Ricerca

Primo incontro di Giusepe con i suoi fratelli (gen 42,1-24)

42:1 Giacobbe venne a sapere che in Egitto c'era grano; perciò disse ai figli: "Perchè state a guardarvi l'un l'altro?". 2 E continuò: "Ecco, ho sentito dire che vi è grano in Egitto. Andate laggiù a comprarne per noi, perchè viviamo e non moriamo". 3 Allora i dieci fratelli di Giuseppe scesero per acquistare il frumento dall'Egitto. 4 Quanto a Beniamino, fratello di Giuseppe, Giacobbe non lo lasciò partire con i fratelli, perchè diceva: "Che non gli debba succedere qualche disgrazia!". 5 Arrivarono dunque i figli d'Israele per acquistare il grano, in mezzo ad altri che pure erano venuti, perchè nella terra di Canaan c'era la carestia. 6 Giuseppe aveva autorità su quella terra e vendeva il grano a tutta la sua popolazione. Perciò i fratelli di Giuseppe vennero da lui e gli si prostrarono davanti con la faccia a terra. 7 Giuseppe vide i suoi fratelli e li riconobbe, ma fece l'estraneo verso di loro, parlò duramente e disse: "Da dove venite?". Risposero: "Dalla terra di Canaan, per comprare viveri". 8 Giuseppe riconobbe dunque i fratelli, mentre essi non lo riconobbero. 9 Allora Giuseppe si ricordò dei sogni che aveva avuto a loro riguardo e disse loro: "Voi siete spie! Voi siete venuti per vedere i punti indifesi del territorio!". 10 Gli risposero: "No, mio signore; i tuoi servi sono venuti per acquistare viveri. 11 Noi siamo tutti figli di un solo uomo. Noi siamo sinceri. I tuoi servi non sono spie!". 12 Ma egli insistette: "No, voi siete venuti per vedere i punti indifesi del territorio!". 13 Allora essi dissero: "Dodici sono i tuoi servi; siamo fratelli, figli di un solo uomo, che abita nella terra di Canaan; ora il più giovane è presso nostro padre e uno non c'è più". 14 Giuseppe disse loro: "Le cose stanno come vi ho detto: voi siete spie!15 In questo modo sarete messi alla prova: per la vita del faraone, voi non uscirete di qui se non quando vi avrà raggiunto il vostro fratello più giovane. 16 Mandate uno di voi a prendere il vostro fratello; voi rimarrete prigionieri. Saranno così messe alla prova le vostre parole, per sapere se la verità è dalla vostra parte. Se no, per la vita del faraone, voi siete spie!". 17 E li tenne in carcere per tre giorni. 18 Il terzo giorno Giuseppe disse loro: "Fate questo e avrete salva la vita; io temo Dio!19 Se voi siete sinceri, uno di voi fratelli resti prigioniero nel vostro carcere e voi andate a portare il grano per la fame delle vostre case. 20 Poi mi condurrete qui il vostro fratello più giovane. Così le vostre parole si dimostreranno vere e non morirete". Essi annuirono. 21 Si dissero allora l'un l'altro: "Certo su di noi grava la colpa nei riguardi di nostro fratello, perchè abbiamo visto con quale angoscia ci supplicava e non lo abbiamo ascoltato. Per questo ci ha colpiti quest'angoscia". 22 Ruben prese a dir loro: "Non vi avevo detto io: "Non peccate contro il ragazzo"? Ma non mi avete dato ascolto. Ecco, ora ci viene domandato conto del suo sangue". 23 Non si accorgevano che Giuseppe li capiva, dato che tra lui e loro vi era l'interprete. 24 Allora egli andò in disparte e pianse. Poi tornò e parlò con loro. Scelse tra loro Simeone e lo fece incatenare sotto i loro occhi.
42:1 42:1 E GIACOBBE, veg-gendo che vi era del grano da vendere in Egitto, disse a' suoi figliuoli: Perche' state a riguardarvi l'un l'altro?2 42:2 Poi disse: Ecco, io ho udito che in Egitto v'e' del grano da vendere. scendete la', e comproatecene di la'. e noi viveremo, e non morremo.3 42:3 E dieci de' fratelli di Giuseppe scesero in Egitto, per comperar del grano di la'.4 42:4 Ma Giacobbe non mando' Beniamino, fratello di Giuseppe, co' suoi fratelli. perciocche' diceva: E' si con-vien guardare che talora alcuna mortale sciagura non gl'intervenga.5 42:5 I figliuoli d'Israele adunque giunsero in Egitto, per comperar del grano, per mezzo altri che vi andavano. perciocche' la fame era nel paese di Canaan.6 42:6 Or Giuseppe, ch'era rettor del paese, vendeva il grano a ciascun popolo della terra. I fratelli di Giuseppe adunque, essendo giunti, s'inchinarono a lui, con la faccia verso terra.7 42:7 E, come Giuseppe ebbe veduti i suoi fratelli, li riconobbe. ma pur s'infinse strano inverso loro, e parlo' loro asproamente, e disse loro: Onde venite voi? Ed essi dissero: Dal paese di Canaan, per comperar della vit-tuaglia.8 42:8 Giuseppe adunque riconobbe i suoi fratelli, ma essi non riconobber lui.9 42:9 E Giuseppe si ricordo' de' sogni che egli avea sognati di loro, e disse loro: Voi siete spie. voi siete venuti per vedere i luoghi sforniti del paese.10 42:10 Ma essi dissero: No, signor mio, anzi i tuoi servitori son venuti per comperar della vittuaglia.11 42:11 Noi siamo tutti figliuoli di uno stesso uomo. noi siamo uomini leali. i tuoi servitori non furono giammai spie.12 42:12 Ed egli disse loro: No. anzi voi siete venuti per veder i luoghi sforniti del paese.13 42:13 Ed essi dissero: Noi, tuoi servitori, eravamo dodici fratelli, figliuoli di uno stesso uomo, nel paese di Canaan. ed ecco, il minore e' oggi con nostro padre, e uno non e' piu'.14 42:14 E Giuseppe disse loro: Quest'e' pur quello che io vi ho detto, che voi siete spie.15 42:15 E' si fara' prova di voi in questo: Come vive Faraone, voi non partirete di qui, proima che il vostro fratel minore sia venuto qua.16 42:16 Mandate un di voi a proendere il vostro fratello. e voi restate qui incarcerati, e si fara' prova delle vostre parole, se vi e' in voi verita'. se no, come vive Faraone, voi siete spie.17 42:17 E li serro' in proigione, per tre di'.18 42:18 E al terzo giorno, Giuseppe disse loro: Fate questo, e voi viverete. io temo Iddio.19 42:19 Se voi siete uomini leali, uno di voi fratelli rimanga incarcerato nella proigione dove siete stati posti, e voi altri andate, portatene del grano, secondo la necessita' delle vostre case.20 42:20 E menatemi il vostro fratel minore, e cosi' le vostre parole saranno verificate, e voi non morrete. Ed essi fecero cosi'.21 42:21 E dicevano l'uno all'altro: Certamente noi siamo colpevoli intorno al nostro fratello. perciocche' noi vedemmo l'angoscia dell'anima sua, quando egli ci supplicava, e non l'esaudimmo. percio' e' avvenuta questa angoscia a noi.22 42:22 E Ruben rispose loro, dicendo: Non vi diceva io: Non peccate contro al fanciullo? ma voi non mi voleste ascoltare. percio' altresi', ecco, e' domandata ragion del suo sangue.23 42:23 Or essi non sapevano che Giuseppe li intendesse. perciocche' fra loro vi era un interproete.24 42:24 E Giuseppe si rivolto' indietro da loro, e pianse. Poi ritorno' a loro, e parlo' loro, e proese d'infra loro Simeone, il quale egli fece incarcerare in lor proesenza.
42:1 42:1 Or Giacobbe, vedendo che c'era del grano in Egitto, disse ai suoi figliuoli: 'Perchè vi state a guardare l'un l'altro?'2 42:2 Poi disse: 'Ecco, ho sentito dire che c'e' del grano in Egitto. scendete cola' per comproarcene, onde possiam vivere e non abbiamo a morire'.3 42:3 E dieci de' fratelli di Giuseppe scesero in Egitto per comproarvi del grano.4 42:4 Ma Giacobbe non mando' Beniamino, fratello di Giuseppe, co' suoi fratelli, perchè diceva: 'Che non gli abbia a succedere qualche disgrazia!'5 42:5 E i figliuoli d'Israele giunsero per comproare del grano in mezzo agli altri, che pur venivano. poichè nel paese di Canaan c'era la carestia.6 42:6 Or Giuseppe era colui che comandava nel paese. era lui che vendeva il grano a tutta la gente del paese. e i fratelli di Giuseppe vennero, e si prostrarono dinanzi a lui con la faccia a terra.7 42:7 E Giuseppe vide i suoi fratelli e li riconobbe, ma fece lo straniero davanti a loro, e parlo' loro asproamente, e disse loro: 'Donde venite?' Ed essi risposero: 'Dal paese di Canaan per comproar de' viveri'.8 42:8 E Giuseppe riconobbe i suoi fratelli, ma essi non riconobbero lui.9 42:9 E Giuseppe si ricordo' de' sogni che aveva avuti intorno a loro, e disse: 'Voi siete delle spie! Siete venuti per vedere i luoghi sforniti del paese!'10 42:10 Ed essi a lui: 'No, signor mio. i tuoi servitori son venuti a comproar de' viveri.11 42:11 Siamo tutti figliuoli d'uno stesso uomo. siamo gente sincera. i tuoi servitori non son delle spie'.12 42:12 Ed egli disse loro: 'No, siete venuti per vedere i luoghi sforniti del paese!'13 42:13 E quelli risposero: 'Noi, tuoi servitori, siamo dodici fratelli, figliuoli d'uno stesso uomo, del paese di Canaan. Ed ecco, il piu' giovane e' oggi con nostro padre e uno non e' piu''.14 42:14 E Giuseppe disse loro: 'La cosa e' come v'ho detto. siete delle spie!15 42:15 Ecco come sarete messi alla prova: Per la vita di Faraone, non uscirete di qui proima che il vostro fratello piu' giovine sia venuto qua.16 42:16 Mandate uno di voi a proendere il vostro fratello. e voi resterete qui in carcere, perchè le vostre parole siano messe alla prova, e si vegga se c'e' del vero in voi. se no, per la vita di Faraone, siete delle spie!'17 42:17 E li mise assieme in proigione per tre giorni.18 42:18 Il terzo giorno, Giuseppe disse loro: 'Fate questo, e vivrete. io temo Iddio!19 42:19 Se siete gente sincera, uno di voi fratelli resti qui incatenato nella vostra proigione. e voi, andate, portate del grano per la necessita' delle vostre famiglie.20 42:20 e menatemi il vostro fratello piu' giovine. cosi' le vostre parole saranno verificate, e voi non morrete'. Ed essi fecero cosi'.21 42:21 E si dicevano l'uno all'altro: 'Si', noi fummo colpevoli verso il nostro fratello, giacchè vedemmo l'angoscia dell'anima sua quando egli ci supplicava, e noi non gli demmo ascolto! Ecco perchè ci viene addosso quest'angoscia'.22 42:22 E Ruben rispose loro, dicendo: 'Non ve lo dicevo io: Non commettete questo peccato contro il fanciullo? Ma voi non mi voleste dare ascolto. Percio', ecco, che il suo sangue ci e' ridomandato'.23 42:23 Or quelli non sapevano che Giuseppe li capiva, perchè fra lui e loro c'era un interproete.24 42:24 Ed egli s'allontano' da essi, e pianse. Poi torno', parlo' loro, e proese di fra loro Simeone, che fece incatenare sotto i loro occhi.
42:1 42:1 Giacobbe seppe che c'era grano in Egitto. allora disse ai suoi figli: 'Perchè state a guardarvi l'un l'altro?'.2 42:2 Poi disse: 'Ecco, ho sentito dire che c'è grano in Egitto. scendete ló a comproarne, cosò vivremo e non moriremo'.3 42:3 Cosò dieci dei fratelli di Giuseppe scesero in Egitto per comproarvi il grano.4 42:4 Ma Giacobbe non mandò con loro Beniamino, il fratello di Giuseppe, perchè diceva: 'Che non gli succeda qualche disgrazia!'.5 42:5 I figli d'Israele giunsero per comproare grano in mezzo agli altri che erano venuti. perchè nel paese di Canaan c'era la carestia.6 42:6 Or Giuseppe era colui che comandava nel paese. era lui che vendeva il grano a tutta la gente del paese. i fratelli di Giuseppe vennero e si inchinarono davanti a lui con la faccia a terra.7 42:7 Giuseppe vide i suoi fratelli e li riconobbe, ma si comportò come un estraneo davanti a loro e parlò loro asproamente dicendo: 'Da dove venite?'. Essi risposero: 'Dal paese di Canaan per comproare dei viveri'.8 42:8 Giuseppe riconobbe i suoi fratelli, ma essi non riconobbero lui.9 42:9 Giuseppe si ricordò dei sogni che aveva avuto riguardo a loro e disse: 'Voi siete delle spie! Siete venuti per vedere i luoghi indifesi del paese!'.10 42:10 Ed essi a lui: 'No, mio signore, i tuoi servi sono venuti a comproare dei viveri.11 42:11 Siamo tutti figli di uno stesso uomo. Siamo gente sincera. I tuoi servi non sono delle spie'.12 42:12 Ma egli disse: 'No, siete venuti per vedere i luoghi indifesi del paese!'.13 42:13 Quelli risposero: 'Noi, tuoi servi, siamo dodici fratelli, figli di uno stesso uomo, del paese di Canaan. Ecco, il più giovane è oggi con nostro padre, e uno non è più'.14 42:14 E Giuseppe disse loro: 'La cosa è come v'ho detto. siete delle spie !15 42:15 Ecco come sarete messi alla prova: per la vita del faraone, non uscirete di qui fin tanto che non saró arrivato il vostro fratello più giovane.16 42:16 Mandate uno di voi a proendere vostro fratello e voi resterete qui in carcere, perchè le vostre parole siano messe alla prova e si veda se c'è del vero in voi. se no, per la vita del faraone, siete delle spie!'.17 42:17 E li mise assieme in proigione per tre giorni.18 42:18 Il terzo giorno, Giuseppe disse loro: 'Fate questo e vivrete. io temo Dio!19 42:19 Se siete gente sincera, uno di voi fratelli resti qui incatenato nella vostra proigione. e voi andate, portate il grano necessario alle vostre famiglie.20 42:20 Poi conducetemi il vostro fratello più giovane. cosò le vostre parole saranno verificate e voi non morirete'. Ed essi fecero cosò.21 42:21 Allora si dicevano l'uno all'altro: 'Sò, noi fummo colpevoli verso nostro fratello, giacchè vedemmo la sua angoscia quando egli ci supplicava, ma non gli demmo ascolto! Ecco perchè ci viene addosso quest'angoscia'.22 42:22 Ruben rispose loro: 'Non ve lo dicevo io: ""Non commettete questo peccato contro il ragazzo""? Ma voi non voleste darmi ascolto. Perciò, ecco, il suo sangue ci è ridomandato'.23 42:23 Ora essi non sapevano che Giuseppe li capiva, perchè tra lui e loro c'era un interproete.24 42:24 Ed egli si allontanò da loro, e pianse. Poi tornò, parlò con quelli e proese tra di loro Simeone, che fece incatenare sotto i loro occhi.
42:1 42:1 Or Giacobbe, venendo a sapere che vi era del grano in Egitto, disse ai suoi figli: ’Perchè vi state a guardare l’un l’altro?'.2 42:2 Poi disse: ’Ecco, ho sentito dire che vi è del grano in Egitto. andate laggiù a comproare del grano per noi, affinchè possiamo vivere e non abbiamo a morire'.3 42:3 Così i dieci fratelli di Giuseppe scesero in Egitto per comproarvi del grano.4 42:4 Ma Giacobbe non mandò Beniamino, fratello di Giuseppe, con i suoi fratelli, perchè diceva: ’Che non gli succeda qualche disgrazia'.5 42:5 I figli di Israele giunsero dunque per comproare del grano, in mezzo agli altri arrivati, perchè nel paese di Canaan vi era la carestia.6 42:6 Or Giuseppe era il governatore del paese. era lui che vendeva il grano a tutta la gente del paese. e i fratelli di Giuseppe vennero e si prostrarono davanti a lui con la faccia a terra.7 42:7 Giuseppe vide i suoi fratelli e li riconobbe, ma si comportò come un forestiero con loro e usò parole dure con loro, e disse loro: ’Da dove venite?'. Essi risposero: ’Dal paese di Canaan per comperare viveri'.8 42:8 Così Giuseppe riconobbe i suoi fratelli, ma essi non riconobbero lui.9 42:9 Giuseppe allora si ricordò dei sogni che aveva fatto intorno a loro e disse: ’Voi siete delle spie! Siete venuti per vedere i punti indifesi del paese!'.10 42:10 Essi gli risposero: ’No, signor mio. i tuoi servi son venuti a comperare dei viveri.11 42:11 Siamo tutti figli di uno stesso uomo. siamo gente onesta. i tuoi servi non sono delle spie'.12 42:12 Ma egli disse loro: ’No, voi siete venuti per vedere i punti indifesi del paese!'.13 42:13 Allora essi dissero: ’Noi, tuoi servi, siamo dodici fratelli, figli di uno stesso uomo nel paese di Canaan. Ed ecco, il più giovane è oggi con nostro padre, e uno non è più'.14 42:14 Ma Giuseppe disse loro: ’La cosa è come vi ho detto. siete delle spie!15 42:15 Ecco come sarete messi alla prova: Com’è vero che il Faraone vive, non uscirete di qui proima che il vostro fratello più giovane sia venuto qui.16 42:16 Mandate uno di voi a proendere il vostro fratello. e voi resterete qui in carcere, perchè le vostre parole siano messe alla prova, e si veda se c’è del vero in voi. altrimenti com’è vero che il Faraone vive, siete delle spie!'.17 42:17 Così li mise assieme in proigione per tre giorni.18 42:18 Il terzo giorno, Giuseppe disse loro: ’Fate questo e vivrete. io temo DIO!19 42:19 Se siete gente onesta, uno di voi fratelli resti qui incatenato nella nostra proigione, e voi andate a portare il grano per la vostra famiglia che muore di fame.20 42:20 poi conducetemi il vostro fratello più giovane. così le vostre parole saranno verificate e voi non morrete'. Ed essi fecero così.21 42:21 Allora si dicevano l’un l’altro: Noi siamo veramente colpevoli nei confronti di nostro fratello, perchè vedemmo l’angoscia dell’anima sua quando egli ci supplicava, ma non gli demmo ascolto! Ecco perchè ci è venuta addosso questa sventura'.22 42:22 Ruben rispose loro, dicendo: ’Non ve lo dicevo io: ""Non commettete questo peccato contro il fanciullo!""? Ma non mi deste ascolto. Perciò ecco, ora ci si chiede conto del suo sangue'.23 42:23 Essi non sapevano che Giuseppe li capiva, perchè fra lui e loro vi era un interproete.24 42:24 Allora egli si allontanò da loro e pianse. Poi ritornò proesso di loro e parlò loro. e proese fra loro Simeone e lo fece incatenare sotto i loro occhi.
42:1 Giacobbe seppe che in Egitto c'era il grano; perciò disse ai figli: ""Perchè state a guardarvi l'un l'altro?"".2 E continuò: ""Ecco, ho sentito dire che vi è il grano in Egitto. Andate laggiù e compratene per noi, perchè possiamo conservarci in vita e non morire"".3 Allora i dieci fratelli di Giuseppe scesero per acquistare il frumento in Egitto.4 Ma quanto a Beniamino, fratello di Giuseppe, Giacobbe non lo mandò con i fratelli perchè diceva: ""Non gli succeda qualche disgrazia!"".5 Arrivarono dunque i figli d'Israele per acquistare il grano, in mezzo ad altri che pure erano venuti, perchè nel paese di Canaan c'era la carestia.6 Giuseppe aveva autorità sul paese e vendeva il grano a tutto il popolo del paese. Perciò i fratelli di Giuseppe vennero da lui e gli si prostrarono davanti con la faccia a terra.7 Giuseppe vide i suoi fratelli e li riconobbe, ma fece l'estraneo verso di loro, parlò duramente e disse: ""Di dove siete venuti?"". Risposero: ""Dal paese di Canaan per comperare viveri"".8 Giuseppe riconobbe dunque i fratelli, mentre essi non lo riconobbero.9 Si ricordò allora Giuseppe dei sogni che aveva avuti a loro riguardo e disse loro: ""Voi siete spie! Voi siete venuti a vedere i punti scoperti del paese"".10 Gli risposero: ""No, signore mio; i tuoi servi sono venuti per acquistare viveri.11 Noi siamo tutti figli di un solo uomo. Noi siamo sinceri. I tuoi servi non sono spie!"".12 Ma egli disse loro: ""No, voi siete venuti a vedere i punti scoperti del paese!"".13 Allora essi dissero: ""Dodici sono i tuoi servi, siamo fratelli, figli di un solo uomo, nel paese di Canaan; ecco il più giovane è ora presso nostro padre e uno non c'è più"".14 Giuseppe disse loro: ""Le cose stanno come vi ho detto: voi siete spie.15 In questo modo sarete messi alla prova: per la vita del faraone, non uscirete di qui se non quando vi avrà raggiunto il vostro fratello più giovane.16 Mandate uno di voi a prendere il vostro fratello; voi rimarrete prigionieri. Siano così messe alla prova le vostre parole, per sapere se la verità è dalla vostra parte. Se no, per la vita del faraone, voi siete spie!"".17 E li tenne in carcere per tre giorni.18 Al terzo giorno Giuseppe disse loro: ""Fate questo e avrete salva la vita; io temo Dio!19 Se voi siete sinceri, uno dei vostri fratelli resti prigioniero nel vostro carcere e voi andate a portare il grano per la fame delle vostre case.20 Poi mi condurrete qui il vostro fratello più giovane. Così le vostre parole si dimostreranno vere e non morirete"". Essi annuirono.21 Si dissero allora l'un l'altro: ""Certo su di noi grava la colpa nei riguardi di nostro fratello, perchè abbiamo visto la sua angoscia quando ci supplicava e non lo abbiamo ascoltato. Per questo ci ha colpito quest'angoscia"".22 Ruben prese a dir loro: ""Non vi avevo detto io: Non peccate contro il ragazzo? Ma non mi avete dato ascolto. Ecco ora ci si domanda conto del suo sangue"".23 Non sapevano che Giuseppe li capiva, perchè tra lui e loro vi era l'interprete.24 Allora egli si allontanò da loro e pianse. Poi tornò e parlò con essi. Scelse tra di loro Simeone e lo fece incatenare sotto i loro occhi.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

avvento



natale



ordinario



quaresima



pasqua



passione







E nelle seguenti solennità




Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale