Cronologia dei paragrafi

Ultime parole di Davide
I prodi di Davide
Il censimento del popolo
La peste e il perdono divino
Costruzione di un altare

Ultime parole di Davide (2sam 23,1-7)

23:1 Queste sono le ultime parole di Davide: "Oracolo di Davide, figlio di Iesse, oracolo dell'uomo innalzato dall'Altissimo, del consacrato del Dio di Giacobbe, del soave salmista d'Israele. 2 Lo spirito del Signore parla in me, la sua parola è sulla mia lingua; 3 il Dio di Giacobbe ha parlato, la roccia d'Israele mi ha detto: "Chi governa gli uomini con giustizia, chi governa con timore di Dio, 4 è come luce di un mattino quando sorge il sole, mattino senza nubi, che fa scintillare dopo la pioggia i germogli della terra". 5 Non è forse così la mia casa davanti a Dio, poichè ha stabilito con me un'alleanza eterna, in tutto regolata e osservata? Non farà dunque germogliare quanto mi salva e quanto mi diletta? 6 Ma gli scellerati sono come spine, che si buttano via tutte e non si prendono in mano; 7 chi le tocca si arma di un ferro e di un'asta di lancia e si bruciano sul posto col fuoco".

23:1 23:1 ORA queste son le ultime parole di Davide: Davide, figliuolo d'Isai, dice. Anzi l'uomo che e' stato costituito in alta dignita', L'Unto dell'Iddio di Giacobbe, E il componitore delle soavi canzoni d'Israele, dice: 2 23:2 Lo Spirito del Signore ha parlato per me, E la sua parola e' stata soproa la mia lingua. 3 23:3 L'Iddio d'Israele ha detto. La Rocca d'Israele mi ha parlato, dicendo: Chi signoreggia soproa gli uomini, sia giusto, Signoreggiando nel timor di Dio. 4 23:4 Ed egli sara' come la luce della mattina, quando il sole si leva. Di una mattina senza nuvole. Come l'erba che nasce dalla terra per lo sole, e per la pioggia. 5 23:5 Benche' la mia casa non sara' cosi' appo Iddio. Perciocche' egli ha fatto meco un patto eterno Perfettamente bene ordinato ed osservato. Conciossiache' tutta la mia salute, e tutto il mio piacere sia, Ch'egli non lo fara' rigermogliare. 6 23:6 Ma gli uomini scellerati tutti quanti saranno git-tati via, Come spine che non si proendono con la mano. 7 23:7 Anzi, chi vuol maneggiarle impugna del ferro, od un'asta di lancia. Ovvero, son del tutto bruciate col fuoco in su la pianta.

23:1 23:1 Queste sono le ultime parole di Davide: Parola di Davide, figliuolo d'Isai, parola dell'uomo che fu elevato ad alta dignita', dell'unto dell'Iddio di Giacobbe, del dolce cantore d'Israele: 2 23:2 Lo spirito dell'Eterno ha parlato per mio mezzo, e la sua parola e' stata sulle mie labbra. 3 23:3 L'Iddio d'Israele ha parlato, la Ro'cca d'Israele m'ha detto: 'Colui che regna sugli uomini con giustizia, colui che regna con timor di Dio, 4 23:4 e' come la luce mattutina, quando il sole si leva in un mattino senza nuvole, e col suo splendore, dopo la pioggia, fa spuntare l'erbetta dalla terra'. 5 23:5 Non e' egli cosi' della mia casa dinanzi a Dio? Poich'egli ha fermato con me un patto eterno, in ogni punto ben regolato e sicuro appieno. Non fara' egli germogliare la mia completa salvezza e tutto cio' ch'io bramo? 6 23:6 Ma gli scellerati tutti quanti son come spine che si buttan via e non si piglian con la mano. 7 23:7 chi le tocca s'arma d'un ferro o d'un'asta di lancia e si bruciano interamente la' dove sono.

23:1 23:1 Queste sono le ultime parole di Davide: 'Parola di Davide, figlio d'Isai, parola dell'uomo che fu elevato ad alta dignitó, dell'unto del Dio di Giacobbe, del dolce cantore d'Israele: 2 23:2 lo Spirito del SIGNORE ha parlato per mio mezzo e la sua parola è stata sulle mie labbra. 3 23:3 Il Dio d'Israele ha parlato, la Rocca d'Israele mi ha detto: ""Colui che regna sugli uomini con giustizia, colui che regna con timore di Dio, 4 23:4 è come la luce mattutina, quando il sole si alza in un mattino senza nuvole e con il suo splendore, dopo la pioggia, fa spuntare l'erbetta dalla terra"". 5 23:5 Non è cosò della mia casa davanti a Dio? Poich'egli ha stabilito con me un patto eterno, ben regolato in ogni punto e perfettamente sicuro. Non faró egli germogliare la mia completa salvezza e tutto ciò che io bramo? 6 23:6 Ma gli scellerati tutti quanti sono come spine che si buttano via e non si proendono con la mano. 7 23:7 chi le tocca si arma di un ferro o di un'asta di lancia, e si bruciano interamente ló dove sono'.

23:1 23:1 Queste sono le ultime parole di Davide. Così dice Davide, figlio di Isai, così dice l’uomo che fu elevato in alto, l’unto del DIO di Giacobbe, il dolce cantore d’Israele: 2 23:2 ’Lo Spirito dell’Eterno ha parlato per mezzo mio e la sua parola è stata sulle mie labbra. 3 23:3 Il DIO d’Israele ha parlato, la Rocca d’Israele mi ha detto: ""Colui che regna sugli uomini con giustizia, colui che regna col timore di DIO, 4 23:4 è come la luce del mattino al sorgere del sole, in un mattino senza nuvole, come lo splendore dopo la pioggia, che fa spuntare l’erbetta dalla terra"". 5 23:5 Non è forse così la mia casa davanti a DIO? Poichè egli ha stabilito con me un patto eterno, ordinato in ogni cosa e sicuro. Non faró egli germogliare la mia completa salvezza e tutto ciò che io desidero? 6 23:6 Ma gli scellerati saranno tutti quanti buttati via come le spine, perchè non si possono proendere con le mani. 7 23:7 Chi le tocca si arma di un ferro o di un’asta di lancia, esse sono interamente bruciate sul posto col fuoco'.

23:1 Queste sono le ultime parole di Davide: ""Oracolo di Davide, figlio di Iesse, oracolo dell'uomo che l'Altissimo ha innalzato, del consacrato del Dio di Giacobbe, del soave cantore d'Israele. 2 Lo spirito del Signore parla in me, la sua parola è sulla mia lingua; 3 il Dio di Giacobbe ha parlato, la rupe d'Israele mi ha detto: Chi governa gli uomini ed è giusto, chi governa con timore di Dio, 4 è come la luce del mattino al sorgere del sole, in un mattino senza nubi, che fa scintillare dopo la pioggia i germogli della terra. 5 Così è stabile la mia casa davanti a Dio, perchè ha stabilito con me un'alleanza eterna, in tutto regolata e garantita. Non farà dunque germogliare quanto mi salva e quanto mi diletta? 6 Ma gli scellerati sono come spine, che si buttano via a fasci e non si prendono con la mano; 7 chi le tocca usa un ferro o un'asta di lancia e si bruciano al completo col fuoco"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia