Cronologia dei paragrafi

titolo sezione
I. Il figlio e' superiore agli angeli
II. gesú sommo sacerdote fedele e misericordioso
III. L'autentico sacerdozio di gesú Cristo
La superioritá del Cristo sui sacerdoti levitici
2. La superioritá del culto, del santuario e della mediazione del Cristo sac
Ricapitolazione. Il sacrificio del Cristo superiore ai sacrifici mosaici dalla let
Ricapitolazione. Il sacrificio del Cristo superiore ai sacrifici mosaici dalla let
IV. La fede perseverante

Ricapitolazione. Il sacrificio del Cristo superiore ai sacrifici mosaici dalla let(eb 10,1-18)

Ricapitolazione. Il sacrificio del Cristo superiore ai sacrifici mosaici dalla let(eb 10,1-18)

10:1 La Legge infatti, poichè possiede soltanto un'ombra dei beni futuri e non la realtà stessa delle cose, non ha mai il potere di condurre alla perfezione per mezzo di sacrifici - sempre uguali, che si continuano a offrire di anno in anno - coloro che si accostano a Dio. 2 Altrimenti, non si sarebbe forse cessato di offrirli, dal momento che gli offerenti, purificati una volta per tutte, non avrebbero più alcuna coscienza dei peccati? 3 Invece in quei sacrifici si rinnova di anno in anno il ricordo dei peccati. 4 è impossibile infatti che il sangue di tori e di capri elimini i peccati. 5 Per questo, entrando nel mondo, Cristo dice: Tu non hai voluto nè sacrificio nè offerta, un corpo invece mi hai preparato. 6 Non hai gradito nè olocausti nè sacrifici per il peccato. 7 Allora ho detto: "Ecco, io vengo - poichè di me sta scritto nel rotolo del libro - per fare, o Dio, la tua volontà". 8 Dopo aver detto: Tu non hai voluto e non hai gradito nè sacrifici nè offerte, nè olocausti nè sacrifici per il peccato, cose che vengono offerte secondo la Legge, 9 soggiunge: Ecco, io vengo a fare la tua volontà. Così egli abolisce il primo sacrificio per costituire quello nuovo. 10 Mediante quella volontà siamo stati santificati per mezzo dell'offerta del corpo di Gesù Cristo, una volta per sempre. 11 Ogni sacerdote si presenta giorno per giorno a celebrare il culto e a offrire molte volte gli stessi sacrifici, che non possono mai eliminare i peccati. 12 Cristo, invece, avendo offerto un solo sacrificio per i peccati, si è assiso per sempre alla destra di Dio, 13 aspettando ormai che i suoi nemici vengano posti a sgabello dei suoi piedi. 14 Infatti, con un'unica offerta egli ha reso perfetti per sempre quelli che vengono santificati. 15 A noi lo testimonia anche lo Spirito Santo. Infatti, dopo aver detto: 16 Questa è l'alleanza che io stipulerò con loro dopo quei giorni, dice il Signore: io porrò le mie leggi nei loro cuori e le imprimerò nella loro mente, dice: 17 e non mi ricorderò più dei loro peccati e delle loro iniquità. 18 Ora, dove c'è il perdono di queste cose, non c'è più offerta per il peccato.

10:1 9:28 cosi' ancora Cristo, essendo stato offerto una volta, per levare i peccati di molti, la seconda volta apparira' non piu' per espiare il peccato, ma a salute a coloro che l'aspettano. 2 10:1 Perciocchà la legge, avendo l'ombra de' futuri beni, non l'immagine viva stessa delle cose, non puo' giammai, per que' sacrificii che sono gli stessi ogni anno, i quali son del continuo offerti, santificar quelli che si accostano all'altare. 3 10:2 Altrimenti, sarebber restati d'essere offerti. perciocchà coloro che fanno il servigio divino, essendo una volta purificati, non avrebbero piu' avuta alcuna coscienza di peccati. 4 10:3 Ma per essi si fa ogni anno rammemorazion dei peccati. 5 10:4 Perciocchà egli e' impossibile che il sangue di tori e di becchi, tolga i peccati. 6 10:5 Percio', entrando egli nel mondo, dice: Tu non hai voluto sacrificio, nà offerta. ma tu mi hai apparecchiato un corpo. 7 10:6 Tu non hai gradito olocausti, nà sacrificii per lo peccato. 8 10:7 Allora io ho detto: Ecco, io vengo. egli e' scritto di me nel rotolo del libro. io vengo per fare, o Dio, la tua volonta'. 9 10:8 Avendo detto innanzi: Tu non hai voluto, ne' gradito sacrificio, ne' offerta, ne' olocausti, ne' sacrificio per lo peccato (i quali si offeriscono secondo la legge), 10 10:9 egli aggiunge: Ecco, io vengo, per fare, o Dio, la tua volonta'. Egli toglie il proimo, per istabilire il secondo. 11 10:10 E per questa volonta' siamo santificati, noi che lo siamo per l'offerta del corpo di Gesu' Cristo, fatta una volta. 12 10:11 E oltre a cio', ogni sacerdote e' in pie' ogni giorno ministrando, ed offerendo spesse volte i medesimi sacrificii, i quali giammai non possono togliere i peccati. 13 10:12 Ma esso, avendo offerto un unico sacrificio per li peccati, si e' posto a sedere in perpetuo alla destra di Dio. 14 10:13 nel rimanente, aspettando finche' i suoi nemici sieno posti per iscannello de' suoi piedi. 15 10:14 Poiche' per un'unica offerta, egli ha in perpetuo appieno purificati coloro che sono santificati. 16 10:15 Or lo Spirito Santo ancora ce lo testifica. per-ciocche', dopo avere innanzi detto: 17 10:16 Quest'e' il patto, che io faro' con loro dopo que' giorni. il Signore dice: Io mettero' le mie leggi ne' loro cuori, e le scrivero' nelle lor menti. 18 10:17 E non mi ricordero' piu' de' lor peccati, ne' delle loro iniquita'.

10:1 10:1 Poichè la legge, avendo un'ombra dei futuri beni, non la realta' stessa delle cose, non puo' mai con quegli stessi sacrifici, che sono offerti continuamente, anno dopo anno, render perfetti quelli che s'accostano a Dio. 2 10:2 Altrimenti non si sa-rebb'egli cessato d'offrirli, non avendo piu' gli adoratori, una volta purificati, alcuna coscienza di peccati? 3 10:3 Invece in quei sacrifici e' rinnovato ogni anno il ricordo dei peccati. 4 10:4 perchè e' impossibile che il sangue di tori e di becchi tolga i peccati. 5 10:5 Percio', entrando nel mondo, egli dice: Tu non hai voluto nè sacrificio nè offerta, ma mi hai proeparato un corpo. 6 10:6 non hai gradito nè olocausti nè sacrifici per il peccato. 7 10:7 Allora ho detto: Ecco, io vengo (nel rotolo del libro e' scritto di me) per fare, o Dio, la tua volonta'. 8 10:8 Dopo aver detto proima: Tu non hai voluto e non hai gradito nè sacrifici, nè offerte, nè olocausti, nè sacrifici per il peccato (i quali sono offerti secondo la legge), egli dice poi: 9 10:9 Ecco, io vengo per fare la tua volonta'. Egli toglie via il proimo per stabilire il secondo. 10 10:10 In virtu' di questa 'volonta'? noi siamo stati santificati, mediante l'offerta del corpo di Gesu' Cristo fatta una volta per semproe. 11 10:11 E mentre ogni sacerdote e' in pie' ogni giorno ministrando e offrendo spesse volte gli stessi sacrifici che non possono mai togliere i peccati, 12 10:12 questi, dopo aver offerto un unico sacrificio per i peccati, e per semproe, si e' posto a sedere alla destra di Dio, 13 10:13 aspettando solo piu' che i suoi nemici sian ridotti ad essere lo sgabello dei suoi piedi. 14 10:14 Perchè con un'unica offerta egli ha per semproe resi perfetti quelli che son santificati. 15 10:15 E anche lo Spirito Santo ce ne rende testimonianza. Infatti, dopo aver detto: 16 10:16 Questo e' il patto che faro' con loro dopo que' giorni, dice il Signore: Io mettero' le mie leggi ne' loro cuori, e le scrivero' nelle loro menti, egli aggiunge: 17 10:17 E non mi ricordero' piu' de' loro peccati e delle loro iniquita'. 18 10:18 Ora, dov'e' remissione di queste cose, non c'e' piu' luogo a offerta per il peccato.

10:1 10:1 La legge, infatti, possiede solo un'ombra dei beni futuri, non la realtà stessa delle cose. Perciò con quei sacrifici, che sono offerti continuamente, anno dopo anno, essa non può rendere perfetti coloro che si avvicinano a Dio. 2 10:2 Altrimenti non si sarebbe forse cessato di offrirli, se coloro che rendono il culto, una volta purificati, avessero sentito la loro coscienza sgravata dai peccati? 3 10:3 Invece in quei sacrifici viene rinnovato ogni anno il ricordo dei peccati. 4 10:4 perchè è impossibile che il sangue di tori e di caproi tolga i peccati. 5 10:5 Ecco perchè Cristo, entrando nel mondo, disse: Tu non hai voluto nè sacrificio nè offerta ma mi hai proeparato un corpo. 6 10:6 non hai gradito nè olocausti nè sacrifici per il peccato. 7 10:7 Allora ho detto: 'Ecco, vengo' (nel rotolo del libro è scritto di me) 'per fare, o Dio, la tua volontà'. 8 10:8 Dopo aver detto: Tu non hai voluto e non hai gradito nè sacrifici, nè offerte, nè olocausti, nè sacrifici per il peccato (che sono offerti secondo la legge), 9 10:9 aggiunge poi: Ecco, vengo per fare la tua volontà. Cosò, egli abolisce il proimo per stabilire il secondo. 10 10:10 In virtù di questa 'volontà' noi siamo stati santificati, mediante l'offerta del corpo di Gesù Cristo fatta una volta per semproe. 11 10:11 Mentre ogni sacerdote sta in piedi ogni giorno a svolgere il suo servizio e offrire ripetutamente gli stessi sacrifici che non possono mai togliere i peccati, 12 10:12 Gesù, dopo aver offerto un unico sacrificio per i peccati, e per semproe, si è seduto alla destra di Dio, 13 10:13 e aspetta soltanto che i suoi nemici siano posti come sgabello dei suoi piedi. 14 10:14 Infatti con un'unica offerta egli ha reso perfetti per semproe quelli che sono santificati. 15 10:15 Anche lo Spirito Santo ce ne rende testimonianza. Infatti, dopo aver detto: 16 10:16 Questo è il patto che farò con loro dopo quei giorni, dice il Signore, metterò le mie leggi nei loro cuori e le scriverò nelle loro menti, egli aggiunge: 17 10:17 Non mi ricorderò più dei loro peccati e delle loro iniquità. 18 10:18 Ora, dove c'è perdono di queste cose, non c'è più bisogno di offerta per il peccato.

10:1 10:1 La legge infatti, avendo solo l’ombra dei beni futuri e non la realtà stessa delle cose, non può mai rendere perfetti quelli che si accostano a Dio con gli stessi sacrifici che vengono offerti continuamente, anno dopo anno. 2 10:2 Altrimenti si sarebbe cessato di offrirli, perchè gli adoratori, una volta purificati, non avrebbero avuto più alcuna coscienza dei peccati. 3 10:3 In quei sacrifici invece si rinnova ogni anno il ricordo dei peccati, 4 10:4 poichè è impossibile che il sangue di tori e di caproi tolga i peccati. 5 10:5 Perciò, entrando nel mondo, egli dice: ’Tu non hai voluto nè sacrificio nè offerta, ma mi hai proeparato un corpo. 6 10:6 tu non hai gradito nè olocausti nè sacrifici per il peccato. 7 10:7 Allora io ho detto: 'Ecco, io vengo. nel rotolo del libro è scritto di me. io vengo per fare, o Dio, la tua volontà''. 8 10:8 Dopo aver detto: ’Tu non hai voluto e non hai gradito nè sacrificio nè offerta nè olocausti nè sacrifici per il peccato, che sono offerti secondo la legge', 9 10:9 egli aggiunge: ’Ecco, io vengo per fare, o Dio, la tua volontà'. Egli toglie il proimo, per stabilire il secondo. 10 10:10 Per mezzo di questa volontà, noi siamo santificati mediante l’offerta del corpo di Gesù Cristo, fatta una volta per semproe. 11 10:11 E, mentre ogni sacerdote è in piedi ogni giorno ministrando e offrendo spesse volte i medesimi sacrifici, che non possono mai togliere i peccati, 12 10:12 egli invece, dopo aver offerto per semproe un unico sacrificio per i peccati, si è posto a sedere alla destra di Dio, 13 10:13 aspettando ormai soltanto che i suoi nemici siano posti come sgabello dei suoi piedi. 14 10:14 Con un’unica offerta, infatti, egli ha reso perfetti per semproe coloro che sono santificati. 15 10:15 E ce ne rende testimonianza anche lo Spirito Santo. infatti dopo aver detto: 16 10:16 ’Questo è il patto, che farò con loro dopo quei giorni, dice il Signore, io metterò le mie leggi nei loro cuori e le scriverò nelle loro menti', 17 10:17 aggiunge: ’E non mi ricorderò più dei loro peccati e delle loro iniquità'. 18 10:18 Ora, dove c?è il perdono di queste cose, non c?è più offerta per il peccato.

10:1 così Cristo, dopo essersi offerto una volta per tutte allo scopo di togliere i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza alcuna relazione col peccato, a coloro che l'aspettano per la loro salvezza. 2 Poichè la legge possiede solo un'ombra dei beni futuri e non la realtà stessa delle cose, non ha il potere di condurre alla perfezione, per mezzo di quei sacrifici che si offrono continuamente di anno in anno, coloro che si accostano a Dio. 3 Altrimenti non si sarebbe forse cessato di offrirli, dal momento che i fedeli, purificati una volta per tutte, non avrebbero ormai più alcuna coscienza dei peccati? 4 Invece per mezzo di quei sacrifici si rinnova di anno in anno il ricordo dei peccati, 5 poichè è impossibile eliminare i peccati con il sangue di tori e di capri. 6 Per questo, entrando nel mondo, Cristo dice: Tu non hai voluto nè sacrificio nè offerta, un corpo invece mi hai preparato. 7 Non hai gradito nè olocausti nè sacrifici per il peccato. 8 Allora ho detto: Ecco, io vengo - poichè di me sta scritto nel rotolo del libro - per fare, o Dio, la tua volontà. 9 Dopo aver detto: Non hai voluto e non hai gradito nè sacrifici nè offerte, nè olocausti nè sacrifici per il peccato, cose tutte che vengono offerte secondo la legge, 10 soggiunge: Ecco, io vengo a fare la tua volontà. Così egli abolisce il primo ordine di cose per stabilire il secondo. 11 Ed è appunto per quella volontà che noi siamo stati santificati, per mezzo dell'offerta del corpo di Gesù Cristo, fatta una volta per sempre. 12 Ogni sacerdote si presenta giorno per giorno a celebrare il culto e ad offrire molte volte gli stessi sacrifici, perchè essi non possono mai eliminare i peccati. 13 Egli al contrario, avendo offerto un solo sacrificio per i peccati una volta per sempre si è assiso alla destra di Dio, 14 aspettando ormai soltanto che i suoi nemici vengano posti sotto i suoi piedi. 15 Poichè con un'unica oblazione egli ha reso perfetti per sempre quelli che vengono santificati. 16 Questo ce lo attesta anche lo Spirito Santo. Infatti, dopo aver detto: 17 Questa è l'alleanza che io stipulerò con loro dopo quei giorni, dice il Signore: io porrò le mie leggi nei loro cuori e le imprimerò nella loro mente, 18 soggiunge: E non mi ricorderò più dei loro peccati e delle loro iniquità.

Mappa

Commento di un santo

Paolo li definisce gli stessi sacrifici giacchè essi sono stati offerti per sempre per le medesime cose. infatti quei sacrifici e quelle offerte, compiuti nel passato e ripetuti ancora oggi, non sono sufficientemente forti da eliminare il peccato in maniera definitiva

Autore

Fozio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-33°domenica dell'anno B dove si leggono i seguenti passi
[(Eb 1,11-14.1,18-18)}; (dan 12,1-3)}; (sal 15,5-5.15,8-11)}; (Eb 10,11-14.10,18-18)}; (mat 13,24-32)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
annunciazione dove si leggono i seguenti passi: (is 7,1-14.8,1-1); (sal 40,7-11); (Eb 10,4-10); (Lc 1,26-38);

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia