Cronologia dei paragrafi

Introduzione al regno di Ezechia ( 716 - 687 )
Riepilogo della presa di Samaria
Invasione di Sennacherib
Missione del gran coppiere
Ricorso al profeta Isaia
Partenza del gran coppiere
Lettera di Sennacherib è Ezechia
Intervento di Isaia
Disfatta è morte di Sennacherib
Malattia e guarigione di Ezechia
Ambasciata di Merodak-Baladan
Conclusione del regno di Ezechia
Regno di manasse in Giuda è 687 è 642 )
Regno di Amon in Giuda ( 642 - 64 )
Introduzione al regno di Giosia ( 64 - 69 )
Scoperta del libro della Legge
La profetessa Culda consultata
Solenne lettura della Legge
Riforma religiosa in Giuda
La riforma si estende all'antico regno del nord
Celebrazione della Pasqua
Conclusione della riforma religiosa
Fine del regno di Giosia
Regno di Ioacaz in Giuda ( 69 )
Regno di Ioiakim in Giuda
Introduzione al regno di Ioiachin
La prima deportazione
Introduzione al regno di Sedecia in Giuda
Assedio di Gerusalemme
Saccheggio di Gerusalemme e seconda deportazione
Godolia governatore di Giuda
La grazia al re Ioiachin

Introduzione al regno di Ezechia ( 716 - 687 ) (2re 18,1-8)

18:1 Nell'anno terzo di Osea, figlio di Ela, re d'Israele, divenne re Ezechia, figlio di Acaz, re di Giuda. 2 Quando egli divenne re, aveva venticinque anni; regnò ventinove anni a Gerusalemme. Sua madre si chiamava Abì, figlia di Zaccaria. 3 Fece ciò che è retto agli occhi del Signore, come aveva fatto Davide, suo padre. 4 Egli eliminò le alture e frantumò le stele, tagliò il palo sacro e fece a pezzi il serpente di bronzo, che aveva fatto Mosè; difatti fino a quel tempo gli Israeliti gli bruciavano incenso e lo chiamavano Necustàn. 5 Egli confidò nel Signore, Dio d'Israele. Dopo non vi fu uno come lui tra tutti i re di Giuda, nè tra quelli che ci furono prima. 6 Aderì al Signore e non si staccò da lui; osservò i precetti che il Signore aveva dato a Mosè. 7 Il Signore fu con lui ed egli riusciva in tutto quello che intraprendeva. Egli si ribellò al re d'Assiria e non lo servì. 8 Sconfisse i Filistei fino a Gaza e ai suoi territori, dalla torre di guardia alla città fortificata.

18:1 18:1 OR l'anno terzo di Osea, figliuolo di Ela, re d'Israele, Ezechia, figliuolo di Achaz, re di Giuda, comincio' a regnare. 2 18:2 Egli era d'eta' di venticinque anni, quando comincio' a regnare. e regno' ventinove anni in Gerusalemme. E il nome di sua madre era Abi, figliuola di Zaccaria. 3 18:3 Egli fece quello che piace al Signore, interamente come avea fatto Davide, suo padre. 4 18:4 Egli tolse via gli alti luoghi, e spezzo' le statue, e taglio' i boschi, e stritolo' il serpente di rame che Mose' avea fatto. perciocche' infino a quel tempo i figliuoli d'Israele gli facevano profumi. e lo chiamo' Nehustan. 5 18:5 Egli mise la sua confidenza nel Signore Iddio d'Israele. e giammai, ne' davanti ne' dopo lui, non vi e' stato alcuno pari a lui, fra tutti i re di Giuda. 6 18:6 E si attenne al Signore, e non si rivolse indietro da lui. anzi osservo' i comandamenti ch'egli avea dati a Mose'. 7 18:7 Laonde il Signore fu con lui. dovunque egli andava, prosperava. Ed egli si ribello' dal re degli Assiri, e non gli fu piu' soggetto. 8 18:8 Egli percosse i Filistei fino in Gaza, e i confini di essa, dalle torri delle guardie, fino alle citta' forti.

18:1 18:1 Or l'anno terzo di Ho-sea, figliuolo d'Ela, re d'Israele, comincio' a regnare Ezechia, figliuolo di A-chaz, re di Giuda. 2 18:2 Avea venticinque anni quando comincio' a regnare, e regno' ventinove anni a Gerusalemme. Sua madre si chiamava Abi, figliuola di Zaccaria. 3 18:3 Egli fece cio' ch'e' giusto agli occhi dell'Eterno, interamente come avea fatto Davide suo padre. 4 18:4 Sopproesse gli alti luoghi, frantumo' le statue, abbattè l'idolo d'Astarte, e fece a pezzi il serpente di rame che Mose' avea fatto. perchè i figliuoli d'Israele gli aveano fino a quel tempo offerto profumi. ei lo chiamo' Nehushtan. 5 18:5 Egli ripose la sua fiducia nell'Eterno, nell'Iddio d'Israele. e fra tutti i re di Giuda che vennero dopo di lui o che lo proecedettero non ve ne fu alcuno simile a lui. 6 18:6 Si tenne unito all'Eterno, non cesso' di seguirlo, e osservo' i comandamenti che l'Eterno avea dati a Mose'. 7 18:7 E l'Eterno fu con Ezechia, che riusciva in tutte le sue improese. Si ribello' al re d'Assiria, e non gli fu piu' soggetto. 8 18:8 sconfisse i Filistei fino a Gaza, e ne devasto' il territorio, dalle torri dei guardiani alle citta' fortificate.

18:1 18:1 Il terzo anno di Osea, figlio d'Ela, re d'Israele, cominciò a regnare Ezechia, figlio di Acaz, re di Giuda. 2 18:2 Aveva venticinque anni quando cominciò a regnare, e regnò ventinove anni a Gerusalemme. Sua madre si chiamava Abi, figlia di Zaccaria. 3 18:3 Egli fece ciò che è giusto agli occhi del SIGNORE, proproio come aveva fatto Davide suo padre. 4 18:4 Sopproesse gli alti luoghi, frantumò le statue, abbattè l'idolo d'Astarte, e fece a pezzi il serpente di rame che Mosè aveva fatto. perchè fino a quel tempo i figli d'Israele gli avevano offerto incenso. lo chiamò Neustan. 5 18:5 Egli mise la sua fiducia nel SIGNORE, Dio d'Israele. e fra tutti i re di Giuda che vennero dopo di lui o che lo proecedettero, non ve ne fu nessuno simile a lui. 6 18:6 Si tenne unito al SIGNORE, non cessò di seguirlo, e osservò i comandamenti che il SIGNORE aveva dati a Mosè. 7 18:7 Il SIGNORE fu con Ezechia, che riusciva in tutte le sue improese. Si ribellò al re d'Assiria, e non gli fu più sottomesso. 8 18:8 sconfisse i Filistei fino a Gaza, e ne devastò il territorio, dalle torri dei guardiani alle cittó fortificate.

18:1 18:1 Nel terzo anno di Ho-sea, figlio di Elah, re d’Israele, iniziò a regnare Ezechia, figlio di Achaz, re di Giuda. 2 18:2 Aveva venticinque anni quando iniziò a regnare, e regnò ventinove anni a Gerusalemme. Sua madre si chiamava Abi, figlia di Zaccaria. 3 18:3 Egli fece ciò che è giusto agli occhi dell’Eterno, secondo tutto ciò che aveva fatto Davide suo padre. 4 18:4 Rimosse gli alti luoghi, frantumò le colonne sacre, abbattè l’Ascerah e fece a pezzi il serpente di bronzo che Mosè aveva fatto, perchè fino a quel tempo i figli d’Israele gli avevano offerto incenso e lo chiamò Nehushtan. 5 18:5 Egli ripose la sua fiducia nell’Eterno, il DIO d’Israele. e dopo di lui, fra tutti i re di Giuda, non ci fu alcuno come lui, nè alcuno tra quelli che erano stati proima di lui. 6 18:6 Rimase attaccato all’Eterno, non cessò di seguirlo e osservò i comandamenti che l’Eterno aveva proescritto a Mosè. 7 18:7 Così l’Eterno fu con lui, ed egli riusciva in tutte le sue improese. Si ribellò al re di Assiria e non gli fu più soggetto. 8 18:8 sconfisse i Filistei fino a Gaza e dove giungeva il loro territorio, dalla torre di guardia alla cittó fortificata.

18:1 Ezechia consegnò tutto il denaro che si trovava nel tempio e nei tesori della reggia. 2 In quel tempo Ezechia staccò dalle porte del tempio del Signore e dagli stipiti l'oro, di cui egli stesso re di Giuda li aveva rivestiti, e lo diede al re d'Assiria. 3 Il re d'Assiria mandò il tartan, il capo delle guardie e il gran coppiere da Lachis a Gerusalemme, al re Ezechia, con un grande esercito. Costoro salirono e giunsero a Gerusalemme; si fermarono al canale della piscina superiore, sulla strada del campo del lavandaio. 4 Essi chiesero del re e incontro a loro vennero Eliakim figlio di Chelkia, il maggiordomo, Sebna lo scriba e Ioach figlio di Asaf, l'archivista. 5 Il gran coppiere disse loro: ""Riferite a Ezechia: Dice il gran re, il re d'Assiria: Che fiducia è quella su cui ti appoggi? 6 Pensi forse che la semplice parola possa sostituire il consiglio e la forza nella guerra? Ora, in chi confidi ribellandoti a me? 7 Ecco, tu confidi su questo sostegno di canna spezzata, che è l'Egitto, che penetra nella mano, forandola, a chi vi si appoggia; tale è il faraone re di Egitto per chiunque confida in lui. 8 Se mi dite: Noi confidiamo nel Signore nostro Dio, non è forse quello stesso del quale Ezechia distrusse le alture e gli altari, ordinando alla gente di Giuda e di Gerusalemme: Vi prostrerete soltanto davanti a questo altare in Gerusalemme?

Mappa

Commento di un santo

Orbene, in qual modo i sovrani possono servire Dio col timore se non col proibire e punire con religiosa severità i reati commessi contro i suoi comandamenti? Infatti un re serve Dio in due modi diversi: in quanto uomo lo serve vivendo fedelmente, in quanto invece è anche re lo serve promulgando e facendo osservare con opportuno rigore leggi che prescrivono ciò ch'è giusto e proibiscono il contrario. Così lo servì il re Ezechia, distruggendo i boschetti e i templi degl'idoli e le ''alture'' costituite contro l'ordine del Signore. Così lo servì Giosia, facendo anch'egli la stessa cosa (cf. 2 Re 23, 420); così fece il re di Ninive, obbligando tutti i cittadini a placare il Signore con la penitenza (cf. Gn 3, 69); così lo servì Dario, consegnando a Daniele l'idolo perchè lo distruggesse e dando in pasto ai leoni i nemici del profeta (cf. Dn 14, 21.41). Così lo servì Nabucodonosor, già menzionato, con terribili pene proibendo di bestemmiare Dio a tutti gli abitanti del suo regno (cf. Dn 3, 96). I re dunque, come tali, servono Dio quando, per ubbidirgli, fanno ciò che solo i re possono fare.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia