Cronologia dei paragrafi

Elegia di Davide su Saul e Gionata
Consacrazione di Davide e messaggio agli uomini di Iabes
Abner impone Is-Baal come re di Israele
Guerra tra Giuda è Israele. Battaglia di Gabaon
Figli di Davide nati a Ebron
Rottura tra Abner è Is-Baal
Abner tratta con Davide
Assassinio di Abner
Assassinio di Is-Baal
Davide consacrato re di Israele
Presa di Gerusalemme
Figli di Davide a Gerusalemme
Vittoria contro i Filistei
L'arca a Gerusalemme
Profezia di Natan
Preghiera di Davide
Le guerre di Davide
L'amministrazione del regno
Bontà di Davide verso il figlio di Gionata
Insulto agli ambasciatori di Davide
Prima campagna ammonita
Vittoria sugli Aramei
Seconda campagna ammonita. Il peccato di Davide
Rimproveri di Natan. Pentimento di Davide
Morte del figlio di Betsabea. Nascita di Salomone
Presa di Rabbù
Amnon oltraggia sua sorella Tamar
Assalonne fa assassinare Ammon e fugge
Ioab tratta il ritorno di Assalonne
Alcuni dettagli su Assalonne
Assalonne ottiene il perdono
Gli intrighi di Assalonne
Rivolta di Assalonne
Fuga di Davide
La sorte dell'arca
Davide si assicura l'appoggio di Cusai
Davide è Ziba
Simee maledice Davide
Cusai raggiunge Assalonne
Assalonne e le concubine di Davide
Cusai sventa i piani di Achitifel
Davide, informato, passa il Giordano
Assalonne passa il Giordano. Davide è Macanaim
Disfatta del partito di Assalonne
Morte di Assalonne
Davide viene informato
Dolore di Davide
Si prepara il ritorno di Davide
Episodi del ritorno: Simea
Merib-Baal
Barzillii
Giuda e Israele si contendono il re
Rivolta di Seba
Assassinio di Amas
Fine della rivolta
I grandi ufficiali di Davide
La grande carestia e l'uccisione dei discendenti di Saul
Gesta contro i Filistei
Salmo di Davide
Ultime parole di Davide
I prodi di Davide
Il censimento del popolo
La peste e il perdono divino
Costruzione di un altare

Elegia di Davide su Saul e Gionata (2sam 1,17-99)

1:17 Allora Davide intonò questo lamento su Saul e suo figlio Giònata 18 e ordinò che fosse insegnato ai figli di Giuda; è il canto dell'arco e si trova scritto nel libro del Giusto: 19 "Il tuo vanto, Israele, sulle tue alture giace trafitto! Come sono caduti gli eroi? 20 Non fatelo sapere in Gat, non l'annunciate per le vie di àscalon, perchè non ne facciano festa le figlie dei Filistei, non ne gioiscano le figlie dei non circoncisi! 21 O monti di Gèlboe, non più rugiada nè pioggia su di voi nè campi da primizie, perchè qui fu rigettato lo scudo degli eroi; lo scudo di Saul non fu unto con olio, 22 ma col sangue dei trafitti, col grasso degli eroi. O arco di Giònata! Non tornò mai indietro. O spada di Saul! Non tornava mai a vuoto. 23 O Saul e Giònata, amabili e gentili, nè in vita nè in morte furono divisi; erano più veloci delle aquile, più forti dei leoni. 24 Figlie d'Israele, piangete su Saul, che con delizia vi rivestiva di porpora, che appendeva gioielli d'oro sulle vostre vesti. 25 Come son caduti gli eroi in mezzo alla battaglia? Giònata, sulle tue alture trafitto! 26 Una grande pena ho per te, fratello mio, Giònata! Tu mi eri molto caro; la tua amicizia era per me preziosa, più che amore di donna. 27 Come sono caduti gli eroi, sono perite le armi?".

1:17 1:17 ALLORA Davide fece questo lamento soproa Saul-le, e soproa Gionatan, suo figliuolo. 18 1:18 e lo pronunzio', per ammaestrare i figliuoli di Giuda a tirar l'arco (ecco, esso e' scritto nel Libro del Diritto): 19 1:19 O gentil paese d'Israele, Soproa i tuoi alti luoghi giacciono gli uccisi. Come son caduti gli uomini valorosi! 20 1:20 Nol rapportate in Gat, E non ne recate le novelle nelle piazze di Ascalon. Che talora le figliuole de' Filistei non se ne rallegrino. Che talora le figliuole de-gl'incirconcisi non ne facciano festa. 21 1:21 O monti di Ghilboa, Soproa voi non sia giammai ne' rugiada, ne' pioggia, Ne' campi da portare offerte. Perciocche' quivi e' stato git-tato via lo scudo de' prodi, Lo scudo di Saulle, come se egli non fosse stato unto con olio. 22 1:22 L'arco di Gionatan non si rivolgea indietro, Che non avesse sparso il sangue degli uccisi, E trafitto il grasso de' prodi, E la spada di Saulle non se ne ritornava a vuoto. 23 1:23 Saulle e Gionatan, amabili e piacevoli in vita loro, Eziandio nella morte loro non sono stati separati. Erano piu' veloci che aquile. Piu' forti che leoni. 24 1:24 Figliuole d'Israele, piangete per cagion di Saulle, Il qual faceva ch'eravate vestite di scarlatto in delizie. Il qual faceva che mettevate de' fregi d'oro in su le vostre robe. 25 1:25 Come son caduti i prodi in mezzo della battaglia! E come e' stato ucciso Gionatan soproa i tuoi alti luoghi, O paese d'Israele! 26 1:26 Gionatan, fratello mio, io son distretto per cagion di te. Tu mi eri molto piacevole. L'amor tuo mi era piu' singolare che l'amor che si porta alle donne. 27 1:27 Come son caduti i prodi, E son periti gli arnesi da guerra!

1:17 1:17 Allora Davide compose questa elegia soproa Saul e sul figlio di lui Gionathan, 18 1:18 e ordino' che fosse insegnata ai figliuoli di Giuda. e' l'elegia dell'arco. Si trova scritta nel libro del Giusto. 19 1:19 Il fiore de' tuoi figli, o Israele, giace ucciso sulle tue alture! Come mai son caduti quei prodi? 20 1:20 Non ne recate la nuova a Gath, non lo pubblicate per le strade d'Askalon. le figliuole de' Filistei ne gioirebbero, le figliuole degl'incirconcisi ne farebbero festa. 21 1:21 O monti di Ghilboa, su voi non cada piu' nè rugiada nè pioggia, nè piu' vi siano campi da offerte. poichè la' fu gettato via lo scudo de' prodi, lo scudo di Saul, che l'olio non ungera' piu'. 22 1:22 L'arco di Gionathan non tornava mai dalla pugna senz'avere sparso sangue di uccisi, senz'aver trafitto grasso di prodi. e la spada di Saul non tornava indietro senz'avere colpito. 23 1:23 Saul e Gionathan, tanto amati e cari, mentr'erano in vita, non sono stati divisi nella lor morte. Eran piu' veloci delle aquile, piu' forti de' leoni! 24 1:24 Figliuole d'Israele, piangete su Saul, che vi rivestiva deliziosamente di scarlatto, che alle vostre vesti metteva degli ornamenti d'oro. 25 1:25 Come mai son caduti i prodi in mezzo alla pugna? Come mai venne ucciso Gionathan sulle tue alture? 26 1:26 Io sono in angoscia a motivo di te, o fratel mio Gionathan. tu m'eri sommamente caro, e l'amor tuo per me era piu' maraviglioso che l'amore delle donne. Come mai son caduti i prodi? come mai sono state infrante le loro armi? 27

1:17 1:17 Allora Davide compose questo canto funebre su Saul e suo figlio Gionatan, 18 1:18 e ordinò che fosse insegnato ai figli di Giuda. è il canto dell'arco. Si trova scritto nel Libro del Giusto. 19 1:19 Il fiore dei tuoi figli, o Israele, giace ucciso sulle tue alture! Come mai sono caduti quei prodi? 20 1:20 Non portate la notizia a Gat, non lo pubblicate per le strade di Ascalon. le figlie dei Filistei ne gioirebbero, le figlie degl'incircon-cisi ne farebbero festa. 21 1:21 O monti di Ghilboa, su di voi non cada più nè rugiada nè pioggia. i vostri campi non diano più proimizie per le offerte. poichè ló fu gettato via lo scudo dei prodi, lo scudo di Saul, che l'olio non ungeró più. 22 1:22 L'arco di Gionatan non tornava mai dalla battaglia senza avere sparso sangue di uccisi, senza aver trafitto grasso di prodi. e la spada di Saul non tornava indietro senza avere colpito. 23 1:23 Saul e Gionatan, tanto amati e cari mentr'erano in vita, non sono stati divisi nella loro morte. Erano più veloci delle aquile, più forti dei leoni! 24 1:24 Figlie d'Israele, piangete su Saul. egli vi rivestiva deliziosamente di scarlatto, alle vostre vesti metteva degli ornamenti d'oro. 25 1:25 Come mai sono caduti i prodi in mezzo alla battaglia? Come mai venne ucciso Gionatan sulle tue alture? 26 1:26 Io sono in angoscia a motivo di te, Gionatan, fratello mio. tu mi eri molto caro, e l'amore tuo per me era più meraviglioso dell'amore delle donne. 27 1:27 Come mai sono caduti i prodi? Come mai sono state infrante le loro armi?

1:17 1:18 e ordinò di insegnarlo ai figli di Giuda: il canto dell’arco. Ecco, si trova scritto nel libro del Giusto. 18 1:19 ’Lo splendore d’Israele giace ucciso sulle tue alture! Come mai sono caduti i prodi? 19 1:20 Non annunziatelo a Gath, non fatelo sapere per le vie di Ashkalon. perchè non gioiscano le figlie dei Filistei, perchè non esultino le figlie degli incirconcisi. 20 1:21 O monti di Ghilboa, non vi sia più nè rugiada nè pioggia su di voi, nè campi di offerte. perchè ló fu gettato via lo scudo dei prodi, lo scudo di Saul, non più unto con olio. 21 1:22 Dal sangue degli uccisi, dal grasso dei prodi, l’arco di Gionathan non si ritrasse mai e la spada di Saul non tornò mai a vuoto. 22 1:23 Saul e Gionathan, tanto amati e cordiali in vita, non furono divisi nella loro morte. Erano più veloci delle aquile, più forti dei leoni. 23 1:24 Figlie d’Israele, piangete su Saul, che vi rivestiva di scarlatto nel lusso, che ornava d’oro le vostre vesti. 24 1:25 Come mai sono caduti i prodi in mezzo alla battaglia, e fu Gionathan ucciso sulle tue alture? 25 1:26 Io sono in angoscia per te, fratello mio Gionathan. tu mi eri molto caro, il tuo amore per me era meraviglioso più dell’amore delle donne. 26 1:27 Come mai sono caduti i prodi, e sono perite le armi di guerra?'. 27 2:1 Dopo questo, Davide consultò l’Eterno, dicendo: ’Devo salire in qualcuna delle cittó di Giuda?'. L’Eterno gli rispose: ’Sali'. Davide chiese: ’Dove salirò?'. L’Eterno rispose: ’A Hebron'.

1:17 Allora Davide intonò questo lamento su Saul e suo figlio Giònata 18 e ordinò che fosse insegnato ai figli di Giuda. Ecco, si trova scritto nel Libro del Giusto: 19 ""Il tuo vanto, Israele, sulle tue alture giace trafitto! Perchè sono caduti gli eroi? 20 Non fatelo sapere in Gat, non l'annunziate per le vie di Ascalon, non ne faccian festa le figlie dei Filistei, non ne esultino le figlie dei non circoncisi! 21 O monti di Gelboe, non più rugiada nè pioggia su di voi nè campi di primizie, perchè qui fu avvilito lo scudo degli eroi, lo scudo di Saul, unto non di olio, 22 ma col sangue dei trafitti, col grasso degli eroi. L'arco di Giònata non tornò mai indietro, la spada di Saul non tornava mai a vuoto. 23 Saul e Giònata, amabili e gentili, nè in vita nè in morte furon divisi; erano più veloci delle aquile, più forti dei leoni. 24 Figlie d'Israele, piangete su Saul, che vi rivestiva di porpora e di delizie, che appendeva gioielli d'oro sulle vostre vesti. 25 Perchè son caduti gli eroi in mezzo alla battaglia? Giònata, per la tua morte sento dolore, 26 l'angoscia mi stringe per te, fratello mio Giònata! Tu mi eri molto caro; la tua amicizia era per me preziosa più che amore di donna. 27 Perchè son caduti gli eroi, son periti quei fulmini di guerra?"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia