Cronologia dei paragrafi

Regno di Osea in Israele ( 732 - 724 )
Presa di Samaria ( 721 )
Riflessioni sulla rovina del regno di Israele
Origine dei Samaritani
Introduzione al regno di Ezechia ( 716 - 687 )
Riepilogo della presa di Samaria
Invasione di Sennacherib
Missione del gran coppiere
Ricorso al profeta Isaia
Partenza del gran coppiere
Lettera di Sennacherib è Ezechia
Intervento di Isaia
Disfatta è morte di Sennacherib
Malattia e guarigione di Ezechia
Ambasciata di Merodak-Baladan
Conclusione del regno di Ezechia
Regno di manasse in Giuda è 687 è 642 )
Regno di Amon in Giuda ( 642 - 64 )
Introduzione al regno di Giosia ( 64 - 69 )
Scoperta del libro della Legge
La profetessa Culda consultata
Solenne lettura della Legge
Riforma religiosa in Giuda
La riforma si estende all'antico regno del nord
Celebrazione della Pasqua
Conclusione della riforma religiosa
Fine del regno di Giosia
Regno di Ioacaz in Giuda ( 69 )
Regno di Ioiakim in Giuda
Introduzione al regno di Ioiachin
La prima deportazione
Introduzione al regno di Sedecia in Giuda
Assedio di Gerusalemme
Saccheggio di Gerusalemme e seconda deportazione
Godolia governatore di Giuda
La grazia al re Ioiachin

Regno di Osea in Israele ( 732 - 724 ) (2re 17,1-4)

17:1 Nell'anno dodicesimo di Acaz, re di Giuda, Osea, figlio di Ela, divenne re su Israele a Samaria. Egli regnò nove anni. 2 Fece ciò che è male agli occhi del Signore, ma non come i re d'Israele che l'avevano preceduto. 3 Contro di lui mosse Salmanàssar, re d'Assiria; Osea divenne suo vassallo e gli pagò un tributo. 4 Ma poi il re d'Assiria scoprì una congiura di Osea; infatti questi aveva inviato messaggeri a So, re d'Egitto, e non spediva più il tributo al re d'Assiria, come ogni anno. Perciò il re d'Assiria lo arrestò e, incatenato, lo gettò in carcere.

17:1 17:1 L'ANNO duodecimo di Achaz, re di Giuda, Osea, figliuolo di Ela, comincio' a regnare soproa Israele, in Samaria. e regno' nove anni. 2 17:2 E fece quello che dispiace al Signore. non pero' come gli altri re d'Israele, che erano stati davanti a lui. 3 17:3 Salmaneser, re degli Assiri, sali' contro a lui. ed Osea gli fu fatto soggetto, e gli pagava tributo. 4 17:4 Ma il re degli Assiri scoperse una congiura in Osea. perciocche' egli avea mandati ambasciatori a So, re d'Egitto, e non avea pagato il tributo annuale al re degli Assiri. laonde il re degli Assiri lo serro', e lo mise ne' ceppi in carcere.

17:1 17:1 L'anno dodicesimo di Achaz, re di Giuda, Hosea, figliuolo di Elah, comincio' a regnare soproa Israele a Samaria, e regno' nove anni. 2 17:2 Egli fece cio' ch'e' male agli occhi dell'Eterno. non pero' come gli altri re d'Israele che l'aveano proeceduto. 3 17:3 Shalmaneser, re d'Assiria sali' contro di lui. ed Hosea gli fu assoggettato e gli pago' tributo. 4 17:4 Ma il re d'Assiria scoproi' una congiura ordita da Hosea, il quale aveva inviato de' messi a So, re d'Egitto, e non pagava piu' il consueto annuo tributo al re d'Assiria. percio' il re d'Assiria lo fece improigionare e mettere in catene.

17:1 17:1 Il dodicesimo anno di Acaz, re di Giuda, Osea figlio di Ela, cominciò a regnare su Israele a Samaria, e regnò nove anni. 2 17:2 Egli fece ciò che è male agli occhi del SIGNORE. non però come gli altri re d'Israele che l'avevano proeceduto. 3 17:3 Salmaneser, re d'Assi-ria, marciò contro di lui. e Osea fu sottomesso a lui e gli pagò un tributo. 4 17:4 Poi il re d'Assiria scoproò una congiura organizzata da Osea, il quale aveva inviato dei messaggeri a So, re d'Egitto, e non pagava più il consueto tributo annuale al re d'Assiria. perciò il re d'Assiria lo fece improigionare e mettere in catene.

17:1 17:1 Nell’anno dodicesimo di Achaz, re di Giuda. Ho-sea, figlio di Elah, iniziò a regnare soproa Israele in Samaria, e regnò nove anni. 2 17:2 Egli fece ciò che è male agli occhi dell’Eterno, ma non come i re d’Israele che erano stati proima di lui. 3 17:3 Shalmaneser, re di Assiria, salì contro di lui. Ho-sea divenne quindi suo servo e gli pagò un tributo. 4 17:4 Ma il re di Assiria scoproì una congiura in Ho-sea, perchè egli aveva inviato dei messaggeri a So, re d’Egitto, e non portava più il tributo al re di Assiria come era solito fare ogni anno. Perciò il re di Assiria lo fece improigionare e lo rinchiuse in carcere.

17:1 Rigettarono i suoi decreti e le alleanze che aveva concluse con i loro padri, e le testimonianze che aveva loro date; seguirono le vanità e diventarono anch'essi fatui, a imitazione dei popoli loro vicini, dei quali il Signore aveva comandato di non imitare i costumi. 2 Abbandonarono tutti i comandi del Signore loro Dio; si eressero i due vitelli in metallo fuso, si prepararono un palo sacro, si prostrarono davanti a tutta la milizia celeste e venerarono Baal. 3 Fecero passare i loro figli e le loro figlie per il fuoco; praticarono la divinazione e gli incantesimi; si vendettero per compiere ciò che è male agli occhi del Signore, provocandolo a sdegno. 4 Per questo il Signore si adirò molto contro Israele e lo allontanò dalla sua presenza e non rimase se non la sola tribù di Giuda.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Quanto sia inscindibile il sacro vincolo dell'unità e come siano senza speranza e condannati alla massima rovina dallo sdegno di Dio quelli che provocano scismi e, abbandonato il vescovo, si eleggono al di fuori della Chiesa un falso vescovo, lo afferma la divina Scrittura nei libri dei Re, quando dalla tribù di Giuda e Beniamino furono divise le dieci tribù, e abbandonato il loro re se ne scelsero un altro al di fuori: Il Signore si sdegnò e rigettò tutta la discendenza di Israele, finchè non li scacciò dalla sua presenza, perchè Israele fu strappato alla casa di Davide e pro clamò re Geroboamo, figlio di Nebàt. La Scrittura dice che il Signore si sdegnò e che li portò alla rovina perchè si erano allontanati dall'unità e si erano proclamati un altro re. E fu talmente grande lo sde gno del Signore contro quelli che aveva no fatto lo scisma, che anche quando fu inviato presso ( ìeroboanio l'uomo ilei Si gnorc per rimproverargli i suoi peccali e per predirgli la vendetta futura, gli fu viitato persino di mangiare pane e di bereacqua presso di loro. Poichè non rispet tò questo divieto e pranzò contrariarne!) te a quanto il Signore aveva ordinato, su bito fu colto dalla potenza della severità di Dio: mentre era di ritorno, fu ucciso per strada dal morso di un leone che lo assali. E qualcuno ha il coraggio di affer mare che l'acqua salvifica del battesimo e la grazia celeste possono essere in co mune con gli scismatici, con i quali non deve essere condivisa nemmeno una bevanda di questo mondo? Il Signore insi ste ancora nel suo Vangelo e fa comprendere con più chiara luce il fatto che quelli che allora si erano separati dalla tribù di Giuda e ili Beniamino e che abbandonata Gerusalemme si erano ritirati in Samaria, venivano considerati profani e paga ni. Infatti, appena invia i suoi discepoli per la loro opera di salvezza, fa questa raccomandazione: Non andate fra i pagani e non entrate nella città dei samaritani (Mt 10, 5). Mandandoli prima fra i giudei, ordina di trascurare per il momento i pagani; ma aggiungendo che si deve evitare anche la città dei samaritani, dove si trovavano gli scismatici, dimostra che gli scismatici si devono considerare alla stregua dei pagani.

Autore

Cipriano

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia