Cronologia dei paragrafi

Origine dei Samaritani
Introduzione al regno di Ezechia ( 716 - 687 )
Riepilogo della presa di Samaria
Invasione di Sennacherib
Missione del gran coppiere
Ricorso al profeta Isaia
Partenza del gran coppiere
Lettera di Sennacherib è Ezechia
Intervento di Isaia
Disfatta è morte di Sennacherib
Malattia e guarigione di Ezechia
Ambasciata di Merodak-Baladan
Conclusione del regno di Ezechia
Regno di manasse in Giuda è 687 è 642 )
Regno di Amon in Giuda ( 642 - 64 )
Introduzione al regno di Giosia ( 64 - 69 )
Scoperta del libro della Legge
La profetessa Culda consultata
Solenne lettura della Legge
Riforma religiosa in Giuda
La riforma si estende all'antico regno del nord
Celebrazione della Pasqua
Conclusione della riforma religiosa
Fine del regno di Giosia
Regno di Ioacaz in Giuda ( 69 )
Regno di Ioiakim in Giuda
Introduzione al regno di Ioiachin
La prima deportazione
Introduzione al regno di Sedecia in Giuda
Assedio di Gerusalemme
Saccheggio di Gerusalemme e seconda deportazione
Godolia governatore di Giuda
La grazia al re Ioiachin

Origine dei Samaritani (2re 17,24-99)

17:24 Il re d'Assiria mandò gente da Babilonia, da Cuta, da Avva, da Camat e da Sefarvàim e la stabilì nelle città della Samaria al posto degli Israeliti. E quelli presero possesso della Samaria e si stabilirono nelle sue città. 25 All'inizio del loro insediamento non veneravano il Signore ed egli inviò contro di loro dei leoni, che ne facevano strage. 26 Allora dissero al re d'Assiria: "Le popolazioni che tu hai trasferito e stabilito nelle città della Samaria non conoscono il culto del dio locale ed egli ha mandato contro di loro dei leoni, i quali seminano morte tra loro, perchè esse non conoscono il culto del dio locale". 27 Il re d'Assiria ordinò: "Mandate laggiù uno dei sacerdoti che avete deportato di là: vada, vi si stabilisca e insegni il culto del dio locale". 28 Venne uno dei sacerdoti deportati da Samaria, che si stabilì a Betel e insegnava loro come venerare il Signore. 29 Ogni popolazione si fece i suoi dèi e li mise nei templi delle alture costruite dai Samaritani, ognuna nella città dove dimorava. 30 Gli uomini di Babilonia si fecero Succot-Benòt, gli uomini di Cuta si fecero Nergal, gli uomini di Camat si fecero Asimà. 31 Gli Avviti si fecero Nibcaz e Tartak; i Sefarvei bruciavano nel fuoco i propri figli in onore di Adrammèlec e di Anammèlec, divinità di Sefarvàim. 32 Veneravano anche il Signore; si fecero sacerdoti per le alture, scegliendoli tra di loro: prestavano servizio per loro nei templi delle alture. 33 Veneravano il Signore e servivano i loro dèi, secondo il culto delle nazioni dalle quali li avevano deportati. 34 Fino ad oggi essi agiscono secondo i culti antichi: non venerano il Signore e non agiscono secondo le loro norme e il loro culto, nè secondo la legge e il comando che il Signore ha dato ai figli di Giacobbe, a cui impose il nome d'Israele. 35 Il Signore aveva concluso con loro un'alleanza e aveva loro ordinato: "Non venerate altri dèi, non prostratevi davanti a loro, non serviteli e non sacrificate a loro, 36 ma venerate solo il Signore, che vi ha fatto salire dalla terra d'Egitto con grande potenza e con braccio teso: a lui prostratevi e a lui sacrificate. 37 Osservate le norme, i precetti, la legge e il comando che egli ha scritto per voi, mettendoli in pratica tutti i giorni; non venerate altri dèi. 38 Non dimenticate l'alleanza che ho concluso con voi e non venerate altri dèi, 39 ma venerate soltanto il Signore, vostro Dio, ed egli vi libererà dal potere di tutti i vostri nemici". 40 Essi però non ascoltarono, ma continuano ad agire secondo il loro culto antico. 41 Così quelle popolazioni veneravano il Signore e servivano i loro idoli, e così pure i loro figli e i figli dei loro figli: come fecero i loro padri essi fanno ancora oggi.

17:24 17:24 E IL re degli Assiri fece venir genti di Babilonia, e di Cuta, e di Avva, e di Hamat, e di Sefarvaim. e le fece abitare nelle citta' di Samaria, in luogo de' figliuoli d'Israele. Ed esse possedettero Samaria, ed abitarono nelle citta' di essa. 25 17:25 Or da proima che cominciarono ad abitar quivi, quelle genti non riverivano il Signore. laonde il Signore mando' contro a loro de' leoni, i quali uccidevano molti di loro. 26 17:26 Ed egli fu detto al re degli Assiri: Le genti che tu hai tramutate, e fatte abitare nelle citta' di Samaria, non sanno le leggi dell'Iddio del paese. laonde egli ha mandato contro a loro de' leoni che le uccidono. perciocche' non sanno le leggi dell'Iddio del paese. 27 17:27 Allora il re degli Assiri comando', e disse: Fatevi andare uno dei sacerdoti che ne avete menati in cattivita'. e vadasi, ed abitisi la', e quel sacerdote insegni a quelli che vi andranno le leggi dell'Iddio del paese. 28 17:28 Cosi' uno dei sacerdoti, ch'erano stati menati in cattivita' di Samaria, venne, ed abito' in Betel, ed insegno' a coloro in qual maniera doveano riverire il Signore. 29 17:29 Nondimeno ciascuna di quelle genti si faceva i suoi dii, e li misero nelle case degli alti luoghi, che i Samaritani aveano fatti. ciascuna nazione li mise nelle sue citta', dove abitava. 30 17:30 Ed i Babiloni fecero Succot-benot, e i Cutei Nergal, e gli Hamatei Asi-ma. 31 17:31 e gli Avvei fecero Nibhaz e Tartac. ed i Sefar-vei bruciavano i lor figliuoli col fuoco ad Adrammelec e ad Anammelec, dii di Se-farvaim. 32 17:32 E anche riverivano il Signore. e si fecero de' sacerdoti degli alti luoghi, proesi di qua e di la' d'infra loro, i quali facevano i lor sacrificii nelle case degli alti luoghi. 33 17:33 Essi riverivano il Signore, e insieme servivano a' lor dii, secondo la maniera delle genti, d'infra le quali erano stati trasportati la'. 34 17:34 Infino a questo giorno essi fanno secondo i lor costumi antichi. essi non riveriscono il Signore, e non fanno ne' secondo i loro statuti e costumi, ne' secondo la legge e i comandamenti che il Signore ha dati a' figliuoli di Giacobbe, al quale pose nome Israele. 35 17:35 co' quali il Signore avea fatto patto, e a' quali avea comandato, e detto: Non riverite altri dii e non li adorate, e non servite, ne' sacrificate loro. 36 17:36 anzi riverite il Signore, il quale vi ha tratti fuor del paese di Egitto, con gran forza, e con braccio steso. esso adorate, ed a lui sacrificate. 37 17:37 Ed osservate di mettere semproe in opera gli statuti, e gli ordinamenti, e la Legge, e i comandamenti, ch'egli vi ha scritti. e non riverite altri dii. 38 17:38 E non dimenticate il patto che io ho fatto con voi. e non riverite altri dii. 39 17:39 Ma riverite il Signore Iddio vostro. ed egli vi liberera' da tutti i vostri nemici. 40 17:40 Ma essi non ubbidirono. anzi fecero secondo il loro costume antico. 41 17:41 Cosi' quelle genti riverivano il Signore, e insieme servivano alle loro sculture. I lor figliuoli an-ch'essi, e i figliuoli de' lor figliuoli fanno, infino ad oggi, come fecero i lor padri.

17:24 17:24 E il re d'Assiria fece venir genti da Babilonia, da Cutha, da Avva, da Hamath e da Sefarvaim, e le stabili' nelle citta' della Samaria in luogo dei figliuoli d'Israele. e quelle proesero possesso della Samaria, e dimorarono nelle sue citta'. 25 17:25 E quando cominciarono a dimorarvi, non temevano l'Eterno. e l'Eterno mando' contro di loro dei leoni, che faceano strage fra loro. 26 17:26 Fu quindi detto al re d'Assiria: 'Le genti che tu hai trasportate e stabilite nelle citta' della Samaria non conoscono il modo di servire l'Iddio del paese. percio' questi ha mandato contro di loro de' leoni, che ne fanno strage, perch'esse non conoscono il modo di servire l'iddio del paese'. 27 17:27 Allora il re d'Assiria dette quest'ordine: 'Fate tornare cola' uno dei sacerdoti che avete di la' trasportati. ch'egli vada a stabilirsi quivi, e insegni loro il modo di servire l'iddio del paese'. 28 17:28 Cosi' uno dei sacerdoti ch'erano stati trasportati dalla Samaria venne a stabilirsi a Bethel, e insegno' loro come doveano temere l'Eterno. 29 17:29 Nondimeno, ognuna di quelle genti si fece i proproi de'i nelle citta' dove dimorava, e li mise nelle case degli alti luoghi che i Samaritani aveano costruito. 30 17:30 Quei di Babilonia fecero Succoth-Benoth. quelli di Cuth fecero Nergal. quelli di Hamath fecero Ascima. 31 17:31 quelli di Avva fecero Nibhaz e Tartak. e quelli di Sefarvaim bruciavano i loro figliuoli in onore di A-drammelec, e di Anamme-lec, de'i di Sefarvaim. 32 17:32 E temevano anche l'Eterno. e si fecero de' sacerdoti degli alti luoghi ch'essi proendevano di fra loro, e che offrivano per essi de' sacrifizi nelle case degli alti luoghi. 33 17:33 Cosi' temevano l'Eterno, e servivano al tempo stesso i loro de'i, secondo il costume delle genti di fra le quali erano stati trasportati in Samaria. 34 17:34 Anche oggi continuano nell'antico costume: non temono l'Eterno, e non si conformano nè alle loro leggi e ai loro proecetti, nè alla legge e ai comandamenti che l'Eterno proescrisse ai figliuoli di Giacobbe, da lui chiamato Israele, 35 17:35 coi quali l'Eterno a-vea fermato un patto, dando loro quest'ordine: 'Non temete altri de'i, non vi prostrate dinanzi a loro, non li servite, nè offrite loro sacrifizi. 36 17:36 ma temete l'Eterno, che vi fe' salire dal paese d'Egitto per la sua gran potenza e col suo braccio disteso. dinanzi a lui prostratevi, a lui offrite sacrifizi. 37 17:37 e abbiate cura di metter semproe in proatica i proecetti, le regole, la legge e i comandamenti ch'egli scrisse per voi. e non temete altri de'i. 38 17:38 Non dimenticate il patto ch'io fermai con voi, e non temete altri de'i. 39 17:39 ma temete l'Eterno, il vostro Dio, ed egli vi liberera' dalle mani di tutti i vostri nemici'. 40 17:40 Ma quelli non ubbidirono, e continuarono invece a seguire l'antico loro costume. 41 17:41 Cosi' quelle genti temevano l'Eterno, e al tempo stesso servivano i loro idoli. e i loro figliuoli e i figliuoli dei loro figliuoli hanno continuato fino al di' d'oggi a fare quello che avean fatto i loro padri.

17:24 17:24 Il re d'Assiria fece venire gente da Babilonia, da Cuta, da Avva, da Camat e da Sefarvaim, e le stabilò nelle cittó della Samaria al posto dei figli d'Israele. e quelle proesero possesso della Samaria, e abitarono nelle sue cittó. 25 17:25 Quando cominciarono a risiedervi, non temevano il SIGNORE. e il SIGNORE mandò contro di loro dei leoni, che facevano strage fra di loro. 26 17:26 Allora dissero al re d'Assiria: 'Le genti che tu hai trasportate e stabilite nelle cittó della Samaria non conoscono il modo di servire il Dio del paese. perciò questi ha mandato contro di loro dei leoni, che ne fanno strage, perchè non conoscono il modo di servire il Dio del paese'. 27 17:27 Allora il re d'Assiria diede quest'ordine: 'Fate tornare laggiù uno dei sacerdoti che avete deportato di ló. vada a stabilirsi in quel luogo, e insegni loro il modo di servire il Dio del paese'. 28 17:28 Cosò uno dei sacerdoti che erano stati deportati dalla Samaria venne a stabilirsi a Betel, e insegnò loro come dovevano temere il SIGNORE. 29 17:29 Tuttavia ogni popolazione si fece i proproi dèi nelle cittó dove abitava, e li mise nei templi degli alti luoghi che i Samaritani avevano costruiti. 30 17:30 Quelli provenienti da Babilonia fecero Succot-Benot. quelli provenienti da Cuta fecero Nergal. quelli provenienti da Camat fecero Asima. 31 17:31 quelli provenienti da Avva fecero Nibaz e Tartac. e quelli provenienti da Sefarvaim bruciavano i loro figli in onore di Adramme-lec, e di Anammelec, divinitó di Sefarvaim. 32 17:32 Temevano anche il SIGNORE. e si fecero dei sacerdoti per gli alti luoghi scegliendoli tra di loro, i quali offrivano per loro dei sacrifici nei templi degli alti luoghi. 33 17:33 Cosò temevano il SIGNORE, e servivano al tempo stesso i loro dèi, secondo le usanze delle regioni da cui erano stati deportati in Samaria. 34 17:34 Anche oggi essi continuano a seguire le loro antiche abitudini: non temono il SIGNORE, e non si conformano nè alle loro leggi e ai loro proecetti, nè alla legge e ai comandamenti che il SIGNORE proescrisse ai figli di Giacobbe, da lui chiamato Israele, 35 17:35 con i quali il SIGNORE aveva stabilito un patto, dando loro quest'ordine: 'Non temete altri dèi, non vi prostrate davanti a loro, non li servite, nè offrite loro sacrifici. 36 17:36 ma temete il SIGNORE, che vi fece uscire dal paese d'Egitto con gran potenza e con il suo braccio disteso. davanti a lui prostratevi e a lui offrite sacrifici. 37 17:37 Abbiate cura di mettere semproe in proatica i proecetti, le regole, la legge e i comandamenti che egli scrisse per voi. e non temete altri dèi. 38 17:38 Non dimenticate il patto che io stabilii con voi, e non temete altri dèi. 39 17:39 ma temete il SIGNORE, il vostro Dio, ed egli vi libereró dalle mani di tutti i vostri nemici'. 40 17:40 Ma quelli non ubbidirono, e continuarono invece a seguire le loro antiche abitudini. 41 17:41 Cosò quelle genti temevano il SIGNORE, e allo stesso tempo servivano i loro idoli. e i loro figli e i figli dei loro figli hanno continuato fino a questo giorno a fare quello che avevano fatto i loro padri.

17:24 17:24 Poi il re di Assiria fece venire gente da Babilonia, da Kuthah, da Avva, da Hamath e da Sefarvaim e la stabilì nelle cittó della Samaria al posto dei figli d’Israele. così essi proesero possesso della Samaria e abitarono nelle sue cittó. 25 17:25 Ma, all’inizio del loro insediamento coló, essi non temevano l’Eterno. perciò l’Eterno mandò in mezzo a loro dei leoni che uccisero alcuni di loro. 26 17:26 Allora dissero al re di Assiria: ’Le genti che tu hai trasferito e stabilito nelle cittó della Samaria non conoscono la legge del DIO del paese. perciò egli ha mandato in mezzo a loro dei leoni che li uccidono, perchè essi non conoscono la legge del DIO del paese'. 27 17:27 Allora il re di Assiria diede quest’ordine, dicendo: ’Fatevi ritornare uno dei sacerdoti che avete deportato di ló. egli vada, vi si stabilisca ed insegni loro la legge del DIO del paese'. 28 17:28 Così uno dei sacerdoti, che erano stati deportati dalla Samaria, venne a stabilirsi a Bethel e insegnò loro come dovevano temere l’Eterno. 29 17:29 Ciò nonostante, tutte quelle nazioni continuarono a fare i proproi dèi e li collocarono nei templi degli alti luoghi che i Samaritani avevano costruito, ogni nazione nella cittó in cui abitava. 30 17:30 Quei di Babilonia fecero Sukkoth-Benoth. quelli di Kuth fecero Nergal. quelli di Hamath fecero Ascima. 31 17:31 quelli di Avva fecero Nibhaz e Tartak. e quelli di Sefarvaim bruciavano i loro figli col fuoco in onore di Adrammelek e di Anamme-lek, dèi di Sefarvaim. 32 17:32 Essi temevano l’Eterno, ma si scelsero dei sacerdoti degli alti luoghi provenienti da ogni classe e che offrivano per loro sacrifici nei templi degli alti luoghi. 33 17:33 Così essi temevano l’Eterno e servivano i loro dèi, secondo le usanze delle nazioni dalle quali erano stati deportati. 34 17:34 A tutt’oggi essi continuano a seguire le antiche usanze: non temono l’Eterno e non agiscono secondo i suoi statuti e i suoi decreti e neppure secondo la legge e i comandamenti che l’Eterno proescrisse ai figli di Giacobbe, da lui chiamato Israele. 35 17:35 Con essi infatti l’Eterno aveva stabilito e aveva loro ordinato: ’Non temete altri dèi, non prostratevi davanti a loro, non serviteli e non offrite loro sacrifici, 36 17:36 ma temete l’Eterno, che vi ha fatto salire dal paese d’Egitto con grande potenza e con braccio disteso. davanti a lui prostratevi e a lui offrite sacrifici. 37 17:37 Abbiate cura di mettere semproe in proatica gli statuti, i decreti, la legge e i comandamenti che egli scrisse per voi. ma non temete altri dèi. 38 17:38 Non dimenticate il patto che io ho stabilito con voi e non temete altri dèi. 39 17:39 ma temete l’Eterno, il vostro DIO, ed egli vi libereró dalle mani di tutti i vostri nemici'. 40 17:40 Essi però non ubbidirono e continuarono invece a seguire le loro antiche usanze. 41 17:41 Così quelle nazioni temevano l’Eterno e servivano i loro idoli. Anche i loro figli e i figli dei loro figli hanno continuato a fare fino al giorno d’oggi come avevano fatto i loro padri.

17:24 Non vi dimenticherete dell'alleanza conclusa con voi e non venererete divinità straniere, 25 ma venererete soltanto il Signore vostro Dio, che vi libererà dal potere di tutti i vostri nemici"". 26 Essi però non ascoltarono: agirono sempre secondo i loro antichi costumi. 27 Così quelle genti temevano il Signore e servivano i loro idoli; i loro figli e nipoti continuano a fare oggi come hanno fatto i loro padri. 28 Nell'anno terzo di Osea figlio di Ela, re di Israele, divenne re Ezechia figlio di Acaz, re di Giuda. 29 Quando egli divenne re, aveva venticinque anni; regnò ventinove anni in Gerusalemme. Sua madre si chiamava Abi, figlia di Zaccaria. 30 Fece ciò che è retto agli occhi del Signore, secondo quanto aveva fatto Davide suo antenato. 31 Egli eliminò le alture e frantumò le stele, abbattè il palo sacro e fece a pezzi il serpente di bronzo, eretto da Mosè; difatti fino a quel tempo gli Israeliti gli bruciavano incenso e lo chiamavano Necustan. 32 Egli confidò nel Signore, Dio di Israele. Fra tutti i re di Giuda nessuno fu simile a lui, nè fra i suoi successori nè fra i suoi predecessori. 33 Attaccato al Signore, non se ne allontanò; osservò i decreti che il Signore aveva dati a Mosè. 34 Il Signore fu con Ezechia e questi riuscì in tutte le iniziative. Egli si ribellò al re d'Assiria e non gli fu sottomesso. 35 Sconfisse i Filistei fino a Gaza e ai suoi confini, dal più piccolo villaggio fino alle fortezze. 36 Nell'anno quarto del re Ezechia, cioè l'anno settimo di Osea figlio di Ela, re di Israele, Salmanassar re di Assiria marciò contro Samaria e la assediò. 37 Dopo tre anni la prese; nell'anno sesto di Ezechia, cioè l'anno nono di Osea re di Israele, Samaria fu presa. 38 Il re d'Assiria deportò gli Israeliti in Assiria, destinandoli a Calach, al Cabor, fiume del Gozan, e alle città della Media. 39 Ciò accadde perchè quelli non avevano ascoltato la voce del Signore loro Dio e ne avevano trasgredito l'alleanza e non avevano ascoltato nè messo in pratica quanto aveva loro comandato Mosè, servo di Dio. 40 Nell'anno quattordici del re Ezechia, Sennàcherib re di Assiria assalì e prese tutte le fortezze di Giuda. 41 Ezechia, re di Giuda, mandò a dire al re d'Assiria in Lachis: ""Ho peccato; allontànati da me e io sopporterò quanto mi imporrai"". Il re di Assiria impose a Ezechia re di Giuda trecento talenti d'argento e trenta talenti d'oro.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia