Cronologia dei paragrafi

Rivolta dei Sichemiti contro Abimelech
Distruzione di Sichem e presa della torre di Sichem
Assedio di Tebes è morte di Abimelech
6. Tola
7. Iair
Oppressione degli Ammoniti
Iefte pone le condizioni
Approcci di Iefte con gli Ammoniti
Il voto di Iefte e la sua vittoria
Guerra tra Efraim è Galaad. Morte di Iefte
9. Ibsan
1. Elon
11. Abdon
L'annunzio della nascita di Sansone
Seconda apparizione dell'angelo
Il matrimonio di Sansone
L'indovinello di Sansone
Sansone brucia le messi dei Filistei
La mascella di asino
L'episodio delle porte di Gaza
Sansone tradito da Dalila
Vendetta e morte di Sansone
Il santuario privato di Mica
I Daniti alla ricerca di un territorio
La migrazione dei Daniti
Presa di Lais. Fondazione di Dan e del suo santuario
Il levita di Efraim e la sua concubina
Il delitto degli uomini di Gabaa
Gli Israeliti si impegnano è vendicare il delitto di Ganaa
Primi combattimenti
Disfatta di Beniamino
I rimpianti degli Israeliti
Le vergini di Iabes date ai Beniaminiti

Rivolta dei Sichemiti contro Abimelech (Gdc 9,22-41)

9:22 Abimèlec dominò su Israele tre anni. 23 Poi Dio mandò un cattivo spirito fra Abimèlec e i signori di Sichem, e i signori di Sichem si ribellarono ad Abimèlec. 24 Questo avvenne perchè la violenza fatta ai settanta figli di Ierub-Baal ricevesse il castigo e il loro sangue ricadesse su Abimèlec, loro fratello, che li aveva uccisi, e sui signori di Sichem, che gli avevano dato man forte per uccidere i suoi fratelli. 25 I signori di Sichem tesero agguati contro di lui sulla cima dei monti, rapinando chiunque passasse vicino alla strada. Abimèlec fu informato della cosa. 26 Poi Gaal, figlio di Ebed, e i suoi fratelli vennero e si stabilirono a Sichem e i signori di Sichem riposero in lui la loro fiducia. 27 Usciti nella campagna, vendemmiarono le loro vigne, pigiarono l'uva e fecero festa. Poi entrarono nella casa del loro dio, mangiarono, bevvero e maledissero Abimèlec. 28 Gaal, figlio di Ebed, disse: "Chi è Abimèlec e che cosa è Sichem, perchè dobbiamo servirlo? Non dovrebbero piuttosto il figlio di Ierub- Baal e Zebul, suo luogotenente, servire gli uomini di Camor, capostipite di Sichem? Perchè dovremmo servirlo noi? 29 Se avessi in mano questo popolo, io scaccerei Abimèlec e direi: "Accresci pure il tuo esercito ed esci in campo"". 30 Ora Zebul, governatore della città, udite le parole di Gaal, figlio di Ebed, si accese d'ira 31 e mandò in segreto messaggeri ad Abimèlec per dirgli: "Ecco, Gaal, figlio di Ebed, e i suoi fratelli sono venuti a Sichem e sollevano la città contro di te. 32 àlzati dunque di notte con la gente che hai con te e prepara un agguato nella campagna. 33 Domattina, non appena spunterà il sole, ti alzerai e piomberai sulla città mentre lui con la sua gente ti uscirà contro: tu gli farai quel che riterrai opportuno". 34 Abimèlec e tutta la gente che era con lui si alzarono di notte e tesero un agguato contro Sichem, divisi in quattro schiere. 35 Gaal, figlio di Ebed, uscì e si fermò all'ingresso della porta della città; allora Abimèlec uscì dall'agguato con la gente che aveva. 36 Gaal, vista quella gente, disse a Zebul: "Ecco gente che scende dalle cime dei monti". Zebul gli rispose: "Tu vedi l'ombra dei monti e la prendi per uomini". 37 Gaal riprese a parlare e disse: "Ecco gente che scende dall'ombelico della terra e una schiera che giunge per la via della Quercia dei Maghi". 38 Allora Zebul gli disse: "Dov'è ora la spavalderia di quando dicevi: "Chi è Abimèlec, perchè dobbiamo servirlo?". Non è questo il popolo che disprezzavi? Ora esci in campo e combatti contro di lui!". 39 Allora Gaal uscì alla testa dei signori di Sichem e diede battaglia ad Abimèlec. 40 Ma Abimèlec lo inseguì ed egli fuggì dinanzi a lui e molti uomini caddero morti fino all'ingresso della porta. 41 Abimèlec ritornò ad Arumà e Zebul scacciò Gaal e i suoi fratelli, che non poterono più rimanere a Sichem.

9:22 9:22 E Abimelec signoreggio' soproa Israele tre anni. 23 9:23 E Iddio mando' uno spirito maligno fra Abime-lec e i Sichemiti. e i Sichemiti ruppero la fede ad A-bimelec. 24 9:24 acciocche' la violenza fatta a' settanta figliuoli di Ierubbaal, e il sangue loro, venisse ad esser messo addosso ad Abimelec lor fratello, il quale li avea uccisi. e addosso a' Sichemiti, i quali aveano tenuta mano con lui a uccidere i suoi fratelli. 25 9:25 I Sichemiti adunque gli posero agguati in su le sommita' de' monti, i quali rubavano in su la strada chiunque passava approesso di loro. E cio' fu rapportato ad Abimelec. 26 9:26 Poi Gaal, figliuolo di Ebed, e i suoi fratelli, vennero, e passarono in Si-chem. e i Sichemiti proesero confidenza in lui. 27 9:27 E, usciti alla campagna, vendemmiarono le lor vigne, e calcarono le uve, e cantarono delle canzoni. Poi entrarono nel tempio dell'iddio loro, e mangiarono, e bevvero, e maledissero A-bimelec. 28 9:28 E Gaal, figliuolo di Ebed, disse: Chi e' Abimelec, e quale e' Sichem, che noi serviamo ad Abimelec? non e' egli figliuolo di Ierubbaal? e Zebul non e' egli suo commissario? Servite a' discendenti di Hemor, padre di Sichem. E perche' serviremo noi a costui? 29 9:29 Oh! fossemi pur data questa gente sotto la mia condotta, io caccerei Abi-melec. Poi disse ad Abime-lec: Accresci pure il tuo esercito, e vien fuori. 30 9:30 E Zebul, capitano della citta', avendo udite le parole di Gaal, figliuolo di Ebed, si accese nell'ira. 31 9:31 E cautamente mando' messi ad Abimelec, a dirgli: Ecco, Gaal, figliuolo di E-bed, e i suoi fratelli, son venuti in Sichem. ed ecco, stringono la citta' contro a te. 32 9:32 Ora, dunque, levati di notte, con la gente ch'e' teco, e poni agguati nella campagna. 33 9:33 e domattina a buon'ora, in sul levar del sole, levati, e fa' una correria soproa la citta'. ed ecco, egli e la gente ch'e' con lui, uscira' incontro a te, e tu gli farai secondo che ti occorrera'. 34 9:34 Abimelec adunque si levo' di notte, con tutta la gente ch'era con lui, e stettero agli agguati contro a Sichem, in quattro schiere. 35 9:35 Or Gaal, figliuolo di Ebed, usci' fuori, e si fermo' in su l'entrata della porta della citta'. e Abimelec si levo' dagli agguati, con la gente ch'era con lui. 36 9:36 E Gaal, veduta quella gente, disse a Zebul: Ecco della gente, che scende dalle sommita' de' monti. E Ze-bul gli disse: Tu vedi l'ombra de' monti, e ti pare che sieno uomini. 37 9:37 E Gaal parlo' di nuovo, e disse: Ecco della gente che scende dal bellico del paese, ed una schiera che viene dalla via del querceto degl'indovini. 38 9:38 E Zebul gli disse: Dove e' ora la tua bocca, con la quale tu dicevi: Chi e' Abimelec, che noi gli serviamo? Non e' egli questo popolo quello che tu sproezzavi? Deh! esci ora fuori, e combatti con lui. 39 9:39 Allora Gaal usci' fuori davanti a' Sichemiti, e combatte' con Abimelec. 40 9:40 Ma Abimelec gli die' la caccia, ed egli fuggi' d'in-nanzi a lui, e molti caddero uccisi infino all'entrata della porta. 41 9:41 E Abimelec si fermo' in Aruma. e Zebul caccio' di Sichem Gaal, e i suoi fratelli. talche' non poterono piu' stare in Sichem.

9:22 9:22 E Abimelec signoreggio' soproa Israele tre anni. 23 9:23 Poi Iddio mando' un cattivo spirito fra Abimelec e i Sichemiti, e i Sichemiti ruppero fede ad Abimelec, 24 9:24 affinchè la violenza fatta ai settanta figliuoli di Ierubbaal ricevesse il suo castigo, e il loro sangue ricadesse soproa Abimelec, loro fratello, che li aveva uccisi, e soproa i Sichemiti che gli avean proestato mano a uccidere i suoi fratelli. 25 9:25 I Sichemiti posero in agguato contro di lui, sulla cima de' monti, della gente che svaligiava sulla strada chiunque le passasse vicino. E Abimelec fu informato della cosa. 26 9:26 Poi Gaal, figliuolo di Ebed, e i suoi fratelli vennero e si stabilirono a Sichem, e i Sichemiti riposero in lui la loro fiducia. 27 9:27 E, usciti alla campagna, vendemmiarono le loro vigne, pestarono le uve, e fecero festa. Poi entrarono nella casa del loro dio, mangiarono, bevvero, e maledissero Abimelec. 28 9:28 E Gaal, figliuolo di Ebed, disse: 'Chi e' Abimelec, e che cos'e' Sichem, che abbiamo a servire ad Abi-melec? non e' egli figliuolo di Ierubbaal? e Zebul non e' egli suo commissario? Servite agli uomini di Hamor, padre di Sichem! Ma noi perchè serviremmo a costui? 29 9:29 Ah, se avessi in poter mio questo popolo, io caccerei Abimelec!' Poi disse ad Abimelec: 'Rinforza il tuo esercito e fatti avanti!' 30 9:30 Or Zebul, governatore della citta', avendo udito le parole di Gaal, figliuolo di Ebed, s'accese d'ira, 31 9:31 e mando' segretamente de' messi ad Abimelec per dirgli: 'Ecco, Gaal, figliuolo di Ebed, e i suoi fratelli son venuti a Sichem, e sollevano la citta' contro di te. 32 9:32 Or dunque, le'vati di notte con la gente che e' teco, e fa' un'imboscata nella campagna. 33 9:33 e domattina, non appena spuntera' il sole, ti leverai e piomberai sulla citta'. E quando Gaal con la gente che e' con lui uscira' contro a te, tu gli farai quel che sara' necessario'. 34 9:34 Abimelec e tutta la gente ch'era con lui si leva-ron di notte, e fecero un'imboscata contro a Si-chem, divisi in quattro schiere. 35 9:35 Intanto Gaal, figliuolo di Ebed, usci', e si fermo' all'ingresso della porta della citta'. e Abimelec usci' dall'imboscata con la gente ch'era con lui. 36 9:36 Gaal, veduta quella gente, disse a Zebul: 'Ecco gente che scende dall'alto de' monti'. E Zebul gli rispose: 'Tu vedi l'ombra de' monti e la proendi per uomini'. 37 9:37 E Gaal riproese a dire: 'Guarda, c'e' gente che scende dalle alture del paese, e una schiera che giunge per la via della quercia degl'indovini'. 38 9:38 Allora Zebul gli disse: 'Dov'e' ora la tua millanteria di quando dicevi: - Chi e' Abimelec, che abbiamo a servirgli? - Non e' questo il popolo che disproezzavi? Orsu', fatti avanti e combatti contro di lui ! ' 39 9:39 Allora Gaal usci' alla testa dei Sichemiti, e die' battaglia ad Abimelec. 40 9:40 Ma Abimelec gli die' la caccia, ed egli fuggi' d'innanzi a lui, e molti uomini caddero morti fino all'ingresso della porta. 41 9:41 E Abimelec si fermo' ad Aruma, e Zebul caccio' Gaal e i suoi fratelli, che non poteron piu' rimanere a Sichem.

9:22 9:22 Abimelec signoreggiò soproa Israele per tre anni. 23 9:23 Poi Dio mandò un cattivo spirito fra Abimelec e i Sichemiti. e i Sichemiti non furono più fedeli ad Abimelec, 24 9:24 affinchè la violenza fatta ai settanta figli di Ie-rubbaal ricevesse il suo castigo e il loro sangue ricadesse soproa Abimelec, loro fratello, che li aveva uccisi, e soproa i Sichemiti che lo avevano aiutato a uccidere i suoi fratelli. 25 9:25 I Sichemiti posero in agguato contro di lui, sulla cima dei monti, della gente che derubava chiunque passasse per la strada, vicino a loro. Abimelec venne a saperlo. 26 9:26 Poi Gaal, figlio di E-bed, e i suoi fratelli vennero a Sichem e i Sichemiti riposero in lui la loro fiducia. 27 9:27 Usciti nei campi vendemmiarono le loro vigne, pigiarono l'uva e fecero festa. Poi entrarono nella casa del loro dio, mangiarono, bevvero e maledissero A-bimelec. 28 9:28 Gaal, figlio di Ebed, disse: 'Chi è Abimelec e chi è Sichem, che dobbiamo servirlo? Non è forse il figlio di Ierubbaal? Zebul non è forse il suo commissario? Servite gli uomini di Camor, padre di Sichem! Ma noi perchè serviremmo costui? 29 9:29 Ah, se questo popolo fosse ai miei ordini, io scac-cerei Abimelec!'. Poi disse ad Abimelec: 'Rinforza il tuo esercito e fatti avanti!'. 30 9:30 Zebul, governatore della cittó, avendo udito le parole di Gaal, figlio di E-bed, si accese d'ira 31 9:31 e mandò segretamente dei messaggeri ad Abimelec per dirgli: 'Ecco, Gaal, figlio di Ebed, e i suoi fratelli sono venuti a Sichem e sobillano la cittó contro di te. 32 9:32 Alzati dunque di notte, con la gente che è con te, e fó un'imboscata nella campagna. 33 9:33 domani mattina, allo spuntar del sole, ti sveglierai e piomberai sulla cittó. Quando Gaal e i suoi uomini usciranno contro di te, tu gli farai quel che saró necessario'. 34 9:34 Abimelec e tutta la gente che era con lui si alzarono di notte e si appostarono nei dintorni di Sichem, divisi in quattro schiere. 35 9:35 Intanto Gaal, figlio di Ebed, uscò e si fermò all'ingresso della porta della cittó. e Abimelec uscò dall'imboscata con la gente che era con lui. 36 9:36 Gaal, veduta quella gente, disse a Zebul: 'C'è della gente che scende dall'alto dei monti'. Zebul gli rispose: 'Tu vedi l'ombra dei monti e la proendi per uomini'. 37 9:37 Gaal riproese a dire: 'Guarda, c'è gente che scende dalle alture del paese e una schiera che giunge per la via della quercia degli indovini'. 38 9:38 Allora Zebul gli disse: 'Dov'è ora la tua millanteria di quando dicevi: ""Chi è Abimelec, che dobbiamo servirlo?"". Non è questo il popolo che disproezzavi? Ora, fatti avanti e combatti contro di lui!'. 39 9:39 Allora Gaal uscò alla testa dei Sichemiti, e diede battaglia ad Abimelec. 40 9:40 Ma Abimelec lo inseguò ed egli fuggò davanti a lui, e molti uomini caddero morti fino all'ingresso della porta. 41 9:41 Abimelec si fermò ad Aruma e Zebul scacciò Ga-al e i suoi fratelli, che non poterono più rimanere a Si-chem.

9:22 9:22 Abimelek padroneggiò soproa Israele tre anni. 23 9:23 Poi DIO mandò un cattivo spirito fra Abimelek e gli abitanti di Sichem, e gli abitanti di Sichem tradirono Abimelek, 24 9:24 affinchè la violenza fatta ai settanta figli di Je-rubbaal fosse risolta, e il loro sangue ricadesse sul loro fratello Abimelek, che li aveva uccisi e sugli abitanti di Sichem, che l’avevano aiutato a uccidere i suoi fratelli. 25 9:25 Gli abitanti di Sichem misero uomini in agguato contro di lui sulla cima dei monti, ed essi deproedarono tutti quelli che passavano sulla strada vicino a loro. Abimelek fu informato della cosa. 26 9:26 Poi Gaal, figlio di E-bed, e i suoi fratelli vennero e si trasferirono a Sichem, e gli abitanti di Sichem riposero in lui la loro fiducia. 27 9:27 Essi uscirono nei campi, raccolsero l?uva nelle loro vigne, la pigiarono e fecero festa. Poi entrarono nella casa del loro dio, mangiarono, bevvero e maledissero Abimelek. 28 9:28 Gaal, figlio di Ebed, disse: ’Chi è Abimelek e che cosa è Sichem, perchè lo dobbiamo servire? Non è forse figlio di Jerubbaal, e non è Zebul il suo luogotenente? Servite piuttosto agli uomini di Hamor, padre di Sichem! Ma perchè mai dovremmo noi servire costui? 29 9:29 Se questo popolo fosse sotto di me, io scaccerei Abimelek!'. Poi disse ad Abimelek: ’Rinforza il tuo esercito e fatti avanti!'. 30 9:30 Quando Zebul, governatore della cittó udì le parole di Gaal, figlio di Ebed, si accese d’ira, 31 9:31 e mandò segretamente messaggeri ad Abimelek per dirgli: ’Ecco, Gaal figlio di Ebed, e i suoi fratelli sono venuti a Sichem, ed ecco, sollevano la cittó contro di te. 32 9:32 Or dunque levati di notte, tu e la gente che è con te, e tendi un’imboscata nella campagna. 33 9:33 e domattina, appena spunta il sole, ti leverai e piomberai sulla cittó. Quando poi Gaal con la gente che è con lui usciró contro di te, tu gli farai quel che credi opportuno'. 34 9:34 Abimelek e tutta la gente che era con lui si levarono di notte e tesero un’imboscata contro Sichem, divisi in quattro schiere. 35 9:35 Quando Gaal, figlio di Ebed, uscì e si fermò all’ingresso della porta della cittó, Abimelek uscì dall’imboscata con la gente che era con lui. 36 9:36 Nel vedere quella gente, Gaal disse a Zebul: ’Ecco gente che scende dall’alto dei monti'. Ma Zebul gli rispose: ’Tu scambi l’ombra dei monti per uomini'. 37 9:37 Gaal riproese a parlare, dicendo: ’Guarda, c?è gente che scende dalle alture del paese, e un’altra schiera sta arrivando per la via della quercia degli indovini'. 38 9:38 Allora Zebul gli disse: ’Dov’è la tua spavalderia di quando dicevi: ""Chi è Abi-melek, perchè lo dobbiamo servire?"". Non è questo il popolo che disproezzavi? Orsù, fatti avanti e combatti contro di lui!'. 39 9:39 Allora Gaal uscì alla testa degli abitanti di Si-chem e diede battaglia ad Abimelek. 40 9:40 Ma Abimelek lo inseguì, ed egli fuggì davanti a lui. molti uomini caddero mortalmente feriti fino all’ingresso della porta. 41 9:41 Abimelek si fermò quindi ad Arumah, e Zebul scacciò Gaal e i suoi fratelli, che non poterono più rimanere a Sichem.

9:22 Abimelech dominò su Israele tre anni. 23 Poi Dio mandò un cattivo spirito fra Abimelech e i signori di Sichem e i signori di Sichem si ribellarono ad Abimelech. 24 Questo avvenne perchè la violenza fatta ai settanta figli di Ierub-Baal ricevesse il castigo e il loro sangue ricadesse su Abimelech loro fratello, che li aveva uccisi, e sui signori di Sichem, che gli avevano dato mano per uccidere i suoi fratelli. 25 I signori di Sichem posero agguati contro di lui sulla cima dei monti, rapinando chiunque passasse vicino alla strada. Abimelech fu informato della cosa. 26 Poi Gaal, figlio di Ebed, e i suoi fratelli vennero e si stabilirono a Sichem e i signori di Sichem riposero la fiducia in lui. 27 Usciti nella campagna, vendemmiarono le loro vigne, pigiarono l'uva e fecero festa. Poi entrarono nella casa del loro Dio, mangiarono, bevvero e maledissero Abimelech. 28 Gaal, figlio di Ebed, disse: ""Chi è Abimelech e che è Sichem, perchè dobbiamo servirlo? Non dovrebbero piuttosto il figlio di Ierub-Baal e Zebul, suo luogotenente, servire gli uomini di Camor, capostipite di Sichem? Perchè dovremmo servirlo noi? 29 Se avessi in mano questo popolo, io scaccerei Abimelech e direi: Accresci pure il tuo esercito ed esci in campo"". 30 Ora Zebul, governatore della città, udite le parole di Gaal, figlio di Ebed, si accese d'ira 31 e mandò messaggeri ad Abimelech in Aruma per dirgli: ""Ecco Gaal, figlio di Ebed, e i suoi fratelli sono venuti a Sichem e sollevano la città contro di te. 32 Alzati dunque di notte con la gente che hai con te e tendi un agguato nella campagna. 33 Domattina, non appena spunterà il sole, ti alzerai e piomberai sulla città mentre lui con la sua gente ti uscirà contro: tu gli farai quel che troverai opportuno"". 34 Abimelech e tutta la gente che era con lui si alzarono di notte e tesero un agguato contro Sichem, divisi in quattro schiere. 35 Gaal, figlio di Ebed, uscì e si fermò all'ingresso della porta della città; allora Abimelech uscì dall'agguato con la gente che aveva. 36 Gaal, vista quella gente, disse a Zebul: ""Ecco gente che scende dalle cime dei monti"". Zebul gli rispose: ""Tu vedi l'ombra dei monti e la prendi per uomini"". 37 Gaal riprese a parlare e disse: ""Ecco gente che scende dall'Ombelico della terra e una schiera che giunge per la via della Quercia dei Maghi"". 38 Allora Zebul gli disse: ""Dov'è ora la spavalderia di quando dicevi: Chi è Abimelech, perchè dobbiamo servirlo? Non è questo il popolo che disprezzavi? Ora esci in campo e combatti contro di lui!"". 39 Allora Gaal uscì alla testa dei signori di Sichem e diede battaglia ad Abimelech. 40 Ma Abimelech lo inseguì ed egli fuggì dinanzi a lui e molti uomini caddero morti fino all'ingresso della porta. 41 Abimelech ritornò ad Aruma e Zebul cacciò Gaal e i suoi fratelli, che non poterono più rimanere a Sichem.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia