Cronologia dei paragrafi

Prospettive di guerre e di esilio
Terzo discorso
Richiamo storico
L'alleanza in Moab
Prospettive di esilio
Ritorno dall'esilio e conversione
Le due vie
La missione di Giosuè
Lettura rituale della Legge
Istruzioni del Signore
Il cantico di testimonianza
La Legge posta presso l'Arca
Israele riunito per ascoltare il cantico
Cantico di mosè
La Legge, fonte di vita
Annunzio della morte di mosè
Benedizione di mosè
Morte di mosè

Prospettive di guerre e di esilio (deu 28,47-68)

28:47 Poichè non avrai servito il Signore, tuo Dio, con gioia e di buon cuore in mezzo all'abbondanza di ogni cosa, 48 servirai i tuoi nemici, che il Signore manderà contro di te, in mezzo alla fame, alla sete, alla nudità e alla mancanza di ogni cosa. Essi ti metteranno un giogo di ferro sul collo, finchè non ti abbiano distrutto. 49 Il Signore solleverà contro di te da lontano, dalle estremità della terra, una nazione che si slancia a volo come l'aquila: una nazione della quale non capirai la lingua, 50 una nazione dall'aspetto feroce, che non avrà riguardo per il vecchio nè avrà compassione del fanciullo. 51 Mangerà il frutto del tuo bestiame e il frutto del tuo suolo, finchè tu sia distrutto, e non ti lascerà alcun residuo di frumento, di mosto, di olio, dei parti delle tue vacche e dei nati delle tue pecore, finchè ti avrà fatto perire. 52 Ti assedierà in tutte le tue città, finchè in tutta la tua terra cadano le mura alte e fortificate, nelle quali avrai riposto la fiducia. Ti assedierà in tutte le tue città, in tutta la terra che il Signore, tuo Dio, ti avrà dato. 53 Durante l'assedio e l'angoscia alla quale ti ridurrà il tuo nemico, mangerai il frutto delle tue viscere, le carni dei tuoi figli e delle tue figlie che il Signore, tuo Dio, ti avrà dato. 54 L'uomo più raffinato e più delicato tra voi guarderà di malocchio il suo fratello e la donna del suo seno e il resto dei suoi figli che ancora sopravvivono, 55 per non dare ad alcuno di loro le carni dei suoi figli, delle quali si ciberà, perchè non gli sarà rimasto più nulla durante l'assedio e l'angoscia alla quale i nemici ti avranno ridotto entro tutte le tue città. 56 La donna più raffinata e delicata tra voi, che per delicatezza e raffinatezza non avrebbe mai provato a posare in terra la pianta del piede, guarderà di malocchio l'uomo del suo seno, il figlio e la figlia, 57 e si ciberà di nascosto di quanto esce dai suoi fianchi e dei bambini che partorirà, mancando di tutto durante l'assedio e l'angoscia alla quale i nemici ti avranno ridotto entro tutte le tue città. 58 Se non cercherai di eseguire tutte le parole di questa legge, scritte in questo libro, avendo timore di questo nome glorioso e terribile del Signore, tuo Dio, 59 allora il Signore colpirà te e i tuoi discendenti con flagelli prodigiosi: flagelli grandi e duraturi, malattie maligne e ostinate. 60 Farà tornare su di te le infermità dell'Egitto, delle quali tu avevi paura, e si attaccheranno a te. 61 Anche ogni altra malattia e ogni altro flagello, che non sta scritto nel libro di questa legge, il Signore manderà contro di te, finchè tu non sia distrutto. 62 Voi rimarrete in pochi uomini, dopo essere stati numerosi come le stelle del cielo, perchè non avrai obbedito alla voce del Signore, tuo Dio. 63 Come il Signore gioiva a vostro riguardo nel beneficarvi e moltiplicarvi, così il Signore gioirà a vostro riguardo nel farvi perire e distruggervi. Sarete strappati dal paese in cui stai per entrare per prenderne possesso. 64 Il Signore ti disperderà fra tutti i popoli, da un'estremità all'altra della terra. Là servirai altri dèi, che nè tu nè i tuoi padri avete conosciuto, dèi di legno e di pietra. 65 Fra quelle nazioni non troverai sollievo e non vi sarà luogo di riposo per la pianta dei tuoi piedi. Là il Signore ti darà un cuore trepidante, languore di occhi e animo sgomento. 66 La tua vita ti starà dinanzi come sospesa a un filo. Proverai spavento notte e giorno e non sarai sicuro della tua vita. 67 Alla mattina dirai: "Se fosse sera!" e alla sera dirai: "Se fosse mattina!", a causa dello spavento che ti agiterà il cuore e delle cose che i tuoi occhi vedranno. 68 Il Signore ti farà tornare in Egitto su navi, per una via della quale ti ho detto: "Non dovrete più rivederla!". E là vi metterete in vendita ai vostri nemici come schiavi e schiave, ma nessuno vi acquisterà".

28:47 28:47 Perciocche' tu non avrai servito al Signore Iddio tuo allegramente, e di buon cuore, per l'abbondanza di ogni cosa. 48 28:48 E servirai a' tuoi nemici, che il Signore avra' mandati contro a te, con fame, e con sete, e con nudita', e con mancamento d'ogni cosa. ed essi metteranno un giogo di ferro soproa il tuo collo, finche' t'abbiano distrutto. 49 28:49 II Signore fara' muovere una gente contro a te di lontano, dall'estremita' della terra, a guisa che vola l'aquila. una gente, della quale tu non intenderai il linguaggio. 50 28:50 una gente sfacciata, la qual non avra' riguardo alla persona del vecchio, e non avra' merce' del fanciullo. 51 28:51 e mangera' il frutto del tuo bestiame, e il frutto della tua terra, finche' tu sii distrutto. e non ti lascera' di resto ne' frumento, ne' mosto, ne' olio, ne' figli delle tue vacche, ne' gregge delle tue pecore. finche' t'abbia fatto perire. 52 28:52 E ti assediera' in tutte le tue citta', finche' le tue alte e forti mura, nelle quali tu ti sarai fidato in tutto il tuo paese, caggiano a terra. anzi ti assediera' dentro a tutte le tue porte, in tutto il tuo paese che il Signore Iddio tuo ti avra' dato. 53 28:53 E tu mangerai il frutto del tuo seno, la carne de' tuoi figliuoli, e delle tue figliuole, che il Signore Iddio tuo ti avra' date, nell'assedio, e nella distretta, della quale i tuoi nemici ti stringeranno. 54 28:54 L'occhio del piu' morbido e delicato uomo fra voi sara' maligno inverso il suo fratello, e inverso la moglie del suo seno, e inverso il rimanente de' suoi figliuoli ch'egli avra' riserbati. 55 28:55 per non dare ad alcun di loro nulla della carne degli altri suoi figliuoli, la quale egli mangera'. per-ciocche' non gli sara' rimasto nulla nell'assedio, e nella distretta, della quale i tuoi nemici ti stringeranno dentro a tutte le tue porte. 56 28:56 L'occhio della piu' morbida e delicata donna fra voi, la quale non si sarebbe pure attentata di posar la pianta del piede in terra, per delicatezza e morbidezza, sara' maligno inverso il marito del suo seno, e inverso il suo figliuolo, e inverso la sua figliuola. 57 28:57 e cio', per la secondina che le uscira' d'infra le gambe, e per li suoi figliuoli che partorira'. perciocche' ella li mangera' di nascosto per mancamento d'ogni cosa, nell'assedio e nella distretta, della quale il tuo nemico ti stringera' dentro alle tue porte. 58 28:58 Se tu non osservi di mettere in opera tutte le parole di questa Legge, che sono scritte in questo Libro, per temer questo Nome glorioso e tremendo, il Signore Iddio tuo, 59 28:59 il Signore percotera' te e la tua progenie di battiture strane, grandi e durabili. e di malattie malvage e durabili. 60 28:60 E fara' ritornar soproa te tutti i languori di Egitto, de' quali tu hai avuta paura. ed essi si attaccheranno a te. 61 28:61 Il Signore ti fara' eziandio venire addosso ogni altra infermita' e piaga, che non e' scritta nel Libro di questa Legge. finche' tu sii distrutto. 62 28:62 E voi resterete poca gente, la' dove per addietro sarete stati come le stelle del cielo, in moltitudine. perciocche' tu non avrai ubbidito alla voce del Signore Iddio tuo. 63 28:63 E avverra' che, siccome il Signore si sara' rallegrato in voi, facendovi del bene, e moltiplicandovi. cosi' si rallegrera' in voi, facendovi perire, e distruggendovi. e sarete divelti d'in su la terra, nella quale tu entri per possederla. 64 28:64 E il Signore ti dispergera' fra tutti i popoli, da uno estremo della terra all'altro estremo. e quivi servirai ad altri dii, i quali ne' tu, ne' i tuoi padri, non avete conosciuti. al legno ed alla pietra. 65 28:65 Ancora fra quelle genti non avrai alcuna requie, e la pianta del tuo pie' non avra' alcun riposo. e il Signore vi dara' quivi un cuor tremante, e consuma-mento d'occhi, e doglia d'animo. 66 28:66 E la tua vita ti stara' dirimpetto in pendente. e sarai in ispavento notte e giorno. e non sarai sicuro della tua vita. 67 28:67 La mattina tu dirai: Oh! fosse pur sera! e la sera dirai: Oh! fosse pur mattina! per lo spavento del tuo cuore, del quale sarai spaventato, e per le cose che vedrai con gli occhi. 68 28:68 E il Signore ti fara' ritornare in Egitto, per navi, per far viaggio nel paese, del quale io ti ho detto: Mai piu' non lo vedrai. E quivi voi vi venderete a' vostri nemici per servi e per serve, e non vi sara' chi vi comperi.

28:47 28:47 E perchè non avrai servito all'Eterno, al tuo Dio, con gioia e di buon cuore in mezzo all'abbondanza d'ogni cosa, 48 28:48 servirai ai tuoi nemici che l'Eterno mandera' contro di te, in mezzo alla fame, alla sete, alla nudita' e alla mancanza d'ogni cosa. ed essi ti metteranno un giogo di ferro sul collo, finchè t'abbiano distrutto. 49 28:49 L'Eterno fara' muover contro di te, da lontano, dalle estremita' della terra, una nazione, pari all'aquila che vola: una nazione della quale non intenderai la lingua, 50 28:50 una nazione dall'aspetto truce, che non avra' riguardo al vecchio e non avra' mercè del fanciullo. 51 28:51 che mangera' il frutto del tuo bestiame e il frutto del tuo suolo, finchè tu sia distrutto, e non ti lascera' di resto nè frumento, nè mosto, nè olio, nè parti delle tue vacche e delle tue pecore, finchè t'abbia fatto perire. 52 28:52 E t'assediera' in tutte le tue citta', finchè in tutto il tuo paese cadano le alte e forti mura nelle quali avrai riposto la tua fiducia. Essa ti assediera' in tutte le tue citta', in tutto il paese che l'Eterno, il tuo Dio, t'avra' dato. 53 28:53 E durante l'assedio e nella distretta alla quale ti ridurra' il tuo nemico, man-gerai il frutto delle tue viscere, le carni de' tuoi figliuoli e delle tue figliuole, che l'Eterno, il tuo Dio, t'avra' dati. 54 28:54 L'uomo piu' delicato e piu' molle tra voi guardera' di mal occhio il suo fratello, la donna che riposa sul suo seno, i figliuoli che ancora gli rimangono, 55 28:55 non volendo dare ad alcun d'essi delle carni de' suoi figliuoli delle quali si cibera', perchè non gli sara' rimasto nulla in mezzo all'assedio e alla distretta alla quale i nemici t'avranno ridotto in tutte le tue citta'. 56 28:56 La donna piu' delicata e piu' molle tra voi, che per mollezza e delicatezza non si sarebbe attentata a posare la pianta del piede in terra, guardera' di mal occhio il marito che le riposa sul seno, il suo figliuolo e la sua figliuola, 57 28:57 per non dar loro nulla della placenta uscita dal suo seno e de' figliuoli che mettera' al mondo, perchè, mancando di tutto, se ne cibera' di nascosto, in mezzo all'assedio e alla penuria alla quale i nemici t'avranno ridotto in tutte le tue citta'. 58 28:58 Se non hai cura di mettere in proatica tutte le parole di questa legge, scritte in questo libro, se non temi questo nome glorioso e tremendo dell'Eterno, dell'Iddio tuo, 59 28:59 l'Eterno rendera' straordinarie le piaghe con le quali colpira' te e la tua progenie: piaghe grandi e persistenti e malattie maligne e persistenti, 60 28:60 e fara' tornare su te tutte le malattie d'Egitto, dinanzi alle quali tu tremavi, e s'attaccheranno a te. 61 28:61 Ed anche le molte malattie e le molte piaghe non menzionate nel libro di questa legge, l'Eterno le fara' venir su te, finchè tu sia distrutto. 62 28:62 E voi rimarrete poca gente, dopo essere stati numerosi come le stelle del cielo, perchè non avrai ubbidito alla voce dell'Eterno, ch'e' il tuo Dio. 63 28:63 E avverra' che come l'Eterno proendeva piacere a farvi del bene e moltiplicarvi, cosi' l'Eterno proendera' piacere a farvi perire e a distruggervi. e sarete strappati dal paese del quale vai a proender possesso. 64 28:64 L'Eterno ti disperdera' fra tutti i popoli, da un'estremita' della terra sino all'altra. e la' servirai ad altri de'i, che nè tu nè i tuoi padri avete mai conosciuti: al legno e alla pietra. 65 28:65 E fra quelle nazioni non avrai requie, e non vi sara' luogo di riposo per la pianta de' tuoi piedi. ma l'Eterno ti dara' quivi un cuor tremante, degli occhi che si spegneranno e un'anima languente. 66 28:66 La tua vita ti stara' dinanzi come sospesa. tremerai notte e giorno, e non sarai sicuro della tua esistenza. 67 28:67 La mattina dirai: 'Fosse pur sera!' e la sera dirai: 'Fosse pur mattina!' a motivo dello spavento ond'avrai pieno il cuore, e a motivo delle cose che vedrai cogli occhi tuoi. 68 28:68 E l'Eterno ti fara' tornare in Egitto su delle navi, per la via della quale t'avevo detto: 'Non la rivedrai mai piu'!' E la' sarete offerti in vendita ai vostri nemici come schiavi e come schiave, e manchera' il comproatore!

28:47 28:47 Per non avere servito il SIGNORE, il tuo Dio, con gioia e di buon cuore in mezzo all'abbondanza di ogni cosa, 48 28:48 servirai i tuoi nemici che il SIGNORE manderó contro di te, in mezzo alla fame, alla sete, alla nuditó e alla mancanza di ogni cosa. ed essi ti metteranno un giogo di ferro sul collo, finchè ti abbiano distrutto. 49 28:49 Il SIGNORE faró muovere contro di te, da lontano, dalle estremitó della terra, una nazione, pari all'aquila che vola: una nazione della quale non capirai la lingua, 50 28:50 una nazione dall'aspetto minaccioso, che non avró riguardo per il vecchio nè per il bambino. 51 28:51 che mangeró il frutto del tuo bestiame e il frutto della tua terra, finchè sia distrutto, e non ti lasceró nè frumento, nè mosto, nè olio, nè i parti delle tue vacche e delle tue pecore, finchè ti abbia fatto perire. 52 28:52 Ti assedieró in tutte le tue cittó, finchè in tutto il tuo paese cadano le alte e forti mura nelle quali avrai riposto la tua fiducia. Essa ti assedieró in tutte le cittó, in tutto il paese che il SIGNORE, il tuo Dio, ti avró dato. 53 28:53 E durante l'assedio e nell'angoscia alla quale ti ridurró il tuo nemico, man-gerai il frutto del tuo seno, le carni dei tuoi figli e delle tue figlie, che il SIGNORE, il tuo Dio, ti avró dato. 54 28:54 L'uomo più delicato e sensibile tra di voi guarderó con occhio malvagio suo fratello, la donna che riposa sul suo seno, i figli che ancora gli rimangono, 55 28:55 non volendo dividere con nessuno di loro la carne dei suoi figli di cui si ciberó, perchè non gli saró rimasto nulla durante l'assedio e nell'angoscia alla quale il tuo nemico ti ridurró in tutte le tue cittó. 56 28:56 La donna più delicata e raffinata tra di voi, che non avrebbe osato posare la pianta del piede in terra, tanto si sentiva delicata e raffinata, guarderó con occhio maligno il marito che riposa sul suo seno, suo figlio e sua figlia, 57 28:57 per non dar loro nulla della placenta uscita dal suo seno e dei figli che metteró al mondo, perchè, mancando di tutto, se ne ciberó di nascosto, durante l'assedio e nell'angoscia alla quale ti ridurró il tuo nemico nelle tue cittó. 58 28:58 Se non hai cura di mettere in proatica tutte le parole di questa legge, scritte in questo libro, se non temi questo nome glorioso e tremendo del SIGNORE tuo Dio, 59 28:59 il SIGNORE renderó straordinarie le piaghe con le quali colpiró te e i tuoi discendenti: piaghe grandi e persistenti, malattie maligne e persistenti. 60 28:60 Faró tornare su di te tutte le malattie d'Egitto, davanti alle quali tu tremavi, ed esse si attaccheranno a te. 61 28:61 Anche le numerose malattie e le numerose piaghe non menzionate nel libro di questa legge, il SIGNORE le faró venire su di te, finchè tu sia distrutto. 62 28:62 Voi rimarrete soltanto in pochi, dopo essere stati numerosi come le stelle del cielo, perchè non avrai ubbidito alla voce del SIGNORE tuo Dio. 63 28:63 Avverró che come il SIGNORE proendeva piacere a farvi del bene e moltiplicarvi, cosò il SIGNORE proenderó piacere a farvi perire e a distruggervi. sarete strappati dal paese del quale vai a proendere possesso. 64 28:64 Il SIGNORE ti disperderó fra tutti i popoli, da una estremitó della terra fino all'altra. e ló servirai altri dèi, che nè tu nè i tuoi padri avete mai conosciuto: il legno e la pietra. 65 28:65 Fra quelle nazioni non avrai riposo e non vi saró luogo dove i tuoi piedi possano fermarsi. ló il SIGNORE ti daró un cuore tremante, degli occhi che si spengono e un'anima languente. 66 28:66 La tua vita ti staró davanti come sospesa. tremerai notte e giorno e non sarai sicuro della tua esistenza. 67 28:67 La mattina dirai: 'Fosse pur sera!' e la sera dirai: 'Fosse pur mattina!' a causa dello spavento che ti riempiró il cuore e a causa delle cose che vedrai con i tuoi occhi. 68 28:68 Il SIGNORE ti faró tornare in Egitto su delle navi, ripercorrendo la via della quale ti avevo detto 'Non la rivedrai più!'. Ló vi offrirete in vendita ai vostri nemici come schiavi e come schiave, ma mancheró il comproatore!

28:47 28:47 Poichè non hai servito l’Eterno, il tuo DIO, con gioia e allegrezza di cuore per l’abbondanza di ogni cosa, 48 28:48 servirai i tuoi nemici che l’Eterno manderó contro di te, in mezzo alla fame, alla sete, alla nuditó e alla mancanza di ogni cosa. ed egli metteró un giogo di ferro sul tuo collo, finchè ti abbia distrutto. 49 28:49 L’Eterno faró venire contro di te da lontano, dalle estremitó della terra, una nazione veloce come l’aquila che vola, una nazione di cui non comproenderai la lingua, 50 28:50 una nazione dall’aspetto feroce che non avró rispetto dell’anziano nè avró pietó del fanciullo, 51 28:51 e mangeró il frutto del tuo bestiame e il prodotto del tuo suolo, finchè tu sia distrutto. e non ti lasceró nè frumento nè mosto nè olio nè i parti delle tue vacche o i nati delle tue pecore, finchè ti abbia distrutto. 52 28:52 E ti assedieró in tutte le tue cittó, finchè in tutto il tuo paese le mura alte e fortificate, nelle quali riponevi la tua fiducia, cadranno. Ti assedieró in tutte le tue cittó, in tutto il paese che l’Eterno, il tuo DIO, ti ha dato. 53 28:53 Inoltre durante l’assedio e nell’avversitó a cui ti ridurró il tuo nemico, man-gerai il frutto del tuo grembo, la carne dei tuoi figli e delle tue figlie, che l’Eterno, il tuo DIO, ti ha dato. 54 28:54 L’uomo più tenero e più raffinato avró un cuore così malvagio verso suo fratello, verso la donna che riposa sul suo seno e verso i figli che ancora gli rimangono, 55 28:55 da non dare ad alcuno di loro la carne dei suoi figli, che egli mangeró, perchè non gli saró rimasto più nulla nell’assedio e nell’avversitó a cui ti ridurranno i tuoi nemici in tutte le tue cittó. 56 28:56 La donna più tenera e più raffinata tra voi, che per la sua raffinatezza e delicatezza non si sarebbe azzardata a posare la pianta del suo piede in terra, avró un cuore malvagio verso il marito che le riposa sul seno, verso suo figlio e verso sua figlia, 57 28:57 e verso la placenta che esce dal suo grembo e verso i figli che partorisce, perchè essa li mangeró di nascosto, nella mancanza di tutto, durante l’assedio e la grande calamitó, a cui ti sottoporranno i tuoi nemici in tutte le tue cittó. 58 28:58 Se non hai cura di mettere in proatica tutte le parole di questa legge, scritte in questo libro, avendo timore di questo nome glorioso e tremendo, l’Eterno, il tuo DIO, 59 28:59 allora l’Eterno rove-sceró su di te e sui tuoi discendenti indescrivibili calamitó, calamitó grandi e durature, e malattie maligne e ostinate. 60 28:60 inoltre faró tornare su di te tutte le malattie d’Egitto, di cui avevi paura, e si attaccheranno a te. 61 28:61 Anche tutte le malattie e tutte le calamitó non scritte nel libro di questa legge, l’Eterno le faró venir su di te, finchè tu sia distrutto. 62 28:62 Così voi rimarrete in pochi, dopo essere stati numerosi come le stelle del cielo, perchè non hai ubbidito alla voce dell’Eterno, il tuo DIO. 63 28:63 E avverró che, come l’Eterno proendeva piacere nel farvi del bene e nel moltiplicarvi, così l’Eterno proenderó piacere nel farvi perire e nel distruggervi. e sarete strappati dal paese che entri ad occupare. 64 28:64 L’Eterno ti disperderó fra tutti i popoli, da un’estremitó all’altra della terra. e ló servirai altri dèi, che nè tu nè i tuoi padri avete mai conosciuto, di legno e di pietra. 65 28:65 E fra quelle nazioni non troverai requie e non vi saró luogo di riposo per la pianta dei tuoi piedi. ló l’Eterno ti daró un cuore tremante, occhi che si struggono e angoscia d’anima. 66 28:66 La tua vita ti staró davanti come sospesa nell’incertezza. tremerai notte e giorno e non avrai alcuna sicurezza della tua esistenza. 67 28:67 La mattina dirai: ""Fosse sera!"", e la sera dirai: ""Fosse mattina!"", a motivo dello spavento che riempiró il tuo cuore e a motivo dello spettacolo che i tuoi occhi vedranno. 68 28:68 E l’Eterno ti faró tornare in Egitto su navi, per la via di cui ti avevo detto: ""Non la rivedrai mai più!"". E ló sarete offerti in vendita ai vostri nemici come schiavi e come schiave, ma nessuno vi comproeró'.

28:47 Non avendo servito il Signore tuo Dio con gioia e di buon animo in mezzo all'abbondanza di ogni cosa, 48 servirai i tuoi nemici, che il Signore manderà contro di te, in mezzo alla fame, alla sete, alla nudità e alla mancanza di ogni cosa; essi ti metteranno un giogo di ferro sul collo, finchè ti abbiano distrutto. 49 Il Signore solleverà contro di te da lontano, dalle estremità della terra, una nazione che si slancia a volo come aquila: una nazione della quale non capirai la lingua, 50 una nazione dall'aspetto feroce, che non avrà riguardo al vecchio nè avrà compassione del fanciullo; 51 che mangerà il frutto del tuo bestiame e il frutto del tuo suolo, finchè tu sia distrutto, e non ti lascerà alcun residuo di frumento, di mosto, di olio, dei parti delle tue vacche e dei nati delle tue pecore, finchè ti avrà fatto perire. 52 Ti assedierà in tutte le tue città, finchè in tutto il tuo paese cadano le mura alte e forti, nelle quali avrai riposto la fiducia. Ti assedierà in tutte le tue città, in tutto il paese che il Signore tuo Dio ti avrà dato. 53 Durante l'assedio e l'angoscia alla quale ti ridurrà il tuo nemico, mangerai il frutto delle tue viscere, le carni dei tuoi figli e delle tue figlie, che il Signore tuo Dio ti avrà dato. 54 L'uomo più raffinato tra di voi e più delicato guarderà di malocchio il suo fratello e la sua stessa sposa e il resto dei suoi figli che ancora sopravvivono, 55 per non dare ad alcuno di loro le carni dei suoi figli delle quali si ciberà; perchè non gli sarà rimasto più nulla durante l'assedio e l'angoscia alla quale i nemici ti avranno ridotto entro tutte le tue città. 56 La donna più raffinata e delicata tra di voi, che per delicatezza e raffinatezza non si sarebbe provata a posare in terra la pianta del piede, guarderà di malocchio il proprio marito, il figlio e la figlia 57 e si ciberà di nascosto di quanto esce dai suoi fianchi e dei bambini che deve ancora partorire, mancando di tutto durante l'assedio e l'angoscia alla quale i nemici ti avranno ridotto entro tutte le tue città. 58 Se non cercherai di eseguire tutte le parole di questa legge, scritte in questo libro, avendo timore di questo nome glorioso e terribile del Signore tuo Dio, 59 allora il Signore colpirà te e i tuoi discendenti con flagelli prodigiosi: flagelli grandi e duraturi, malattie maligne e ostinate. 60 Farà tornare su di te le infermità dell'Egitto, delle quali tu avevi paura, e si attaccheranno a te. 61 Anche ogni altra malattia e ogni flagello, che non sta scritto nel libro di questa legge, il Signore manderà contro di te, finchè tu non sia distrutto. 62 Voi rimarrete in pochi uomini, dopo essere stati numerosi come le stelle del cielo, perchè non avrai obbedito alla voce del Signore tuo Dio. 63 Come il Signore gioiva a vostro riguardo nel beneficarvi e moltiplicarvi, così il Signore gioirà a vostro riguardo nel farvi perire e distruggervi; sarete strappati dal suolo, che vai a prendere in possesso. 64 Il Signore ti disperderà fra tutti i popoli, da un'estremità fino all'altra; là servirai altri dèi, che nè tu, nè i tuoi padri avete conosciuti, dei di legno e di pietra. 65 Fra quelle nazioni non troverai sollievo e non vi sarà luogo di riposo per la pianta dei tuoi piedi; là il Signore ti darà un cuore trepidante, languore di occhi e angoscia di anima. 66 La tua vita ti sarà dinanzi come sospesa a un filo; temerai notte e giorno e non sarai sicuro della tua vita. 67 Alla mattina dirai: Se fosse sera! e alla sera dirai: Se fosse mattina!, a causa del timore che ti agiterà il cuore e delle cose che i tuoi occhi vedranno. 68 Il Signore ti farà tornare in Egitto, per mezzo di navi, per una via della quale ti ho detto: Non dovrete più rivederla! e là vi metterete in vendita ai vostri nemici come schiavi e schiave, ma nessuno vi acquisterà"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia