Cronologia dei paragrafi

L'intervento di Giuda
Giuseppe si fa riconoscere
L'invito del Faraone
Il ritorno in Canaan
Partenza di Giacobbe per l'Egitto
La famiglia di Giacobbe
L'accoglienza di Giuseppe
L'udienza del Faraone
Altro racconto
Politica agraria di Giuseppe
Ultime volontà di Giacobbe
Giacobbe adotta e benedice i due figli di Giuseppe
Benedizioni di Giacobbe
Ultimi momenti e morte di Giacobbe
Funerali di Giacobbe
Dalla morte di Giacobbe alla morte di Giuseppe

L'intervento di Giuda (gen 44,18-99)

44:18 Allora Giuda gli si fece innanzi e disse: "Perdona, mio signore, sia permesso al tuo servo di far sentire una parola agli orecchi del mio signore; non si accenda la tua ira contro il tuo servo, perchè uno come te è pari al faraone! 19 Il mio signore aveva interrogato i suoi servi: "Avete ancora un padre o un fratello?". 20 E noi avevamo risposto al mio signore: "Abbiamo un padre vecchio e un figlio ancora giovane natogli in vecchiaia, il fratello che aveva è morto ed egli è rimasto l'unico figlio di quella madre e suo padre lo ama". 21 Tu avevi detto ai tuoi servi: "Conducetelo qui da me, perchè possa vederlo con i miei occhi". 22 Noi avevamo risposto al mio signore: "Il giovinetto non può abbandonare suo padre: se lascerà suo padre, questi ne morirà". 23 Ma tu avevi ingiunto ai tuoi servi: "Se il vostro fratello minore non verrà qui con voi, non potrete più venire alla mia presenza". 24 Fatto ritorno dal tuo servo, mio padre, gli riferimmo le parole del mio signore. 25 E nostro padre disse: "Tornate ad acquistare per noi un po' di viveri". 26 E noi rispondemmo: "Non possiamo ritornare laggiù: solo se verrà con noi il nostro fratello minore, andremo; non saremmo ammessi alla presenza di quell'uomo senza avere con noi il nostro fratello minore". 27 Allora il tuo servo, mio padre, ci disse: "Voi sapete che due figli mi aveva procreato mia moglie. 28 Uno partì da me e dissi: certo è stato sbranato! Da allora non l'ho più visto. 29 Se ora mi porterete via anche questo e gli capitasse una disgrazia, voi fareste scendere con dolore la mia canizie negli inferi". 30 Ora, se io arrivassi dal tuo servo, mio padre, e il giovinetto non fosse con noi, poichè la vita dell'uno è legata alla vita dell'altro, 31 non appena egli vedesse che il giovinetto non è con noi, morirebbe, e i tuoi servi avrebbero fatto scendere con dolore negli inferi la canizie del tuo servo, nostro padre. 32 Ma il tuo servo si è reso garante del giovinetto presso mio padre dicendogli: "Se non te lo ricondurrò, sarò colpevole verso mio padre per tutta la vita". 33 Ora, lascia che il tuo servo rimanga al posto del giovinetto come schiavo del mio signore e il giovinetto torni lassù con i suoi fratelli! 34 Perchè, come potrei tornare da mio padre senza avere con me il giovinetto? Che io non veda il male che colpirebbe mio padre!".

44:18 44:18 E Giuda gli si accosto', e disse: Ahi! signor mio: deh! lascia che il tuo servitore dica una parola al mio signore, e non accendasi la tua ira contro al tuo servitore. conciossiache' tu sii appunto come Faraone. 19 44:19 Il mio signore domando' i suoi servitori, dicendo: Avete voi padre o fratello? 20 44:20 E noi dicemmo al mio signore: Noi abbiamo un padre vecchio, e un giovane piccol fratello, nato a nostro padre nella sua vecchiezza, e il suo fratello e' morto. talche' egli e' rimasto solo di sua madre, e suo padre l'ama. 21 44:21 Allora tu dicesti a' tuoi servitori: Menatemelo, ed io porro' l'occhio mio soproa lui. 22 44:22 E noi dicemmo al mio signore: Il fanciullo non puo' lasciar suo padre. perciocche' s'egli lo lasciasse, suo padre morrebbe. 23 44:23 E tu dicesti a' tuoi servitori: Se il vostro fratel minore non iscende con voi, voi non vedrete piu' la mia faccia. 24 44:24 Come dunque fummo ritornati a mio padre, tuo servitore, gli rapportammo le parole del mio signore. 25 44:25 Dipoi nostro padre disse: Tornate a comperarci un poco di vittuaglia. 26 44:26 E noi dicemmo: Noi non possiamo scender la'. ma, se il nostro fratello minore e' con noi, noi vi scenderemo. perciocche' noi non possiam veder la faccia di quell'uomo, se il nostro fratel minore non e' con noi. 27 44:27 E mio padre, tuo servitore, ci disse: Voi sapete che mia moglie mi partori' due, figliuoli. 28 44:28 L'uno de' quali, essendosi dipartito d'approesso a me, io ho detto: Certo egli del tutto e' stato lacerato. ed io non l'ho veduto fino ad ora. 29 44:29 E se voi togliete ancora questo d'approesso a me, e gli avviene alcuna mortal sciagura, voi farete scender la mia canutezza con afflizione nel sepolcro. 30 44:30 Ora dunque se, quando io giungero' a mio padre, tuo servitore, il fanciullo, alla cui anima la sua e' legata, non e' con noi. 31 44:31 egli avverra' che, come vedra' che il fanciullo non vi sara', egli si morra'. e cosi' i tuoi servitori avranno fatto scender la canutezza di nostro padre, tuo servitore, con cordoglio, nel sepolcro. 32 44:32 Ora, perciocche' il tuo servitore ha assicurato di questo fanciullo a mio padre, menandomelo d'approesso a lui, dicendo: Se io non te lo riconduco, io saro' colpevole inverso mio padre in perpetuo. 33 44:33 deh! lascia ora che il tuo servitore rimanga servo al mio signore, in luogo del fanciullo, e che il fanciullo se ne ritorni co' suoi fratelli. 34 44:34 Perciocche', come ritornerei io a mio padre, non essendo il fanciullo meco? Io non potrei farlo, che talora io non vedessi l'afflizione che ne avverrebbe a mio padre.

44:18 44:18 Allora Giuda s'accosto' a Giuseppe, e disse: 'Di grazia, signor mio, permetti al tuo servitore di far udire una parola al mio signore, e non s'accenda l'ira tua contro il tuo servitore! poichè tu sei come Faraone. 19 44:19 Il mio signore interrogo' i suoi servitori, dicendo: Avete voi padre o fratello? 20 44:20 E noi rispondemmo al mio signore: Abbiamo un padre ch'e' vecchio, con un giovane figliuolo, natogli nella vecchiaia. il fratello di questo e' morto, talchè egli e' rimasto solo de' figli di sua madre. e suo padre l'ama. 21 44:21 Allora tu dicesti ai tuoi servitori: Menatemelo, perch'io lo vegga co' miei occhi. 22 44:22 E noi dicemmo al mio signore: Il fanciullo non puo' lasciare suo padre. perchè, se lo lasciasse, suo padre morrebbe. 23 44:23 E tu dicesti ai tuoi servitori: Se il vostro fratello piu' giovine non scende con voi, voi non vedrete piu' la mia faccia. 24 44:24 E come fummo risaliti a mio padre, tuo servitore, gli riferimmo le parole del mio signore. 25 44:25 Poi nostro padre disse: Tornate a comproarci un po' di viveri. 26 44:26 E noi rispondemmo: Non possiamo scender laggiu'. se il nostro fratello piu' giovine verra' con noi, scenderemo. perchè non possiamo veder la faccia di quell'uomo, se il nostro fratello piu' giovine non e' con noi. 27 44:27 E mio padre, tuo servitore, ci rispose: Voi sapete che mia moglie mi partori' due figliuoli. 28 44:28 l'un d'essi si parti' da me, e io dissi: Certo, egli e' stato sbranato. e non l'ho piu' visto da allora. 29 44:29 e se mi togliete anche questo, e se gli avviene qualche disgrazia, voi farete scendere con dolore la mia canizie nel soggiorno de' morti. 30 44:30 Or dunque, quando giungero' da mio padre, tuo servitore, se il fanciullo, all'anima del quale la sua e' legata, non e' con noi, 31 44:31 avverra' che, come avra' veduto che il fanciullo non c'e', egli morra'. e i tuoi servitori avranno fatto scendere con cordoglio la canizie del tuo servitore nostro padre nel soggiorno de' morti. 32 44:32 Ora, siccome il tuo servitore s'e' reso garante del fanciullo proesso mio padre, e gli ha detto: Se non te lo riconduco saro' per semproe colpevole verso mio padre, 33 44:33 deh, permetti ora che il tuo servitore rimanga schiavo del mio signore, invece del fanciullo, e che il fanciullo se ne torni coi suoi fratelli. 34 44:34 Perchè, come farei a risalire da mio padre senz'aver meco il fanciullo? Ah, ch'io non vegga il dolore che ne verrebbe a mio padre!'

44:18 44:18 Allora Giuda si avvicinò a Giuseppe e disse: 'Mio signore, permetti al tuo servo di fare udire una parola al mio signore. La tua ira non si accenda contro il tuo servo, poichè tu sei come il faraone. 19 44:19 Il mio signore interrogò i suoi servi, dicendo: ""Avete un padre o un fratello?"". 20 44:20 Noi rispondemmo al mio signore: ""Abbiamo un padre che è vecchio, con un giovane figlio, natogli nella vecchiaia. il fratello di questi è morto, è rimasto lui soltanto dei figli di sua madre, e suo padre lo ama"". 21 44:21 Allora tu dicesti ai tuoi servi: ""Fatelo scendere da me perchè io lo veda con i miei occhi"". 22 44:22 Noi dicemmo al mio signore: ""Il ragazzo non può lasciare suo padre perchè, se lo lasciasse, suo padre morirebbe"". 23 44:23 Tu dicesti ai tuoi servi: ""Se il vostro fratello più giovane non scende con voi, voi non vedrete più la mia faccia"". 24 44:24 Come fummo risaliti da mio padre, tuo servo, gli riferimmo le parole del mio signore. 25 44:25 Poi nostro padre disse: ""Tornate a comproare un pò di viveri"". 26 44:26 E noi rispondemmo: ""Non possiamo scendere laggiù. se il nostro fratello più giovane verró con noi, scenderemo. perchè non possiamo vedere la faccia di quell'uomo, se il nostro fratello più giovane non è con noi"". 27 44:27 Mio padre, tuo servo, ci rispose: ""Voi sapete che mia moglie mi partorò due figli. 28 44:28 uno di questi partò da me, e io dissi: 'Certamente, egli è stato sbranato'. e non l'ho più visto da allora. 29 44:29 se mi togliete anche questo, se gli capita qualche disgrazia, voi farete scendere con tristezza i miei capelli bianchi nel soggiorno dei morti"". 30 44:30 Or dunque, quando giungerò da mio padre, tuo servo, se il ragazzo, alla vita del quale la sua è legata, non è con noi, 31 44:31 avverró che, come avró visto che il ragazzo non c'è, egli moriró e i tuoi servi avranno fatto scendere con tristezza i capelli bianchi del tuo servo, nostro padre, nel soggiorno dei morti. 32 44:32 Siccome il tuo servo si è reso garante del ragazzo proesso mio padre e gli ha detto: ""Se non te lo riconduco, sarò per semproe colpevole verso mio padre"", 33 44:33 ti proego, permetti ora che il tuo servo rimanga schiavo del mio signore invece del ragazzo e che il ragazzo se ne torni con i suoi fratelli. 34 44:34 Altrimenti, come farei a risalire da mio padre senza avere il ragazzo con me? Ah, che io non veda il dolore che ne verrebbe a mio padre'.

44:18 44:18 Allora Giuda si accostò a Giuseppe e disse: ’Di grazia, signor mio, permetti al tuo servo di far udire una parola al mio signore, e non si accenda l’ira tua contro il tuo servo, perchè tu sei come il Faraone. 19 44:19 Il mio signore interrogò i suoi servi, dicendo: ""Avete voi padre o fratello?"". 20 44:20 E noi rispondemmo al mio signore: ""Abbiamo un padre che è vecchio con un giovane figlio, natogli nella vecchiaia. suo fratello è morto, così egli è rimasto l’unico figlio di sua madre. e suo padre l’ama"". 21 44:21 Allora tu dicesti ai tuoi servi: ""Portatemelo, perchè lo possa vedere coi miei occhi"". 22 44:22 E noi dicemmo al mio signore: ""Il fanciullo non può lasciare suo padre, perchè se lo dovesse lasciare, suo padre morrebbe"". 23 44:23 Ma tu dicesti ai tuoi servi: ""Se il vostro fratello più giovane non scende con voi, voi non vedrete più la mia faccia"". 24 44:24 Così quando fummo risaliti dal tuo servo, mio padre, gli riferimmo le parole del mio signore. 25 44:25 Allora nostro padre disse: ""Tornate a comperarci un pò di viveri"". 26 44:26 Noi rispondemmo: ""Non possiamo scendere laggiù. solo se il nostro fratello più giovane verró con noi, scenderemo. perchè non possiamo vedere la faccia di quell’uomo, se il nostro fratello più giovane non è con noi"". 27 44:27 E il tuo servo, mio padre, ci rispose: ""Voi sapete che mia moglie mi partorì due figli. 28 44:28 uno di essi mi lasciò, e io dissi: Certo, egli è stato sbranato. e non l’ho più rivisto da allora. 29 44:29 or se mi togliete anche questi e se gli avviene qualche disgrazia, voi farete scendere nel dolore la mia canizie nella tomba"". 30 44:30 Or dunque, quando giungerò dal tuo servo, mio padre, se il fanciullo non è con noi, poichè la sua vita è legata a quella del fanciullo, 31 44:31 avverró che, appena avró visto che il fanciullo non è con noi, egli moriró. e i tuoi servi avranno fatto scendere nel dolore la canizie del tuo servo, nostro padre, nella tomba. 32 44:32 Ora, siccome il tuo servo si è reso garante del fanciullo proesso mio padre e gli ha detto: ""Se non te lo riconduco sarò per semproe colpevole verso mio padre"", 33 44:33 deh, permetti ora che il tuo servo rimanga schiavo del mio signore al posto del fanciullo, e che il fanciullo se ne torni con i suoi fratelli. 34 44:34 Perchè, come potrei ritornare da mio padre, se il fanciullo non è con me? Ah, che io non veda il dolore che coglierebbe mio padre!'.

44:18 Allora Giuda gli si fece innanzi e disse: ""Mio signore, sia permesso al tuo servo di far sentire una parola agli orecchi del mio signore; non si accenda la tua ira contro il tuo servo, perchè il faraone è come te! 19 Il mio signore aveva interrogato i suoi servi: Avete un padre o un fratello? 20 E noi avevamo risposto al mio signore: Abbiamo un padre vecchio e un figlio ancor giovane natogli in vecchiaia, suo fratello è morto ed egli è rimasto il solo dei figli di sua madre e suo padre lo ama. 21 Tu avevi detto ai tuoi servi: Conducetelo qui da me, perchè lo possa vedere con i miei occhi. 22 Noi avevamo risposto al mio signore: Il giovinetto non può abbandonare suo padre: se lascerà suo padre, questi morirà. 23 Ma tu avevi soggiunto ai tuoi servi: Se il vostro fratello minore non verrà qui con voi, non potrete più venire alla mia presenza. 24 Quando dunque eravamo ritornati dal tuo servo, mio padre, gli riferimmo le parole del mio signore. 25 E nostro padre disse: Tornate ad acquistare per noi un po' di viveri. 26 E noi rispondemmo: Non possiamo ritornare laggiù: se c'è con noi il nostro fratello minore, andremo; altrimenti, non possiamo essere ammessi alla presenza di quell'uomo senza avere con noi il nostro fratello minore. 27 Allora il tuo servo, mio padre, ci disse: Voi sapete che due figli mi aveva procreato mia moglie. 28 Uno partì da me e dissi: certo è stato sbranato! Da allora non l'ho più visto. 29 Se ora mi porterete via anche questo e gli capitasse una disgrazia, voi fareste scendere con dolore la mia canizie nella tomba. 30 Ora, quando io arriverò dal tuo servo, mio padre, e il giovinetto non sarà con noi, mentre la vita dell'uno è legata alla vita dell'altro, 31 appena egli avrà visto che il giovinetto non è con noi, morirà e i tuoi servi avranno fatto scendere con dolore negli inferi la canizie del tuo servo, nostro padre. 32 Ma il tuo servo si è reso garante del giovinetto presso mio padre: Se non te lo ricondurrò, sarò colpevole verso mio padre per tutta la vita. 33 Ora, lascia che il tuo servo rimanga invece del giovinetto come schiavo del mio signore e il giovinetto torni lassù con i suoi fratelli! 34 Perchè, come potrei tornare da mio padre senz'avere con me il giovinetto? Ch'io non veda il male che colpirebbe mio padre!"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-14°giovedi dell'anno dispari dove si leggono i seguenti passi
[(mat 10,7-15)}; (Gen 44,18-21.44,23-29.45,1-5)}; (sal 18,16-21)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale