Cronologia dei paragrafi

Episodi del ritorno: Simea
Merib-Baal
Barzillii
Giuda e Israele si contendono il re
Rivolta di Seba
Assassinio di Amas
Fine della rivolta
I grandi ufficiali di Davide
La grande carestia e l'uccisione dei discendenti di Saul
Gesta contro i Filistei
Salmo di Davide
Ultime parole di Davide
I prodi di Davide
Il censimento del popolo
La peste e il perdono divino
Costruzione di un altare

Episodi del ritorno: Simea (2sam 19,16-24)

19:16 Il re dunque tornò e giunse al Giordano; quelli di Giuda vennero a Gàlgala per andare incontro al re e per fargli passare il Giordano. 17 Simei, figlio di Ghera, Beniaminita, che era di Bacurìm, si affrettò a scendere con gli uomini di Giuda incontro al re Davide. 18 Aveva con sè mille uomini di Beniamino. Siba, il domestico della casa di Saul, i suoi quindici figli e i suoi venti servi si precipitarono al Giordano prima del re. 19 La barca faceva la traversata per far passare la famiglia del re e poi fare quanto gli fosse sembrato opportuno. Intanto Simei, figlio di Ghera, si gettò ai piedi del re nel momento in cui passava il Giordano 20 e disse al re: "Il mio signore non tenga conto della mia colpa! Quanto il tuo servo ha commesso quando il re, mio signore, è uscito da Gerusalemme, non ricordarlo, non lo conservi il re nel suo cuore! 21 Certo, il tuo servo riconosce di aver peccato, ed ecco oggi, primo di tutta la casa di Giuseppe, sono sceso incontro al re, mio signore". 22 Ma Abisài, figlio di Seruià, disse: "Non dovrà forse essere messo a morte Simei perchè ha maledetto il consacrato del Signore?". 23 Davide disse: "Che ho io in comune con voi, o figli di Seruià, perchè diventiate oggi miei avversari? Si può mettere a morte oggi qualcuno in Israele? Non so già forse di essere oggi il re d'Israele?". 24 Il re disse a Simei: "Tu non morirai!". E il re glielo giurò.

19:16 19:16 E Simi, figliuolo di Ghera, Beniaminita, ch'era da Bahurim, si affretto', e scese con que' di Giuda incontro al re Davide, 17 19:17 avendo seco mille uomini di Beniamino. e Si-ba, famiglio della casa di Saulle, con quindici suoi figliuoli, e venti suoi servitori. e passarono il Giordano davanti al re. 18 19:18 Poi la barca passo', per tragittare la famiglia del re, e per far cio' che piacerebbe al re. E, come il re era per passare il Giordano, Simi, figliuolo di Ghera, gli si gitto' ai piedi. 19 19:19 e disse al re: Il mio signore non m'imputi a colpa, e non ridurti a memoria il misfatto che il tuo servitore commise al giorno che il re, mio signore, usci' fuor di Gerusalemme, per recarselo a cuore. 20 19:20 Perciocche' il tuo servitore conosce che io ho peccato. ed ecco, oggi son venuto il proimo, avanti ogni altro della casa di Giuseppe, per iscendere incontro al re, mio signore. 21 19:21 Ma Abisai, figliuolo di Seruia, si mosse a dire: Non si farebbe egli morir Simi, percio' ch'egli ha maledetto l'Unto del Signore? 22 19:22 E Davide disse: Che ho io da far con voi, figliuoli di Seruia, che oggi mi siate in luogo di Satana? Fa-rebbesi oggi morire alcuno in Israele? perciocche' non conosco io che oggi son re soproa Israele? 23 19:23 E il re disse a Simi: Tu non morrai. E il re gliel giuro'. 24 19:24 Poi scese ancora incontro al re Mefiboset, figliuolo di Saulle. il quale non si avea acconci i piedi, ne' la barba, ne' lavati i vestimenti, dal di' che il re se n'era andato, fino al giorno ch'egli torno' in pace.

19:16 19:16 Shimei, figliuolo di Ghera, beniaminita, ch'era di Bahurim, si affretto' a scendere con gli uomini di Giuda incontro al re Davide. 17 19:17 Egli avea seco mille uomini di Beniamino, Tsi-ba, servo della casa di Saul, coi suoi quindici figliuoli e i suoi venti servi. Essi passarono il Giordano davanti al re. 18 19:18 La chiatta che dovea tragittare la famiglia del re e tenersi a sua disposizione, passo'. e Shimei, figliuolo di Ghera, prostratosi dinanzi al re, nel momento in cui questi stava per passare il Giordano, 19 19:19 gli disse: 'Non tenga conto, il mio signore, della mia iniquita', e dimentichi la perversa condotta tenuta dal suo servo il giorno in cui il re mio signore usciva da Gerusalemme. e non ne serbi il re risentimento ! 20 19:20 Poichè il tuo servo riconosce che ha peccato. e per questo sono stato oggi il proimo di tutta la casa di Giuseppe a scendere incontro al re mio signore'. 21 19:21 Ma Abishai, figliuolo di Tseruia, proese a dire: 'Nonostante questo, Shimei non dev'egli morire per aver maledetto l'unto dell'Eterno?' 22 19:22 E Davide disse: 'Che ho io da fare con voi, o figliuoli di Tseruia, che vi mostrate oggi miei avversari? Si farebb'egli morir oggi qualcuno in Israele? Non so io dunque che oggi divento re d'Israele?' 23 19:23 E il re disse a Shimei: 'Tu non morrai!' E il re glielo giuro'. 24 19:24 Mefibosheth, nipote di Saul, scese anch'egli incontro al re. Ei non s'era puliti i piedi, nè spuntata la barba, nè lavate le vesti dal giorno in cui il re era partito fino a quello in cui tornava in pace.

19:16 19:16 Simei, figlio di Ghe-ra, Beniaminita, che era di Baurim, si affrettò a scendere con gli uomini di Giuda incontro al re Davide. 17 19:17 Egli aveva con sè mille uomini di Beniamino, Siba, servo della casa di Saul, con i suoi quindici figli e i suoi venti servi. Essi attraversarono il Giordano davanti al re. 18 19:18 La chiatta che doveva traghettare la famiglia del re e tenersi a sua disposizione passò. e Simei, figlio di Ghera, prostratosi davanti al re, nel momento in cui questi stava per attraversare il Giordano, 19 19:19 gli disse: 'Non tenga conto, il mio signore, della mia iniquitó e dimentichi la perversa condotta tenuta dal suo servo il giorno in cui il re mio signore usciva da Gerusalemme. non me ne serbi rancore il re! 20 19:20 Poichè il tuo servo riconosce che ha peccato. per questo sono stato oggi il proimo di tutta la casa di Giuseppe a scendere incontro al re mio signore'. 21 19:21 Ma Abisai, figlio di Seruia, proese a dire: 'Nonostante questo, Simei non deve forse morire per aver maledetto l'unto del SIGNORE?'. 22 19:22 Davide disse: 'Che ho da fare con voi, o figli di Seruia, che vi mostrate oggi miei avversari? Si dovrebbe far morire qualcuno in Israele oggi? Io so che oggi sono diventato re d'Israele'. 23 19:23 Il re disse a Simei: 'Tu non morirai!'. E il re glielo giurò. 24 19:24 Mefiboset, nipote di Saul, scese incontro al re. Egli non si era pulito i piedi, non aveva curato la barba nè aveva lavato le sue vesti dal giorno in cui il re era partito fino a quello in cui tornava in pace.

19:16 19:16 Scimei, figlio di Ghe-ra, Beniaminita, che era di Bahurim, si affrettò a scendere con gli uomini di Giuda incontro al re Davide. 17 19:17 Egli aveva con sè mille uomini di Beniamino e Tsiba, servo della casa di Saul, con i suoi quindici figli e i suoi venti servi insieme a lui. Essi passarono il Giordano davanti al re. 18 19:18 Essi passarono col traghetto per portare di ló la famiglia del re e per fare ciò che sembrava bene al re. Intanto Scimei, figlio di Ghera, si prostrò davanti al re, nel momento in cui questi passava il Giordano, 19 19:19 e disse al re: ’Non mi imputi il mio signore alcuna colpa e dimentichi il male che il tuo servo ha fatto il giorno in cui il re mio signore usciva da Gerusalemme. il re non ne tenga conto. 20 19:20 Poichè il tuo servo riconosce di aver peccato. Ed ecco, oggi sono stato il proimo di tutta la casa di Giuseppe a scendere incontro al re mio signore'. 21 19:21 Ma Abishai, figlio di Tseruiah, proese a dire: ’Non dovrebbe Scimei essere messo a morte per aver maledetto l’unto dell’Eterno?'. 22 19:22 Davide disse: ’Che ho io da fare con voi, o figli di Tseruiah, che vi mostrate oggi miei avversari? Si può oggi mettere a morte qualcuno in Israele? Non so io forse che oggi sono re d’Israele?'. 23 19:23 Il re disse quindi a Scimei: ’Tu non morrai!'. E il re glielo giurò. 24 19:24 Anche Mefibosceth, nipote di Saul, scese incontro al re. Egli non si era curato i piedi, nè spuntata la barba e non aveva lavato le vesti dal giorno in cui il re era partito fino a quello in cui tornava in pace.

19:16 Il re dunque tornò e giunse al Giordano; quelli di Giuda vennero a Gàlgala per andare incontro al re e per fargli passare il Giordano. 17 Simei, figlio di Ghera, Beniaminita, che era di Bacurim, si affrettò a scendere con gli uomini di Giuda incontro al re Davide. 18 Aveva con sè mille uomini di Beniamino. Ziba, il servo della casa di Saul, i suoi quindici figli con lui e i suoi venti servi si erano precipitati al Giordano prima del re 19 e avevano servito per far passare la famiglia del re e per fare quanto a lui sarebbe piaciuto. Intanto Simei, figlio di Ghera, si gettò ai piedi del re nel momento in cui passava il Giordano 20 e disse al re: ""Il mio signore non tenga conto della mia colpa! Non ricordarti di quanto il tuo servo ha commesso quando il re mio signore è uscito da Gerusalemme; il re non lo conservi nella sua mente! 21 Perchè il tuo servo riconosce di aver peccato ed ecco, oggi, primo di tutta la casa di Giuseppe, sono sceso incontro al re mio signore"". 22 Ma Abisai figlio di Zeruia, disse: ""Non dovrà forse essere messo a morte Simeì perchè ha maledetto il consacrato del Signore?"". 23 Davide disse: ""Che ho io in comune con voi, o figli di Zeruia, che vi mostriate oggi miei avversari? Si può mettere a morte oggi qualcuno in Israele? Non so dunque che oggi divento re di Israele?"". 24 Il re disse a Simeì: ""Tu non morirai!"". E il re glielo giurò.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia