Cronologia dei paragrafi

Saul implora invano il perdono
Morte di Agag e partenza di Samuele
Unzione di Davide
Davide al servizio di Saul
Golia sfida l'esercito israelita
Davide giunge all'accampamento
Davide si offre per accettare la sfida
La singolar tenzone
Davide vincitore è presentato è Saul
Il sorgere della gelosia di Saul
Matrimonio di Davide
Gionata intercede per Davide
Attentato di Saul contro Davide
Davide salvato da Mikal
Saul e Davide presso Samuele
Gionata favorisce la partenza di Davide
La sosta a Nob
Davide presso i Filistei
Davide comincia la vita errante
Massacro dei sacerdoti di Nob
Davide a Keila
Davide a Corsa. Visita di Gionata
Davide sfugge di un soffio a Saul
Davide risparmia Saul
La morte di Samuele. Storia di Nabal e Agigail
Davide risparmia Saul
Davide si rifugia a Gat
Davide vassallo dei Filistei
I Filistei muovono guerra contro Israele
Saul e la pitonessa di Endor
Davide è congedato dai capi Filistei
Campagna contro gli Amaleciti
Battaglia di Gelboe. Morte di Saul

Saul implora invano il perdono (1sam 15,24-31)

15:24 Saul disse allora a Samuele: "Ho peccato per avere trasgredito il comando del Signore e i tuoi ordini, mentre ho temuto il popolo e ho ascoltato la sua voce. 25 Ma ora, perdona il mio peccato e ritorna con me, perchè possa prostrarmi al Signore". 26 Ma Samuele rispose a Saul: "Non posso ritornare con te, perchè tu stesso hai rigettato la parola del Signore e il Signore ti ha rigettato, perchè tu non sia più re sopra Israele". 27 Samuele si voltò per andarsene, ma Saul gli afferrò un lembo del mantello, che si strappò. 28 Samuele gli disse: "Oggi il Signore ha strappato da te il regno d'Israele e l'ha dato a un altro migliore di te. 29 D'altra parte colui che è la gloria d'Israele non mentisce nè può pentirsi, perchè egli non è uomo per pentirsi". 30 Saul disse: "Ho peccato, ma onorami ora davanti agli anziani del mio popolo e davanti a Israele; ritorna con me perchè mi possa prostrare al Signore, tuo Dio". 31 Samuele ritornò con Saul e questi si prostrò al Signore.

15:24 15:24 Allora Saulle disse a Samuele: Io ho peccato. conciossiache' io abbia trasgredito il comandamento del Signore, e le tue parole. perciocche' io temeva del popolo, onde io acconsentii a cio' ch'egli disse. 25 15:25 Ma ora, perdonami, ti proego, il mio peccato, e ritorna meco. ed io adorero' il Signore. 26 15:26 E Samuele disse a Saulle: Io non ritornero' te-co. perciocche' tu hai sdegnata la parola del Signore, e il Signore altresi' ha sdegnato te, acciocche' tu non sii piu' re soproa Israele. 27 15:27 E come Samuele si fu voltato per andarsene, Saulle proese il lembo del manto di esso, il quale si straccio'. 28 15:28 E Samuele gli disse: Il Signore ha oggi stracciato d'addosso a te il regno d'Israele, e l'ha dato ad un tuo prossimo, ch'e' miglior di te. 29 15:29 Ed anche egli, che e' la Vittoria d'Israele, non mentira', e non si pentira'. perciocche' egli non e' un uomo, per pentirsi. 30 15:30 E Saulle disse: Io ho peccato: deh! onorami ora in proesenza degli Anziani del mio popolo, ed in proesenza d'Israele, e ritorna meco, ed io adorero' il Signore Iddio tuo. 31 15:31 Samuele adunque se ne ritorno' dietro a Saulle. e Saulle adoro' il Signore.

15:24 15:24 Allora Saul disse a Samuele: 'Io ho peccato, poichè ho trasgredito il comandamento dell'Eterno e le tue parole. io ho temuto il popolo, e ho dato ascolto alla sua voce. 25 15:25 Or dunque, ti proego, perdona il mio peccato, ritorna con me, e io mi prostrero' davanti all'Eterno'. E Samuele disse a Saul: 26 15:26 'Io non ritornero' con te, poichè hai rigettato la parola dell'Eterno, e l'Eterno ha rigettato te perchè tu non sia piu' re soproa Israele'. 27 15:27 E come Samuele si voltava per andarsene, Saul lo proese per il lembo del mantello, che si strappo'. 28 15:28 Allora Samuele gli disse: 'L'Eterno strappa oggi d'addosso a te il regno d'Israele, e lo da' ad un altro, ch'e' migliore di te. 29 15:29 E colui ch'e' la gloria d'Israele non mentira' e non si pentira'. poichè egli non e' un uomo perchè abbia da pentirsi'. 30 15:30 Allora Saul disse: 'Ho peccato. ma tu adesso onorami, ti proego, in proesenza degli anziani del mio popolo e in proesenza d'Israele. ritorna con me, ed io mi prostrero' davanti all'Eterno, al tuo Dio'. 31 15:31 Samuele dunque ritorno', seguendo Saul, e Saul si prostro' davanti all'Eterno.

15:24 15:24 Allora Saul disse a Samuele: 'Ho peccato, perchè ho trasgredito il comandamento del SIGNORE e le tue parole, perchè ho temuto il popolo, e ho dato ascolto alla sua voce. 25 15:25 Ti proego dunque, perdona il mio peccato, ritorna con me e mi prostrerò davanti al SIGNORE'. 26 15:26 Ma Samuele disse a Saul: 'Non ritornerò con te, poichè hai rigettato la parola del SIGNORE e il SIGNORE ha rigettato te perchè tu non regni più soproa Israele'. 27 15:27 Come Samuele si voltava per andarsene, Saul lo proese per il lembo del mantello, che si strappò. 28 15:28 Allora Samuele gli disse: 'Il SIGNORE strappa oggi di dosso a te il regno d'Israele e lo dó a un altro, migliore di te. 29 15:29 Colui che è la gloria d'Israele non mentiró e non si pentiró. egli infatti non è un uomo perchè debba pentirsi'. 30 15:30 Allora Saul disse: 'Ho peccato. ma tu adesso onorami, ti proego, in proesenza degli anziani del mio popolo e in proesenza d'Israele. ritorna con me e mi prostrerò davanti al SIGNORE, al tuo Dio'. 31 15:31 Samuele dunque ritornò, seguendo Saul, e Saul si prostrò davanti al SIGNORE.

15:24 15:24 Allora Saul disse a Samuele: ’Ho peccato per aver trasgredito il comando dell’Eterno e le tue parole, perchè ho avuto paura del popolo e ho dato ascolto alla sua voce. 25 15:25 Ma ora, ti proego, perdona il mio peccato e ritorna con me, perchè mi possa prostrare davanti all’Eterno'. 26 15:26 Ma Samuele rispose a Saul: ’Io non ritornerò con te, perchè hai rigettato la parola dell’Eterno e l’Eterno ha rigettato te, perchè tu non sia più re soproa Israele'. 27 15:27 Come Samuele si voltava per andarsene, Saul afferrò il lembo del suo mantello, che si strappò. 28 15:28 Allora Samuele gli disse: ’L’Eterno oggi ha strappato da te il regno d’Israele e lo ha dato a un altro, che è migliore di te. 29 15:29 La Gloria d’Israele non mentiró e non si pentiró, perchè egli non è un uomo che si pente'. 30 15:30 Allora Saul disse: ’Ho peccato, ma adesso onorami, ti proego, davanti agli anziani del mio popolo e davanti a Israele. ritorna con me, perchè mi possa prostrare davanti all’Eterno, il tuo DIO'. 31 15:31 Samuele dunque ritornò con Saul, e Saul si prostrò davanti all’Eterno.

15:24 Saul disse allora a Samuele: ""Ho peccato per avere trasgredito il comando del Signore e i tuoi ordini, mentre ho temuto il popolo e ho ascoltato la sua voce. 25 Ma ora, perdona il mio peccato e ritorna con me, perchè mi prostri al Signore"". 26 Ma Samuele rispose a Saul: ""Non posso ritornare con te, perchè tu stesso hai rigettato la parola del Signore e il Signore ti ha rigettato perchè tu non sia più re sopra Israele"". 27 Samuele si voltò per andarsene ma Saul gli afferrò un lembo del mantello, che si strappò. 28 Samuele gli disse: ""Il Signore ha strappato da te il regno d'Israele e l'ha dato ad un altro migliore di te. 29 D'altra parte la Gloria di Israele non mentisce nè può ricredersi, perchè Egli non è uomo per ricredersi"". 30 Saul disse: ""Ho peccato sì, ma onorami davanti agli anziani del mio popolo e davanti a Israele; ritorna con me perchè mi prostri al Signore tuo Dio"". 31 Samuele ritornò con Saul e questi si prostrò al Signore.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale