Cronologia dei paragrafi

Celebrazione della Pasqua
Conclusione della riforma religiosa
Fine del regno di Giosia
Regno di Ioacaz in Giuda ( 69 )
Regno di Ioiakim in Giuda
Introduzione al regno di Ioiachin
La prima deportazione
Introduzione al regno di Sedecia in Giuda
Assedio di Gerusalemme
Saccheggio di Gerusalemme e seconda deportazione
Godolia governatore di Giuda
La grazia al re Ioiachin

Celebrazione della Pasqua (2re 23,21-23)

23:21 Il re ordinò a tutto il popolo: "Celebrate la Pasqua in onore del Signore, vostro Dio, come è scritto nel libro di questa alleanza". 22 Difatti una Pasqua simile a questa non era mai stata celebrata dal tempo dei giudici che governarono Israele, ossia per tutto il periodo dei re d'Israele e dei re di Giuda. 23 Soltanto nell'anno diciottesimo del re Giosia questa Pasqua fu celebrata in onore del Signore a Gerusalemme.

23:21 23:21 Allora il re comando' a tutto il popolo, dicendo: Fate la Pasqua al Signore Iddio vostro, secondo ch'e' scritto in questo libro del Patto. 22 23:22 Perciocche' dal tempo de' Giudici che aveano giudicato Israele, ne' in tutto il tempo dei re d'Israele e di Giuda, non era stata celebrata tal Pasqua, 23 23:23 qual fu quella che fu celebrata al Signore in Gerusalemme, l'anno diciottesimo del re Giosia.

23:21 23:21 Il re diede a tutto il popolo quest'ordine: 'Fate la Pasqua in onore dell'Eterno, del vostro Dio, secondo che sta scritto in questo libro del patto'. 22 23:22 Poichè Pasqua simile non era stata fatta dal tempo de' giudici che avean governato Israele, e per tutto il tempo dei re d'Israele e dei re di Giuda. 23 23:23 ma nel diciottesimo anno del re Giosia cotesta Pasqua fu fatta, in onor dell'Eterno, a Gerusalemme.

23:21 23:21 Il re diede a tutto il popolo quest'ordine: 'Celebrate la Pasqua in onore del SIGNORE vostro Dio, come sta scritto in questo libro del patto'. 22 23:22 Infatti la Pasqua non era stata celebrata cosò dal tempo dei giudici che avevano governato Israele, e per tutto il tempo dei re d'Israele e dei re di Giuda. 23 23:23 ma nel diciottesimo anno del re Giosia quella Pasqua fu celebrata, in onore del SIGNORE, a Gerusalemme.

23:21 23:21 Il re diede a tutto il popolo quest’ordine: ’Fate la Pasqua in onore dell’Eterno, il vostro DIO, come sta scritto in questo libro del patto'. 22 23:22 Per certo una simile Pasqua non era più stata celebrata dal tempo dei giudici che avevano governato Israele, e neppure in tutto il tempo dei re d’Israele e dei re di Giuda. 23 23:23 Ma nel diciottesimo anno del re Giosia questa Pasqua fu celebrata in onore dell’Eterno a Gerusalemme.

23:21 Ioiakim consegnò l'argento e l'oro al faraone, avendo tassato il paese per pagare il denaro secondo la disposizione del faraone. Con una tassa individuale, proporzionata ai beni, egli riscosse l'argento e l'oro dal popolo del paese per consegnarlo al faraone Necao. 22 Quando divenne re, Ioiakim aveva venticinque anni; regnò undici anni in Gerusalemme. Sua madre, di Ruma, si chiamava Zebida, figlia di Pedaia. 23 Fece ciò che è male agli occhi del Signore, come avevano fatto i suoi padri.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale