Cronologia dei paragrafi

La chiamata alle armi
La prova del vello
Il Signore riduce l'esercito di Gedeone
Presagio di vittoria
La sorpresa
L'inseguimento
Suscettibilita degli Efraimiti
Gedeone insegue il nemico oltre il Giordano
Disfatta di Zebach e di Zalmunna
Le vendette di Gedeone
Gedeone. La fine della sua vita
Ricaduta di Israele
D. Il regno di Abimelech
Apologo di Iotam
Rivolta dei Sichemiti contro Abimelech
Distruzione di Sichem e presa della torre di Sichem
Assedio di Tebes è morte di Abimelech
6. Tola
7. Iair
Oppressione degli Ammoniti
Iefte pone le condizioni
Approcci di Iefte con gli Ammoniti
Il voto di Iefte e la sua vittoria
Guerra tra Efraim è Galaad. Morte di Iefte
9. Ibsan
1. Elon
11. Abdon
L'annunzio della nascita di Sansone
Seconda apparizione dell'angelo
Il matrimonio di Sansone
L'indovinello di Sansone
Sansone brucia le messi dei Filistei
La mascella di asino
L'episodio delle porte di Gaza
Sansone tradito da Dalila
Vendetta e morte di Sansone
Il santuario privato di Mica
I Daniti alla ricerca di un territorio
La migrazione dei Daniti
Presa di Lais. Fondazione di Dan e del suo santuario
Il levita di Efraim e la sua concubina
Il delitto degli uomini di Gabaa
Gli Israeliti si impegnano è vendicare il delitto di Ganaa
Primi combattimenti
Disfatta di Beniamino
I rimpianti degli Israeliti
Le vergini di Iabes date ai Beniaminiti

La chiamata alle armi (Gdc 6,33-35)

6:33 Tutti i Madianiti, Amalèk e i figli dell'oriente si radunarono, passarono il Giordano e si accamparono nella valle di Izreèl. 34 Ma lo spirito del Signore rivestì Gedeone; egli suonò il corno e gli Abiezeriti furono convocati al suo seguito. 35 Egli mandò anche messaggeri in tutto Manasse, che fu pure chiamato a seguirlo; mandò anche messaggeri nelle tribù di Aser, di Zàbulon e di Nèftali, le quali vennero a unirsi agli altri.

6:33 6:33 Or tutti i Madianiti, e gli Amalechiti, e gli Orientali, adunatisi insieme, passarono il Giordano, e si accamparono nella valle d'I-zreel. 34 6:34 E lo Spirito del Signore investi' Gedeone, ed egli sono' con la tromba. e gli Abiezeriti furono adunati a grida, per seguitarlo. 35 6:35 Egli mando' ancora de' messi per tutto Manasse. ed esso ancora fu adunato a grida per seguitarlo: mando' anche de' messi in Aser, e in Zabulon, e in Neftali. ed essi salirono ad incontrar quegli altri.

6:33 6:33 Or tutti i Madianiti, gli Amalekiti e i figliuoli dell'oriente si radunarono, passarono il Giordano, e si accamparono nella valle di Izreel. 34 6:34 Ma lo spirito dell'Eterno s'impossesso' di Gedeone, il quale sono' la tromba, e gli Abiezeriti furono convocati per seguirlo. 35 6:35 Egli mando' anche dei messi in tutto Manasse, che fu pure convocato per seguirlo. mando' altresi' de' messi nelle tribu' di Ascer, di Zabulon e di Neftali, le quali salirono a incontrare gli altri.

6:33 6:33 Tutti i Madianiti, gli Amalechiti e i popoli dell'oriente si radunarono, attraversarono il Giordano e si accamparono nella valle di Izreel. 34 6:34 Ma lo spirito del SIGNORE si impossessò di Gedeone, il quale sonò la tromba, e gli Abiezeriti furono convocati per seguirlo. 35 6:35 Egli mandò anche dei messaggeri in tutto Manasse, invitandolo a seguirlo. mandò dei messaggeri nelle tribù di Ascer, di Zabulon e di Neftali, e anche queste salirono a incontrarli.

6:33 6:33 Or tutti i Madianiti, gli Amalekiti e i figli dell’est si radunarono, passarono il Giordano, e si accamparono nella valle di Jizreel. 34 6:34 Ma lo Spirito dell’Eterno investì Gedeone che suonò la tromba. e gli Abie-zeriti furono convocati per seguirlo. 35 6:35 Egli mandò anche messaggeri in tutto Manasse, che fu pure convocato per seguirlo. mandò inoltre messaggeri nelle tribù di Ascer, Zabulon e di Neftali, le quali salirono a incontrare gli altri.

6:33 Ora tutti i Madianiti, Amalek e i figli dell'oriente si radunarono, passarono il Giordano e si accamparono nella pianura di Izreel. 34 Ma lo spirito del Signore investì Gedeone; egli suonò la tromba e gli Abiezeriti furono convocati per seguirlo. 35 Egli mandò anche messaggeri in tutto Manàsse, che fu pure chiamato a seguirlo; mandò anche messaggeri nelle tribù di Aser, di Zàbulon e di Nèftali, le quali vennero ad unirsi agli altri.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Ha un preciso significato anche il fatto che strizzò il vello giudaico e ne mise la rugiada in un catino, che si riempì d'acqua. Ma non fu lui a lavare i piedi con quella rugiada. Era riservato ad un altro il privilegio di un così grande mistero. Si aspettava colui che da solo può lavare la sporcizia di tutti. Gedeone non era abbastanza grande per rivendicare a sè questo mistero: chè non Gedeone, ma il Figlio del!' uomo è venuto non per essere servito, ma per servire (Mt 20, 28). Pertanto dobbiamo conoscere in chi si sono compiuti questi misteri. Non nel santo Geroboal, perchè quelli erano ancora gli inizi. Le genti furono vinte perchè erano ancora all'asciutto; Israele, invece, vinse perchè allora il vello rimaneva copetto di rugiada. Ma veniamo al Vangelo. Trovo che il mio Signore depone la veste, si cinge di un asciugatoio, versa dell' acqua nel catino e lava i piedi ai suoi discepoli (Gv 13,45). Quella rugiada celeste prefigurava quest' acqua: si preannunciava, cioè, che il Signore Gesù avrebbe lavato i piedi ai suoi discepoli con quella rugiada celeste.

Autore

Ambrogio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia