Cronologia dei paragrafi

4. Debora e Barak
Debora
Eber il Kenita
Disfatta di Sisara
Morte di Sisara
La liberazione di Israele
Il cantico di Debora e di Barac
Israele oppresso dai Madianiti
Intervento di un profeta
Apparizione dell'angelo del Signore a Gedeone
Gedeone contro Baal
La chiamata alle armi
La prova del vello
Il Signore riduce l'esercito di Gedeone
Presagio di vittoria
La sorpresa
L'inseguimento
Suscettibilita degli Efraimiti
Gedeone insegue il nemico oltre il Giordano
Disfatta di Zebach e di Zalmunna
Le vendette di Gedeone
Gedeone. La fine della sua vita
Ricaduta di Israele
D. Il regno di Abimelech
Apologo di Iotam
Rivolta dei Sichemiti contro Abimelech
Distruzione di Sichem e presa della torre di Sichem
Assedio di Tebes è morte di Abimelech
6. Tola
7. Iair
Oppressione degli Ammoniti
Iefte pone le condizioni
Approcci di Iefte con gli Ammoniti
Il voto di Iefte e la sua vittoria
Guerra tra Efraim è Galaad. Morte di Iefte
9. Ibsan
1. Elon
11. Abdon
L'annunzio della nascita di Sansone
Seconda apparizione dell'angelo
Il matrimonio di Sansone
L'indovinello di Sansone
Sansone brucia le messi dei Filistei
La mascella di asino
L'episodio delle porte di Gaza
Sansone tradito da Dalila
Vendetta e morte di Sansone
Il santuario privato di Mica
I Daniti alla ricerca di un territorio
La migrazione dei Daniti
Presa di Lais. Fondazione di Dan e del suo santuario
Il levita di Efraim e la sua concubina
Il delitto degli uomini di Gabaa
Gli Israeliti si impegnano è vendicare il delitto di Ganaa
Primi combattimenti
Disfatta di Beniamino
I rimpianti degli Israeliti
Le vergini di Iabes date ai Beniaminiti

4. Debora e Barak (Gdc 4,1-3)

4:1 Eud era morto, e gli Israeliti ripresero a fare ciò che è male agli occhi del Signore. 2 Il Signore li consegnò nelle mani di Iabin, re di Canaan, che regnava ad Asor. Il capo del suo esercito era Sìsara, che abitava a Caroset- Goìm. 3 Gli Israeliti gridarono al Signore, perchè Iabin aveva novecento carri di ferro e da vent'anni opprimeva duramente gli Israeliti.

4:1 4:1 ORA, dopo che fu morto Ehud, i figliuoli d'Israele seguitarono a far cio' che dispiace al Signore. 2 4:2 Laonde il Signore li vende' nelle mani di Iabin, re di Canaan, che regnava in Hasor. il Capo del cui esercito era Sisera. ed egli abitava in Haroset de' Gentili. 3 4:3 E i figliuoli d'Israele gridarono al Signore. per-ciocche' Iabin avea novecento carri di ferro. e avea gia' vent'anni opproessato Israele con violenza.

4:1 4:1 Morto che fu Ehud, i figliuoli d'Israele continuarono a fare cio' ch'e' male agli occhi dell'Eterno. 2 4:2 E l'Eterno li diede nelle mani di Iabin, re di Canaan, che regnava a Hatsor. Il capo del suo esercito era Sise-ra che abitava a Harosceth-Goim. 3 4:3 E i figliuoli d'Israele gridarono all'Eterno, perchè Iabin avea novecento carri di ferro, e gia' da venti anni opproimeva con violenza i figliuoli d'Israele.

4:1 4:1 Morto Eud, i figli d'Israele continuarono a fare ciò che è male agli occhi del SIGNORE. 2 4:2 Il SIGNORE li diede nelle mani di Iabin, re di Canaan, che regnava ad A-sor. Il capo del suo esercito era Sisera, che abitava ad Aroset-Goim. 3 4:3 I figli d'Israele gridarono al SIGNORE, perchè Iabin aveva novecento carri di ferro e gió da vent'anni opproimeva con violenza i figli d'Israele.

4:1 4:1 Morto Ehud, i figli d’Israele ritornarono a fare ciò che è male agli occhi dell’Eterno. 2 4:2 E l’Eterno li diede nelle mani di Jabin, re di Canaan, che regnava a Hatsor. Il capo del suo esercito era Sise-ra, che abitava a Harosceth delle nazioni. 3 4:3 E i figli d’Israele gridarono all’Eterno, perchè Ja-bin aveva novecento carri di ferro, e gió da venti anni opproimeva duramente i figli d’Israele.

4:1 Eud era morto e gli Israeliti tornarono a fare ciò che è male agli occhi del Signore. 2 Il Signore li mise nelle mani di Iabin re di Canaan, che regnava in Cazor. Il capo del suo esercito era Sisara che abitava a Aroset-Goim. 3 Gli Israeliti gridarono al Signore, perchè Iabin aveva novecento carri di ferro e già da venti anni opprimeva duramente gli Israeliti.

Mappa

Commento di un santo

Niente, infatti, assolutamente niente è più efficace di una moglie pia e prudente, per influire sul marito e per ammaestrare la sua anima come vorrà. Egli non accetterà tanto le osservazioni o i consigli offertigli dagli amici, dai dottori o dai magistrati, quanto quelli della propria moglie. Queste esortazioni di lei sono infatti unite alla gioia, perchè si tratta di una persona molto amata. Potrei portare molti esempi di uomini di carattere difficile, sregolati, che sono stati resi più moderati e temperanti dalle proprie mogli. La moglie, che divide con il marito la mensa, il letto e il compito della procreazione dei figli, essa, che viene messa a parte di tutto ciò che si può dire liberamente e anche dei segreti, e sa quando lui entra o quando esce e molte altre cose, dedicandosi interamente al marito e stando congiunta a lui così strettamente come il corpo sta unito al capo, se è prudente e diligente

Autore

Crisostomo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia