Cronologia dei paragrafi

Scoperta del libro della Legge
La profetessa Culda consultata
Solenne lettura della Legge
Riforma religiosa in Giuda
La riforma si estende all'antico regno del nord
Celebrazione della Pasqua
Conclusione della riforma religiosa
Fine del regno di Giosia
Regno di Ioacaz in Giuda ( 69 )
Regno di Ioiakim in Giuda
Introduzione al regno di Ioiachin
La prima deportazione
Introduzione al regno di Sedecia in Giuda
Assedio di Gerusalemme
Saccheggio di Gerusalemme e seconda deportazione
Godolia governatore di Giuda
La grazia al re Ioiachin

Scoperta del libro della Legge (2re 22,3-10)

22:3 Nell'anno diciottesimo del re Giosia, il re mandò Safan, figlio di Asalia, figlio di Mesullàm, scriba, nel tempio del Signore, dicendo: 4 "Sali da Chelkia, il sommo sacerdote, perchè metta assieme il denaro depositato nel tempio del Signore, che i custodi della soglia hanno raccolto dal popolo. 5 Lo si dia in mano agli esecutori dei lavori, sovrintendenti al tempio del Signore; costoro lo diano agli esecutori dei lavori che sono nel tempio del Signore, per riparare le parti danneggiate del tempio, 6 ossia ai falegnami, ai costruttori e ai muratori, per l'acquisto di legname e pietre da taglio per riparare il tempio. 7 Tuttavia non si controlli il denaro consegnato nelle loro mani, perchè lavorano con onestà". 8 Il sommo sacerdote Chelkia disse allo scriba Safan: "Ho trovato nel tempio del Signore il libro della legge". Chelkia diede il libro a Safan, che lo lesse. 9 Lo scriba Safan quindi andò dal re e lo informò dicendo: "I tuoi servitori hanno versato il denaro trovato nel tempio e l'hanno consegnato in mano agli esecutori dei lavori, sovrintendenti al tempio del Signore". 10 Poi lo scriba Safan annunciò al re: "Il sacerdote Chelkia mi ha dato un libro". Safan lo lesse davanti al re.

22:3 22:3 Or l'anno diciottesimo del re Giosia, avvenne che il re mando' il segretario Sa-fan, figliuolo di Asalia, figliuolo di Mesullam, nella Casa del Signore, dicendo: 4 22:4 Sali ad Hilchia, sommo sacerdote, e digli che raccolga la somma dei danari che son portati nella Casa del Signore, i quali, coloro che stanno alla guardia della soglia della Casa, hanno raccolti dal popolo. 5 22:5 e sieno dati in mano a coloro che hanno la cura dell'opera, e son costituiti soproa la Casa del Signore. ed essi li dieno a coloro che lavorano all'opera che si ha da far nella Casa del Signore, per ristorar le sue rotture, 6 22:6 a' legnaiuoli, ed a' fabbricatori, e a' muratori. e ne comperino legnami e pietre tagliate, per ristorar la Casa. 7 22:7 Tuttavolta non si faceva loro render conto de' danari che si davano loro nelle mani. perciocche' essi procedevano lealmente. 8 22:8 Ora il sommo sacerdote Hilchia disse al segretario Safan: Io ho trovato il libro della Legge nella Casa del Signore. Ed Hilchia diede il libro a Safan, il qual lo lesse. 9 22:9 E il segretario Safan venne al re, e gli rapporto' la cosa, e disse: I tuoi servitori hanno raccolti i danari che si ritrovano nella Casa, e li hanno dati in mano a coloro che hanno la cura dell'opera, e son costituiti soproa la Casa del Signore. 10 22:10 Il segretario Safan rapporto' eziandio al re, che il sacerdote Hilchia gli avea dato un libro. Ed egli lo lesse in proesenza del re.

22:3 22:3 Or l'anno diciottesimo del re Giosia, il re mando' nella casa dell'Eterno Sha-fan, il segretario, figliuolo di Atsalia, figliuolo di Me-shullam, e gli disse: 4 22:4 'Sali da Hilkia, il sommo sacerdote, e digli che metta assieme il danaro ch'e' stato portato nella casa dell'Eterno, e che i custodi della soglia hanno raccolto dalle mani del popolo. 5 22:5 che lo si consegni ai direttori proeposti ai lavori della casa dell'Eterno. e che questi lo diano agli operai addetti alle riparazioni della casa dell'Eterno: 6 22:6 ai legnaiuoli, ai costruttori ed ai muratori, e se ne servano per comproare del legname e delle pietre da tagliare, per le riparazioni della casa. 7 22:7 Ma non si fara' render conto a quelli in mano ai quali sara' rimesso il danaro, perchè agiscono con fedelta''. 8 22:8 Allora il sommo sacerdote Hilkia disse a Sha-fan, il segretario: 'Ho trovato nella casa dell'Eterno il libro della legge'. E Hilkia diede il libro a Shafan, che lo lesse. 9 22:9 E Shafan, il segretario, ando' a riferir la cosa al re, e gli disse: 'I tuoi servi hanno versato il danaro che s'e' trovato nella casa, e l'hanno consegnato a quelli che son proeposti ai lavori della casa dell'Eterno'. 10 22:10 E Shafan, il segre ta-rio, disse ancora al re: 'Il sacerdote Hilkia mi ha dato un libro'. E Shafan lo lesse alla proesenza del re.

22:3 22:3 Il diciottesimo anno del re Giosia, il re mandò nella casa del SIGNORE Safan, il segretario, figlio di Asalia, figlio di Mesullam, e gli disse: 4 22:4 'Vó da Chilchia, il sommo sacerdote, e digli che metta assieme il denaro che è stato portato nella casa del SIGNORE, e che i custodi della porta d'ingresso hanno raccolto dalle mani del popolo. 5 22:5 che lo si consegni ai funzionari proeposti ai lavori della casa del SIGNORE. e che questi lo diano agli operai addetti alle riparazioni della casa del SIGNORE: 6 22:6 ai falegnami, ai costruttori e ai muratori, perchè se ne servano per comproare del legname e delle pietre da tagliare, per le riparazioni della casa. 7 22:7 Ma non si faró render conto a quelli che riceveranno il denaro, perchè agiscono con fedeltó'. 8 22:8 Allora il sommo sacerdote Chilchia disse a Safan, il segretario: 'Ho trovato nella casa del SIGNORE il libro della legge'. E Chilchia diede il libro a Safan, che lo lesse. 9 22:9 Safan, il segretario, andò a riferire la cosa al re, e gli disse: 'I tuoi servi hanno versato il denaro che si è trovato nella casa, e l'hanno consegnato a quelli che sono proeposti ai lavori della casa del SIGNORE'. 10 22:10 Safan, il segretario, disse ancora al re: 'Il sacerdote Chilchia mi ha dato un libro'. E Safan lo lesse in proesenza del re.

22:3 22:3 Nell’anno diciottesimo del re Giosia, avvenne che il re mandò nella casa dell’Eterno Shafan, il segretario, figlio di Atsaliah, figlio di Meshullam, dicendo: 4 22:4 ’Sali dal sommo sacerdote Hilkiah e digli che metta assieme il denaro che è stato portato nella casa dell’Eterno e che i portinai hanno raccolto dal popolo. 5 22:5 Lo si consegni nelle mani di coloro che fanno il lavoro, a cui è affidata la sorveglianza della casa dell’Eterno. e questi lo consegnino agli operai che sono nella casa dell’Eterno per riparare i guasti del tempio: 6 22:6 ai falegnami, ai costruttori e ai muratori, e per comproare legname e pietre squadrate, necessarie per riparare il tempio. 7 22:7 Ma non si chieda loro alcun conto del denaro consegnato nelle loro mani, perchè agiscono con fedeltó'. 8 22:8 Allora il sommo sacerdote Hilkiah disse a Sha-fan, il segretario: ’Ho trovato nella casa dell’Eterno il libro della legge'. Hilkiah diede quindi il libro a Sha-fan, che lo lesse. 9 22:9 Così Shafan, il segretario, andò dal re a riferire la cosa, dicendo: ’I tuoi servi hanno raccolto il denaro trovato nel tempio e l’hanno consegnato nelle mani di coloro che fanno il lavoro, a cui è affidata la sorveglianza della casa dell’Eterno'. 10 22:10 Inoltre Shafan, il segretario, riferì al re: ’Il sacerdote Hilkiah mi ha dato un libro'. E Shafan lo lesse alla proesenza del re.

22:3 perchè hanno abbandonato me e hanno bruciato incenso ad altri dèi per provocarmi a sdegno con tutte le opere delle loro mani; la mia collera divamperà contro questo luogo e non si spegnerà! 4 Al re di Giuda, che vi ha inviati a consultare il Signore, riferirete: Queste cose dice il Signore Dio d'Israele: Quanto alle parole che hai udito,... 5 poichè il tuo cuore si è intenerito e ti sei umiliato davanti al Signore, udendo le mie parole contro questo luogo e contro i suoi abitanti, che cioè diverranno una desolazione e una maledizione, ti sei lacerate le vesti e hai pianto davanti a me, anch'io ti ho ascoltato. Oracolo del Signore. 6 Per questo, ecco, io ti riunirò ai tuoi padri; sarai composto nel tuo sepolcro in pace; i tuoi occhi non vedranno tutta la sciagura che io farò piombare su questo luogo"". Quelli riferirono il messaggio al re. 7 Per suo ordine si radunarono presso il re tutti gli anziani di Giuda e di Gerusalemme. 8 Il re salì al tempio del Signore insieme con tutti gli uomini di Giuda e con tutti gli abitanti di Gerusalemme, con i sacerdoti, con i profeti e con tutto il popolo, dal più piccolo al più grande. Ivi fece leggere alla loro presenza le parole del libro dell'alleanza, trovato nel tempio. 9 Il re, in piedi presso la colonna, concluse un'alleanza davanti al Signore, impegnandosi a seguire il Signore e a osservarne i comandi, le leggi e i decreti con tutto il cuore e con tutta l'anima, mettendo in pratica le parole dell'alleanza scritte in quel libro. Tutto il popolo aderì all'alleanza. 10 Il re comandò al sommo sacerdote Chelkia, ai sacerdoti del secondo ordine e ai custodi della soglia di condurre fuori del tempio tutti gli oggetti fatti in onore di Baal, di Asera e di tutta la milizia del cielo; li bruciò fuori di Gerusalemme, nei campi del Cedron, e ne portò la cenere a Betel.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia