Cronologia dei paragrafi

La celebrazione della Pasqua
Preludio: Teofania
Presa di Gerico
Gerico votata allo sterminio
La casa di Raab preservata
Maledizione è chi ricostruirà Gerico
Violazione del voto di sterminio
Scacco davanti ad Ai, sanzione del sacrilegio
Preghiera di Giosuè
Risposta del Signore
Scoperta e castigo del colpevole
Ordine dato a Giosuè
Manovra di Giosuè
Battaglia di Ai
Lo sterminio e la rovina
L'altare di pietra grezza
Lettura della Legge
Coalizione contro Israele
Astuzia degli abitanti di Gabaon
Statuto degli abitanti di Gabaon
Cinque re muovono guerra è Gabaon
Giosuè in aiuto di Gabaon
L'aiuto dall'alto
Cinque re nella grotta di Makkeda
Conquista delle città meridionali di Canaan
Ricapitolazione delle conquiste del sud
Coalizione dei re del Nord
Vittoria di Merom
Presa di Cazor e delle altre città del Nord
Il mandato di mosè eseguito da Giosuè
Sterminio degli Anakiti
I re vinti a est del Giordano
I re vinti a ovest del Giordano
Paesi da conquistare
Abbozzo di insieme
La tribù di Ruben
La tribù di Gad
Meta della tribù di Manasse
Introduzione
La parte di Caleb
La tribù di Giuda
I Calebiti occupano il territorio di Ebron
Nomenclatura delle località della tribù di Giuda
La tribù di Efraim
La tribù di Manasse
Proteste dei figli di Giuseppe
Operazione catastale per queste sette tribù
La tribù di Beniamino
città' di Beniamino
La tribù di Simeone
La tribù di Zabulon
La tribù di Issacar
La tribù di Aser
La tribù di Neftali
La tribù di Dan
Le città di rifugio
Le città levitiche
Parte dei Keatiti
Parte dei figli di Gherson
Parte dei figli di Merari
Congedo del contingente transgiordano
Erezione di un altare sulla sponda del Giordano
Rimproveri rivolti alle tribù orientali
Giustificazione delle tribù transgiordane
Accordo ristabilito
Giosuè riassume la sua opera
Condotta in mezzo ai popoli stranieri '
3. La grande assemblea di Sichem '
Israele sceglie il Signore '
L'alleanza di Sichem '
Morte di Giosuè

La celebrazione della Pasqua (Gs 5,1-12)

5:1 Quando tutti i re degli Amorrei, a occidente del Giordano, e tutti i re dei Cananei, lungo il mare, vennero a sapere che il Signore aveva prosciugato le acque del Giordano davanti agli Israeliti, al loro passaggio, si sentirono venir meno il cuore e rimasero senza coraggio davanti agli Israeliti. 2 In quel tempo il Signore disse a Giosuè: "Fatti coltelli di selce e fa' una nuova circoncisione agli Israeliti". 3 Giosuè si fece coltelli di selce e circoncise gli Israeliti al colle dei Prepuzi. 4 La ragione di questa circoncisione praticata da Giosuè è la seguente: tutto il popolo uscito dall'Egitto, i maschi, tutti gli uomini atti alla guerra, erano morti nel deserto dopo l'uscita dall'Egitto. 5 Tutti coloro che erano usciti erano circoncisi, mentre tutti coloro che erano nati nel deserto, dopo l'uscita dall'Egitto, non erano circoncisi. 6 Quarant'anni infatti avevano camminato gli Israeliti nel deserto, finchè non fu estinta tutta la generazione degli uomini idonei alla guerra, usciti dall'Egitto; essi non avevano ascoltato la voce del Signore e il Signore aveva giurato di non far loro vedere quella terra che il Signore aveva giurato ai loro padri di darci, terra dove scorrono latte e miele. 7 Al loro posto suscitò i loro figli e Giosuè circoncise costoro; non erano infatti circoncisi, perchè non era stata fatta la circoncisione durante il viaggio. 8 Quando si terminò di circoncidere tutti, rimasero a riposo nell'accampamento fino al loro ristabilimento. 9 Allora il Signore disse a Giosuè: "Oggi ho allontanato da voi l'infamia dell'Egitto". Quel luogo si chiama Gàlgala fino ad oggi. 10 Gli Israeliti rimasero accampati a Gàlgala e celebrarono la Pasqua al quattordici del mese, alla sera, nelle steppe di Gerico. 11 Il giorno dopo la Pasqua mangiarono i prodotti della terra, azzimi e frumento abbrustolito in quello stesso giorno. 12 E a partire dal giorno seguente, come ebbero mangiato i prodotti della terra, la manna cessò. Gli Israeliti non ebbero più manna; quell'anno mangiarono i frutti della terra di Canaan.

5:1 5:1 Ora, come tutti i re degli Amorrei che erano di qua dal Giordano, verso Ponente, e tutti i re de' Cananei, ch'erano proesso al mare, udirono che il Signore avea seccate le acque del Giordano davanti a' figliuoli d'Israele, finche' fossero passati. il cuor loro divenne tutto fiacco, e non resto' loro piu' alcun animo, per tema de' figliuoli d'Israele. 2 5:2 IN quel tempo il Signore disse a Giosue': Fatti de' coltelli taglienti, e torna di nuovo a circoncidere i figliuoli d'Israele. 3 5:3 Giosue' adunque si fece dei coltelli taglienti, e circoncise i figliuoli d'Israele al colle de' proepuzi. 4 5:4 Or questa fu la cagione per la quale Giosue' li circoncise: tutti i maschi del popolo, ch'era uscito di Egitto, cioe', tutti gli uomini di guerra, erano morti nel deserto per lo cammino, dopo essere usciti di Egitto. 5 5:5 E, benche' tutto il popolo che usci' d'Egitto fosse circonciso, non pero' aveano circonciso tutto il popolo ch'era nato nel deserto per lo cammino, dopo che furono usciti d'Egitto. 6 5:6 Perciocche', dopo che i figliuoli d'Israele furono camminati quarantanni per lo deserto, finche' fosse consumata la gente degli uomini di guerra ch'erano usciti di Egitto, i quali non aveano ubbidito alla voce del Signore, onde il Signore avea lor giurato, che non farebbe lor vedere il paese, del quale avea giurato a' lor padri, che ce lo darebbe. paese stillante latte e miele. 7 5:7 il Signore fece sorgere, in luogo loro, i lor figliuoli, e quelli circoncise Giosue'. perciocchà erano incirconcisi, conciossiache' non fossero stati circoncisi per lo cammino. 8 5:8 E, dopo che si fu finito di circoncidere tutta la gente, dimorarono fermi nel campo, finche' fossero guariti. 9 5:9 E il Signore disse a Giosue': Oggi io vi ho tolto d'addosso il vituperio di Egitto. Ed egli pose nome a quel luogo, Ghilgal, il quale dura fino a questo giorno. 10 5:10 E i figliuoli d'Israele, accampati in Ghilgal, celebrarono la Pasqua nel quar-todecimo giorno di quel mese, in su la sera nelle campagne di Gerico. 11 5:11 E il giorno seguente la Pasqua, in quello stesso giorno, mangiarono del grano del paese, in pani azzimi, e del grano arrostito. 12 5:12 E il giorno approesso ch'ebber mangiato del grano del paese, la manna cesso'. e i figliuoli d'Israele non ebbero piu' manna. anzi quell'anno mangiarono del frutto della terra di Canaan.

5:1 5:1 Or come tutti i re degli Amorei che erano di la' dal Giordano verso occidente e tutti i re dei Cananei che erano proesso il mare udirono che l'Eterno aveva asciugate le acque del Giordano davanti ai figliuoli d'Israele finchè fossero passati, il loro cuore si strusse e non rimase piu' in loro alcun coraggio di fronte ai figliuoli d'Israele. 2 5:2 In quel tempo, l'Eterno disse a Giosue': 'Fatti de' coltelli di pietra, e torna di nuovo a circoncidere i figliuoli d'Israele'. 3 5:3 E Giosue' si fece de' coltelli di pietra e circoncise i figliuoli d'Israele sul colle d'Araloth. 4 5:4 Questo fu il motivo per cui li circoncise: tutti i maschi del popolo uscito dall'Egitto, cioe' tutti gli uomini di guerra, erano morti nel deserto durante il viaggio, dopo essere usciti dall'Egitto. 5 5:5 Or tutto questo popolo uscito dall'Egitto era circonciso. ma tutto il popolo nato nel deserto durante il viaggio, dopo l'uscita dall'Egitto, non era stato circonciso. 6 5:6 Poichè i figliuoli d'Israele avean camminato per quarant'anni nel deserto finchè tutta la nazione, cioe' tutti gli uomini di guerra ch'erano usciti dall'Egitto, furon distrutti, perchè non aveano ubbidito alla voce dell'Eterno. L'Eterno avea loro giurato che non farebbe loro vedere il paese che a-vea promesso con giuramento ai loro padri di darci: paese ove scorre il latte e il miele. 7 5:7 e sostitui' a loro i loro figliuoli. E questi Giosue' li circoncise, perchè erano incirconcisi, non essendo stati circoncisi durante il viaggio. 8 5:8 E quando s'ebbe finito di circoncidere tutta la nazione, quelli rimasero al loro posto nel campo, finchè fossero guariti. 9 5:9 E l'Eterno disse a Giosue': 'Oggi vi ho tolto di dosso il vituperio dell'Egitto'. E quel luogo fu chiamato Ghilgal, nome che dura fino al di' d'oggi. 10 5:10 I figliuoli d'Israele si accamparono a Ghilgal, e celebrarono la Pasqua il quattordicesimo giorno del mese, sulla sera, nelle pianure di Gerico. 11 5:11 E l'indomani della Pasqua, in quel proeciso giorno, mangiarono dei prodotti del paese: pani azzimi e grano arrostito. 12 5:12 E la manna cesso' l'indomani del giorno in cui mangiarono de' prodotti del paese. e i figliuoli d'Israele non ebbero piu' manna, ma mangiarono, quell'anno stesso, del frutto del paese di Canaan.

5:1 5:1 Quando tutti i re degli Amorei che erano di ló dal Giordano verso occidente e tutti i re dei Cananei che erano proesso il mare udirono che il SIGNORE aveva prosciugato le acque del Giordano davanti ai figli d'Israele finchè fossero passati, il loro cuore venne meno e non rimase più in loro alcun coraggio di fronte ai figli d'Israele. 2 5:2 In quel tempo il SIGNORE disse a Giosuè: 'Fatti dei coltelli di pietra, e torna di nuovo a circoncidere i figli d'Israele'. 3 5:3 E Giosuè si fece dei coltelli di pietra e circoncise i figli d'Israele sul colle d'Aralot. 4 5:4 Questo fu il motivo per cui li circoncise: tutti i maschi del popolo uscito dall'Egitto, cioè tutti gli uomini di guerra, erano morti nel deserto durante il viaggio dopo essere usciti dall'Egitto. 5 5:5 Tutto il popolo uscito dall'Egitto era circonciso, ma tutto il popolo nato nel deserto durante il viaggio, dopo l'uscita dall'Egitto, non era stato circonciso. 6 5:6 Infatti i figli d'Israele avevano camminato per quarant'anni nel deserto, finchè tutta la nazione, cioè tutti gli uomini di guerra che erano usciti dall'Egitto, furono distrutti, perchè non avevano ubbidito alla voce del SIGNORE. Il SIGNORE aveva loro giurato che non avrebbe fatto loro vedere il paese che aveva promesso con giuramento ai loro padri di dare a noi: paese dove scorrono il latte e il miele. 7 5:7 e sostituò a loro i loro figli. E questi Giosuè circoncise, perchè erano incirconcisi, non essendo stati circoncisi durante il viaggio. 8 5:8 Quando tutta la nazione fu circoncisa, quelli rimasero al loro posto nell'accampamento, finchè fossero guariti. 9 5:9 Allora il SIGNORE disse a Giosuè: 'Oggi vi ho tolto di dosso l'infamia d'Egitto'. E quel luogo fu chiamato Ghilgal, nome che dura fino ad oggi. 10 5:10 I figli d'Israele si accamparono a Ghilgal e, sulla sera del quattordicesimo giorno del mese, celebrarono la Pasqua nelle pianure di Gerico. 11 5:11 L'indomani della Pasqua, in quello stesso giorno, mangiarono i prodotti del paese: pani azzimi e grano arrostito. 12 5:12 E la manna cessò l'indomani del giorno in cui mangiarono i prodotti del paese. e i figli d'Israele non ebbero più manna, ma mangiarono, quell'anno stesso, il frutto del paese di Canaan.

5:1 5:1 Quando tutti i re degli Amorei che erano di ló dal Giordano verso ovest e tutti i re dei Cananei che erano proesso il mare vennero a sapere che l’Eterno aveva prosciugato le acque del Giordano davanti ai figli d’Israele finchè furono passati, il loro cuore venne meno e non rimase più in loro alcun coraggio di fronte ai figli d’Israele. 2 5:2 In quel tempo l’Eterno disse a Giosuè: ’Fatti dei coltelli di pietra e torna di nuovo a circoncidere i figli d’Israele'. 3 5:3 Così Giosuè si fece dei coltelli di pietra e circoncise i figli d’Israele sul colle di Haaraloth. 4 5:4 Questo fu il motivo per cui Giosuè li circoncise: tutto il popolo che era uscito dall’Egitto, i maschi, tutti gli uomini di guerra, erano morti nel deserto lungo la strada, dopo essere usciti dall’Egitto. 5 5:5 Mentre tutto il popolo uscito dall’Egitto era circonciso, tutto il popolo nato nel deserto, lungo la strada dopo l’uscita dall’Egitto, non era stato circonciso. 6 5:6 Infatti i figli d’Israele avevano camminato quaran-t’anni nel deserto finchè tutto il popolo, cioè gli uomini di guerra che erano usciti dall’Egitto, furono distrutti, perchè non avevano ubbidito alla voce dell’Eterno. Ad essi l’Eterno aveva giurato che non avrebbe fatto loro vedere il paese che aveva giurato ai loro padri di darci, un paese dove scorre latte e miele. 7 5:7 Così Giosuè circoncise i loro figli, che Dio aveva suscitato al loro posto, perchè erano incirconcisi, non essendo stati circoncisi lungo la strada. 8 5:8 Quando si finì di circoncidere tutto il popolo, essi rimasero al loro posto nell?accampamento, finchè furono guariti. 9 5:9 Allora l’Eterno disse a Giosuè: ’Oggi ho rimosso da voi il vituperio d’Egitto', e quel luogo fu chiamato Ghilgal fino a questo giorno. 10 5:10 I figli d’Israele si accamparono a Ghilgal e celebrarono la Pasqua il quattordicesimo giorno del mese, sull’imbrunire, nelle pianure di Gerico. 11 5:11 Il giorno dopo la Pasqua mangiarono dei prodotti del paese, pane azzimo e grano arrostito in quello stesso giorno. 12 5:12 Il giorno dopo che ebbero mangiato dei prodotti del paese, la manna cessò. così i figli d’Israele non ebbero più manna, ma quell’anno mangiarono dei frutti del paese di Canaan.

5:1 Quando tutti i re degli Amorrei, che sono oltre il Giordano ad occidente, e tutti i re dei Cananei, che erano presso il mare, seppero che il Signore aveva prosciugato le acque del Giordano davanti agli Israeliti, finchè furono passati, si sentirono venir meno il cuore e non ebbero più fiato davanti agli Israeliti. 2 In quel tempo il Signore disse a Giosuè: ""Fatti coltelli di selce e circoncidi di nuovo gli Israeliti"". 3 Giosuè si fece coltelli di selce e circoncise gli Israeliti alla collina Aralot. 4 La ragione per cui Giosuè fece praticare la circoncisione è la seguente: tutto il popolo uscito dall'Egitto, i maschi, tutti gli uomini atti alla guerra, morirono nel deserto dopo l'uscita dall'Egitto; 5 mentre tutto quel popolo che ne era uscito era circonciso, tutto il popolo nato nel deserto, dopo l'uscita dall'Egitto, non era circonciso. 6 Quarant'anni infatti camminarono gli Israeliti nel deserto, finchè fu estinta tutta la nazione, cioè gli uomini atti alla guerra usciti dall'Egitto, i quali non avevano ascoltato la voce del Signore e ai quali il Signore aveva giurato di non mostrare loro quella terra, dove scorre latte e miele, che il Signore aveva giurato ai padri di darci, 7 ma al loro posto fece sorgere i loro figli e questi circoncise Giosuè; non erano infatti circoncisi perchè non era stata fatta la circoncisione durante il viaggio. 8 Quando si terminò di circoncidere tutta la nazione, rimasero al loro posto nell'accampamento finchè furono guariti. 9 Allora il Signore disse a Giosuè: ""Oggi ho allontanato da voi l'infamia d'Egitto"". Quel luogo si chiamò Gàlgala fino ad oggi. 10 Si accamparono dunque in Gàlgala gli Israeliti e celebrarono la pasqua al quattordici del mese, alla sera, nella steppa di Gerico. 11 Il giorno dopo la pasqua mangiarono i prodotti della regione, azzimi e frumento abbrustolito in quello stesso giorno. 12 La manna cessò il giorno dopo, come essi ebbero mangiato i prodotti della terra e non ci fu più manna per gli Israeliti; in quell'anno mangiarono i frutti della terra di Canaan.

Mappa

Commento di un santo

Essa era figura del battesimo. Infatti, come la circoncisione recide non un mem bro necessario ma una parte superflua, co sì attraverso il santo battesimo noi siamo circoncisi del peccato: e il peccato è chia ro che è una parte superflua del desiderio, e non un desiderio necessario. Infatti è impossibile che qualcuno proprio non de sideri oppure sia completamente privo del senso del piacere: ma la parte inutile del piacere, ossia il desiderio e il piacere inu tili, questo è il peccato che il santo batte simo' circoncide, presentando a noi la cro ce veneranda come segno sulla fronte.

Autore

Damasceno

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia