Cronologia dei paragrafi

Merib-Baal
Barzillii
Giuda e Israele si contendono il re
Rivolta di Seba
Assassinio di Amas
Fine della rivolta
I grandi ufficiali di Davide
La grande carestia e l'uccisione dei discendenti di Saul
Gesta contro i Filistei
Salmo di Davide
Ultime parole di Davide
I prodi di Davide
Il censimento del popolo
La peste e il perdono divino
Costruzione di un altare

Merib-Baal (2sam 19,25-31)

19:25 Anche Merib-Baal, nipote di Saul, scese incontro al re. Non si era curato i piedi nè la barba intorno alle labbra e non aveva lavato le vesti dal giorno in cui il re era partito a quello in cui tornava in pace. 26 Mentre andava a Gerusalemme incontro al re, il re gli disse: "Perchè non sei venuto con me, Merib-Baal?". 27 Egli rispose: "O re, mio signore, il mio servo mi ha ingannato! Il tuo servo aveva detto: "Io mi farò sellare l'asino, monterò e andrò con il re, perchè il tuo servo è zoppo". 28 Inoltre egli ha calunniato il tuo servo presso il re, mio signore. Però il re, mio signore, è come un angelo di Dio; fa' dunque ciò che sembrerà bene ai tuoi occhi. 29 Perchè tutti quelli della casa di mio padre erano solo degni di morte per il re, mio signore; ma tu hai posto il tuo servo fra quelli che mangiano alla tua tavola. E che diritto avrei ancora di supplicare il re?". 30 Il re gli disse: "Non occorre che tu aggiunga altre parole. Ho deciso: tu e Siba vi dividerete i campi". 31 Merib-Baal rispose al re: "Se li prenda pure tutti lui, dato che ormai il re, mio signore, è tornato in pace a casa sua!".

19:25 19:25 E quando egli venne in Gerusalemme incontro al re, il re gli disse: Perche' non venisti meco, Mefibo-set? 26 19:26 Ed egli disse: O re, mio signore, il mio servitore m'inganno'. perciocche' il tuo servitore avea detto: Io mi faro' sellar l'asino, e montero' su, ed andro' col re. conciossiache' il tuo servitore sia zoppo. 27 19:27 Ed egli ha calunniato il tuo servitore appo il re, mio signore. ma pure il re, mio signore, e' come un angelo di Dio. fa' dunque cio' che ti piacera'. 28 19:28 Conciossiache' tutta la casa di mio padre non sia se non d'uomini che hanno meritata la morte appo il re, mio signore. e pur tu avevi posto il tuo servitore fra quelli che mangiano alla tua tavola. E qual diritto ho io ancora, e che ho io da gridare piu' al re? 29 19:29 E il re gli disse: Perche' conteresti piu' le tue ragioni? Io ho detto: Tu, e Si-ba, partite le possessioni. 30 19:30 E Mefiboset disse al re: Anzi proenda egli pure il tutto, poiche' il re, mio signore, e' venuto in pace in casa sua. 31 19:31 Or Barzillai Galaadi-ta era disceso da Roghelim, e passo' il Giordano col re, per accompagnarlo fin di la' dal Giordano.

19:25 19:25 E quando fu giunto da Gerusalemme per incontrare il re, il re gli disse: 'Perchè non venisti meco, Mefibosheth?' 26 19:26 Quegli rispose: 'O re, mio signore, il mio servo m'inganno'. perchè il tuo servo, che e' zoppo, avea detto: - Io mi faro' sellar l'asino, montero', e andro' col re. 27 19:27 - Ed egli ha calunniato il tuo servo proesso il re mio signore. ma il re mio signore e' come un angelo di Dio. fa' dunque cio' che ti piacera'. 28 19:28 Poichè tutti quelli della casa di mio padre non avrebbero meritato dal re mio signore altro che la morte. e, nondimeno, tu avevi posto il tuo servo fra quelli che mangiano alla tua mensa. E qual altro diritto poss'io avere? E perchè continuerei io a supplicare il re?' 29 19:29 E il re gli disse: 'Non occorre che tu aggiunga altre parole. L'ho detto. tu e Tsiba dividetevi le terre'. 30 19:30 E Mefibosheth rispose al re: 'Si proenda pur egli ogni cosa, giacchè il re mio signore e' tornato in pace a casa sua'. 31 19:31 Or Barzillai, il Gala-adita, scese da Roghelim, e passo' il Giordano col re, per accompagnarlo di la' dal Giordano.

19:25 19:25 Quando giunse da Gerusalemme per incontrare il re, il re gli disse: 'Perchè non venisti con me, Mefiboset?'. 26 19:26 Questi rispose: 'O re, mio signore, il mio servo m'ingannò. perchè il tuo servo, che è zoppo, aveva detto: ""Io mi farò sellare l'asino, monterò e andrò con il re"". 27 19:27 Ed egli ha calunniato il tuo servo proesso il re mio signore. ma il re mio signore è come un angelo di Dio. fó dunque ciò che ti piaceró, 28 19:28 poichè tutti quelli della casa di mio padre non avrebbero meritato dal re mio signore altro che la morte. e, nondimeno, tu avevi messo il tuo servo tra quelli che mangiano alla tua mensa. Quale altro diritto potrei avere? E perchè dovrei continuare a supplicare il re?'. 29 19:29 Il re gli disse: 'Non occorre che tu aggiunga altre parole. Ho deciso: tu e Siba dividetevi le terre'. 30 19:30 Mefiboset rispose al re: 'Si proenda pure egli ogni cosa, poichè il re mio signore è tornato in pace a casa sua'. 31 19:31 Barzillai, il Galaadi-ta, scese da Roghelim e attraversò il Giordano con il re, per accompagnarlo di ló dal Giordano.

19:25 19:25 Quando giunse da Gerusalemme per incontrare il re, il re gli disse: ’Perchè non sei venuto con me, Mefibosceth?'. 26 19:26 Egli rispose: ’O re, mio signore, il mio servo mi ha ingannato, perchè il tuo servo aveva detto: ""Io mi farò sellare l’asino, monterò e andrò col re"", poichè il tuo servo è zoppo. 27 19:27 Inoltre egli ha calunniato il tuo servo proesso il re mio signore. ma il re mio signore è come un angelo di DIO. fó dunque ciò che ti piaceró. 28 19:28 Tutti quelli della casa di mio padre infatti non meritavano altro che la morte davanti al re mio signore. ciò nonostante tu avevi posto il tuo servo fra quelli che mangiano alla tua mensa. Perciò qual diritto avrei ancora di gridare al re?'. 29 19:29 Il re gli disse: ’Non occorre che tu aggiunga altre parole. Io ho deciso: Tu e Tsiba dividetevi le terre'. 30 19:30 Allora Mefibosceth rispose al re: ’proenda pure tutto, perchè il re mio signore è tornato in pace a casa sua'. 31 19:31 Anche Barzillai, il Galaadita, scese da Roghe-lim e passò il Giordano col re, per accompagnarlo di ló dal Giordano.

19:25 Anche Merib-Baal nipote di Saul scese incontro al re. Non si era curato i piedi e le mani, nè la barba intorno alle labbra e non aveva lavato le vesti dal giorno in cui il re era partito a quello in cui tornava in pace. 26 Quando giunse da Gerusalemme incontro al re, il re gli disse: ""Perchè non sei venuto con me, Merib-Baal?"". 27 Egli rispose: ""Re, mio signore, il mio servo mi ha ingannato! Il tuo servo aveva detto: Io mi farò sellare l'asino, monterò e andrò con il re, perchè il tuo servo è zoppo. 28 Ma egli ha calunniato il tuo servo presso il re mio signore. Però il re mio signore è come un angelo di Dio; fó dunque ciò che sembrerà bene ai tuoi occhi. 29 Perchè tutti quelli della casa di mio padre non avevano meritato dal re mio signore altro che la morte; ma tu avevi posto il tuo servo fra quelli che mangiano alla tua tavola. E che diritto avrei ancora di implorare presso il re?"". 30 Il re gli disse: ""Non occorre che tu aggiunga altre parole. Ho deciso: tu e Ziba vi dividerete i campi"". 31 Merib-Baal rispose al re: ""Se li prenda pure tutti lui, dato che ormai il re mio signore è tornato in pace a casa!"".

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia