Ricerca

I pozzi tra Gerar e Bersabea (gen 26,15-25)

26:15 Tutti i pozzi che avevano scavato i servi di suo padre ai tempi di Abramo, suo padre, i Filistei li avevano chiusi riempiendoli di terra. 16 Abimèlec disse a Isacco: "Vattene via da noi, perchè tu sei molto più potente di noi". 17 Isacco andò via di là, si accampò lungo il torrente di Gerar e vi si stabilì. 18 Isacco riattivò i pozzi d'acqua, che avevano scavato i servi di suo padre, Abramo, e che i Filistei avevano chiuso dopo la morte di Abramo, e li chiamò come li aveva chiamati suo padre. 19 I servi di Isacco scavarono poi nella valle e vi trovarono un pozzo di acqua viva. 20 Ma i pastori di Gerar litigarono con i pastori di Isacco, dicendo: "L'acqua è nostra!". Allora egli chiamò il pozzo Esek, perchè quelli avevano litigato con lui. 21 Scavarono un altro pozzo, ma quelli litigarono anche per questo ed egli lo chiamò Sitna. 22 Si mosse di là e scavò un altro pozzo, per il quale non litigarono; allora egli lo chiamò Recobòt e disse: "Ora il Signore ci ha dato spazio libero, perchè noi prosperiamo nella terra". 23 Di là salì a Bersabea. 24 E in quella notte gli apparve il Signore e disse: "Io sono il Dio di Abramo, tuo padre; non temere, perchè io sono con te: ti benedirò e moltiplicherò la tua discendenza a causa di Abramo, mio servo". 25 Allora egli costruì in quel luogo un altare e invocò il nome del Signore. Lì piantò la tenda, e i servi di Isacco scavarono un pozzo.
26:15 26:15 Laonde turarono, ed empierono di terra tutti i pozzi che i servitori di suo padre aveano cavati al tempo di Abrahamo.16 26:16 E Abimelecco disse ad Isacco: Partiti da noi. perciocche' tu sei divenuto molto piu' possente di noi.17 26:17 Isacco adunque si parti' di la', e tese i padiglioni nella Valle di Gherar, e dimoro' quivi.18 26:18 E Isacco cavo' di nuovo i pozzi d'acqua, che erano stati cavati al tempo di A-brahamo, suo padre, i quali i Filistei aveano turati dopo la morte di Abrahamo. e pose loro gli stessi nomi che suo padre avea lor posti.19 26:19 E i servitori d'Isacco cavarono in quella valle, e trovarono quivi un pozzo d'acqua viva.20 26:20 Ma i pastori di Gherar contesero co' pastori d'Isacco, dicendo: Quest'acqua e' nostra. Ed esso nomino' quel pozzo Esec. perciocche' essi ne aveano mossa briga con lui.21 26:21 Poi cavarono un altro pozzo, e per quello ancora contesero. laonde Isacco nomino' quel pozzo Sitna.22 26:22 Allora egli si tramuto' di la', e cavo' un altro pozzo, per lo quale non contesero. ed egli nomino' quel pozzo Rehobot. e disse: Ora ci ha pure il Signore allargati, essendo noi moltiplicati in questo paese.23 26:23 Poi di la' sali' in Beer-seba.24 26:24 E il Signore gli apparve in quella stessa notte, e gli disse: Io son l'Iddio di Abrahamo, tuo padre. non temere. perciocche' io son teco, e ti benediro', e moltiplichero' la tua progenie, per amor di Abrahamo mio servitore.25 26:25 Ed egli edifico' quivi un altare, ed invoco' il Nome del Signore, e tese quivi i suoi padiglioni. e i suoi servitori cavarono quivi un pozzo.
26:15 26:15 e percio' turarono ed empiron di terra tutti i pozzi che i servi di suo padre ave-ano scavati, al tempo d'Abrahamo suo padre.16 26:16 E Abimelec disse ad Isacco: 'Vattene da noi, poichè tu sei molto piu' potente di noi'.17 26:17 Isacco allora si parti' di la', s'accampo' nella valle di Gherar, e quivi dimoro'.18 26:18 E Isacco scavo' di nuovo i pozzi d'acqua ch'erano stati scavati al tempo d'Abrahamo suo padre, e che i Filistei avean turati dopo la morte d'Abrahamo. e pose loro gli stessi nomi che avea loro posto suo padre.19 26:19 E i servi d'Isacco scavarono nella valle, e vi trovarono un pozzo d'acqua viva.20 26:20 Ma i pastori di Gherar altercarono coi pastori d'Isacco, dicendo: 'L'acqua e' nostra'. Ed egli chiamo' il pozzo Esek, perchè quelli aveano conteso con lui.21 26:21 Poi i servi scavarono un altro pozzo, e per questo ancora quelli altercarono. E Isacco lo chiamo' Sitna.22 26:22 Allora egli si parti' di la', e scavo' un altro pozzo per il quale quelli non altercarono. Ed egli lo chiamo' Reho-both 'perchè', disse, 'ora l'Eterno ci ha messi al largo, e noi prospereremo nel paese'.23 26:23 Poi di la' Isacco sali' a Beer-Sceba.24 26:24 E l'Eterno gli apparve quella stessa notte, e gli disse: 'Io sono l'Iddio d'Abrahamo tuo padre. non temere, poichè io sono teco e ti benediro' e moltiplichero' la tua progenie per amor d'Abrahamo mio servo'.25 26:25 Ed egli edifico' quivi un altare, invoco' il nome dell'Eterno, e vi pianto' la sua tenda. E i servi d'Isacco scavaron quivi un pozzo.
26:15 26:15 Perciò turarono e riempirono di terra tutti i pozzi che i servi di suo padre avevano scavati, al tempo d'Abraamo suo padre,16 26:16 e Abimelec disse ad Isacco: 'Vattene via da noi, perchè tu sei molto più potente di noi'.17 26:17 Isacco allora partò di ló, s'accampò nella valle di Gherar e vi si stabilò.18 26:18 Isacco scavò di nuovo i pozzi d'acqua, che erano stati scavati al tempo di suo padre Abraamo, e che i Filistei avevano turato dopo la morte d'Abraamo. e li chiamò con gli stessi nomi con cui li aveva chiamati suo padre.19 26:19 I servi d'Isacco scavarono nella valle e vi trovarono un pozzo d'acqua viva.20 26:20 Ma i pastori di Gherar litigarono con i pastori d'I-sacco, dicendo: 'L'acqua è nostra'. Cosò egli chiamò il pozzo Esec, perchè quelli avevano litigato con lui.21 26:21 Poi i servi scavarono un altro pozzo e quelli litigarono anche per questo. E Isacco lo chiamò Sitna.22 26:22 Allora egli partò di ló e scavò un altro pozzo, per il quale quelli non litigarono. Ed egli lo chiamò Recobot, perchè disse: 'Ora il SIGNORE ci ha dato spazio libero e noi prospereremo nel paese'.23 26:23 Poi di ló Isacco salò a Beer-Sceba.24 26:24 Il SIGNORE gli apparve quella stessa notte e gli disse: 'Io sono il Dio d'Abraamo tuo padre. non temere, perchè io sono con te e ti benedirò e moltiplicherò la tua discendenza per amore del mio servo Abraamo'.25 26:25 In quel luogo egli costruò un altare, invocò il nome del SIGNORE e vi piantò la sua tenda. E i servi d'I-sacco vi scavarono un pozzo.
26:15 26:15 perciò i Filistei turarono, riempiendoli di terra, tutti i pozzi che i servi di suo padre avevano scavati, al tempo di Abrahamo suo padre.16 26:16 Allora Abimelek disse a Isacco: ’Vattene da noi, poichè tu sei molto più potente di noi'.17 26:17 Così Isacco se ne andò di ló e si accampò nella valle di Gherar, e ló dimorò.18 26:18 E Isacco scavò di nuovo i pozzi di acqua che erano stati scavati al tempo di Abrahamo suo padre, e che i Filistei avevano turati dopo la morte di Abrahamo. e pose loro gli stessi nomi che aveva loro posto suo padre.19 26:19 Poi i servi di Isacco scavarono nella valle e vi trovarono un pozzo di acqua viva.20 26:20 Ma i pastori di Gherar altercarono coi pastori d’I-sacco, dicendo: ’L’acqua è nostra'. Ed egli chiamò il pozzo Esek, perchè quelli avevano conteso con lui.21 26:21 I servi scavarono quindi un altro pozzo, ma quelli altercarono anche per questo. E Isacco lo chiamò Sitnah.22 26:22 Allora egli se ne andò di ló e scavò un altro pozzo per il quale quelli non altercarono. Ed egli lo chiamò Rehoboth, perchè egli disse: ’Ora l’Eterno ci ha messi al largo, e noi prospereremo nel paese'.23 26:23 Poi di ló Isacco salì a Beer-Sceba.24 26:24 E l’Eterno gli apparve quella stessa notte, e gli disse: ’Io sono il DIO di Abra-hamo tuo padre. non temere, perchè io sono con te. ti benedirò e moltiplicherò la tua discendenza per amore di Abrahamo mio servo'.25 26:25 Allora egli costruì in quel luogo un altare e invocò il nome dell’Eterno, e vi piantò la sua tenda. La i servi di Isacco scavarono un pozzo.
26:15 Tutti i pozzi che avevano scavati i servi di suo padre ai tempi del padre Abramo, i Filistei li avevano turati riempiendoli di terra.16 Abimelech disse ad Isacco: "Vàttene via da noi, perchè tu sei molto più potente di noi".17 Isacco andò via di là, si accampò sul torrente di Gerar e vi si stabilì.18 Isacco tornò a scavare i pozzi d'acqua, che avevano scavati i servi di suo padre, Abramo, e che i Filistei avevano turati dopo la morte di Abramo, e li chiamò come li aveva chiamati suo padre.19 I servi di Isacco scavarono poi nella valle e vi trovarono un pozzo di acqua viva.20 Ma i pastori di Gerar litigarono con i pastori di Isacco, dicendo: "L'acqua è nostra!". Allora egli chiamò Esech il pozzo, perchè quelli avevano litigato con lui.21 Scavarono un altro pozzo, ma quelli litigarono anche per questo ed egli lo chiamò Sitna.22 Allora si mosse di là e scavò un altro pozzo, per il quale non litigarono; allora egli lo chiamò Recobot e disse: "Ora il Signore ci ha dato spazio libero perchè noi prosperiamo nel paese".23 Di là andò a Bersabea.24 E in quella notte gli apparve il Signore e disse: "Io sono il Dio di Abramo, tuo padre; non temere perchè io sono con te. Ti benedirò e moltiplicherò la tua discendenza per amore di Abramo, mio servo".25 Allora egli costruì in quel luogo un altare e invocò il nome del Signore; lì piantò la tenda. E i servi di Isacco scavarono un pozzo.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

avvento



natale



ordinario



quaresima



pasqua



passione







E nelle seguenti solennità




Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale