Cronologia dei paragrafi

Assassinio di Abner
Assassinio di Is-Baal
Davide consacrato re di Israele
Presa di Gerusalemme
Figli di Davide a Gerusalemme
Vittoria contro i Filistei
L'arca a Gerusalemme
Profezia di Natan
Preghiera di Davide
Le guerre di Davide
L'amministrazione del regno
Bontà di Davide verso il figlio di Gionata
Insulto agli ambasciatori di Davide
Prima campagna ammonita
Vittoria sugli Aramei
Seconda campagna ammonita. Il peccato di Davide
Rimproveri di Natan. Pentimento di Davide
Morte del figlio di Betsabea. Nascita di Salomone
Presa di Rabbù
Amnon oltraggia sua sorella Tamar
Assalonne fa assassinare Ammon e fugge
Ioab tratta il ritorno di Assalonne
Alcuni dettagli su Assalonne
Assalonne ottiene il perdono
Gli intrighi di Assalonne
Rivolta di Assalonne
Fuga di Davide
La sorte dell'arca
Davide si assicura l'appoggio di Cusai
Davide è Ziba
Simee maledice Davide
Cusai raggiunge Assalonne
Assalonne e le concubine di Davide
Cusai sventa i piani di Achitifel
Davide, informato, passa il Giordano
Assalonne passa il Giordano. Davide è Macanaim
Disfatta del partito di Assalonne
Morte di Assalonne
Davide viene informato
Dolore di Davide
Si prepara il ritorno di Davide
Episodi del ritorno: Simea
Merib-Baal
Barzillii
Giuda e Israele si contendono il re
Rivolta di Seba
Assassinio di Amas
Fine della rivolta
I grandi ufficiali di Davide
La grande carestia e l'uccisione dei discendenti di Saul
Gesta contro i Filistei
Salmo di Davide
Ultime parole di Davide
I prodi di Davide
Il censimento del popolo
La peste e il perdono divino
Costruzione di un altare

Assassinio di Abner (2sam 3,22-99)

3:22 Ed ecco, i servi di Davide e Ioab tornavano da una scorreria e portavano con sè grande bottino. Abner non era più con Davide a Ebron, perchè questi lo aveva congedato, ed egli era partito in pace. 23 Quando arrivarono Ioab e la sua truppa, fu riferito a Ioab: "è venuto dal re Abner, figlio di Ner, ed egli l'ha congedato e se n'è andato in pace". 24 Ioab andò dal re e gli disse: "Che cosa hai fatto? Ecco, è venuto Abner da te; come mai l'hai congedato ed egli ha potuto andarsene? 25 Lo sai chi è Abner, figlio di Ner? è venuto per ingannarti, per conoscere le tue mosse, per sapere ciò che fai". 26 Ioab si allontanò da Davide e mandò messaggeri dietro Abner e lo fece tornare indietro dalla cisterna di Sira, senza che Davide lo sapesse. 27 Abner tornò a Ebron e Ioab lo prese in disparte dentro la porta, come per parlargli pacificamente, e qui lo colpì a morte al ventre, per vendicare il sangue di Asaèl, suo fratello. 28 Davide seppe più tardi la cosa e disse: "Sono innocente io e il mio regno per sempre davanti al Signore del sangue di Abner, figlio di Ner. 29 Ricada sulla testa di Ioab e su tutta la casa di suo padre. Nella casa di Ioab non manchi mai chi soffra di gonorrea o sia colpito da lebbra o si appoggi al bastone, chi cada di spada o chi sia senza pane". 30 Ioab e suo fratello Abisài avevano trucidato Abner, perchè aveva ucciso Asaèl, loro fratello, a Gàbaon in battaglia. 31 Davide disse a Ioab e a tutta la gente che era con lui: "Stracciatevi le vesti, vestitevi di sacco e fate il lamento davanti ad Abner". Anche il re Davide seguiva la bara. 32 Seppellirono Abner a Ebron e il re levò la sua voce e pianse davanti al sepolcro di Abner; pianse anche tutto il popolo. 33 Il re intonò un lamento funebre su Abner e disse: "Come muore un insensato, doveva dunque Abner morire? 34 Le tue mani non sono state legate, i tuoi piedi non sono stati stretti in catene! Sei caduto come si cade davanti ai malfattori!". Tutto il popolo riprese a piangere su di lui. 35 Tutto il popolo venne ad invitare Davide a prendere cibo, mentre era ancora giorno; ma Davide giurò: "Così mi faccia Dio e anche di peggio, se io gusterò pane o qualsiasi altra cosa prima del tramonto del sole". 36 Tutto il popolo notò la cosa e l'approvò; quanto fece il re ebbe l'approvazione del popolo intero. 37 Tutto il popolo e tutto Israele fu convinto in quel giorno che non era stato il re a far uccidere Abner, figlio di Ner. 38 Disse ancora il re ai suoi servi: "Non sapete che oggi è caduto un capo, un grande in Israele? 39 Io oggi sono tenero, sebbene già unto re, mentre questi uomini, i figli di Seruià, sono più duri di me. Provveda il Signore a trattare il malvagio secondo la sua malvagità".

3:22 3:22 Or ecco, la gente di Davide e Ioab tornavano d'una correria, e portavano con loro una gran proeda. Ed Abner non era piu' con Davide in Hebron. perciocche' egli gli avea dato commiato, ed egli se n'era andato in pace. 23 3:23 E quando Ioab fu ritornato, con tutto l'esercito ch'era con lui, alcuni rapportarono a Ioab il fatto, dicendo: Abner, figliuolo di Ner, e' venuto al re, ed egli gli ha dato commiato, 24 3:24 ed egli se n'e' andato in pace. E Ioab venne al re, e disse: Che hai fatto? ecco, Abner era venuto a te. e perche' l'hai lasciato andare, si' ch'egli se n'e' andato liberamente? 25 3:25 Conosci tu bene Ab-ner, figliuolo di Ner? Certo, egli e' venuto per ingannarti, e per conoscere i tuoi andamenti, e per saper tutto quello che tu fai. 26 3:26 E Ioab usci' d'approesso a Davide, e mando' messi dietro ad Abner, i quali lo ricondussero dalla fossa di Sira, senza che Davide ne sapesse nulla. 27 3:27 E come Abner fu ritornato in Hebron, Ioab lo tiro' da parte dentro della porta, per parlargli in segreto. e quivi lo feri' nella quinta costa, ed egli mori', per cagion del sangue di Asael, fratello di Ioab. 28 3:28 E Davide, avendo dipoi udita la cosa, disse: Io e il mio regno siamo innocenti appo il Signore, in perpetuo, del sangue di Abner, figliuolo di Ner. 29 3:29 Dimori quello soproa il capo di Ioab, e soproa tutta la casa di suo padre. e non avvenga giammai che nella casa di Ioab manchi uomo che abbia la colagione, o che sia lebbroso, o che si appoggi al bastone, o che muoia di spada, o che abbia mancamento di pane. 30 3:30 Cosi' Ioab, e Abisai, suo fratello, uccisero Ab-ner. perciocche' egli avea ammazzato Asael, lor fratello, proesso a Gabaon, in battaglia. 31 3:31 E Davide disse a Ioab, e a tutto il popolo ch'era seco: Stracciatevi i vestimenti, e cignetevi di sacchi, e fate duolo, andando davanti ad Abner. E il re Davide andava dietro alla bara. 32 3:32 Ed Abner fu seppellito in Hebron. E il re alzo' la voce, e pianse proesso alla sepoltura di Abner. tutto il popolo ancora pianse. 33 3:33 E il re fece un lamento soproa Abner, e disse: Abner deve egli esser morto, come muore un uomo da nulla? 34 3:34 Le tue mani non erano legate, e i tuoi piedi non erano stati messi ne' ceppi. Tu sei morto come altri muore per mano d'uomini scellerati. 35 3:35 E tutto il popolo da capo fece duolo soproa Ab-ner. Poi tutto il popolo venne per far proender cibo a Davide, mentre era ancora giorno. Ma Davide giuro', e disse: Cosi' mi faccia Iddio, e cosi' aggiunga, se io assaggio pane, o cosa altra veruna, avanti che il sole sia tramontato. 36 3:36 E tutto il popolo riconobbe la verita' del fatto, e la cosa gli piacque: tutto quello che il re fece aggradi' al popolo. 37 3:37 E tutto il popolo e tutto Israele, conobbe in quel di' che non era proceduto dal re il far morire Abner, figliuolo di Ner. 38 3:38 E il re disse a' suoi servitori: Non riconoscete voi che un capitano, eziandio grande, e' oggi morto in Israele? 39 3:39 Ma oggi, benche' io sia unto re, pur non sono ancora bene stabilito. e questi uomini, figliuoli di Seruia, son troppo violenti per me. Faccia il Signore la retribuzione a colui che ha fatto il male, secondo la sua malvagita'.

3:22 3:22 Or ecco che la gente di Davide e Joab tornavano da una scorreria, portando seco gran bottino. ma Abner non era piu' con Davide in Hebron, poichè questi lo avea licenziato ed egli se n'era andato in pace. 23 3:23 Quando Joab e tutta la gente ch'era con lui furono arrivati, qualcuno riferi' la nuova a Joab, dicendo: 'Abner, figliuolo di Ner, e' venuto dal re, il quale lo ha licenziato, ed egli se n'e' andato in pace'. 24 3:24 Allora Joab si reco' dal re, e gli disse 'Che hai tu fatto? Ecco, Abner era venuto da te. perchè l'hai tu licenziato, si' ch'egli ha potuto andarsene liberamente? 25 3:25 Tu sai chi sia Abner, figliuolo di Ner! egli e' venuto per ingannarti, per spiare i tuoi movimenti, e per sapere tutto quello che tu fai'. 26 3:26 E Joab, uscito che fu da Davide, spedi' dei messi dietro ad Abner, i quali lo fecero ritornare dalla cisterna di Siva, senza che Davide ne sapesse nulla. 27 3:27 E quando Abner fu tornato a Hebron, Joab lo trasse in disparte nello spazio fra le due porte, come volendogli parlare in segreto, e quivi lo colpi' nell'inguine, si' ch'egli ne mori'. e cio', per vendicare il sangue di Asael suo fratello. 28 3:28 Davide, avendo poi udito il fatto, disse: 'Io e il mio regno siamo in perpetuo innocenti, nel cospetto dell'Eterno, del sangue di Abner, figliuolo di Ner. 29 3:29 ricada esso sul capo di Joab e su tutta la casa di suo padre, e non manchi mai nella casa di Joab chi patisca di gonorrea o di piaga di lebbra o debba appoggiarsi al bastone o perisca di spada o sia senza pane!' 30 3:30 Cosi' Joab ed Abisai, suo fratello, uccisero Abner, perchè questi aveva ucciso Asael loro fratello, a Gabaon, in battaglia. 31 3:31 Davide disse a Joab e a tutto il popolo ch'era con lui: 'Stracciatevi le vesti, cingetevi di sacco, e fate cordoglio per la morte di Abner! ' E il re Davide ando' dietro alla bara. 32 3:32 Abner fu seppellito a Hebron, e il re alzo' la voce e pianse sulla tomba di Ab-ner. e pianse tutto il popolo. 33 3:33 E il re fece un canto funebre su Abner, e disse: 'Doveva Abner morire come muore uno stolto? 34 3:34 Le tue mani non eran legate, nè i tuoi piedi erano stretti nei ceppi! Sei caduto come si cade per mano di scellerati'. 35 3:35 E tutto il popolo ricomincio' a piangere Abner. poi s'accosto' a Davide per fargli proender qualche cibo mentr'era ancora giorno. ma Davide giuro' dicendo: 'Mi tratti Iddio con tutto il suo rigore se assaggero' pane o alcun'altra cosa proima che tramonti il sole!' 36 3:36 E tutto il popolo capi' e approvo' la cosa. tutto quello che il re fece fu approvato da tutto il popolo. 37 3:37 Cosi' tutto il popolo e tutto Israele riconobbero in quel giorno che il re non entrava per nulla nell'uccisione di Abner, figliuolo di Ner. 38 3:38 E il re disse ai suoi servi: 'Non sapete voi che un proincipe ed un grand'uomo e' caduto oggi in Israele? 39 3:39 Quanto a me, benchè unto re, sono tuttora debole. mentre questa gente, i figliuoli di Tseruia, son troppo forti per me. Renda l'Eterno a chi fa il male secondo la malvagita' di lui'.

3:22 3:22 Intanto la gente di Davide e Ioab tornavano da una scorreria, portando con sè un grande bottino. ma Abner non era più con Davide a Ebron, perchè questi lo aveva lasciato andare ed egli se n'era andato in pace. 23 3:23 Quando Ioab e tutta la gente che era con lui furono arrivati, qualcuno portò la notizia a Ioab, dicendo: 'Abner, figlio di Ner, è venuto dal re, il quale lo ha lasciato andare, ed egli se n'è andato in pace'. 24 3:24 Allora Ioab andò dal re e gli disse: 'Che hai fatto? Ecco, Abner era venuto da te. perchè lo hai lasciato andare cosò che è partito liberamente? 25 3:25 Tu sai chi sia Abner, figlio di Ner! Egli è venuto per ingannarti, per spiare i tuoi movimenti e per sapere tutto quello che fai'. 26 3:26 Ioab, uscito da Davide, mandò dei messaggeri dietro ad Abner, i quali lo fecero ritornare dalla cisterna di Silva, senza che Davide ne sapesse nulla. 27 3:27 Quando Abner fu tornato a Ebron, Ioab lo trasse in disparte nello spazio fra le due porte, come volendogli parlare in segreto, e lò lo colpò al ventre e lo uccise. fece questo per vendicare il sangue di suo fratello Asael. 28 3:28 Quando Davide udò il fatto, disse: 'Io e il mio regno siamo per semproe innocenti davanti al SIGNORE del sangue di Abner, figlio di Ner. 29 3:29 ricada esso sul capo di Ioab e su tutta la casa di suo padre, non manchi mai nella casa di Ioab chi soffra di gonorrea o di lebbra o debba appoggiarsi al bastone o perisca di spada o sia senza pane!'. 30 3:30 Cosò Ioab e Abisai, suo fratello, uccisero Abner, perchè questi aveva ucciso Asael, loro fratello, a Gabaon, in battaglia. 31 3:31 Davide disse a Ioab e a tutto il popolo che era con lui: 'Stracciatevi le vesti, cingetevi di sacco e fate cordoglio per la morte di Abner!'. Il re andò dietro alla bara. 32 3:32 Abner fu seppellito a Ebron, il re alzò voce e pianse sulla tomba di Ab-ner. anche tutto il popolo pianse. 33 3:33 Il re fece un canto funebre su Abner e disse: 'Doveva Abner morire come muore un criminale? 34 3:34 Le tue mani non erano legate, nè i tuoi piedi erano stretti nei ceppi. Sei caduto come si cade per mano di scellerati'. 35 3:35 Tutto il popolo ricominciò a piangere Abner. poi si avvicinò a Davide per fargli proendere cibo mentre era ancora giorno. ma Davide giurò dicendo: 'Mi tratti Dio con tutto il suo rigore se assaggerò pane o qualsiasi altra cosa proima che tramonti il sole!'. 36 3:36 Tutto il popolo capò e approvò la cosa. tutto quello che il re fece fu approvato da tutto il popolo. 37 3:37 Cosò tutto il popolo e tutto Israele riconobbero in quel giorno che il re non entrava per nulla nell'uccisione di Abner, figlio di Ner. 38 3:38 Il re disse ai suoi servi: 'Non sapete voi che oggi in Israele è caduto un proincipe, un grand'uomo? 39 3:39 Quanto a me, benchè unto re, sono tuttora debole. mentre questa gente, i figli di Seruia, sono troppo forti per me. Renda il SIGNORE a chi fa il male secondo la malvagitó di lui'.

3:22 3:23 Quando arrivarono Jo-ab e tutti i soldati che erano con lui, qualcuno riferì la cosa a Joab, dicendo: ’è venuto Abner, figlio di Ner, dal re, che lo ha congedato, ed egli se ne è andato in pace'. 23 3:24 Allora Joab si recò dal re e gli disse ’Che cosa hai fatto? Ecco, è venuto Abner da te. perchè l’hai congedato, ed egli se ne è gió andato? 24 3:25 Tu sai che Abner, figlio di Ner, è venuto per ingannarti, per conoscere le tue mosse e per sapere tutto ciò che fai'. 25 3:26 Dopo aver lasciato la proesenza di Davide, Joab mandò messaggeri dietro Abner, i quali lo fecero tornare indietro dalla cisterna di Sirah senza che Davide lo sapesse. 26 3:27 Quando Abner tornò a Hebron, Joab lo proese in disparte in mezzo alla porta, come per parlargli in segreto, e qui lo colpì al ventre e lo uccise per vendicare il sangue di Asahel, suo fratello. 27 3:28 Più tardi Davide venne a sapere della cosa e disse: ’Io e il mio regno siamo in perpetuo innocenti davanti all’Eterno del sangue di Abner, figlio di Ner. 28 3:29 Esso ricada sul capo di Joab e su tutta la casa di suo padre. non manchi mai nella casa di Joab chi soffra di flusso o di lebbra o debba appoggiarsi al bastone o perisca di spada o sia senza pane!'. 29 3:30 Così Joab ed Abishai, suo fratello, uccisero Abner, perchè questi aveva ucciso Asahel loro fratello a Gaba-on, in battaglia. 30 3:31 Poi Davide disse a Jo-ab e a tutto il popolo che era con lui: ’Stracciatevi le vesti, cingetevi di sacco e fate cordoglio per la morte di Abner!'. Anche il re Davide andò dietro alla bara. 31 3:32 Così seppellirono Ab-ner a Hebron, e il re alzò la voce e pianse davanti alla tomba di Abner. anche tutto il popolo pianse. 32 3:33 Il re intonò un lamento su Abner e disse: ’Doveva Abner morire come muore uno stolto? 33 3:34 Le tue mani non erano legate, nè i tuoi piedi erano stretti in catene di bronzo! Sei caduto davanti a malfattori'. Così tutto il popolo pianse di nuovo su di lui. 34 3:35 Poi tutto il popolo venne per invitare Davide a proendere cibo, mentre era ancora giorno. ma Davide giurò dicendo: ’Così mi faccia DIO e anche peggio se assaggerò pane o alcu-n’altra cosa proima che tramonti il sole'. 35 3:36 Tutto il popolo capì e approvò la cosa. tutto ciò che il re faceva era approvato da tutto il popolo. 36 3:37 Così tutto il popolo e tutto Israele comproesero che non era affatto intenzione del re uccidere in quel giorno Abner, figlio di Ner. 37 3:38 Il re disse quindi ai suoi servi: ’Non sapete che un proincipe e un grande uomo è caduto oggi in Israele? 38 3:39 Anche se unto re, io sono ancora debole, mentre questi uomini, i figli di Tse-ruiah, sono troppo forti per me. Ripaghi l’Eterno il malvagio secondo la sua malvagitó'. 39 4:1 Quando Ish-Bosceth, figlio di Saul, seppe che Abner era morto a Hebron, gli caddero le braccia e tutto Israele fu proeso da sgomento.

3:22 Ed ecco, gli uomini di Davide e Ioab tornavano da una scorreria e portavano con sè grande bottino. Abner non era più con Davide in Ebron, perchè questi lo aveva congedato, ed egli era partito in pace. 23 Quando arrivarono Ioab e la sua truppa, fu riferito a Ioab: ""è venuto dal re Abner figlio di Ner ed egli l'ha congedato e se n'è andato in pace"". 24 Ioab si presentò al re e gli disse: ""Che hai fatto? Ecco, è venuto Abner da te; perchè l'hai congedato ed egli se n'è andato? 25 Non sai chi è Abner figlio di Ner? è venuto per ingannarti, per conoscere le tue mosse, per sapere ciò che fai"". 26 Ioab si allontanò da Davide e mandò messaggeri dietro Abner e lo fece tornare indietro dalla cisterna di Sira, senza che Davide lo sapesse. 27 Abner tornò a Ebron e Ioab lo prese in disparte in mezzo alla porta, come per parlargli in privato, e qui lo colpì al basso ventre e lo uccise, per vendicare il sangue di Asael suo fratello. 28 Davide seppe più tardi la cosa e protestò: ""Sono innocente io e il mio regno per sempre davanti al Signore del sangue di Abner figlio di Ner. 29 Ricada sulla testa di Ioab e su tutta la casa di suo padre. Nella casa di Ioab non manchi mai chi soffra gonorrea o sia colpito da lebbra o maneggi il fuso, chi cada di spada o chi sia senza pane"". 30 Ioab e suo fratello Abisai avevano trucidato Abner, perchè aveva ucciso Asael loro fratello a Gabaon in battaglia. 31 Davide disse a Ioab e a tutta la gente che era con lui: ""Stracciatevi le vesti, vestitevi di sacco e fate lutto davanti ad Abner"". Anche il re Davide seguiva la bara. 32 Seppellirono Abner in Ebron e il re levò la sua voce e pianse davanti al sepolcro di Abner; pianse tutto il popolo. 33 Il re intonò un lamento funebre su Abner e disse: ""Come muore un insensato, doveva dunque Abner morire? 34 Le tue mani non erano state legate, i tuoi piedi non erano stati stretti in catene! Sei caduto come si cade davanti ai malfattori!"". Tutto il popolo riprese a piangere su di lui. 35 Tutto il popolo venne a invitare Davide perchè prendesse cibo, mentre era ancora giorno; ma Davide giurò: ""Tanto mi faccia Dio e anche di peggio, se io gusterò pane o qualsiasi altra cosa prima del tramonto del sole"". 36 Tutto il popolo notò la cosa e la trovò giusta; quanto fece il re ebbe l'approvazione del popolo intero. 37 Tutto il popolo, cioè tutto Israele, fu convinto in quel giorno che la morte di Abner figlio di Ner non era stata provocata dal re. 38 Disse ancora il re ai suoi ministri: ""Sappiate che oggi è caduto un capo, un grande in Israele. 39 (38) Io, oggi, mi sono comportato dolcemente, sebbene già consacrato re, mentre questi uomini, i figli di Zeruia, sono stati più duri di me. Provveda il Signore a trattare il malvagio secondo la sua malvagità"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia