Cronologia dei paragrafi

Casi di impuritÓ
Il rituale delle acque lustrali
Le acque di Meriba
Castigo di MosŔ e di Aronne
Edom rifiuta il passaggio
Morte di Aronne
Presa di Corma
Il serpente di bronzo
Tappe verso la Transgiordania
Conquista della Transgiordania
Il re do Moab fa appello a Balaam
L'asina di Balaam
Balaam e Balak
Oracoli di Balaam
Israele a Peor
Il censimento
Censimento dei Leviti
L'ereditÓ delle figlie
GiosuŔ capo della comunitÓ
Precisazioni sui sacrifici
A. Sacrifici quotidiani
B. Il sabato
C. Il novilunio
D. Gli azzimi
E. La festa delle Settimane
F. La festa delle Acclamazioni
G. Il giorno della Espiazione
H. La festa della Capanne
Leggi sui voti
Guerra santa contro Madiam
Massacro delle donne e purificazione del bottino
Divisione del bottino
Le offerte
Divisione della Transgiordania
Le tappe dell'Esodo
Divisione di Canaan. L'ordine di Dio
Frontiere di Canaan
I sovrintendenti alla spartizione
La parte dei Leviti
Le cittÓ di rifugio
L'ereditÓ della donna sposata

Casi di impuritÓ(num 19,11-16)

19:11 Chi avrà toccato il cadavere di qualsiasi persona, sarà impuro per sette giorni. 12 Quando uno si sarà purificato con quell'acqua il terzo e il settimo giorno, sarà puro; ma se non si purifica il terzo e il settimo giorno, non sarà puro. 13 Chiunque avrà toccato il cadavere di una persona che è morta e non si sarà purificato, avrà contaminato la Dimora del Signore e sarà eliminato da Israele. Siccome l'acqua di purificazione non è stata spruzzata su di lui, egli è impuro; ha ancora addosso l'impurità. 14 Questa è la legge per quando un uomo muore in una tenda: chiunque entrerà nella tenda, e tutto ciò che è nella tenda, sarà impuro per sette giorni. 15 Ogni vaso scoperto, sul quale non sia un coperchio o una legatura, sarà impuro. 16 Chiunque sulla superficie di un campo avrà toccato un uomo ucciso di spada o morto di morte naturale o un osso d'uomo o un sepolcro, sarà impuro per sette giorni.

19:11 19:11 Chi avra' tocco il corpo morto di qualunque persona, sia immondo per sette giorni. 12 19:12 Purifichisi al terzo giorno con quell'acqua, e al settimo giorno sara' netto. ma s'egli non sara' purificato al terzo giorno, ne' anche sara' netto al settimo. 13 19:13 Chiunque avra' tocco il corpo morto d'una persona che sia morta, e non si sara' purificato. egli ha contaminato il Tabernacolo del Signore. percio' sia quella persona ricisa d'Israele. conciossiache' l'acqua di purificazione non sia stata sparsa soproa lui, egli sara' immondo. la sua immondizia rimarra' da indi innanzi in lui. 14 19:14 Questa e' la legge, quando un uomo sara' morto in un padiglione: chiunque entrera' nel padiglione, o vi sara' dentro, sia immondo per sette giorni. 15 19:15 Parimente sia immondo ogni vasello aperto, soproa il quale non vi sara' coperchio ben commesso. 16 19:16 E chiunque per li campi avra' tocco alcuno ucciso con la spada, o un uomo morto da se', o alcun osso d'uomo, o alcuna sepoltura, sia immondo per sette giorni.

19:11 19:11 chi avra' toccato il cadavere di una persona umana sara' impuro sette giorni. 12 19:12 Quand'uno si sara' purificato con quell'acqua il terzo e il settimo giorno, sara' puro. ma se non si purifica il terzo ed il settimo giorno, non sara' puro. 13 19:13 Chiunque avra' toccato un morto, il corpo d'una persona umana che sia morta e non si sara' purificato, avra' contaminato la dimora dell'Eterno. e quel tale sara' sterminato di mezzo a Israele. Siccome l'acqua di purificazione non e' stata sprouzzata su lui, egli e' impuro. ha ancora addosso la sua impurita'. 14 19:14 Questa e' la legge: Quando un uomo sara' morto in una tenda, chiunque entrera' nella tenda e chiunque sara' nella tenda sara' impuro sette giorni. 15 19:15 E ogni vaso scoperto sul quale non sia coperchio attaccato, sara' impuro. 16 19:16 E chiunque, per i campi, avra' toccato un uomo ucciso per la spada o morto da sè, o un osso d'uomo, o un sepolcro, sara' impuro sette giorni.

19:11 19:11 chi avró toccato il cadavere di una persona umana saró impuro sette giorni. 12 19:12 Quando uno si saró purificato con quell'acqua il terzo e il settimo giorno, saró puro. ma se non si purifica il terzo e il settimo giorno, non saró puro. 13 19:13 Chiunque tocchi un morto, cioè il corpo di una persona umana che sia morta, e non si purifica, contamina la dimora del SIGNORE. e quel tale saró tolto via da Israele. Siccome l'acqua di purificazione non è stata sprouzzata su di lui, egli è impuro. ha ancora addosso la sua impuritó. 14 19:14 Questa è la legge: quando un uomo saró morto in una tenda, chiunque entreró nella tenda e chiunque saró nella tenda saró impuro per sette giorni. 15 19:15 Ogni vaso scoperto sul quale non sia un coperchio ben fermo saró impuro. 16 19:16 Chiunque, nei campi, avró toccato un uomo ucciso da un'arma o morto per cause naturali, o delle ossa umane, o un sepolcro, saró impuro per sette giorni.

19:11 19:11 Chi tocca il corpo morto di qualsiasi persona saró impuro per sette giorni. 12 19:12 Egli si purificheró con quell’acqua il terzo e il settimo giorno, e saró puro. ma se non si purificheró il terzo e il settimo giorno, non saró puro. 13 19:13 Chiunque tocca il corpo di una persona morta e non si purifica, contamina la dimora dell’Eterno. quella persona saró sterminata dal mezzo d’Israele. Poichè l’acqua di purificazione non è stata sprouzzata su di lui, egli è impuro. la sua impuritó è ancora su di lui. 14 19:14 Questa è la legge per quando un uomo muore in una tenda: chiunque entra in una tenda e chiunque è nella tenda saró impuro per sette giorni. 15 19:15 E ogni vaso aperto su cui non è fissato un coperchio, saró impuro. 16 19:16 Chiunque nei campi tocca uno ucciso per la spada o morto di morte naturale, o un osso d’uomo, o un sepolcro, saró impuro per sette giorni.

19:11 Chi avrà toccato un cadavere umano sarà immondo per sette giorni. 12 Quando uno si sarà purificato con quell'acqua il terzo e il settimo giorno, sarà mondo; ma se non si purifica il terzo e il settimo giorno, non sarà mondo. 13 Chiunque avrà toccato un cadavere, cioè il corpo di una persona umana morta, e non si sarà purificato, avrà profanato la Dimora del Signore e sarà sterminato da Israele. Siccome l'acqua di purificazione non è stata spruzzata su di lui, egli è in stato di immondezza; ha ancora addosso l'immondezza. 14 Questa è la legge per quando un uomo muore in una tenda: chiunque entrerà nella tenda e chiunque sarà nella tenda sarà immondo per sette giorni. 15 Ogni vaso scoperto, sul quale non sia un coperchio o una legatura, sarà immondo. 16 Chiunque per i campi avrà toccato un uomo ucciso di spada o morto di morte naturale o un osso d'uomo o un sepolcro sarà immondo per sette giorni.

Mappa

Commento di un santo

Il coperchio di un vaso, o un sigillo, è il controllo della disciplina. La disciplina trattiene un uomo dall' essere sopraffatto, come se egli fosse un immondo o contaminato vaso che è rifiutato. Infatti un vaso senza coperchio o sigillo è rovinato, come nel caso di uno che si dedica all'ostentazione e non è coperto da alcun velo di silenzio.

Autore

Paterio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia