Cronologia dei paragrafi

Giuseppe interpreta i sogni degli ufficiali del Faraone
I sogni del Faraone
Promozione di Giuseppe
I figli di Giacobbe
Primo incontro di Giusepe con i suoi fratelli
Ritorno dei figli di Giacobbe in Canaan
I figli di Giacobbe ripartono con Beniamino
L'incontro presso Giuseppe
La coppa di Giuseppe nel sacco di Beniamino
L'intervento di Giuda
Giuseppe si fa riconoscere
L'invito del Faraone
Il ritorno in Canaan
Partenza di Giacobbe per l'Egitto
La famiglia di Giacobbe
L'accoglienza di Giuseppe
L'udienza del Faraone
Altro racconto
Politica agraria di Giuseppe
Ultime volontà di Giacobbe
Giacobbe adotta e benedice i due figli di Giuseppe
Benedizioni di Giacobbe
Ultimi momenti e morte di Giacobbe
Funerali di Giacobbe
Dalla morte di Giacobbe alla morte di Giuseppe

Giuseppe interpreta i sogni degli ufficiali del Faraone (gen 40,1-99)

40:1 Dopo questi fatti il coppiere del re d'Egitto e il panettiere offesero il loro padrone, il re d'Egitto. 2 Il faraone si adirò contro i suoi due eunuchi, il capo dei coppieri e il capo dei panettieri, 3 e li fece mettere in custodia nella casa del comandante delle guardie, nella prigione dove Giuseppe era detenuto. 4 Il comandante delle guardie assegnò loro Giuseppe, perchè li accudisse. Così essi restarono nel carcere per un certo tempo. 5 Ora, in una medesima notte, il coppiere e il panettiere del re d'Egitto, detenuti nella prigione, ebbero tutti e due un sogno, ciascuno il suo sogno, con un proprio significato. 6 Alla mattina Giuseppe venne da loro e li vide abbattuti. 7 Allora interrogò gli eunuchi del faraone che erano con lui in carcere nella casa del suo padrone, e disse: "Perchè oggi avete la faccia così triste?". 8 Gli risposero: "Abbiamo fatto un sogno e non c'è chi lo interpreti". Giuseppe replicò loro: "Non è forse Dio che ha in suo potere le interpretazioni? Raccontatemi dunque". 9 Allora il capo dei coppieri raccontò il suo sogno a Giuseppe e gli disse: "Nel mio sogno, ecco mi stava davanti una vite, 10 sulla quale vi erano tre tralci; non appena cominciò a germogliare, apparvero i fiori e i suoi grappoli maturarono gli acini. 11 Io tenevo in mano il calice del faraone; presi gli acini, li spremetti nella coppa del faraone, poi diedi la coppa in mano al faraone". 12 Giuseppe gli disse: "Eccone l'interpretazione: i tre tralci rappresentano tre giorni. 13 Fra tre giorni il faraone solleverà la tua testa e ti reintegrerà nella tua carica e tu porgerai il calice al faraone, secondo la consuetudine di prima, quando eri il suo coppiere. 14 Se poi, nella tua fortuna, volessi ricordarti che sono stato con te, trattami, ti prego, con bontà: ricordami al faraone per farmi uscire da questa casa. 15 Perchè io sono stato portato via ingiustamente dalla terra degli Ebrei e anche qui non ho fatto nulla perchè mi mettessero in questo sotterraneo". 16 Allora il capo dei panettieri, vedendo che l'interpretazione era favorevole, disse a Giuseppe: "Quanto a me, nel mio sogno tenevo sul capo tre canestri di pane bianco 17 e nel canestro che stava di sopra c'era ogni sorta di cibi per il faraone, quali si preparano dai panettieri. Ma gli uccelli li mangiavano dal canestro che avevo sulla testa". 18 Giuseppe rispose e disse: "Questa è l'interpretazione: i tre canestri rappresentano tre giorni. 19 Fra tre giorni il faraone solleverà la tua testa e ti impiccherà a un palo e gli uccelli ti mangeranno la carne addosso". 20 Appunto al terzo giorno, che era il giorno natalizio del faraone, questi fece un banchetto per tutti i suoi ministri e allora sollevò la testa del capo dei coppieri e la testa del capo dei panettieri in mezzo ai suoi ministri. 21 Reintegrò il capo dei coppieri nel suo ufficio di coppiere, perchè porgesse la coppa al faraone; 22 invece impiccò il capo dei panettieri, secondo l'interpretazione che Giuseppe aveva loro data. 23 Ma il capo dei coppieri non si ricordò di Giuseppe e lo dimenticò.

40:1 40:1 OR, dopo queste cose, avvenne che il coppiere del re di Egitto, e il panattiere, peccarono contro al re di Egitto, lor signore. 2 40:2 E Faraone si cruccio' gravemente contro a que' suoi due Eunuchi, cioe': contro al coppier maggiore, e contro al panattier maggiore. 3 40:3 E li fece mettere in proigione in casa del Capitan delle guardie, nel Torrione, nello stesso luogo ove Giuseppe era incarcerato. 4 40:4 E il Capitan delle guardie commise a Giuseppe d'esser con loro. ed egli li serviva. Ed essi furono un anno in proigione. 5 40:5 Ed amendue, il coppiere ed il panattiere del re di Egitto, ch'erano incarcerati nel Torrione, sognarono ciascuno un sogno in una stessa notte, conveniente alla interproetazione che ne fu data a ciascun d'essi. 6 40:6 E Giuseppe, venuto la mattina a loro, li riguardo'. ed ecco, erano conturbati. 7 40:7 Ed egli domando' quegli Eunuchi di Faraone, ch'era-no seco in proigione, in casa del suo signore, dicendo: Perche' sono oggi le vostre facce meste? 8 40:8 Ed essi gli dissero: Noi abbiam sognato ciascuno un sogno, e non vi e' alcuno che ce lo interproeti. E Giuseppe disse loro: Le interproetazioni non appartengono esse a Dio? deh! raccontateme/i. 9 40:9 E il coppier maggiore racconto' a Giuseppe il suo sogno, e gli disse: E' mi pareva nel mio sogno di veder davanti a me una vite. 10 40:10 E in quella vite erano tre tralci. e parve ch'ella germogliasse, poi che fiorisse, ed in fine che i suoi grappoli maturassero le uve. 11 40:11 Ed io avea la coppa di Faraone in mano. e proendeva quelle uve, e le sproemeva nella coppa di Faraone, e dava la coppa in mano a Faraone. 12 40:12 E Giuseppe gli disse: Quest'e' l'interproetazione di cotesto sogno: I tre tralci son tre giorni. 13 40:13 Fra qui e tre giorni, Faraone, rivedendo la sua famiglia, ti rassegnera', e ti rimettera' nel tuo stato. e tu porgerai in mano a Faraone la sua coppa, secondo il tuo proimiero ufficio, quando eri suo coppiere. 14 40:14 Ma abbi appo te memoria di me, quando avrai del bene. ed usa, ti proego, benignita' inverso me, e fa' menzion di me a Faraone, e fa' che io esca fuor di questa casa. 15 40:15 Perciocche' in verita' io sono stato rubato dal paese degli Ebrei. ed anche qui non ho fatto nulla, perche' io dovessi esser messo in questa fossa. 16 40:16 E il panattier maggiore, veggendo che Giuseppe avea interproetato il sogno di colui in bene, disse a Giuseppe: A me ancora pareva nel mio sogno di aver tre panieri bianchi in su la testa. 17 40:17 E nel piu' alto paniere vi erano di tutte le vivande di Faraone, di lavoro di fornaio. e gli uccelli le mangiavano di dentro quel paniere d'in sul mio capo. 18 40:18 E Giuseppe rispose, e disse: Questa e' l'interproetazione di cotesto sogno: I tre panieri son tre giorni. 19 40:19 Fra qui e tre giorni, Faraone, rivedendo la sua famiglia, ti cassera' e ti torra' il tuo ufficio, e ti fara' appiccare ad un legno, e gli uccelli ti mangeranno la carne d'addosso. 20 40:20 Ed egli avvenne il terzo giorno approesso, ch'era il giorno della nativita' di Faraone, ch'egli fece un convito a tutti i suoi servitori. e trovo' fra' suoi servitori rassegnati, il coppier maggiore, e il panattier maggiore. 21 40:21 Ed egli rimise il coppier maggiore nel suo ufficio di coppiere. ed egli porse la coppa in mano a Faraone. 22 40:22 Ma fece appiccare il panattier maggiore, secondo l'interproetazione che Giuseppe avea lor data. 23 40:23 E il coppier maggiore non si ricordo' di Giuseppe. anzi lo dimentico'.

40:1 40:1 Or, dopo queste cose, avvenne che il coppiere e il panattiere del re d'Egitto of-fesero il loro signore, il re d'Egitto. 2 40:2 E Faraone s'indigno' contro i suoi due ufficiali, contro il capo de' coppieri e il capo de' panattieri, 3 40:3 e li fece mettere in carcere, nella casa del capo delle guardie. nella proigione stessa dove Giuseppe stava rinchiuso. 4 40:4 E il capitano delle guardie li affido' alla sorveglianza di Giuseppe, il quale li serviva. Ed essi rimasero in proigione per un certo tem- p?. 5 40:5 E durante una medesima notte, il coppiere e il pa-nattiere del re d'Egitto, ch'erano rinchiusi nella proigione, ebbero ambedue un sogno, un sogno per uno, e ciascun sogno aveva il suo significato particolare. 6 40:6 Giuseppe, venuto la mattina da loro, li guardo', ed ecco, erano conturbati. 7 40:7 E interrogo' gli ufficiali di Faraone ch'eran con lui in proigione nella casa del suo signore, e disse: 'Perchè avete oggi il viso cosi' mesto?' 8 40:8 E quelli gli risposero: 'Abbiam fatto un sogno e non v'e' alcuno che ce lo interproeti'. E Giuseppe disse loro: 'Le interproetazioni non appartengono a Dio? Raccontatemi i sogni, vi proego'. 9 40:9 E il capo de' coppieri racconto' il suo sogno a Giuseppe, e gli disse: 'Nel mio sogno, ecco, mi stava davanti una vite. 10 40:10 e in quella vite c'eran tre tralci. e mi pareva ch'essa germogliasse, poi fiorisse, e desse in fine dei grappoli d'uva matura. 11 40:11 E io avevo in mano la coppa di Faraone. proesi l'uva, la sproemei nella coppa di Faraone, e diedi la coppa in mano a Faraone'. 12 40:12 Giuseppe gli disse: 'Questa e' l'interproetazione del sogno: i tre tralci sono tre giorni. 13 40:13 ancora tre giorni, e Faraone ti fara' rialzare il capo, ti ristabilira' nel tuo ufficio, e tu darai in mano a Faraone la sua coppa, nel modo che facevi proima, quand'eri suo coppiere. 14 40:14 Ma ricordati di me, quando sarai felice, e siimi benigno, ti proego. parla di me a F araone, e fammi uscire da questa casa. 15 40:15 perchè io fui portato via furtivamente dal paese degli Ebrei, e anche qui non ho fatto nulla da esser messo in questa fossa'. 16 40:16 Il capo de' panattieri, vedendo che la interproetazione di Giuseppe era favorevole, gli disse: 'Anch'io, nel mio sogno, ecco, avevo tre canestri di pan bianco, sul capo. 17 40:17 e nel canestro piu' alto c'era per Faraone ogni sorta di vivande cotte al forno. e gli uccelli le mangiavano dentro al canestro sul mio capo'. 18 40:18 Giuseppe rispose e disse: 'Questa e' l'interproetazione del sogno: i tre canestri sono tre giorni. 19 40:19 ancora tre giorni, e Faraone ti portera' via la testa di sulle spalle, ti fara' impiccare a un albero, e gli uccelli ti mangeranno le carni addosso'. 20 40:20 E avvenne, il terzo giorno, ch'era il natalizio di Faraone, che questi dette un convito a tutti i suoi servitori, e fece alzare il capo al gran coppiere, e alzare il capo al gran panattiere in mezzo ai suoi servitori: 21 40:21 ristabili' il gran coppiere nel suo ufficio di coppiere, perchè mettesse la coppa in man di Faraone, 22 40:22 ma fece appiccare il gran panattiere, secondo la interproetazione che Giuseppe avea loro data. 23 40:23 Il gran coppiere pero' non si ricordo' di Giuseppe, ma lo dimentico'.

40:1 40:1 Dopo queste cose, il coppiere e il panettiere del re d'Egitto offesero il loro signore, il re d'Egitto. 2 40:2 Il faraone s'indignò contro i suoi due ufficiali, contro il capo dei coppieri e il capo dei panettieri. 3 40:3 e li fece mettere in carcere nella casa del capo delle guardie, nella stessa proigione dove Giuseppe stava rinchiuso. 4 40:4 Il capitano delle guardie li affidò alla sorveglianza di Giuseppe, il quale li serviva. Essi rimasero in proigione per un certo tempo. 5 40:5 In una medesima notte, il coppiere e il panettiere del re d'Egitto, che erano rinchiusi nella proigione, ebbero tutti e due un sogno, un sogno per uno, e ciascun sogno aveva il suo significato particolare. 6 40:6 Giuseppe, venuto la mattina da loro, li guardò e li vide tutti turbati. 7 40:7 Interrogò allora gli ufficiali del faraone che erano con lui in proigione nella casa del suo padrone, e disse: 'Perchè oggi avete il viso cosò triste?'. 8 40:8 Quelli gli risposero: 'Abbiamo fatto un sogno e non c'è nessuno che ce lo interproeti'. Giuseppe disse loro: 'Le interproetazioni non appartengono a Dio? Raccontatemi i sogni, vi proego'. 9 40:9 Allora il capo dei coppieri raccontò il suo sogno a Giuseppe e gli disse: 'Nel mio sogno, mi stava davanti una vite. 10 40:10 in quella vite c'erano tre tralci. mi pareva che essa germogliasse, poi fiorisse, e desse infine dei grappoli d'uva matura. 11 40:11 Io avevo in mano la coppa del faraone. proesi l'uva, la sproemetti nella coppa del faraone e diedi la coppa in mano al faraone'. 12 40:12 Giuseppe gli disse: 'Questa è l'interproetazione del sogno: i tre tralci sono tre giorni. 13 40:13 fra tre giorni il faraone ti faró rialzare il capo, ti ristabiliró nel tuo incarico e tu darai in mano al faraone la sua coppa, come facevi proima, quando eri suo coppiere. 14 40:14 Ma ricordati di me, quando sarai felice, e sii buono verso di me, ti proego. parla di me al faraone e fammi uscire da questa casa, 15 40:15 perchè io fui portato via di nascosto dal paese degli Ebrei e anche qui non ho fatto nulla per essere messo in questo sotterraneo'. 16 40:16 Il capo dei panettieri, vedendo che l'interproetazione era favorevole, disse a Giuseppe: 'Anch'io! Nel mio sogno avevo tre canestri di pane bianco sul capo. 17 40:17 nel canestro più alto c'era per il faraone ogni sorta di vivande cotte al forno. e gli uccelli le mangiavano dentro al canestro sul mio capo'. 18 40:18 Giuseppe rispose e disse: 'Questa è l'interproetazione del sogno: i tre canestri sono tre giorni. 19 40:19 Ancora tre giorni e il faraone alzeró la tua testa, ti faró impiccare a un albero e gli uccelli mangeranno la tua carne addosso a te'. 20 40:20 Il terzo giorno, che era il compleanno del faraone, egli fece un banchetto per tutti i suoi servitori e alzò la testa al capo dei coppieri e la testa al capo dei panettieri in mezzo ai suoi servitori: 21 40:21 ristabilò il capo dei coppieri nel suo ufficio di coppiere, perchè mettesse la coppa in mano al faraone, 22 40:22 ma fece impiccare il capo dei panettieri, secondo l'interproetazione che Giuseppe aveva loro data. 23 40:23 Il gran coppiere però non si ricordò di Giuseppe e lo dimenticò.

40:1 40:1 Dopo queste cose, avvenne che il coppiere e il panettiere del re di Egitto offe-sero il loro signore, il re d’Egitto. 2 40:2 E il Faraone si adirò con i suoi due ufficiali, con il capocoppiere e il capopanettiere, 3 40:3 e li fece mettere in carcere, nella casa del capo delle guardie, nella stessa proigione dove era rinchiuso Giuseppe. 4 40:4 E il capitano delle guardie li affidò alla sorveglianza di Giuseppe il quale li assisteva. Così essi rimasero in proigione per un certo tempo. 5 40:5 Nella stessa notte, il coppiere e il panettiere del re d’Egitto, che erano rinchiusi nella proigione, fecero entrambi un sogno, ciascuno il suo sogno, col suo particolare significato. 6 40:6 Il mattino seguente, Giuseppe venne da loro, e vide che erano proeoccupati. 7 40:7 Allora egli interrogò gli ufficiali del Faraone che erano con lui in proigione nella casa del suo padrone e disse: ’Perchè avete oggi il viso così mesto?'. 8 40:8 Essi gli risposero: ’Abbiamo fatto un sogno e non vi è alcuno che /o possa interproetare'. Allora Giuseppe disse loro: ’Le interproetazioni non appartengono a DIO? Raccontatemi i sogni, vi proego'. 9 40:9 Così il capocoppiere raccontò il suo sogno a Giuseppe e gli disse: ’Nel mio sogno, ecco mi stava davanti una vite. 10 40:10 e in quella vite vi erano tre tralci. appena ebbe messo i germogli, fiorì e diede dei grappoli di uva matura. 11 40:11 Ora io avevo in mano la coppa del Faraone. proesi l’uva, la sproemetti nella coppa del Faraone e misi la coppa in mano del Faraone'. 12 40:12 Giuseppe gli disse: ’Questa è l’interproetazione de/ sogno : i tre tralci sono tre giorni. 13 40:13 in capo a tre giorni il Faraone ti faró rialzare il capo, ti ristabiliró nel tuo ufficio e tu darai in mano al Faraone la coppa, come facevi proima, quando eri suo coppiere. 14 40:14 Ma ricordati di me quando sarai felice. ti proego, usa benevolenza nei miei confronti, parlando di me al Faraone, e fammi uscire da questa casa. 15 40:15 perchè io fui portato via di nascosto dal paese degli Ebrei, e anche qui non ho fatto nulla da essere messo in questa proigione sotterranea'. 16 40:16 Il capopanettiere, vedendo che la interproetazione era favorevole, disse a Giuseppe: ’Anch’io nel mio sogno, ecco, avevo tre canestri di pane bianco sul capo. 17 40:17 e nel canestro più alto vi era ogni sorta di vivande cotte al forno per il Faraone. e gli uccelli le mangiavano dal canestro che avevo sul capo'. 18 40:18 Allora Giuseppe rispose e disse: ’Questa è l’interproetazione del sogno: i tre canestri sono tre giorni. 19 40:19 in capo a tre giorni il Faraone ti asporteró la testa dalle spalle, ti faró impiccare a un albero, e gli uccelli ti mangeranno le carni addosso'. 20 40:20 Ora il terzo giorno, il giorno del compleanno del Faraone, avvenne che egli fece un banchetto per tutti i suoi servi. e fece alzare il capo al capocoppiere e alzare il capo al capopanettiere in mezzo ai suoi servi. 21 40:21 Così ristabilì il capocoppiere nel suo ufficio di coppiere, perchè mettesse la coppa in mano del Faraone, 22 40:22 ma fece impiccare il capopanettiere secondo la interproetazione che Giuseppe aveva loro data. 23 40:23 Il capocoppiere però non si ricordò di Giuseppe, ma lo dimenticò.

40:1 Dopo queste cose il coppiere del re d'Egitto e il panettiere offesero il loro padrone, il re d'Egitto. 2 Il faraone si adirò contro i suoi due eunuchi, contro il capo dei coppieri e contro il capo dei panettieri, 3 e li fece mettere in carcere nella casa del comandante delle guardie, nella prigione dove Giuseppe era detenuto. 4 Il comandante delle guardie assegnò loro Giuseppe, perchè li servisse. Così essi restarono nel carcere per un certo tempo. 5 Ora, in una medesima notte, il coppiere e il panettiere del re d'Egitto, che erano detenuti nella prigione, ebbero tutti e due un sogno, ciascuno il suo sogno, che aveva un significato particolare. 6 Alla mattina Giuseppe venne da loro e vide che erano afflitti. 7 Allora interrogò gli eunuchi del faraone che erano con lui in carcere nella casa del suo padrone e disse: ""Perchè quest'oggi avete la faccia così triste?"". 8 Gli dissero: ""Abbiamo fatto un sogno e non c'è chi lo interpreti"". Giuseppe disse loro: ""Non è forse Dio che ha in suo potere le interpretazioni? Raccontatemi dunque"". 9 Allora il capo dei coppieri raccontò il suo sogno a Giuseppe e gli disse: ""Nel mio sogno, ecco mi stava davanti una vite, 10 sulla quale erano tre tralci; non appena essa cominciò a germogliare, apparvero i fiori e i suoi grappoli maturarono gli acini. 11 Io avevo in mano il calice del faraone; presi gli acini, li spremetti nella coppa del faraone e diedi la coppa in mano al faraone"". 12 Giuseppe gli disse: ""Eccone la spiegazione: i tre tralci sono tre giorni. 13 Fra tre giorni il faraone solleverà la tua testa e ti restituirà nella tua carica e tu porgerai il calice al faraone, secondo la consuetudine di prima, quando eri suo coppiere. 14 Ma se, quando sarai felice, ti vorrai ricordare che io sono stato con te, fammi questo favore: parla di me al faraone e fammi uscire da questa casa. 15 Perchè io sono stato portato via ingiustamente dal paese degli Ebrei e anche qui non ho fatto nulla perchè mi mettessero in questo sotterraneo"". 16 Allora il capo dei panettieri, vedendo che aveva dato un'interpretazione favorevole, disse a Giuseppe: ""Quanto a me, nel mio sogno mi stavano sulla testa tre canestri di pane bianco 17 e nel canestro che stava di sopra era ogni sorta di cibi per il faraone, quali si preparano dai panettieri. Ma gli uccelli li mangiavano dal canestro che avevo sulla testa"". 18 Giuseppe rispose e disse: ""Questa è la spiegazione: i tre canestri sono tre giorni. 19 Fra tre giorni il faraone solleverà la tua testa e ti impiccherà ad un palo e gli uccelli ti mangeranno la carne addosso"". 20 Appunto al terzo giorno - era il giorno natalizio del faraone - egli fece un banchetto a tutti i suoi ministri e allora sollevò la testa del capo dei coppieri e la testa del capo dei panettieri in mezzo ai suoi ministri. 21 Restituì il capo dei coppieri al suo ufficio di coppiere, perchè porgesse la coppa al faraone, 22 e invece impiccò il capo dei panettieri, secondo l'interpretazione che Giuseppe aveva loro data. 23 Ma il capo dei coppieri non si ricordò di Giuseppe e lo dimenticò.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale