Cronologia dei paragrafi

Gedeone contro Baal
La chiamata alle armi
La prova del vello
Il Signore riduce l'esercito di Gedeone
Presagio di vittoria
La sorpresa
L'inseguimento
Suscettibilita degli Efraimiti
Gedeone insegue il nemico oltre il Giordano
Disfatta di Zebach e di Zalmunna
Le vendette di Gedeone
Gedeone. La fine della sua vita
Ricaduta di Israele
D. Il regno di Abimelech
Apologo di Iotam
Rivolta dei Sichemiti contro Abimelech
Distruzione di Sichem e presa della torre di Sichem
Assedio di Tebes è morte di Abimelech
6. Tola
7. Iair
Oppressione degli Ammoniti
Iefte pone le condizioni
Approcci di Iefte con gli Ammoniti
Il voto di Iefte e la sua vittoria
Guerra tra Efraim è Galaad. Morte di Iefte
9. Ibsan
1. Elon
11. Abdon
L'annunzio della nascita di Sansone
Seconda apparizione dell'angelo
Il matrimonio di Sansone
L'indovinello di Sansone
Sansone brucia le messi dei Filistei
La mascella di asino
L'episodio delle porte di Gaza
Sansone tradito da Dalila
Vendetta e morte di Sansone
Il santuario privato di Mica
I Daniti alla ricerca di un territorio
La migrazione dei Daniti
Presa di Lais. Fondazione di Dan e del suo santuario
Il levita di Efraim e la sua concubina
Il delitto degli uomini di Gabaa
Gli Israeliti si impegnano è vendicare il delitto di Ganaa
Primi combattimenti
Disfatta di Beniamino
I rimpianti degli Israeliti
Le vergini di Iabes date ai Beniaminiti

Gedeone contro Baal (Gdc 6,25-32)

6:25 In quella stessa notte il Signore gli disse: "Prendi il giovenco di tuo padre e un secondo giovenco di sette anni, demolisci l'altare di Baal che appartiene a tuo padre, e taglia il palo sacro che gli sta accanto. 26 Costruisci un altare al Signore, tuo Dio, sulla cima di questa roccia, disponendo ogni cosa con ordine; poi prendi il secondo giovenco e offrilo in olocausto sulla legna del palo sacro che avrai tagliato". 27 Allora Gedeone prese dieci uomini fra i suoi servitori e fece come il Signore gli aveva ordinato; ma temendo di farlo di giorno, per paura dei suoi parenti e della gente della città, lo fece di notte. 28 Quando il mattino dopo la gente della città si alzò, ecco che l'altare di Baal era stato demolito, il palo sacro accanto era stato tagliato e il secondo giovenco era offerto in olocausto sull'altare che era stato costruito. 29 Si dissero l'un altro: "Chi ha fatto questo?". Investigarono, si informarono e dissero: "Gedeone, figlio di Ioas, ha fatto questo". 30 Allora la gente della città disse a Ioas: "Conduci fuori tuo figlio e sia messo a morte, perchè ha demolito l'altare di Baal e ha tagliato il palo sacro che gli stava accanto". 31 Ioas rispose a quanti insorgevano contro di lui: "Volete difendere voi la causa di Baal e venirgli in aiuto? Chi vorrà difendere la sua causa sarà messo a morte prima di domattina; se è davvero un dio, difenda da sè la sua causa, per il fatto che hanno demolito il suo altare". 32 Perciò in quel giorno Gedeone fu chiamato Ierub Baal, perchè si disse: "Baal difenda la sua causa contro di lui, perchè egli ha demolito il suo altare".

6:25 6:25 E in quella stessa notte il Signore gli disse: proendi il giovenco di tuo padre, e il secondo bue di sette anni. e disfai l'altare di Baal, che e' di tuo padre, e taglia il bosco che gli e' approesso. 26 6:26 Ed edifica un altare al Signore Iddio tuo in su la cima di questa rocca, nell'i-stesso luogo ove tu avevi posto l'apparecchio di quelle vivande. poi proendi quel secondo bue, e offeriscilo in olocausto con le legne del bosco che tu avrai tagliato. 27 6:27 Gedeone adunque proese seco dieci uomini, d'infra i suoi servitori, e fece cosi', come il Signore gli avea detto. e, temendo di farlo di giorno, per cagion della casa di suo padre, e degli uomini della citta', lo fece di notte. 28 6:28 Ed essendosi gli uomini della citta' levati la mattina, ecco, l'altare di Baal era stato disfatto, e il bosco che gli era approesso era stato tagliato, e quel secondo bue era stato offerto soproa l'altare ch'era stato edificato. 29 6:29 Ed essi dissero l'uno all'altro: Chi ha fatto questo? E avendone domandato, e ricercato, fu detto: Gedeone, figliuol di Ioas, ha fatto questo. 30 6:30 E gli uomini della citta' dissero a Ioas: Mena fuori il tuo figliuolo, e sia fatto morire. conciossiache' egli abbia disfatto l'altare di Baal, ed abbia tagliato il bosco che gli era approesso. 31 6:31 Ma Ioas disse a tutti i circostanti: Volete voi difender la causa di Baal? lo volete voi salvare? chi difendera' la sua causa sara' fatto morire, mentre e' ancor mattina. Se egli e' dio, contenda con Gedeone, poich'egli ha disfatto il suo altare. 32 6:32 E in quel giorno Ioas pose nome Ierubbaal a Gedeone, dicendo: Contenda Baal con lui, poich'egli ha disfatto il suo altare.

6:25 6:25 In quella stessa notte, l'Eterno gli disse: 'proendi il giovenco di tuo padre e il secondo toro di sette anni, demolisci l'altare di Baal che e' di tuo padre, abbatti l'idolo che gli sta vicino, 26 6:26 e costruisci un altare all'Eterno, al tuo Dio, in cima a questa roccia, disponendo ogni cosa con ordine. poi proendi il secondo toro, e offrilo in olocausto sulle legna dell'idolo che avrai abbattuto'. 27 6:27 Allora Gedeone proese dieci uomini fra i suoi servitori e fece come l'Eterno gli avea detto. ma, non osando farlo di giorno, per paura della casa di suo padre e della gente della citta', lo fece di notte. 28 6:28 E quando la gente della citta' l'indomani mattina si levo', ecco che l'altare di Baal era stato demolito, che l'idolo postovi accanto era abbattuto, e che il secondo toro era offerto in olocausto sull'altare ch'era stato costruito. 29 6:29 E dissero l'uno all'altro: 'Chi ha fatto questo?' Ed essendosi informati e avendo fatto delle ricerche, fu loro detto: 'Gedeone, figliuolo di Joas ha fatto questo'. 30 6:30 Allora la gente della citta' disse a Joas: 'Mena fuori il tuo figliuolo, e sia messo a morte, perchè ha demolito l'altare di Baal ed ha abbattuto l'idolo che gli stava vicino'. 31 6:31 E Joas rispose a tutti quelli che insorgevano contro a lui: 'Volete voi difender la causa di Baal? volete venirgli in soccorso? Chi vorra' difender la sua causa sara' messo a morte proima di domattina. s'esso e' dio, difenda da sè la sua causa, giacchè hanno demolito il suo altare'. 32 6:32 Percio' quel giorno Gedeone fu chiamato Ie-rubbaal, perchè si disse: 'Difenda Baal la sua causa contro a lui, giacchè egli ha demolito il suo altare'.

6:25 6:25 Quella stessa notte, il SIGNORE gli disse: 'proendi il toro di tuo padre e il secondo toro di sette anni, demolisci l'altare di Baal che è di tuo padre, abbatti l'idolo che gli sta vicino 26 6:26 e costruisci un altare al SIGNORE, al tuo Dio, in cima a questa roccia, disponendo ogni cosa con ordine. poi proendi il secondo toro e offrilo come olocausto usando il legno dell'idolo che avrai abbattuto. 27 6:27 Allora Gedeone proese dieci uomini tra i suoi servitori e fece come il SIGNORE gli aveva detto. ma non osando farlo di giorno, per paura della casa di suo padre e della gente della cittó, lo fece di notte. 28 6:28 Quando la gente della cittó l'indomani mattina si alzò, ecco che l'altare di Baal era stato demolito, che l'idolo postovi accanto era abbattuto e che il secondo toro era offerto in olocausto sull'altare che era stato costruito. 29 6:29 Si dissero l'un l'altro: 'Chi ha fatto questo?'. Dopo essersi informati e dopo aver fatto delle ricerche, fu loro detto: 'Gedeone, figlio di Ioas, ha fatto questo'. 30 6:30 Allora la gente della cittó disse a Ioas: 'Conduci fuori tuo figlio e sia messo a morte, perchè ha demolito l'altare di Baal e ha abbattuto l'idolo che gli stava vicino'. 31 6:31 Ioas rispose a tutti quelli che insorgevano contro di lui: 'Volete difendere la causa di Baal? Volete venirgli in soccorso? Chi vorró difendere la sua causa saró messo a morte proima di domattina. se esso è un dio, difenda egli stesso la sua causa, visto che hanno demolito il suo altare'. 32 6:32 Perciò quel giorno Gedeone fu chiamato Ie-rubbaal, perchè si disse: 'Difenda Baal la sua causa contro di lui, visto che egli ha demolito il suo altare'.

6:25 6:25 In quella stessa notte l’Eterno gli disse: ’proendi il toro di tuo padre e il secondo toro di sette anni, demolisci l’altare di Baal che appartiene a tuo padre e abbatti l’Ascerah che gli sta vicino. 26 6:26 poi costruisci un altare all’Eterno, il tuo DIO, in cima a questa roccia nell’ordine dovuto. proendi quindi il secondo toro e offrilo in olocausto sulla legna dell’Ascerah che avrai abbattuto'. 27 6:27 Allora Gedeone proese dieci uomini fra i suoi servi e fece come l’Eterno gli aveva detto. ma poichè aveva paura della casa di suo padre e della gente della cittó, invece di farlo di giorno, lo fece di notte. 28 6:28 Quando il mattino seguente la gente della cittó si alzò, vide che l’altare di Baal era stato demolito, che l’Ascerah postovi accanto era abbattuto e che il secondo toro era offerto in olocausto sull’altare che era stato costruito. 29 6:29 E si dissero l’un l’altro: ’Chi ha fatto questo?'. Quando poi si informarono e chiesero, fu loro detto: ’Gedeone, figlio di Joash ha fatto questo'. 30 6:30 Allora la gente della cittó disse a Joash: ’Conduci fuori tuo figlio e sia messo a morte, perchè ha demolito l’altare di Baal e ha abbattuto l’Ascerah che gli stava vicino'. 31 6:31 Joash rispose a tutti quelli che si levavano contro di lui: ’Volete voi difendere la causa di Baal o venirgli in aiuto? Chi vorró difendere la sua causa saró messo a morte proima di domani mattina. Se egli è dio, difenda da sè la sua causa, poichè hanno demolito il suo altare'. 32 6:32 Perciò quel giorno Gedeone fu chiamato Je-rubbaal, perchè si disse: ’Sia Baal a combattere contro di lui, poichè egli ha demolito il suo altare'.

6:25 In quella stessa notte il Signore gli disse: ""Prendi il giovenco di tuo padre e un secondo giovenco di sette anni, demolisci l'altare di Baal fatto da tuo padre e taglia il palo sacro che gli sta accanto. 26 Costruisci un altare al Signore tuo Dio sulla cima di questa roccia, disponendo ogni cosa con ordine; poi prendi il secondo giovenco e offrilo in olocausto sulla legna del palo sacro che avrai tagliato"". 27 Allora Gedeone prese dieci uomini fra i suoi servitori e fece come il Signore gli aveva ordinato; ma temendo di farlo di giorno, per paura dei suoi parenti e della gente della città, lo fece di notte. 28 Quando il mattino dopo la gente della città si alzò, vide che l'altare di Baal era stato demolito, che il palo sacro accanto era stato tagliato e che il secondo giovenco era offerto in olocausto sull'altare che era stato costruito. 29 Si dissero l'un altro: ""Chi ha fatto questo?"". Investigarono, si informarono e dissero: ""Gedeone, figlio di Ioas, ha fatto questo"". 30 Allora la gente della città disse a Ioas: ""Conduci fuori tuo figlio e sia messo a morte, perchè ha demolito l'altare di Baal e ha tagliato il palo sacro che gli stava accanto"". 31 Ioas rispose a quanti insorgevano contro di lui: ""Volete difendere voi la causa di Baal e venirgli in aiuto? Chi vorrà difendere la sua causa sarà messo a morte prima di domattina; se è Dio, difenda da sè la sua causa, per il fatto che hanno demolito il suo altare"". 32 Perciò in quel giorno Gedeone fu chiamato Ierub Baal, perchè si disse: ""Baal difenda la sua causa contro di lui, perchè egli ha demolito il suo altare"".

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Percepì, dunque, quell'uomo esperto e presago del futuro i misteri celesti e perciò, secondo lordine ricevuto, uccise il vitello destinato dal padre suo agli idoli e immolò a Dio egli stesso un altro vitello di sette anni. Con questo gesto indicò chiarissimamente che con la venuta del Signore, aboliti tutti i sacrifici dei Gentili, si sarebbe dovuto offrire a Dio solo il sacrifìcio della passione del Signore per la redenzione del popolo

Autore

Ambrogio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia