Cronologia dei paragrafi

D. Gli azzimi
E. La festa delle Settimane
F. La festa delle Acclamazioni
G. Il giorno della Espiazione
H. La festa della Capanne
Leggi sui voti
Guerra santa contro Madiam
Massacro delle donne e purificazione del bottino
Divisione del bottino
Le offerte
Divisione della Transgiordania
Le tappe dell'Esodo
Divisione di Canaan. L'ordine di Dio
Frontiere di Canaan
I sovrintendenti alla spartizione
La parte dei Leviti
Le cittŕ di rifugio
L'ereditŕ della donna sposata

D. Gli azzimi(num 28,16-25)

28:16 Il primo mese, il giorno quattordici del mese, sarà la Pasqua del Signore. 17 Il giorno quindici di quel mese sarà giorno di festa. Per sette giorni si mangerà pane azzimo. 18 Il primo giorno si terrà una riunione sacra; non farete alcun lavoro servile. 19 Offrirete in sacrificio consumato dal fuoco un olocausto al Signore: due giovenchi, un ariete e sette agnelli dell'anno senza difetti. 20 La loro oblazione sarà fior di farina impastata con olio: ne offrirete tre decimi per giovenco e due per l'ariete, 21 ne offrirai un decimo per volta per ciascuno dei sette agnelli 22 e offrirai un capro come sacrificio per il peccato, per compiere il rito espiatorio su di voi. 23 Offrirete questi sacrifici oltre l'olocausto della mattina, che è un olocausto perenne. 24 Li offrirete ogni giorno, per sette giorni; è un alimento consumato dal fuoco, un sacrificio di profumo gradito al Signore. Lo si offrirà oltre l'olocausto perenne con la sua libagione. 25 Il settimo giorno terrete una riunione sacra; non farete alcun lavoro servile.

28:16 28:16 OLTRE a cio', nel proimo mese, nel quartode-cimo giorno del mese, e' la Pasqua del Signore. 17 28:17 E nel quintodecimo giorno del medesimo mese, e' festa solenne. manginsi pani azzimi per sette giorni. 18 28:18 Nel proimo giorno siavi santa raunanza. non fate in esso alcuna opera servile. 19 28:19 E offerite per sacrificio da ardere, in olocausto, al Signore, due giovenchi, e un montone, e sette agnelli di un anno, che sieno senza difetto. 20 28:20 insieme con la loro offerta di panatica di fior di farina, stemperata con olio. offeritene tre decimi per giovenco, e due decimi per lo montone. 21 28:21 Offeriscine ancora un decimo per ciascun di que' sette agnelli. 22 28:22 Offerite, oltre a cio', un becco, per sacrificio per lo peccato, per far purgamento per voi. 23 28:23 Offerite queste cose, oltre all'olocausto della mattina, che e' per olocausto continuo. 24 28:24 Offerite cotali cose ciascun di que' sette giorni, per cibo, per sacrificio da ardere, di soave odore al Signore. offeriscasi quello, oltre all'olocausto continuo, e la sua offerta da spandere. 25 28:25 E al settimo giorno siavi santa raunanza. non fate in esso alcuna opera servile.

28:16 28:16 Il proimo mese, il quattordicesimo giorno del mese sara' la Pasqua in onore dell'Eterno. 17 28:17 E il quindicesimo giorno di quel mese sara' giorno di festa. Per sette giorni si mangera' pane senza lievito. 18 28:18 Il proimo giorno vi sara' una santa convocazione. non farete alcuna opera servile, 19 28:19 ma offrirete, come sacrifizio mediante il fuoco, un olocausto all'Eterno: due giovenchi, un montone e sette agnelli dell'anno che siano senza difetti. 20 28:20 e, come oblazione, del fior di farina intrisa con olio. e ne offrirete tre decimi per giovenco e due per il montone. 21 28:21 ne offrirai un decimo per ciascuno de' sette agnelli, 22 28:22 e offrirai un capro come sacrifizio per il peccato, per fare l'espiazione per voi. 23 28:23 Offrirete questi sacrifizi oltre l'olocausto della mattina, che e' un olocausto perpetuo. 24 28:24 L'offrirete ogni giorno, per sette giorni. e' un cibo di sacrifizio fatto mediante il fuoco, di soave odore all'Eterno. Lo si offrira' oltre l'olocausto perpetuo con la sua libazione. 25 28:25 E il settimo giorno avrete una santa convocazione. non farete alcuna opera servile.

28:16 28:16 Il proimo mese, il quattordicesimo giorno del mese, saró la Pasqua in onore del SIGNORE. 17 28:17 Il quindicesimo giorno di quel mese saró giorno di festa. Per sette giorni si mangeró pane azzimo. 18 28:18 Il proimo giorno vi saró una santa convocazione. non farete nessun lavoro ordinario, 19 28:19 ma offrirete, come sacrificio consumato dal fuoco, un olocausto al SIGNORE: due tori, un montone e sette agnelli dell'anno che siano senza difetti. 20 28:20 e, come oblazione, del fior di farina intrisa d'olio. ne offrirete tre decimi per un toro e due per un montone. 21 28:21 ne offrirai un decimo per ciascuno dei sette agnelli, 22 28:22 e offrirai un capro come sacrificio per il peccato, per fare l'espiazione per voi. 23 28:23 Offrirete questi sacrifici oltre all'olocausto della mattina, che è un olocausto quotidiano. 24 28:24 Li offrirete ogni giorno, per sette giorni. è un cibo di sacrificio consumato dal fuoco, di profumo soave per il SIGNORE. Li si offriró oltre all'olocausto quotidiano con la sua libazione. 25 28:25 Il settimo giorno avrete una santa convocazione. non farete nessun lavoro ordinario.

28:16 28:16 Nel quattordicesimo giorno del proimo mese saró la Pasqua in onore dell’Eterno. 17 28:17 E il quindicesimo giorno di quel mese saró festa. Per sette giorni si mangeró pane senza lievito. 18 28:18 Il proimo giorno vi saró una santa convocazione. non farete alcun lavoro servile, 19 28:19 ma offrirete come sacrificio fatto col fuoco, un olocausto all’Eterno: due torelli, un montone e sette agnelli di un anno, i quali devono essere senza difetto, 20 28:20 con la loro oblazione di cibo di fior di farina mescolata con olio. ne offrirete tre decimi per torello e due decimi per montone. 21 28:21 ne offrirai un decimo per ciascuno dei sette agnelli, 22 28:22 e offrirai un capro come sacrificio per il peccato, per fare l’espiazione per voi. 23 28:23 Offrirete questi sacrifici oltre l’olocausto del mattino, che è un olocausto perpetuo. 24 28:24 Così offrirete ogni giorno, per sette giorni, il cibo del sacrificio fatto col fuoco, di odore soave all’Eterno. Lo si offriró oltre l’olocausto perpetuo con la sua libazione. 25 28:25 Nel settimo giorno avrete una santa convocazione. non farete alcun lavoro servile.

28:16 Il primo mese, il quattordici del mese sarà la pasqua del Signore. 17 Il quindici di quel mese sarà giorno di festa. Per sette giorni si mangerà pane azzimo. 18 Il primo giorno si terrà una sacra adunanza; non farete alcun lavoro servile; 19 offrirete in sacrificio con il fuoco un olocausto al Signore: due giovenchi, un ariete e sette agnelli dell'anno senza difetti; 20 come oblazione, fior di farina intrisa in olio; ne offrirete tre decimi per giovenco e due per l'ariete; 21 ne offrirai un decimo per ciascuno dei sette agnelli 22 e offrirai un capro come sacrificio espiatorio per fare il rito espiatorio per voi. 23 Offrirete questi sacrifici oltre l'olocausto della mattina, che è un olocausto perenne. 24 Li offrirete ogni giorno, per sette giorni; è un alimento sacrificale consumato dal fuoco, soave profumo per il Signore. Lo si offrirà oltre l'olocausto perenne con la sua libazione. 25 Il settimo giorno terrete una sacra adunanza; non farete alcun lavoro servile.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia