Cronologia dei paragrafi

Davide è Ziba
Simee maledice Davide
Cusai raggiunge Assalonne
Assalonne e le concubine di Davide
Cusai sventa i piani di Achitifel
Davide, informato, passa il Giordano
Assalonne passa il Giordano. Davide è Macanaim
Disfatta del partito di Assalonne
Morte di Assalonne
Davide viene informato
Dolore di Davide
Si prepara il ritorno di Davide
Episodi del ritorno: Simea
Merib-Baal
Barzillii
Giuda e Israele si contendono il re
Rivolta di Seba
Assassinio di Amas
Fine della rivolta
I grandi ufficiali di Davide
La grande carestia e l'uccisione dei discendenti di Saul
Gesta contro i Filistei
Salmo di Davide
Ultime parole di Davide
I prodi di Davide
Il censimento del popolo
La peste e il perdono divino
Costruzione di un altare

Davide è Ziba (2sam 16,1-4)

16:1 Davide aveva appena superato la cima del monte, quand'ecco Siba, servo di Merib-Baal, gli si fece incontro con un paio di asini sellati e carichi di duecento pani, cento grappoli di uva passa, cento frutti d'estate e un otre di vino. 2 Il re disse a Siba: "Che vuoi fare di queste cose?". Siba rispose: "Gli asini serviranno da cavalcatura alla famiglia del re, i pani e i frutti d'estate sono per sfamare i giovani, il vino per dissetare quelli che saranno stanchi nel deserto". 3 Il re disse: "Dov'è il figlio del tuo signore?". Siba rispose al re: "Ecco, è rimasto a Gerusalemme perchè ha detto: "Oggi la casa di Israele mi restituirà il regno di mio padre"". 4 Il re disse a Siba: "Quanto appartiene a Merib- Baal è tuo". Siba rispose: "Mi prostro! Possa io trovar grazia ai tuoi occhi, o re, mio signore!".

16:1 16:1 Ora, quando Davide fu passato un poco di la' dalla cima del monte, ecco, Siba, servitore di Mefiboset, gli venne incontro con un paio d'asini carichi, soproa i quali erano dugento pani, e cento mazzuoli d'uve secche, e cento di frutti dalla state, ed un baril di vino. 2 16:2 E il re disse a Siba: Che vuoi far di coteste cose? E Siba disse: Gli asini son per la famiglia del re, per cavalcarli. e il pane, e i frutti dalla state, son per li fanti, perche' mangino. e il vino e' per quelli che saranno stanchi nel deserto, perche' bevano. 3 16:3 E il re disse: E dove e' il figliuolo del tuo signore? E Siba disse al re: Ecco, egli e' dimorato in Gerusalemme. perciocche' egli ha detto: Oggi la casa d'Israele mi restituira' il reame di mio padre. 4 16:4 E il re disse a Siba: Ecco, tutto quello ch'era di Mefiboset e' tuo. E Siba disse: Io mi t'inchino, o re, mio signore. trovi io pur grazia appo te.

16:1 16:1 Or quando Davide ebbe di poco varcato la cima del monte, ecco che Tsiba, servo di Mefibosheth, gli si fece incontro con un paio d'asini sellati e carichi di duecento pani, cento masse d'uva secca, cento di frutta d'estate e un otre di vino. 2 16:2 Il re disse a Tsiba: 'Che vuoi tu fare di coteste cose?' Tsiba rispose: 'Gli asini serviranno di cavalcatura alla casa del re. il pane e i frutti d'estate sono per nutrire i giovani, e il vino e' perchè ne bevan quelli che saranno stanchi nel deserto'. 3 16:3 Il re disse: 'E dov'e' il figliuolo del tuo signore?' Tsiba rispose al re: 'Ecco, e' rimasto a Gerusalemme, perchè ha detto: - Oggi la casa d'Israele mi rendera' il regno di mio padre'. 4 16:4 Il re disse a Tsiba: 'Tutto quello che appartiene a Mefibosheth e' tuo'. Tsiba replico': 'Io mi prostro dinanzi a te! Possa io trovar grazia agli occhi tuoi, o re, mio signore!'

16:1 16:1 Davide aveva superato di poco la cima del monte, quando Siba, servo di Mefi-boset, gli venne incontro con un paio di asini sellati e carichi di duecento pani, cento grappoli d'uva passa, un centinaio di frutti di stagione e un otre di vino. 2 16:2 Il re disse a Siba: 'Che vuoi fare con queste cose?'. Siba rispose: 'Gli asini serviranno da cavalcatura per la famiglia del re. il pane e i frutti di stagione sono per nutrire i giovani, il vino per dissetare quelli che saranno stanchi nel deserto'. 3 16:3 Il re disse: 'Dov'è il figlio del tuo signore?'. Si-ba rispose al re: 'è rimasto a Gerusalemme, perchè ha detto: ""Oggi la casa d'Israele mi renderó il regno di mio padre""'. 4 16:4 Il re disse a Siba: 'Tutto quello che appartiene a Mefiboset è tuo'. Siba replicò: 'Io mi prostro davanti a te! Possa io trovare grazia agli occhi tuoi, o re, mio signore!'.

16:1 16:2 Il re disse a Tsiba: ’Cosa intendi fare con queste cose?'. Tsiba rispose: ’Gli asini serviranno di cavalcatura alla casa del re. il pane e i frutti d’estate sono per nutrire i giovani, e il vino è perchè ne bevano quelli che saranno stanchi nel deserto'. 2 16:3 Il re disse: ’Dov’è il figlio del tuo signore?'. Tsiba rispose al re: ’Ecco, è rimasto a Gerusalemme, perchè ha detto: ""Oggi la casa d’Israele mi restituiró il regno di mio padre""'. 3 16:4 Allora il re disse a Tsiba: ’Ecco, tutto ciò che appartiene a Mefibosceth è tuo'. Tsiba rispose: ’Io mi prostro davanti a te. Possa io trovare grazia ai tuoi occhi, o re, mio signore!'. 4 16:5 Quando il re Davide giunse a Bahurim, ecco uscire di ló un uomo della stessa parentela della casa di Saul, di nome Scimei, figlio di Ghera. Egli usciva proferendo maledizioni,

16:1 Davide aveva di poco superato la cima del monte, quando ecco Ziba, servo di Merib-Baal, gli si fece incontro con un paio di asini sellati e carichi di duecento pani, cento grappoli di uva secca, cento frutti d'estate e un otre di vino. 2 Il re disse a Ziba: ""Che vuoi fare di queste cose?"". Ziba rispose: ""Gli asini serviranno di cavalcatura alla reggia, i pani e i frutti d'estate sono per sfamare i giovani, il vino per dissetare quelli che saranno stanchi nel deserto"". 3 Il re disse: ""Dov'è il figlio del tuo signore?"". Ziba rispose al re: ""Ecco, è rimasto a Gerusalemme perchè ha detto: Oggi la casa di Israele mi renderà il regno di mio padre"". 4 Il re disse a Ziba: ""Quanto appartiene a Merib- Baal è tuo"". Ziba rispose: ""Mi prostro! Possa io trovar grazia ai tuoi occhi, re mio signore!"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia