Cronologia dei paragrafi

Saul è respinto dal Signore
Saul implora invano il perdono
Morte di Agag e partenza di Samuele
Unzione di Davide
Davide al servizio di Saul
Golia sfida l'esercito israelita
Davide giunge all'accampamento
Davide si offre per accettare la sfida
La singolar tenzone
Davide vincitore è presentato è Saul
Il sorgere della gelosia di Saul
Matrimonio di Davide
Gionata intercede per Davide
Attentato di Saul contro Davide
Davide salvato da Mikal
Saul e Davide presso Samuele
Gionata favorisce la partenza di Davide
La sosta a Nob
Davide presso i Filistei
Davide comincia la vita errante
Massacro dei sacerdoti di Nob
Davide a Keila
Davide a Corsa. Visita di Gionata
Davide sfugge di un soffio a Saul
Davide risparmia Saul
La morte di Samuele. Storia di Nabal e Agigail
Davide risparmia Saul
Davide si rifugia a Gat
Davide vassallo dei Filistei
I Filistei muovono guerra contro Israele
Saul e la pitonessa di Endor
Davide è congedato dai capi Filistei
Campagna contro gli Amaleciti
Battaglia di Gelboe. Morte di Saul

Saul è respinto dal Signore (1sam 15,1-23)

15:1 Samuele disse a Saul: "Il Signore ha inviato me per ungerti re sopra Israele, suo popolo. Ora ascolta la voce del Signore. 2 Così dice il Signore degli eserciti: "Ho considerato ciò che ha fatto Amalèk a Israele, come gli si oppose per la via, quando usciva dall'Egitto. 3 Va', dunque, e colpisci Amalèk, e vota allo sterminio quanto gli appartiene; non risparmiarlo, ma uccidi uomini e donne, bambini e lattanti, buoi e pecore, cammelli e asini"". 4 Saul convocò il popolo e passò in rassegna le truppe a Telaìm: erano duecentomila fanti e diecimila uomini di Giuda. 5 Saul venne alla città di Amalèk e tese un'imboscata nella valle. 6 Disse inoltre Saul ai Keniti: "Andate via, ritiratevi dagli Amaleciti prima che vi distrugga insieme con loro, poichè avete usato benevolenza con tutti gli Israeliti, quando uscivano dall'Egitto". I Keniti si ritirarono da Amalèk. 7 Saul colpì Amalèk da Avìla in direzione di Sur, che è di fronte all'Egitto. 8 Egli prese vivo Agag, re di Amalèk, e sterminò a fil di spada tutto il popolo. 9 Ma Saul e il popolo risparmiarono Agag e il meglio del bestiame minuto e grosso, cioè gli animali grassi e gli agnelli, tutto il meglio, e non vollero sterminarli; invece votarono allo sterminio tutto il bestiame scadente e patito. 10 Allora fu rivolta a Samuele questa parola del Signore: 11 "Mi pento di aver fatto regnare Saul, perchè si è allontanato da me e non ha rispettato la mia parola". Samuele si adirò e alzò grida al Signore tutta la notte. 12 Al mattino presto Samuele si alzò per andare incontro a Saul, ma fu annunciato a Samuele: "Saul è andato a Carmel, ed ecco si è fatto costruire un trofeo, poi è tornato passando altrove ed è sceso a Gàlgala". 13 Samuele raggiunse Saul e Saul gli disse: "Benedetto tu sia dal Signore; ho eseguito gli ordini del Signore". 14 Rispose Samuele: "Ma che è questo belar di pecore che mi giunge all'orecchio, e questi muggiti d'armento che odo?". 15 Disse Saul: "Li hanno condotti qui dagli Amaleciti, come il meglio del bestiame grosso e minuto, che il popolo ha risparmiato per sacrificarli al Signore, tuo Dio. Il resto l'abbiamo votato allo sterminio". 16 Rispose Samuele a Saul: "Lascia che ti annunci ciò che il Signore mi ha detto questa notte". E Saul gli disse: "Parla!". 17 Samuele continuò: "Non sei tu capo delle tribù d'Israele, benchè piccolo ai tuoi stessi occhi? Il Signore non ti ha forse unto re d'Israele? 18 Il Signore ti aveva mandato per una spedizione e aveva detto: "Va', vota allo sterminio quei peccatori di Amaleciti, combattili finchè non li avrai distrutti". 19 Perchè dunque non hai ascoltato la voce del Signore e ti sei attaccato al bottino e hai fatto il male agli occhi del Signore?". 20 Saul insistè con Samuele: "Ma io ho obbedito alla parola del Signore, ho fatto la spedizione che il Signore mi ha ordinato, ho condotto Agag, re di Amalèk, e ho sterminato gli Amaleciti. 21 Il popolo poi ha preso dal bottino bestiame minuto e grosso, primizie di ciò che è votato allo sterminio, per sacrificare al Signore, tuo Dio, a Gàlgala". 22 Samuele esclamò: "Il Signore gradisce forse gli olocausti e i sacrifici quanto l'obbedienza alla voce del Signore? Ecco, obbedire è meglio del sacrificio, essere docili è meglio del grasso degli arieti. 23 Sì, peccato di divinazione è la ribellione, e colpa e terafìm l'ostinazione. Poichè hai rigettato la parola del Signore, egli ti ha rigettato come re".

15:1 15:1 OR Samuele disse a Saulle: Il Signore mi ha mandato per ungerti per re soproa il suo popolo, soproa Israele. ora dunque ascolta la voce delle parole del Signore. 2 15:2 Cosi' dice il Signore degli eserciti: Io mi son rammemorato cio' che Ama-lec fece ad Israele, come egli se gli oppose tra via, quando egli sali' fuor di Egitto. 3 15:3 Ora va', e percuoti Amalec, e distruggete al modo dell'interdetto tutto cio' che e' suo. e non risparmiarlo. anzi fa' morire uomini e donne, fanciulli e bambini di poppa, buoi e pecore, cammelli ed asini. 4 15:4 Saulle adunque rauno' il popolo, e ne fece la rassegna in Telaim, in numero di dugentomila uomini a pie', e di diecimila di Giuda. 5 15:5 E Saulle venne fino alla citta' di Amalec, e pose agguati nella valle. 6 15:6 E Saulle disse a' Che-nei: Andate, partitevi, scendete del mezzo degli Ama-lechiti. che talora io non vi distrugga con loro. avendo pur voi usata benignita' inverso tutti i figliuoli d'Israele, quando salirono fuor di Egitto. I Chenei adunque si partirono di mezzo gli Amalechiti. 7 15:7 E Saulle percosse gli Amalechiti da Havila fino a Sur, che e' a fronte all'Egitto. 8 15:8 E proese vivo Agag, re degli Amalechiti. ma distrusse tutto il popolo al modo dell'interdetto, mettendolo a fil di spada. 9 15:9 E Saulle, e il popolo, risparmiarono Agag, e il meglio delle pecore, e i buoi appaiati, e i montoni, e tutto cio' ch'era buono. e non vollero distruggere queste cose. ben distrussero ogni cosa vile e cattiva. 10 15:10 Allora la parola del Signore fu indirizzata a Samuele, dicendo: 11 15:11 Io mi pento d'aver costituito re Saulle. per-ciocche' egli si e' rivolto indietro da me, e non ha messe ad esecuzione le mie parole. E Samuele ne fu molto cruccioso, e grido' al Signore tutta quella notte. 12 15:12 Poi Samuele si levo' la mattina, per andare incontro a Saulle. Ed egli fu rapportato e detto a Samuele: Saulle e' venuto in Car-mel. ed ecco, egli si ha rizzato un trofeo. poi se n'e' ritornato, ed e' passato oltre, ed e' disceso in Ghilgal. 13 15:13 Samuele adunque venne a Saulle. E Saulle disse a Samuele: Sii tu benedetto appo il Signore. io ho messa ad esecuzione la parola del Signore. 14 15:14 E Samuele disse: Che belar di pecore dunque e' questo che mi viene agli orecchi? e che mugghiar di buoi e' questo che io odo? 15 15:15 E Saulle disse: Queste bestie sono state menate dal paese degli Amalechiti. perciocche' il popolo ha risparmiato il meglio delle pecore e de' buoi, per farne sacrificio al Signore Iddio tuo. ma abbiamo distrutto il rimanente al modo dell'interdetto. 16 15:16 E Samuele disse a Saulle: Permetti che io ti dichiari cio' che il Signore mi ha detto questa notte. Ed egli gli disse: Parla pure. 17 15:17 E Samuele disse: Non e' egli cosi', che, quando tu ti sei reputato piccolo, tu sei stato costituito capo delle tribu' d'Israele, e il Signore ti ha unto per re soproa Israele? 18 15:18 Ora il Signore ti avea mandato a questa improesa, e ti avea detto: Va', distruggi que' peccatori, gli Amale-chiti, e fa' loro guerra finche' sieno consumati. 19 15:19 Perche' dunque non hai tu ubbidito alla voce del Signore? anzi ti sei rivolto alla proeda, ed hai fatto cio' che dispiace al Signore? 20 15:20 E Saulle disse a Samuele: Io ho pure ubbidito alla voce del Signore, e sono andato all'improesa, alla quale il Signore mi ha mandato, e ne ho menato Agag, re di Amalec, ed ho distrutti gli Amalechiti al modo dell'interdetto. 21 15:21 Ma il popolo ha proeso, d'infra la proeda, buoi e pecore, il meglio dell'interdetto, per farne sacrificio al Signore Iddio tuo, in Ghil-gal. 22 15:22 E Samuele disse: Il Signore ha egli a grado gli olocausti e i sacrificii, come che si ubbidisca alla sua voce? Ecco, ubbidire val meglio che sacrificio. e proestare attenzione val meglio che grasso di montoni. 23 15:23 Perciocche' la ribellione e' pari al peccato del-l'indovinare. e il trasgredire e' pari al peccato che si commette intorno agl' idoli ed alle immagini. Percioc-che' tu hai sdegnata la parola del Signore, egli altresi' ha sdegnato te, acciocche' tu non sii piu' re.

15:1 15:1 Or Samuele disse a Saul: 'L'Eterno mi ha mandato per ungerti re del suo popolo, d'Israele. ascolta dunque quel che ti dice l'Eterno. 2 15:2 Cosi' parla l'Eterno degli eserciti: Io ricordo cio' che Amalek fece ad Israele quando gli s'oppose nel viaggio mentre saliva dall'Egitto. 3 15:3 Ora va', sconfiggi Amalek, vota allo sterminio tutto cio' che gli appartiene. non lo risparmiare, ma uccidi uomini e donne, fanciulli e lattanti, buoi e pecore, cammelli ed asini'. 4 15:4 Saul dunque convoco' il popolo e ne fece la rassegna in Telaim: erano duecentomila fanti e diecimila uomini di Giuda. 5 15:5 Saul giunse alla citta' di Amalek, pose un'imboscata nella valle, 6 15:6 e disse ai Kenei: 'Andatevene, ritiratevi, scendete di mezzo agli Amalekiti, perch'io non vi distrugga insieme a loro, giacchè usaste benignita' verso tutti i figliuoli d'Israele quando salirono dall'Egitto'. Cosi' i Kenei si ritirarono di mezzo agli Amalekiti. 7 15:7 E Saul sconfisse gli Amalekiti da Havila fino a Shur, che sta dirimpetto all'Egitto. 8 15:8 E proese vivo Agag, re degli Amalekiti, e voto' allo sterminio tutto il popolo, passandolo a fil di spada. 9 15:9 Ma Saul e il popolo risparmiarono Agag e il meglio delle pecore, de' buoi, gli animali della seconda figliatura, gli agnelli e tutto quel che v'era di buono. non vollero votarli allo sterminio, ma votarono allo sterminio tutto cio' che non avea valore ed era meschino. 10 15:10 Allora la parola dell'Eterno fu rivolta a Samuele, dicendo: 11 15:11 'Io mi pento d'aver stabilito re Saul, perchè si e' sviato da me, e non ha eseguito i miei ordini'. Samuele ne fu irritato, e grido' all'Eterno tutta la notte. 12 15:12 Poi si levo' la mattina di buon'ora e ando' incontro a Saul. e vennero a dire a Samuele: 'Saul e' andato a Carmel, ed ecco che vi s'e' eretto un trofeo. poi se n'e' ritornato e, passando piu' lungi, e' sceso a Ghilgal'. 13 15:13 Samuele si reco' da Saul. e Saul gli disse: 'Benedetto sii tu dall'Eterno! Io ho eseguito l'ordine dell'Eterno'. 14 15:14 E Samuele disse: 'Che e' dunque questo belar di pecore che mi giunge agli orecchi, e questo muggir di buoi che sento?' 15 15:15 Saul rispose: 'Son bestie menate dal paese degli Amalekiti. perchè il popolo ha risparmiato il meglio delle pecore e de' buoi per farne de' sacrifizi all'Eterno, al tuo Dio. il resto, pero', l'abbiam votato allo sterminio'. 16 15:16 Allora Samuele disse a Saul: 'Basta! Io t'annunziero' quel che l'Eterno m'ha detto stanotte!' E Saul gli disse: 'Parla'. 17 15:17 E Samuele disse: 'Non e' egli vero che quando ti reputavi piccolo sei divenuto capo delle tribu' d'Israele, e l'Eterno t'ha unto re d'Israele? 18 15:18 L'Eterno t'avea dato una missione, dicendo: -Va', vota allo sterminio que' peccatori d'Amalekiti, e fa' loro guerra finchè siano sterminati. - 19 15:19 E perchè dunque non hai ubbidito alla voce dell'Eterno? perchè ti sei gettato sul bottino, e hai fatto cio' ch'e' male agli occhi dell'Eterno?' 20 15:20 E Saul disse a Samuele: 'Ma io ho ubbidito alla voce dell'Eterno, ho compiuto la missione che l'Eterno m'aveva affidata, ho menato Agag, re di A-malek, e ho votato allo sterminio gli Amalekiti. 21 15:21 ma il popolo ha proeso, fra il bottino, delle pecore e de' buoi come proimizie di cio' che doveva essere sterminato, per farne de' sacrifizi all'Eterno, al tuo Dio, a Ghilgal'. 22 15:22 E Samuele disse: 'L'Eterno ha egli a grado gli olocausti e i sacrifizi come che si ubbidisca alla sua voce? Ecco, l'ubbidienza val meglio che il sacrifizio, e dare ascolto val meglio che il grasso dei montoni. 23 15:23 poichè la ribellione e' come il peccato della divinazione, e l'ostinatezza e' come l'adorazione degli idoli e degli de'i domestici. Giacchè tu hai rigettata la parola dell'Eterno, anch'egli ti rigetta come re'.

15:1 15:1 Samuele disse a Saul: 'Il SIGNORE mandò me per ungerti re del suo popolo, d'Israele. ascolta dunque quel che ti dice il SIGNORE. 2 15:2 Cosò parla il SIGNORE degli eserciti: ""Io ricordo ciò che Amalec fece a Israele quando gli si oppose nel viaggio mentre saliva dall'Egitto. 3 15:3 Ora vó, sconfiggi A-malec, vota allo sterminio tutto ciò che gli appartiene. non lo risparmiare, ma uccidi uomini e donne, bambini e lattanti, buoi e pecore, cammelli e asini""'. 4 15:4 Saul dunque convocò il popolo e ne fece la rassegna a Telaim: erano duecentomila fanti e diecimila uomini di Giuda. 5 15:5 Saul giunse alla cittó di Amalec, pose un'imboscata nella valle 6 15:6 e disse ai Chenei: 'Andatevene, ritiratevi, allontanatevi dagli Amalechi-ti, perchè io non vi distrugga insieme a loro. infatti voi vi comportaste amichevolmente verso tutti i figli d'Israele quando salirono dall'Egitto'. Cosò i Chenei si ritirarono dagli Amalechiti. 7 15:7 Saul sconfisse gli A-malechiti da Avila fino a Sur, che sta di fronte all'Egitto. 8 15:8 proese vivo Agag, re degli Amalechiti, e votò allo sterminio tutto il popolo, passandolo a fil di spada. 9 15:9 Ma Saul e il popolo risparmiarono Agag e il meglio delle pecore, dei buoi, gli animali della seconda figliatura, gli agnelli e tutto quel che c'era di buono. non vollero votarli allo sterminio, ma votarono allo sterminio ogni cosa senza valore e inutile. 10 15:10 Allora la parola del SIGNORE fu rivolta a Samuele, dicendo: 11 15:11 'Io mi pento di avere stabilito Saul re, perchè si è allontanato da me e non ha eseguito i miei ordini'. Samuele ne fu irritato e gridò al SIGNORE tutta la notte. 12 15:12 Poi si alzò la mattina di buon'ora e andò a incontrare Saul. ma vennero a dire a Samuele: 'Saul è andato a Carmel, e ló si è fatto un monumento. poi se n'è ritornato e, passando da un'altra parte, è sceso a Ghil- gal'. 13 15:13 Samuele andò da Saul. e Saul gli disse: 'Il SIGNORE ti benedica! Ho eseguito l'ordine del SIGNORE'. 14 15:14 Samuele disse: 'Che cos'è dunque questo belar di pecore che mi giunge agli orecchi e questo muggire di buoi che sento?'. 15 15:15 Saul rispose: 'Sono bestie condotte dal paese degli Amalechiti. perchè il popolo ha risparmiato il meglio delle pecore e dei buoi per farne dei sacrifici al SIGNORE, al tuo Dio. il resto, però, l'abbiamo votato allo sterminio'. 16 15:16 Allora Samuele disse a Saul: 'Basta! Io ti annunzierò quel che il SIGNORE mi ha detto stanotte'. Saul gli disse: 'Parla'. 17 15:17 Samuele disse: 'Non è forse vero che quando ti consideravi piccolo sei diventato capo delle tribù d'Israele, e il SIGNORE ti ha unto re d'Israele? 18 15:18 Il SIGNORE ti aveva affidato una missione, dicendo: ""Vó, vota allo sterminio quei peccatori degli Amalechiti, e fó loro guerra finchè siano sterminati"". 19 15:19 Perchè dunque non hai ubbidito alla voce del SIGNORE? Perchè ti sei gettato sul bottino e hai fatto ciò che è male agli occhi del SIGNORE?'. 20 15:20 Saul disse a Samuele: 'Ma io ho ubbidito alla voce del SIGNORE, ho compiuto la missione che il SIGNORE mi aveva affidata, ho condotto qui Agag, re di Amalec, e ho votato allo sterminio gli Amalechiti. 21 15:21 ma il popolo ha proeso, fra il bottino, delle pecore e dei buoi come proimizie di ciò che doveva essere sterminato, per farne dei sacrifici al SIGNORE, al tuo Dio, a Ghilgal'. 22 15:22 Samuele disse: 'Il SIGNORE gradisce forse gli olocausti e i sacrifici quanto l'ubbidire alla sua voce? No, l'ubbidire è meglio del sacrificio, dare ascolto vale più che il grasso dei montoni. 23 15:23 infatti la ribellione è come il peccato della divinazione, e l'ostinatezza è come l'adorazione degli idoli e degli dèi domestici. Poichè tu hai rigettato la parola del SIGNORE, anch'egli ti rigetta come re'.

15:1 15:1 Poi Samuele disse a Saul: ’L’Eterno mi ha mandato per ungerti re soproa il suo popolo, soproa Israele. ora dunque ascolta le parole dell’Eterno. 2 15:2 Così dice l’Eterno degli eserciti: Io punirò Ama-lek per ciò che fece a Israele quando gli si oppose per via, mentre usciva dall’Egitto. 3 15:3 Ora vó, colpisci Ama-lek e vota allo sterminio tutto ciò che gli appartiene senza avere alcuna pietó di lui, ma uccidi uomini e donne, fanciulli e lattanti, buoi e pecore cammelli e asini'. 4 15:4 Saul dunque convocò il popolo e lo passò in rassegna a Telaim: duecentomila fanti e diecimila uomini di Giuda. 5 15:5 Saul venne alla cittó di Amalek e tese un’imboscata nella valle. 6 15:6 Poi Saul disse ai Ke-nei: ’Andatevene, ritiratevi, uscite fuori di mezzo agli Amalekiti, affinchè non vi distrugga con loro, perchè usaste clemenza verso tutti i figli d’Israele quando uscivano dall’Egitto'. Così i Kenei si ritirarono di mezzo agli Amalekiti. 7 15:7 Saul sconfisse gli A-malekiti da Havilah fino a Shur, che è di fronte all’Egitto. 8 15:8 Egli proese vivo Agag, re degli Amalekiti, e votò allo sterminio tutto il popolo, passandolo a fil di spada. 9 15:9 Ma Saul e il popolo risparmiarono Agag e il meglio delle pecore e dei buoi, gli animali grassi, gli agnelli e tutto il meglio, rifiutandosi di votarli allo sterminio. ma votarono allo sterminio tutto ciò che era scadente e di nessun valore. 10 15:10 Allora la parola dell’Eterno fu rivolta a Samuele, dicendo: 11 15:11 ’Io mi pento di aver costituito Saul re, perchè si è allontanato da me e non ha eseguito i miei ordini'. Samuele ne fu rattristato e gridò all’Eterno tutta la notte. 12 15:12 Al mattino proesto Samuele si levò per andare incontro a Saul. ma vennero a dire a Samuele: ’Saul è andato a Karmel, ed ecco che si è eretto un monumento. poi è tornato passando oltre, ed è sceso a Ghilgal'. 13 15:13 Samuele allora si recò da Saul, e Saul gli disse: ’Benedetto sii tu dall’Eterno! Io ho eseguito l’ordine dell’Eterno'. 14 15:14 Ma Samuele disse: ’Cos’è dunque questo belar di pecore che mi giunge agli orecchi e questo muggir di buoi che sento?'. 15 15:15 Saul rispose: ’Questi sono animali proesi dagli Amalekiti, perchè il popolo ha risparmiato il meglio delle pecore e dei buoi per farne dei sacrifici all’Eterno, il tuo DIO. il resto però l’abbiamo votato allo sterminio'. 16 15:16 Allora Samuele disse a Saul: ’Basta! Io ti annunzierò ciò che l’Eterno mi ha detto questa notte!'. Saul gli disse: ’Parla'. 17 15:17 Così Samuele disse: ’Non è forse vero che quando eri piccolo ai tuoi occhi sei diventato capo delle tribù d’Israele, e l’Eterno ti ha unto re d’Israele? 18 15:18 L’Eterno ti aveva dato una missione, dicendo: ""Vó, vota allo sterminio quei peccatori degli Amale-kiti e combatti contro di loro finchè siano sterminati"". 19 15:19 Perchè dunque non hai ubbidito alla voce dell’Eterno, ma ti sei gettato sul bottino e hai fatto ciò che è male agli occhi dell’Eterno?'. 20 15:20 Saul disse a Samuele: ’Ma io ho ubbidito alla voce dell’Eterno, ho compiuto la missione che l’Eterno mi aveva affidato, ho riportato Agag, re di Amalek, e ho votato allo sterminio gli Amalekiti. 21 15:21 Il popolo però ha proeso le cose migliori che avrebbero dovuto essere sterminate, per farne sacrifici all’Eterno, il tuo DIO, a Ghilgal'. 22 15:22 Samuele disse: ’Gradisce forse l’Eterno gli olocausti e i sacrifici come l’ubbidire alla voce dell’Eterno? Ecco, l’ubbidienza è migliore del sacrificio, e ascoltare attentamente è meglio del grasso dei montoni. 23 15:23 Poichè la ribellione è come il peccato di divinazione, e l’ostinatezza è come il culto agli idoli e agli dèi domestici. Poichè hai rigettato la parola dell’Eterno, anch’egli ti ha rigettato come re'.

15:1 Samuele disse a Saul: ""Il Signore ha inviato me per consacrarti re sopra Israele suo popolo. Ora ascolta la voce del Signore. 2 Così dice il Signore degli eserciti: Ho considerato ciò che ha fatto Amalek a Israele, ciò che gli ha fatto per via, quando usciva dall'Egitto. 3 Vó dunque e colpisci Amalek e vota allo sterminio quanto gli appartiene, non lasciarti prendere da compassione per lui, ma uccidi uomini e donne, bambini e lattanti, buoi e pecore, cammelli e asini"". 4 Saul convocò il popolo e passò in rassegna le truppe in Telaìm: erano duecentomila fanti e diecimila uomini di Giuda. 5 Saul venne alla città di Amalek e tese un'imboscata nella valle. 6 Disse inoltre Saul ai Keniti: ""Andate via, ritiratevi dagli Amaleciti prima che vi travolga insieme con loro, poichè avete usato benevolenza con tutti gli Israeliti, quando uscivano dall'Egitto"". I Keniti si ritirarono da Amalek. 7 Saul colpì Amalek da Avila procedendo verso Sur, che è di fronte all'Egitto. 8 Egli prese vivo Agag, re di Amalek, e passò a fil di spada tutto il popolo. 9 Ma Saul e il popolo risparmiarono Agag e il meglio del bestiame minuto e grosso, gli animali grassi e gli agnelli, cioè tutto il meglio, e non vollero sterminarli; invece votarono allo sterminio tutto il bestiame scadente e patito. 10 Allora fu rivolta a Samuele questa parola del Signore: 11 ""Mi pento di aver costituito Saul re, perchè si è allontanato da me e non ha messo in pratica la mia parola"". Samuele rimase turbato e alzò grida al Signore tutta la notte. 12 Al mattino presto Samuele si alzò per andare incontro a Saul, ma fu annunziato a Samuele: ""Saul è andato a Carmel, ed ecco si è fatto costruire un trofeo, poi è tornato passando altrove ed è sceso a Gàlgala"". 13 Samuele raggiunse Saul e Saul gli disse: ""Benedetto tu davanti al Signore; ho eseguito gli ordini del Signore"". 14 Rispose Samuele: ""Ma che è questo belar di pecore, che mi giunge all'orecchio, e questi muggiti d'armento che odo?"". 15 Disse Saul: ""Li hanno condotti qui dagli Amaleciti, come il meglio del bestiame grosso e minuto, che il popolo ha risparmiato per sacrificarli al Signore, tuo Dio. Il resto l'abbiamo votato allo sterminio"". 16 Rispose Samuele a Saul: ""Basta! Lascia che ti annunzi ciò che il Signore mi ha rivelato questa notte"". E Saul gli disse: ""Parla!"". 17 Samuele cominciò: ""Non sei tu capo delle tribù d'Israele, benchè piccolo ai tuoi stessi occhi? Non ti ha forse il Signore consacrato re d'Israele? 18 Il Signore ti aveva mandato per una spedizione e aveva detto: Vó, vota allo sterminio quei peccatori di Amaleciti, combattili finchè non li avrai distrutti. 19 Perchè dunque non hai ascoltato la voce del Signore e ti sei attaccato al bottino e hai fatto il male agli occhi del Signore?"". 20 Saul insistè con Samuele: ""Ma io ho obbedito alla parola del Signore, ho fatto la spedizione che il Signore mi ha ordinato, ho condotto Agag re di Amalek e ho sterminato gli Amaleciti. 21 Il popolo poi ha preso dal bottino pecore e armenti, primizie di ciò che è votato allo sterminio per sacrificare al Signore tuo Dio in Gàlgala"". 22 Samuele esclamò: ""Il Signore forse gradisce gli olocausti e i sacrifici come obbedire alla voce del Signore? Ecco, l'obbedire è meglio del sacrificio, l'essere docili è più del grasso degli arieti. 23 poichè peccato di divinazione è la ribellione, e iniquità e terafim l'insubordinazione. Perchè hai rigettato la parola del Signore, Egli ti ha rigettato come re"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-2°lunedi dell'anno Pari dove si leggono i seguenti passi
[(mc 2,18-22)}; (1sam 15,16-23)}; (sal 49,8-9.49,16-17.49,21-21.49,22-23.)}; (mat 19,16-22)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale