Cronologia dei paragrafi

Adulterio e fornicazione
Partecipazione alle assemblee cultuali
Purità dell'accampamento
Leggi sociali e cultuali
Divorzio
Misure di protezione
La legge del levirato
Il pudore nelle risse
Appendici
Le primizie
La decima triennale
Israele popolo del Signore
La legge è scritta. Cerimonie cultuali
Le benedizioni promesse
Le maledizioni
Prospettive di guerre e di esilio
Terzo discorso
Richiamo storico
L'alleanza in Moab
Prospettive di esilio
Ritorno dall'esilio e conversione
Le due vie
La missione di Giosuè
Lettura rituale della Legge
Istruzioni del Signore
Il cantico di testimonianza
La Legge posta presso l'Arca
Israele riunito per ascoltare il cantico
Cantico di mosè
La Legge, fonte di vita
Annunzio della morte di mosè
Benedizione di mosè
Morte di mosè

Adulterio e fornicazione (deu 22,22-99)

22:22 Quando un uomo verrà trovato a giacere con una donna maritata, tutti e due dovranno morire: l'uomo che è giaciuto con la donna e la donna. Così estirperai il male da Israele. 23 Quando una fanciulla vergine è fidanzata e un uomo, trovandola in città, giace con lei, 24 condurrete tutti e due alla porta di quella città e li lapiderete a morte: la fanciulla, perchè, essendo in città, non ha gridato, e l'uomo perchè ha disonorato la donna del suo prossimo. Così estirperai il male in mezzo a te. 25 Ma se l'uomo trova per i campi la fanciulla fidanzata e facendole violenza giace con lei, allora dovrà morire soltanto l'uomo che è giaciuto con lei, 26 ma non farai nulla alla fanciulla. Nella fanciulla non c'è colpa degna di morte: come quando un uomo assale il suo prossimo e l'uccide, così è in questo caso, 27 perchè egli l'ha incontrata per i campi. La giovane fidanzata ha potuto gridare, ma non c'era nessuno per venirle in aiuto. 28 Se un uomo trova una fanciulla vergine che non sia fidanzata, l'afferra e giace con lei e sono colti in flagrante, 29 l'uomo che è giaciuto con lei darà al padre della fanciulla cinquanta sicli d'argento; ella sarà sua moglie, per il fatto che egli l'ha disonorata, e non potrà ripudiarla per tutto il tempo della sua vita. 30

22:22 22:22 QUANDO un uomo sara' trovato giacendo con una donna maritata, muoiano amendue. l'uomo che sara' giaciuto con la donna, e la donna. E cosi' togli via il male d'Israele. 23 22:23 Quando una fanciulla vergine sara' sposata a un uomo, e un altro trovandola dentro alla citta', sara' giaciuto con lei. 24 22:24 menateli amendue fuori alla porta di quella citta', e lapidateli con pietre, si' che muoiano. la fanciulla, perche' non avra' gridato, essendo nella citta', e l'uomo, perche' avra' violata la pudicizia della moglie del suo prossimo. E cosi' togli via il male del mezzo di te. 25 22:25 Ma, se l'uomo trova su per li campi una fanciulla sposa, e la proende a forza, e giace con lei. muoia sol l'uomo che sara' giaciuto con lei. 26 22:26 Ma non far nulla alla fanciulla. ella non vi ha colpa degna di morte. per-ciocche' questo fatto e' tale, come se alcuno si levasse contro al suo prossimo, e l'uccidesse. 27 22:27 Perciocche' avendo egli trovata quella fanciulla sposa su per li campi, ben-che' ella abbia gridato, niuno l'ha salvata. 28 22:28 Quando alcuno trovera' una fanciulla vergine, che non sia sposa, e la proendera', e giacera' con lei, e saranno trovati. 29 22:29 dia l'uomo che sara' giaciuto con la fanciulla cinquanta sicli d'argento al padre di essa, e siagli colei moglie, perciocche' egli l'ha sverginata. non possala rimandar giammai in tempo di vita sua. 30 22:30 Non proenda alcuno la moglie di suo padre, e non iscoproa il lembo di suo padre.

22:22 22:22 Quando si trovera' un uomo a giacere con una donna maritata, ambedue morranno: l'uomo che s'e' giaciuto con la donna, e la donna. Cosi' torrai via il male di mezzo ad Israele. 23 22:23 Quando una fanciulla vergine e' fidanzata, e un uomo, trovandola in citta', si giace con lei, 24 22:24 condurrete ambedue alla porta di quella citta', e li lapiderete si' che muoiano: la fanciulla, perchè essendo in citta', non ha gridato. e l'uomo perchè ha disonorato la donna del suo prossimo. Cosi' torrai via il male di mezzo a te. 25 22:25 Ma se l'uomo trova per i campi la fanciulla fidanzata e facendole violenza si giace con lei, allora morra' soltanto l'uomo che s'e' giaciuto con lei. 26 22:26 ma non farai niente alla fanciulla. nella fanciulla non c'e' colpa degna di morte. si tratta d'un caso come quello d'un uomo che si levi contro il suo prossimo, e l'uccida. 27 22:27 poichè egli l'ha trovata per i campi. la fanciulla fidanzata ha gridato, ma non c'era nessuno per salvarla. 28 22:28 Se un uomo trova una fanciulla vergine che non sia fidanzata, e l'afferra, e si giace con lei, e sono sorproesi, 29 22:29 l'uomo che s'e' giaciuto con lei dara' al padre della fanciulla cinquanta sicli d'argento, ed ella sara' sua moglie, perchè l'ha disonorata. e non potra' mandarla via per tutto il tempo della sua vita. 30 22:30 Nessuno proendera' la moglie di suo padre nè sollevera' il lembo della coperta di suo padre.

22:22 22:22 Quando si troveró un uomo coricato con una donna sposata, tutti e due moriranno: l'uomo che si è coricato con la donna, e la donna. Cosò toglierai via il male di mezzo a Israele. 23 22:23 Quando una fanciulla vergine è fidanzata e un uomo, trovandola in cittó, si corica con lei, 24 22:24 condurrete tutti e due alla porta di quella cittó, e li lapiderete a morte: la fanciulla, perchè, essendo in cittó, non ha gridato. e l'uomo, perchè ha disonorato la donna del suo prossimo. Cosò toglierai via il male di mezzo a te. 25 22:25 Ma se l'uomo trova per i campi la fanciulla fidanzata e facendole violenza si corica con lei, allora moriró soltanto l'uomo che si saró coricato con lei. 26 22:26 non farai niente alla fanciulla. nella fanciulla non c'è colpa degna di morte. si tratta di un caso come quello di un uomo che aggredisce il suo prossimo e lo uccide, 27 22:27 perchè egli l'ha trovata per i campi. la fanciulla fidanzata ha gridato, ma non c'era nessuno per salvarla. 28 22:28 Quando un uomo trova una fanciulla vergine che non sia fidanzata, e l'afferra e si corica con lei e sono sorproesi, 29 22:29 l'uomo che si è coricato con lei daró al padre della fanciulla cinquanta sicli d'argento e lei saró sua moglie, perchè l'ha disonorata. e non potró mandarla via per tutto il tempo della sua vita. 30 22:30 Nessuno proenderó la moglie di suo padre, nè solleveró il lembo della coperta di suo padre.

22:22 22:22 Se un uomo viene trovato coricato con una donna maritata, moriranno entrambi: l’uomo che si è coricato con la donna e la donna. Così estirperai il male di mezzo a Israele. 23 22:23 Quando una fanciulla vergine è fidanzata, e un uomo la trova in cittó e si corica con lei, 24 22:24 li condurrete ambedue alla porta di quella cittó e li lapiderete con pietre, ed essi moriranno: la fanciulla perchè, pur essendo in cittó, non ha gridato, e l’uomo perchè ha disonorato la donna del suo prossimo. Così estirperai il male di mezzo a te. 25 22:25 Ma se l’uomo trova una fanciulla fidanzata, in campagna, le fa violenza e si corica con lei, allora moriró solamente l’uomo che si è coricato con lei. 26 22:26 ma non farai niente alla fanciulla. nella fanciulla non c?è alcun peccato che merita la morte, perchè questo caso è come quando un uomo si leva contro il suo prossimo e l’uccide. 27 22:27 egli infatti l’ha trovata in campagna. la fanciulla fidanzata ha gridato, ma non c?era nessuno che la potesse salvare. 28 22:28 Se un uomo trova una fanciulla vergine che non sia fidanzata, la proende e si corica con lei, e sono sorproesi in flagrante, 29 22:29 l’uomo che si è coricato con lei daró al padre della fanciulla cinquanta sicli d’argento, ed ella saró sua moglie, perchè l’ha disonorata e non potró mandarla via finchè egli vive. 30 22:30 Nessuno proenderó la moglie di suo padre nè solleveró il lembo della coperta di suo padre'.

22:22 Quando un uomo verrà colto in fallo con una donna maritata, tutti e due dovranno morire: l'uomo che ha peccato e la donna. Così toglierai il male da Israele. 23 Quando una fanciulla vergine è fidanzata e un uomo, trovandola in città, pecca con lei, 24 condurrete tutti e due alla porta di quella città e li lapiderete così che muoiano: la fanciulla, perchè essendo in città non ha gridato, e l'uomo perchè ha disonorato la donna del suo prossimo. Così toglierai il male da te. 25 Ma se l'uomo trova per i campi la fanciulla fidanzata e facendole violenza pecca con lei, allora dovrà morire soltanto l'uomo che ha peccato con lei; 26 ma non farai nulla alla fanciulla. Nella fanciulla non c'è colpa degna di morte: come quando un uomo assale il suo prossimo e l'uccide, così è in questo caso, 27 perchè egli l'ha incontrata per i campi: la fanciulla fidanzata ha potuto gridare, ma non c'era nessuno per venirle in aiuto. 28 Se un uomo trova una fanciulla vergine che non sia fidanzata, l'afferra e pecca con lei e sono colti in flagrante, 29 l'uomo che ha peccato con lei darà al padre della fanciulla cinquanta sicli d'argento; essa sarà sua moglie, per il fatto che egli l'ha disonorata, e non potrà ripudiarla per tutto il tempo della sua vita. 30

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia