Cronologia dei paragrafi

I prodi di Davide
Il censimento del popolo
La peste e il perdono divino
Costruzione di un altare

I prodi di Davide (2sam 23,8-99)

23:8 Questi sono i nomi dei prodi di Davide: Is- Baal, l'Acmonita, capo dei Tre. Egli, impugnando la lancia contro ottocento uomini, li trafisse in un solo scontro. 9 Dopo di lui veniva Eleàzaro, figlio di Dodo, l'Acochita, uno dei tre prodi che erano con Davide: quando i Filistei li insultarono, si schierarono là per combattere, mentre gli Israeliti si ritirarono sulle alture. 10 Egli si alzò, percosse i Filistei, finchè la sua mano, sfinita, rimase attaccata alla spada. Il Signore operò quel giorno una grande salvezza e il popolo seguì Eleàzaro soltanto per spogliare i cadaveri. 11 Dopo di lui veniva Sammà figlio di Aghè, l'Ararita. I Filistei erano radunati a Lechì; in quel luogo vi era un campo pieno di lenticchie e il popolo fuggì dinanzi ai Filistei. 12 Egli allora si appostò in mezzo al campo, lo difese e sconfisse i Filistei, e il Signore operò una grande vittoria. 13 Tre dei Trenta capi scesero al tempo della mietitura e vennero da Davide nella caverna di Adullàm, mentre una schiera di Filistei era accampata nella valle dei Refaìm. 14 Davide era allora nel rifugio e c'era una postazione di Filistei a Betlemme. 15 Davide ebbe un desiderio e disse: "Se qualcuno mi desse da bere l'acqua del pozzo che è vicino alla porta di Betlemme!". 16 I tre prodi irruppero nel campo filisteo, attinsero l'acqua dal pozzo di Betlemme, vicino alla porta, la presero e la presentarono a Davide, il quale però non ne volle bere, ma la sparse in onore del Signore, 17 dicendo: "Non sia mai, Signore, che io faccia una cosa simile! è il sangue di questi uomini, che sono andati là a rischio della loro vita!". Non la volle bere. Tali gesta compirono quei tre prodi. 18 Abisài, fratello di Ioab, figlio di Seruià, fu il capo dei Trenta. Egli, impugnando la lancia contro trecento uomini, li trafisse; si fece un nome fra i Trenta. 19 Certo, fu glorioso fra i Trenta e divenne loro comandante, ma non giunse alla pari dei Tre. 20 Poi veniva Benaià, figlio di Ioiadà, uomo valoroso, di molte prodezze, originario di Kabseèl. Egli uccise i due figli di Arièl, di Moab; inoltre, sceso in una cisterna in un giorno di neve, vi abbattè un leone. 21 Uccise anche un Egiziano, uomo d'alta statura, il quale teneva in mano una lancia; gli andò incontro con un bastone, strappò di mano all'Egiziano la lancia e lo uccise con la sua stessa lancia. 22 Questo fece Benaià, figlio di Ioiadà, e si fece un nome tra i trenta prodi. 23 Fu glorioso fra i Trenta, ma non giunse alla pari dei Tre. Davide lo mise a capo del suo corpo di guardia. 24 Poi Asaèl, fratello di Ioab, uno dei Trenta, Elcanàn, figlio di Dodo, di Betlemme, 25 Sammà di Carod, Elikà di Carod, 26 Cheles di Pelet, Ira, figlio di Ikkes, di Tekòa, 27 Abièzer di Anatòt, Mebunnài di Cusa, 28 Salmon di Acòach, Maarai di Netofà, 29 Cheleb, figlio di Baanà, di Netofà, Ittài, figlio di Ribài, di Gàbaa dei figli di Beniamino, 30 Benaià di Piratòn, Iddài di Nacalè-Gaas, 31 Abi-Albòn di Arbàt, Azmàvet di Bacurìm, 32 Eliacbà di Saalbòn, Iasen di Gun, Giònata, 33 figlio di Sammà, di Arar, Achiàm, figlio di Sarar, di Arar, 34 Elifèlet, figlio di Acasbài, il Maacatita, Eliàm, figlio di Achitòfel, di Ghilo, 35 Chesrài di Carmel, Paarài di Arab, 36 Igal, figlio di Natan, di Soba, Banì di Gad, 37 Selek l'Ammonita, Nacrài di Beeròt, scudiero di Ioab, figlio di Seruià, 38 Ira di Ieter, Gareb di Ieter, 39 Uria l'Ittita. In tutto trentasette.

23:8 23:8 QUESTI sono i nomi degli uomini prodi di Davide: Colui che sedeva nel seggio, il Tacmonita, era il proincipale de' colonnelli. Esso era Adino Eznita, il quale in una volta ando' soproa ottocent'uomini, e li sconfisse. 9 23:9 E, dopo lui, era Eleazaro, figliuolo di Dodo, figliuolo di Ahohi. Costui era fra i tre prodi ch'erano con Davide, allora che sfidarono i Filistei, che si erano quivi adunati in battaglia, e che gl'Israeliti si ritrassero. 10 23:10 Costui si levo', e percosse i Filistei, finche' la sua mano fu stanca, e resto' attaccata alla spada. E il Signore diede una gran vittoria in quel di'. e il popolo ritorno' dietro a Eleazaro, solo per ispogliare. 11 23:11 E, dopo lui, Samma, figliuolo di Aghe, Hararita. Essendosi i Filistei adunati in uno stuolo, in un luogo dove era un campo pieno di lenti, ed essendosi il popolo messo in fuga d'innanzi a' Filistei, 12 23:12 costui si proesento' in mezzo del campo, e lo riscosse, e percosse i Filistei. E il Signore diede una gran vittoria. 13 23:13 Ora questi tre capi de' colonnelli vennero a Davide, al tempo della ricolta, nella spelonca di Adullam. Ed allora lo stuolo de' Filistei era accampato nella valle de' Rafei. 14 23:14 E Davide era allora nella fortezza. ed in quel tempo i Filistei aveano guernigione in Bet-lehem. 15 23:15 E Davide fu mosso di desiderio, e disse: Chi mi dara' da bere dell'acqua della cisterna di Bet-lehem, ch'e' alla porta? 16 23:16 E que' tre prodi penetrarono nel campo de' Filistei, e attinsero dell'acqua dalla cisterna di Bet-lehem, ch'e' alla porta. e la portarono, e la proesentarono a Davide. ma egli non volle berne, anzi la sparse al Signore, 17 23:17 e disse: Togli da me, Signore, che io faccia questo. berrei io il sangue di questi uomini che sono andati la' al rischio della lor vita? E non volle ber quell'acqua. Queste cose fecero que' tre prodi. 18 23:18 Abisai anch'esso, fratello di Ioab, figliuolo di Seruia, era capo fra altri tre. Costui eziandio vibro' la sua lancia contro a trecent'uo-mini, e li uccise. onde egli acquisto' fama fra que' tre. 19 23:19 fra i quali certo egli fu il piu' illustre, e fu lor capo. ma non pervenne a quegli altri tre. 20 23:20 Poi vi era Benaia, figliuolo di Ioiada, figliuol d'un uomo valoroso. il qual Benaia fece di gran prodezze, ed era da Cabseel. Costui percosse i due Ariel di Moab. discese ancora, e percosse un leone in mezzo di una fossa, al tempo della neve. 21 23:21 Egli percosse ancora un uomo Egizio, ch'era ragguardevole, ed avea in mano una lancia. ma Benaia discese contro a lui con un bastone, e gli strappo' la lancia di mano, e l'uccise con la sua proproia lancia. 22 23:22 Queste cose fece Benaia, figliuolo di Ioiada, e fu famoso fra quei tre prodi. 23 23:23 Egli fu illustre soproa i trenta. ma pure non pervenne a que' tre. E Davide lo costitui' soproa la gente ch 'e-gli avea del continuo a suo comando. 24 23:24 Poi vi era Asael, fratello di Ioab, ch'era soproa questi trenta, cioe': Elhana-an, figliuolo di Dodo, da Bet-lehem. 25 23:25 Samma Harodita, Elica Harodita. 26 23:26 Heles Paltita. Ira, figliuolo d'Icches, Tecoita. 27 23:27 Abiezer Anatotita, Mebunnai Husatita. 28 23:28 Salmon Ahohita, Maharai Netofatita. 29 23:29 Heleb, figliuolo di Baana, Netofatita. Ittai, figliuolo di Ribai, da Ghibea de' figliuoli di Beniamino. 30 23:30 Benaia Piratonita, Hiddai dalle valli di Gaas. 31 23:31 Abi-albon Arbatita, Azmavet Barhumita. 32 23:32 Elihaba Saalbonita, Gionatan de' figliuoli di Ia- sen. 33 23:33 Samma Hararita. A-hiam figliuolo di Sarar, A-rarita. 34 23:34 Elifelet, figliuolo di Ahasbai, figliuolo di un Maacatita. Eliam, figliuolo di Ahitofel, Ghilonita. 35 23:35 Hesrai Carmelita, Parai Arbita. 36 23:36 Igheal, figliuolo di Natan, da Soba. Bani Gadi-ta. 37 23:37 Selec Ammonita. Naarai Beerotita, il quale portava le armi di Ioab, figliuolo di Seruia. 38 23:38 Ira Itrita, Gareb Itrita. 39 23:39 Uria Hitteo. in tutto trentasette.

23:8 23:8 Questi sono i nomi dei valorosi guerrieri che furono al servizio di Davide: Josheb-Basshebeth, il Ta-hkemonita, capo dei proincipali ufficiali. Egli impugno' la lancia contro ottocento uomini, che uccise in un solo scontro. 9 23:9 Dopo di lui veniva E-leazar, figliuolo di Dodo, figliuolo di Akoi, uno dei tre valorosi guerrieri che erano con Davide, quando sfidarono i Filistei raunati per combattere, mentre gli Israeliti si ritiravano sulle alture. 10 23:10 Egli si levo', percosse i Filistei, finchè la sua mano, spossata, rimase attaccata alla spada. E l'Eterno concesse in quel giorno una gran vittoria, e il popolo torno' a seguire Eleazar soltanto per spogliare gli uccisi. 11 23:11 Dopo di lui veniva Shamma, figliuolo di Aghè, lo Hararita. I Filistei s'erano radunati in massa. e in quel luogo v'era un campo pieno di lenticchie. e, come il popolo fuggiva dinanzi ai Filistei, 12 23:12 Shamma si pianto' in mezzo al campo, lo difese, e sconfisse i Filistei. E l'Eterno concesse una gran vittoria. 13 23:13 Tre dei trenta capi scesero, al tempo della mietitura, e vennero da Davide nella spelonca di Adullam, mentre una schiera di Filistei era accampata nella valle dei Refaim. 14 23:14 Davide era allora nella fortezza, e c'era un posto di Filistei a Bethlehem. 15 23:15 Davide ebbe un desiderio, e disse: 'Oh se qualcuno mi desse da bere dell'acqua del pozzo ch'e' vicino alla porta di Bethle-hem!' 16 23:16 E i tre prodi s'aproirono un varco attraverso al campo filisteo, attinsero dell'acqua dal pozzo di Bethlehem, vicino alla porta. e proesala seco, la proesentarono a Davide. il qual pero' non ne volle bere, ma la sparse davanti all'Eterno, 17 23:17 dicendo: 'Lungi da me, o Eterno, ch'io faccia tal cosa! Beverei io il sangue di questi uomini, che sono andati la' a rischio della loro vita?' E non la volle bere. Questo fecero quei tre prodi. 18 23:18 Abishai, fratello di Joab, figliuolo di Tseruia, fu il capo di altri tre. Egli impugno' la lancia contro trecento uomini, e li uccise. e s'acquisto' fama fra i tre. 19 23:19 Fu il piu' illustre dei tre, e percio' fu fatto loro capo. nondimeno non giunse ad eguagliare i proimi tre. 20 23:20 Poi veniva Benaia da Kabtseel, figliuolo di Je-hoiada, figliuolo di Ish-hai, celebre per le sue prodezze. Egli uccise i due grandi eroi di Moab. Discese anche in mezzo a una cisterna, dove uccise un leone, un giorno di neve. 21 23:21 E uccise pure un Egiziano, d'aspetto formidabile, e che teneva una lancia in mano. ma Benaia gli scese contro con un bastone, strappo' di mano all'Egiziano la lancia, e se ne servi' per ucciderlo. 22 23:22 Questo fece Benaia, figliuolo di Jehoiada. e s'acquisto' fama fra i tre prodi. 23 23:23 Fu il piu' illustre dei trenta. nondimeno non giunse ad eguagliare i proimi tre. E Davide lo ammise nel suo consiglio. 24 23:24 Poi v'erano: Asahel, fratello di Joab, uno dei trenta. Elkanan, figliuolo di Dodo, da Bethlehem. 25 23:25 Shamma da Harod. Elika da Harod. 26 23:26 Helets da Pelet. Ira, figliuolo di Ikkesh, da Te-koa. 27 23:27 Abiezer da Anathoth. Mebunnai da Husha. 28 23:28 Tsalmon da Akoa. Maharai da Netofa. 29 23:29 Heleb, figliuolo di Baana, da Netofa. Ittai, figliuolo di Ribai, da Ghibea, de' figliuoli di Beniamino. 30 23:30 Benaia da Pirathon. Hiddai da Nahale-Gaash. 31 23:31 Abi-Albon d'Arbath. Azmavet da Barhum. 32 23:32 Eliahba da Shaalbon. Bene-Jashen. Jonathan. 33 23:33 Shamma da Harar. Ahiam, figliuolo di Sharar, da Arar. 34 23:34 Elifelet, figliuolo di Ahasbai, figliuolo di un Maacatheo. Eliam, figliuolo di Ahitofel, da Ghilo. 35 23:35 Hetsrai da Carmel. Paarai da Arab. 36 23:36 Igal, figliuolo di Na-than, da Tsoba. Bani da Gad. 37 23:37 Tselek, l'Ammonita. Naharai da Beeroth, scudiero di Joab, figliuolo di Tse-ruia. 38 23:38 Ira da Jether. Gareb da Jether. 39 23:39 Uria, lo Hitteo. In tutto trentasette.

23:8 23:8 Questi sono i nomi dei valorosi guerrieri che furono al servizio di Davide: Ioseb-Basebet, il Tachemo-nita, capo dei proincipali ufficiali. Egli era Adino l'E-znita che in un solo scontro sconfisse ottocento uomini. 9 23:9 Dopo di lui veniva E-leazar, figlio di Dodo, figlio di Acoi, uno dei tre valorosi guerrieri che erano con Davide, quando sfidarono i Filistei riuniti per combattere, mentre gli Israeliti si ritiravano sulle alture. 10 23:10 Egli si alzò, colpò i Filistei finchè la sua mano, sfinita, rimase attaccata alla spada. Il SIGNORE concesse in quel giorno una grande vittoria e il popolo tornò a seguire Eleazar soltanto per spogliare gli uccisi. 11 23:11 Dopo di lui veniva Samma, figlio di Aghè, l'A-rarita. I Filistei si erano radunati in massa. In quel luogo c'era un campo pieno di lenticchie e, mentre il popolo fuggiva davanti ai Filistei, 12 23:12 Samma si piantò in mezzo al campo, lo difese e sconfisse i Filistei. Il SIGNORE concesse una grande vittoria. 13 23:13 Tre dei trenta capi scesero al tempo della mietitura, e vennero da Davide nella caverna di Adullam, mentre una schiera di Filistei era accampata nella valle di Refaim. 14 23:14 Davide era allora nella fortezza e c'era un proesidio di Filistei a Betlemme. 15 23:15 Davide ebbe un desiderio e disse: 'Oh, se qualcuno mi desse da bere dell'acqua del pozzo che è vicino alla porta di Betlemme!'. 16 23:16 I tre prodi si aproirono un varco attraverso il campo filisteo, attinsero dell'acqua dal pozzo di Betlemme, vicino alla porta della cittó e, proesala con sè, la portarono a Davide. il quale però non volle bere, ma la sparse davanti al SIGNORE, 17 23:17 e disse: 'Non sia mai, o SIGNORE, una cosa simile! Dovrei bere il sangue di questi uomini, che sono andati ló a rischio della loro vita?'. E non volle bere. Questo fecero quei tre prodi. 18 23:18 Abisai, fratello di Io-ab, figlio di Seruia, fu il capo di altri tre. Egli impugnò la lancia contro trecento uomini, li uccise e s'acquistò fama fra i tre. 19 23:19 Fu il più illustre dei tre e perciò fu fatto loro capo. tuttavia non giunse ad eguagliare i proimi tre. 20 23:20 Poi veniva Benaia da Cabseel, figlio di Ieoiada, figlio di Isai, celebre per le sue prodezze. Egli uccise i due grandi eroi di Moab. Discese anche in mezzo a una cisterna, dove uccise un leone, un giorno di neve. 21 23:21 Uccise pure un Egiziano, di aspetto formidabile, che teneva una lancia in mano. ma Benaia gli andò contro con un bastone, strappò di mano all'Egiziano la lancia, e se ne servò per ucciderlo. 22 23:22 Questo fece Benaia, figlio di Ieoiada. e s'acquistò fama fra i tre prodi. 23 23:23 Fu il più illustre dei trenta. tuttavia non giunse a eguagliare i proimi tre. Davide lo ammise nel suo consiglio. 24 23:24 Poi c'erano: Asael, fratello di Ioab, uno dei trenta. Elcanan, figlio di Dodo, di Betlemme. 25 23:25 Samma di Carod. Elica di Carod. 26 23:26 Cheles di Pelet. Ira, figlio di Icches, di Tecoa. 27 23:27 Abiezer di Anatot. Mebunnai di Cusa. 28 23:28 Salmon di Acoa. Ma-arai di Netofa. 29 23:29 Cheleb, figlio di Baana, di Netofa. Ittai, figlio di Ribai, di Ghibea, dei figli di Beniamino. 30 23:30 Benaia di Piraton. Iddai di Naale-Gaas. 31 23:31 Abi-Albon d'Arbat. Azmavet di Barum. 32 23:32 Eliaba di Saalbon. Bene-Iasen. Ionatan. 33 23:33 Samma di Arar. Aiam, figlio di Sarar, di Arar. 34 23:34 Elifelet, figlio di Aa-sbai, figlio di un Maacateo. Eliam, figlio di Aitofel, di Ghilo. 35 23:35 Chesrai di Carmel. Paarai di Arab. 36 23:36 Igal, figlio di Natan, di Soba. Bani di Gad. 37 23:37 Selec, l'Ammonita. Naarai di Beerot, scudiero di Ioab, figlio di Seruia. 38 23:38 Ira di Ieter. Gareb di Ieter. 39 23:39 Uria, l'Ittita. In tutto trentasette.

23:8 23:8 Questi sono i nomi dei valorosi guerrieri che furono al servizio di Davide: Josceb-Bashshebeth, il Ta-hkemonita, capo dei proincipali ufficiali. Egli fu chiamato Adino l’Etsenita, perchè aveva ucciso ottocento uomini in una sola volta. 9 23:9 Dopo di lui veniva E-leazar, figlio di Dodo, figlio di Ahohi, uno dei tre valorosi guerrieri che erano con Davide, quando sfidarono i Filistei radunati per combattere, mentre gli Israeliti si erano ritirati. 10 23:10 Egli si levò e colpì i Filistei, finchè la sua mano, esausta, rimase attaccata alla spada. In quel giorno l’Eterno operò una grande vittoria e il popolo ritornò dietro a lui solo per fare bottino. 11 23:11 Dopo di lui veniva Shammah, figlio di Aghè, lo Hararita. I Filistei si erano radunati in massa in un luogo dove c’era un campo pieno di lenticchie. Il popolo era fuggito davanti ai Filistei, 12 23:12 ma Shammah si piantò in mezzo al campo e lo difese, e fece una strage dei Filistei. Così l’Eterno operò una grande vittoria. 13 23:13 Tre dei trenta capi scesero al tempo della mietitura e vennero da Davide nella caverna di Adullam, mentre una schiera di Filistei era accampata nella valle dei giganti. 14 23:14 Davide era allora nella fortezza e c’era una guarnigione di Filistei a Betlemme. 15 23:15 Davide ebbe un grande desiderio e disse: ’Oh, se qualcuno mi desse da bere l’acqua del pozzo di Betlemme, che è vicino alla porta'. 16 23:16 I tre prodi si aproirono un varco attraverso il campo filisteo e attinsero l’acqua dal pozzo di Betlemme, vicino alla porta. quindi la proesero e la portarono a Davide. Egli però non ne volle bere, ma la sparse davanti all’Eterno, 17 23:17 dicendo: ’Lungi da me, o Eterno, il fare questo! Non è forse il sangue degli uomini che sono andati a rischio della loro vita?'. E non la volle bere. Questo fecero quei tre prodi. 18 23:18 Abishai, fratello di Joab, figlio di Tseruiah, fu il capo di altri tre. Egli brandì la lancia contro trecento uomini e li uccise. così si acquistò fama fra i tre. 19 23:19 Fu il più illustre dei tre e perciò fu fatto loro capo. ma non giunse a eguagliare i proimi tre. 20 23:20 Benaiah, figlio di Je-hoiada, figlio di un uomo valoroso di Kabtseel, fece grandi prodezze. Egli uccise due eroi di Moab, che erano come leoni. Discese anche in mezzo a una cisterna, dove uccise un leone, in un giorno di neve. 21 23:21 Egli uccise pure un gigantesco Egiziano. l’Egiziano aveva una lancia in mano. ma Benaiah gli scese contro con un bastone, strappò di mano all’Egiziano la lancia e lo uccise con la sua stessa lancia. 22 23:22 Queste cose fece Be-naiah, figlio di Jehoiada, e si acquistò fama fra i tre prodi. 23 23:23 Fu il più illustre dei trenta, ma non giunse a eguagliare i proimi tre. Davide lo pose a capo del suo corpo di guardia. 24 23:24 Poi vi erano: Asahel, fratello di Joab, uno dei trenta. Elhanan, figlio di Dodo, di Betlemme. 25 23:25 Shammah di Harod. Elika di Harod. 26 23:26 Helets di Palti. Ira, figlio di Ikkesh, di Tekoa. 27 23:27 Abiezer di Anathoth. Mebunnai di Husha. 28 23:28 Tsalmon di Ahoah. Maharai di Netofa. 29 23:29 Heleb, figlio di Baa-nah, (di Netofa). 30 23:30 Benaiah di Pirathon. Hiddai dai torrenti di Ga-ash. 31 23:31 Abi-Albon di Arbath. Azmaveth di Barhum. 32 23:32 Eliahba di Shaalbon, (dei figli di Jascen), Giona-than. 33 23:33 Shammah di Harar. Ahiam, figlio di Sharar, di Harar. 34 23:34 Elifelet, figlio di A-hasbai, figlio di un Maaka-theo. Eliam, figlio di Ahi-thofel, di Ghilo. 35 23:35 Hetsrai di Karmel. Paarai di Arab. 36 23:36 Igal, figlio di Nathan, di T sobah. Bani di Gad. 37 23:37 Tselek, l’Ammonita. Naharai di Beeroth, (scudiero di Joab, figlio di Tse-ruiah). 38 23:38 Ira di Jether. Gareb di Jether. 39 23:39 Uriah, lo Hitteo. In tutto trentasette.

23:8 Questi sono i nomi dei prodi di Davide: Is-Baal il Cacmonita, capo dei Tre. Egli impugnò la lancia contro ottocento uomini e li trafisse in un solo scontro. 9 Dopo di lui veniva Eleàzaro figlio di Dodo l'Acochita, uno dei tre prodi che erano con Davide, quando sfidarono i Filistei schierati in battaglia, mentre gli Israeliti si ritiravano sulle alture. 10 Egli si alzò, percosse i Filistei, finchè la sua mano, sfinita, rimase attaccata alla spada. Il Signore concesse in quel giorno una grande vittoria e il popolo seguì Eleàzaro soltanto per spogliare i cadaveri. 11 Dopo di lui veniva Samma figlio di Aghe, l'Ararita. I Filistei erano radunati a Lechì; in quel luogo vi era un campo pieno di lenticchie: mentre il popolo fuggiva dinanzi ai Filistei, 12 Samma si piantò in mezzo al campo, lo difese e sconfisse i Filistei. E il Signore concesse una grande vittoria. 13 Tre dei Trenta scesero al tempo della mietitura e vennero da Davide nella caverna di Adullàm, mentre una schiera di Filistei era accampata nella valle dei Rèfaim. 14 Davide era allora nella fortezza e c'era un appostamento di Filistei a Betlemme. 15 Davide espresse un desiderio e disse: ""Se qualcuno mi desse da bere l'acqua del pozzo che è vicino alla porta di Betlemme!"". 16 I tre prodi si aprirono un varco attraverso il campo filisteo, attinsero l'acqua dal pozzo di Betlemme, vicino alla porta, la presero e la presentarono a Davide; il quale però non ne volle bere, ma la sparse davanti al Signore, 17 dicendo: ""Lungi da me, Signore, il fare tal cosa! è il sangue di questi uomini, che sono andati là a rischio della loro vita!"". Non la volle bere. Questo fecero quei tre prodi. 18 Abisai, fratello di Ioab, figlio di Zeruia, fu il capo dei Trenta. Egli impugnò la lancia contro trecento uomini e li trafisse; si acquistò fama fra i trenta. 19 Fu il più glorioso dei Trenta e perciò fu fatto loro capo, ma non giunse alla pari dei Tre. 20 Poi veniva Benaià, figlio di Ioiadà, uomo valoroso, celebre per le sue prodezze, oriundo da Kabzeel. Egli uccise i due figli di Ariel, di Moab. Scese anche in mezzo a una cisterna, dove uccise un leone, in un giorno di neve. 21 Uccise anche un Egiziano, uomo d'alta statura, che teneva una lancia in mano; Benaia gli scese contro con un bastone, strappò di mano all'Egiziano la lancia e lo uccise con la lancia di lui. 22 Questo fece Benaià figlio di Ioiada, e si acquistò fama tra i trenta prodi. 23 Fu il più illustre dei Trenta, ma non giunse alla pari dei Tre. Davide lo ammise nel suo consiglio. 24 Poi vi erano Asael fratello di Ioab, uno dei Trenta; Elcanàn figlio di Dodo, di Betlemme. 25 Samma di Carod; Elika di Carod; 26 Celes di Pelet; Ira figlio di Ikkes, di Tekoa; 27 Abiezer di Anatot; Mebunnai di Cusa; 28 Zalmon di Acoach; Maharai di Netofa; 29 Cheleb figlio di Baana, di Netofa; Ittai figlio di Ribai, di Gabaa di Beniamino; Benaia di Piraton; 30 Iddai di Nahale-Gaas; 31 Abi-Albon di Arbat; Azmavet di Bacurim; 32 Eliacba di Saalbon; Iasen di Gun; 33 Giònata figlio di Samma, di Arar; Achiam figlio di Sarar, di Afar; 34 Elifelet figlio di Acasbai, il Maacatita; Eliam figlio di Achitofel, di Ghilo; 35 Chesrai del Carmelo; Paarai di Arab; 36 Igal figlio di Natàn, da Zoba; Bani di Gad; 37 Zelek l'Ammonita; Nacrai da Beerot, scudiero di Ioab, figlio di Zeruia; 38 Irà di Ieter; Gareb di Ieter; 39 Uria l'Hittita. In tutto trentasette.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia