'ora in cui li visiterò crolleranno", dice il Signore. : Così dice il Signore: "Fermatevi nelle strade e guardate, informatevi dei sentieri del passato, dove sta la strada buona percorretela, così troverete pace per la vostra vita". Ma essi hanno risposto: "Non la prenderemo!". : Ho posto sentinelle per vegliare su di voi: "Fate attenzione al suono del corno". Hanno risposto: "Non ci baderemo!". : Per questo ascoltate, o genti, e sappi, o assemblea, ciò che avverrà di loro;: ascolta, o terra: "Ecco, io faccio venire contro questo popolo la sventura, frutto dei loro pensieri, perchè non hanno prestato attenzione alle mie parole e hanno rigettato la mia legge. : Perchè mi offrite incenso di Saba e la preziosa cannella che viene da lontano? I vostri olocausti non mi sono graditi, non mi piacciono i vostri sacrifici". : Perciò così dice il Signore: "Ecco, metterò pietre d'inciampo per questo popolo e inciamperanno insieme padri e figli; vicini e amici periranno". : Così dice il Signore: "Ecco, un popolo viene dalla terra del settentrione, una grande nazione si muove dall'estremità della terra. : Impugnano archi e lance, sono crudeli, senza pietà. Il loro clamore è quello di un mare agitato e montano cavalli, pronti come un sol uomo alla battaglia contro di te, figlia di Sion". : "Appena ne abbiamo udito la fama ci sono cadute le braccia; si è impadronita di noi l'angoscia, come gli spasimi di partoriente". : Non uscite nei campi e non camminate per le strade, perchè la spada nemica è terrore all'intorno. : Figlia del mio popolo, vèstiti di sacco e ròtolati nella cenere. Fa' lutto come per un figlio unico, lamèntati amaramente, perchè improvviso piomberà su di noi il distruttore!: Io ti ho posto come colui che saggia il mio popolo, perchè tu conoscessi e saggiassi la loro condotta. : Sono tutti ribelli, spargono calunnie, duri come bronzo e ferro: corrompono tutto. : Il mantice soffia con forza, ma il piombo resta intatto nel fuoco; invano si vuole raffinarlo a ogni costo, le scorie non si separano. : Argento rifiutato li chiamano, perchè il Signore li ha rifiutati.
: 1:4 LA parola del Signore adunque mi fu indirizzata, dicendo:: 1:5 Io ti ho conosciuto, avanti che ti formassi nel ventre. e avanti che tu uscissi della matrice, io ti ho consacrato, io ti ho costituito profeta alle genti.: 1:6 Ed io risposi: Ahi! Signore Iddio! ecco, io non so parlare. perciocche' io son fanciullo.: 1:7 E il Signore mi disse: Non dire: Io son fanciullo. perciocche' tu andrai dovunque io ti mandero', e dirai tutte le cose che io ti comandero'.: 1:8 Non temer di loro. con-ciossiache' io sia teco per liberarti, dice il Signore.: 1:9 E il Signore distese la sua mano, e mi tocco' la bocca. Poi il Signore mi disse: Ecco, io ho messe le mie parole nella tua bocca.: 1:10 Vedi, io ti ho oggi costituito soproa le genti, e soproa i regni. per divellere, per diroccare, per disperdere, e per distruggere. ed altresi' per edificare, e per piantare.: 1:11 Poi la parola del Signore mi fu indirizzata, dicendo: Che vedi, Geremia? Ed io dissi: Io veggo una verga di mandorlo.: 1:12 Ed il Signore mi disse: Bene hai veduto. concios-siache' io sia vigilante, ed intento a mandare ad esecuzione la mia parola.: 1:13 Poi la parola del Signore mi fu indirizzata la seconda volta, dicendo: Che vedi? Ed io dissi: Io veggo una pignatta che bolle, la cui bocca e' volta verso il Settentrione.: 1:14 E il Signore mi disse: Dal Settentrione trabocchera' il male soproa tutti gli abitanti del paese.: 1:15 Perciocche', ecco, io chiamo tutte le nazioni de' regni del Settentrione, dice il Signore. e verranno, e porranno ciascuna il suo seggio reale all'entrata delle porte di Gerusalemme, ed approesso tutte le sue mura d'ogni intorno, ed approesso tutte le citta' di Giuda.: 1:16 Ed io pronunziero' i miei giudicii contro a loro, per tutta la lor malvagita' per la quale mi hanno abbandonato, ed han fatti profumi ad altri dii, ed hanno adorate le opere delle lor mani.: 1:17 Tu adunque, cingiti i lombi, e levati, e di' loro tutto cio' che io ti comandero'. non aver spavento di loro, che talora io non ti fiacchi nel lor cospetto.: 1:18 E quant'e' a me, ecco, io ti ho oggi posto come una citta' di fortezza, e come una colonna di ferro, e come mura di rame, contro a tutto il paese. contro ai re di Giuda, a' suoi proincipi, a' suoi sacerdoti, ed al popolo del paese.: 1:19 Ed essi combatteranno contro a te, ma non ti vinceranno. perciocchà io son teco, per liberarti, dice il Signore.: 2:4 Ascoltate la parola del Signore, casa di Giacobbe, e voi tutte le famiglie della casa d'Israele.: 2:5 Cosi' ha detto il Signore: Quale iniquita' hanno trovata i vostri padri in me, che si sono allontanati da me, e sono andati dietro alla vanita', e son divenuti vani?: 2:6 E non hanno detto: Dove e' il Signore, che ci ha tratti fuor del paese di Egitto. che ci ha condotti per lo deserto. per un paese di solitudine e di sepolcri. per un paese di aridita', e d'ombra di morte. per un paese, per lo quale non passo' mai, ed ove non abito' mai alcuno?: 2:7 Or io vi ho menati in un paese di Carmel, per mangiar del suo frutto, e de' suoi beni. ma voi, essendovi entrati, avete contaminata la mia terra, ed avete renduta abbominevole la mia eredita'.: 2:8 I sacerdoti non hanno detto: Dove e' il Signore? e quelli che trattano la Legge non mi han conosciuto, e i pastori hanno commesso misfatto contro a me, ed i profeti hanno profetizzato per Baal, e sono andati dietro a cose che non giovano nulla.: 2:9 Percio', io contendero' ancora con voi, dice il Signore. e contendero' co' figliuoli de' vostri figliuoli.: 2:10 Perciocche', passate nell'isole di Chittim, e riguardate. mandate in Che-dar e considerate bene, e vedete se avvenne mai una cotal cosa.: 2:11 Evvi gente alcuna che abbia mutati i suoi dii, i quali pero' non son dii? ma il mio popolo ha mutata la sua gloria in cio' che non giova nulla.: 2:12 Cieli, siate attoniti di questo, ed abbiatene orrore. siatene grandemente desolati, dice il Signore.: 2:13 Perciocche' il mio popolo ha fatti due mali: hanno abbandonato me, fonte d'acqua viva, per cavarsi delle cisterne, cisterne rotte, che non ritengono l'acqua.: 2:14 Israele e' egli servo? e' egli uno schiavo nato in casa? perche' dunque e' egli in proeda?: 2:15 I leoncelli han ruggito, ed hanno messe le lor grida contro a lui, ed hanno ridotto il suo paese in desolazione. le sue citta' sono state arse, senza che alcuno vi abiti piu'.: 2:16 Eziandio i figliuoli di Nof, e di Tahafnes, ti fiaccheranno la sommita' del capo.: 2:17 Non sei tu quella che fai questo a te stessa, abbandonando il Signore Iddio tuo, nel tempo ch'egli ti conduce per lo cammino?: 2:18 Ed ora, che hai tu a fare per lo cammino di Egitto, per bere dell'acque di Sihor? ovvero, che hai tu a fare per lo cammino di Assiria, per bere dell'acque del Fiume?: 2:19 La tua malvagita' ti castighera', ed i tuoi sviamenti ti condanneranno. e tu saproai, e vedrai ch'egli e' una mala ed amara cosa, che tu abbia lasciato il Signore Iddio tuo, e che lo spavento di me non sia in te, dice il Signore Iddio degli eserciti.: 2:20 Perciocche' io gia' ab antico avea spezzato il tuo giogo, e rotti i tuoi legami. tu hai detto: Io non saro' mai piu' serva. perciocche' tu scorri fornicando soproa ogni alto colle, e sotto ogni albero verdeggiante.: 2:21 Or ti avea io piantata di viti nobili, di una generazione vera tutta quanta. e come mi ti sei mutata in tralci tralignanti di vite strana?: 2:22 Avvegnache' tu ti lavi col nitro, ed usi attorno a te assai erba di purgatori di panni. pure e' la tua iniquita' suggellata nel mio cospetto, dice il Signore Iddio.: 2:23 Come diresti: Io non mi sono contaminata? io non sono andata dietro ai Baali? Riguarda il tuo procedere nella valle, riconosci quello che tu hai fatto, o dromedaria leggiera, che involvi le tue vie.: 2:24 asina salvatica, avvezza a star nel deserto, che sorbisce il vento a sua voglia. chi potrebbe stornare una sua opportunita'? niuno di quelli che la cercano si stanchera' per trovarla. la troveranno nel suo mese.: 2:25 Rattieni il tuo pie', che non sia scalzo. e la tua gola, che non abbia sete. ma tu hai detto: Non vi e' rimedio, no. perciocche' io amo gli stranieri, ed andro' dietro a loro.: 2:26 Come e' confuso il ladro, quando e' colto, cosi' sara' confusa la casa d'Israele. essi, i loro re, i lor proincipi, i lor sacerdoti, ed i lor profeti.: 2:27 che dicono al legno: Tu sei mio padre. ed alla pietra: Tu ci hai generati. Conciossiache' mi abbiano volte le spalle, e non la faccia. e pure, al tempo della loro avversita', dicono: Levati, e salvaci.: 2:28 Ma, dove sono i tuoi dii, che tu ti hai fatti? levin-si, se pur ti potranno salvare al giorno della tua avversita'. perciocche', o Giuda, tu hai avuti tanti dii, quante citta'.: 2:29 Perche' contendereste meco? voi tutti vi siete portati dislealmente inverso me, dice il Signore.: 2:30 Indarno ho percossi i vostri figliuoli. non hanno ricevuta correzione. la vostra spada ha divorati i vostri profeti, a guisa d'un leone guastatore.: 2:31 O generazione, considerate voi stessi la parola del Signore. sono io stato ad Israele un deserto? sono io stato una terra caliginosa? perche' ha detto il mio popolo: Noi siamo signori. non verremo piu' a te?: 2:32 La vergine dimentichera' ella i suoi ornamenti, o la sposa i suoi fregi? ma il mio popolo mi ha dimenticato, gia' da giorni innumerabili.: 2:33 Perche' ti rendi cosi' vezzosa nel tuo procedere, per procacciare amore? laonde tu hai insegnati i tuoi costumi, eziandio alle malvage femmine.: 2:34 Oltre a cio', ne' tuoi lembi si e' trovato il sangue delle persone de' poveri innocenti, i quali tu non avevi colti sconficcando. anzi li hai uccisi per tutte queste cose.: 2:35 E pur tu dici: Certo, io sono innocente. l'ira sua si e' pure stornata da me. Ecco, io contendero' teco per cio' che tu hai detto: Io non ho peccato.: 2:36 Perche' trascorri cotanto or qua, or la', mutando il tuo cammino? tu sarai confusa di Egitto, come sei stata confusa di Assur.: 2:37 Eziandio d'approesso a costui uscirai con le mani in sul capo. perciocche' il Signore riprova le tue confidanze, e tu non prospererai in esse.: 3:4 Non griderai tu oramai a me: Padre mio, tu sei il conduttor della mia giovanezza?: 3:5 Ritiene egli l'ira sua in perpetuo? la guarda egli semproemai? Ecco, tu hai parlato, ma hai fatti tanti mali, quanti hai potuto.: 3:6 IL Signore mi disse ancora al tempo del re Giosia: Hai tu veduto quel che la sviata Israele ha fatto? come ella e' andata soproa ogni alto monte, e sotto ogni albero verdeggiante, e quivi ha fornicato?: 3:7 E pure, dopo ch'ebbe fatte tutte queste cose, io le dissi: Convertiti a me. ma ella non si converti'. e cio' vide la disleale Giuda, sua sorella.: 3:8 Ed io ho veduto che con tutto che, avendo la sviata Israele commesso adulterio, io l'avessi mandata via, e le avessi dato il libello del suo ripudio, la disleale Giuda, sua sorella, non ha pero' temuto. anzi e' andata, ed ha fornicato anch'ella.: 3:9 E per la lubricita' delle sue fornicazioni, e' avvenuto che il paese e' stato contaminato. ed ella ha commesso adulterio con la pietra e col legno.: 3:10 E pure anche, con tutto cio', la disleale Giuda, sorella di quell'altra, non si e' convertita a me con tutto il cuor suo. anzi con menzogna, dice il Signore.: 3:11 E il Signore mi disse: La sviata Israele si e' mostrata piu' giusta che la disleale Giuda.: 3:12 Va', e grida queste parole verso Aquilone, e di': Convertiti, o sviata Israele, dice il Signore. ed io non faro' cadere l'ira mia addosso a voi. perciocche' io son benigno, dice il Signore. io non guardo l'ira mia in perpetuo.: 3:13 Sol riconosci la tua iniquita'. conciossiache' tu abbia commesso misfatto contro al Signore Iddio tuo, e ti sii prostituita agli stranieri sotto ogni albero verdeggiante, e non abbiate atteso alla mia voce, dice il Signore.: 3:14 Convertitevi, figliuoli ribelli, dice il Signore. per-ciocche' io vi ho sposati. ed ancora vi proendero', uno d'una citta', e due l'una famiglia, e vi condurro' in Sion.: 3:15 E vi daro' de' pastori secondo il mio cuore, che vi pasceranno di scienza e d'intendimento.: 3:16 Ed avverra' che quando sarete moltiplicati, ed accresciuti nella terra. in quel tempo, dice il Signore, non si dira' piu': L'Arca del patto del Signore. ed essa non verra' piu' a mente, e non ne sara' piu' memoria, e non sara' piu' ricercata, e non sara' piu' rifatta.: 3:17 In quel tempo Gerusalemme sara' chiamata: Il trono del Signore. e tutte le genti si accoglieranno a lei, al Nome del Signore in Gerusalemme. e non andranno piu' dietro alla durezza del lor cuore malvagio.: 3:18 In que' giorni, la casa di Giuda andra' alla casa d'Israele, e se ne verranno insieme dal paese d'Aquilone, nel paese che io ho dato in eredita' a' vostri padri.: 3:19 Ma io ho detto: Come ti riporro' io fra i miei figliuoli, e ti daro' il paese desiderabile, la bella eredita' degli eserciti delle genti? Ed io ho detto: Tu mi chiamerai: Padre mio, e non ti rivolgerai indietro da me.: 3:20 Certo, siccome una moglie e' disleale al suo consorte, lasciandolo. cosi' voi, o casa d'Israele, siete stati disleali inverso me, dice il Signore.: 3:21 Una voce e' stata udita soproa i luoghi elevati, un pianto di supplicazioni de' figliuoli d'Israele. perche' hanno pervertita la lor via, ed hanno dimenticato il Signore Iddio loro.: 3:22 Convertitevi, figliuoli ribelli, ed io guariro' le vostre ribellioni. Ecco, noi veniamo a te, perciocche' tu sei il Signore Iddio nostro.: 3:23 Certo, in vano si aspetta la salute dai colli, dalla moltitudine de' monti. certo, nel Signore Iddio nostro e' posta la salute d'Israele.: 3:24 E quella cosa vergognosa ha consumata la sostanza de' padri nostri, fin dalla nostra fanciullezza. le lor pecore, i lor buoi, i lor figliuoli, e le lor figliuole.: 3:25 Noi giacciamo nella nostra vergogna, e la nostra ignominia ci coproe. per-ciocche' noi, ed i nostri padri, abbiam peccato contro al Signore Iddio nostro, dalla nostra fanciullezza infino a questo giorno. e non abbiamo ascoltata la voce del Signore Iddio nostro.: 4:4 Uomini di Giuda, ed abitanti di Gerusalemme, circoncidetevi al Signore, e togliete l'incirconcisione del vostro cuore. che talora l'ira mia non esca a guisa di fuoco, e non arda, e non vi sia alcuno che la spenga. per la malvagita' de' vostri fatti.: 4:5 ANNUNZIATE in Giuda, e bandite in Gerusalemme, e dite: Sonate la tromba per lo paese, gridate, raunate il popolo, e dite: Raccoglietevi, ed entriamo nelle citta' forti.: 4:6 Alzate la bandiera verso Sion, fuggite di forza, non restate. perciocche' io fo venir d'Aquilone una calamita', ed una gran ruina.: 4:7 Il leone e' salito fuor del suo ricetto, e il distruggitore delle genti e' partito. egli e' uscito del suo luogo, per mettere il tuo paese in desolazione, e per far che le tue citta' sieno minate, per modo che niuno abiti piu' in esse.: 4:8 Percio', cingetevi di sac-chi, fate cordoglio, ed urlate. imperocche' l'ardor dell'ira del Signore non si e' stornato da noi.: 4:9 Ed avverra' in quel giorno, dice il Signore, che il cuor del re, e de' proincipi, verra' meno. e i sacerdoti saranno stupefatti, ed i profeti attoniti.: 4:10 Ed io ho detto: Ahi! Signore Iddio! hai tu pure ingannato questo popolo, e Gerusalemme, dicendo: Voi avrete pace. e pur la spada e' giunta infino all'anima!: 4:11 In quel tempo si dira' a questo popolo, ed a Gerusalemme: Un vento secco, qual soffia ne' luoghi elevati, soffia nel deserto, traendo verso la figliuola del mio popolo. il quale non e' da sventolare, ne' da nettare.: 4:12 un vento, piu' forte che tali venti, verra' da parte mia. ora anch'io pronunziero' loro i miei giudicii.: 4:13 Ecco, colui salira' a guisa di nuvole, ed i suoi carri saranno come un turbo. i suoi cavalli saranno piu' leggieri che aquile. Guai a noi! perciocche' siamo deserti.: 4:14 O Gerusalemme, lava il cuor tuo di malvagita', ac-ciocche' tu sii salvata. infino a quando albergherai tu dentro di te i pensieri della tua iniquita'?: 4:15 Conciossiache' vi sia una voce, che annunzia che l'iniquita' e' maggiore che in Dan. e bandisce ch'ella e' piu' grave che nel monte di Efraim.: 4:16 Avvertite le genti. ecco, adunate a grida contro a Gerusalemme degli assedia-tori, che vengano di lontan paese, e mandino fuori le lor grida contro alle citta' di Giuda.: 4:17 Essi si son posti contro a Gerusalemme d'ogn'intor-no, a guisa delle guardie de' campi. perciocche' ella mi e' stata ribella, dice il Signore.: 4:18 Il tuo procedere, ed i tuoi fatti, ti hanno fatte queste cose. questa tua malvagita' ha fatto che ti e' avvenuta amaritudine, e ch'ella ti e' giunta infino al cuore.: 4:19 Ahi! le mie interiora, le mie interiora! io sento un gran dolore. ahi! il chiuso del mio cuore! il mio cuore romoreggia in me. io non posso racchetarmi. percioc-che', o anima mia, tu hai udito il suon della tromba, lo stormo della guerra.: 4:20 Una ruina e' chiamata dietro all'altra ruina. con-ciossiache' tutto il paese sia guasto. le mie tende sono state di subito guaste, ed i miei teli in un momento.: 4:21 Infino a quando vedro' la bandiera, e udiro' il suon della tromba?: 4:22 Questo e' perciocche' il mio popolo e' stolto, e non mi conoscono. son figliuoli pazzi, e non hanno alcuno intendimento. ben sono cauti a far male, ma non hanno alcun conoscimento da far bene.: 4:23 Io ho riguardata la terra. ed ecco, era una cosa tutta guasta, e deserta. ho anche riguardati i cieli, e la lor luce non era piu'.: 4:24 Ho riguardati i monti. ed ecco, tremavano, e tutti i colli erano scrollati.: 4:25 Io ho riguardato. ed ecco, gli uomini non erano piu'. ed anche tutti gli uccelli de' cieli si erano dileguati.: 4:26 Io ho riguardato. ed ecco, Carmel era un deserto, e tutte le sue citta' erano distrutte dal Signore, per l'ardor della sua ira.: 4:27 Perciocche', cosi' ha detto il Signore: Tutto il paese sara' desolato, ma non faro' ancora fine.: 4:28 Per tanto la terra fara' cordoglio, e i cieli di soproa scureranno. perciocche' io ho pronunziata, io ho pensata la cosa, e non me ne pentiro', ne' storro'.: 4:29 Tutte le citta' se ne fuggono, per lo strepito de' cavalieri, e de' saettatori. entrano in boschi folti, e salgono soproa le rocce. ogni citta' e' abbandonata, e niuno vi abita piu'.: 4:30 E tu, o distrutta, che farai? benche' tu ti vesti di scarlatto, e ti adorni di fregi d'oro, e ti stiri gli occhi col liscio, in vano ti abbellisci. gli amanti ti hanno a schifo, cercano l'anima tua.: 4:31 Perciocchà io ho udito un grido, come di donna che partorisce. una distretta, come di donna che e' soproa parto del suo proimogenito. il grido della figliuola di Sion, che sospira ansando, ed allarga le palme delle sue mani, dicendo: Ahi lassa me! perciocche' l'anima mi vien meno per gli ucciditori.: 5:4 Or io diceva: Questi son solo i miseri. sono insensati. perciocche' non conoscono la via del Signore, la Legge dell'Iddio loro.: 5:5 Io me ne andro' a' grandi, e parlero' con loro. per-ciocche' essi conoscono la via del Signore, la Legge dell'Iddio loro. ma essi tutti quanti hanno spezzato il giogo, hanno rotti i legami.: 5:6 Percio' il leone della selva li ha percossi, il lupo del vespro li ha deserti, il pardo sta in guato proesso alle lor citta'. chiunque ne uscira' sara' lacerato. per-ciocche' i lor misfatti sono moltiplicati, le lor ribellioni si son rinforzate.: 5:7 Come ti perdonerei io questo? i tuoi figliuoli mi hanno lasciato, ed han giurato per quelli che non sono dii. ed avendoli io satollati, han commesso adulterio. e si sono adunati a schiere in casa della meretrice.: 5:8 Quando si levano la mattina, son come cavalli ben pasciuti: ciascun di loro ringhia dietro alla moglie del suo prossimo.: 5:9 Non farei io punizione di queste cose? dice il Signore. e non vendichereb-besi l'anima mia d'una cotal gente?: 5:10 Salite su le sue mura, e guastate, e non fate fine. togliete via i suoi ripari. perciocche' non son del Signore.: 5:11 Conciossiache' la casa d'Israele, e la casa di Giuda, si sieno portate del tutto dislealmente inverso me, dice il Signore.: 5:12 Han rinnegato il Signore, ed han detto: Egli non e': e male alcuno non ci verra' addosso. e non vedremo spada, ne' fame.: 5:13 e i profeti andranno al vento, e non vi e' oracolo alcuno in loro. cosi' sara' lor fatto.: 5:14 Per tanto, cosi' ha detto il Signore Iddio degli eserciti: Perciocche' voi avete proferita questa parola, ecco, io faro' che le mie parole saranno nella tua bocca come un fuoco, e questo popolo sara' come legne, e quel fuoco lo divorera'.: 5:15 O casa d'Israele, ecco, io fo venir soproa voi, dice il Signore, una gente di lontano. ella e' una gente poderosa, una gente antica, una gente, della quale tu non saproai la lingua, e non intenderai quel che dira'.: 5:16 Il suo turcasso sara' come un sepolcro aperto, essi tutti saranno uomini di valore.: 5:17 Ed ella mangera' la tua ricolta, ed il tuo pane, che i tuoi figliuoli, e le tue figliuole doveano mangiare. mangera' le tue pecore, e i tuoi buoi. mangera' i frutti delle tue vigne, e de' tuoi fichi. e con la spada ridurra' allo stremo le citta' forti, nelle quali tu ti confidi.: 5:18 E pure anche in que' giorni, dice il Signore, non faro' fine con voi.: 5:19 Ed avverra' che voi direte: Perche' ci ha il Signore Iddio nostro fatte tutte queste cose? Allora tu di' loro: Siccome voi mi avete lasciato, e avete servito a dii stranieri nel vostro paese, cosi' servirete a stranieri in paese non vostro.: 5:20 Annunziate questo nella casa di Giacobbe, e banditelo in Giuda, dicendo:: 5:21 Ascoltate ora questo, o popolo stolto, e che non ha senno. che ha occhi, e non vede. orecchi, e non ode.: 5:22 Non mi temerete voi? dice il Signore. non avrete voi spavento di me, che ho, per istatuto perpetuo, posta la rena per termine del mare, il quale egli non trapassera'. e benchà le sue onde si commuovano, non pero' verranno al disoproa. e benchà romoreggino, non pero' lo trapasseranno?: 5:23 Ma questo popolo ha un cuor ritroso e ribello. si sono stornati, e se ne sono iti.: 5:24 e non han detto nel cuor loro: Deh! temiamo il Signore Iddio nostro, che da' la pioggia della proima e dell'ultima stagione, al suo tempo. che ci conserva le settimane ordinate per la mietitura.: 5:25 Le vostre iniquita' hanno stornate queste cose, e i vostri peccati vi han divietato il bene.: 5:26 Perciocchà fra il mio popolo si son trovati degli empi, che stanno a guato, a guisa che gli uccellatori se ne stanno cheti. e rizzano trappole da proendere uomini.: 5:27 Come la gabbia e' piena di uccelli, cosi' le case loro son piene d'inganno. percio', sono aggranditi, ed arricchiti.: 5:28 Son divenuti grassi, e lisci. e pure ancora hanno passati di mali accidenti. non fanno ragione alcuna, non pure all'orfano, e pur prosperano. e non fanno diritto a' poveri.: 5:29 Non farei io punizione di queste cose? dice il Signore. non vendicherebbesi l'anima mia d'una cotal gente?: 5:30 Cosa stupenda e brutta e' avvenuta nella terra:: 5:31 i profeti han profetizzato con menzogna. e i sacerdoti han signoreggiato, appoggiandosi soproa le mani di essi. e il mio popolo l'ha amato cosi'. Ora, che farete voi alla fine?: 6:4 proeparate la battaglia contro a lei, levatevi, e saliamo in pien mezzodi'. Guai a noi! perciocche' il giorno e' dichinato, e le ombre del vespro si sono allungate.: 6:5 Levatevi, e saliamo di notte, e guastiamo i suoi palazzi.: 6:6 Perciocche', cosi' ha detto il Signor degli eserciti: Tagliate degli alberi, e fate degli argini contro a Gerusalemme. questa e' la citta', che ha da essere visitata. ella non e' altro che opproessione dentro di se'.: 6:7 Come la fonte del pozzo sgorga le sue acque, cosi' quella sgorga la sua malvagita'. violenza e guasto si sentono in lei. vi e' del continuo davanti alla mia faccia doglia e percossa.: 6:8 Correggiti, o Gerusalemme, che talora l'animo mio non si divella da te. che talora io non ti riduca in deserto, in terra disabitata.: 6:9 Cosi' ha detto il Signor degli eserciti: Il rimanente d'Israele sara' del tutto racimolato, come una vigna. rimetti, a guisa di vendemmiatore, la mano a' canestri.: 6:10 A chi parlero', a chi protestero', che ascolti? ecco, l'orecchio loro e' incirconciso, e non possono attendere. ecco, la parola del Signore e' loro in vituperio. non si dilettano in essa.: 6:11 Per tanto io son pieno dell'ira del Signore, io stento a ritenerla. io la spandero' soproa i piccoli fanciulli per le piazze, e parimente soproa le raunanze de' giovani. perciocche' anche tutti, uomini e donne, vecchi e decrepiti, saranno proesi.: 6:12 E le lor case saran trasportate a stranieri, ed insieme i campi, e le mogli. perciocche' io stendero' la mia mano soproa gli abitanti del paese, dice il Signore.: 6:13 Conciossiache' essi tutti, dal maggiore al minore, sieno dati all'avarizia. tutti, e profeti, e sacerdoti, commettono falsita'.: 6:14 Ed han curata alla leggiera la rottura della figliuola del mio popolo, dicendo: Pace, pace. benche' non vi sia alcuna pace.: 6:15 Si son eglino vergognati, perche' hanno fatta una cosa abbominevole? non hanno avuta vergogna alcuna, ne' si sono saputi vergognare. percio', cade-ranno fra i morti, nel giorno che io li visitero', e traboccheranno, ha detto il Signore.: 6:16 Il Signore avea detto cosi': Fermatevi in su le vie, e riguardate. e domandate de' sentieri antichi, per saper quale e' la buona strada, e camminate per essa. e voi troverete riposo all'anima vostra. Ma essi han detto: Noi non vi cammineremo.: 6:17 Oltre a cio', io avea costituite soproa voi delle guardie, che dicessero: Attendete al suon della tromba. Ma essi hanno detto: Noi non vi attenderemo.: 6:18 Percio', o genti, ascoltate. e tu, o raunanza, conosci cio' che e' in loro.: 6:19 Ascolta, o terra. Ecco, io fo venire un male soproa questo popolo, il frutto de' lor pensieri. perciocche' non hanno atteso alle mie parole, ed hanno rigettata la mia Legge.: 6:20 A che offerirmi l'incenso che vien di Seba, e la buona canna odorosa che viene di lontan paese? i vostri olocausti non mi sono a grado, e i vostri sacrificii non mi son piacevoli.: 6:21 Per tanto, cosi' ha detto il Signore: Ecco, io mettero' a questo popolo degl'intoppi, ne' quali s'intopperanno, padri e figliuoli insieme. vicini ed amici periranno.: 6:22 Cosi' ha detto il Signore: Ecco, un popolo viene dal paese di Settentrione, ed una gran gente si muove dal fondo della terra.: 6:23 Impugneranno l'arco e lo scudo. essi sono una gente crudele, e non avranno pieta' alcuna. la lor voce romoreggera' come il mare, e cavalcheranno soproa cavalli. ciascun di loro sara' in ordine, come un uomo prode, per combattere contro a te, o figliuola di Sion.: 6:24 Come proima ne avremo sentito il grido, le nostre mani diverranno fiacche. distretta ci cogliera', e doglia, come di donna che partorisce.: 6:25 Non uscite a' campi, e non andate per li cammini. perciocche' la spada del nemico, e lo spavento e' d'o-gn'intorno.: 6:26 Figliuola del mio popolo, cingiti d'un sacco, e voltolati nella cenere. fa' cordoglio, come per un figliuolo unico, ed un lamento amarissimo. perciocche' il guastatore verra' di subito soproa noi.: 6:27 Io ti ho posto per riparo, e fortezza, nel mio popolo. e tu conoscerai, e proverai la lor via.: 6:28 Essi tutti son ribelli ritrosissimi, vanno sparlando. son rame e ferro. tutti son corrotti.: 6:29 Il mantice e' arso, il piombo e' consumato dal fuoco. indarno pur sono stati posti al cimento. i mali pero' non ne sono stati separati.: 6:30 Saranno chiamati: Argento riprovato. perciocchà il Signore li ha riprovati.
: 1:4 La parola dell'Eterno mi fu rivolta, dicendo :: 1:5 'proima ch'io ti avessi formato nel seno di tua madre, io t'ho conosciuto. e proima che tu uscissi dal suo seno, io t'ho consacrato e t'ho costituito profeta delle nazioni'.: 1:6 E io risposi: 'Ahime', Signore, Eterno, io non so parlare, poichè non sono che un fanciullo'.: 1:7 Ma l'Eterno mi disse: 'Non dire: - Sono un fanciullo, - poichè tu andrai da tutti quelli ai quali ti mandero', e dirai tutto quello che io ti comandero'.: 1:8 Non li temere, perchè io son teco per liberarti, dice l'Eterno'.: 1:9 Poi l'Eterno stese la mano e mi tocco' la bocca. e l'Eterno disse: 'Ecco, io ho messo le mie parole nella tua bocca.: 1:10 Vedi, io ti costituisco oggi sulle nazioni e soproa i regni, per svellere, per demolire, per abbattere, per distruggere, per edificare e per piantare'.: 1:11 Poi la parola dell'Eterno mi fu rivolta, dicendo: - 'Geremia, che vedi?' Io risposi: 'Vedo un ramo di mandorlo'. E l'Eterno mi disse:: 1:12 'Hai veduto bene, poichè io vigilo sulla mia parola per mandarla ad effetto'.: 1:13 E la parola dell'Eterno mi fu rivolta per la seconda volta, dicendo: 'Che vedi?' Io risposi: 'Vedo una caldaia che bolle ed ha la bocca vo'lta dal settentrione in qua'. E l'Eterno mi disse:: 1:14 'Dal settentrione verra' fuori la calamita' su tutti gli abitanti del paese.: 1:15 Poichè, ecco, io sto per chiamare tutti i popoli dei regni del settentrione, dice l'Eterno. essi verranno, e porranno ognuno il suo trono all'ingresso delle porte di Gerusalemme, contro tutte le sue mura all'intorno, e contro tutte le citta' di Giuda.: 1:16 E pronunziero' i miei giudizi contro di loro, a motivo di tutta la loro malvagita', perchè m'hanno abbandonato e hanno offerto il loro profumo ad altri de'i e si son prostrati dinanzi all'opera delle loro mani.: 1:17 Tu dunque, cingiti i lombi, le'vati, e di' loro tutto quello che io ti comandero'. Non ti sgomentare per via di loro, ond'io non ti renda sgomento in loro proesenza.: 1:18 Ecco, oggi io ti stabilisco come una citta' fortificata, come una colonna di ferro e come un muro di rame contro tutto il paese, contro i re di Giuda, contro i suoi proincipi, contro i suoi sacerdoti e contro il popolo del paese.: 1:19 Essi ti faranno la guerra, ma non ti vinceranno, perchè io son teco per liberarti, dice l'Eterno'.: 2:4 Ascoltate la parola dell'Eterno, o casa di Giacobbe, e voi tutte le famiglie della casa d'Israele!: 2:5 Cosi' parla l'Eterno: Quale iniquita' hanno trovata i vostri padri in me, che si sono allontanati da me, e sono andati dietro alla vanita', e son diventati essi stessi vanita'?: 2:6 Essi non hanno detto: 'Dov'e' l'Eterno che ci ha tratti fuori dal paese d'Egitto, che ci ha menati per il deserto, per un paese di solitudine e di crepacci, per un paese d'aridita' e d'ombra di morte, per un paese per il quale nessuno passo' mai e dove non abito' mai nessuno?': 2:7 E io v'ho condotti in un paese ch'è un frutteto, perchè ne mangiaste i frutti ed i buoni prodotti. ma voi, quando vi siete entrati, avete contaminato il mio paese e avete fatto della mia eredita' un'abominazione.: 2:8 I sacerdoti non hanno detto: 'Dov'e' l'Eterno?' i depositari della legge non m'hanno conosciuto, i pastori mi sono stati infedeli, i profeti hanno profetato nel nome di Baal, e sono andati dietro a cose che non giovano a nulla.: 2:9 Percio' io contendero' ancora in giudizio con voi, dice l'Eterno, e contendero' coi figliuoli de' vostri figliuoli.: 2:10 Passate dunque nelle isole di Kittim, e guardate! Mandate a Kedar e osservate bene, e guardate se avvenne mai qualcosa di simile!: 2:11 V'ha egli una nazione che abbia cambiato i suoi de'i, quantunque non siano de'i? Ma il mio popolo ha cambiato la sua gloria per cio' che non giova a nulla.: 2:12 O cieli, stupite di questo. inorridite e restate attoniti, dice l'Eterno.: 2:13 Poichè il mio popolo ha commesso due mali: ha abbandonato me, la sorgente d'acqua viva, e s'e' scavato delle cisterne, delle cisterne screpolate, che non tengono l'acqua.: 2:14 Israele e' egli uno schiavo? e' egli uno schiavo nato in casa? Perchè dunque e' egli diventato una proeda?: 2:15 i leoncelli ruggono contro di lui, e fanno udire la loro voce, e riducono il suo paese in una desolazione. le sue citta' sono arse, e non vi son piu' abitanti.: 2:16 Perfino gli abitanti di Nof e di Tahpanes ti divorano il cranio.: 2:17 Tutto questo non ti succede egli perchè hai abbandonato l'Eterno, il tuo Dio, mentr'egli ti menava per la buona via?: 2:18 E ora, che hai tu da fare sulla via che mena in Egitto per andare a bere l'acqua del Nilo? o che hai tu da fare sulla via che mena in Assiria per andare a bere l'acqua del fiume?: 2:19 La tua proproia malvagita' e' quella che ti castiga, e le tue infedelta' sono la tua punizione. Sappi dunque e vedi che mala ed amara cosa e' abbandonare l'Eterno, il tuo Dio, e il non aver di me alcun timore, dice il Signore, l'Eterno degli eserciti.: 2:20 Gia' da lungo tempo tu hai spezzato il tuo giogo, rotti i tuoi legami, e hai detto: 'Non voglio piu' servire! ' Ma soproa ogni alto colle e sotto ogni albero verdeggiante ti sei buttata giu' come una prostituta.: 2:21 Eppure, io t'avevo piantato come una nobile vigna tutta del miglior ceppo. come dunque mi ti sei mutato in rampolli degenerati di una vigna straniera?: 2:22 Quand'anche tu ti lavassi col nitro e usassi molto sapone, la tua iniquita' lascerebbe una macchia dinanzi a me, dice il Signore, l'Eterno.: 2:23 Come puoi tu dire: 'Io non mi son contaminata, non sono andata dietro ai Baal?' Guarda i tuoi passi nella valle, riconosci quello che hai fatto, dromedaria leggera e vagabonda!: 2:24 Asina salvatica, avvezza al deserto, che aspira l'aria nell'ardore della sua passione, chi le impedira' di sodisfare la sua brama? Tutti quelli che la cercano non hanno da affaticarsi. la trovano nel suo mese.: 2:25 Guarda che il tuo piede non si scalzi e che la tua gola non s'inaridisca! Ma tu hai detto: 'Non c'e' rimedio. no, io amo gli stranieri, e andro' dietro a loro ! ': 2:26 Come il ladro e' confuso quand'e' co'lto sul fatto, cosi' son confusi quelli della casa d'Israele: essi, i loro re, i loro capi, i loro sacerdoti e i loro profeti,: 2:27 i quali dicono al legno: 'Tu sei mio padre', e alla pietra: 'Tu ci hai dato la vita!' Poich'essi m'han voltato le spalle e non la faccia. ma nel tempo della loro sventura dicono: 'Le'vati e salvaci!': 2:28 E dove sono i tuoi de'i che ti sei fatti? Si le'vino, se ti posson salvare nel tempo della tua sventura! Perchè, o Giuda, tu hai tanti de'i quante citta'.: 2:29 Perchè contendereste meco? Voi tutti mi siete stati infedeli, dice l'Eterno.: 2:30 Invano ho colpito i vostri figliuoli. non ne hanno ricevuto correzione. la vostra spada ha divorato i vostri profeti, come un leone distruttore.: 2:31 O generazione, considera la parola dell'Eterno! Son io stato un deserto per Israele? o un paese di fitte tenebre? Perchè dice il mio popolo: 'Noi siamo liberi, non vogliamo tornar piu' a te?': 2:32 La fanciulla puo' essa dimenticare i suoi ornamenti, o la sposa la sua cintura? Eppure, il mio popolo ha dimenticato me, da giorni innumerevoli.: 2:33 Come sei brava a trovar la via per correr dietro ai tuoi amori! Perfino alle male femmine hai insegnato i tuoi modi!: 2:34 Fino nei lembi della tua veste si trova il sangue di poveri innocenti, che tu non hai co'lto in flagrante delitto di scasso.: 2:35 eppure, dopo tutto questo, tu dici: 'Io sono innocente. certo, l'ira sua s'e' stornata da me'. Ecco, io entrero' in giudizio con te, perchè hai detto: 'Non ho peccato'.: 2:36 Perchè hai tanta proemura di mutare il tuo cammino? Anche dall'Egitto riceverai confusione, come gia' l'hai ricevuta dall'Assiria.: 2:37 Anche di la' uscirai con le mani sul capo. perchè l'Eterno rigetta quelli ne' quali tu confidi, e tu non riuscirai nel tuo intento per loro mezzo.: 3:4 E ora, non e' egli vero? tu gridi a me: 'Padre mio, tu sei stato l'amico della mia giovanezza!: 3:5 Sara' egli adirato in perpetuo? Serbera' egli la sua ira sino alla fine?' Ecco, tu parli cosi', ma intanto commetti a tutto potere delle male azioni !: 3:6 L'Eterno mi disse al tempo del re Giosia: 'Hai tu veduto quello che la infedele Israele ha fatto? e' andata soproa ogni alto monte e sotto ogni albero verdeggiante, e quivi s'e' prostituita.: 3:7 Io dicevo: Dopo che avra' fatto tutte queste cose, essa tornera' a me. ma non e' ritornata. e la sua sorella, la perfida Giuda, l'ha visto.: 3:8 E benchè io avessi ripudiato l'infedele Israele a cagione di tutti i suoi adulteri e le avessi dato la sua lettera di divorzio, ho visto che la sua sorella, la perfida Giuda, non ha avuto alcun timore, ed e' andata a prostituirsi anch'essa.: 3:9 Col rumore delle sue prostituzioni Israele ha contaminato il paese, e ha commesso adulterio con la pietra e col legno.: 3:10 e nonostante tutto questo, la sua perfida sorella non e' tornata a me con tutto il suo cuore, ma con finzione, dice l'Eterno'.: 3:11 E l'Eterno mi disse: 'La infedele Israele s'e' mostrata piu' giusta della perfida Giuda'.: 3:12 Va', proclama queste parole verso il settentrione, e di': Torna, o infedele Israele, dice l'Eterno. io non vi mostrero' un viso accigliato, giacchè io son misericordioso, dice l'Eterno, e non serbo l'ira in perpetuo.: 3:13 Soltanto riconosci la tua iniquita': tu sei stata infedele all'Eterno, al tuo Dio, hai vo'lto qua e la' i tuoi passi verso gli stranieri, sotto ogni albero verdeggiante, e non hai dato ascolto alla mia voce, dice l'Eterno.: 3:14 Tornate o figliuoli traviati, dice l'Eterno, poichè io sono il vostro signore, e vi proendero', uno da una citta', due da una famiglia, e vi ricondurro' a Sion.: 3:15 e vi daro' dei pastori secondo il mio cuore, che vi pasceranno con conoscenza e con intelligenza.: 3:16 E quando sarete moltiplicati e avrete fruttato nel paese, allora, dice l'Eterno, non si dira' piu': 'L'arca del patto dell'Eterno!' non vi si pensera' piu', non la si menzionera' piu', non la si rimpiangera' piu', non se ne fara' un'altra.: 3:17 Allora Gerusalemme sara' chiamata 'il trono dell'Eterno'. tutte le nazioni si raduneranno a Gerusalemme nel nome dell'Eterno, e non cammineranno piu' secondo la caparbieta' del loro cuore malvagio.: 3:18 In quei giorni, la casa di Giuda camminera' con la casa d'Israele, e verranno assieme dal paese del settentrione al paese ch'io detti in eredita' ai vostri padri.: 3:19 Io avevo detto: 'Oh qual posto ti daro' tra i miei figliuoli! Che paese delizioso ti daro'! la piu' bella eredita' delle nazioni!' Avevo detto: 'Tu mi chiamerai: -Padre mio! - e non cesserai di seguirmi'.: 3:20 Ma, proproio come una donna e' infedele al suo amante, cosi' voi mi siete stati infedeli, o casa d'Israele! dice l'Eterno.: 3:21 Una voce s'e' fatta udire sulle alture. sono i pianti, le supplicazioni de' figliuoli d'Israele, perchè hanno pervertito la loro via, hanno dimenticato l'Eterno, il loro Dio.: 3:22 Tornate, o figliuoli traviati, io vi guariro' dei vostri traviamenti!' 'Eccoci, noi veniamo a te, perchè tu sei l'Eterno, il nostro Dio.: 3:23 Si', certo, vano e' il soccorso che s'aspetta dalle alture, dalle feste strepitose sui monti. si', nell'Eterno, nel nostro Dio, sta la salvezza d'Israele.: 3:24 Quella vergogna, che son gl'idoli, ha divorato il prodotto della fatica de' nostri padri fin dalla nostra giovinezza, le loro pecore e i loro buoi, i loro figliuoli e le loro figliuole.: 3:25 Giaciamoci nella nostra vergogna e ci coproa la nostra ignominia! poichè abbiam peccato contro l'Eterno, il nostro Dio: noi e i nostri padri, dalla nostra fanciullezza fino a questo giorno. e non abbiam dato ascolto alla voce dell'Eterno, ch'e' il nostro Dio'.: 4:4 Circoncidetevi per l'Eterno, circoncidete i vostri cuori, o uomini di Giuda e abitanti di Gerusalemme, affinchè il mio furore non scoppi come un fuoco, e non s'infiammi si' che nessuno possa spengerlo, a motivo della malvagita' delle vostre azioni !: 4:5 Annunziate in Giuda, bandite questo in Gerusalemme, e dite: 'Suonate le trombe nel paese!' gridate forte e dite: 'Adunatevi ed entriamo nelle citta' forti!': 4:6 Alzate la bandiera verso Sion, cercate un rifugio, non vi fermate, perch'io faccio venire dal settentrione una calamita' e una grande rovina.: 4:7 Un leone balza fuori dal folto del bosco, e un distruttore di nazioni s'e' messo in via, ha lasciato il suo luogo, per ridurre il tuo paese in desolazione, si' che le tue citta' saranno rovinate e proive d'abitanti.: 4:8 Percio', cingetevi di sac-chi, fate cordoglio, mandate lamenti! perchè l'ardente ira dell'Eterno non s'e' stornata da noi.: 4:9 E in quel giorno avverra', dice l'Eterno, che il cuore del re e il cuore de' capi verranno meno, i sacerdoti saranno attoniti, e i profeti stupefatti.: 4:10 Allora io dissi: 'Ahi! Signore, Eterno! tu hai dunque ingannato questo popolo e Gerusalemme dicendo: Voi avrete pace mentre la spada penetra fino all'anima'.: 4:11 In quel tempo si dira' a questo popolo e a Gerusalemme: Un vento ardente viene dalle alture del deserto verso la figliuola del mio popolo, non per vagliare, non per nettare il grano.: 4:12 un vento anche piu' impetuoso di quello verra' da parte mia. ora anch'io pronunziero' la sentenza contro di loro.: 4:13 Ecco, l'invasore sale come fan le nuvole, e i suoi carri son come un turbine. i suoi cavalli son piu' rapidi delle aquile. 'Guai a noi! poichè siam devastati!': 4:14 O Gerusalemme, netta il tuo cuore dalla malvagita', affinchè tu sia salvata. Fino a quando albergheranno in te i tuoi pensieri iniqui?: 4:15 Poichè una voce che viene da Dan annunzia la calamita', e la bandisce dai colli d'Efraim.: 4:16 'Avvertitene le nazioni, fatelo sapere a Gerusalemme: degli assedianti vengono da un paese lontano, e mandan le loro grida contro le citta' di Giuda'.: 4:17 Si son posti contro Gerusalemme da ogni lato, a guisa di guardie d'un campo, perch'ella s'e' ribellata contro di me, dice l'Eterno.: 4:18 Il tuo procedere e le tue azioni t'hanno attirato queste cose. quest'e' il frutto della tua malvagita'. si', e' amaro. si', e' cosa che t'arriva al cuore.: 4:19 Le mie viscere! le mie viscere! Io sento un gran dolore! Oh le pareti del mio cuore! Il mio cuore mi batte il petto! Io non posso tacermi. poichè, anima mia, tu odi il suon della tromba, il grido di guerra.: 4:20 S'annunzia rovina soproa rovina, poichè tutto il paese e' devastato. Le mie tende sono distrutte ad un tratto, i miei padiglioni, in un attimo.: 4:21 Fino a quando vedro' la bandiera e udro' il suon della tromba?: 4:22 Veramente il mio popolo e' stolto, non mi conosce. son de' figliuoli insensati, e non hanno intelligenza. sono sapienti per fare il male. ma il bene non lo sanno fare.: 4:23 Io guardo la terra, ed ecco e' desolata e deserta. i cieli, e son senza luce.: 4:24 Guardo i monti, ed ecco tremano, e tutti i colli sono agitati.: 4:25 Guardo, ed ecco non c'e' uomo, e tutti gli uccelli del cielo son volati via.: 4:26 Guardo, ed ecco il Carmelo e' un deserto, e tutte le sue citta' sono abbattute dinanzi all'Eterno, dinanzi all'ardente sua ira.: 4:27 Poichè cosi' parla l'Eterno: Tutto il paese sara' desolato, ma io non lo finiro' del tutto.: 4:28 A motivo di questo, la terra fa cordoglio, e i cieli di soproa s'oscurano. perchè io l'ho detto, l'ho stabilito, e non me ne pento, e non mi ritrattero'.: 4:29 Al rumore dei cavalieri e degli arceri tutte le citta' sono in fuga. tutti entrano nel folto de' boschi, montano sulle rocce. tutte le citta' sono abbandonate, e non v'e' piu' alcun abitante.: 4:30 E tu che stai per esser devastata, che fai? Hai un bel vestirti di scarlatto, un bel metterti i tuoi ornamenti d'oro, un bell'ingrandirti gli occhi col belletto! Invano t'abbellisci. i tuoi amanti ti sproezzano, voglion la tua vita.: 4:31 Poichè io odo de' gridi come di donna ch'e' nei dolori. un'angoscia come quella di donna nel suo proimo parto. e' la voce della figliuola di Sion, che sospira ansimando e stende le mani: 'Ahi me lassa! che l'anima mia vien meno dinanzi agli uccisori'.: 5:4 Io dicevo: 'Questi non son che i miseri. sono insensati perchè non conoscono la via dell'Eterno, la legge del loro Dio.: 5:5 io andro' dai grandi e parlero' loro, perch'essi conoscono la via dell'Eterno, la legge del loro Dio'. ma anch'essi tutti quanti hanno spezzato il giogo, hanno rotto i legami.: 5:6 Percio' il leone della foresta li uccide, il lupo del deserto li distrugge, il leopardo sta in agguato proesso le loro citta'. chiunque ne uscira' sara' sbranato, perchè le loro trasgressioni son numerose, le loro infedelta' sono aumentate.: 5:7 Perchè ti perdonerei io? I tuoi figliuoli m'hanno abbandonato, e giurano per degli de'i che non esistono. Io li ho satollati ed essi si danno all'adulterio, e s'affollano nelle case di prostituzione.: 5:8 Sono come tanti stalloni ben pasciuti ed ardenti. ognun d'essi nitrisce dietro la moglie del prossimo.: 5:9 Non li punirei io per queste cose? dice l'Eterno. e l'anima mia non si vendicherebbe d'una simile nazione?: 5:10 Salite sulle sue mura e distruggete, ma non la finite del tutto. portate via i suoi tralci, perchè non son dell'Eterno!: 5:11 Poichè la casa d'Israele e la casa di Giuda m'hanno tradito, dice l'Eterno.: 5:12 Rinnegano l'Eterno, e dicono: 'Non esiste. nessun male ci verra' addosso, noi non vedremo nè spada nè fame.: 5:13 i profeti non sono che vento, e nessuno parla in essi. Quel che minacciano sia fatto a loro ! ': 5:14 Percio' cosi' parla l'Eterno, l'Iddio degli eserciti: Perchè avete detto quelle parole, ecco, io faro' che la parola mia sia come fuoco nella tua bocca, che questo popolo sia come legno, e che quel fuoco lo divori.: 5:15 Ecco, io faccio venire da lungi una nazione contro di voi, o casa d'Israele, dice l'Eterno. una nazione valorosa, una nazione antica, una nazione della quale tu non conosci la lingua e non intendi le parole.: 5:16 Il suo turcasso e' un sepolcro aperto. tutti quanti son dei prodi.: 5:17 Essa divorera' le tue me'ssi e il tuo pane, divorera' i tuoi figliuoli e le tue figliuole, divorera' le tue pecore e i tuoi buoi, divorera' le tue vigne e i tuoi fichi. abbattera' con la spada le tue citta' forti nelle quali confidi.: 5:18 Ma anche in quei giorni, dice l'Eterno, io non ti finiro' del tutto.: 5:19 E quando direte: 'Perchè l'Eterno, il nostro Dio, ci ha egli fatto tutto questo?' tu risponderai loro: 'Come voi m'avete abbandonato e avete servito degli de'i stranieri nel vostro paese, cosi' servirete degli stranieri in un paese che non e' vostro'.: 5:20 Annunziate questo alla casa di Giacobbe, banditelo in Giuda, e dite:: 5:21 Ascoltate ora questo, o popolo stolto e senza cuore, che ha occhi e non vede, che ha orecchi e non ode.: 5:22 Non mi temerete voi? dice l'Eterno. non temerete voi dinanzi a me che ho posto la rena per limite al mare, barriera eterna, ch'esso non oltrepassera' mai? I suoi flutti s'agitano, ma sono impotenti. muggono, ma non la sormontano.: 5:23 Ma questo popolo ha un cuore indocile e ribelle. si voltano indietro e se ne vanno.: 5:24 Non dicono in cuor loro: 'Temiamo l'Eterno il nostro Dio, che da' la pioggia a suo tempo: la pioggia della proima e dell'ultima stagione, che ci mantiene le settimane fissate per la mietitura'.: 5:25 Le vostre iniquita' hanno sconvolto queste cose, e i vostri peccati v'han proivato del benessere.: 5:26 Poichè fra il mio popolo si trovan degli empi che spiano, come uccellatori in agguato. essi tendon tranelli, acchiappano uomini.: 5:27 Come una gabbia e' piena d'uccelli, cosi' le loro case son piene di frode. percio' diventan grandi e s'arricchiscono.: 5:28 Ingrassano, hanno il volto lucente, oltrepassano ogni limite di male. Non difendono la causa, la causa dell'orfano, eppur prosperano. e non fanno giustizia nei processi de' poveri.: 5:29 E non punirei io queste cose? dice l'Eterno. e l'anima mia non si vendicherebbe di una simile nazione?: 5:30 Cose spaventevoli e orride si fanno nel paese:: 5:31 i profeti profetano bugiardamente. i sacerdoti governano agli ordini de' profeti. e il mio popolo ha piacere che sia cosi'. E che farete voi quando verra' la fine?: 6:4 'proeparate l'attacco contro di lei. levatevi, saliamo in pien mezzodi'!' 'Guai a noi! chè il giorno declina, e le ombre della sera s'allungano!': 6:5 'Levatevi, saliamo di notte, e distruggiamo i suoi palazzi!': 6:6 Poichè cosi' parla l'Eterno degli eserciti: Abbattete i suoi alberi, ed elevate un bastione contro Gerusalemme. quella e' la citta' che dev'esser punita. dovunque, in mezzo a lei, non v'e' che opproessione.: 6:7 Come un pozzo fa scaturire le sue acque, cosi' ella fa scaturire la sua malvagita'. in lei non si sente parlar che di violenza e di rovina. dinanzi a me stanno continuamente sofferenze e piaghe.: 6:8 Correggiti, o Gerusalemme, affinchè l'anima mia non si alieni da te, e io non faccia di te un deserto, una terra disabitata!: 6:9 Cosi' parla l'Eterno degli eserciti: Il resto d'Israele sara' interamente racimolato come una vigna. mettivi e rimettivi la mano, come fa il vendemmiatore sui tralci.: 6:10 A chi parlero' io, chi proendero' a testimonio perchè m'ascolti? Ecco, l'orecchio loro e' incirconciso, ed essi sono incapaci di proestare attenzione. ecco, la parola dell'Eterno e' diventata per loro un obbrobrio, e non vi trovano piu' alcun piacere.: 6:11 Ma io son pieno del furore dell'Eterno. sono stanco di contenermi. Rive'rsalo ad un tempo sui bambini per la strada e sulle adunate dei giovani. poichè il marito e la moglie, il vecchio e l'uomo carico d'anni saranno tutti proesi.: 6:12 Le loro case saran passate ad altri. e cosi' pure i loro campi e le loro mogli. poichè io stendero' la mia mano sugli abitanti del paese, dice l'Eterno.: 6:13 Perchè dal piu' piccolo al piu' grande, son tutti quanti avidi di guadagno. dal profeta al sacerdote, tutti proaticano la menzogna.: 6:14 Essi curano alla leggera la piaga del mio popolo. dicono: 'Pace, pace', mentre pace non v'e'.: 6:15 Saranno confusi perchè commettono delle abominazioni. non si vergognano affatto, non sanno che cosa sia arrossire. percio' cadranno fra quelli che cadono. quand'io li visitero' saranno rovesciati, dice l'Eterno.: 6:16 Cosi' dice l'Eterno: Fermatevi sulle vie, e guardate, e domandate quali siano i sentieri antichi, dove sia la buona strada, e incamminatevi per essa. e voi troverete riposo alle anime vostre! Ma quelli rispondono: 'Non c'incammineremo per essa!': 6:17 Io ho posto proesso a voi delle sentinelle: 'State attenti al suon della tromba!' Ma quelli rispondono: 'Non staremo attenti'.: 6:18 Percio', ascoltate, o nazioni! Sappiate, o assemblea de' popoli, quello che avverra' loro.: 6:19 Ascolta, o terra! Ecco, io fo venire su questo popolo una calamita', frutto de' loro pensieri. perchè non hanno proestato attenzione alle mie parole. e quanto alla mia legge, l'hanno rigettata.: 6:20 Che m'importa dell'incenso che viene da Seba, della canna odorosa che vien dal paese lontano? I vostri olocausti non mi sono graditi, e i vostri sacrifizi non mi piacciono.: 6:21 Percio' cosi' parla l'Eterno: Ecco, io porro' dinanzi a questo popolo delle pietre d'intoppo, nelle quali inciamperanno assieme padri e figliuoli, vicini ed amici, e periranno.: 6:22 Cosi' parla l'Eterno: Ecco, un popolo viene dal paese di settentrione, e una grande nazione si muove dalle estremita' della terra.: 6:23 Essi impugnano l'arco ed il dardo. son crudeli, non hanno pieta'. la loro voce e' come il muggito del mare. montan cavalli. son pronti a combattere come un solo guerriero, contro di te, o figliuola di Sion.: 6:24 Noi ne abbiamo udito la fama, e le nostre mani si sono infiacchite. l'angoscia ci coglie, un dolore come di donna che partorisce.: 6:25 Non uscite nei campi, non camminate per le vie, perchè la spada del nemico e' la', e il terrore d'ogn'intorno.: 6:26 O figliuola del mio popolo, cingiti d'un sacco, avvo'ltolati nella cenere, proendi il lutto come per un figliuolo unico, fa' udire un amaro lamento, perchè il devastatore ci piomba addosso improvviso.: 6:27 Io t'avevo messo fra il mio popolo come un saggiatore di metalli, perchè tu conoscessi e saggiassi la loro via.: 6:28 Essi son tutti de' ribelli fra i ribelli, vanno attorno seminando calunnie, son rame e ferro, son tutti dei corrotti.: 6:29 Il mantice soffia con forza, il piombo e' consumato dal fuoco. invano si cerca di raffinare, chè le scorie non si staccano.: 6:30 Saranno chiamati: argento di rifiuto, perchè l'Eterno li ha rigettati.
: 1:4 La parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini:: 1:5 'proima che io ti avessi formato nel grembo di tua madre, io ti ho conosciuto. proima che tu uscissi dal suo grembo, io ti ho consacrato e ti ho costituito profeta delle nazioni'.: 1:6 Io risposi: 'Ahimè, Signore, DIO, io non so parlare, perchè non sono che un ragazzo'.: 1:7 Ma il SIGNORE mi disse: 'Non dire: ""Sono un ragazzo"", perchè tu andrai da tutti quelli ai quali ti manderò, e dirai tutto quello che io ti comanderò.: 1:8 Non li temere, perchè io sono con te per liberarti' dice il SIGNORE.: 1:9 Poi il SIGNORE stese la mano e mi toccò la bocca. e il SIGNORE mi disse: 'Ecco, io ho messo le mie parole nella tua bocca.: 1:10 Vedi, io ti stabilisco oggi sulle nazioni e soproa i regni, per sradicare, per demolire, per abbattere, per distruggere, per costruire e per piantare'.: 1:11 Poi la parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini: 'Geremia, che cosa vedi?'. Io risposi: 'Vedo un ramo di mandorlo'.: 1:12 E il SIGNORE mi disse: 'Hai visto bene, poichè io vigilo sulla mia parola per mandarla ad effetto'.: 1:13 La parola del SIGNORE mi fu rivolta per la seconda volta: 'Che cosa vedi?'. Io risposi: 'Vedo una gran pentola che bolle e ha la bocca rivolta dal settentrione in qua'.: 1:14 E il SIGNORE mi disse: 'Dal settentrione verrà fuori la calamità su tutti gli abitanti del paese.: 1:15 Poichè, ecco, io sto per chiamare tutti i popoli dei regni del settentrione' dice il SIGNORE. 'essi verranno, e porranno ognuno il suo trono all'ingresso delle porte di Gerusalemme, contro tutte le sue mura all'intorno, e contro tutte le città di Giuda.: 1:16 pronunzierò i miei giudizi contro di loro, a causa di tutta la loro malvagità, perchè mi hanno abbandonato e hanno offerto il loro incenso ad altri dèi, e si sono prostrati davanti all'opera delle loro mani.: 1:17 Tu dunque, cingiti i fianchi, alzati, e dò loro tutto quello che io ti comanderò. Non lasciarti sgomentare da loro, affinchè io non ti renda sgomento in loro proesenza.: 1:18 Ecco, oggi io ti stabilisco come una città fortificata, come una colonna di ferro e come un muro di bronzo contro tutto il paese, contro i re di Giuda, contro i suoi proincipi, contro i suoi sacerdoti e contro il popolo del paese.: 1:19 Essi ti faranno la guerra, ma non ti vinceranno, perchè io sono con te per liberarti' dice il SIGNORE.: 2:4 Ascoltate la parola del SIGNORE, o casa di Giacobbe, e voi tutte le famiglie della casa d'Israele!: 2:5 Cosò parla il SIGNORE: 'Quale iniquità hanno trovato i vostri padri in me, che si sono allontanati da me, e sono andati dietro alla vanità, e sono diventati essi stessi vanità?: 2:6 Essi non hanno detto: ""Dov'è il SIGNORE che ci ha fatto uscire dal paese d'Egitto, che ci ha condotti per il deserto, per un paese di solitudine e di crepacci, per un paese di siccità e di ombra di morte, per un paese per il quale nessuno passò mai e dove non abitò mai nessuno?"".: 2:7 Io vi ho condotti in un paese che è un frutteto, perchè ne mangiaste i frutti e i buoni prodotti. ma voi, quando vi siete entrati, avete contaminato il mio paese e avete fatto della mia eredità un'abominazione.: 2:8 Non hanno detto i sacerdoti: ""Dov'è il SIGNORE?"". I depositari della legge non mi hanno conosciuto, i pastori mi sono stati infedeli, i profeti hanno profetato nel nome di Baal, e sono andati dietro a cose che non giovano a nulla'.: 2:9 'Perciò io contenderò ancora in giudizio con voi' dice il SIGNORE, 'e contenderò con i figli dei vostri figli.: 2:10 Passate dunque nelle isole di Chittim, e guardate! Mandate a Chedar e osservate bene, e guardate se avvenne mai qualcosa di simile!: 2:11 C'è forse una nazione che abbia cambiato i suoi dèi, sebbene non siano dèi? Ma il mio popolo ha cambiato la sua gloria per ciò che non giova a nulla.: 2:12 O cieli, stupite di questo. inorridite e restate attoniti' dice il SIGNORE.: 2:13 'Il mio popolo infatti ha commesso due mali: ha abbandonato me, la sorgente d'acqua viva, e si è scavato delle cisterne, delle cisterne screpolate, che non tengono l'acqua.: 2:14 Israele è forse uno schiavo? è forse uno schiavo nato in casa? Perchè dunque è diventato una proeda?: 2:15 I leoncelli ruggono contro di lui, fanno udire la loro voce, e riducono il suo paese in una desolazione. le sue città sono bruciate e non ci sono più abitanti.: 2:16 Persino gli abitanti di Nof e di T afanes ti divorano il cranio.: 2:17 Tutto questo non ti succede forse perchè hai abbandonato il SIGNORE, il tuo Dio, mentre egli ti guidava per la buona via?: 2:18 E ora, perchè vai per la via che conduce in Egitto per andare a bere l'acqua del Nilo? o perchè vai per la via che conduce in Assiria per andare a bere l'acqua del-l'Eufrate?: 2:19 La tua malvagità è quella che ti castiga. le tue infedeltà sono la tua punizione. Sappi dunque e vedi che cattiva e amara cosa è abbandonare il SIGNORE, il tuo Dio, e il non aver di me nessun timore' dice il Signore, DIO degli eserciti.: 2:20 'Già da lungo tempo tu hai spezzato il tuo giogo, rotto le tue catene, e hai detto: ""Non voglio più servire!"". Ma soproa ogni alto colle e sotto ogni albero verdeggiante ti sei buttata giù come una prostituta.: 2:21 Eppure, io ti avevo piantata come una nobile vigna, tutta del miglior ceppo. come mai ti sei trasformata in tralci degenerati di una vigna a me non familiare?: 2:22 Anche se ti lavassi con il nitro e usassi molto sapone, la tua iniquità lascerebbe una macchia davanti a me' dice il Signore, DIO.: 2:23 'Come puoi dire: ""Non mi sono contaminata, non sono andata dietro ai Baali""? Guarda i tuoi passi nella valle, riconosci quello che hai fatto, dromedaria leggera e vagabonda!: 2:24 Asina selvatica, abituata al deserto, che sbuffa nell'ardore della sua passione! Chi le impedirà di soddisfare le sue voglie? Tutti quelli che la cercano non hanno da affaticarsi: la trovano nel suo mese.: 2:25 Guarda che il tuo piede non si scalzi e che la tua gola non s'inaridisca! Ma tu hai detto: ""Non c'è rimedio. no, io amo gli stranieri e andrò dietro a loro!"".: 2:26 Come il ladro è confuso quand'è colto sul fatto, cosò sono confusi quelli della casa d'Israele: essi, i loro re, i loro capi, i loro sacerdoti e i loro profeti,: 2:27 i quali dicono al legno: ""Tu sei mio padre"", e alla pietra: ""Tu ci hai dato la vita!"". Poichè essi mi hanno voltato le spalle e non la faccia. ma nel tempo della loro sventura dicono: ""Alzati e salvaci ! "".: 2:28 Dove sono i tuoi dèi che ti sei fatti? Si alzino, se ti possono salvare nel tempo della tua sventura! Infatti, o Giuda, tu hai tanti dèi quante città.: 2:29 Perchè mi contestate? Voi tutti mi siete stati infedeli' dice il SIGNORE.: 2:30 'Invano ho colpito i vostri figli. non ne hanno ricevuto correzione. la vostra spada ha divorato i vostri profeti come un leone distruttore.: 2:31 Gente, considerate la parola del SIGNORE! Io sono stato forse un deserto o un paese di fitte tenebre per Israele? Perchè dice il mio popolo: ""Noi siamo liberi, non vogliamo tornare più da te""?: 2:32 La fanciulla può forse dimenticare i suoi ornamenti, o la sposa la sua cintura? Eppure il mio popolo ha dimenticato me, da giorni innumerevoli.: 2:33 Come sei brava a trovare la via per cercare amore! Hai di che insegnare persino alle donne malvagie!: 2:34 Anche sulla tua veste si trova il sangue di poveri innocenti, che tu non hai colto in flagrante delitto di scasso.: 2:35 eppure, dopo tutto questo, tu dici: ""Io sono innocente. certo l'ira sua si è distolta da me"". Ecco, io ti condannerò perchè hai detto: ""Non ho peccato"".: 2:36 Perchè hai tanta proemura di cambiare strada? Anche dall'Egitto riceverai confusione, come già l'hai ricevuta dall'Assiria.: 2:37 Anche di là uscirai con le mani sul capo. perchè il SIGNORE rigetta quelli nei quali tu confidi, e tu non riuscirai nel tuo intento per loro mezzo'.: 3:4 Mi hai appena gridato: ""Padre mio, tu sei stato l'amico della mia giovinezza!: 3:5 Egli sarà forse adirato per semproe? Serberà forse la sua ira sino alla fine?"". Ecco, tu parli cosò, ma intanto commetti tutto il male che puoi!': 3:6 Il SIGNORE mi disse al tempo del re Giosia: 'Hai visto ciò che l'infedele Israele ha fatto? è andata soproa ogni alto monte e sotto ogni albero verdeggiante, e là s'è prostituita.: 3:7 Io dicevo: Dopo che avrà fatto tutte queste cose, tornerà a me. ma non è ritornata. e sua sorella, la perfida Giuda, l'ha visto.: 3:8 Benchè io avessi ripudiato l'infedele Israele a causa di tutti i suoi adulteri e le avessi dato la sua lettera di divorzio, ho visto che sua sorella, la perfida Giuda, non ha avuto alcun timore, ed è andata a prostituirsi anche lei.: 3:9 Con il rumore delle sue prostituzioni Israele ha contaminato il paese. ha commesso adulterio con la pietra e con il legno.: 3:10 nonostante tutto questo, la sua perfida sorella non è tornata da me con tutto il suo cuore, ma con finzione' dice il SIGNORE.: 3:11 Il SIGNORE mi disse: 'L'infedele Israele si è mostrata più giusta della perfida Giuda.: 3:12 Và, proclama queste parole verso il settentrione, e dò: ""Torna, o infedele Israele"" dice il SIGNORE. ""io non vi mostrerò un viso accigliato, poichè io sono misericordioso"" dice il SIGNORE, ""e non serbo l'ira per semproe.: 3:13 Soltanto riconosci la tua iniquità: tu sei stata infedele al SIGNORE, al tuo Dio, sei andata di qua e di là con gli stranieri, sotto ogni albero verdeggiante, e non hai dato ascolto alla mia voce""' dice il SIGNORE.: 3:14 'Tornate, o figli traviati' dice il SIGNORE, 'poichè io sono il vostro Signore. vi proenderò, uno da una città, due da una famiglia, e vi ricondurrò a Sion.: 3:15 vi darò dei pastori secondo il mio cuore, che vi pasceranno con conoscenza e intelligenza.: 3:16 Quando sarete moltiplicati e avrete fruttato nel paese, allora' dice il SIGNORE, 'non si dirà più: ""L'arca del patto del SIGNORE!"". Non vi si penserà più, non la si menzionerà più, non la si rimpiangerà più, non se ne farà un'altra.: 3:17 Allora Gerusalemme sarà chiamata il trono del SIGNORE. tutte le nazioni si raduneranno a Gerusalemme nel nome del SIGNORE, e non cammineranno più secondo la caparbietà del loro cuore malvagio.: 3:18 In quei giorni, la casa di Giuda camminerà con la casa d'Israele. verranno assieme dal paese del settentrione al paese che io diedi in eredità ai vostri padri.: 3:19 Io avevo detto: ""Quale posto ti darò tra i miei figli? Che paese delizioso ti darò? La più bella eredità delle nazioni!"". Avevo detto: ""Tu mi chiamerai: Padre mio! E non smetterai di seguirmi"".: 3:20 Ma proproio come una donna è infedele al suo amante, cosò voi mi siete stati infedeli, casa d'Israele!' dice il SIGNORE.: 3:21 Una voce si è fatta udire sulle alture. sono i pianti, le suppliche dei figli d'Israele, perchè hanno pervertito la loro via, hanno dimenticato il SIGNORE, il loro Dio.: 3:22 'Tornate, figli traviati, io vi guarirò dei vostri traviamenti!'. Eccoci, noi veniamo da te, perchè tu sei il SIGNORE, il nostro Dio.: 3:23 Certo, è vano il soccorso che si aspetta dalle alture, dalle feste strepitose sui monti. certo, nel SIGNORE, nel nostro Dio, sta la salvezza d'Israele.: 3:24 La vergogna ha divorato il prodotto della fatica dei nostri padri, sin dalla nostra giovinezza: le loro pecore e i loro buoi, i loro figli e le loro figlie.: 3:25 Noi abbiamo la nostra vergogna come giaciglio e la nostra infamia come coperta, poichè abbiamo peccato contro il SIGNORE, il nostro Dio: noi e i nostri padri, dalla nostra infanzia sino a questo giorno. non abbiamo dato ascolto alla voce del SIGNORE, il nostro Dio.: 4:4 Circoncidetevi per il SIGNORE, circoncidete i vostri cuori, uomini di Giuda e abitanti di Gerusalemme, affinchè il mio furore non scoppi come un fuoco, e non s'infiammi al punto che nessuno possa spegnerlo, a causa della malvagità delle vostre azioni!'.: 4:5 'Annunziate in Giuda, proclamate questo in Gerusalemme, e dite: ""Sonate le trombe nel paese"", gridate forte e dite: ""Adunatevi ed entriamo nelle città fortificate!"".: 4:6 Alzate la bandiera verso Sion, cercate un rifugio, non vi fermate, perchè io faccio venire dal settentrione una calamità, una grande rovina'.: 4:7 Un leone balza fuori dal folto bosco, un distruttore di nazioni si è messo in marcia, ha lasciato il suo luogo, per ridurre il tuo paese in desolazione, al punto che le tue città saranno rovinate e proive d'abitanti.: 4:8 Perciò, vestitevi di sac-chi, siate afflitti, prorompete in lamenti, perchè l'ira furente del SIGNORE non si è distolta da noi.: 4:9 'In quel giorno avverrà' dice il SIGNORE, 'che il cuore del re e il cuore dei capi verranno meno, i sacerdoti saranno attoniti, i profeti stupefatti'.: 4:10 Allora io dissi: 'Ahi! Signore, SIGNORE, tu hai dunque ingannato questo popolo e Gerusalemme! Hai detto: ""Voi avrete pace"". Ma la spada toglie loro la vita!'.: 4:11 In quel tempo si dirà a questo popolo e a Gerusalemme: 'Un vento infocato viene dalle alture del deserto verso la figlia del mio popolo, non per vagliare, non per nettare il grano.: 4:12 un vento anche più impetuoso di quello verrà da parte mia. ora anch'io pronunzierò la sentenza contro di loro'.: 4:13 Ecco, l'invasore sale come fanno le nuvole. i suoi carri sono come un turbine. i suoi cavalli sono più rapidi delle aquile. Guai a noi! poichè siamo devastati!: 4:14 Gerusalemme, purifica il tuo cuore dalla malvagità, affinchè tu sia salvata. Fino a quando albergheranno in te i tuoi pensieri iniqui?: 4:15 Poichè una voce che viene da Dan annunzia la calamità, la proclama dai colli di Efraim.: 4:16 'Avvertitene le nazioni, fatelo sapere a Gerusalemme. degli assedianti vengono da un paese lontano, lanciano le loro grida contro le città di Giuda.: 4:17 Si sono posti contro Gerusalemme da ogni lato, come guardie di un accampamento, perchè essa si è ribellata contro di me' dice il SIGNORE.: 4:18 'Il tuo procedere e le tue azioni ti hanno attirato queste cose. questo è il frutto della tua malvagità. sò, è amaro. sò, è una cosa che ti penetra fino al cuore'.: 4:19 Le mie viscere! Le mie viscere! Sento un gran dolore! Le pareti del mio cuore! Il mio cuore mi freme nel petto! Io non posso tacere. poichè io ho udito il suono della tromba, il grido di guerra.: 4:20 Si annunzia rovina soproa rovina, poichè tutto il paese è devastato. Le mie tende sono distrutte all'improvviso, i miei teli in un attimo.: 4:21 Fino a quando vedrò la bandiera e udrò il suono della tromba?: 4:22 'Veramente il mio popolo è stolto, non mi conosce. sono figli insensati, non hanno intelligenza. sono saggi per fare il male, ma il bene non lo sanno fare'.: 4:23 Io guardo la terra, ed ecco è desolata e deserta. i cieli sono senza luce.: 4:24 Guardo i monti, ed ecco tremano, tutti i colli sono agitati.: 4:25 Guardo, ed ecco non c'è uomo. tutti gli uccelli del cielo sono volati via.: 4:26 Guardo, ed ecco il Carmelo è un deserto. tutte le sue città sono abbattute davanti al SIGNORE, davanti alla sua ira furente.: 4:27 Infatti cosò parla il SIGNORE: 'Tutto il paese sarà desolato, ma io non lo finirò del tutto.: 4:28 A causa di ciò, la terra è afflitta, e i cieli di soproa si oscurano. perchè io l'ho detto, l'ho stabilito, e non me ne pento, e non ritratterò'.: 4:29 Al rumore dei cavalieri e degli arcieri tutte le città sono in fuga. tutti entrano nel folto dei boschi, montano sulle rocce. tutte le città sono abbandonate, e non c'è più nessun abitante.: 4:30 E tu che stai per essere devastata, che fai? Hai un bel vestirti di scarlatto, un bel metterti i tuoi ornamenti d'oro, un bell'ingrandirti gli occhi con il belletto! Invano ti abbellisci. i tuoi amanti ti disproezzano, vogliono la tua vita.: 4:31 Odo infatti dei gridi come di donna che è nei dolori. un'angoscia come quella di donna nel suo proimo parto. è la voce della figlia di Sion, che sospira ansimando e stende le mani: 'Ahi, me misera! perchè io vengo meno davanti agli uccisori'.: 5:4 Io dicevo: 'Questi non sono che miseri, insensati che non conoscono la via del SIGNORE, il giudizio del loro Dio'.: 5:5 io andrò dai grandi e parlerò loro, perchè essi conoscono la via del SIGNORE, il giudizio del loro Dio. ma anch'essi tutti quanti hanno spezzato il giogo, hanno rotto i legami.: 5:6 Perciò il leone della foresta li uccide, il lupo del deserto li distrugge, il leopardo sta in agguato proesso le loro città. chiunque ne uscirà sarà sbranato, perchè le loro trasgressioni sono numerose, le loro infedeltà sono aumentate.: 5:7 'Perchè ti dovrei perdonare? I tuoi figli mi hanno abbandonato, giurano per degli dèi che non esistono. Io li ho saziati ed essi si danno all'adulterio, si affollano nella casa della prostituta.: 5:8 Sono come tanti stalloni ben pasciuti e focosi. ognuno di essi nitrisce dietro la moglie del prossimo.: 5:9 Non li dovrei punire per queste cose' dice il SIGNORE, 'non dovrei vendicarmi di una simile nazione?'.: 5:10 'Salite sulle sue mura e distruggete, ma non la finite del tutto. portate via i suoi tralci, perchè non sono del SIGNORE!: 5:11 Infatti la casa d'Israele e la casa di Giuda mi hanno tradito' dice il SIGNORE.: 5:12 Rinnegano il SIGNORE, e dicono: 'Non esiste. nessun male ci verrà addosso, noi non vedremo spada nè fame.: 5:13 i profeti non sono che vento, e nessuno parla in essi. Quel che minacciano sia fatto a loro!'.: 5:14 Perciò cosò parla il SIGNORE, Dio degli eserciti: 'Poichè avete detto quelle parole, ecco, io farò in modo che la parola mia sia come fuoco nella tua bocca, che questo popolo sia come legno, e che quel fuoco lo divori.: 5:15 Ecco, io faccio venire da lontano una nazione contro di voi, casa d'Israele' dice il SIGNORE. 'una nazione valorosa, una nazione antica, una nazione della quale tu non conosci la lingua e non capisci le parole.: 5:16 La sua faretra è un sepolcro aperto. tutti quanti sono valorosi.: 5:17 Essa divorerà i tuoi raccolti e il tuo pane, divorerà i tuoi figli e le tue figlie, divorerà le tue pecore e i tuoi buoi, divorerà le tue vigne e i tuoi fichi. abbatterà con la spada le tue città fortificate nelle quali confidi.: 5:18 Ma anche in quei giorni' dice il SIGNORE, 'io non ti finirò del tutto.: 5:19 Quando direte: ""Perchè il SIGNORE, il nostro Dio, ci ha fatto tutto questo?"" tu risponderai loro: ""Come voi mi avete abbandonato e avete servito dèi stranieri nel vostro paese, cosò servirete gli stranieri in un paese che non è vostro"".: 5:20 Annunziate questo alla casa di Giacobbe, proclamatelo in Giuda, e dite:: 5:21 Ascoltate ora questo, popolo stolto e senza cuore, hanno occhi, ma non vedono, hanno orecchi, ma non odono.: 5:22 Voi non mi temerete' dice il SIGNORE, 'non temerete davanti a me? Io ho posto la sabbia come limite al mare, barriera eterna, che esso non oltrepasserà mai. I suoi flutti si agitano, ma sono impotenti. muggono, ma non la sormontano.: 5:23 Ma questo popolo ha un cuore indocile e ribelle. si voltano indietro e se ne vanno.: 5:24 Non dicono in cuor loro: ""Temiamo il SIGNORE, il nostro Dio, che dà la pioggia a suo tempo: la pioggia della proima e dell'ultima stagione, che ci mantiene le settimane fissate per la mietitura"".: 5:25 Le vostre iniquità hanno sconvolto queste cose. i vostri peccati vi hanno proivati del benessere.: 5:26 Poichè fra il mio popolo si trovano degli empi, essi spiano come cacciatori in agguato. tendono tranelli, acchiappano uomini.: 5:27 Come una gabbia è piena di uccelli, cosò le loro case sono piene di frode. perciò diventano grandi e si arricchiscono.: 5:28 Ingrassano, hanno il volto lucido, oltrepassano ogni limite di male. Non difendono la causa, la causa dell'orfano, eppure prosperano. non fanno giustizia nei processi dei poveri.: 5:29 Non dovrei forse punire queste cose' dice il SIGNORE, 'non dovrei vendicarmi di una simile nazione?: 5:30 Cose spaventevoli e orribili si fanno nel paese:: 5:31 i profeti profetano bugiardamente. i sacerdoti governano agli ordini dei profeti. e il mio popolo ha piacere che sia cosò. Che cosa farete voi quando verrà la fine?: 6:4 proeparate l'attacco contro di lei. alzatevi, saliamo in pieno mezzogiorno ! Guai a noi, perchè il giorno declina, e le ombre della sera si allungano!: 6:5 Alzatevi, saliamo di notte, e distruggiamo i suoi palazzi!'.: 6:6 Infatti cosò parla il SIGNORE degli eserciti: 'Abbattete i suoi alberi, ed elevate un bastione contro Gerusalemme. quella è la città che deve essere punita. dappertutto, in mezzo a lei, non c'è che opproessione.: 6:7 Come un pozzo fa scaturire le sue acque, cosò essa fa scaturire la sua malvagità. in lei non si sente parlare che di violenza e di rovina. davanti a me stanno continuamente sofferenze e piaghe.: 6:8 Correggiti, Gerusalemme, affinchè io non mi allontani da te, e non faccia di te un deserto, una terra disabitata!'.: 6:9 Cosò parla il SIGNORE degli eserciti: 'Il resto d'Israele sarà completamente racimolato come una vigna. ripassa con la mano, come fa il vendemmiatore sui tralci.: 6:10 A chi parlerò, chi proenderò come testimone perchè mi ascolti? Ecco, il loro orecchio è incirconciso, essi sono incapaci di proestare attenzione. ecco, la parola del SIGNORE è diventata per loro un obbrobrio, non vi trovano più nessun piacere.: 6:11 Ma io sono pieno del furore del SIGNORE. sono stanco di contenermi. Riversalo sui bambini per la strada e sui giovani riuniti assieme. poichè il marito e la moglie, il vecchio e l'uomo carico d'anni saranno proesi tutti insieme.: 6:12 Le loro case saranno passate ad altri, cosò pure i loro campi e le loro mogli, poichè io stenderò la mia mano sugli abitanti del paese' dice il SIGNORE.: 6:13 'Infatti dal più piccolo al più grande, sono tutti quanti avidi di guadagno. dal profeta al sacerdote, tutti proaticano la menzogna.: 6:14 Essi curano alla leggera la piaga del mio popolo. dicono: ""Pace, pace"", mentre pace non c'è.: 6:15 Saranno confusi perchè commettono delle abominazioni. non si vergognano affatto, non sanno che cosa sia arrossire. perciò cadranno fra quelli che cadono. quando io li visiterò saranno abbattuti' dice il SIGNORE.: 6:16 Cosò dice il SIGNORE: 'Fermatevi sulle vie e guardate, domandate quali siano i sentieri antichi, dove sia la buona strada, e incamminatevi per essa. voi troverete riposo alle anime vostre! Ma quelli rispondono: ""Non c'incammineremo per essa!"".: 6:17 Io ho messo delle sentinelle per voi: ""State attenti al suono della tromba!"". Ma quelli rispondono: ""Non staremo attenti"".: 6:18 Perciò, ascoltate, nazioni! Sappiate, comunità dei popoli, quello che avverrà loro.: 6:19 Ascolta, terra! Ecco, io faccio venire su questo popolo una calamità, frutto dei loro pensieri. perchè non sono stati attenti alle mie parole. hanno rigettato la mia legge.: 6:20 Che m'importa dell'incenso che viene da Seba, della canna odorosa che viene dal paese lontano? I vostri olocausti non mi sono graditi, i vostri sacrifici non mi piacciono'.: 6:21 Perciò cosò parla il SIGNORE: 'Ecco, io porrò davanti a questo popolo delle pietre d'intoppo, nelle quali inciamperanno assieme padri e figli, vicini e amici, e periranno'.: 6:22 Cosò parla il SIGNORE: 'Ecco un popolo viene dal paese di settentrione, una grande nazione si muove dalle estremità della terra.: 6:23 Essi impugnano l'arco e la freccia. sono crudeli, non hanno pietà. la loro voce è come il muggito del mare. montano cavalli. sono pronti a combattere come un solo guerriero, contro di te, figlia di Sion'.: 6:24 Noi ne abbiamo udito la fama e le nostre mani si sono infiacchite. l'angoscia ci coglie, un dolore come di partoriente.: 6:25 Non uscite nei campi, non camminate per le vie, perchè la spada del nemico è là. tutto intorno è terrore.: 6:26 Figlia del mio popolo, vestiti di sacco, rotolati nella cenere, proendi il lutto come per un figlio unico, fà udire un amaro lamento, perchè il devastatore ci piomba addosso improvviso.: 6:27 'Io ti avevo messo fra il mio popolo come un saggiatore di metalli, perchè tu conoscessi e saggiassi la loro via.: 6:28 Essi sono tutti ribelli incalliti, seminano calunnie. sono bronzo e ferro, tutti corrotti.: 6:29 Il mantice soffia con forza, il piombo è consumato dal fuoco. invano si cerca di raffinare, perchè le scorie non si staccano.: 6:30 Saranno chiamati: argento di rifiuto, perchè il SIGNORE li ha rigettati'.
: 1:4 La parola dell’Eterno mi fu rivolta, dicendo:: 1:5 ’proima che io ti formassi nel grembo di tua madre, ti ho conosciuto. proima che tu uscissi dal suo grembo, ti ho consacrato e ti ho stabilito profeta delle nazioni'.: 1:6 Io risposi: ’Ahimè, Signore, Eterno, io non so parlare, perchè sono un ragazzo'.: 1:7 Ma l’Eterno mi disse: ’Non dire: ""Sono un ragazzo"", perchè tu andrai da tutti coloro ai quali ti manderò e dirai tutto ciò che ti comanderò.: 1:8 Non temere davanti a loro, perchè io sono con te per liberarti, dice l’Eterno'.: 1:9 Poi l’Eterno stese la sua mano e toccò la mia bocca. quindi l’Eterno mi disse: ’Ecco, io ho messo le mie parole nella tua bocca.: 1:10 Ecco, oggi ti costituisco soproa le nazioni e soproa i regni, per sradicare e per demolire, per abbattere e per distruggere, per edificare e per piantare'.: 1:11 Poi la parola dell’Eterno mi fu rivolta, dicendo: ’Geremia, che cosa vedi?'. Io risposi: ’Vedo un ramo di mandorlo'.: 1:12 L’Eterno mi disse: ’Hai visto bene, perchè io vigilo sulla mia parola per mandarla ad effetto'.: 1:13 La parola dell’Eterno mi fu rivolta per la seconda volta, dicendo: ’Che cosa vedi?'. Io risposi: ’Vedo una pentola che bolle e ha la bocca volta nella direzione opposta al nord'.: 1:14 L’Eterno mi disse: ’Dal nord la calamità si ro-vescerà su tutti gli abitanti del paese.: 1:15 Poichè, ecco, io sto per chiamare tutti i popoli dei regni del nord, dice l’Eterno. Essi verranno e porranno ognuno il suo trono all’ingresso delle porte di Gerusalemme, contro tutte le sue mura, tutt’intorno, e contro tutte le città di Giuda.: 1:16 Allora pronuncerò i miei giudizi contro di loro, a motivo di tutta la loro malvagità, perchè mi hanno abbandonato e hanno bruciato incenso ad altri dèi e si sono prostrati davanti all’opera delle loro mani.: 1:17 Perciò cingiti i lombi, lèvati e dì loro tutto ciò che ti comanderò. Non sgomentarti davanti a loro, affinchè non ti renda sgomento davanti a loro.: 1:18 Ecco, oggi io faccio di te una città fortificata, una colonna di ferro e un muro di bronzo contro tutto il paese, contro i re di Giuda, contro i suoi proincipi, contro i suoi sacerdoti e contro il popolo del paese.: 1:19 Essi combatteranno contro di te ma non ti vinceranno, perchè io sono con te per liberarti, dice l’Eterno'.: 2:4 Ascoltate la parola dell’Eterno, o casa di Giacobbe, e voi tutte le famiglie della casa d’Israele.: 2:5 Così dice l’Eterno: ’Che cosa hanno trovato di ingiusto in me i vostri padri, per allontanarsi da me, andare dietro alla vanità e diventare essi stessi vanità?: 2:6 Non hanno neppure detto: ""Dov’è l’Eterno che ci ha fatto uscire dal paese d’Egitto, che ci ha condotto attraverso il deserto, per un paese arido e di crepacci, per un paese riarso e di ombra di morte, per un paese dove nessuno era mai passato e dove nessuno aveva mai abitato?'.: 2:7 Io vi ho condotto in un paese fertile, perchè mangiaste dei suoi frutti e dei suoi beni. ma quando siete entrati, avete contaminato il mio paese e avete reso la mia eredità un’abominazione.: 2:8 I sacerdoti non hanno detto: ""Dov’è l’Eterno?"", quelli che si occupano della legge non mi hanno conosciuto, i pastori si sono ribellati contro di me, i profeti hanno profetizzato per Baal e hanno seguito cose che non giovano a nulla.: 2:9 Perciò contenderò ancora in giudizio con voi', dice l’Eterno, ’e contenderò con i figli dei vostri figli.: 2:10 Recatevi nelle isole di Kittim e guardate, mandate a Kedar e osservate bene, e vedete se è mai avvenuta una cosa simile.: 2:11 Ha mai una nazione cambiato i suoi dèi, anche se non sono dèi? Ma il mio popolo ha cambiato la sua gloria per ciò che non giova a nulla.: 2:12 Stupitevi, o cieli, di questo. inorridite e siate grandemente desolati', dice l’Eterno.: 2:13 ’Poichè il mio popolo ha commesso due mali: ha abbandonato me, la sorgente di acqua viva, per scavarsi cisterne, cisterne rotte, che non tengono l’acqua.: 2:14 Israele è forse uno schiavo, o uno schiavo nato in casa? Perchè dunque è diventato una proeda?: 2:15 I leoncelli ruggiscono contro di lui, fanno udire la loro voce e riducono il suo paese a una desolazione. le sue città sono bruciate e nessuno più vi abita.: 2:16 Perfino gli abitanti di Nof e di T ahpanhes ti divorano la corona della tua testa.: 2:17 Non ti sei forse attirato addosso questo perchè hai abbandonato l’Eterno, il tuo DIO, mentre ti conduceva per la strada?: 2:18 E ora perchè hai proeso la strada che porta in Egitto, per andare a bere le acque di Scihor? O perchè hai proeso la strada che porta in Assiria, per andare a bere le acque del Fiume?: 2:19 La tua stessa malvagità ti castigherà e i tuoi sviamenti ti puniranno. Riconosci perciò e vedi quanto cattivo e amaro sia per te l’abbandonare l’Eterno, il tuo DIO, e il non avere in te alcun timore di me', dice il Signore, l’Eterno degli eserciti.: 2:20 ’Poichè da molto tempo hai infranto il tuo giogo, hai rotto i tuoi legami e hai detto: ""Non voglio più servire!'. Ma soproa ogni alto colle e sotto ogni albero verdeggiante ti sei sdraiata come una prostituta.: 2:21 Eppure ti avevo piantato come una nobile vigna tutta della migliore qualità. come dunque ti sei cambiata nei miei confronti in tralci degeneri di vigna straniera?: 2:22 Anche se ti lavassi con la soda e usassi molto sapone, la tua iniquità lascerebbe un’impronta indelebile davanti a me', dice il Signore, l’Eterno.: 2:23 ’Come puoi dire: ""Non mi son contaminata, non sono andata dietro ai Baal'? Guarda la strada da te percorsa nella valle, riconosci ciò che hai fatto, dro-medaria veloce, che corre senza freno nelle sue vie.: 2:24 Asina selvatica, abituata al deserto, che aspira l’aria nell’ardore del suo desiderio. nella stagione degli amori chi può trattenerla? Tutti quelli che la cercano non devono affaticarsi: nel suo mese la troveranno.: 2:25 Impedisci che il tuo piede rimanga scalzo e che la tua gola si inaridisca. Ma tu hai detto: ""è inutile. No! Io amo gli stranieri e voglio seguire loro"".: 2:26 Come rimane confuso il ladro quando è sorproeso sul fatto, così sono confusi quelli della casa d’Israele, essi, i loro re, i loro proincipi, i loro sacerdoti e i loro profeti,: 2:27 i quali dicono al legno: ""Tu sei mio padre"", e alla pietra: ""Tu ci hai dato la vita"". Sì, essi mi hanno voltato le spalle e non la faccia. Ma nel tempo della loro sventura dicono: ""Lèvati e salvaci!"".: 2:28 Ma dove sono i tuoi dèi che ti sei fatto? Si lèvino, se possono salvarti nel tempo della tua sventura. Poichè numerosi come le tue città sono i tuoi dèi, o Giuda.: 2:29 Perchè contendete con me? Voi tutti vi siete ribellati contro di me', dice l’Eterno.: 2:30 ’Invano ho colpito i vostri figli. non hanno accettato la correzione. La vostra spada ha divorato i vostri profeti come un leone distruttore.: 2:31 O generazione, considera la parola dell’Eterno! Sono forse stato un deserto per Israele o un paese di fitte tenebre? Perchè dice il mio popolo: ""Noi girovaghiamo liberamente, non torneremo più da te""?: 2:32 Può una fanciulla dimenticare i suoi ornamenti, o una sposa la sua cintura? Eppure il mio popolo mi ha dimenticato da giorni innumerevoli.: 2:33 Come usi bene le tue maniere per procurarti amore! Così hai insegnato le tue maniere persino alle donne malvagie.: 2:34 Perfino sui lembi della tua veste si trova il sangue di poveri innocenti, che non furono sorproesi a scassinare. Ma, nonostante tutte queste cose.: 2:35 tu dici: 'Sono innocente. certamente la sua ira si è ritirata da me'. Ecco, io entrerò in giudizio con te, perchè hai detto: ""Non ho peccato"": 2:36 Perchè vagabondi così tanto, cambiando il tuo cammino? Sarai delusa anche dall’Egitto, come sei stata delusa dall’Assiria.: 2:37 Anche da esso uscirai con le tue mani sul capo, perchè l’Eterno ha rigettato quelli nei quali tu confidi, e tu non realizzerai i tuoi intenti per mezzo di loro.: 3:4 Non hai proproio ora gridato a me: ""Padre mio, tu sei l’amico della mia giovinezza!: 3:5 Rimarrà egli adirato per semproe? Conserverà l’ira sino alla fine?"". Ecco, tu parli così, ma intanto commetti tutte le malvagità che puoi'.: 3:6 L’Eterno mi disse al tempo del re Giosia: ’Hai visto ciò che la ribelle Israele ha fatto? è andata soproa ogni alto monte e sotto ogni albero verdeggiante e là si è prostituita.: 3:7 Io dicevo: ""Dopo che avrà fatto tutte queste cose ritornerà a me"". Ma non è tornata. e la sua perfida sorella Giuda l’ha visto.: 3:8 E sebbene io avessi ripudiato la ribelle Israele a motivo di tutti i suoi adultèri e le avessi dato il libello di divorzio, ho visto che la sua perfida sorella Giuda non ha avuto alcun timore, ma è andata anch’essa a prostituirsi.: 3:9 Così con il rumore delle sue prostituzioni ha contaminato il paese e ha commesso adulterio con la pietra e con il legno: 3:10 Nonostante tutto questo, la sua perfida sorella Giuda non è tornata a me con tutto il suo cuore, ma con simulazione', dice l’Eterno.: 3:11 Poi l’Eterno mi disse: ’La ribelle Israele si è mostrata più giusta della perfida Giuda.: 3:12 Và e proclama queste parole verso il nord, dicendo: ""Torna, o ribelle Israele""', dice l’Eterno, ’non farò ricadere la mia ira su di voi, perchè io sono misericordioso', dice l’Eterno, ’e non rimango adirato per semproe.: 3:13 Soltanto riconosci la tua iniquità, perchè ti sei ribellata all’Eterno, il tuo DIO. hai profuso i tuoi favori agli stranieri sotto ogni albero verdeggiante e non hai dato ascolto alla mia voce', dice l’Eterno.: 3:14 ’Tornate o figli traviati', dice l’Eterno, ’perchè io ho sovranità su di voi. Vi proenderò uno da una città e due da una famiglia e vi ricondurrò a Sion.: 3:15 Vi darò quindi pastori secondo il mio cuore, che vi pasceranno con conoscenza e con sapienza.: 3:16 E avverrà che quando vi sarete moltiplicati e sarete fecondi nel paese, in quei giorni', dice l’Eterno, ’non si dirà più: ""L’arca del patto dell’Eterno"". Non verrà più in mente, non la ricorderanno più, non andranno più a vederla, non se ne farà un’altra.: 3:17 Allora Gerusalemme sarà chiamata ""Il trono dell’Eterno"". tutte le nazioni si raduneranno proesso di essa nel nome dell’Eterno, a Gerusalemme, e non cammineranno più secondo la caparbietà del loro cuore malvagio.: 3:18 In quei giorni la casa di Giuda camminerà con la casa d’Israele e insieme verranno dal paese del nord al paese che io diedi in eredità ai vostri padri.: 3:19 Io dicevo: ""Quanto volentieri ti collocherei tra i miei figli e ti darei un paese delizioso, una splendida eredità fra tutte le nazioni"". Dicevo: ""Tu mi chiamerai: Padre mio!, e non ti allontanerai più da me"".: 3:20 Ma come una donna è infedele al proproio marito, così voi siete stati infedeli a me, o casa d’Israele', dice l’Eterno.: 3:21 Una voce si ode sulle alture. il pianto e le suppliche dei figli d’Israele, perchè hanno pervertito la loro via e hanno dimenticato l’Eterno, il loro DIO.: 3:22 ’Ritornate, o figli traviati, io guarirò le vostre ribellioni'. ’Ecco, noi veniamo a te, perchè tu sei l’Eterno, il nostro DIO.: 3:23 è certamente vano l?aiuto che si aspetta dai colli e dal gran numero dei monti. certamente la salvezza d’Israele è nell’Eterno, il nostro DIO.: 3:24 Quella cosa vergognosa ha divorato il frutto della fatica dei nostri padri fin dalla nostra giovinezza, le loro pecore e i loro buoi, i loro figli e le loro figlie.: 3:25 Corichiamoci nella nostra vergogna e ci ricoproa la nostra ignominia, perchè abbiamo peccato contro l’Eterno, il nostro DIO, noi e i nostri padri, dalla nostra giovinezza fino a questo giorno, e non abbiamo dato ascolto alla voce dell’Eterno, il nostro DIO'.: 4:4 Circoncidetevi per l’Eterno e rimuovete il proepuzio dei vostri cuori, o uomini di Giuda e abitanti di Gerusalemme, affinchè il mio furore non prorompa come fuoco e non arda senza che alcuno possa spegnerlo, a motivo della malvagità delle vostre azioni!'.: 4:5 ’Annunziatelo in Giuda, proclamatelo in Gerusalemme e dite: ""Suonate la tromba nel paese"", gridate forte e dite: ""Radunatevi ed entriamo nelle città fortificate"".: 4:6 Alzate la bandiera verso Sion, fuggite in cerca di un rifugio, non fermatevi, perchè manderò dal nord una calamità e una grande rovina.: 4:7 Il leone è balzato fuori dal folto del suo bosco e un distruttore di nazioni si è messo in viaggio, ha lasciato la sua dimora per ridurre il tuo paese in desolazione. le tue città saranno devastate e lasciate senza abitanti.: 4:8 Per questo vestitevi di sacco, fate cordoglio, gemete, perchè l’ardente ira dell’Eterno non si è allontanata da noi.: 4:9 In quel giorno avverrà', dice l’Eterno, ’che il cuore del re e il cuore dei proincipi verrà meno, i sacerdoti saranno sbigottiti e i profeti saranno costernati'.: 4:10 Allora io dissi: ’Ah, Signore, Eterno, tu hai interamente ingannato questo popolo e Gerusalemme, dicendo: ""Voi avrete pace', mentre la spada penetra fino al cuore'.: 4:11 In quel tempo si dirà a questo popolo e a Gerusalemme: ’Un vento ardente che viene dalle nude alture nel deserto e soffia verso la figlia del mio popolo, non per vagliare nè per mondare.: 4:12 un vento anche più forte di questi verrà da parte mia. ora anch’io pronuncerò il giudizio contro di loro.: 4:13 Ecco, egli sale come le nuvole e i suoi carri come un turbine. i suoi cavalli sono più veloci delle aquile. Guai a noi, perchè siamo devastati!'.: 4:14 O Gerusalemme, purifica il tuo cuore dalla malvagità, affinchè sia salvata. Fino a quando rimarranno in te i tuoi pensieri iniqui?: 4:15 Poichè una voce annuncia da Dan e proclama sventura dal monte di E-fraim.: 4:16 ’Avvertite le nazioni, sì, fatelo sapere a Gerusalemme: gli assedianti vengono da una nazione lontana e alzano la loro voce contro le città di Giuda.: 4:17 Come custodi di un campo si sono posti tutt’in-torno ad essa perchè si è ribellata contro di me', dice l’Eterno.: 4:18 ’Il tuo comportamento e le tue azioni ti hanno procurato queste cose. questa sarà la tua calamità, e sarà amara, perchè raggiungerà il tuo cuore'.: 4:19 Le mie viscere, le mie viscere! Mi contorco dal dolore. Oh, le pareti del mio cuore! Il mio cuore batte forte dentro di me. Io non posso tacere, perchè, o anima mia, ho udito il suono della tromba, il grido di guerra.: 4:20 Si annunzia rovina soproa rovina, perchè tutto il paese è devastato. Improvvisamente le mie tende sono distrutte, i miei padiglioni in un attimo.: 4:21 Fino a quando vedrò la bandiera e udrò il suono della tromba?: 4:22 ’Sì, il mio popolo è stolto, non mi conosce. sono figli insensati e non hanno intendimento. sono esperti nel fare il male, ma non sanno fare il bene'.: 4:23 Guardai la terra, ed ecco era senza forma e vuota. i cieli, ed erano senza luce.: 4:24 Guardai i monti, ed ecco tremavano, e tutti i colli ondeggiavano.: 4:25 Guardai, ed ecco non c?era uomo e tutti gli uccelli del cielo erano fuggiti.: 4:26 Guardai, ed ecco la terra fertile era un deserto, e tutte le sue città erano crollate davanti all’Eterno a motivo dell’ardente sua ira.: 4:27 Poichè così dice l’Eterno: ’Tutto il paese sarà desolato, ma non lo distruggerò completamente.: 4:28 A motivo di questo la terra farà cordoglio e i cieli in alto si oscureranno, perchè io ho parlato, ho deciso e non me ne pento nè tornerò indietro.: 4:29 Al rumore dei cavalieri e degli arcieri tutte le città sono in fuga. entrano nel folto dei boschi, salgono sulle rocce. tutte le città sono abbandonate e non vi è rimasto un sol uomo.: 4:30 E tu, o devastata, che farai? Anche se ti vestissi di scarlatto, anche se ti abbigliassi con ornamenti d’oro, anche se ti ingrandissi gli occhi con lo stibio, invano ti faresti bella. I tuoi amanti ti disproezzano, vogliono la tua vita.: 4:31 Poichè io odo un grido come di donna nelle doglie, un’angoscia come di donna al suo proimo parto: è il grido della figlia di Sion, che respira affannosamente e distende le sue mani, dicendo: ""Guai a me! L’anima mia viene meno per gli assassini""'.: 5:4 Perciò dissi: ’Essi sono certamente poveri, sono insensati perchè non conoscono la via dell’Eterno, la legge del loro DIO.: 5:5 Andrò quindi dai grandi e parlerò loro, perchè essi conoscono la via dell’Eterno, la legge del loro DIO'. Ma anch’essi insieme hanno spezzato il giogo e hanno rotto i legami.: 5:6 Perciò il leone della foresta li uccide, il lupo del deserto li distrugge, il leopardo sta in agguato vicino alle loro città. chiunque esce da esse è sbranato, perchè le loro trasgressioni sono numerose, le loro ribellioni sono aumentate.: 5:7 ’Come potrei perdonarti per questo? I tuoi figli mi hanno abbandonato e giurano per quelli che non sono dèi. Io li ho saziati, ma essi hanno commesso adulterio e si affollano nelle case di prostituzione.: 5:8 Sono come stalloni ben pasciuti e ardenti al mattino. ciascuno nitrisce dietro la moglie del proproio vicino.: 5:9 Non li punirò io per queste cose?', dice l’Eterno, ’e non mi vendicherò io di una simile nazione?: 5:10 Salite sulle mura e distruggete, ma non effettuate una distruzione completa. portate via i suoi tralci, perchè non sono dell’Eterno.: 5:11 Poichè la casa d’Israele e la casa di Giuda hanno agito perfidamente con me', dice l’Eterno.: 5:12 Hanno rinnegato l’Eterno e hanno detto: ’Non è lui. Nessun male ci verrà addosso. non vedremo nè spada nè fame.: 5:13 I profeti non sono che vento, e in loro non c?è la parola di Dio. Sia fatto a loro ciò che dicono a noi'.: 5:14 Perciò così dice l’Eterno, il DIO degli eserciti: ’Perchè avete parlato in questo modo, io renderò le mie parole come fuoco nella tua bocca, e questo popolo come legna, che esso divorerà.: 5:15 Ecco, io farò venire contro di voi una nazione da lontano, o casa d’Israele', dice l’Eterno. ’è una nazione valorosa, è una nazione antica, una nazione di cui non conosci la lingua e non intendi le parole.: 5:16 La sua faretra è come un sepolcro aperto. sono tutti uomini valorosi.: 5:17 Essa divorerà le tue messi e il tuo pane, divorerà i tuoi figli e le tue figlie, divorerà le tue greggi e i tuoi armenti, divorerà le tue vigne e i tuoi fichi. distruggerà con la spada le tue città fortificate nelle quali confidi.: 5:18 Ma anche in quei giorni', dice l’Eterno, ’non ti distruggerò completamente.: 5:19 E avverrà che quando direte: ""Perchè l’Eterno, il nostro DIO, ci ha fatto tutte queste cose?"", tu risponderai loro: ""Come voi avete abbandonato me e avete servito dèi stranieri nel vostro paese, così servirete gli stranieri in un paese che non è vostro"".: 5:20 Annunziate questo alla casa di Giacobbe e proclamatelo in Giuda, dicendo:: 5:21 Ascoltate ora questo, o popolo stolto e senza cuore, che ha occhi ma non vede, che ha orecchi ma non ode.: 5:22 Non mi temerete?', dice l’Eterno, ’non tremerete davanti a me che ho posto la sabbia per limite al mare, come statuto eterno che non oltrepasserà mai? Le sue onde si agitano ma non proevalgono, rumoreggiano ma non la sorpassano"".: 5:23 Ma questo popolo ha un cuore ostinato e ribelle. si voltano indietro e se ne vanno.: 5:24 Non dicono in cuor loro: ""Temiamo l’Eterno, il nostro DIO, che dà la pioggia a suo tempo, la proima e l’ultima pioggia, che mantiene per noi le settimane fissate per la mietitura'.: 5:25 Le vostre iniquità hanno sconvolto queste cose e i vostri peccati tengono lontano da voi la prosperità.: 5:26 Poichè fra il mio popolo si trovano uomini malvagi che spiano come uccellatori in agguato. essi tendono lacci e catturano uomini.: 5:27 Come una gabbia è piena di uccelli, così le loro case sono piene di inganno. perciò diventano grandi e arricchiscono.: 5:28 Diventano grassi e prosperosi, sì, oltrepassano i limiti stessi del male. Non difendono la causa, la causa dell’orfano, eppure prosperano. non difendono il diritto dei poveri.: 5:29 Non li dovrei punire per queste cose?'. dice l’Eterno. ’E non mi vendicherò io di una simile nazione?: 5:30 Nel paese si è commessa una cosa spaventevole e orribile:: 5:31 i profeti profetizzano falsamente, i sacerdoti governano in forza della proproia autorità e il mio popolo ha piacere che sia così. Ma cosa farete quando verrà la fine?'.: 6:4 proeparate la guerra contro di lei. levatevi e saliamo in pieno giorno! Guai a noi, perchè il giorno declina e le ombre della sera si allungano!: 6:5 Levatevi e saliamo di notte, e distruggiamo i suoi palazzi!'.: 6:6 Poichè così dice l’Eterno degli eserciti: ’Tagliate i suoi alberi e costruite un terrapieno contro Gerusalemme. questa è la città che dev’esser punita. in mezzo a lei non vi è che opproessione.: 6:7 Come un pozzo fa scaturire le sue acque, così essa fa scaturire la sua malvagità. in lei si sente solo parlare di violenza e di distruzione. davanti a me stanno continuamente dolore e piaghe.: 6:8 Lasciati correggere, o Gerusalemme, altrimenti la mia anima si allontanerà da te, altrimenti ti ridurrò una desolazione, una terra disabitata'.: 6:9 Così dice l’Eterno degli eserciti: ’Il resto d’Israele sarà interamente racimolato come una vigna. ripassa la tua mano come il vendemmiatore sui tralci.: 6:10 A chi parlerò e chi riproenderò perchè ascolti? Ecco, il loro orecchio è incirconciso e sono incapaci di proestare attenzione. ecco, la parola dell’Eterno è diventata per loro oggetto di disproezzo e non vi trovano più alcun piacere.: 6:11 Perciò io sono pieno del furore dell’Eterno. sono stanco di contenerlo. Lo riverserò sui bambini per la strada e sui giovani riuniti insieme, perchè saranno proesi sia l’uomo che la donna, sia il vecchio che l’uomo carico di anni.: 6:12 Le loro case passeranno ad altri, assieme ai loro campi e alle loro mogli, perchè io stenderò la mia mano sugli abitanti del paese', dice l’Eterno.: 6:13 ’Poichè dal più piccolo al più grande, sono tutti avidi di guadagno. dal profeta al sacerdote, proaticano tutti la menzogna.: 6:14 Essi curano alla leggera la ferita del mio popolo, dicendo: ""Pace, pace"", quando non c?è pace.: 6:15 Si vergognavano quando compivano abominazioni? No! Non si vergognavano affatto, nè sapevano che cosa fosse arrossire. Perciò cadranno fra quelli che cadono. quando li visiterò saranno rovesciati', dice l’Eterno.: 6:16 Così dice l’Eterno: ’Fermatevi sulle vie e guardate, e domandate dei sentieri antichi, dove sia la buona strada, e camminate in essa. così troverete riposo per le anime vostre'. Ma essi rispondono: ’Non cammineremo in essa'.: 6:17 ’Ho posto su di voi delle sentinelle: Fate attenzione al suono della tromba!'. Ma essi rispondono: ’Non faremo attenzione'.: 6:18 ’Perciò, ascoltate, o nazioni, e sappi, o assemblea, ciò che avverrà loro.: 6:19 Ascolta, o terra! Ecco, io farò venire su questo popolo una calamità, il frutto stesso dei loro pensieri, perchè non hanno proestato attenzione alle mie parole e neppure alla mia legge, ma l’hanno rigettata.: 6:20 Che m’importa dell’incenso che viene da Sceba, della canna odorosa che viene da un paese lontano? I vostri olocausti non mi sono graditi e i vostri sacrifici non mi piacciono'.: 6:21 Perciò così dice l’Eterno: ’Ecco, io porrò davanti a questo popolo delle pietre d’inciampo, nelle quali inciamperanno insieme padri e figli. il vicino e il suo amico periranno'.: 6:22 Così dice l’Eterno: ’Ecco, un popolo viene dal paese del nord e una grande nazione sarà suscitata dalle estremità della terra.: 6:23 Essi impugnano arco e lancia. sono crudeli e non hanno pietà. la loro voce assomiglia al fragore del mare. essi montano cavalli e sono pronti a combattere come un sol uomo contro di te, o figlia di Sion'.: 6:24 ’Ne abbiamo udito la fama e le nostre mani sono cadute. l’angoscia si è impadronita di noi, come le doglie di una donna che partorisce'.: 6:25 Non uscite nei campi, non camminate per la via, perchè la spada del nemico e il terrore sono ovunque.: 6:26 O figlia del mio popolo, vestiti di sacco e rotolati nella cenere. fà lutto come per un figlio unico, con un pianto amarissimo, perchè il distruttore piomberà su di noi all’improvviso.: 6:27 Io ti avevo posto fra il mio popolo come un saggiatore e una fortezza, perchè conoscessi e saggiassi la loro via.: 6:28 Essi sono tutti ribelli fra i ribelli, vanno attorno spargendo calunnie. sono bronzo e ferro, sono tutti corruttori.: 6:29 Il mantice soffia con forza, il piombo è consumato dal fuoco. invano raffina il raffinatore, perchè le scorie non si staccano.: 6:30 Saranno chiamati ’argento di rifiuto', perchè l’Eterno li ha rigettati.
: Mi fu rivolta la parola del Signore:: ""Prima di formarti nel grembo materno, ti conoscevo, prima che tu uscissi alla luce, ti avevo consacrato; ti ho stabilito profeta delle nazioni"".: Risposi: ""Ahimè, Signore Dio, ecco io non so parlare, perchè sono giovane"".: Ma il Signore mi disse: ""Non dire: Sono giovane, ma va' da coloro a cui ti manderò e annunzia ciò che io ti ordinerò.: Non temerli, perchè io sono con te per proteggerti"". Oracolo del Signore.: Il Signore stese la mano, mi toccò la bocca e il Signore mi disse: ""Ecco, ti metto le mie parole sulla bocca.: Ecco, oggi ti costituisco sopra i popoli e sopra i regni per sradicare e demolire, per distruggere e abbattere, per edificare e piantare"".: Mi fu rivolta questa parola del Signore: ""Che cosa vedi, Geremia?"". Risposi: ""Vedo un ramo di mandorlo"".: Il Signore soggiunse: ""Hai visto bene, poichè io vigilo sulla mia parola per realizzarla"".: Quindi mi fu rivolta di nuovo questa parola del Signore: ""Che cosa vedi?"". Risposi: ""Vedo una caldaia sul fuoco inclinata verso settentrione"".: Il Signore mi disse: ""Dal settentrione si rovescerà la sventura su tutti gli abitanti del paese.: Poichè, ecco, io sto per chiamare tutti i regni del settentrione. Oracolo del Signore. Essi verranno e ognuno porrà il trono davanti alle porte di Gerusalemme, contro tutte le sue mura e contro tutte le città di Giuda.: Allora pronunzierò i miei giudizi contro di loro, per tutto il male che hanno commesso abbandonandomi, per sacrificare ad altri dèi e prostrarsi dinanzi al lavoro delle proprie mani.: Tu, dunque, cingiti i fianchi, alzati e di' loro tutto ciò che ti ordinerò; non spaventarti alla loro vista, altrimenti ti farò temere davanti a loro.: Ed ecco oggi io faccio di te come una fortezza, come un muro di bronzo contro tutto il paese, contro i re di Giuda e i suoi capi, contro i suoi sacerdoti e il popolo del paese.: Ti muoveranno guerra ma non ti vinceranno, perchè io sono con te per salvarti"". Oracolo del Signore.: Udite la parola del Signore, casa di Giacobbe, voi, famiglie tutte della casa di Israele!: Così dice il Signore: Quale ingiustizia trovarono in me i vostri padri, per allontanarsi da me? Essi seguirono ciò ch'è vano, diventarono loro stessi vanità: e non si domandarono: Dov'è il Signore che ci fece uscire dal paese d'Egitto, ci guidò nel deserto, per una terra di steppe e di frane, per una terra arida e tenebrosa, per una terra che nessuno attraversa e dove nessuno dimora?: Io vi ho condotti in una terra da giardino, perchè ne mangiaste i frutti e i prodotti. Ma voi, appena entrati, avete contaminato la mia terra e avete reso il mio possesso un abominio.: Neppure i sacerdoti si domandarono: Dov'è il Signore? I detentori della legge non mi hanno conosciuto, i pastori mi si sono ribellati, i profeti hanno predetto nel nome di Baal e hanno seguito esseri inutili.: Per questo intenterò ancora un processo contro di voi, - oracolo del Signore - e farò causa ai vostri nipoti.: Recatevi nelle isole del Kittim e osservate, mandate pure a Kedar e considerate bene; vedete se là è mai accaduta una cosa simile.: Ha mai un popolo cambiato dèi? Eppure quelli non sono dèi! Ma il mio popolo ha cambiato colui che è la sua gloria con un essere inutile e vano.: Stupitene, o cieli; inorridite come non mai. Oracolo del Signore.: Perchè il mio popolo ha commesso due iniquità: essi hanno abbandonato me, sorgente di acqua viva, per scavarsi cisterne, cisterne screpolate, che non tengono l'acqua.: Israele è forse uno schiavo, o un servo nato in casa? Perchè allora è diventato una preda?: Contro di lui ruggiscono i leoni, fanno udire i loro urli. La sua terra è ridotta a deserto, le sue città sono state bruciate e nessuno vi abita.: Perfino i figli di Menfi e di Tafni ti hanno raso la testa.: Tutto ciò, forse, non ti accade perchè hai abbandonato il Signore tuo Dio?: E ora perchè corri verso l'Egitto a bere le acque del Nilo? Perchè corri verso l'Assiria a bere le acque dell'Eufrate?: La tua stessa malvagità ti castiga e le tue ribellioni ti puniscono. Riconosci e vedi quanto è cosa cattiva e amara l'avere abbandonato il Signore tuo Dio e il non avere più timore di me. Oracolo del Signore degli eserciti.: Poichè già da tempo hai infranto il tuo giogo, hai spezzato i tuoi legami e hai detto: Non ti servirò! Infatti sopra ogni colle elevato e sotto ogni albero verde ti sei prostituita.: Io ti avevo piantato come vigna scelta, tutta di vitigni genuini; ora, come mai ti sei mutata in tralci degeneri di vigna bastarda?: Anche se ti lavassi con la soda e usassi molta potassa, davanti a me resterebbe la macchia della tua iniquità. Oracolo del Signore.: Perchè osi dire: Non mi sono contaminata, non ho seguito i Baal? Considera i tuoi passi là nella valle riconosci quello che hai fatto, giovane cammella leggera e vagabonda,: asina selvatica abituata al deserto: nell'ardore del suo desiderio aspira l'aria; chi può frenare la sua brama? Quanti la cercano non devono stancarsi: la troveranno sempre nel suo mese.: Bada che il tuo piede non resti scalzo e che la tua gola non si inaridisca! Ma tu rispondi: No. è inutile, perchè io amo gli stranieri, voglio seguirli.: Come si vergogna un ladro preso in flagrante così restano svergognati quelli della casa di Israele, essi, i loro re, i loro capi, i loro sacerdoti e i loro profeti.: Dicono a un pezzo di legno: Tu sei mio padre, e a una pietra: Tu mi hai generato. A me essi voltan le spalle e non la fronte; ma al tempo della sventura invocano: Alzati,salvaci!: E dove sono gli dèi che ti sei costruiti? Si alzino, se posson salvarti nel tempo della tua sventura; poichè numerosi come le tue città sono, o Giuda, i tuoi dèi!: Perchè vi lamentate con me? Tutti voi mi siete stati infedeli. Oracolo del Signore.: Invano ho colpito i vostri figli, voi non avete imparato la lezione. La vostra stessa spada ha divorato i vostri profeti come un leone distruttore.: O generazione! Proprio voi badate alla parola del Signore! Sono forse divenuto un deserto per Israele o una terra di tenebre densissime? Perchè il mio popolo dice: Ci siamo emancipati, più non faremo ritorno a te?: Si dimentica forse una vergine dei suoi ornamenti, una sposa della sua cintura? Eppure il mio popolo mi ha dimenticato per giorni innumerevoli.: Come sai ben scegliere la tua via in cerca di amore! Per questo hai insegnato i tuoi costumi anche alle donne peggiori.: Perfino sugli orli delle tue vesti si trova il sangue di poveri innocenti, da te non sorpresi nell'atto di scassinare, ma presso ogni quercia.: Eppure protesti: Io sono innocente, la sua ira è già lontana da me. Eccomi pronto a entrare in giudizio con te, perchè hai detto: Non ho peccato!: Perchè ti sei ridotta così vile nel cambiare la strada? Anche dall'Egitto sarai delusa come fosti delusa dall'Assiria.: Anche di là tornerai con le mani sul capo, perchè il Signore ha rigettato coloro nei quali confidavi; da loro non avrai alcun vantaggio.: E ora forse non gridi verso di me: Padre mio, amico della mia giovinezza tu sei!: Serberà egli rancore per sempre? Conserverà in eterno la sua ira? Così parli, ma intanto ti ostini a commettere il male che puoi"".: Il Signore mi disse al tempo del re Giosia: ""Hai visto ciò che ha fatto Israele, la ribelle? Si è recata su ogni luogo elevato e sotto ogni albero verde per prostituirsi.: E io pensavo: Dopo che avrà fatto tutto questo tornerà a me, ma essa non è ritornata. La perfida Giuda sua sorella ha visto ciò,: ha visto che ho ripudiato la ribelle Israele proprio per tutti i suoi adultèri, consegnandole il documento del divorzio, ma la perfida Giuda sua sorella non ha avuto alcun timore. Anzi anch'essa è andata a prostituirsi;: e con il clamore delle sue prostituzioni ha contaminato il paese; ha commesso adulterio davanti alla pietra e al legno.: Ciò nonostante, la perfida Giuda sua sorella non è ritornata a me con tutto il cuore, ma soltanto con menzogna"". Parola del Signore.: Allora il Signore mi disse: ""Israele ribelle si è dimostrata più giusta della perfida Giuda.: Va' e grida tali cose verso il settentrione dicendo: Ritorna, Israele ribelle, dice il Signore. Non ti mostrerò la faccia sdegnata, perchè io sono pietoso, dice il Signore. Non conserverò l'ira per sempre.: Su, riconosci la tua colpa, perchè sei stata infedele al Signore tuo Dio; hai profuso l'amore agli stranieri sotto ogni albero verde e non hai ascoltato la mia voce. Oracolo del Signore.: Ritornate, figli traviati - dice il Signore - perchè io sono il vostro padrone. Io vi prenderò uno da ogni città e due da ciascuna famiglia e vi condurrò a Sion.: Vi darò pastori secondo il mio cuore, i quali vi guideranno con scienza e intelligenza.: Quando poi vi sarete moltiplicati e sarete stati fecondi nel paese, in quei giorni - dice il Signore - non si parlerà più dell'arca dell'alleanza del Signore; nessuno ci penserà nè se ne ricorderà; essa non sarà rimpianta nè rifatta.: In quel tempo chiameranno Gerusalemme trono del Signore; tutti i popoli vi si raduneranno nel nome del Signore e non seguiranno più la caparbietà del loro cuore malvagio.: In quei giorni la casa di Giuda andrà verso la casa di Israele e tutte e due torneranno insieme dalla regione settentrionale nel paese che io avevo dato in eredità ai loro padri.: Io pensavo: Come vorrei considerarti tra i miei figli e darti una terra invidiabile, un'eredità che sia l'ornamento più prezioso dei popoli! Io pensavo: Voi mi direte: Padre mio, e non tralascerete di seguirmi.: Ma come una donna è infedele al suo amante, così voi, casa di Israele, siete stati infedeli a me"". Oracolo del Signore.: Sui colli si ode una voce, pianto e gemiti degli Israeliti, perchè hanno reso tortuose le loro vie, si sono dimenticati del Signore loro Dio.: ""Ritornate, figli traviati, io risanerò le vostre ribellioni"". ""Ecco, noi veniamo a te perchè tu sei il Signore nostro Dio.: In realtà, menzogna sono le colline, come anche il clamore sui monti; davvero nel Signore nostro Dio è la salvezza di Israele.: L'infamia ha divorato fino dalla nostra giovinezza il frutto delle fatiche dei nostri padri, i loro greggi e i loro armenti, i loro figli e le loro figlie.: Avvolgiamoci nella nostra vergogna, la nostra confusione ci ricopra, perchè abbiamo peccato contro il Signore nostro Dio, noi e i nostri padri, dalla nostra giovinezza fino ad oggi; non abbiamo ascoltato la voce del Signore nostro Dio"".: Circoncidetevi per il Signore, circoncidete il vostro cuore, uomini di Giuda e abitanti di Gerusalemme, perchè la mia ira non divampi come fuoco e non bruci senza che alcuno la possa spegnere, a causa delle vostre azioni perverse.: Annunziatelo in Giuda, fatelo udire a Gerusalemme; suonate la tromba nel paese, gridate a piena voce e dite: Radunatevi ed entriamo nelle città fortificate.: Alzate un segnale verso Sion; fuggite, non indugiate, perchè io mando da settentrione una sventura e una grande rovina.: Il leone è balzato dalla boscaglia, il distruttore di nazioni si è mosso dalla sua dimora per ridurre la tua terra a una desolazione: le tue città saranno distrutte, non vi rimarranno abitanti.: Per questo vestitevi di sacco, lamentatevi e alzate grida, perchè non si è allontanata l'ira ardente del Signore da noi.: E in quel giorno, dice il Signore, verrà meno il coraggio del re e il coraggio dei capi; i sacerdoti saranno costernati e i profeti saranno stupiti.: Essi diranno: Ah, Signore Dio hai dunque del tutto ingannato questo popolo e Gerusalemme, quando dicevi: Voi avrete pace, mentre una spada giunge fino alla gola"".: In quel tempo si dirà a questo popolo e a Gerusalemme: ""Il vento ardente delle dune soffia dal deserto verso la figlia del mio popolo, non per vagliare, nè per mondare il grano.: Un vento minaccioso si alza per mio ordine. Ora, anch'io voglio pronunziare contro di essi la condanna"".: Ecco, egli sale come nubi e come un turbine sono i suoi carri, i suoi cavalli sono più veloci delle aquile. Guai a noi che siamo perduti!: Purifica il tuo cuore dalla malvagità, Gerusalemme, perchè possa uscirne salva. Fino a quando albergheranno in te pensieri d'iniquità?: Ecco, una voce reca la notizia da Dan, si annunzia la sventura dalle montagne di Efraim.: Annunziatelo alle genti, fatelo sapere a Gerusalemme. Gli assedianti vengono da una terra lontana, mandano urla contro le città di Giuda,: Come custodi d'un campo l'hanno circondata, perchè si è ribellata contro di me. Oracolo del Signore.: La tua condotta e le tue azioni ti hanno causato tutto ciò. Questo il guadagno della tua malvagità; com'è amaro! Ora ti penetra fino al cuore.: Le mie viscere, le mie viscere! Sono straziato. Le pareti del mio cuore! Il cuore mi batte forte; non riesco a tacere, perchè ho udito uno squillo di tromba, un fragore di guerra.: Si annunzia rovina sopra rovina: tutto il paese è devastato. A un tratto sono distrutte le mie tende, in un attimo i miei padiglioni.: Fino a quando dovrò vedere segnali e udire squilli di tromba?: ""Stolto è il mio popolo: non mi conoscono, sono figli insipienti, senza intelligenza; sono esperti nel fare il male, ma non sanno compiere il bene"".: Guardai la terra ed ecco solitudine e vuoto, i cieli, e non v'era luce.: Guardai i monti ed ecco tremavano e tutti i colli ondeggiavano.: Guardai ed ecco non c'era nessuno e tutti gli uccelli dell'aria erano volati via.: Guardai ed ecco la terra fertile era un deserto e tutte le sue città erano state distrutte dal Signore e dalla sua ira ardente.: Poichè dice il Signore: ""Devastato sarà tutto il paese; io compirò uno sterminio.: Pertanto la terra sarà in lutto e i cieli lassù si oscureranno, perchè io l'ho detto e non me ne pento, l'ho stabilito e non ritratterò"".: Per lo strepito di cavalieri e di arcieri ogni città è in fuga, vanno nella folta boscaglia e salgono sulle rupi. Ogni città è abbandonata, non c'è rimasto un sol uomo.: E tu, devastata, che farai? Anche se ti vestissi di scarlatto, ti adornassi di fregi d'oro e ti facessi gli occhi grandi con il bistro, invano ti faresti bella. I tuoi amanti ti disprezzano; essi vogliono la tua vita.: Sento un grido come di donna nei dolori, un urlo come di donna al primo parto, è il grido della figlia di Sion, che spasima e tende le mani: ""Guai a me! Sono affranta, affranta per tutti gli uccisi"".: Io pensavo: ""Certo, sono di bassa condizione, agiscono da stolti, perchè non conoscono la via del Signore, il diritto del loro Dio.: Mi rivolgerò ai grandi e parlerò loro. Certo, essi conoscono la via del Signore, il diritto del loro Dio"". Ahimè, anche questi hanno rotto il giogo, hanno spezzato i legami!: Per questo li azzanna il leone della foresta, il lupo delle steppe ne fa scempio, il leopardo sta in agguato vicino alle loro città quanti ne escono saranno sbranati; perchè si sono moltiplicati i loro peccati, sono aumentate le loro ribellioni.: Perchè ti dovrei perdonare? I tuoi figli mi hanno abbandonato, hanno giurato per chi non è Dio. Io li ho saziati ed essi hanno commesso adulterio, si affollano nelle case di prostituzione.: Sono come stalloni ben pasciuti e focosi; ciascuno nitrisce dietro la moglie del suo prossimo.: Non dovrei forse punirli per questo? Oracolo del Signore. E di un popolo come questo non dovrei vendicarmi?: Salite sui suoi filari e distruggeteli, compite uno sterminio; strappatene i tralci, perchè non sono del Signore.: Poichè, certo, mi si sono ribellate la casa di Israele e la casa di Giuda"". Oracolo del Signore.: Hanno rinnegato il Signore, hanno proclamato: ""Non è lui! Non verrà sopra di noi la sventura, non vedremo nè spada nè fame.: I profeti sono come il vento, la sua parola non è in essi"".: Perciò dice il Signore, Dio degli eserciti: ""Questo sarà fatto loro, poichè hanno pronunziato questo discorso: Ecco io farò delle mie parole come un fuoco sulla tua bocca. Questo popolo sarà la legna che esso divorerà.: Ecco manderò contro di voi una nazione da lontano, o casa di Israele. Oracolo del Signore. è una nazione valorosa, è una nazione antica! Una nazione di cui non conosci la lingua e non comprendi che cosa dice.: La sua faretra è come un sepolcro aperto. Essi sono tutti prodi.: Divorerà le tue messi e il tuo pane; divorerà i tuoi figli e le tue figlie; divorerà i greggi e gli armenti; divorerà le tue vigne e i tuoi fichi; distruggerà le città fortificate nelle quali riponevi la fiducia.: Ma anche in quei giorni, dice il Signore, non farò di voi uno sterminio"".: Allora, se diranno: ""Perchè il Signore nostro Dio ci fa tutte queste cose?"", tu risponderai: ""Come voi avete abbandonato il Signore e avete servito divinità straniere nel vostro paese, così servirete gli stranieri in un paese non vostro"".: Annunziatelo nella casa di Giacobbe, fatelo udire in Giuda dicendo:: ""Questo dunque ascoltate, o popolo stolto e privo di senno, che ha occhi ma non vede, che ha orecchi ma non ode.: Voi non mi temerete? Oracolo del Signore. Non tremerete dinanzi a me, che ho posto la sabbia per confine al mare, come barriera perenne che esso non varcherà? Le sue onde si agitano ma non prevalgono, rumoreggiano ma non l'oltrepassano"".: Ma questo popolo ha un cuore indocile e ribelle; si voltano indietro e se ne vanno,: e non dicono in cuor loro: ""Temiamo il Signore nostro Dio che elargisce la pioggia d'autunno e quella di primavera a suo tempo, ha fissato le settimane per la messe e ce le mantiene costanti"".: Le vostre iniquità hanno sconvolto queste cose e i vostri peccati tengono lontano da voi il benessere;: poichè tra il mio popolo vi sono malvagi che spiano come cacciatori in agguato, pongono trappole per prendere uomini.: Come una gabbia piena di uccelli, così le loro case sono piene di inganni; perciò diventano grandi e ricchi.: Sono grassi e pingui, oltrepassano i limiti del male; non difendono la giustizia, non si curano della causa dell'orfano, non fanno giustizia ai poveri.: Non dovrei forse punire queste colpe? Oracolo del Signore. Di un popolo come questo non dovrei vendicarmi?: Cose spaventose e orribili avvengono nel paese.: I profeti predicono in nome della menzogna e i sacerdoti governano al loro cenno; eppure il mio popolo è contento di questo. Che farete quando verrà la fine?: ""Ingaggiate la santa battaglia contro di essa; su, assaliamola in pieno giorno. Noi sventurati! Già il giorno declina, già si allungano le ombre della sera.: Su, allora, assaliamola di notte, distruggiamo i suoi palazzi"".: Perchè così dice il Signore degli eserciti: ""Tagliate i suoi alberi, costruite un terrapieno davanti a Gerusalemme. Essa è la città della menzogna, in essa tutto è oppressione.: Come una sorgente fa scorrere l'acqua, così essa fa scorrere la sua iniquità. Violenza e oppressione risuonano in essa, dinanzi a me stanno sempre dolori e piaghe.: Lasciati correggere, o Gerusalemme, perchè io non mi allontani da te e non ti riduca a un deserto, a una regione disabitata"".: Così dice il Signore degli eserciti: ""Racimolate, racimolate come una vigna il resto di Israele; stendi ancora la tua mano come un vendemmiatore verso i tuoi tralci"".: A chi parlerò e chi scongiurerò perchè mi ascoltino? Ecco, il loro orecchio non è circonciso, sono incapaci di prestare attenzione. Ecco, la parola del Signore è per loro oggetto di scherno; non la gustano.: Io perciò sono pieno dell'ira del Signore, non posso più contenerla. ""Riversala sui bambini nella strada, e anche sull'adunanza dei giovani, perchè saranno presi insieme uomini e donne, l'anziano e il decrepito.: Le loro case passeranno a stranieri, anche i loro campi e le donne, perchè io stenderò la mano sugli abitanti di questo paese"". Oracolo del Signore.: Perchè dal piccolo al grande tutti commettono frode; dal profeta al sacerdote tutti praticano la menzogna.: Essi curano la ferita del mio popolo, ma solo alla leggera, dicendo: ""Bene, bene!"" ma bene non va.: Dovrebbero vergognarsi dei loro atti abominevoli, ma non si vergognano affatto, non sanno neppure arrossire. ""er questo cadranno con le altre vittime, nell'ora del castigo saranno prostrati"", dice il Signore.: Così il Signore: ""Fermatevi nelle strade e guardate, informatevi circa i sentieri del passato, dove sta la strada buona e prendetela, così troverete pace per le anime vostre"". Ma essi risposero: ""Non la prenderemo!"".: Io ho posto sentinelle presso di voi: ""Fate attenzione allo squillo di tromba"". Essi hanno risposto: ""Non ci baderemo!"".: Per questo ascoltate, o popoli, e sappi, o assemblea, ciò che avverrà di loro.: Ascolta, o terra! ""Ecco, io mando contro questo popolo la sventura, il frutto dei loro pensieri, perchè non hanno prestato attenzione alle mie parole e hanno rigettato la mia legge.: Perchè mi offrite incenso portato da Saba e la preziosa cannella che giunge da un paese lontano? I vostri olocausti non mi sono graditi e non mi piacciono i vostri sacrifici"".: Perciò, dice il Signore: ""Ecco, io porrò per questo popolo pietre di inciampo, in esse inciamperanno insieme padri e figli; vicini e amici periranno"".: Così dice il Signore: ""Ecco un popolo viene da un paese del settentrione, una grande nazione si muove dall'estremità della terra.: Impugnano archi e lance; sono crudeli, senza pietà. Il loro clamore è come quello di un mare agitato; essi montano cavalli: sono pronti come un solo guerriero alla battaglia contro di te, figlia di Sion"".: ""Abbiamo udito la loro fama, ci sono cadute le braccia; l'angoscia si è impadronita di noi, come spasimo di partoriente"".: Non uscite nei campi e non camminate per le strade, perchè la spada nemica e il terrore sono tutt'intorno.: Figlia del mio popolo, vèstiti di sacco e ròtolati nella polvere. Fa' lutto come per un figlio unico, lamèntati amaramente, perchè piomberà improvviso il distruttore su di noi!: Io ti ho posto come saggiatore fra il mio popolo, perchè tu conoscessi e saggiassi la loro condotta.: Essi sono tutti ribelli, spargono calunnie, tutti sono corrotti.: Il mantice soffia con forza, il piombo è consumato dal fuoco; invano si vuol raffinarlo a ogni costo, le scorie non si separano.: Scoria di argento si chiamano, perchè il Signore li ha rigettati.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-4°domenica dell'anno C dove si leggono i seguenti passi
[(1co 12,31-31.13,1-13)}; (ger 1,4-5.1,17-19)}; (sal 7,1-6.7,16-17)}; (1co 12,31-31.13,1-13)}; (Lc 4,21-3)}; (1co 12,31-31.13,1-13)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
Martirio di S. Giovanni Battista dove si leggono i seguenti passi: (ger 1,17-19); (sal 71,1-6.71,15-15.71,17-17); (mc 6,17-29);

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia