Cronologia dei paragrafi

I. La campagna di Oloferne
IV. Giuditta e Oloferne
II. L'assedio di Betulia
III. Giuditta
V. La vittoria
V. La vittoria

V. La vittoria (Gdt 14,1-7)

V. La vittoria (Gdt 14,1-7)

Mappa

Commento di un santo

Se tu amassi Dio, tu vorresti onorare in ogni modo anche i suoi servi. E se le ossa dei giusti sono impure, come mai le ossa di Giacobbe e di Giuseppe furono trasportate fuori dall'Egitto con ogni onore? (cf. Gen 50, 13.25). Come mai un uomo morto risuscitò dopo essere venuto a contatto con le ossa di Eliseo (cf. 2 Re 13, 21 = 4Re 13,21 LXX)? Se Dio compie mira coli attraverso delle ossa, è chiaro che egli lo può anche attraverso immagini, pietre e molte altre cose, così come avvenne anche a Eliseo, che consegnò la sua verga al suo servo e gli ordinò di andare a risuscitare per mezzo di essa il figlio della donna Su nammita (cf. 2 Re 4,29 = 4 Re 4,29 LXX). ben una verga anche Mose non solo punì il Faraone (cf. Es 710), ma divise anche il mce (cf. Es 14, 16), addolcì l'acqua *cf. Es 15, 25), aprì la roccia e fece sgorgare l'acqua (cf. Es 17, 6). Salomone dice: Benedetto il legno da cui sorge la salvezza (Sap 14, 7). Eliseo, dopo aver lanciato un legno nel Giordano, ne fece galleggiare un ferro (cf. 2 Re 6, 6 = 4 Re 6, 6 LXX), e anche è scritto il legno della vita (Gen 2, 9) e la pianta diSabek (Gen 22, 13), ossia il perdono. Con un legno Mosè elevò il serpente e conservò la vita al popolo (cf. Nm 21, 89), e con un legno fiorito nella tenda egli confermò il sacerdozio (cf. Nm 17,23)

Autore

Damasceno

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia