Cronologia dei paragrafi

Invasione di Sennacherib
Missione del gran coppiere
Ricorso al profeta Isaia
Partenza del gran coppiere
Lettera di Sennacherib è Ezechia
Intervento di Isaia
Disfatta è morte di Sennacherib
Malattia e guarigione di Ezechia
Ambasciata di Merodak-Baladan
Conclusione del regno di Ezechia
Regno di manasse in Giuda è 687 è 642 )
Regno di Amon in Giuda ( 642 - 64 )
Introduzione al regno di Giosia ( 64 - 69 )
Scoperta del libro della Legge
La profetessa Culda consultata
Solenne lettura della Legge
Riforma religiosa in Giuda
La riforma si estende all'antico regno del nord
Celebrazione della Pasqua
Conclusione della riforma religiosa
Fine del regno di Giosia
Regno di Ioacaz in Giuda ( 69 )
Regno di Ioiakim in Giuda
Introduzione al regno di Ioiachin
La prima deportazione
Introduzione al regno di Sedecia in Giuda
Assedio di Gerusalemme
Saccheggio di Gerusalemme e seconda deportazione
Godolia governatore di Giuda
La grazia al re Ioiachin

Invasione di Sennacherib (2re 18,13-16)

18:13 Nell'anno quattordicesimo del re Ezechia, Sennàcherib, re d'Assiria, salì contro tutte le città fortificate di Giuda e le prese. 14 Ezechia, re di Giuda, mandò a dire al re d'Assiria a Lachis: "Ho peccato; allontànati da me e io accetterò quanto mi imporrai". Il re d'Assiria impose a Ezechia, re di Giuda, trecento talenti d'argento e trenta talenti d'oro. 15 Ezechia consegnò tutto il denaro che si trovava nel tempio del Signore e nei tesori della reggia. 16 In quel tempo Ezechia fece a pezzi i battenti del tempio del Signore e gli stipiti che egli stesso, re di Giuda, aveva ricoperto con lamine, e li diede al re d'Assiria.

18:13 18:13 Poi l'anno quartode-cimo del re Ezechia, Senna-cherib, re degli Assiri, sali' contro a tutte le citta' forti di Giuda, e le proese. 14 18:14 Ed Ezechia, re di Giuda, mando' a dire al re degli Assiri, in Lachis: Io ho fallito. partiti da me, ed io paghero' quello che tu m'imporrai. E il re degli Assiri impose ad Ezechia, re di Giuda, trecento talenti d'argento, e trenta talenti d'oro. 15 18:15 Ed Ezechia diede tutto l'argento, che si trovo' nella Casa del Signore, e ne' tesori della casa reale. 16 18:16 In quel tempo Ezechia spicco' dalle reggi del Tempio del Signore, e dagli stipiti, le piastre d'oro, con le quali egli stesso li avea coperti, e le diede al re degli Assiri.

18:13 18:13 Or il quattordicesimo anno del re Ezechia, Senna-cherib, re d'Assiria, sali' contro tutte le citta' fortificate di Giuda, e le proese. 14 18:14 Ed Ezechia, re di Giuda, mando' a dire al re d'Assiria a Lakis: 'Ho mancato. ritirati da me, ed io mi sottomettero' a tutto quello che m'imporrai'. E il re d'Assiria impose ad Ezechia, re di Giuda, trecento talenti d'argento e trenta talenti d'oro. 15 18:15 Ezechia diede tutto l'argento che si trovava nella casa dell'Eterno, e nei tesori della casa del re. 16 18:16 E fu allora che Ezechia, re di Giuda, stacco' dalle porte del tempio dell'Eterno e dagli stipiti le lame d'oro di cui egli stesso li aveva ricoperti, e le diede al re d'Assiria.

18:13 18:13 Il quattordicesimo anno del re Ezechia, Senna-cherib, re d'Assiria, marciò contro tutte le cittó fortificate di Giuda, e le conquistò. 14 18:14 Ezechia, re di Giuda, mandò a dire al re d'Assiria a Lachis: 'Ho sbagliato. ritirati, e io mi sottometterò a tutto quello che m'imporrai'. Il re d'Assiria impose a Ezechia, re di Giuda, trecento talenti d'argento e trenta talenti d'oro. 15 18:15 Ezechia diede tutto l'argento che si trovava nella casa del SIGNORE, e nei tesori del palazzo del re. 16 18:16 Fu allora che Ezechia, re di Giuda, staccò dalle porte del tempio del SIGNORE e dagli stipiti le lame d'oro di cui egli stesso li aveva ricoperti, e le diede al re d'Assiria.

18:13 18:13 Il quattordicesimo anno del re Ezechia, Senna-cherib, re di Assiria, salì contro tutte le cittó fortificate di Giuda e le proese. 14 18:14 Allora Ezechia, re di Giuda, mandò a dire al re di Assiria a Lakish: ’Ho peccato. ritirati da me, e io accetterò tutto ciò che m’imporrai'. Il re di Assiria impose ad Ezechia, re di Giuda, trecento talenti d’argento e trenta talenti d’oro. 15 18:15 Così Ezechia diede tutto l’argento che si trovava nella casa dell’Eterno e nei tesori del palazzo del re. 16 18:16 In quel tempo Ezechia staccò dalle porte del tempio dell’Eterno e dagli stipiti l?oro di cui Ezechia, re di Giuda li aveva rivestiti e lo diede al re di Assiria.

18:13 Il gran coppiere replicò: ""Forse io sono stato inviato al tuo signore e a te dal mio signore per pronunziare tali parole e non piuttosto agli uomini che stanno sulle mura, i quali saranno ridotti a mangiare i loro escrementi e a bere la loro urina con voi?"". 14 Il gran coppiere allora si alzò e gridò a gran voce in ebraico: ""Udite la parola del gran re, del re d'Assiria: 15 Dice il re: Non vi inganni Ezechia, poichè non potrà liberarvi dalla mia mano. 16 Ezechia non vi induca a confidare nel Signore, dicendo: Certo, il Signore ci libererà, questa città non sarà messa nelle mani del re d'Assiria.

Mappa

#http://##http://##http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale