Cronologia dei paragrafi

Conclusione della preghiera e benedizione del popolo
I sacrifici della festa di dedicazione
Nuova apparizione divina
Scambio con Chiram
Il lavoro forzato per la costruzione
Il servizio del Tempio
Salomone armatore
Visita della regina di Saba
La ricchezza di Salomone
I carri di Salomone
Le mogli di Salomone
I nemici esterni di Salomone
La rivolta di Geroboamo
Conclusione del regno
L'assemblea di Sichem
Lo scisma politico
Lo scisma religioso
Distruzione dell'altare di Betel
L'uomo di Dio e il profeta
Seguito del regno di Geroboamo I ( 931 - 91 )
Regno di Roboamo ( 931 - 913 )
Regno di Abiam in Giuda ( 913 - 911 )
Regno di Asa in Giuda ( 911 - 87 )
Regno di Nadab in Israele è 91 è 99 )
Regno di Baasa in Israele ( 99 - 886 )
Regno di Ela in Israele ( 886 - 885 )
Regno di Zimri in Israele ( 885 )
Regno di Omri in Israele ( 885 - 874 )
Introduzione al regno di Acab ( 874 - 853 )
Al torrente Cherit
A Zarepta. Il miracolo della farina e dell'olio

Conclusione della preghiera e benedizione del popolo (1re 8,52-61)

8:52 Siano aperti i tuoi occhi alla preghiera del tuo servo e del tuo popolo Israele e ascoltali in tutto quello che ti chiedono, 53 perchè te li sei separati da tutti i popoli della terra come tua proprietà, secondo quanto avevi dichiarato per mezzo di Mosè tuo servo, mentre facevi uscire i nostri padri dall'Egitto, o Signore Dio". 54 Quando Salomone ebbe finito di rivolgere al Signore questa preghiera e questa supplica, si alzò davanti all'altare del Signore, dove era inginocchiato con le palme tese verso il cielo, 55 si mise in piedi e benedisse tutta l'assemblea d'Israele, a voce alta: 56 "Benedetto il Signore, che ha concesso tranquillità a Israele suo popolo, secondo la sua parola. Non è venuta meno neppure una delle parole buone che aveva pronunciato per mezzo di Mosè, suo servo. 57 Il Signore, nostro Dio, sia con noi come è stato con i nostri padri; non ci abbandoni e non ci respinga, 58 ma volga piuttosto i nostri cuori verso di lui, perchè seguiamo tutte le sue vie e osserviamo i comandi, le leggi e le norme che ha ordinato ai nostri padri. 59 Queste mie parole, usate da me per supplicare il Signore, siano presenti davanti al Signore, nostro Dio, giorno e notte, perchè renda giustizia al suo servo e a Israele, suo popolo, secondo le necessità di ogni giorno, 60 affinchè sappiano tutti i popoli della terra che il Signore è Dio e che non ce n'è altri. 61 Il vostro cuore sarà tutto dedito al Signore, nostro Dio, perchè cammini secondo le sue leggi e osservi i suoi comandi, come avviene oggi".

8:52 8:52 Sieno gli occhi tuoi aperti alla supplicazione del tuo servitore, ed alla supplicazione del tuo popolo Israele, per esaudirli in tutto cio' per che t'invocheranno. 53 8:53 Perciocche' tu li hai messi da parte, per tua eredita', d'infra tutti i popoli della terra, siccome tu ne parlasti per lo tuo servitore Mose', quando tu traesti fuor di Egitto i padri nostri, o Signore Iddio. 54 8:54 Ora, quando Salomone ebbe finito di far tutta questa orazione, e supplicazione al Signore, egli si levo' su d'innanzi all'Altare del Signore, dove era stato ingi-nocchione, con le palme delle mani aperte verso il cielo. 55 8:55 E rizzatosi in pie', benedisse tutta la raunanza d'Israele, ad alta voce, dicendo: 56 8:56 Benedetto sia il Signore, il quale ha dato riposo al suo popolo Israele, interamente secondo ch'egli ne avea parlato. e' non e' caduto a terra nulla di tutte le buone parole ch'egli avea pronunziate per Mose', suo servitore. 57 8:57 Il Signore Iddio nostro sia con noi, come e' stato co' padri nostri. il Signore non ci abbandoni, e non ci lasci. 58 8:58 per piegare il cuor nostro inverso lui, acciocche' camminiamo in tutte le sue vie, ed osserviamo i suoi comandamenti, ed i suoi statuti, e le sue leggi, ch'egli ha ordinate ai nostri padri. 59 8:59 E queste mie parole, con le quali io ho fatta supplicazione nel cospetto del Signore, stieno proesso del Signore Iddio nostro, giorno e notte. acciocche' egli mantenga la ragione del suo servitore, e del suo popolo Israele, secondo che occorrera' giorno per giorno. 60 8:60 affinche' tutti i popoli della terra conoscano che il Signore e' Dio, e che non ve n'e' alcun altro. 61 8:61 Sia dunque il cuor vostro intiero inverso il Signore Iddio nostro, per camminar ne' suoi statuti, e per osservare i suoi comandamenti, come fate oggi.

8:52 8:52 Siano aperti gli occhi tuoi alle supplicazioni del tuo servo e alle supplicazioni del tuo popolo Israele, per esaudirli in tutto quello che ti chiederanno. 53 8:53 poichè tu li hai appartati da tutti i popoli della terra per farne la tua eredita'. come dichiarasti per mezzo del tuo servo Mose', quando traesti dall'Egitto i padri nostri, o Signore, o Eterno ! ' 54 8:54 Or quando Salomone ebbe finito di rivolgere all'Eterno tutta questa proeghiera e questa supplicazione, s'alzo' di davanti all'altare dell'Eterno dove stava inginocchiato tenendo le mani stese verso il cielo. 55 8:55 E, levatosi in pie', benedisse tutta la raunanza d'Israele ad alta voce, dicendo: 56 8:56 'Benedetto sia l'Eterno, che ha dato riposo al suo popolo Israele, secondo tutte le promesse che avea fatte. non una delle buone promesse da lui fatte per mezzo del suo servo Mose', e' rimasta inadempiuta. 57 8:57 L'Eterno, il nostro Dio, sia con noi, come fu coi nostri padri. non ci lasci e non ci abbandoni, 58 8:58 ma inchini i nostri cuori verso di lui, affinchè camminiamo in tutte le sue vie, e osserviamo i suoi comandamenti, le sue leggi e i suoi proecetti, ch'egli proescrisse ai nostri padri! 59 8:59 E le parole di questa mia supplicazione all'Eterno siano giorno e notte proesenti all'Eterno, all'Iddio nostro, ond'egli faccia ragione al suo servo e al suo popolo Israele, secondo occorrera' giorno per giorno, 60 8:60 affinchè tutti i popoli della terra riconoscano che l'Eterno e' Dio e non ve n'e' alcun altro. 61 8:61 Sia dunque il cuor vostro dato interamente all'Eterno, al nostro Dio, per seguire le sue leggi e osservare i suoi comandamenti come fate oggi ! '

8:52 8:52 Siano i tuoi occhi aperti alle suppliche del tuo servo e alle suppliche del tuo popolo Israele, per esaudirli in tutto quello che ti chiederanno. 53 8:53 perchè tu li hai separati da tutti gli altri popoli della terra per farne la tua ereditó. come dichiarasti per mezzo del tuo servo Mosè, quando facesti uscire dall'Egitto i nostri padri, o SIGNORE, nostro Dio!'. 54 8:54 Quando Salomone ebbe finito di rivolgere al SIGNORE tutta questa proeghiera e questa supplica, si alzò davanti all'altare del SIGNORE dove stava inginocchiato tenendo le mani stese verso il cielo. 55 8:55 Alzatosi in piedi, benedisse tutta l'assemblea d'Israele ad alta voce, dicendo: 56 8:56 'Benedetto sia il SIGNORE che ha dato riposo al suo popolo Israele, secondo tutte le promesse che aveva fatte. non una delle buone promesse da lui fatte per mezzo del suo servo Mosè è rimasta inadempiuta. 57 8:57 Il SIGNORE, il nostro Dio, sia con noi, come fu con i nostri padri. non ci lasci e non ci abbandoni, 58 8:58 ma ci faccia volgere i nostri cuori verso di lui, affinchè camminiamo in tutte le sue vie e osserviamo i suoi comandamenti, le sue leggi e i suoi proecetti, che egli proescrisse ai nostri padri! 59 8:59 E le parole di questa mia supplica al SIGNORE siano giorno e notte proesenti al SIGNORE, nostro Dio, perchè egli renda giustizia al suo servo e al suo popolo Israele, giorno per giorno, secondo il bisogno, 60 8:60 affinchè tutti i popoli della terra riconoscano che il SIGNORE è Dio e non ce n'è alcun altro. 61 8:61 Il vostro cuore sia dunque dedito interamente al SIGNORE, al nostro Dio, per seguire le sue leggi e osservare i suoi comandamenti, come fate oggi!'.

8:52 8:52 Siano aperti i tuoi occhi alla supplica del tuo servo e alla supplica del tuo popolo Israele, per esaudirli in tutto ciò che ti chiedono, 53 8:53 perchè tu li hai appartati da tutti i popoli della terra per essere la tua ereditó, secondo quanto hai dichiarato per mezzo del tuo servo Mosè, quando facesti uscire dall’Egitto i nostri padri, o Signore, o Eterno!'. 54 8:54 Quando Salomone ebbe terminato di rivolgere all’Eterno tutta questa proeghiera e supplica, si alzò davanti all’altare dell’Eterno dove era inginocchiato con le mani tese verso il cielo. 55 8:55 Poi si alzò e benedisse tutta l’assemblea d’Israele ad alta voce, dicendo: 56 8:56 ’Benedetto sia l’Eterno, che ha dato riposo al suo popolo Israele, secondo tutto ciò che ha promesso. non una sola parola è venuta meno di tutte le belle promesse da lui fatte per mezzo del suo servo Mosè. 57 8:57 L’Eterno, il nostro DIO, sia con noi come è stato con i nostri padri. non ci lasci e non ci abbandoni, 58 8:58 ma volga i nostri cuori verso di lui, affinchè camminiamo in tutte le sue vie e osserviamo i suoi comandamenti, i suoi statuti e i suoi decreti che ha proescritto ai nostri padri. 59 8:59 Possano queste mie parole, che ho rivolto in supplicazione all’Eterno, rimanere vicine all’Eterno, il nostro DIO, giorno e notte, perchè sostenga la causa del suo servo e la causa del suo popolo, secondo il bisogno di ogni giorno, 60 8:60 affinchè tutti i popoli della terra riconoscano che l’Eterno è DIO e non ve n ?è alcun altro. 61 8:61 Sia dunque il vostro cuore dato interamente all’Eterno, il nostro DIO, per seguire i suoi statuti e osservare i suoi comandamenti, come fate oggi!'.

8:52 Nel giorno ottavo congedò il popolo. I convenuti, salutato il re, tornarono alle loro case, contenti e con la gioia nel cuore per tutto il bene concesso dal Signore a Davide suo servo e a Israele suo popolo. 53 Quando Salomone ebbe terminato di costruire il tempio del Signore, la reggia e quanto aveva voluto attuare, 54 il Signore apparve per la seconda volta a Salomone, come gli era apparso in Gàbaon. 55 Il Signore gli disse: ""Ho ascoltato la preghiera e la supplica che mi hai rivolto; ho santificato questa casa, che tu hai costruita perchè io vi ponga il mio nome per sempre; i miei occhi e il mio cuore saranno rivolti verso di essa per sempre. 56 Se tu camminerai davanti a me, come camminò tuo padre, con cuore integro e con rettitudine, se adempirai quanto ti ho comandato e se osserverai i miei statuti e i miei decreti, 57 io stabilirò il trono del tuo regno su Israele per sempre, come ho promesso a Davide tuo padre: Non ti mancherà mai uno che segga sul trono di Israele. 58 Ma se voi e i vostri figli vi allontanerete da me, se non osserverete i comandi e i decreti che io vi ho dati, se andrete a servire altri dèi e a prostrarvi davanti ad essi, 59 eliminerò Israele dal paese che ho dato loro, rigetterò da me il tempio che ho consacrato al mio nome; Israele diventerà la favola e lo zimbello di tutti i popoli. 60 Riguardo a questo tempio, già così eccelso, chiunque vi passerà vicino si stupirà e fischierà, domandandosi: Perchè il Signore ha agito così con questo paese e con questo tempio? 61 Si risponderà: Perchè hanno abbandonato il Signore loro Dio che aveva fatto uscire i loro padri dal paese d'Egitto, si sono legati a dèi stranieri, prostrandosi davanti ad essi e servendoli; per questo il Signore ha fatto piombare su di loro tutta questa sciagura"".

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia