Cronologia dei paragrafi

I figli di Giacobbe
Come si è arricchito Giacobbe
Fuga di Giacobbe
labano insegue Giacobbe
Accordo tra Giacobbe e labano
Giacobbe prepara l'incontro con Esaù
La lotta con Dio
Incontro con Esaù
Giacobbe si separa da Esaù
Arrivo a Sichem
Violenza fatta a Dina
Accordo matrimoniale con i Sichemiti
Vendetta di Simeone e di Levi
Giacobbe a Betel
Nascita di Beniamino e morte di Rachele
Incesto di Ruben
I dodici figli di Giacobbe
Morte di Isacco
Mogli e figli di Esaù in Canaan
Migrazione di Esaù
Discendenza di Esaù in Seir
I Capi di Edom
Discendenza di Seir l'Hurrita
I re di Edom
Ancora i capi di Edom
Giuseppe e i suoi fratelli
Giuseppe venduto dai fratelli
Storia di Giuda e di Tamar
Primi successi di Giuseppe in Egitto
Giuseppe e la seduttrice
Giuseppe in prigione
Giuseppe interpreta i sogni degli ufficiali del Faraone
I sogni del Faraone
Promozione di Giuseppe
I figli di Giacobbe
Primo incontro di Giusepe con i suoi fratelli
Ritorno dei figli di Giacobbe in Canaan
I figli di Giacobbe ripartono con Beniamino
L'incontro presso Giuseppe
La coppa di Giuseppe nel sacco di Beniamino
L'intervento di Giuda
Giuseppe si fa riconoscere
L'invito del Faraone
Il ritorno in Canaan
Partenza di Giacobbe per l'Egitto
La famiglia di Giacobbe
L'accoglienza di Giuseppe
L'udienza del Faraone
Altro racconto
Politica agraria di Giuseppe
Ultime volontà di Giacobbe
Giacobbe adotta e benedice i due figli di Giuseppe
Benedizioni di Giacobbe
Ultimi momenti e morte di Giacobbe
Funerali di Giacobbe
Dalla morte di Giacobbe alla morte di Giuseppe

I figli di Giacobbe (gen 29,31-99)

29:31 Ora il Signore, vedendo che Lia veniva trascurata, la rese feconda, mentre Rachele rimaneva sterile. 32 Così Lia concepì e partorì un figlio e lo chiamò Ruben, perchè disse: "Il Signore ha visto la mia umiliazione; certo, ora mio marito mi amerà". 33 Concepì ancora e partorì un figlio, e disse: "Il Signore ha udito che io ero trascurata e mi ha dato anche questo". E lo chiamò Simeone. 34 Concepì ancora e partorì un figlio, e disse: "Questa volta mio marito mi si affezionerà, perchè gli ho partorito tre figli". Per questo lo chiamò Levi. 35 Concepì ancora e partorì un figlio, e disse: "Questa volta loderò il Signore". Per questo lo chiamò Giuda. E cessò di avere figli.

29:31 29:31 E il Signore, veggen-do che Lea era odiata, aperse la sua matrice. ma Rachele era sterile. 32 29:32 E Lea concepette, e partori' un figliuolo, al quale ella pose nome Ruben. perciocchà disse: Il Signore ha pur riguardato alla mia afflizione. ora mi amera' pure il mio marito. 33 29:33 Poi concepette di nuovo, e partori' un figliuolo, e disse: Il Signore ha pure inteso che io era odiata, e pero' mi ha dato ancora questo figliuolo. percio' gli pose nome Simeone. 34 29:34 Ed ella concepette ancora, e partori' un figliuolo, e disse: Questa volta pure il mio marito stara' congiunto meco. perciocchà io gli ho partoriti tre figliuoli. percio' fu posto nome a quel figliuolo Levi. 35 29:35 Ed ella concepette ancora, e partori' un figliuolo, e disse: Questa volta io celebrero' il Signore. percio' pose nome a quel figliuolo Giuda. poi resto' di partorire.

29:31 29:31 L'Eterno, vedendo che Lea era odiata, la rese feconda. ma Rachele era sterile. 32 29:32 E Lea concepi' e partori' un figliuolo, al quale pose nome Ruben. perchè disse: 'L'Eterno ha veduto la mia afflizione. e ora il mio marito mi amera''. 33 29:33 Poi concepi' di nuovo e partori' un figliuolo, e disse: 'L'Eterno ha udito ch'io ero odiata, e pero' m'ha dato anche questo figliuolo'. E lo chiamo' Simeone. 34 29:34 E concepi' di nuovo e partori' un figliuolo, e disse: 'Questa volta, il mio marito sara' ben unito a me, poichè gli ho partorito tre figliuoli'. Per questo fu chiamato Levi. 35 29:35 E concepi' di nuovo e partori' un figliuolo, e disse: 'Questa volta celebrero' l'Eterno'. Percio' gli pose nome Giuda. E cesso' d'aver figliuoli.

29:31 29:31 Il SIGNORE, vedendo che Lea era odiata, la rese feconda. ma Rachele era sterile. 32 29:32 Lea concepò, partorò un figlio e lo chiamò Ruben, perchè disse: 'Il SIGNORE ha visto la mia afflizione. ora mio marito mi ameró'. 33 29:33 Poi concepò di nuovo e partorò un figlio, e disse: 'Il SIGNORE ha udito che io ero odiata, e mi ha dato anche questo figlio'. E lo chiamò Simeone. 34 29:34 Concepò di nuovo e partorò un figlio, e disse: 'Questa volta mio marito saró ben unito a me, perchè gli ho partorito tre figli'. Per questo fu chiamato Levi. 35 29:35 E concepò di nuovo, partorò un figlio e disse: 'Questa volta celebrerò il SIGNORE'. Perciò lo chiamò Giuda. Poi cessò d'aver figli.

29:31 29:31 L’Eterno, vedendo che Lea non era amata, aperse il suo grembo. ma Rachele era sterile. 32 29:32 Così Lea concepì e partorì un figlio e lo chiamò Ruben, perchè disse: ’L’Eterno ha visto la mia afflizione. perciò ora mio marito mi ameró'. 33 29:33 Poi concepì nuovamente e partorì un figlio e disse: ’L’Eterno ha udito che io non ero amata, e perciò mi ha dato anche questo figlio'. E lo chiamò Simeone. 34 29:34 Ella concepì nuovamente e partorì un figlio, e disse: ’Questa volta mio marito si affezioneró a me, perchè gli ho partorito tre figli'. Per questo fu chiamato Levi. 35 29:35 Ella concepì nuovamente e partorì un figlio, e disse: ’Questa volta celebrerò l’Eterno'. Perciò lo chiamò Giuda. Poi cessò di avere figli.

29:31 Ora il Signore, vedendo che Lia veniva trascurata, la rese feconda, mentre Rachele rimaneva sterile. 32 Così Lia concepì e partorì un figlio e lo chiamò Ruben, perchè disse: "Il Signore ha visto la mia umiliazione; certo, ora mio marito mi amerà". 33 Concepì ancora un figlio e disse: "Il Signore ha udito che io ero trascurata e mi ha dato anche questo". E lo chiamò Simeone. 34 Poi concepì ancora e partorì un figlio e disse: "Questa volta mio marito mi si affezionerà, perchè gli ho partorito tre figli". Per questo lo chiamò Levi. 35 Concepì ancora e partorì un figlio e disse: "Questa volta loderò il Signore". Per questo lo chiamò Giuda. E cessò di avere figli.

Mappa

Commento di un santo

Osservate la saggezza creativa di Dio. Mentre una donna attrae a ilfavore di suo marito con la sua bellezza, l'altra appariva essere rifiutata essendone priva. Ma fu quest'ultima che Dio risveliò alla procreazione, mentre lasciò il ventre dell'altra inattivo. Così egli trattò con ciascuna di esse secondo il suo caratteristico amore, in modo che l'una potesse avere conforto da ciò che nasce ,a da lei, e l'altra non potesse trionfare sulla sorella grazie al suo fascino e alla sua bellezza.

Autore

Crisostomo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale