Cronologia dei paragrafi

Grandezza dell'elezione divina
Le città di rifugio
Secondo discorso di mosè
Il Decalogo
Mediazione di mosè
L'amore di Dio, essenza della Legge
Appello alla fedeltà
Israele popolo consacrato
L'elezione e il favore divino
La forza divina
La prova del deserto
Le tentazioni della Terra Promessa
La vittoria è del Signore, non del valore degli Israeliti
La colpa di Israele sull'Oreb e l'intercessione di mosè
Altre colpe. Preghiera di mosè
L'arca dell'alleanza e la scelta di Levi
La circoncisione del cuore
L'esperienza d'Israele
Promesse e avvertimenti
Conclusione
Il luogo di culto
Precisazioni sui sacrifici
Contro i culti cananei
Contro le seduzioni dell'idolatria
Contro una pratica idolatrica
Animali puri e impuri
La decima annuale
La decima triennale
L'anno sabbatico
Lo schiavo
I primogeniti
Le feste: Pasqua e Azzimi
Altre feste
I giudici
Deviazioni del culto
I giudici leviti
I re
Il sacerdozio levitico
I profeti
L'omicida e le città di rifugio
I confini
I testimoni
Il Taglione
La guerra e i combattenti
La conquista delle città
Caso di omicida ignoto
I prigionieri
Diritto di primogenitura
Il figlio ribelle
Prescrizioni diverse
Attentati alla fama di una giovane moglie
Adulterio e fornicazione
Partecipazione alle assemblee cultuali
Purità dell'accampamento
Leggi sociali e cultuali
Divorzio
Misure di protezione
La legge del levirato
Il pudore nelle risse
Appendici
Le primizie
La decima triennale
Israele popolo del Signore
La legge è scritta. Cerimonie cultuali
Le benedizioni promesse
Le maledizioni
Prospettive di guerre e di esilio
Terzo discorso
Richiamo storico
L'alleanza in Moab
Prospettive di esilio
Ritorno dall'esilio e conversione
Le due vie
La missione di Giosuè
Lettura rituale della Legge
Istruzioni del Signore
Il cantico di testimonianza
La Legge posta presso l'Arca
Israele riunito per ascoltare il cantico
Cantico di mosè
La Legge, fonte di vita
Annunzio della morte di mosè
Benedizione di mosè
Morte di mosè

Grandezza dell'elezione divina (deu 4,32-40)

4:32 Interroga pure i tempi antichi, che furono prima di te: dal giorno in cui Dio creò l'uomo sulla terra e da un'estremità all'altra dei cieli, vi fu mai cosa grande come questa e si udì mai cosa simile a questa? 33 Che cioè un popolo abbia udito la voce di Dio parlare dal fuoco, come l'hai udita tu, e che rimanesse vivo? 34 O ha mai tentato un dio di andare a scegliersi una nazione in mezzo a un'altra con prove, segni, prodigi e battaglie, con mano potente e braccio teso e grandi terrori, come fece per voi il Signore, vostro Dio, in Egitto, sotto i tuoi occhi? 35 Tu sei stato fatto spettatore di queste cose, perchè tu sappia che il Signore è Dio e che non ve n'è altri fuori di lui. 36 Dal cielo ti ha fatto udire la sua voce per educarti; sulla terra ti ha mostrato il suo grande fuoco e tu hai udito le sue parole che venivano dal fuoco. 37 Poichè ha amato i tuoi padri, ha scelto la loro discendenza dopo di loro e ti ha fatto uscire dall'Egitto con la sua presenza e con la sua grande potenza, 38 scacciando dinanzi a te nazioni più grandi e più potenti di te, facendoti entrare nella loro terra e dandotene il possesso, com'è oggi. 39 Sappi dunque oggi e medita bene nel tuo cuore che il Signore è Dio lassù nei cieli e quaggiù sulla terra: non ve n'è altro. 40 Osserva dunque le sue leggi e i suoi comandi che oggi ti do, perchè sia felice tu e i tuoi figli dopo di te e perchè tu resti a lungo nel paese che il Signore, tuo Dio, ti dà per sempre".

4:32 4:32 Perciocche', domanda pure ora dei tempi antichi, che sono stati avanti che tu fossi, dal di' che Iddio creo' l'uomo in su la terra, se mai da uno estremo del cielo, infino all'altro, e' stato fatto, o si e' udito nulla di simile a questa gran cosa. 33 4:33 se mai alcun popolo ha udita la voce di Dio parlante di mezzo al fuoco, come l'hai udita tu, ed e' restato in vita. 34 4:34 Ovvero, se Iddio ha mai fatta una tal prova, di venire a proendersi una nazione d'infra un'altra, con prove, con miracoli, e con prodigi, e con battaglie, e con potente mano, e con braccio disteso, e con grandi spaventi, secondo tutto cio' che il Signore Iddio vostro vi ha fatto in Egitto, davanti agli occhi vostri. 35 4:35 A te sono state fatte veder queste cose, accioc-che' tu conosca che il Signore e' l'Iddio, e che non ve n'e' alcun altro fuor che lui. 36 4:36 Egli ti ha fatto udir la sua voce dal cielo, per ammaestrarti. e in terra ti ha fatto vedere il suo gran fuoco, e tu hai udite le sue parole di mezzo al fuoco. 37 4:37 E per cio' ch'egli ha amati i tuoi padri, egli ha eletta la lor progenie dopo loro, e ti ha tratto fuor di Egitto, con la sua faccia, e con la sua gran forza. 38 4:38 per cacciar d'innanzi a te genti piu' grandi, e piu' potenti di te, per farti entrar nel lor paese, e per dartelo in eredita', come oggi appare. 39 4:39 Conosci adunque oggi, e riduciti al cuore, che il Signore e' Iddio, in cielo disoproa, e in terra disotto, e che non ve n'e' alcun altro. 40 4:40 Osserva adunque i suoi statuti e i suoi comandamenti che oggi ti do, ac-ciocche' sia bene a te, e a' tuoi figliuoli dopo te. e ac-ciocche' tu semproemai prolunghi i tuoi giorni in su la terra che il Signore Iddio tuo ti da'.

4:32 4:32 Interroga pure i tempi antichi, che furon proima di te, dal giorno che Dio creo' l'uomo sulla terra, e da un'estremita' de' cieli all'altra: Ci fu egli mai cosa cosi' grande come questa, e s'udi' egli mai cosa simile a questa? 33 4:33 ci fu egli mai popolo che udisse la voce di Dio parlante di mezzo al fuoco come l'hai udita tu, e che rimanesse vivo? 34 4:34 ci fu egli mai un dio che provasse di venire a proendersi una nazione di mezzo a un'altra nazione mediante prove, segni, miracoli e battaglie, con mano potente e con braccio steso e con grandi terrori, come fece per voi l'Eterno, l'Iddio vostro, in Egitto, sotto i vostri occhi? 35 4:35 Tu sei stato fatto testimone di queste cose affinchè tu riconosca che l'Eterno e' Dio, e che non ve n'e' altri fuori di lui. 36 4:36 Dal cielo t'ha fatto udire la sua voce per ammaestrarti. e sulla terra t'ha fatto vedere il suo gran fuoco, e tu hai udito le sue parole di mezzo al fuoco. 37 4:37 E perch'egli ha amato i tuoi padri, ha scelto la loro progenie dopo loro, ed egli stesso, in persona, ti ha tratto dall'Egitto con la sua gran potenza, 38 4:38 per cacciare d'innanzi a te nazioni piu' grandi e piu' potenti di te, per farti entrare nel loro paese e per dartene il possesso, come oggi si vede. 39 4:39 Sappi dunque oggi e ritieni bene in cuor tuo che l'Eterno e' Dio: lassu' ne' cieli, e quaggiu' sulla terra. e che non ve n'e' alcun altro. 40 4:40 Osserva dunque le sue leggi e i suoi comandamenti che oggi ti do, affinchè sii felice tu e i tuoi figliuoli dopo di te, e affinchè tu prolunghi in perpetuo i tuoi giorni nel paese che l'Eterno, l'Iddio tuo, ti da'.

4:32 4:32 Ricerca pure nei tempi antichi, che furono proima di te, dal giorno che Dio creò l'uomo sulla terra. chiedi da un'estremitó dei cieli all'altra: 'Ci fu mai cosa grande come questa? Si udò mai cosa simile a questa? 33 4:33 Ci fu mai un popolo che abbia udito la voce di Dio che parlava dal fuoco come l'hai udita tu, e che sia rimasto vivo? 34 4:34 Ci fu mai un dio che abbia cercato di venire a proendersi una nazione di mezzo a un'altra nazione mediante prove, segni, miracoli e battaglie, con mano potente e con braccio steso e con gesta tremende, come fece per voi il SIGNORE, il vostro Dio, in Egitto, sotto i vostri occhi?'. 35 4:35 Tu sei stato fatto testimone di queste cose affinchè tu riconosca che il SIGNORE è Dio, e che oltre a lui non ve n'è nessun altro. 36 4:36 Dal cielo ti ha fatto udire la sua voce per ammaestrarti. e sulla terra ti ha fatto vedere il suo grande fuoco e tu hai udito le sue parole venire dal fuoco. 37 4:37 Egli ha amato i tuoi padri. perciò ha scelto i loro discendenti dopo di loro. Egli in persona ti ha fatto uscire dall'Egitto con la sua grande potenza, 38 4:38 per scacciare davanti a te nazioni più grandi e più potenti di te, per farti entrare nel loro paese e per dartene il possesso, come oggi si vede. 39 4:39 Sappi dunque oggi e ritieni bene nel tuo cuore che il SIGNORE è Dio lassù nei cieli, e quaggiù sulla terra. e che non ve n'è alcun altro. 40 4:40 Osserva dunque le sue leggi e i suoi comandamenti che oggi ti do, affinchè siate felici tu e i tuoi figli dopo di te, e affinchè tu prolunghi per semproe i tuoi giorni nel paese che il SIGNORE, il tuo Dio, ti dó.

4:32 4:32 Interroga pure i tempi antichi, che furono proima di te, dal giorno in cui DIO creò l’uomo sulla terra, e chiedi da un’estremitó dei cieli all’altra se vi fu mai una cosa grande come questa o si è mai udita una cosa simile a questa. 33 4:33 Vi fu mai alcun popolo che abbia udito la voce di DIO parlare di mezzo al fuoco, come l’hai udita tu, e sia rimasto in vita? 34 4:34 O vi fu mai alcun DIO che abbia provato ad andare a proendere per sè una nazione di mezzo a un’altra nazione mediante prove, segni, prodigi e battaglie, con mano potente e con braccio steso e con grandi terrori, come fece per voi l’Eterno, il vostro DIO, in Egitto sotto i vostri occhi? 35 4:35 Tutto questo ti è stato mostrato, affinchè riconosca che l’Eterno è DIO e che non v’è alcun altro fuori di lui. 36 4:36 Dal cielo ti ha fatto udire la sua voce per ammaestrarti. e sulla terra ti ha fatto vedere il suo grande fuoco e hai udito le sue parole di mezzo al fuoco. 37 4:37 E perchè ha amato i tuoi padri, egli ha scelto la loro progenie dopo loro e ti ha fatto uscire dall’Egitto con la sua proesenza, mediante la sua grande potenza, 38 4:38 scacciando davanti a te nazioni più grandi e più potenti di te, per fare entrare te e darti il loro paese in ereditó, come è oggi. 39 4:39 Sappi dunque oggi e ritienilo nel tuo cuore che l’Eterno è DIO lassù nei cieli e quaggiù sulla terra, e che non v’è alcun altro. 40 4:40 Osserva dunque i suoi statuti e i suoi comandamenti che oggi ti do, affinchè abbia prosperitó tu e i tuoi figli dopo di te, e affinchè tu prolunghi i tuoi giorni nel paese che l’Eterno, il tuo DIO, ti dó per semproe'.

4:32 Interroga pure i tempi antichi, che furono prima di te: dal giorno in cui Dio creò l'uomo sulla terra e da un'estremità dei cieli all'altra, vi fu mai cosa grande come questa e si udì mai cosa simile a questa? 33 Che cioè un popolo abbia udito la voce di Dio parlare dal fuoco, come l'hai udita tu, e che rimanesse vivo? 34 O ha mai tentato un dio di andare a scegliersi una nazione in mezzo a un'altra con prove, segni, prodigi e battaglie, con mano potente e braccio teso e grandi terrori, come fece per voi il Signore vostro Dio in Egitto, sotto i vostri occhi? 35 Tu sei diventato spettatore di queste cose, perchè tu sappia che il Signore è Dio e che non ve n'è altri fuori di lui. 36 Dal cielo ti ha fatto udire la sua voce per educarti; sulla terra ti ha mostrato il suo grande fuoco e tu hai udito le sue parole di mezzo al fuoco. 37 Perchè ha amato i tuoi padri, ha scelto la loro posterità e ti ha fatto uscire dall'Egitto con la sua stessa presenza e con grande potenza, 38 per scacciare dinanzi a te nazioni più grandi e più potenti di te, per farti entrare nel loro paese e dartene il possesso, come appunto è oggi. 39 Sappi dunque oggi e conserva bene nel tuo cuore che il Signore è Dio lassù nei cieli e quaggiù sulla terra; e non ve n'è altro. 40 Osserva dunque le sue leggi e i suoi comandi che oggi ti do, perchè sia felice tu e i tuoi figli dopo di te e perchè tu resti a lungo nel paese che il Signore tuo Dio ti dà per sempre"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia