Cronologia dei paragrafi

La carestia in Samaria assediata
Eliseo annunzia la fine imminente della prova
Si scopre l'accampamento arameo abbandonato
Fine dell'assedio e della carestia
Epilogo riguardante la Sunammita
Eliseo è Cazaàl di Damasco
Regno di Ioram in Giuda ( 848 - 841 )
Regno di Acazia in Giuda ( 841 )
Un discepolo di Eliseo e l'unzione regale di Ieu
Ieu è proclamato re
Ieu si prepara a usurpare il potere
Assassinio di Ioram
Assassinio di Acazia
Assassinio di Gezabele
Massacro della famiglia reale di Israele
Massacro dei principi di Giuda
Ieu è Ionadab
Massacro dei fedeli di Baal e distruzione del suo tempio
Regno di Ieu in Israele ( 841 -814 )
Storia di Atalia ( 841 - 835 )
Regno di Ioas in Giuda ( 835 - 796 )
Regno di Ioacaz in Israele ( 814 - 798 )
Regno di Ioas in Israele ( 798 - 783 )
Morte di Eliseo
Vittoria sugli Aramei
Regno di Amazia in Giuda ( 796 - 781 )
Regno di Geroboamo II in Israele ( 783 - 743 )
Regno di Azaria in Giuda ( 781 - 74 )
Regno di Zaccaria in Israele ( 743 )
Regno di Sallam in Israele è 743 )
Regno di Menachem in Israele ( 743 - 738 )
Regno di Pekachia in Israele ( 738 - 737 )
Regno di Pekach in Israele ( 737 - 732 )
Regno di Iotam in Giuda ( 74 - 736 )
Regno di Acaz in Giuda ( 736 - 716 )
Regno di Osea in Israele ( 732 - 724 )
Presa di Samaria ( 721 )
Riflessioni sulla rovina del regno di Israele
Origine dei Samaritani
Introduzione al regno di Ezechia ( 716 - 687 )
Riepilogo della presa di Samaria
Invasione di Sennacherib
Missione del gran coppiere
Ricorso al profeta Isaia
Partenza del gran coppiere
Lettera di Sennacherib è Ezechia
Intervento di Isaia
Disfatta è morte di Sennacherib
Malattia e guarigione di Ezechia
Ambasciata di Merodak-Baladan
Conclusione del regno di Ezechia
Regno di manasse in Giuda è 687 è 642 )
Regno di Amon in Giuda ( 642 - 64 )
Introduzione al regno di Giosia ( 64 - 69 )
Scoperta del libro della Legge
La profetessa Culda consultata
Solenne lettura della Legge
Riforma religiosa in Giuda
La riforma si estende all'antico regno del nord
Celebrazione della Pasqua
Conclusione della riforma religiosa
Fine del regno di Giosia
Regno di Ioacaz in Giuda ( 69 )
Regno di Ioiakim in Giuda
Introduzione al regno di Ioiachin
La prima deportazione
Introduzione al regno di Sedecia in Giuda
Assedio di Gerusalemme
Saccheggio di Gerusalemme e seconda deportazione
Godolia governatore di Giuda
La grazia al re Ioiachin

La carestia in Samaria assediata (2re 6,24-31)

6:24 Dopo tali cose Ben-Adàd, re di Aram, radunò tutto il suo esercito e venne ad assediare Samaria. 25 Ci fu una grande carestia a Samaria; la strinsero d'assedio fino al punto che una testa d'asino si vendeva a ottanta sicli d'argento e un quarto di qab di guano di colomba a cinque sicli. 26 Mentre il re d'Israele passava sulle mura, una donna gli gridò: "Salvami, o re, mio signore!". 27 Rispose: "No, il Signore ti salvi! Come ti posso salvare io? Forse con il prodotto dell'aia o con quello del torchio?". 28 Poi il re aggiunse: "Che hai?". Quella rispose: "Questa donna mi ha detto: "Dammi tuo figlio perchè lo mangiamo oggi. Mio figlio ce lo mangeremo domani". 29 Abbiamo cotto mio figlio e lo abbiamo mangiato. Il giorno dopo io le ho detto: "Dammi tuo figlio perchè lo mangiamo", ma essa ha nascosto suo figlio". 30 Quando udì le parole della donna, il re si stracciò le vesti e mentre egli passava sulle mura il popolo vide che di sotto, aderente al corpo, portava il sacco. 31 Egli disse: "Dio mi faccia questo e anche di peggio, se oggi la testa di Eliseo, figlio di Safat, resterà su di lui".

6:24 6:24 OR avvenne, dopo queste cose, che Ben-hadad, re di Siria, aduno' tutto il suo esercito, e sali', e pose l'assedio a Samaria. 25 6:25 E vi fu gran fame in Samaria. ed ecco, i Siri la tenevano distretta, intanto che la testa di un asino valse ottanta sicli d'argento, e la quarta parte di un cabo di sterco di colombi cinque sicli d'argento. 26 6:26 Or avvenne che, passando il re d'Israele su le mura, una donna gli grido', dicendo: O re, mio signore, salvami. 27 6:27 Ed egli disse: Il Signore non ti salva. onde ti darei io salvezza? dall'aia, o dal torcolo? 28 6:28 Ma pure il re le disse: Che hai? Ed ella disse: Questa donna mi avea detto: Da' qua il tuo figliuolo, e mangiamolo oggi, e domani mangeremo il mio. 29 6:29 Cosi' abbiamo cotto il mio figliuolo, e l'abbiam mangiato. ma il giorno approesso, quando io le ho detto: Da' qua il tuo figliuolo, e mangiamolo, ella l'ha nascosto. 30 6:30 Quando il re ebbe intese le parole di quella donna, straccio' i suoi vestimenti. Or egli passava su le mura, e il popolo riguardo', ed ecco, il re avea un cilicio di dentro soproa la carne. 31 6:31 E il re disse: Cosi' mi faccia Iddio, e cosi' aggiunga, se la testa di Eliseo, figliuolo di Safat, resta oggi soproa lui.

6:24 6:24 Or dopo queste cose avvenne che Ben-Hadad, re di Siria, radunato tutto il suo esercito, sali' contro Samaria, e la cinse d'assedio. 25 6:25 E vi fu una gran carestia in Samaria. e i Siri la strinsero tanto dapproesso che una testa d'asino vi si vendeva ottanta sicli d'argento, e il quarto d'un kab di sterco di colombi, cinque sicli d'argento. 26 6:26 Or come il re d'Israele passava sulle mura, una donna gli grido': 'Aiutami, o re, mio signore!' 27 6:27 Il re le disse: 'Se non t'aiuta l'Eterno, come posso aiutarti io? Con quel che da' l'aia o con quel che da' lo strettoio?' 28 6:28 Poi il re aggiunse: 'Che hai?' Ella rispose: 'Questa donna mi disse: -Da' qua il tuo figliuolo, che lo mangiamo oggi. domani mangeremo il mio. - 29 6:29 Cosi' cocemmo il mio figliuolo, e lo mangiammo. Il giorno seguente io le dissi: - Da' qua il tuo figliuolo, che lo mangiamo. - Ma essa ha nascosto il suo figliuolo'. 30 6:30 Quando il re ebbe udite le parole della donna, si straccio' le vesti. e come passava sulle mura, il popolo vide ch'egli portava, sotto, un cilicio sulla carne. 31 6:31 E il re disse: 'Mi tratti Iddio con tutto il suo rigore, se oggi la testa di Eliseo, figliuolo di Shafat, rimane ancora sulle sue spalle!'

6:24 6:24 Dopo queste cose, Ben-Adad, re di Siria, radunò tutto il suo esercito, salò contro Samaria e la cinse d'assedio. 25 6:25 Ci fu una grande carestia in Samaria, e i Siri l'assediarono in modo tale che una testa d'asino la si vendeva a ottanta sicli d'argento, e il quarto d'un cab di sterco di colombi, a cinque sicli d'argento. 26 6:26 Mentre il re d'Israele passava sulle mura, una donna gli gridò: 'Aiutami, o re, mio signore!'. 27 6:27 Il re le disse: 'Se non ti aiuta il SIGNORE, come posso aiutarti io? Con quel che dó l'aia o con quel che dó il frantoio?'. 28 6:28 Poi il re aggiunse: 'Che hai?'. Lei rispose: 'Questa donna mi disse: ""Dammi tuo figlio, chè lo mangiamo oggi. domani mangeremo il mio"". 29 6:29 Cosò abbiamo fatto cuocere mio figlio, e lo abbiamo mangiato. Il giorno seguente io le dissi: ""Dammi tuo figlio, chè lo mangiamo"". Ma lei ha nascosto suo figlio'. 30 6:30 Quando il re udò le parole della donna si stracciò le vesti. e, mentre passava sulle mura, il popolo vide che sotto, sulla carne, portava un cilicio. 31 6:31 Il re disse: 'Mi tratti Dio con tutto il suo rigore, se oggi la testa di Eliseo, figlio di Safat, rimane sulle sue spalle!'.

6:24 6:24 Dopo queste cose avvenne che Ben-Hadad, re di Siria, radunò tutto il suo esercito e salì contro Samaria per stringerla d’assedio. 25 6:25 Or ci fu una grande carestia in Samaria. e i Siri la tennero assediata a tal punto che una testa d’asino era venduta per ottanta sicli d’argento e il quarto di un kab di sterco di colombi per cinque sicli d’argento. 26 6:26 Mentre il re d’Israele passava sulle mura, una donna gli gridò e disse: ’Aiuto, o re, mio signore!'. 27 6:27 Egli le rispose: ’Se non ti aiuta l’Eterno, dove posso io trovare aiuto per te? Forse con i prodotti dell’aia o del torchio?'. 28 6:28 Poi il re aggiunse: ’Che cos’hai?'. Ella rispose: ’Questa donna mi ha detto: ""Dammi tuo figlio perchè lo mangiamo oggi. mio figlio lo mangeremo domani"". 29 6:29 Così abbiamo fatto cuocere mio figlio e l’abbiamo mangiato. Il giorno seguente io le ho detto: ""Dammi tuo figlio perchè lo mangiamo"". Ma essa ha nascosto suo figlio'. 30 6:30 Quando il re udì le parole della donna, si stracciò le vesti. Mentre passava sulle mura, il popolo guardò, ed ecco, sotto egli portava un cilicio sulla carne. 31 6:31 Allora il re disse: ’DIO mi faccia questo e anche peggio, se oggi la testa di Eliseo, figlio di Sha-fat, resteró ancora sulle sue spalle!'.

6:24 Si alzarono al crepuscolo per andare all'accampamento degli Aramei e giunsero fino al limite del loro campo. Ebbene, là non c'era nessuno. 25 Il Signore aveva fatto udire nell'accampamento degli Aramei rumore di carri, scalpitio di cavalli e chiasso di un grande esercito. Essi si erano detti l'un l'altro: ""Ecco, il re di Israele ha assoldato contro di noi i re degli Hittiti e i re dell'Egitto per assalirci"". 26 Alzatisi all'imbrunire, erano fuggiti, lasciando le loro tende, i loro cavalli e i loro asini e il campo come si trovava; erano fuggiti per mettersi in salvo. 27 Quei lebbrosi, giunti al limite del campo, entrarono in una tenda e, dopo aver mangiato e bevuto, portarono via argento, oro e vesti, che andarono a nascondere. Ritornati, entrarono in un'altra tenda; portarono via tutto e andarono a nasconderlo. 28 Si dissero: ""Non è giusto quello che facciamo; oggi è giorno di buone notizie, mentre noi ce ne stiamo zitti. Se attendiamo fino all'alba di domani, potrebbe sopraggiungerci un castigo. Andiamo ora, entriamo in città e annunziamolo alla reggia"". 29 Vi andarono; chiamarono le guardie della città e riferirono loro: ""Siamo andati nel campo degli Aramei; ecco, non c'era nessuno nè si sentiva voce umana. C'erano cavalli e asini legati e le tende intatte"". 30 Le guardie allora gridarono e la notizia fu portata dentro la reggia. 31 Il re si alzò di notte e disse ai suoi ufficiali: ""Vi dirò quello che hanno fatto con noi gli Aramei. Sapendo che siamo affamati, hanno abbandonato il campo per nascondersi in campagna, dicendo: Appena usciranno dalla città, li prenderemo vivi e poi entreremo in città"".

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Nel libro dei Re, Eliseo si trovava in Samaria e, ad un tratto, l'esercito dei Siri, circondata la città, lo bloccò dentro. Li vide Giezi e disse al suo padrone: Padrone, che fanno? Gli rispose il profeta Eliseo: Non aver paura, perchè ciucili che sono dalla nostra parte sono più numerosi di quelli che sono dalla loro. E pregò che il Signore aprisse gli occhi a Giezi. E i suoi occhi si aprirono e vide il monte pieno di cavalli e di carri tutto intorno a Eliseo. Ed Eliseo pregò Dio che li colpisse di cecità. Ne furono colpiti ed entrarono in città senza vedere affatto dove entravano. Certamente avete udito, o soldati, che mi state intorno, che dove c'è l'incredulità c'è la cecità. Ben a ragione era cieco l'esercito degli infedeli. Dove c'è invece la fede, c'è l'esercito degli angeli. Buona così dunque la fede, che spesso agisce anche sui morti. Perciò il nemico e le sue legioni sono tormentati ogni giorno dalla virtù dei martiri.

Autore

Ambrogio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia