Cronologia dei paragrafi

Lo sterminio e la rovina
L'altare di pietra grezza
Lettura della Legge
Coalizione contro Israele
Astuzia degli abitanti di Gabaon
Statuto degli abitanti di Gabaon
Cinque re muovono guerra è Gabaon
Giosuè in aiuto di Gabaon
L'aiuto dall'alto
Cinque re nella grotta di Makkeda
Conquista delle città meridionali di Canaan
Ricapitolazione delle conquiste del sud
Coalizione dei re del Nord
Vittoria di Merom
Presa di Cazor e delle altre città del Nord
Il mandato di mosè eseguito da Giosuè
Sterminio degli Anakiti
I re vinti a est del Giordano
I re vinti a ovest del Giordano
Paesi da conquistare
Abbozzo di insieme
La tribù di Ruben
La tribù di Gad
Meta della tribù di Manasse
Introduzione
La parte di Caleb
La tribù di Giuda
I Calebiti occupano il territorio di Ebron
Nomenclatura delle località della tribù di Giuda
La tribù di Efraim
La tribù di Manasse
Proteste dei figli di Giuseppe
Operazione catastale per queste sette tribù
La tribù di Beniamino
città' di Beniamino
La tribù di Simeone
La tribù di Zabulon
La tribù di Issacar
La tribù di Aser
La tribù di Neftali
La tribù di Dan
Le città di rifugio
Le città levitiche
Parte dei Keatiti
Parte dei figli di Gherson
Parte dei figli di Merari
Congedo del contingente transgiordano
Erezione di un altare sulla sponda del Giordano
Rimproveri rivolti alle tribù orientali
Giustificazione delle tribù transgiordane
Accordo ristabilito
Giosuè riassume la sua opera
Condotta in mezzo ai popoli stranieri '
3. La grande assemblea di Sichem '
Israele sceglie il Signore '
L'alleanza di Sichem '
Morte di Giosuè

Lo sterminio e la rovina (Gs 8,26-29)

8:26 Giosuè non ritirò la mano che brandiva il giavellotto, finchè non ebbero votato allo sterminio tutti gli abitanti di Ai. 27 Gli Israeliti trattennero per sè soltanto il bestiame e il bottino della città, secondo l'ordine che il Signore aveva dato a Giosuè. 28 Giosuè incendiò Ai, riducendola a una collina di rovine per sempre, una desolazione fino ad oggi. 29 Fece appendere il re di Ai a un albero, fino alla sera. Al tramonto Giosuè comandò che il suo cadavere fosse calato giù dall'albero; lo gettarono all'ingresso della porta della città e vi eressero sopra un gran mucchio di pietre, che esiste ancora oggi.

8:26 8:26 E Giosue' non ritrasse la sua mano, la quale egli avea stesa con lo stendardo, finche' non ebbe distrutti nel modo dell'interdetto tutti gli abitanti d'Ai. 27 8:27 Gl'Israeliti proedarono sol per loro il bestiame, e le spoglie di quella citta', secondo cio' che il Signore avea comandato a Giosue'. 28 8:28 E Giosue' brucio' Ai, e la ridusse in un monte di ruine in perpetuo, come e' infino al di' d'oggi. 29 8:29 Appicco' ancora ad un legno il re d'Ai, il qual vi rimase fino alla sera. ma in sul tramontar del sole, Giosue' comando' che il corpo morto di esso fosse messo giu' dal legno. e fu gittato all'entrata della porta della citta', e soproa esso fu alzato un gran monte di pietre, il qual dura fino a questo giorno.

8:26 8:26 Giosue' non ritiro' la mano che avea stesa con la lancia, finchè non ebbe sterminato tutti gli abitanti d'Ai. 27 8:27 Israele proese per sè soltanto il bestiame e il bottino di quella citta', secondo l'ordine che l'Eterno avea dato a Giosue'. 28 8:28 Giosue' arse dunque Ai e la ridusse in perpetuo in un mucchio di ruine, com'e' anch'oggi. 29 8:29 Quanto al re d'Ai, l'appicco' a un albero, e ve lo lascio' fino a sera. ma al tramonto del sole Giosue' ordino' che il cadavere fosse calato dall'albero. e lo gitta-rono all'ingresso della porta della citta', e gli ammassarono soproa un gran mucchio di pietre, che rimane anche al di' d'oggi.

8:26 8:26 Giosuè non ritirò la mano che aveva stesa con la lancia, finchè non ebbe sterminato tutti gli abitanti di Ai. 27 8:27 Israele proese per sè soltanto il bestiame e il bottino di quella cittó, secondo l'ordine che il SIGNORE aveva dato a Giosuè. 28 8:28 Giosuè incendiò dunque Ai e la ridusse per semproe in un mucchio di rovine com'è ancora oggi. 29 8:29 Quanto al re di Ai, l'appese a un albero, e ve lo lasciò fino a sera. ma al tramonto del sole Giosuè ordinò che il cadavere fosse calato dall'albero. e lo gettarono all'ingresso della porta della cittó, e gli ammassarono soproa un gran mucchio di pietre, che rimane ancora al giorno d'oggi.

8:26 8:26 Giosuè non ritirò la mano che brandiva la lancia, finchè non ebbe sterminato tutti gli abitanti di Ai. 27 8:27 Israele proese per sè soltanto il bestiame e il bottino di quella cittó, secondo l’ordine che l’Eterno aveva dato a Giosuè. 28 8:28 Così Giosuè arse Ai e la ridusse a un cumulo di rovine per semproe, una desolazione fino a questo giorno. 29 8:29 Fece quindi appendere il re di Ai ad un albero e ve lo lasciò fino a sera. al tramonto del sole, Giosuè ordinò che il suo cadavere fosse calato dall’albero, fosse gettato all’ingresso della porta della cittó e vi ammassarono soproa un grande mucchio di pietre, che rimane fino ad oggi.

8:26 Giosuè non ritirò la mano, che brandiva il giavellotto, finchè non ebbero votato allo sterminio tutti gli abitanti di Ai. 27 Gli Israeliti, secondo l'ordine che il Signore aveva dato a Giosuè, trattennero per sè soltanto il bestiame e il bottino della città. 28 Poi Giosuè incendiò Ai e ne fece una rovina per sempre, una desolazione fino ad oggi. 29 Fece appendere il re di Ai ad un albero fino alla sera. Al calar del sole Giosuè comandò che il suo cadavere fosse calato dall'albero; lo gettarono all'ingresso della porta della città e vi eressero sopra un gran mucchio di pietre, che dura fino ad oggi.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia