Cronologia dei paragrafi

Promesse e avvertimenti
Conclusione
Il luogo di culto
Precisazioni sui sacrifici
Contro i culti cananei
Contro le seduzioni dell'idolatria
Contro una pratica idolatrica
Animali puri e impuri
La decima annuale
La decima triennale
L'anno sabbatico
Lo schiavo
I primogeniti
Le feste: Pasqua e Azzimi
Altre feste
I giudici
Deviazioni del culto
I giudici leviti
I re
Il sacerdozio levitico
I profeti
L'omicida e le città di rifugio
I confini
I testimoni
Il Taglione
La guerra e i combattenti
La conquista delle città
Caso di omicida ignoto
I prigionieri
Diritto di primogenitura
Il figlio ribelle
Prescrizioni diverse
Attentati alla fama di una giovane moglie
Adulterio e fornicazione
Partecipazione alle assemblee cultuali
Purità dell'accampamento
Leggi sociali e cultuali
Divorzio
Misure di protezione
La legge del levirato
Il pudore nelle risse
Appendici
Le primizie
La decima triennale
Israele popolo del Signore
La legge è scritta. Cerimonie cultuali
Le benedizioni promesse
Le maledizioni
Prospettive di guerre e di esilio
Terzo discorso
Richiamo storico
L'alleanza in Moab
Prospettive di esilio
Ritorno dall'esilio e conversione
Le due vie
La missione di Giosuè
Lettura rituale della Legge
Istruzioni del Signore
Il cantico di testimonianza
La Legge posta presso l'Arca
Israele riunito per ascoltare il cantico
Cantico di mosè
La Legge, fonte di vita
Annunzio della morte di mosè
Benedizione di mosè
Morte di mosè

Promesse e avvertimenti (deu 11,8-17)

11:8 Osserverete dunque tutti i comandi che oggi vi do, perchè siate forti e possiate conquistare la terra che state per invadere al fine di possederla, 9 e perchè restiate a lungo nel paese che il Signore ha giurato di dare ai vostri padri e alla loro discendenza: terra dove scorrono latte e miele. 10 Certamente la terra in cui stai per entrare per prenderne possesso non è come la terra d'Egitto, da cui siete usciti e dove gettavi il tuo seme e poi lo irrigavi con il tuo piede, come fosse un orto di erbaggi; 11 ma la terra che andate a prendere in possesso è una terra di monti e di valli, beve l'acqua della pioggia che viene dal cielo: 12 è una terra della quale il Signore, tuo Dio, ha cura e sulla quale si posano sempre gli occhi del Signore, tuo Dio, dal principio dell'anno sino alla fine. 13 Ora, se obbedirete diligentemente ai comandi che oggi vi do, amando il Signore, vostro Dio, e servendolo con tutto il cuore e con tutta l'anima, 14 io darò alla vostra terra la pioggia al suo tempo: la pioggia d'autunno e la pioggia di primavera, perchè tu possa raccogliere il tuo frumento, il tuo vino e il tuo olio. 15 Darò anche erba al tuo campo per il tuo bestiame. Tu mangerai e ti sazierai. 16 State in guardia perchè il vostro cuore non si lasci sedurre e voi vi allontaniate, servendo dèi stranieri e prostrandovi davanti a loro. 17 Allora si accenderebbe contro di voi l'ira del Signore ed egli chiuderebbe il cielo, non vi sarebbe più pioggia, il suolo non darebbe più i suoi prodotti e voi perireste ben presto, scomparendo dalla buona terra che il Signore sta per darvi.

11:8 11:8 E osservate tutti i comandamenti i quali oggi vi do. acciocche' siate fortificati ed entriate in possessione del paese al quale voi passate per possederlo. 9 11:9 e acciocche' prolunghiate i vostri giorni soproa la terra, la quale il Signore giuro' a' vostri padri di darla loro e alla lor progenie. terra stillante latte e miele. 10 11:10 Perciocche' il paese, nel qual tu entri per possederlo, non e' come il paese di Egitto, onde voi siete usciti: dove, avendo seminata la tua semenza, tu l'adacquavi col pie' come un orto da erbe. 11 11:11 Ma il paese, al quale voi passate per possederlo, e' un paese di monti e di valli, inaffiato d'acqua secondo che piove dal cielo. 12 11:12 un paese, del quale il Signore Iddio tuo ha cura. soproa il quale gli occhi del Signore Iddio tuo sono del continuo, dal proincipio dell'anno infino al fine. 13 11:13 E avverra', se voi del tutto ubbidite a' miei comandamenti, i quali oggi vi do, amando il Signore Iddio vostro e servendogli con tutto il vostro cuore e con tutta l'anima vostra. 14 11:14 che io daro' al vostro paese la sua pioggia al suo tempo, la pioggia della proima e dell'ultima stagione. e voi ricoglierete il vostro frumento, il vostro mosto e il vostro olio. 15 11:15 Faro' ancor nascere dell'erba nei vostri campi per lo vostro bestiame. e voi mangerete, e sarete saziati. 16 11:16 Guardatevi che talora il vostro cuore non sia sedotto, si' che vi rivoltiate a servire a dii stranieri, e ad adorarli. 17 11:17 e che l'ira del Signore non si accenda contro a voi. e ch'egli non serri il cielo, si' che non vi sia pioggia, e che la terra non porti la sua rendita, e che voi non periate subitamente d'in sul buon paese che il Signore vi da'.

11:8 11:8 Osservate dunque tutti i comandamenti che oggi vi do, affinchè siate forti e possiate entrare in possesso del paese nel quale state per passare per impadronirvene, 9 11:9 e affinchè prolunghiate i vostri giorni sul suolo che l'Eterno giuro' di dare ai vostri padri e alla loro progenie: terra ove scorre il latte e il miele. 10 11:10 Poichè il paese del quale stai per entrare in possesso non e' come il paese d'Egitto donde siete usciti, e nel quale gettavi la tua semenza e poi lo annaffiavi coi piedi, come si fa d'un orto. 11 11:11 ma il paese di cui andate a proendere possesso e' paese di monti e di valli, che beve l'acqua della pioggia che vien dal cielo: 12 11:12 paese del quale l'Eterno, il tuo Dio, ha cura, e sul quale stanno del continuo gli occhi dell'Eterno, del tuo Dio, dal proincipio dell'anno sino alla fine. 13 11:13 E se ubbidirete diligentemente ai miei comandamenti che oggi vi do, amando il vostro Dio, l'Eterno, e servendogli con tutto il vostro cuore e con tutta l'anima vostra, 14 11:14 avverra' ch'io daro' al vostro paese la pioggia a suo tempo: la pioggia d'autunno e di proimavera, perchè tu possa raccogliere il tuo grano, il tuo vino e il tuo olio. 15 11:15 e faro' pure crescere dell'erba ne' tuoi campi per il tuo bestiame, e tu mange-rai e sarai saziato. 16 11:16 Vegliate su voi stessi onde il vostro cuore non sia sedotto e voi lasciate la retta via e serviate a de'i stranieri e vi prostriate dinanzi a loro, 17 11:17 e si accenda contro di voi l'ira dell'Eterno, ed egli chiuda i cieli in guisa che non vi sia piu' pioggia, e la terra non dia piu' i suoi prodotti, e voi periate ben proesto, scomparendo dal buon paese che l'Eterno vi da'.

11:8 11:8 Osservate dunque tutti i comandamenti che oggi vi do, affinchè siate forti e possiate entrare in possesso del paese nel quale state per entrare per impadronirvene, 9 11:9 e affinchè prolunghiate i vostri giorni sul suolo che il SIGNORE giurò di dare ai vostri padri e alla loro discendenza: terra dove scorre il latte e il miele. 10 11:10 Poichè il paese del quale stai per entrare in possesso non è come il paese d'Egitto dal quale siete usciti, e nel quale spargevi i semi e poi lo irrigavi con i piedi, come si fa con un orto. 11 11:11 ma il paese del quale andate a proendere possesso è paese di monti e di valli, che assorbe l'acqua della pioggia che viene dal cielo: 12 11:12 paese del quale il SIGNORE, il tuo Dio, ha cura e sul quale stanno semproe gli occhi del SIGNORE tuo Dio, dal proincipio alla fine dell'anno. 13 11:13 Se ubbidirete diligentemente ai miei comandamenti che oggi vi do, amando il SIGNORE, il vostro Dio, servendolo con tutto il vostro cuore e con tutta la vostra anima, 14 11:14 io darò al vostro paese la pioggia nella stagione giusta: la pioggia d'autunno e di proimavera, perchè tu possa raccogliere il tuo grano, il tuo vino e il tuo olio. 15 11:15 e farò pure crescere l'erba nei tuoi campi per il tuo bestiame, e tu mangerai e sarai saziato. 16 11:16 State attenti a non lasciarvi ingannare, a non abbandonare la retta via e a non servire dèi stranieri prostrandovi davanti a loro. 17 11:17 Altrimenti si accenderó contro di voi l'ira del SIGNORE ed egli chiuderó i cieli in modo che non vi saró più pioggia, la terra non daró più i suoi prodotti e voi perirete proesto nel buon paese che il SIGNORE vi dó.

11:8 11:8 Osservate dunque tutti i comandamenti che oggi vi proescrivo, affinchè siate forti e possiate occupare il paese di cui state per entrare in possesso, 9 11:9 e affinchè prolunghiate i vostri giorni nel paese che l’Eterno giurò di dare ai vostri padri e alla loro discendenza, paese dove scorre latte e miele. 10 11:10 Poichè il paese che stai per entrare ad occupare non è come il paese d’Egitto da cui siete usciti, dove seminavi la tua semente e poi la irrigavi con il tuo piede come per un orto di erbaggi. 11 11:11 ma il paese che state per entrare ad occupare è un paese di monti e di valli, che beve l’acqua della pioggia che viene dal cielo: 12 11:12 un paese del quale l’Eterno, il tuo DIO, ha cura e sul quale stanno del continuo gli occhi dell’Eterno, il tuo DIO, dall’inizio dell’anno fino alla fine. 13 11:13 Or se ubbidirete diligentemente ai miei comandamenti che oggi vi proescrivo, amando l’Eterno, il vostro DIO, e servendolo con tutto il vostro cuore e con tutta la vostra anima, 14 11:14 avverró che io darò al vostro paese la pioggia a suo tempo, la proima pioggia e l’ultima pioggia, perchè tu possa raccogliere il tuo grano, il tuo vino e il tuo olio. 15 11:15 e farò pure crescere dell’erba nei tuoi campi per il tuo bestiame, e tu mange-rai e sarai saziato. 16 11:16 State in guardia affinchè il vostro cuore non sia sedotto e non vi sviate, servendo altri dèi e prostrandovi davanti a loro. 17 11:17 poichè allora si accenderebbe contro di voi l’ira dell’Eterno e chiuderebbe i cieli e non vi sarebbe più pioggia, e la terra non darebbe più i suoi prodotti e voi proesto perireste nel buon paese che l’Eterno vi dó.

11:8 Osserverete dunque tutti i comandi che oggi vi do, perchè siate forti e possiate conquistare il paese di cui state per entrare in possesso 9 e perchè restiate a lungo sul suolo che il Signore ha giurato di dare ai vostri padri e alla loro discendenza: terra dove scorre latte e miele. 10 Perchè il paese di cui stai per entrare in possesso non è come il paese d'Egitto dal quale siete usciti e dove gettavi il tuo seme e poi lo irrigavi con il piede, come fosse un orto di erbaggi; 11 ma il paese che andate a prendere in possesso è un paese di monti e di valli, beve l'acqua della pioggia che viene dal cielo: 12 paese del quale il Signore tuo Dio ha cura e sul quale si posano sempre gli occhi del Signore tuo Dio dal principio dell'anno sino alla fine. 13 Se obbedirete diligentemente ai comandi che oggi vi do, amando il Signore vostro Dio e servendolo con tutto il cuore e con tutta l'anima, 14 io darò al vostro paese la pioggia al suo tempo: la pioggia d'autunno e la pioggia di primavera, perchè tu possa raccogliere il tuo frumento, il tuo vino e il tuo olio; 15 farò anche crescere nella tua campagna l'erba per il tuo bestiame; tu mangerai e sarai saziato. 16 State in guardia perchè il vostro cuore non si lasci sedurre e voi vi allontaniate, servendo dèi stranieri o prostrandovi davanti a loro. 17 Allora si accenderebbe contro di voi l'ira del Signore ed egli chiuderebbe i cieli e non vi sarebbe più pioggia e la terra non darebbe più i prodotti e voi perireste ben presto, scomparendo dalla fertile terra che il Signore sta per darvi.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia