Cronologia dei paragrafi

III. Salomone e la costruzione del tempio
II. Mardocheo ed Ester
II. Mattatia scatena la guerra santa
III. I Giudei minacciati
III. Giuda Maccabeo capo dei Giudei e' 166 e' 16 a.C. )
IV. Rivincita dei Giudei
IV. Gionata capo dei Giudei e sommo sacerdote (16-143 a.C.)
IV. Gionata capo dei Giudei e sommo sacerdote (16-143 a.C.)
V. Simone sommo sacerdote ed etnarca dei Giudei ( 143 - 134 a.C. )

IV. Gionata capo dei Giudei e sommo sacerdote (16-143 a.C.) (est 9,23-42.12,1-99)

IV. Gionata capo dei Giudei e sommo sacerdote (16-143 a.C.) (est 9,23-42.12,1-99)

: I Giudei approvarono il racconto che aveva scritto loro Mardocheo:: come Aman, figlio di Amadàta, il Macèdone, li aveva combattuti, come egli aveva emesso il decreto e aveva tirato le sorti per farli scomparire: e come egli era andato dal re dicendogli di impiccare Mardocheo; ma tutti i mali che egli aveva cercato di far cadere sopra i Giudei erano venuti sopra di lui, ed era stato impiccato lui e i suoi figli. : Perciò quei giorni furono chiamati Purìm a motivo delle sorti, poichè nella loro lingua esse sono chiamate Purìm, e a motivo delle parole di questa lettera, che ricordava tutto quello che avevano sofferto e che era loro capitato. : Mardocheo stabilì e i Giudei approvarono per sè, per i loro discendenti e per quelli che si fossero uniti a loro, che non si sarebbero comportati in modo diverso: questi giorni dovevano essere un memoriale da osservare di generazione in generazione, in ogni città, famiglia e provincia. : Questi giorni dei Purìm saranno celebrati in ogni tempo, e il loro ricordo non sia lasciato cadere dai loro discendenti. : La regina Ester, figlia di Aminadàb, e Mardocheo, il Giudeo, scrissero tutto quello che avevano fatto e confermarono la lettera dei Purìm. : []: Mardocheo e la regina Ester stabilirono per sè privatamente di digiunare; imposero allora la loro volontà contro la loro salute. : Ester lo stabilì con un ordine che fu scritto come memoriale.
: : : : : : : : : :
: : : : : : : : : :
: : : : : : : : : :
: : : : : : : : : :
: I due draghi siamo io e Amàn.: Le nazioni sono quelle che si sono coalizzate per distruggere il nome dei Giudei.: La mia nazione è Israele, quelli cioè che avevano gridato a Dio e furono salvati. Sì, il Signore ha salvato il suo popolo, ci ha liberato da tutti questi mali e Dio ha operato segni e prodigi grandi quali mai erano avvenuti tra le nazioni.: In tal modo egli ha stabilito due sorti, una per il popolo di Dio e una per tutte le nazioni.: Queste due sorti si sono realizzate nell'ora, nel momento e nel giorno stabilito dal giudizio di Dio e in mezzo a tutte le nazioni.: Dio si è allora ricordato del suo popolo e ha reso giustizia alla sua eredità.: Questi giorni del mese di Adàr, il quattordici e il quindici del mese, saranno celebrati con adunanza, gioia e letizia davanti a Dio, di generazione in generazione per sempre nel suo popolo Israele"".: Nell'anno quarto di Tolomeo e di Cleopatra, Dositeo, che diceva di essere sacerdote e levita, e Tolomeo suo figlio, portarono in Egitto la presente lettera sui Purim, affermando che si trattava della lettera autentica tradotta da Lisimaco, figlio di Tolomeo, uno dei residenti in Gerusalemme.: Nel secondo anno del regno del gran re Assuero, il giorno primo di Nisan, Mardocheo figlio di Iair, figlio di Simei, figlio di Kis, della tribù di Beniamino ebbe un sogno.: Era un Giudeo che abitava nella città di Susa, uomo grande, che prestava servizio alla corte del re

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia