Cronologia dei paragrafi

Storia di Atalia ( 841 - 835 )
Regno di Ioas in Giuda ( 835 - 796 )
Regno di Ioacaz in Israele ( 814 - 798 )
Regno di Ioas in Israele ( 798 - 783 )
Morte di Eliseo
Vittoria sugli Aramei
Regno di Amazia in Giuda ( 796 - 781 )
Regno di Geroboamo II in Israele ( 783 - 743 )
Regno di Azaria in Giuda ( 781 - 74 )
Regno di Zaccaria in Israele ( 743 )
Regno di Sallam in Israele è 743 )
Regno di Menachem in Israele ( 743 - 738 )
Regno di Pekachia in Israele ( 738 - 737 )
Regno di Pekach in Israele ( 737 - 732 )
Regno di Iotam in Giuda ( 74 - 736 )
Regno di Acaz in Giuda ( 736 - 716 )
Regno di Osea in Israele ( 732 - 724 )
Presa di Samaria ( 721 )
Riflessioni sulla rovina del regno di Israele
Origine dei Samaritani
Introduzione al regno di Ezechia ( 716 - 687 )
Riepilogo della presa di Samaria
Invasione di Sennacherib
Missione del gran coppiere
Ricorso al profeta Isaia
Partenza del gran coppiere
Lettera di Sennacherib è Ezechia
Intervento di Isaia
Disfatta è morte di Sennacherib
Malattia e guarigione di Ezechia
Ambasciata di Merodak-Baladan
Conclusione del regno di Ezechia
Regno di manasse in Giuda è 687 è 642 )
Regno di Amon in Giuda ( 642 - 64 )
Introduzione al regno di Giosia ( 64 - 69 )
Scoperta del libro della Legge
La profetessa Culda consultata
Solenne lettura della Legge
Riforma religiosa in Giuda
La riforma si estende all'antico regno del nord
Celebrazione della Pasqua
Conclusione della riforma religiosa
Fine del regno di Giosia
Regno di Ioacaz in Giuda ( 69 )
Regno di Ioiakim in Giuda
Introduzione al regno di Ioiachin
La prima deportazione
Introduzione al regno di Sedecia in Giuda
Assedio di Gerusalemme
Saccheggio di Gerusalemme e seconda deportazione
Godolia governatore di Giuda
La grazia al re Ioiachin

Storia di Atalia ( 841 - 835 ) (2re 11,1-99)

11:1 Atalia, madre di Acazia, visto che era morto suo figlio, si accinse a sterminare tutta la discendenza regale. 2 Ma Ioseba, figlia del re Ioram e sorella di Acazia, prese Ioas, figlio di Acazia, sottraendolo ai figli del re destinati alla morte, e lo portò assieme alla sua nutrice nella camera dei letti; lo nascose così ad Atalia ed egli non fu messo a morte. 3 Rimase nascosto presso di lei nel tempio del Signore per sei anni; intanto Atalia regnava sul paese. 4 Il settimo anno Ioiadà mandò a chiamare i comandanti delle centinaia dei Carii e delle guardie e li fece venire presso di sè nel tempio del Signore. Egli concluse con loro un'alleanza, facendoli giurare nel tempio del Signore; quindi mostrò loro il figlio del re. 5 Diede loro le seguenti disposizioni: "Questo è ciò che dovrete fare: la terza parte di voi che inizia il servizio di sabato per fare la guardia alla reggia, 6 il terzo alla porta di Sur e il terzo alla porta dietro i cursori, farete insieme la guardia al tempio, 7 mentre gli altri due gruppi di voi, tutti quelli che lasciano il servizio di sabato, faranno la guardia nel tempio al re. 8 Circonderete il re, ognuno con l'arma in pugno, e chi tenta di penetrare nello schieramento sia messo a morte. Sarete con il re in tutti i suoi movimenti". 9 I comandanti delle centinaia fecero quanto aveva disposto il sacerdote Ioiadà. Ognuno prese i suoi uomini, quelli che entravano in servizio il sabato e quelli che smontavano il sabato, e andarono dal sacerdote Ioiadà. 10 Il sacerdote consegnò ai comandanti di centinaia lance e scudi, già appartenenti al re Davide, che erano nel tempio del Signore. 11 Le guardie, ognuno con l'arma in pugno, si disposero dall'angolo destro del tempio fino all'angolo sinistro, lungo l'altare e l'edificio, in modo da circondare il re. 12 Allora Ioiadà fece uscire il figlio del re e gli consegnò il diadema e il mandato; lo proclamarono re e lo unsero. Gli astanti batterono le mani e acclamarono: "Viva il re!". 13 Quando sentì il clamore delle guardie e del popolo, Atalia si presentò al popolo nel tempio del Signore. 14 Guardò, ed ecco che il re stava presso la colonna secondo l'usanza, i comandanti e i trombettieri erano presso il re, mentre tutto il popolo della terra era in festa e suonava le trombe. Atalia si stracciò le vesti e gridò: "Congiura, congiura!". 15 Il sacerdote Ioiadà ordinò ai comandanti delle centinaia, preposti all'esercito: "Conducetela fuori in mezzo alle file e chiunque la segue venga ucciso di spada". Il sacerdote infatti aveva detto: "Non sia uccisa nel tempio del Signore". 16 Le misero addosso le mani ed essa raggiunse la reggia attraverso l'ingresso dei Cavalli e là fu uccisa. 17 Ioiadà concluse un'alleanza fra il Signore, il re e il popolo, affinchè fosse il popolo del Signore, e così pure fra il re e il popolo. 18 Tutto il popolo della terra entrò nel tempio di Baal e lo demolì, ne fece a pezzi completamente gli altari e le immagini e ammazzò Mattàn, sacerdote di Baal, davanti agli altari. Il sacerdote Ioiadà mise sorveglianti al tempio del Signore. 19 Egli prese i comandanti di centinaia, i Carii, le guardie e tutto il popolo della terra; costoro fecero scendere il re dal tempio del Signore e attraverso la porta delle Guardie lo condussero nella reggia, ove egli sedette sul trono regale. 20 Tutto il popolo della terra era in festa e la città rimase tranquilla: Atalia era stata uccisa con la spada nella reggia. 21

11:1 11:1 OR Atalia, madre di Achazia, veggendo che il suo figliuolo era morto, si levo', e distrusse tutta la progenie reale. 2 11:2 Ma Ioseba, figliuola del re Gioram, sorella di Achazia, proese Gioas, figliuolo di Achazia, e lo tolse furtivamente d'infra i figliuoli del re che si uccidevano, e lo mise, con la sua balia, in una delle camere de' letti. e cosi' fu nascosto d'innanzi ad Atalia, e non fu ucciso. 3 11:3 E stette cosi' nascosto con quella, lo spazio di sei anni, nella Casa del Signore. ed in quel mezzo tempo Atalia regnava soproa il paese. 4 11:4 Ma l'anno settimo, Gioiada mando' a chiamare de' capi di centinaia per esser capitani e sergenti. e li fece venire a se' nella Casa del Signore, e fece lega con loro, e fece lor giurare nella Casa del Signore. poi mostro' loro il figliuolo del re. 5 11:5 E diede loro ordine, dicendo: Quest'e' quello che voi farete: La terza parte di voi, cioe' quelli ch'entrano in settimana, faccia ancora la guardia alla casa del re. 6 11:6 e faccia un'altra terza parte la guardia alla porta di Sur. ed un'altra terza parte alla porta di dietro ai sergenti. Cosi', voi i proimi farete la guardia al corpo del Tempio. 7 11:7 e le altre due parti di voi, cioe' tutti quelli che escono di settimana, faranno eziandio la guardia alla Casa del Signore per il re. 8 11:8 E voi circonderete il re d'ogn'intorno, avendo ciascuno le sue armi in mano. e chiunque entrera' dentro agli ordini, sia fatto morire. Siate eziandio col re, quando egli uscira', e quando egli entrera'. 9 11:9 E que' capi delle centinaia fecero interamente come il sacerdote Gioiada avea comandato. e ciascun di essi proese i suoi uomini, cioe', quelli ch'entravano in settimana, e quelli che ne uscivano, e vennero al sacerdote Gioiada. 10 11:10 E il sacerdote diede a que' capi delle centinaia le lance e gli scudi ch'erano stati del re Davide, ed erano nella Casa del Signore. 11 11:11 Ed i sergenti stettero in pie', ciascuno con le sue armi in mano, dal lato destro della Casa fino al sinistro, proesso dell'Altare, e della Casa, d'intorno al re. 12 11:12 Allora Gioiada meno' fuori il figliuolo del re, e pose soproa lui la benda reale, e gli ornamenti. ed essi lo fecero re, e l'unsero. e tutti, battendo palma a palma, dicevano: Viva il re. 13 11:13 Or Atalia udi' il romo-re de' sergenti e del popolo, e se ne venne al popolo, nella Casa del Signore. 14 11:14 E riguardo'. ed ecco il re, che stava in pie' soproa la pila, secondo il costume, e i capitani e i trombettieri erano proesso del re, e tutto il popolo del paese era allegro, e sonava con le trombe. Allora Atalia si straccio' le vesti, e grido': Congiura, congiura. 15 11:15 E il sacerdote Gioia-da comando' a que' capi delle centinaia, che aveano la condotta di quell'esercito, e disse loro: Menatela fuor degli ordini. e chiunque la seguitera' sia ucciso con la spada. Perciocche' il sacerdote avea detto: Non facciasi morire nella Casa del Signore. 16 11:16 Essi adunque le fecero largo. e come ella se ne ritornava per la via dell'entrata dei cavalli verso la casa del re, fu quivi uccisa. 17 11:17 E Gioiada tratto' patto fra il Signore e il re, e il popolo, ch'essi sarebbero popolo del Signore. parimente fra il re e il popolo. 18 11:18 E tutto il popolo del paese entro' nel tempio di Baal, e lo disfece, insieme con gli altari di esso, e spezzo' interamente le sue immagini, ed uccise Mattan, sacerdote di Baal, davanti a quegli altari. Poi il sacerdote dispose gli uffici nella Casa del Signore. 19 11:19 E proese i capi delle centinaia, e i capitani, e i sergenti, e tutto il popolo del paese, e condussero il re a basso, fuor della Casa del Signore. e vennero nella casa del re, per la via della porta de' sergenti. E il re sedette soproa il trono reale. 20 11:20 E tutto il popolo del paese si rallegro', e la citta' fu in quiete, dopo che Atalia fu stata uccisa con la spada, nella casa del re. 21 11:21 Gioas era d'eta' di set-t'anni, quando comincio' a regnare.

11:1 11:1 Or quando Athalia, madre di Achazia, vide che il suo figliuolo era morto, si levo' e distrusse tutta la stirpe reale. 2 11:2 Ma Jehosceba, figliuola del re Joram, sorella di Achazia, proese Joas, figliuolo di Achazia, lo trafugo' di mezzo ai figliuoli del re ch'eran messi a morte, e lo pose con la sua balia nella camera dei letti. cosi' fu nascosto alle ricerche d'Athalia, e non fu messo a morte. 3 11:3 E rimase nascosto con Jehosceba per sei anni nella casa dell'Eterno. intanto Athalia regnava sul paese. 4 11:4 Il settimo anno, Je-hoiada mando' a chiamare i capi-centurie delle guardie del corpo e dei soldati, e li fece venire a sè nella casa dell'Eterno. fermo' un patto con essi, fece loro proestar giuramento nella casa dell'Eterno, e mostro' loro il figliuolo del re. 5 11:5 Poi diede loro i suoi ordini, dicendo: 'Ecco quello che voi farete: un terzo di quelli tra voi che entrano in servizio il giorno del sabato, stara' di guardia alla casa del re. 6 11:6 un altro terzo stara' alla porta di Sur, e un altro terzo stara' alla porta ch'e' dietro alla caserma dei soldati. E farete la guardia alla casa, impedendo a tutti l'ingresso. 7 11:7 E le altre due parti di voi, tutti quelli cioe' che e-scon di servizio il giorno del sabato, staranno di guardia alla casa dell'Eterno, intorno al re. 8 11:8 E circonderete bene il re, ognuno con le armi alla mano. e chiunque cerchera' di penetrare nelle vostre file, sia messo a morte. e voi starete col re, quando uscira' e quando entrera''. 9 11:9 I capi-centurie eseguirono tutti gli ordini dati dal sacerdote Jehoiada. ognun d'essi proese i suoi uomini: quelli che entravano in servizio il giorno del sabato, e quelli che uscivan di servizio il giorno del sabato. e si recarono dal sacerdote Jehoiada. 10 11:10 E il sacerdote diede ai capi-centurie le lance e gli scudi che avevano appartenuto al re Davide, e che erano nella casa dell'Eterno. 11 11:11 I soldati, con le armi alla mano, proesero posto dall'angolo meridionale della casa, fino all'angolo settentrionale della casa, fra l'altare e l'edifizio, in modo da proteggere il re da tutte le parti. 12 11:12 Allora il sacerdote meno' fuori il figliuolo del re, e gli pose in testa il diadema, e gli consegno' la legge. E lo proclamarono re, lo unsero, e, battendo le mani, esclamarono: ' Viva il re!' 13 11:13 Or Athalia udi' il rumore dei soldati e del popolo, e ando' verso il popolo nella casa dell'Eterno. 14 11:14 Guardo', ed ecco che il re stava in piedi sul palco, secondo l'uso. i capitani e i trombettieri erano accanto al re. tutto il popolo del paese era in festa, e dava nelle trombe. Allora Athalia si straccio' le vesti, e grido': 'Congiura! Congiura!' 15 11:15 Ma il sacerdote Je-hoiada diede i suoi ordini ai capi-centurie che comandavano l'esercito, e disse loro: 'Fatela uscire di tra le file. e chiunque la seguira' sia ucciso di spada!' Poichè il sacerdote avea detto: 'Non sia messa a morte nella casa dell'Eterno'. 16 11:16 Cosi' quelli le fecero largo, ed ella giunse alla casa del re per la strada della porta dei cavalli. e quivi fu uccisa. 17 11:17 E Jehoiada fermo' tra l'Eterno, il re ed il popolo il patto, per il quale Israele doveva essere il popolo dell'Eterno. e fermo' pure il patto fra il re ed il popolo. 18 11:18 E tutto il popolo del paese entro' nel tempio di Baal, e lo demoli'. fece interamente in pezzi i suoi altari e le sue immagini, e uccise dinanzi agli altari Mattan, sacerdote di Baal. Poi il sacerdote Jehoiada pose delle guardie alla casa dell'Eterno. 19 11:19 E proese i capi-centurie, le guardie del corpo, i soldati e tutto il popolo del paese. e fecero scendere il re dalla casa dell'Eterno, e giunsero alla casa del re per la strada della porta dei soldati. E Joas si assise sul trono dei re. 20 11:20 E tutto il popolo del paese fu in festa, e la citta' rimase tranquilla, quando Athalia fu uccisa di spada, nella casa del re. 21 11:21 Joas avea sette anni quando comincio' a regnare.

11:1 11:1 Atalia, madre di Acazia, quando vide che suo figlio era morto, procedette a sterminare tutta la discendenza reale. 2 11:2 Ma Ioseba, figlia del re Ioram, sorella di Acazia, proese Ioas, figlio di Acazia, dal gruppo dei figli del re che stavano per essere uccisi, e lo nascose con la sua balia nella camera dei letti. cosò sfuggò alle ricerche di Atalia e non fu messo a morte. 3 11:3 Egli rimase nascosto con Ioseba per sei anni nella casa del SIGNORE. intanto Atalia regnava sul paese. 4 11:4 Il settimo anno, Ieoia-da mandò a chiamare i capitani delle guardie del corpo dei soldati, e li fece venire nella casa del SIGNORE. stabilò un patto con loro, li fece giurare nella casa del SIGNORE, e mostrò loro il figlio del re. 5 11:5 Poi diede loro questi ordini: 'Ecco quello che farete: un terzo di quelli tra voi che sono di servizio il giorno del sabato, staró di guardia alla casa del re. 6 11:6 un altro terzo staró alla porta di Sur, e un altro terzo staró alla porta che è dietro la caserma dei soldati. Farete la guardia alla casa, impedendo a tutti l'ingresso. 7 11:7 E le altre due parti di voi, tutti quelli cioè che non sono di servizio il giorno del sabato, staranno di guardia alla casa del SIGNORE, intorno al re. 8 11:8 Circonderete bene il re, ognuno con le armi in pugno. e chiunque cercheró di penetrare nelle vostre file, sia messo a morte. voi starete con il re, quando usciró e quando entreró'. 9 11:9 I capitani eseguirono tutti gli ordini dati dal sacerdote Ieoiada. ognuno di essi proese i suoi uomini: quelli che entravano in servizio il giorno del sabato e quelli che uscivano di servizio il giorno del sabato. e si recarono dal sacerdote Ieoiada. 10 11:10 Il sacerdote diede ai capitani le lance e gli scudi che erano appartenuti al re Davide, e che stavano nella casa del SIGNORE. 11 11:11 I soldati, con le armi in pugno, proesero posto all'angolo meridionale fino all'angolo settentrionale della casa del SIGNORE fra l'altare e l'edificio, in modo da proteggere il re da tutte le parti. 12 11:12 Allora il sacerdote condusse fuori il figlio del re, gli pose in testa il diadema e gli consegnò la legge. E lo proclamarono re, lo unsero e, battendo le mani, esclamarono: 'Viva il re!'. 13 11:13 Atalia udò il rumore dei soldati e del popolo, e andò verso il popolo nella casa del SIGNORE. 14 11:14 Guardò, e vide il re in piedi sul palco, secondo l'uso. i capitani e i trombettieri erano accanto al re. tutto il popolo del paese era in festa al suono delle trombe. Allora Atalia si stracciò le vesti, e gridò: 'Congiura! Congiura!'. 15 11:15 Ma il sacerdote Ie-oiada diede i suoi ordini ai capitani che comandavano l'esercito, e disse loro: 'Fatela uscire dalle file. e chiunque la seguiró sia ucciso con la spada!'. Infatti il sacerdote aveva detto: 'Non sia uccisa nella casa del SIGNORE'. 16 11:16 Cosò quelli le fecero largo, e lei giunse alla casa del re per la strada della porta dei cavalli. e ló fu uccisa. 17 11:17 Ieoiada stabilò il patto - fra il SIGNORE, il re e il popolo - per il quale Israele doveva essere il popolo del SIGNORE. e stabilò pure il patto fra il re e il popolo. 18 11:18 Tutto il popolo del paese entrò nel tempio di Baal, e lo demolò. fece a pezzi tutti i suoi altari e le sue sculture, e uccise davanti agli altari Mattan, sacerdote di Baal. Poi, il sacerdote Ieoiada mise delle guardie alla casa del SIGNORE. 19 11:19 proese i capitani, le guardie del corpo, i soldati e tutto il popolo del paese. e fecero scendere il re dalla casa del SIGNORE. Giunsero alla casa del re per la strada della porta dei soldati. E Ioas sedette sul trono dei re. 20 11:20 Tutto il popolo del paese era in festa, e la cittó rimase tranquilla, quando Atalia fu uccisa con la spada, nella casa del re. 21 11:21 Ioas aveva sette anni quando cominciò a regnare.

11:1 11:1 Quando Athaliah, madre di Achaziah, vide che suo figlio era morto, si levò e distrusse tutta la discendenza reale. 2 11:2 Ma Jehosceba, figlia del re Joram e sorella di Achaziah, proese Joas, figlio di Achaziah, lo trafugò di mezzo ai figli del re che erano uccisi e lo mise con la nutrice nella camera dei letti. così lo nascosero ad A-thaliah e non fu ucciso. 3 11:3 Rimase quindi nascosto con lei per sei anni nella casa dell’Eterno, mentre A-thaliah regnava sul paese. 4 11:4 Il settimo anno Je-hoiada mandò a chiamare i capi di centinaia delle guardie del corpo e delle guardie e li fece venire proesso di sè nella casa dell’Eterno. egli stipulò con loro un patto, li fece giurare nella casa dell’Eterno e mostrò loro il figlio del re. 5 11:5 Poi ordinò loro, dicendo: ’Questo è ciò che voi farete: un terzo di quelli tra di voi che entrano in servizio il giorno di sabato, staró di guardia alla casa del re. 6 11:6 un terzo alla porta di Sur e un terzo alla porta dietro le guardie. Voi farete la guardia alla casa, impedendone l’ingresso. 7 11:7 Le altre due parti di voi, tutti quelli cioè che escono di servizio il giorno di sabato, staranno di guardia alla casa dell’Eterno attorno al re. 8 11:8 Voi vi metterete tut-t’intorno al re, ognuno con le sue armi in mano. e chiunque cercheró di penetrare tra le vostre file sia messo a morte. Voi rimarrete col re sia quando esce che quando entra'. 9 11:9 Così i capi di centinaia fecero esattamente come il sacerdote Jehoiada aveva comandato. Ciascuno proese i suoi uomini, quelli che entravano in servizio il giorno di sabato e quelli che uscivano di servizio il giorno di sabato, e andarono dal sacerdote Jehoiada. 10 11:10 Il sacerdote diede ai capi di centinaia le lance e gli scudi che erano appartenuti al re Davide e che erano nella casa dell’Eterno. 11 11:11 Le guardie, ognuna con le sue armi in pugno, si disposero dal lato sud del tempio fino al lato nord del tempio, vicino all’altare e vicino al tempio, tutt’intor-no al re. 12 11:12 Poi Jehoiada condusse fuori il figlio del re, gli pose in testa il diadema e gli consegnò la legge. Lo proclamarono re e lo unsero. quindi batterono le mani e esclamarono: ’Viva il re!'. 13 11:13 Quando Athaliah udì il rumore delle guardie e del popolo, andò verso il popolo nella casa dell’Eterno. 14 11:14 Guardò e vide il re in piedi sul palco, secondo l’usanza. i capitani e i trombettieri erano accanto al re, mentre tutto il popolo del paese era in festa e suonava le trombe. Allora Athaliah si stracciò le vesti e gridò: ’Tradimento, tradimento!'. 15 11:15 Ma il sacerdote Je-hoiada ordinò ai capi di centinaia, che comandavano l’esercito, e disse loro: ’Fatela uscire di mezzo alle file, e chiunque la segue sia ucciso di spada!'. Il sacerdote infatti aveva detto: ’Non permettete che sia uccisa nella casa dell’Eterno'. 16 11:16 Così essi la afferrarono e, come ella giunse alla casa del re per la strada della porta dei cavalli, ló fu uccisa. 17 11:17 Poi Jehoiada fece un patto tra l’Eterno, il re e il popolo, perchè Israele fosse il popolo dell’Eterno. fece pure un patto fra il re e il popolo. 18 11:18 Allora tutto il popolo del paese andò al tempio di Baal e lo demolì. fece interamente a pezzi i suoi altari e le sue immagini e uccise davanti agli altari Mattan, sacerdote di Baal. Poi il sacerdote Jehoiada pose delle guardie intorno alla casa dell’Eterno. 19 11:19 Quindi proese i capi di centinaia delle guardie del corpo e delle guardie e tutto il popolo del paese. essi fecero scendere il re dalla casa dell’Eterno e, seguendo la strada della porta delle guardie, lo condussero alla casa del re, dove egli si sedette sul trono dei re. 20 11:20 Così il popolo del paese fu in festa e la cittó rimase tranquilla, perchè avevano ucciso con la spada Athaliah nella casa del re. 21 11:21 Joas aveva sette anni quando iniziò a regnare.

11:1 Il sacerdote Ioiada ordinò ai capi dell'esercito: ""Fatela uscire tra le file e chiunque la segua sia ucciso di spada"". Il sacerdote infatti aveva stabilito che non venisse uccisa nel tempio del Signore. 2 La afferrarono ed essa raggiunse la reggia attraverso l'ingresso dei Cavalli e là fu uccisa. 3 Ioiada concluse un'alleanza fra il Signore, il re e il popolo, che in tal modo si impegnò a essere il popolo del Signore; ci fu anche un'alleanza fra il re e il popolo. 4 Tutto il popolo del paese penetrò nel tempio di Baal e lo demolì, frantumandone gli altari e le immagini: uccisero dinanzi agli altari lo stesso Mattan, sacerdote di Baal. Il sacerdote Ioiada mise guardie intorno al tempio. 5 Egli prese i capi di centinaia dei Carii e delle guardie e tutto il popolo del paese; costoro fecero scendere il re dal tempio e attraverso la porta delle Guardie lo condussero nella reggia, ove egli sedette sul trono regale. 6 Tutto il popolo del paese fu in festa; la città restò tranquilla. Atalia fu uccisa con la spada nella reggia. 7 Quando divenne re, Ioas aveva sette anni. 8 Divenne re nell'anno settimo di Ieu e regnò quarant'anni in Gerusalemme. Sua madre, di Bersabea, si chiamava Sibia. 9 Ioas fece ciò che è giusto agli occhi del Signore per tutta la sua vita, perchè era stato educato dal sacerdote Ioiada. 10 Ma non scomparvero le alture, infatti il popolo tuttora sacrificava e offriva incenso sulle alture. 11 Ioas disse ai sacerdoti: ""Tutto il denaro delle rendite sacre, che viene portato nel tempio del Signore, il denaro che uno versa per il proprio riscatto e tutto il denaro offerto spontaneamente al tempio, 12 lo prendano i sacerdoti, ognuno dalla mano del proprio conoscente; con esso eseguiscano le riparazioni del tempio, ovunque appaiano necessarie"". 13 Ora nell'anno ventitrè del re Ioas i sacerdoti non avevano ancora eseguito le riparazioni nel tempio. 14 Il re Ioas convocò il sacerdote Ioiada e gli altri sacerdoti e disse loro: ""Perchè non avete restaurato il tempio? D'ora innanzi non ritirerete più il denaro dai vostri conoscenti, ma lo consegnerete per il restauro del tempio"". 15 I sacerdoti acconsentirono a non ricevere più il denaro dal popolo e a non curare il restauro del tempio. 16 Il sacerdote Ioiada prese una cassa, vi fece un buco nel coperchio e la pose a lato dell'altare, a destra di chi entra nel tempio. I sacerdoti custodi della soglia depositavano ivi tutto il denaro portato al tempio. 17 Quando vedevano che nella cassa c'era molto denaro, veniva il segretario del re, insieme con il sommo sacerdote, che riducevano in verghe e contavano il denaro trovato nel tempio. 18 Consegnavano il denaro controllato nelle mani degli esecutori dei lavori nel tempio. Costoro lo distribuivano ai falegnami e ai muratori, che lavoravano nel tempio, 19 ai muratori, ai tagliapietre, ai fornitori del legname e delle pietre da taglio per il restauro dei danni nel tempio, insomma per quanto era necessario per riparare il tempio. 20 Ma con il denaro portato al tempio del Signore non si dovevano fare nè coppe d'argento, nè strumenti musicali, nè coltelli, nè vassoi, nè trombe, insomma nessun oggetto d'oro o d'argento. 21 Esso era consegnato solo agli esecutori dei lavori, che l'usavano per restaurare il tempio.

Mappa

Commento di un santo

Atalia sterminò tutta la discendenza reale. Infatti, dopo che suo figlio venne ucciso da leu, ella immaginò un piano estremamente perfido e dannoso, dicendo piena di rancore a se stessa: ''Io regnerò anche contro la volontà di Dio contrastan do anche le sue stesse promesse, e la prosperità della casa di Davide verràper mano mia, come la discendenzacasa di mio padre è venuta menoed è stata sterminata'. Questo suo disegno sembrava il tradimento complottato da Satana all'inizio contro il capo della sua stirpe.Tuttavia, il suo piano non fu compiuto, madopo sette anni il regno tornò alla famiglia di Davide grazie ad un uomo giusto, Io iadà, marito di Ieosheba, figlia di Ioram,che aveva rifiutato Ioas, figlio di Acazia.

Autore

Isho'dad

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia