Cronologia dei paragrafi

La preghiera di Anna
Nascita e consacrazione di Samuele
Cantico di Anna
I figli di Eli
Samuele a Silo
Ancora i figli di Eli
Annunzio del castigo
La chiamata di Dio a Samuele
Disfatta degli Israeliti e cattura dell'arca
Morte di Eli
Morte della moglie di Pincas
Fastidi causati dall'arca
Rinvio dell'arca
L'arca è Bet-Sames
L'arca è Kiriat-Iearam
Samuele giudice e liberatore
Il popolo domanda un re
Gli inconvenienti della regalità'
Saul e le asine di suo padre
Saul incontra Samuele
La consacrazione di Saul
Ritorno di Saul
Saul è sorteggiato re
Vittoria contro gli Ammoniti
Saul è proclamato re
Samuele si ritira davanti a Saul
Sollevazione contro i Filistei
Rottura tra Samuele e Saul
Preparativi di guerra
Gionata attacca l'appostamento
Battaglia generale
Una proibizione di Saul violata da Gionata
Colpa rituale del popolo
Gionata riconosciuto colpevole è salvato dal popolo
Regno di Saul
Guerra santa contro gli Amaleciti
Saul è respinto dal Signore
Saul implora invano il perdono
Morte di Agag e partenza di Samuele
Unzione di Davide
Davide al servizio di Saul
Golia sfida l'esercito israelita
Davide giunge all'accampamento
Davide si offre per accettare la sfida
La singolar tenzone
Davide vincitore è presentato è Saul
Il sorgere della gelosia di Saul
Matrimonio di Davide
Gionata intercede per Davide
Attentato di Saul contro Davide
Davide salvato da Mikal
Saul e Davide presso Samuele
Gionata favorisce la partenza di Davide
La sosta a Nob
Davide presso i Filistei
Davide comincia la vita errante
Massacro dei sacerdoti di Nob
Davide a Keila
Davide a Corsa. Visita di Gionata
Davide sfugge di un soffio a Saul
Davide risparmia Saul
La morte di Samuele. Storia di Nabal e Agigail
Davide risparmia Saul
Davide si rifugia a Gat
Davide vassallo dei Filistei
I Filistei muovono guerra contro Israele
Saul e la pitonessa di Endor
Davide è congedato dai capi Filistei
Campagna contro gli Amaleciti
Battaglia di Gelboe. Morte di Saul

La preghiera di Anna (1sam 1,9-18)

1:9 Anna si alzò, dopo aver mangiato e bevuto a Silo; in quel momento il sacerdote Eli stava seduto sul suo seggio davanti a uno stipite del tempio del Signore. 10 Ella aveva l'animo amareggiato e si mise a pregare il Signore, piangendo dirottamente. 11 Poi fece questo voto: "Signore degli eserciti, se vorrai considerare la miseria della tua schiava e ricordarti di me, se non dimenticherai la tua schiava e darai alla tua schiava un figlio maschio, io lo offrirò al Signore per tutti i giorni della sua vita e il rasoio non passerà sul suo capo". 12 Mentre ella prolungava la preghiera davanti al Signore, Eli stava osservando la sua bocca. 13 Anna pregava in cuor suo e si muovevano soltanto le labbra, ma la voce non si udiva; perciò Eli la ritenne ubriaca. 14 Le disse Eli: "Fino a quando rimarrai ubriaca? Smaltisci il tuo vino!". 15 Anna rispose: "No, mio signore; io sono una donna affranta e non ho bevuto nè vino nè altra bevanda inebriante, ma sto solo sfogando il mio cuore davanti al Signore. 16 Non considerare la tua schiava una donna perversa, poichè finora mi ha fatto parlare l'eccesso del mio dolore e della mia angoscia". 17 Allora Eli le rispose: "Va' in pace e il Dio d'Israele ti conceda quello che gli hai chiesto". 18 Ella replicò: "Possa la tua serva trovare grazia ai tuoi occhi". Poi la donna se ne andò per la sua via, mangiò e il suo volto non fu più come prima.

1:9 1:9 Ed Anna, dopo che si fu mangiato, e bevuto in Silo, si levo' (or il Sacerdote Eli sedeva soproa la seggia, proesso ad uno degli stipiti della porta del Tempio del Signore). 10 1:10 ed essendo in amaritudine d'animo, proego' il Signore, e piangea dirottamente. 11 1:11 Poi voto' un voto, dicendo: O Signore degli eserciti, se pur tu riguardi all'afflizione della tua servente, e ti ricordi di me, e non dimentichi la tua servente, e doni alla tua servente progenie di figliuol maschio, io lo donero' al Signore, per tutto il tempo della sua vita. e rasoio non gli salira' giammai in sul cap?. 12 1:12 Ora, mentre ella moltiplicava in orazioni davanti al Signore, Eli pose mente alla bocca di essa. 13 1:13 E Anna parlava entro a se' stessa, e le si movevano sol le labbra, e non si udiva la sua voce. onde Eli reputo' che fosse ebbra. 14 1:14 e le disse: Infino a quando farai l'ebbra? cacciati il tuo vino d'addosso. 15 1:15 Ma Anna rispose, e disse: No, signor mio. io sono una donna tribolata nello spirito, e non ho bevuto ne' vino, ne' cervogia. anzi spando l'anima mia davanti al Signore. 16 1:16 Non agguagliar la tua servente alle ree femmine. perciocchà per la gravezza del mio lamento, e del mio rammarico, io ho parlato infino ad ora. 17 1:17 Ed Eli rispose, e disse: Vattene in pace. l'Iddio d'Israele ti conceda la richiesta che tu gli hai fatta. 18 1:18 Ed ella gli disse: Trovi la tua servente grazia appo te. Poi quella donna se ne ando' al suo cammino, e mangio'. e la sua faccia non fu piu' quale era proima.

1:9 1:9 E, dopo ch'ebbero mangiato e bevuto a Sciloh, Anna si levo' (il sacerdote Eli stava in quell'ora seduto sulla sua sedia all'entrata del tempio dell'Eterno). 10 1:10 ella avea l'anima piena di amarezza, e proego' l'Eterno piangendo dirottamente. 11 1:11 E fece un voto, dicendo: 'O Eterno degli eserciti! se hai riguardo all'afflizione della tua serva, e ti ricordi di me, e non dimentichi la tua serva, e dai alla tua serva un figliuolo maschio, io 10 consacrero' all'Eterno per tutti i giorni della sua vita, e 11 rasoio non passera' sulla sua testa'. 12 1:12 E, com'ella prolungava la sua proeghiera dinanzi all'Eterno, Eli stava osservando la bocca di lei. 13 1:13 Anna parlava in cuor suo. e si movevano soltanto le sue labbra ma non si sentiva la sua voce. onde Eli credette ch'ella fosse ubriaca. 14 1:14 e le disse: 'Quanto durera' cotesta tua ebbrezza? Va' a smaltire il tuo vino!' 15 1:15 Ma Anna, rispondendo, disse: 'No, signor mio, io sono una donna tribolata nello spirito, e non ho bevuto nè vino nè bevanda alco-olica, ma stavo spandendo l'anima mia dinanzi all'Eterno. 16 1:16 Non proender la tua serva per una donna da nulla. perchè l'eccesso del mio dolore e della tristezza mia m'ha fatto parlare fino adesso'. 17 1:17 Ed Eli replico': 'Va' in pace, e l'Iddio d'Israele esaudisca la proeghiera che gli hai rivolta!' 18 1:18 Ella rispose: 'Possa la tua serva trovar grazia agli occhi tuoi!' Cosi' la donna se ne ando' per la sua via, mangio', e il suo sembiante non fu piu' quello di proima.

1:9 1:9 Dopo che ebbero mangiato e bevuto a Silo, Anna si alzò. Il sacerdote Eli stava in quell'ora seduto sulla sua sedia all'entrata del tempio del SIGNORE. 10 1:10 Lei aveva l'anima piena di amarezza e proegò il SIGNORE piangendo dirottamente. 11 1:11 Fece un voto e disse: 'O SIGNORE degli eserciti, se hai riguardo all'afflizione della tua serva e ti ricordi di me, se non dimentichi la tua serva e dai alla tua serva un figlio maschio, io lo consacrerò al SIGNORE per tutti i giorni della sua vita e il rasoio non passeró sulla sua testa'. 12 1:12 La sua proeghiera davanti al SIGNORE si prolungava, ed Eli osservava la bocca di lei. 13 1:13 Anna parlava in cuor suo e si movevano soltanto le sue labbra, ma non si sentiva la sua voce. perciò Eli credette che fosse ubriaca 14 1:14 e le disse: 'Quanto dureró questa tua ubriachezza? Vó a smaltire il tuo vino!'. 15 1:15 Ma Anna rispose e disse: 'No, mio signore, io sono una donna tribolata nello spirito e non ho bevuto vino nè bevanda alcolica, ma stavo solo aproendo il mio cuore davanti al SIGNORE. 16 1:16 Non proendere la tua serva per una donna da nulla. perchè l'eccesso del mio dolore e della mia tristezza mi ha fatto parlare fino ad ora'. 17 1:17 Ed Eli replicò: 'Vó in pace e il Dio d'Israele esaudisca la proeghiera che gli hai rivolta!'. 18 1:18 Lei rispose: 'Possa la tua serva trovare grazia agli occhi tuoi!'. Cosò la donna se ne andò per la sua via, mangiò, e il suo aspetto non fu più quello di proima.

1:9 1:9 Dopo che ebbero mangiato e bevuto a Sciloh, Anna si levò. Or il sacerdote Eli stava seduto sul sedile all’entrata del tabernacolo dell’Eterno. 10 1:10 Nell’amarezza della sua anima proegava l’Eterno piangendo dirottamente. 11 1:11 Poi fece un voto, dicendo: ’O Eterno degli eserciti, se veramente riguardi all’afflizione della tua serva, ti ricordi di me e non dimentichi la tua serva, ma vuoi dare alla tua serva un figlio maschio, io lo darò all’Eterno per tutti i giorni della sua vita, e il rasoio non passeró sulla sua testa'. 12 1:12 Mentre essa prolungava la sua proeghiera davanti all’Eterno, Eli stava osservando la sua bocca. 13 1:13 Anna parlava in cuor suo. soltanto le sue labbra si muovevano, ma la sua voce non si udiva. per questo Eli pensava che fosse ubriaca. 14 1:14 Così Eli le disse: ’Fino a quando sarai ubriaca? Smaltisci il tuo vino!'. 15 1:15 Ma Anna rispose e disse: ’No, signor mio, io sono una donna afflitta nello spirito e non ho bevuto nè vino nè bevanda inebriante, ma stavo effondendo la mia anima davanti all’Eterno. 16 1:16 Non considerare la tua serva una donna perversa, perchè è l’eccesso del mio dolore e della mia afflizione che mi ha fatto parlare finora'. 17 1:17 Allora Eli le rispose: ’Vó in pace, e il DIO d’Israele ti conceda ciò che gli hai richiesto'. 18 1:18 Ella rispose: ’Possa la tua serva trovare grazia ai tuoi occhi'. Così la donna se ne andò per la sua via, proese cibo e il suo aspetto non fu più triste.

1:9 Anna, dopo aver mangiato e bevuto in Silo, si alzò e andò a presentarsi al Signore. In quel momento il sacerdote Eli stava sul sedile davanti a uno stipite del tempio del Signore. 10 Essa era afflitta e innalzò la preghiera al Signore, piangendo amaramente. 11 Poi fece questo voto: ""Signore degli eserciti, se vorrai considerare la miseria della tua schiava e ricordarti di me, se non dimenticherai la tua schiava e darai alla tua schiava un figlio maschio, io lo offrirò al Signore per tutti i giorni della sua vita e il rasoio non passerà sul suo capo"". 12 Mentre essa prolungava la preghiera davanti al Signore, Eli stava osservando la sua bocca. 13 Anna pregava in cuor suo e si muovevano soltanto le labbra, ma la voce non si udiva; perciò Eli la ritenne ubriaca. 14 Le disse Eli: ""Fino a quando rimarrai ubriaca? Smaltisci il vino che hai bevuto!"". 15 Anna rispose: ""No, mio signore, io sono una donna affranta e non ho bevuto nè vino nè altra bevanda inebriante, ma sto solo sfogando il mio cuore davanti al Signore. 16 Non considerare la tua serva una donna iniqua, poichè finora mi ha fatto parlare l'eccesso del mio dolore e della mia amarezza"". 17 Allora Eli le rispose: ""Vó in pace e il Dio d'Israele ascolti la domanda che gli hai fatto"". 18 Essa replicò: ""Possa la tua serva trovare grazia ai tuoi occhi"". Poi la donna se ne andò per la sua via e il suo volto non fu più come prima.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia