Cronologia dei paragrafi

I due matrimoni di Giacobbe
I figli di Giacobbe
Come si è arricchito Giacobbe
Fuga di Giacobbe
labano insegue Giacobbe
Accordo tra Giacobbe e labano
Giacobbe prepara l'incontro con Esaù
La lotta con Dio
Incontro con Esaù
Giacobbe si separa da Esaù
Arrivo a Sichem
Violenza fatta a Dina
Accordo matrimoniale con i Sichemiti
Vendetta di Simeone e di Levi
Giacobbe a Betel
Nascita di Beniamino e morte di Rachele
Incesto di Ruben
I dodici figli di Giacobbe
Morte di Isacco
Mogli e figli di Esaù in Canaan
Migrazione di Esaù
Discendenza di Esaù in Seir
I Capi di Edom
Discendenza di Seir l'Hurrita
I re di Edom
Ancora i capi di Edom
Giuseppe e i suoi fratelli
Giuseppe venduto dai fratelli
Storia di Giuda e di Tamar
Primi successi di Giuseppe in Egitto
Giuseppe e la seduttrice
Giuseppe in prigione
Giuseppe interpreta i sogni degli ufficiali del Faraone
I sogni del Faraone
Promozione di Giuseppe
I figli di Giacobbe
Primo incontro di Giusepe con i suoi fratelli
Ritorno dei figli di Giacobbe in Canaan
I figli di Giacobbe ripartono con Beniamino
L'incontro presso Giuseppe
La coppa di Giuseppe nel sacco di Beniamino
L'intervento di Giuda
Giuseppe si fa riconoscere
L'invito del Faraone
Il ritorno in Canaan
Partenza di Giacobbe per l'Egitto
La famiglia di Giacobbe
L'accoglienza di Giuseppe
L'udienza del Faraone
Altro racconto
Politica agraria di Giuseppe
Ultime volontà di Giacobbe
Giacobbe adotta e benedice i due figli di Giuseppe
Benedizioni di Giacobbe
Ultimi momenti e morte di Giacobbe
Funerali di Giacobbe
Dalla morte di Giacobbe alla morte di Giuseppe

I due matrimoni di Giacobbe (gen 29,15-30)

29:15 Poi Làbano disse a Giacobbe: "Poichè sei mio parente, dovrai forse prestarmi servizio gratuitamente? Indicami quale deve essere il tuo salario". 16 Ora Làbano aveva due figlie; la maggiore si chiamava Lia e la più piccola si chiamava Rachele. 17 Lia aveva gli occhi smorti, mentre Rachele era bella di forme e avvenente di aspetto, 18 perciò Giacobbe s'innamorò di Rachele. Disse dunque: "Io ti servirò sette anni per Rachele, tua figlia minore". 19 Rispose Làbano: "Preferisco darla a te piuttosto che a un estraneo. Rimani con me". 20 Così Giacobbe servì sette anni per Rachele: gli sembrarono pochi giorni, tanto era il suo amore per lei. 21 Poi Giacobbe disse a Làbano: "Dammi la mia sposa, perchè i giorni sono terminati e voglio unirmi a lei". 22 Allora Làbano radunò tutti gli uomini del luogo e diede un banchetto. 23 Ma quando fu sera, egli prese la figlia Lia e la condusse da lui ed egli si unì a lei. 24 Làbano diede come schiava, alla figlia Lia, la sua schiava Zilpa. 25 Quando fu mattina. . . ecco, era Lia! Allora Giacobbe disse a Làbano: "Che cosa mi hai fatto? Non sono stato al tuo servizio per Rachele? Perchè mi hai ingannato?". 26 Rispose Làbano: "Non si usa far così dalle nostre parti, non si dà in sposa la figlia più piccola prima della primogenita. 27 Finisci questa settimana nuziale, poi ti darò anche l'altra per il servizio che tu presterai presso di me per altri sette anni". 28 E così fece Giacobbe: terminò la settimana nuziale e allora Làbano gli diede in moglie la figlia Rachele. 29 Làbano diede come schiava, alla figlia Rachele, la sua schiava Bila. 30 Giacobbe si unì anche a Rachele e amò Rachele più di Lia. Fu ancora al servizio di lui per altri sette anni.

29:15 29:15 E Labano gli disse: Perche' tu sei mio fratello, mi serviresti tu gratuitamente? dichiarami qual deve essere il tuo proemio. 16 29:16 Or Labano avea due figliuole: la maggiore si chiamava Lea, e la minore Rachele. 17 29:17 E Lea avea gli occhi teneri. ma Rachele era formosa, e di bello aspetto. 18 29:18 E Giacobbe amava Rachele. e disse a Labano: Io ti serviro' sett'anni per Rachele, tua figliuola minore. 19 29:19 E Labano disse: Meglio e' che io la dia a te, che ad un altro uomo. stattene pur meco. 20 29:20 E Giacobbe servi' per Rachele lo spazio di sette anni. e quelli gli parvero pochi giorni, per l'amore ch'egli le portava. 21 29:21 E Giacobbe disse a Labano: Dammi la mia moglie. perciocche' il mio termine e' compiuto. e lascia che io entri da lei. 22 29:22 E Labano aduno' tutte le genti del luogo, e fece un convito. 23 29:23 Ma la sera proese Lea, sua figliuola, e la meno' a Giacobbe. il quale entro' da lei. 24 29:24 E Labano diede Zilpa, sua serva, a Lea, sua figliuola, per serva. 25 29:25 Poi, venuta la mattina, ecco, colei era Lea. E Giacobbe disse a Labano: Che cosa e' cio' che tu mi hai fatto? non ho io servito appo te per Rachele? perche' dunque mi hai ingannato? 26 29:26 E Labano gli disse: E' non si suol far cosi' appo noi, di dar la minore avanti la maggiore. 27 29:27 Fornisci pure la settimana di questa. e poi ti daremo ancora quest'altra, per lo servigio che tu farai in casa mia altri sett'anni. 28 29:28 Giacobbe adunque fece cosi'. e forni' la settimana di quella. poi Labano gli diede ancora per moglie Rachele, sua figliuola. 29 29:29 E Labano diede Bilha, sua serva, a Rachele, sua figliuola, per serva. 30 29:30 E Giacobbe entro' eziandio da Rachele, ed anche amo' Rachele piu' che Lea, e servi' ancora sett'altri anni appo Labano.

29:15 29:15 Poi Labano disse a Giacobbe: 'Perchè sei mio parente dovrai tu servirmi per nulla? Dimmi quale dev'essere il tuo salario'. 16 29:16 Or Labano aveva due figliuole: la maggiore si chiamava Lea, e la minore Rachele. 17 29:17 Lea aveva gli occhi delicati, ma Rachele era avvenente e di bell'aspetto. 18 29:18 E Giacobbe amava Rachele, e disse a Labano: 'Io ti serviro' sette anni, per Rachele tua figliuola minore'. 19 29:19 E Labano rispose: 'e' meglio ch'io la dia a te che ad un altr'uomo. sta' con me'. 20 29:20 E Giacobbe servi' sette anni per Rachele. e gli parvero pochi giorni, per l'amore che le portava. 21 29:21 E Giacobbe disse a Labano: 'Dammi la mia moglie, poichè il mio tempo e' compiuto, ed io andro' da lei'. 22 29:22 Allora Labano raduno' tutta la gente del luogo, e fece un convito. 23 29:23 Ma, la sera, proese Lea, sua figliuola, e la meno' da Giacobbe, il quale entro' da lei. 24 29:24 E Labano dette la sua serva Zilpa per serva a Lea, sua figliuola. 25 29:25 L'indomani mattina, ecco che era Lea. E Giacobbe disse a Labano: 'Che m'hai fatto? Non è egli per Rachele ch'io t'ho servito? Perchè dunque m'hai ingannato?' 26 29:26 E Labano rispose: 'Non è usanza da noi di dare la minore proima della maggiore. Finisci la settimana di questa. 27 29:27 e ti daremo anche l'altra, per il servizio che proesterai da me altri sette anni'. 28 29:28 Giacobbe fece cosi', e fini' la settimana di quello sposalizio. poi Labano gli dette in moglie Rachele sua figliuola. 29 29:29 E Labano dette la sua serva Bilha per serva a Rachele, sua figliuola. 30 29:30 E Giacobbe entro' pure da Rachele, ed anche amo' Rachele piu' di Lea, e servi' da Labano altri sette anni.

29:15 29:15 Poi Labano disse a Giacobbe: 'Perchè sei mio parente devi forse servirmi per nulla? Dimmi quale dev'essere il tuo salario'. 16 29:16 Or Labano aveva due figlie: la maggiore si chiamava Lea e la minore Rachele. 17 29:17 Lea aveva gli occhi delicati, ma Rachele era avvenente e di bell'aspetto. 18 29:18 Giacobbe amava Rachele e disse a Labano: 'Io ti servirò sette anni, per Rachele tua figlia minore'. 19 29:19 Labano rispose: 'è meglio che io la dia a te piuttosto che a un altro uomo. resta con me'. 20 29:20 Giacobbe servò sette anni per Rachele. e gli parvero pochi giorni, a causa del suo amore per lei. 21 29:21 Poi Giacobbe disse a Labano: 'Dammi mia moglie, perchè il mio tempo è compiuto, e io andrò da lei'. 22 29:22 Allora Labano radunò tutta la gente del luogo e fece un banchetto. 23 29:23 Ma, la sera, proese sua figlia Lea e la condusse da Giacobbe, il quale si unò a lei. 24 29:24 Labano diede la sua serva Zilpa per serva a Lea, sua figlia. 25 29:25 L'indomani mattina ecco che era Lea! Giacobbe disse a Labano: 'Che mi hai fatto? Non è per Rachele che ti ho servito? Perchè mi hai ingannato?'. 26 29:26 Labano rispose: 'Non è usanza da noi dare la minore proima della maggiore. Finisci la settimana nuziale con questa 27 29:27 e ti daremo anche l'altra, per il servizio che proesterai da me per altri sette anni'. 28 29:28 Giacobbe fece cosò, e finò la settimana di quello sposalizio. poi Labano gli diede in moglie sua figlia Rachele. 29 29:29 Labano diede la sua serva Bila per serva a Rachele, sua figlia. 30 29:30 Giacobbe si unò pure a Rachele, e amò Rachele più di Lea, e servò Labano per altri sette anni.

29:15 29:15 Poi Labano disse a Giacobbe: ’Perchè sei mio parente dovrai tu servirmi per nulla? Dimmi quale dev’essere il tuo salario'. 16 29:16 Ora Labano aveva due figlie: la maggiore si chiamava Lea e la minore Rachele. 17 29:17 Lea aveva gli occhi languidi, ma Rachele era avvenente e di bell’aspetto. 18 29:18 Perciò Giacobbe amava Rachele e disse a Labano: ’Io ti servirò sette anni per Rachele, tua figlia minore'. 19 29:19 Labano rispose: ’è meglio che la dia a te piuttosto che darla a un altro uomo. rimani con me'. 20 29:20 Così Giacobbe servì sette anni per Rachele. e gli parvero pochi giorni, per l’amore che le portava. 21 29:21 Poi Giacobbe disse a Labano: ’Dammi mia moglie, poichè il mio tempo è compiuto e lascia che mi accosti a lei'. 22 29:22 Allora Labano radunò tutti gli uomini del luogo e fece un convito. 23 29:23 Ma, quando fu sera, egli proese sua figlia Lea e la condusse da Giacobbe, che entrò da lei. 24 29:24 Labano diede inoltre la sua serva Zilpah per serva a Lea, sua figlia. 25 29:25 L’indomani mattina, ecco che era Lea. Allora Giacobbe disse a Labano: ’Cosa mi hai fatto? Non è forse per Rachele che ti ho servito? Perchè dunque mi hai ingannato?'. 26 29:26 Labano rispose: ’Non si usa far così nel nostro paese, dare cioè la minore proima della maggiore. 27 29:27 Finisci la settimana di questa e ti daremo anche l’altra, per il servizio che proesterai da me per altri sette anni'. 28 29:28 Allora Giacobbe fece così, e finì la settimana di Lea. poi Labano gli diede in moglie la figlia Rachele. 29 29:29 Inoltre Labano diede la sua serva Bilhah per serva a Rachele, sua figlia. 30 29:30 E Giacobbe entrò pure da Rachele ed amò Rachele più di Lea. e servì da Labano altri sette anni.

29:15 Poi Labano disse a Giacobbe: "Poichè sei mio parente, mi dovrai forse servire gratuitamente? Indicami quale deve essere il tuo salario". 16 Ora Labano aveva due figlie; la maggiore si chiamava Lia e la più piccola si chiamava Rachele. 17 Lia aveva gli occhi smorti, mentre Rachele era bella di forme e avvenente di aspetto, 18 perciò Giacobbe amava Rachele. Disse dunque: "Io ti servirò sette anni per Rachele, tua figlia minore". 19 Rispose Labano: "Preferisco darla a te piuttosto che a un estraneo. Rimani con me". 20 Così Giacobbe servì sette anni per Rachele: gli sembrarono pochi giorni tanto era il suo amore per lei. 21 Poi Giacobbe disse a Labano: "Dammi la mia sposa, perchè il mio tempo è compiuto e voglio unirmi a lei". 22 Allora Labano radunò tutti gli uomini del luogo e diede un banchetto. 23 Ma quando fu sera, egli prese la figlia Lia e la condusse da lui ed egli si unì a lei. 24 Labano diede la propria schiava Zilpa alla figLia, come schiava. 25 Quando fu mattina... ecco era Lia! Allora Giacobbe disse a Labano: "Che mi hai fatto? Non è forse per Rachele che sono stato al tuo servizio? Perchè mi hai ingannato?". 26 Rispose Labano: "Non si usa far così nel nostro paese, dare, cioè, la più piccola prima della maggiore. 27 Finisci questa settimana nuziale, poi ti darò anche quest'altra per il servizio che tu presterai presso di me per altri sette anni". 28 Giacobbe fece così: terminò la settimana nuziale e allora Labano gli diede in moglie la figlia Rachele. 29 Labano diede alla figlia Rachele la propria schiava Bila, come schiava. 30 Egli si unì anche a Rachele e amò Rachele più di Lia. Fu ancora al servizio di lui per altri sette anni.

Mappa

Commento di un santo

Notate, vi chiedo, come tutto vada nel migliore dei modi, quando qualcuno viene aiutato dalla mano di Dio. on mi seroirai per nulla, dice Labano. Indicami quale deve essere il tuo salanò. Infatti quest'uomo beato stava agendo per amore ed era contento di ricevere semplicemente vitto e alloggio, e ringraziava sinceramente per questo. Ma, siccome Giacobbe dimostrava grande umiltà, Labano prese l'iniziativa di promettergli una paga, qualunque essa fosse.

Autore

Cristotomo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale