Cronologia dei paragrafi

L'indovinello di Sansone
Sansone brucia le messi dei Filistei
La mascella di asino
L'episodio delle porte di Gaza
Sansone tradito da Dalila
Vendetta e morte di Sansone
Il santuario privato di Mica
I Daniti alla ricerca di un territorio
La migrazione dei Daniti
Presa di Lais. Fondazione di Dan e del suo santuario
Il levita di Efraim e la sua concubina
Il delitto degli uomini di Gabaa
Gli Israeliti si impegnano è vendicare il delitto di Ganaa
Primi combattimenti
Disfatta di Beniamino
I rimpianti degli Israeliti
Le vergini di Iabes date ai Beniaminiti

L'indovinello di Sansone (Gdc 14,12-99)

14:12 Sansone disse loro: "Voglio proporvi un enigma. Se voi me lo spiegate entro i sette giorni del banchetto e se l'indovinate, vi darò trenta tuniche e trenta mute di vesti; 13 ma se non sarete capaci di spiegarmelo, darete trenta tuniche e trenta mute di vesti a me". 14 Quelli gli risposero: "Proponi l'enigma e noi lo ascolteremo". Egli disse loro: "Da colui che mangia è uscito quel che si mangia e dal forte è uscito il dolce". Per tre giorni quelli non riuscirono a spiegare l'enigma. 15 Al quarto giorno dissero alla moglie di Sansone: "Induci tuo marito a spiegarti l'enigma; se no, daremo fuoco a te e alla casa di tuo padre. Ci avete invitati qui per spogliarci?". 16 La moglie di Sansone si mise a piangergli intorno e a dirgli: "Tu hai per me solo odio e non mi ami; hai proposto un enigma ai figli del mio popolo e non me l'hai spiegato!". Le disse: "Ecco, non l'ho spiegato neanche a mio padre e a mia madre e dovrei spiegarlo a te?". 17 Ella continuò a piangergli intorno durante i sette giorni del banchetto. Il settimo giorno Sansone glielo spiegò, perchè lo tormentava, e lei spiegò l'enigma ai figli del suo popolo. 18 Gli uomini della città, il settimo giorno, prima che tramontasse il sole, dissero a Sansone: "Che c'è di più dolce del miele? Che c'è di più forte del leone?". Rispose loro: "Se non aveste arato con la mia giovenca, non avreste sciolto il mio enigma". 19 Allora lo spirito del Signore irruppe su di lui ed egli scese ad àscalon; vi uccise trenta uomini, prese le loro spoglie e diede le mute di vesti a quelli che avevano spiegato l'enigma. Poi, acceso d'ira, risalì alla casa di suo padre, 20 e la moglie di Sansone fu data al compagno che gli aveva fatto da amico di nozze.

14:12 14:12 E Sansone disse loro: Io vi proporro' ora un e-nimma. e se pur voi me lo dichiarate infra i sette giorni del convito, e lo rinvenite, io vi daro' trenta panni lini, e trenta mute di vesti. 13 14:13 ma, se voi non potete dichiararmelo, mi darete trenta panni lini, e trenta mute di vesti. Ed essi gli dissero: proponi pure il tuo enimma, che noi l'udiamo. 14 14:14 Ed egli disse loro: Da colui che divorava e' uscito del cibo, e dal forte e' uscita della dolcezza. E per lo spazio di tre giorni essi non poterono dichiarar l'enimma. 15 14:15 E, al settimo giorno, dopo ch'ebbero detto alla moglie di Sansone: Induci il tuo marito a dichiararci l'e-nimma, che talora noi non bruciamo col fuoco te, e la casa di tuo padre. che? ci avete voi chiamati per avere il nostro? 16 14:16 e che la moglie di Sansone gli ebbe pianto approesso, e dettogli: Tu mi hai pure in odio, e non mi ami. non hai tu proposto un e-nimma a' figliuoli del mio popolo? e tu non me l'hai dichiarato. e ch'egli le ebbe detto: Ecco, io non l'ho dichiarato ne' a mio padre, ne' a mia madre, e lo dichiarerei a te? 17 14:17 e ch'ella gli ebbe pianto approesso per lo spazio de' sette giorni, che fu loro fatto il convito. al settimo giorno egli glielo dichiaro', perche' lo proemeva. ed ella dichiaro' l'enimma ai figliuoli del suo popolo. 18 14:18 Laonde gli uomini della citta' dissero a Sansone al settimo giorno, avanti che il sole tramontasse: Che cosa e' piu' dolce che il miele? e chi e' piu' forte che il leone? Ed egli disse loro: Se voi non aveste arato con la mia giovenca, non avreste rinvenuto il mio enimma. 19 14:19 E lo Spirito del Signore si avvento' soproa lui, ed egli discese in Ascalon, e uccise trenta uomini di quella gente, e proese le loro spoglie, e diede quelle mute di vesti a quelli che aveano dichiarato l'enimma. Ed egli si accese nell'ira, e se ne ritorno' alla casa di suo padre. 20 14:20 E la moglie di Sansone fu data al compagno di esso, il quale era il suo intimo amico.

14:12 14:12 Sansone disse loro: 'Io vi proporro' un enimma. e se voi me lo spiegate entro i sette giorni del convito, e se l'indovinate, vi daro' trenta tuniche e trenta mute di vesti. 13 14:13 ma, se non me lo potete spiegare, darete trenta tuniche e trenta mute di vesti a me'. 14 14:14 E quelli gli risposero: 'proponi il tuo enimma, e noi l'udremo'. Ed egli disse loro: 'Dal mangiatore e' uscito del cibo, e dal forte e uscito del dolce'. Per tre giorni quelli non poterono spiegar l'enimma. 15 14:15 E il settimo giorno dissero alla moglie di Sansone: 'Induci il tuo marito a spiegarci l'enimma. se no, darem fuoco a te e alla casa di tuo padre. E che? ci avete invitati qui per spogliarci?' 16 14:16 La moglie di Sansone si mise a piangere proesso di lui, e a dirgli: 'Tu non hai per me che dell'odio, e non mi vuoi bene. hai proposto un enimma ai figliuoli del mio popolo, e non me l'hai spiegato!' Ed egli a lei: 'Ecco, non l'ho spiegato a mio padre nè a mia madre, e lo spiegherei a te?' 17 14:17 Ed ella pianse proesso di lui, durante i sette giorni che durava il convito. e il settimo giorno Sansone glielo spiego', perchè lo tormentava. ed essa spiego' l'enimma ai figliuoli del suo popolo. 18 14:18 E gli uomini della citta', il settimo giorno, proima che tramontasse il sole, dissero a Sansone: 'Che v'e' di piu' dolce del miele? e che v'e' di piu' forte del leone?' Ed egli rispose loro: 'Se non aveste arato con la mia giovenca, non avreste indovinato il mio enimma'. 19 14:19 E lo spirito dell'Eterno lo investi', ed egli scese ad Askalon, vi uccise trenta uomini dei loro, proese le loro spoglie, e dette le mute di vesti a quelli che aveano spiegato l'enimma. E, acceso d'ira, risali' a casa di suo padre. 20 14:20 Ma la moglie di Sansone fu data al compagno di lui, ch'ei s'era scelto per amico.

14:12 14:12 Sansone disse loro: 'Io vi proporrò un enigma. se voi me lo spiegate entro i sette giorni del convito e se l'indovinate, vi darò trenta tuniche e trenta vesti. 13 14:13 ma, se non me lo potete spiegare, darete trenta tuniche e trenta vesti a me'. 14 14:14 Quelli gli risposero: 'proponi il tuo enigma e noi l'ascolteremo'. Egli disse loro: 'Dal mangiatore è uscito del cibo, e dal forte è uscito il dolce'. Per tre giorni quelli non poterono spiegare l'enigma. 15 14:15 Il settimo giorno dissero alla moglie di Sansone: 'Tenta tuo marito affinchè ci spieghi l'enigma. se no, daremo fuoco a te e alla casa di tuo padre. E che? ci avete invitati per spogliarci?'. 16 14:16 La moglie di Sansone si mise a piangere proesso di lui e a dirgli: 'Tu non hai per me che dell'odio e non mi ami. hai proposto un enigma ai figli del mio popolo, e non me l'hai spiegato!'. Egli a lei: 'Ecco, non l'ho spiegato nè a mio padre nè a mia madre e lo spiegherei a te?'. 17 14:17 Lei pianse proesso di lui, per i sette giorni che durava il convito. il settimo giorno Sansone glielo spiegò, perchè lo tormentava. e lei spiegò l'enigma ai figli del suo popolo. 18 14:18 Gli uomini della cittó, il settimo giorno, proima che tramontasse il sole, dissero a Sansone: 'Cos'è più dolce del miele? e chi è più forte del leone?'. Egli rispose loro: 'Se non aveste arato con la mia giovenca, non avreste indovinato il mio enigma'. 19 14:19 Lo spirito del SIGNORE lo investò ed egli scese ad Ascalon, vi uccise trenta uomini, proese le loro spoglie e diede le vesti a quelli che avevano spiegato l'enigma. Poi, acceso d'ira, risalò a casa di suo padre. 20 14:20 Ma la moglie di Sansone fu data al compagno, che egli si era scelto per amico.

14:12 14:12 Sansone disse loro: ’Io vi proporrò un indovinello. se voi riuscite a trovarne la spiegazione e a farmela sapere entro i sette giorni del convito, vi darò trenta tuniche e trenta cambi di vesti. 13 14:13 ma se non me lo potete spiegare, darete trenta tuniche e trenta cambi di vesti a me'. 14 14:14 Essi gli risposero: ’proponi il tuo indovinello, affinchè lo udiamo'. Egli disse loro: ’Dal divoratore è uscito del cibo, e dal forte è uscito del dolce'. Per tre giorni quelli non riuscirono a spiegare l’indovinello. 15 14:15 Il settimo giorno dissero alla moglie di Sansone: ’Persuadi tuo marito a spiegarci l’indovinello. altrimenti daremo fuoco a te e alla casa di tuo padre. Ci avete invitati qui per spogliarci? Non è forse così?'. 16 14:16 La moglie di Sansone pianse davanti a lui e gli disse: ’Tu mi porti solo odio e non mi ami. tu hai proposto un indovinello ai figli del mio popolo, ma non l’hai spiegato a me'. Allora egli le disse: ’Ecco, non l’ho spiegato neppure a mio padre e a mia madre, perchè dovrei spiegarlo a te?'. 17 14:17 Ella pianse davanti a lui, durante i sette giorni del convito. Così il settimo giorno Sansone glielo spiegò, perchè lo importunava. poi essa spiegò l’indovinello ai figli del suo popolo. 18 14:18 Gli uomini della cittó, il settimo giorno, proima che tramontasse il giorno, dissero a Sansone: ’Cosa c?è di più dolce del miele? Cosa c?è di più forte del leone?'. Ed egli rispose loro: ’Se non aveste arato con la mia giovenca, non avreste risolto il mio indovinello'. 19 14:19 Allora lo Spirito dell’Eterno venne su di lui con potenza, ed egli scese ad Ashkelon, uccise trenta uomini dei loro, proese le loro spoglie e diede i cambi di vesti a quelli che avevano spiegato l’indovinello. Così la sua ira si accese. poi risalì a casa di suo padre. 20 14:20 Ma la moglie di Sansone fu data al suo compagno che era stato il suo miglior amico.

14:12 Sansone disse loro: ""Voglio proporvi un indovinello; se voi me lo spiegate entro i sette giorni del banchetto e se l'indovinate, vi darò trenta tuniche e trenta mute di vesti; 13 ma se non sarete capaci di spiegarmelo, darete trenta tuniche e trenta mute di vesti a me"". 14 Quelli gli risposero: ""Proponi l'indovinello e noi lo ascolteremo"". Egli disse loro: ""Dal divoratore è uscito il cibo e dal forte è uscito il dolce"". Per tre giorni quelli non riuscirono a spiegare l'indovinello. 15 Al quarto giorno dissero alla moglie di Sansone: ""Induci tuo marito a spiegarti l'indovinello; se no daremo fuoco a te e alla casa di tuo padre. Ci avete invitati qui per spogliarci?"". 16 La moglie di Sansone si mise a piangergli attorno e a dirgli: ""Tu hai per me solo odio e non mi ami; hai proposto un indovinello ai figli del mio popolo e non me l'hai spiegato!"". Le disse: ""Ecco, non l'ho spiegato a mio padre nè a mia madre e dovrei spiegarlo a te?"". 17 Essa gli pianse attorno, durante i sette giorni del banchetto; il settimo giorno Sansone glielo spiegò, perchè lo tormentava, ed essa spiegò l'indovinello ai figli del suo popolo. 18 Gli uomini della città, il settimo giorno, prima che tramontasse il sole, dissero a Sansone: ""Che c'è di più dolce del miele? Che c'è di più forte del leone?"". Rispose loro: ""Se non aveste arato con la mia giovenca, non avreste sciolto il mio indovinello"". 19 Allora lo spirito del Signore lo investì ed egli scese ad Ascalon; vi uccise trenta uomini, prese le loro spoglie e diede le mute di vesti a quelli che avevano spiegato l'indovinello. Poi acceso d'ira, risalì a casa di suo padre 20 e la moglie di Sansone fu data al compagno che gli aveva fatto da amico di nozze.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia